Sei sulla pagina 1di 5

Diritti dei Lavoratori da art.

36 a 40 Costituzione
- La Retribuzione proporzionata alla quantità (ore) e qualità (mansione) del lavoro
svolto, che sia sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia una vita dignitosa.
- Riposo settimanale (molti hanno la settimana corta, cioè 5 giorni lavorativi).
- Le ferie che sono annuali, retribuite e irrinunciabili (si devono fare). N.B. Alcuni
Contratti Collettivi(CCNL), per i lavoratori in particolare situazioni di
bisogno(malattia del figlio, del coniuge o propria), hanno introdotto le ferie solidali,
ossia la possibilità di cedere ai dipendenti bisognosi, che ne abbiano fatto
richiesta, alcuni giorni delle proprie ferie.
- La legge stabilisce l’età minima per lavorare, attualmente è 16 anni.
- I lavoratori sono assicurati per infortunio, malattia, invalidità, vecchiaia e
disoccupazione involontaria.
- L’organizzazione sindacale è libera, i lavoratori possono aderire liberamente ai
sindacati, pagando una quota mensile e partecipare alle assemblee sindacali.
- La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, la stessa retribuzione
del lavoratore. La lavoratrice madre è maggiormente tutelata.
- Diritto di sciopero, è un’astensione collettiva dal lavoro, indetto dai Sindacati (es.
CIGL, CISL, UIL ecc.) e non è retribuito. La protesta dei datori di lavoro è la serrata.
La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge. L’ orario di lavoro
è disciplinato dal decreto legislativo(d.lgs) n. 66/2013 che si applica sia al settore
pubblico che privato e anche agli apprendisti maggiorenni, esso prevede che:
- non è stabilito un limite giornaliero, ma settimanale di 40 ore;
- massimo orario settimanale, compreso lo straordinario, è di 48 ore;
- riposo giornaliero: 11 ore consecutive ogni 24 ore, la violazione del riposo
giornaliero è punito con sanzioni pecuniarie;
- i lavoratori minorenni hanno diritto ad una pausa giornaliera di 1 ora, se l’orario di
lavoro supera le 4 ore e mezzo;
- i video terminalisti hanno diritto ad una pausa di 15 minuti ogni 2 ore di lavoro
continuativo, durante la pausa possono svolgere altra attività, ma non con il
computer;
- il lavoro straordinario può essere massimo di 250 ore annue, viene retribuito in
misura maggiore o con riposi compensativi, alternativi alla maggiorazione retributiva
- per il lavoro notturno il datore di lavoro deve valutare lo stato di salute dei
lavoratori con visite mediche ogni 2 anni, è vietato adibire al lavoro notturno: i
minorenni(possono lavorare fino alle ore 22,00), le donne nel periodo tra
l’accertamento della gravidanza e il compimento di 1 anno del bambino.
Diritti dei lavoratori previsti dalla Statuto dei Lavoratori, l. 20 maggio 1970, n. 300
- libertà di opinione: i lavoratori, senza distinzione di opinioni politiche, sindacali e
di fede religiosa, hanno il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero sul
luogo di lavoro;
- diritto alla riservatezza o privacy: non possono essere impiegate guardie giurate
per monitorare l’attività dei lavoratori, ma solo per tutelare il patrimonio aziendale.
L’azienda non può controllare a distanza i dipendenti con videocamere, che possono
essere utilizzate solo per tutelare il patrimonio e la sicurezza dei lavoratori. N.B. La
Corte Europea de Diritti dell’uomo(CEDU), con sede a Strasburgo, ha stabilito che il
datore di lavoro può istallare telecamere nascoste, senza avvertire i lavoratori,
qualora abbia fondati sospetti che i dipendenti lo stiano derubando e che le
perdite subite siano ingenti.( lavoratori di un supermercato spagnolo licenziati
perché ripresi a rubare, per l Corte la video sorveglianza non ha violato il diritto
alla privacy).
- diritto al procedimento disciplinare: il lavoratore non può ricevere un
provvedimento disciplinare( una multa, un richiamo scritto, sospensione o
licenziamento) senza che sia stato prima sentito sui fatti che gli vengono contestati.
- diritto alla salute: il datore di lavoro deve porre in essere tutte le misure
necessarie a garantire la salute e la sicurezza dei dipendenti nei luoghi di lavoro. I
lavoratori, attraverso il proprio rappresentante, hanno il diritto di controllare
l’applicazione delle norme per la prevenzione degli infortuni e malattie
professionali.
- diritto a permessi per studio, la cui entità è prevista nei diversi Contratti Collettivi.
- diritto alle mansioni: il lavoratore ha diritto alle mansioni per le quali è stato
assunto.
- diritti sindacali: lo Statuto dei lavoratori, oltre a prevedere i diritti per i lavoratori,
prevede una serie di diritti sindacali riservati alle organizzazioni sindacali(CGIL, CISL
UIL ecc.).
- diritto di adempiere a funzioni pubbliche, l’art. 51 Cost. prevede che chi è
chiamato a funzioni pubbliche elettive ha diritto di disporre del tempo necessario al
loro adempimento e di conservare il suo posto di lavoro. Pertanto, chi svolge
funzioni pubbliche o riveste cariche sindacali viene collocato in un periodo di
aspettativa, pari alla durata del mandato, senza retribuzione.
I Doveri del Lavoratori sono:
- La Diligenza del buon padre di famiglia commisurata alla qualità del lavoro svolto.
- Obbedienza alle direttive impartite da datore di lavoro, purchè siano lecite.
- Fedeltà, non si devono svolgere atti in concorrenza con il datore di lavoro.
- Segreto d’ufficio, non si devono svelare le notizie delle quali si viene a conoscenza.
Art. 48 Cost. Diritto di Voto
Art. 48 “Sono elettori tutti i cittadini, uomini e donne, che hanno raggiunto la
maggiore età” (c.d. suffragio universale, avutosi per la prima volta il 2.06.1946).
Solo per votare al Senato è necessario avere 25 anni, un disegno di legge
costituzionale prevede di ridurre a 18 anni l’elettorato attivo e a 25 anni quello
passivo anche per il Senato (come per la Camera). Si precisa, inoltre, che i cittadini
dell’U.E. residenti in Italia, possono votare per il Parlamento Europeo e per le
elezioni comunali del loro comune di residenza.

“Il voto è personale (quindi non si può delegare, come ad esempio avviene nelle
assemblee di condominio) ed eguale (hanno tutti lo stesso valore), libero e segreto.
“Il suo esercizio è un dovere civico” (significa che non si è obbligati a votare).
“La legge stabilisce i requisiti e modalità per l’esercizio del diritto di voto dei
cittadini residenti all’estero e ne assicura l’effettività. A tal fine è istituita una
circoscrizione estero per l’elezione delle Camere”. I deputati all’estero sono…
ridotti a….., i senatori sono….., ridotti a….da legge costituzionale, oggetto di
referendum, che non si terrà più il 29 marzo 2020, ma in data da indicare.

“Il diritto di voto può essere limitato solo per incapacità civile (una nuova
normativa prevede che gli incapaci possano votare) o per effetto di sentenza
penale irrevocabile (che non può essere più impugnata) o nei casi di indegnità
morale indicati dalla legge” (es. sottoposto a misure di sicurezza, come libertà
vigilata e divieto di soggiorno o interdetto dai pubblici uffici). La legge prevede la
perdita definitiva del diritto di voto per coloro che sono stati condannati
all’ergastolo o ad una pena superiore a 5 anni.

N.B. La legge prevede il voto a domicilio per tutti coloro che non abbiano la
possibilità di allontanarsi dal loro domicilio nemmeno con il mezzo di trasporto del
Comune o siano attaccati ad apparecchiature elettromedicali. Chi si trovi in tali
situazioni può fare richiesta di voto domiciliare al Sindaco, entro 15 giorni dalla
data delle elezioni. Per votare da casa, oltre il documento di identità e alla tessera
elettorale, è necessario esibire il certificato medico.

N.B. La legge 30 maggio 2008 n. 96 (ha convertito il d.l. n. 49/2008) vieta


l’introduzione all’interno delle cabine elettorali di telefoni cellulari o altre
apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini. Per assicurare la
genuina espressione di voto e prevenire il cd. “ voto di scambio”, impedendo
all’elettore di documentare a terzi la prova del voto espresso. La violazione di tale
divieto è punita con l’arresto da tre a sei mesi e con l’ammenda da 300,00 a
1.000,00 euro.
Art. 50 Cost. Petizioni

Art. 50 “ Tutti i cittadini possono rivolgere petizioni alle Camere per chiedere
provvedimenti legislativi o esporre comuni necessità”.

Le petizioni si possono rivolgere anche al Parlamento Europeo.


La petizione è un istituto di democrazia diretta insieme alla proposta di legge e al
referendum. Si differenzia dalla proposta di legge perché non deve essere redatta in
articoli e non è richiesto un numero minimo di firme (che sono 50.000 per la
proposta). Si differenzia dal referendum, poiché è consentita per qualsiasi materia,
mentre il referendum non è ammesso per le leggi…………………………………………………….

Doveri dei Cittadini artt. 52, 53 e 54 Cost.


- La difesa della Patria è un sacro dovere del cittadino, la disciplina del servizio
militare è rimessa alla legge, la quale nel 2004 ne ha abolito l’obbligatorietà,
rendendolo volontario e professionale, aperto anche alle donne.
- Tutti, quindi anche gli stranieri che percepiscono un reddito in Italia, sono tenuti a
concorrere alle spese pubbliche in base alla loro capacità contributiva. Il ns.
sistema tributario è informato a criteri di progressività, significa che l’aliquota
(percentuale) da pagare aumenta con l’aumentare del reddito percepito.
L’IRPEF, l’imposta personale, diretta e progressiva sul reddito delle persone fisiche,
attualmente ha 5 aliquote che vanno dal 23% al 43%.
Mentre l’IVA, imposta indiretta sui consumi, è proporzionale, essendo l’aliquota
fissa, quella agevolata è del 10%, quella ordinaria è del 22% . Nel 2020 era previsto
l’aumento dell’IVA, al 13% quella agevolata e al 25,2% quella ordinaria, per ora tale
aumento è stato bloccato.
- Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e devono
rispettare la Costituzione e le leggi. I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche
sono tenuti a prestare giuramento di fedeltà, ove previsto dalla legge.

N.B. Si precisa che gli articoli 41, 42, 47, 49 e 51 Cost. si devono studiare utilizzando
il libricino della Costituzione. Non si devono studiare gli articoli 43, 44, 45 e 46 Cost..

N.B. Questi appunti devono essere trascritti sul quaderno o stampati ed allegati.
Completare con la matita i punti tratteggiati. Per cortesia, controllare che siano
arrivati a tutti, altrimenti inviare sul gruppo classe. Ho inviato anche i diritti dei
lavoratori e doveri, per coloro che non li hanno. Al rientro, controllerò tutti i
quaderni.
Certa del Vs. impegno e collaborazione, Vi auguro BUONO STUDIO!
ESERCITAZIONE CLASSI SECONDE PER GLI STUDENTI CHE DEVONO RECUPERARE

Il processo civile si attiva ……………..………..la competenza è ripartita per……………………………


i giudici civili sono………………………………………………………………………………………………
……………………quelli penali……………………..…………………………………………………………
……………………………………………………il proc. si attiva…………………la comptenza…………..
La responsabilità civile può essere…………………………………………………………………………..
……………………………………………………………….quella penale è………………..del reato
risponde…………………………………l’imputalibità scatta a ……………..i minori sono giudicati dal

…………………………………………. le cui sentenze si impugnano davanti……………………………


L’art. 27 Cost. dice che l’imputato……………………………………………………………………………..

Le leggi costituzionali entrano in vigore se ottengono………….. altrimenti può…..……………………


………………………da…………………………………………………………………………entro………...
Necessitano di……………………………….…non è ammessa la commissione in………………………

La promulgazione è effettuata dal………………..entro…………ha il diritto……………………cioè…….


……………………………………………………………..se le camere riapprovano è……………………..
Per processare un ministro è necessaria …………………………………richiesta dal ………………..se
è tecnico.……………….tecnico =…………………………...con portafoglio =…………………………..
Affinché il referendum abrogativo sia valido è necessario che……………………………………………
Può essere richiesto da………………………………….. si svolge in una…………………………………
Se ci sono le elezioni politiche………………………………………………………giudica la regolarità…
…………………………………………………l’ammissibilità……………..………………………………….
Il P.R. è eletto dal……………………………………………+……………………………………………….
Requisiti………………………………………………………………………palazzo……………detto……..
Voti necessari……………………………………………………………………………………………………
Resta in carica………….può essere rieletto?.......diventa…………………..risponde degli atti?.............
perchè……………………………………………………………eccezioni…………………………………..
N. deputati……..estero……N. senatori elettivi……estero…+…………..riduz. parlamentari………….
Immunità penale=………………………………………………………………………………………………
……………………………………………………………………eccezioni……………………………………

Membri Corte Costituzionale = ……durata……………………………………………. scopo…………….


……………………………………………………………………………………..detta =……………………..
Funzioni: giudica………………………………………………………………………………………………..
…………………………………………………………………………………………………………………….
I giudici amministrativi sono………………………………………………..hanno il potere di……………
Membri C.S.M.…..durata………………………….scopo……………………………….presidente……..
Crisi parlamentare =…………………………………………………………………………………………….
Extra parlamentare……………………………………………………mera correttezza…..........................
Doppio grado di giurisdizione =………………………………………………………………………………
Imparzialità……………………………………………………………giusto processo……………………..
Peculato =………………………………………………………………………………………………………..
Corruzione………………………………………………………………………………………………………
Parl. in sed. comune sede……………….presiede………………………….casi………………………….
……………………………………………………………………………………………………………………
La struttura delle camere
Iter formativo leggi ordinarie
Le funzioni del Parlamento
Come si forma il Governo
Le funzioni del Governo
Impedimenti del P.R.
Amnistia, indulto e grazia
N.B. Stampare il foglio, rispondere alle domande con la matita e studiare bene.