Sei sulla pagina 1di 2

GRAMMATICA IL MODO CONDIZIONALE – 1) Il condizionale presente (o semplice)

Osserva i seguenti esempi:


- Vorrei un cappuccino e un cornetto, per favore.
- Secondo me, tu dovresti fare più attenzione quando il professore spiega.
- Mi piacerebbe tornare nel mio Paese a Natale.
- Nostro figlio dice che dopo il liceo vorrebbe studiare medicina.
Riflessione:
Negli esempi, il condizionale viene usato per esprimere:
- un consiglio
- un desiderio
- un’intenzione
- una richiesta in modo gentile
Sapresti dire in quali?
IL CONDIZIONALE PRESENTE
- Il condizionale presente (detto anche condizionale semplice) viene usato per esprimere:
- una richiesta in modo gentile:
es. Potrebbe farmi vedere quella giacca blu che è in vetrina?
es. Scusi, potrebbe indicarmi la strada più breve per il Colosseo?
- un desiderio o un’intenzione
es. Loro vorrebbero fare un piccolo viaggio a Natale.
es. Vorrei fare una passeggiata, ma fa troppo freddo.
- nella lingua parlata, un dubbio o una perplessità (di solito, il dubbio è introdotto dalle
espressioni non so se, non sono sicuro / certo che)
es. In quel negozio i commessi sono maleducati. Non sono certo che ci tornerei ancora.
es. Al posto tuo, non so se lo farei.
- una notizia di cui non si ha conferma o a cui non si crede (di solito, è introdotta dalla
preposizione secondo seguita da un pronome o da un sostantivo)
es. Secondo i giornali, l’uomo sarebbe all’estero.
(forse si trova all’estero, ma non è sicuro)
es. A sentire Fernando, Marta studierebbe otto ore al giorno per preparare l’esame.
(Fernando dice così, ma io non ci credo)
Con il verbo dovere, il condizionale esprime:
- un’opinione personale / un consiglio (di solito introdotti dalla preposizione secondo seguita
da un pronome o da un sostantivo)
es. Secondo il professore, noi dovremmo parlare italiano anche dopo la lezione.
es. Non puoi lavorare per 10 ore di seguito: dovresti fare una pausa!
- un ordine dato in maniera gentile
es. Signorina, dovrebbe telefonare all’ingegner Bianchi e dirgli di venire qui alle 17:00.
- es. Professore: non riesco a capirla: dovrebbe parlare più lentamente.
FORME DEL CONDIZIONALE PRESENTE
Verbi ausiliari e verbi modali:
Avere (1) Essere Dovere (1) Potere (1) Volere (2)
io avrei sarei dovrei potrei vorrei
tu avresti saresti dovresti potresti vorresti
lui / lei avrebbe sarebbe dovrebbe potrebbe vorrebbe
noi avremmo saremmo dovremmo potremmo vorremmo
voi avreste sareste dovreste potreste vorreste
loro avrebbero sarebbero dovrebbero potrebbero vorrebbero
(1): come nel futuro indicativo, avere, volere e dovere perdono la “e” davanti alla desinenza
(2): come nel futuro indicativo, volere trasforma il gruppo “le” in “r” davanti alla desinenza
Coniugazioni regolari:
Parlare Credere Partire Capire
io parl erei cred erei part ierei cap irei
tu parl eresti cred eresti part iresti cap iresti
lui – lei parl erebbe cred erebbe part irebbe cap irebbe
noi parl eremmo cred eremmo part iremmo cap iremmo
voi parl ereste cred ereste part ireste cap ireste
loro parl erebbero cred erebbero part irebbero cap irebbero
Verbi irregolari di uso comune:
Andare (1) Bere (3) Dare Dire Fare
io andrei berrei darei direi farei
tu andresti berresti daresti diresti faresti
lui – lei andrebbe berrebbe darebbe direbbe farebbe
noi andremmo berremmo daremmo diremmo faremmo
voi andreste berreste dareste direste fareste
loro andrebbero berrebbero darebbero direbbero farebbero
Sapere (1) Tenere (4) Uscire Venire (5)
io saprei terrei uscirei verrei
tu sapresti terresti usciresti verresti
lui – lei saprebbe terrebbe uscirebbe verrebbe
noi sapremmo terremmo usciremmo verremmo
voi sapreste terreste uscireste verreste
loro saprebbero terrebbero uscirebbero verrebbero
(3) : come nel futuro indicativo, il verbo bere raddoppia la “r” davanti alla desinenza (bere > berrei)
(4) : come nel futuro indicativo, il verbo tenere trasforma il gruppo “ne” in “r” davanti alla desinenza
(5) : come nel futuro indicativo, il verbo venire trasforma il gruppo “ni” in “r” davanti alla desinenza