Sei sulla pagina 1di 36

Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.

26 Sida 1

Guida alla avvitatura


Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.26 Sida 2
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.26 Sida 3

Guida alla avvitatura

Capitolo Pagina
1. La vite . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4
Un elemento di serraggio versatile
Ambito di utilizzo dei cacciaviti
2. La giunzione a vite . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6
La coppia di serraggio
Influenza del tipo di utensile sulla qualità
3. Il controllo della coppia nei cacciaviti . . . . . . . . . . . . . 11
Frizione a salterello
Frizione a blocco totale dell'aria
Frizione a stallo
4. Metodi di prova . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14
Misurazione statica
Misurazione dinamica
Impostazione della coppia del cacciavite
5. Scelta del cacciavite . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 17
Fonte di energia
Motore ad aria compressa
Motore elettrico universale
Motore elettrico a bassa tensione
Motore alimentato a batteria
Motore elettrico ad alimentazione controllata
6. Forma dell’utensile . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 21
Cacciaviti con impugnatura a pistola
Cacciaviti diritti
Cacciaviti con testa ad angolo
7. Le prestazioni di un cacciavite . . . . . . . . . . . . . . . . . . 23
Velocità
Potenza
8. Scelta del cacciavite più adatto alla giunzione . . . . . . 25
9. Accessori per cacciaviti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 26
Inserti per cacciaviti
Tipi di testa delle viti
Bilanciatori e bracci di reazione
Conteggio lotti - controllo sulla linea
Certificazione ESD
10. Installazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 30
Cacciaviti pneumatici
Cacciaviti elettrici
11. Considerazioni economiche sui cacciaviti . . . . . . . . . 32
12. Tabella per la soluzione dei problemi . . . . . . . . . . . . 33
13. Le guide Atlas Copco . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 34
3
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 4

La vite

Un elemento di serraggio versatile


La semplicità di montaggio e di smontaggio fanno degli ele-
menti di serraggio filettati un metodo insuperabile per l’unio-
ne di componenti. La giunzione a vite è di gran lunga la
modalità di assemblaggio più comune per diversi tipi di di-
spositivi meccanici. Autoveicoli, aerei, veicoli ferroviari, lava-
trici, televisori, mobili e telefoni cellulari: tutti si affi-dano a
giunzioni a vite correttamente dimensionate e serrate con
precisione per rendere l’assemblaggio, la manutenzione e la
riparazione redditizi per i produttori e convenienti per gli
utenti. Le viti utilizzate a tale scopo sono disponibili in un’am-
pia gamma di tipi e dimensioni, da meno di un millimetro
a svariate centinaia di millimetri. Una comune automobile
viene montata utilizzando circa 3.000 viti. Se tutte queste viti
dovessero essere serrate a mano, le automobili sarebbero tal-
mente costose che ben pochi potrebbero permettersi di ac-
quistarne una. Per rendere la produzione razionale ed economi-
ca e mantenere una qualità costante, nella produzione indu-
striale e nei servizi commerciali di assistenza e manutenzione
viene fatto largo uso di utensili elettrici o pneumatici per il
serraggio delle viti.

Ambito di utilizzo dei cacciaviti

Dal 50 al 60% delle viti di un’automobile e oltre l’80% del


numero totale di viti utilizzate nella produzione industriale
hanno un diametro fino a 6 mm compresi, sono cioè abba-
stanza piccole da poter essere maneggiate con un cacciavite
manuale. Oltre queste dimensioni, la coppia necessaria per
creare un precarico sufficiente nelle viti richiede l'uso di una
chiave di diverso genere. La stessa limitazione vale per gli
utensili elettrici e pneumatici utilizzati per il serraggio - non
a causa della coppia di serraggio ma a causa della coppia di
reazione alla quale sarebbe soggetto l’operatore. Di conse-
guenza gli utensili per dimensioni della vite fino a 6 mm
possono essere utensili a presa diretta con impugnatura diritta
o a pistola detti cacciaviti, mentre gli utensili per dimensioni
maggiori delle viti sono solitamente descritti come avvitatori
o avvitadadi.

4 G U I D A A L L A AV V I TAT U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 5

Questo opuscolo si occupa solamente dei cacciaviti e delle con-


dizioni specifiche che si verificano durante il serraggio di giun-
zioni a vite nella gamma di potenza in cui né la forza di serrag-
gio dell’utensile né la forza di reazione sulla mano dell’operato-
re costituiscono normalmente fattori critici, almeno per quanto
riguarda le singole operazioni.

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 5
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 6

La giunzione a vite
Lo scopo di una giunzione a vite è di tenere insieme gli ele-
menti della giunzione alle condizioni di carico per le quali la
giunzione è stata progettata. Tecnicamente ciò significa crea-
re nella giunzione una forza di chiusura sufficiente per resi-
stere alle forze alle quali può essere soggetta la giunzione
stessa senza allentarsi, ma non tale da causare la rottura di un
elemento. In una giunzione a vite la forza di chiusura viene
fornita serrando la vite fino ad un determinato
precarico, mediante conversione di moto rotativo in
allungamento lineare della vite.
Il fattore decisivo nell’equilibrio delle forze è l’attrito nella
giunzione che impedisce alla vite di allentarsi dopo l’assesta-
mento. Per quanto questo attrito sia essenziale per il funzio-
namento della giunzione, esso rappresenta anche uno dei
maggiori problemi per il serraggio della giunzione stessa.
Con le comuni viti per metallo è necessario fino al 90% della
coppia totale per vincere gli attriti e far girare la vite. Ciò
significa che solo il 10% della potenza applicata rimane di-
sponibile per caricare la vite e sviluppare il tiro (FC).
È ovvio che anche le piccole variazioni di attrito causate
dalle differenze nella lubrificazione o nella qualità della filet-
Attrito sottotesta tatura possono avere un’influenza note-
vole sulla qualità della giunzione.

Forza di
Forza di chiusura
chiusura
10%
M1 M2
40% 50%
Perdita per attrito
Attrito tra Tra i Sotto
i filetti filetti testa

6 G U I D A A L L A AV V I TAT U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 7

Il problema di definire la coppia esatta viene ulteriormente


complicato dalla grande varietà di tipi di viti esistenti sul
mercato oltre alla semplice vite per metallo. Ecco alcuni
esempi:

Viti autoforanti. Viti perforanti.


Queste viti creano e Per fissare tutti i tipi di
filettano il foro, elimi- legno senza necessità
nando così un’opera- di un preforo.
zione costosa.

Vite autofilettante Vite autofilettante ad


tipo ST azione rullante.
Trilobata con filettatura
grossa, adatta per
materiali termoplastici.

Vite autopulente. Usata Vite autofilettante. Nei


in fori prefilettati ma materiali termoplastici
sporchi di vernice, con molto teneri questa vite
residui di saldatura o ottiene una resistenza all’e-
altro materiale estraneo. strazione molto maggiore e
Elimina l’operazione di può aumentare la differen-
rifilettatura. za fra la coppia di serrag-
gio e quella di strappo.

Vite autofilettante ad Vite autofilettante.


azione rullante. Vite tri- Particolarmente adatta
lobata autofilettante con per materiale plastico
azione di rullatura della fragile.
filettatura, adatta per
materiali cedevoli.

Testa con flangia incorporata. Testa autobloccante con dentatura sotto testa.

Puntali diversi.

Puntali guidati Guida ogivale Tipo forante

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 7
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 8

La coppia di serraggio
Al momento non esiste un metodo diretto per la misurazione
del tiro in una giunzione a vite nella produzione pratica. Ciò
significa che, nonostante l’incertezza, la coppia di serraggio
è l’unico valore utilizzabile per decidere la qualità delle
giunzioni a vite. Solitamente le viti sono
classificate per una coppia di serraggio specifica per quanto
riguarda le dimensioni e la resistenza a trazione (classe di
resistenza). Questa coppia è stata generalmente calcolata per
ottenere una tensione nella vite pari al 60% circa della sua
resistenza a trazione. A prima vista questa scelta sembra
lasciare un ampio margine per le variazioni della coppia di
serraggio, pur ottenendo una chiusura corretta. Tuttavia,
considerando la distribuzione delle forze applicate, modeste
variazioni di coppia potrebbero risultare determinanti. Se le
condizioni della filettatura non sono completamente sotto
controllo, possono provocare aperture indesiderate della
giunzione, o addirittura la sua rottura.

Un altro fattore decisivo nel processo di serraggio è l’angolo


di serraggio, che è l’angolo di rotazione dal livello di preser-
raggio alla coppia di serraggio nominale della vite. Una giun-
zione rigida con una vite corta, in cui gli elementi da colle-
gare sono rigidi e ben serrati tra loro, richiede soltanto una
frazione di giro per raggiungere la coppia finale. Una giun-
zione elastica con una vite lunga, ed elementi elastici quali
rondelle, guarnizioni, può richiedere più giri completi per
raggiungere il precarico finale. Di conseguenza, l’energia
necessaria per serrare una giunzione elastica è maggiore
rispetto ad una giunzione rigida.

8 G U I D A A L L A AV V I TAT U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 9

Raccomandazioni

Coppia max. di serraggio raccomandata (Nm) per viti non trattate e/o leg-
germente oliate (coefficiente di attrito = 0,125). Filettatura metrica grossa.

Classe di resistenza
Vite 3.6 4.6 4.8 5.8 8.8 10.9 12.9
M1.6 0.05 0,065 0,086 0.11 0.17 0.24 0.29
M2 0.10 0.13 0.17 0.22 0.35 0.49 0.58
M2.2 0.13 0.17 0.23 0.29 0.46 0.64 0.77
M2.5 0.20 0.26 0.35 0.44 0.70 0.98 1.20
M3 0.35 0.46 0.61 0.77 1.20 1.70 2.10
M3.5 0.55 0.73 0.97 1.20 1.90 2.70 3.30
M4 0.81 1.10 1.40 1.80 2.90 4.00 4.90
M5 0.60 2.20 2.95 3.60 5.70 8.10 9.70
M6 2.80 3.70 4.90 6.10 9.80 14.0 17.0

La coppia corrisponde a circa il 62% della forza di tensione.

Nota: Se è compreso un elemento di bloccaggio della vite, aumentare la


coppia del 10% per gli inserti in plastica e del 20% per i dispositivi di
bloccaggio meccanici (controdado).

Coppia di serraggio raccoman- Coppia di serraggio raccoman-


data per viti rullate tipo Taptite®, data per viti autofilettanti “ST”
Swageform® ecc. (per lamiere).

Coppia Coppia
Vite Nm Vite Nm
M3 1.4 ST 2.2 (B2) 0.2
M4 3.2 ST 2.9 (B4) 1.0
M5 6.5 ST 3.5 (B6) 1.8
M6 11 ST 4.2 (B8) 2.9
M8 26 ST 4.8 (B10) 4.2
M10 52 ST 5.5 (B12) 6.7
M12 91 ST 6.3 (B14) 9.1

Viti autofilettanti indurite per Valori consigliati riferiti alla


metallo, filettatura “M”. Valori resistenza della vite (la giunzio-
consigliati riferiti alla resistenza ne può essere più debole).
della vite (la giunzione può
essere più debole).

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 9
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 10

Influenza del tipo di di serraggio sulla qualità

Quale influenza può avere la scelta dell’utensile di serraggio


sulla qualità della giunzione a vite?

Cacciaviti elettrici o pneumatici hanno caratteristiche differenti


che sono fondamentali per il risultato finale del serraggio. Un
fattore importante è la velocità di rotazione dell’utensile e l’in-
fluenza dinamica che ha sulla coppia applicata. La coppia appli-
cata è sempre la somma della coppia prodotta dall’utensile e
della coppia supplementare creata dall’energia immagazzinata
dalla massa dei componenti rotanti. Ciò vale sia quando il moto
di avvitatura viene arrestato da una frizione, sia quando viene
arrestato da un blocco. In una giunzione rigida, questa coppia
dinamica aggiuntiva può avere un’influenza notevole sulla
coppia finale, tanto maggiore quanto maggiore è la velocità
dell’utensile. Al contrario, in una giunzione elastica l’energia
dinamica non è sufficiente per sommarsi in maniera significati-
va all’angolo di rotazione e alla coppia. La differenza della
coppia applicata dallo stesso utensile a una giunzione rigida e ad
una elastica è detta deviazione media. A seconda della velocità,
della qualità della frizione dell’utensile e della massa dei
componenti rotanti, questa deviazione media varia da utensile a
utensile. Di conseguenza, la deviazione media diviene un’altra
qualità essenziale dell’utensile da considerare necessariamente
per l’affidabilità della giunzione, anche se la coppia è variabile.
Influenza dell’energia dinamica sulla coppia di serraggio
Coppia Coppia Coppia

Angolo di serraggio Angolo di serraggio Velocità


Giunzione rigida Giunzione elastica Caratteristiche del motore

M1, M2 = Coppia finale


1 = Coppia del motore
2 = Coppia dinamica aggiuntiva
3 = Deviazione media
Area A1 = A2 = Energia dinamica

10 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 11

Il controllo di coppia nei


cacciaviti

Solitamente i cacciaviti (elettrici o pneumatici) sono dotati di


una frizione con coppia regolabile. I cacciaviti pneumatici
sono disponibili anche come utensili a presa diretta, nei quali
la massima coppia applicata corrisponde allo stallo del moto-
re. Il vantaggio comune di un utensile dotato di frizione è che
gli effetti dinamici sulla coppia applicata vengono ridotti scol-
legando la trasmissione dall’albero motore quando è stata rag-
giunta la coppia prestabilita, riducendo così l’influenza della
massa del motore e degli ingranaggi.

Frizione a salterello
Il tipo di frizione più comune per il serraggio in generale è la
frizione a salterello. Si tratta sostanzialmente di un innesto a
denti caricato da molla con denti inclinati, che slittano quando
la coppia supera la forza prestabilita della molla. I denti
continuano a innestarsi e a slittare finché l’operatore non
rilascia il grilletto. La coppia applicata non è molto precisa
e questa dipende dal tempo entro cui l'operatore ferma l'uten-
sile, poiché l’urto della frizione durante il reinnesto aggiunge
energia alla giunzione, provocando un aumento della coppia.
Tuttavia qualche volta questo effetto è un vantaggio; per es.
quando è necessario variare la coppia per ottenere una giun-
zione serrata correttamente, come potrebbe essere per le viti
autofilettanti o le viti da legno. Gli svantaggi della frizione
a salterello sono la precisione limitata della coppia, la
rumorosità e la vibrazione dovute all’azione di slittamento
e la reazione di coppia verso l’operatore. Oltre agli effetti
ergonomici, la vibrazione può anche causare danni alle viti
e una maggiore usura degli inserti.
Coppia Coppia La frizione a scatto permette
di aggiungere una certa cop-
pia una volta raggiunto il li-
vello di coppia prestabilito.
Livello prestabilito
di coppia

Tempo Velocità
Prestazioni di serraggio Caratteristiche del motore

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 11
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 12

Frizione a blocco totale dell'aria


Per la massima precisione di coppia ed un’influenza minima del-
l’operatore è preferibile un cacciavite con frizione a stacco. La
funzione di blocco può essere un’azione puramente meccanica di
disinnesto fra l’albero motore e la trasmissione, un arresto del
motore o una combinazione di entrambi. Tuttavia il dispositivo
fondamentale è solitamente una frizione regolabile caricata da
molla che interrompe la trasmissione di coppia o arresta diretta-
mente la rotazione del motore, interrompendo l’alimentazione di
aria compressa, o indirettamente, con un segnale per l'arresto del
motore di un utensile elettrico.

L’utensile stacca alla coppia Coppia Coppia


prestabilita.

Stacco frizione L’utensile


stacca alla
coppia
prestabilita

Tempo Velocità
Prestazioni di serraggio Caratteristiche del motore

Subentrano poi altri fattori che determinano la buona qualità di


una frizione a stacco di un cacciavite. Il design, la qualità dei
componenti e le tolleranze di esecuzione hanno importanza
decisiva per la qualità del serraggio della vite. Il fattore critico
è il tempo di risposta della frizione dal raggiungimento della
coppia prestabilita al disinnesto completo, che provoca un
eccesso di coppia. Di conseguenza una risposta lenta allo stacco
della frizione comporta una differenza maggiore tra un giunto
rigido e uno elastico, rispetto ad un disinnesto rapido.
Influenza del tempo di risposta Coppia Coppia
della frizione.
Coppia finale
a
rigid

Deviazione
media
zione

elevata
Coppia finale Coppia finale
Giun

Deviazione
media
rigida

bassa Coppia finale


Stacco a
stic ica
zione

t
ela las
ne e
io ne
nz
Giun

u zio
Gi iu
n
G

Tempo Tempo
Risposta lenta della frizione Risposta rapida della frizione

12 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 13

Anche il tempo di blocco è cruciale per la forza di reazione.


Una frizione di alta qualità permette alla giunzione di assorbire
la maggior parte della coppia senza trasmettere elevata forza di
reazione all'operatore. La bassa rumorosità e vibrazione degli
utensili con frizione a blocco automatico consente una migliore
ergonomia di lavoro.

Un’azione di blocco rapida e precisa con una riduzione al


minimo degli strappi, diminuisce il rischio di contraccolpi della
lama nella sua presa sulla testa della vite, riducendo il danno
alla finitura dell’intaglio della testa della vite. Inoltre l’usura
della lama si riduce rispetto agli utensili con frizione a scatto.
Il consumo può essere ridotto sino al 60-80%.

Inoltre l’interruzione dell’alimentazione del motore riduce


notevolmente il consumo di energia rispetto ai modelli con fri-
zione a scatto.

Frizione a stallo
Gli utensili pneumatici a stallo, l'inserto serra la vite ed è colle-
gato direttamente all’albero motore tramite gli ingranaggi pla-
netari che sviluppano la coppia massima al momento dello stal-
lo del motore. Ciò significa che la coppia applicata può essere
modificata regolando la pressione dell’aria al motore. Tuttavia
gli utensili a stallo vengono utilizzati spesso quando il serrag-
gio finale è determinato dal controllo a vista e l’operatore rilas-
cia semplicemente il grilletto quando la giunzione è serrata a
sufficienza.

Coppia Coppia Il cacciavite gira finché non


viene rilasciato il grilletto o
si arresta quando rag-
Stallo giunge la coppia massima.

Tempo Velocità
Prestazioni di serraggio Caratteristiche del motore

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 13
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 14

Metodi di prova

Misurazione statica
La qualità della giunzione a vite può essere testata statica-
mente. Ciò significa utilizzare una chiave dinamometrica
portatile per misurare la coppia dopo il serraggio. La chiave
dinamometrica può essere una chiave meccanica con una
scala dinamometrica o una chiave con un trasduttore di
coppia che converte la forza applicata in un segna-
le elettrico verso uno strumento di visualizzazione
della coppia. La misurazione viene effettuata
riserrando la vite e leggendo la coppia quando la
vite inizia a girare o misurando la coppia massima
durante l’allentamento.

La misurazione statica della coppia di una vite for-


nisce informazioni sulla coppia applicata e sulle
caratteristiche generali della giunzione. Spesso
viene utilizzata anche per regolare la frizione del
cacciavite sulla coppia di serraggio corretta.
Tuttavia non fornisce molte informazioni sulla
qualità del cacciavite. Il motivo è dovuto in parte
alla variazione dell’attrito statico nella giunzione
che deve essere superato prima che la vite giri e in
parte al rilassamento della giunzione che riduce la
forza di chiusura dopo il serraggio.

Chiave dinamometrica
manuale con visualizzazione
elettronica per misurazioni
statiche.

14 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 15

Misurazione dinamica
Una valutazione accurata delle qualità del cacciavite richiede
misurazioni dinamiche della coppia. Ciò significa utilizzare
un trasduttore di coppia in linea per misurare la coppia duran-
te l’effettivo processo di serraggio. Questo metodo fornisce
un valore accurato della coppia applicata, eliminando l'attrito
statico e il rilassamento nella giunzione. La misurazione
dinamica della coppia sulla giunzione fornisce il miglior
valore per la regolazione della frizione.

Esistono anche trasduttori in linea con encoder angolari


incorporati che consentono di effettuare la misurazione dell’-
angolo di serraggio insieme alla misurazione della coppia.
Alcuni cacciaviti elettrici sofisticati hanno trasduttori incor-
porati per il controllo continuo del processo di serraggio.

Trasduttore in linea con vi-


sualizzazione elettronica per
la misurazione dinamica.

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 15
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.27 Sida 16

Impostazione della coppia del cacciavite

Prima di installare un qualsiasi utensile in una postazione di


lavoro è necessario regolare la coppia definitiva. E' opportuno
utilizzare un tester di coppia o un trasduttore in linea prima di
effettuare la regolazione definitiva sulla giunzione per cui è pre-
visto quell'utensile. Ciò può essere effettuato dinamicamente
con il dispositivo in linea o effettuando un controllo statico della
vite con una chiave dinamometrica. La verifica completa della
qualità delle giunzioni richiede la misurazione sia della coppia
dinamica che di quella statica.

Tester di coppia con giunto


di prova incorporato.

16 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 17

Scelta del cacciavite

Finora ci siamo occupati degli aspetti generali come la qualità


dei cacciaviti e la tecnica disponibile per il controllo della
coppia. La precisione della coppia non è l’unico fattore che
dipende dal tipo e dalla qualità della frizione prescelta. La cop-
pia di reazione, la rumorosità, le vibrazioni, l’usura dell'inser-
to, il danneggiamento della testa della vite e il consumo di
energia sono ulteriori fattori influenzati dalla scelta della fri-
zione del cacciavite. Altre considerazioni riguardano l’alimen-
tazione e gli aspetti fisici come velocità e potenza, forma del-
l’utensile, peso, dimensioni ed altre caratteristiche di progetto,

Fonte di energia
I cacciaviti disponibili sono azionati da motori elettrici
convenzionali, motori elettrici a bassa tensione o motori ad
aria compressa.

Motore ad aria compressa


I motori ad aria compressa sono i più potenti uti-
lizzati negli utensili portatili in rapporto al peso e
alle dimensioni. Sono robusti, resistenti all’usura
e insensibili al sovraccarico, il che li rende ideali
per i cacciaviti manuali. Gli utensili risultano
piccoli e maneggevoli, hanno lunga durata e il
loro uso e la loro manutenzione non comportano
rischi di folgorazione o di surriscaldamento
dovuti a cortocircuiti.

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 17
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 18

Motore elettrico universale


I motori elettrici universali non sono generalmente consiglia-
bili per i cacciaviti ad uso industriale a causa del rapporto
peso-potenza sfavorevole e degli aspetti di sicurezza. Alcuni
modelli di piccoli cacciaviti sono disponibili per il collega-
mento diretto alla rete elettrica, in modo da semplificare l’in-
stallazione. Tuttavia questo vantaggio raramente compensa il
loro aspetto più pesante e massiccio oltre al rischio elettrico
per la sicurezza.
Cacciavite elettrico per il col-
legamento diretto alla rete
elettrica

Motore elettrico a bassa tensione


I cacciaviti azionati da motori a bassa tensione a corrente
continua sono abbastanza comuni
per l’assemblaggio di viti piccole
nell’industria elettronica, dove
la bassa rumorosità e un
ambiente pulito privo di
impurità sono essenziali.
Gli utensili sono alimentati
dalla rete elettrica tramite un
trasformatore e una scatola
di controllo con un raddrizza-
tore ad una tensione di 25 V
c.c. Inoltre il controller mette
in cortocircuito gli avvolgi-
menti del motore per arrestare
immediatamente il motore
dopo il disinnesto della frizio-
ne, per evitare lo slittamento.
Cacciavite a bassa tensione
con trasformatore e controller.

18 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 19

Motore alimentato a batteria


Gli utensili a batteria sono stati sviluppati primariamente per
ottenere la massima mobilità nelle aziende artigiane. Tuttavia
anche i tubi flessibili dell’aria compressa e i cavi elettrici di
alimentazione presentano problemi in alcune applicazioni
industriali lavorando all’interno di compartimenti chiusi. Ciò
ha comportato cambiamenti nel modo di lavorare in numerose
industrie e molte viti vengono ora serrate preferibilmente con
un utensile a batteria che consente libertà di movimento lungo
una linea di produzione senza gli inconvenienti del trasporto di
tubi flessibili o cavi.

Cacciavite a batteria
con impugnatura a
pistola.

L'aumento della domanda di utensili a batteria, anche nell’in-


dustria automobilistica, ha comportato esigenze crescenti di
controllo del serraggio, affidabilità e durata. Di conseguenza i
cacciaviti a batteria oggi sono disponibili con frizioni a blocco
di coppia precise come quelle degli utensili industriali ad aria
compressa con tecnologie nei motori di qualità industriale e
sistemi acustici sofisticati per la comunicazione tra la frizione
meccanica e il controllo elettronico del motore soddisfando al Cacciavite angolare a batteria.
meglio la domanda di precisione e qualità.

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 19
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 20

Motore elettrico ad alimentazione controllata


Esistono anche cacciaviti elettrici con motori appositamente
costruiti che consentono un controllo continuo della tensione,
della corrente e della frequenza durante il processo di serrag-
gio. Questi utensili vengono utilizzati nei sistemi sofisticati per
il controllo avanzato di processo in abbinamento al controllo
statistico e alla documentazione della qualità computerizzati.

Cacciavite elettrico con unità


di controllo.

20 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 21

Forma dell’utensile

I cacciaviti sono disponibili con impugnatura a pistola, con


impugnatura diritta o con testa ad angolo. Nella maggior parte
dei casi la scelta è ovvia - modelli a pistola per il funzionamen-
to orizzontale, modelli diritti per il funzionamento verticale e
utensili angolati per accedere a giunzioni in posizioni difficili.
Tuttavia vale la pena di considerare alcuni suggerimenti pratici
prima di prendere una decisione.

Cacciaviti con impugnatura a pistola


I cacciaviti con impugnatura a pistola consentono una presa
salda dell’utensile con un buon supporto per la forza di rea-
zione. I cacciaviti a pistola sono quindi sempre consigliati
per le viti di grandi dimensioni. Per una coppia superiore a 8
Nm è opportuno utilizzare un’impugnatura laterale per
ridurre il carico sul polso dell’operatore. Il cacciavite con
impugnatura a pistola è anche il più adatto per viti autoforan-
ti, viti per lamiera e viti per legno che richiedono
una notevole forza di spinta assiale.

I cacciaviti con impugnatura a pistola


solitamente hanno un grilletto per
l’avviamento e l’arresto dell’utensile.
Spesso l’avviamento a grilletto è
abbinato a una funzione di avviamento
a pressione per garantire che il cacciavite non
inizi a funzionare prima che la lama abbia fatto presa nell’in-
taglio della vite.

Il comando della valvola di inversione dovrebbe consentire


l’azionamento con una mano, senza dover modificare la
posizione della mano stessa indipendentemente dal fatto che
l’utensile venga utilizzato con la mano destra o sinistra.

L'aria di scarico degli utensili pneumatici e le ventole di raff-


reddamento degli utensili elettrici non devono sollevare
impurità o raffreddare la mano dell’operatore. Molti caccia-
La forma dell’utensile è
viti a pistola offrono la possibilità di allontanare lo scarico estremamente importante
dell’aria per un maggior confort dell’operatore. per il confort dell’operatore.

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 21
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 22

Cacciaviti diritti
I cacciaviti diritti con il motore, gli ingranaggi, il giunto e
l’albero di uscita in linea sono comodi da utilizzare nelle sta-
zioni di lavoro fisse per operazioni verticali. Spesso gli uten-
sili sono sospesi con bilanciatori per azzerarne il peso. Gli
utensili diritti non dovrebbero essere utilizzati per coppie
superiori a 4-5 Nm per gli uomini e 2-3 Nm per le donne a
causa della forza di reazione, a meno che i cacciaviti non
siano montati su bracci di reazione fissati al banco da lavoro.
I cacciaviti diritti hanno l’avviamento a leva a pulsante, o a
pressione ma anche combinato a leva e a pressione.
L’avviamento a pressione è il più rapido se le viti sono ben
orientate prima dell’inizio dell'operazione stessa.
L’avviamento a leva del utensili pneumatici consente un avvi-
amento senza strappi per garantire il corretto inserimento
della vite. La funzione di avviamento combinato a leva e a
pressione è consigliabile quando vengono utilizzati inserti
magnetici.
Solitamente nei cacciaviti con avviamento a leva il controllo
dell’inversione è di tipo a ghiera e richiede l’uso a due mani.
Gli utensili con avviamento a pressione sono disponibili con
un comando a pulsante per un azionamento rapido con una
sola mano.
Sulle linee di assemblaggio la bassa rumorosità e la pulizia
sono aspetti fondamentali. La silenziosità e la possibilità di
allontanare gli scarichi dai pezzi in lavorazione spesso sono
caratteristiche decisive.
Cacciaviti con testa ad angolo
I cacciaviti con testa ad angolo vengono utilizzati soprattutto
per motivi di accessibilità. Sono costruiti sostanzialmente
come gli utensili diritti ma dotati di testa ad angolo.
L'alloggiamento motore, fungendo da braccio di leva,
insieme alla frizione rendono trascurabili le forze di reazione.
Il cacciavite a testa ad angolo può essere quindi la soluzione
ideale per coppie elevate, semplicemente per la sua capacità
di contrastare le forze di reazione. Tuttavia, limita la possibi-
lità di esercitare una forza di spinta per l'avvitatura.

22 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 23

Le prestazioni di un cacciavite
Oltre che alla capacità di avvitamento e al campo di coppia, la
scelta di un cacciavite avviene anche considerando altre carat-
teristiche come la velocità, la potenza, il consumo di energia,
la rumorosità e il livello di vibrazioni. La velocità e la potenza
sono valori correlati essenziali per la precisione di coppia, la
produttività e il confort dell’operatore.

Velocità
Naturalmente la velocità è il principale fattore di produttività
ma non può essere aumentata oltre certi limiti. Le difficoltà
di controllare l’ingresso della vite e il calore sviluppato dall’at-
trito nella plastica filettata sono esempi di problemi pratici
del serraggio ad alta velocità, ma il motivo più importante
per mantenere bassa la velocità di rotazione è l’influenza che
la velocità ha sulla precisione di coppia. Una velocità a vuoto
di 900-1200 giri/min. è solitamente la soluzione più pratica.
Velocità maggiori sono preferite per le viti autoforanti e
velocità inferiori devono essere utilizzate per il serraggio
di viti nei materiali teneri come la plastica, per evitare il sur-
riscaldamento delle parti.
La velocità influenza anche l’esposizione dell’operatore alle
forze di reazione. Nelle giunzioni rigide la maggior parte
della reazione è assorbita dall’inerzia dell’utensile mentre il
processo di serraggio con un utensile a bassa velocità, appa-
rentemente meno brusco, trasmette una reazione sicuramen-
te maggiore alla mano dell’operatore. Di conseguenza una
velocità più elevata è più vantaggiosa da un punto di vista
ergonomico, ma richiede una frizione ad azione rapida per
evitare di aumentare eccessivamente la deviazione media.

Coppia Potenza
Coppia max. a
bassa velocità

Potenza
Coppia max. ad max.
alta velocità

Velocità
La coppia è inversamente proporzionale alla
velocità a parità di potenza erogata

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 23
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 24

Potenza
Essendo espressione della coppia e della velocità, ne conse-
gue che le dimensioni del motore necessarie sono maggiori
per un utensile ad alta velocità rispetto ad un modello a
bassa velocità, capace di sviluppare la stessa coppia. Dal
punto di vista della sicurezza dell'operatore, è meglio sele-
zionare un utensile con un motore di dimensioni maggiori e
in grado di sviluppare una coppia ben superiore a quella
richiesta rispetto ad un utensile piccolo al limite della pro-
pria coppia massima, dato che ciò potrebbe provocare il mal
funzionamento della frizione, in particolare se la pressione
dell’aria di alimentazione scende al di sotto del valore nomi-
nale.
Un utensile potente è consigliabile anche per il serraggio
Coppia Potenza
Potenza max.
ad alta velocità

Potenza max.
Coppia alla potenza a bassa velocità
max.

Velocità
A parità di coppia una velocità elevata richiede
maggiore potenza.

delle giunzioni elastiche, delle viti autofilettanti e delle viti


da legno, poiché la resistenza nella filettatura riduce la velo-
cità e prolunga i tempi di serraggio.

24 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 25

Scelta del cacciavite più adatto


alla giunzione
Per utilizzare pienamente le elevate prestazioni di un cacciavi-
te di alta qualità è necessario conoscere i problemi creati al
cacciavite dai diversi tipi di giunzione. Qui sono elencati alcu-
ni esempi che vi aiuteranno a scegliere il tipo di cacciavite
corretto.

C C C

Vite tornita - giunzione rigida Vite tornita - giunzione Vite autoforante


Bassa resistenza alla rotazione fino a elastica La resistenza alla rotazione aumenta
che la testa della vite non raggiunge la Bassa resistenza alla rotazione fino a gradatamente mentre la vite sta rea-
sua battuta, dopo di che l'attrito che la testa della vite non raggiunge lizzando la filettatura, ma più lenta-
aumenta rapidamente. Per serraggi la sua battuta, dopo di che l'attrito mente rispetto alle viti autofilettanti.
veloci con una moderata precisione aumenta lentamente. Una velocità Scegliere un utensile con velocità
della coppia installata, scegliere un inferiore a quella usata per una giun- superiore a 1000 giri/min.
utensile ad alta velocità. Per campi di zione rigida utilizza meglio la potenza Generalmente sono indicate le frizioni
coppia molto precisi scegliere un dell’utensile. Per un serraggio più a salterello, ma nel caso di lamiere
utensile a velocità più bassa. Ciò è veloce, scegliere un utensile più gran- sottili è preferibile una frizione a
anche raccomandato nel caso di de e con velocità più elevata. Frizioni blocco totale dell’aria.
materiale fragile. La frizione più adatta più adatte: a blocco totale dell’aria.
è quella a blocco totale dell’aria. In Possibile anche usare una frizione a
alternativa, frizione a scatto. salterello.

C
C C

Vite tornita-elemento di Vite autofilettante Vite per legno


blocco sulla filettatura La resistenza alla rotazione aumenta La resistenza alla rotazione aumenta
Presenta una resistenza al serraggio gradatamente mentre la vite sta rea- gradatamente mentre la vite avanza e
relativamente elevata prima che la lizzando la filettatura e raggiunge il aumenta poi rapidamente quando la
testa della vite vada in “battuta” massimo valore proprio prima che il testa della vite raggiunge la propria
dopo di che la resistenza aumenta foro sia completamente filettato. sede. Il processo varia considerevol-
rapidamente. Scegliere un utensile Scegliere un utensile nella gamma da mente con il diametro del preforo,
con coppia elevata della gamma a 800 a 1300 giri/min. Generalmente con i diversi tipi di legno, con la misu-
bassa velocità. Se è richiesto un sono indicate le frizioni a salterello, ra della vite. Scegliere un utensile a
serraggio più veloce, scegliere un ma nel caso di lamiere sottili è prefe- bassa velocità da 400 a 800 giri/min.
utensile più grande con velocità più ribile una frizione a blocco totale dell’- Frizioni adatte: a salterello e a stallo.
alta. Frizioni adatte: a salterello o a aria.
blocco totale dell’aria.

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 25
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 26

Accessori per cacciaviti

Gli accessori per cacciaviti comprendono un certo numero di


elementi essenziali, oltre ad equipaggiamenti a richiesta per
estendere e migliorare l’ambito di impiego. Alcuni accessori
utili sono:

Inserti per cacciaviti

Inserti di buona qualità sono essenziali per ottenere presta-


zioni soddisfacenti del cacciavite. Una forma degli inserti
che si adatti correttamente all’intaglio della testa della vite è
determinante per la loro durata e per ridurre al minimo il
danneggiamento delle viti. I portainserti magnetici facilitano
il posizionamento delle viti.

Nelle viti per lamiera e per


viti temprate è necessario
utilizzare inserti particolar-
mente duri.

I guida bussole sono access-


sori da utilizzare per le viti
a taglio, a meno che non
siano già previsti dispositi-
vi con bussole guida per gli
inserti.

26 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 27

Tipi di testa delle viti


Simbolo Descrizione Misura Applicazione Commenti
Intaglio Larghezza Per legno Poco costosa. Relativamente
intaglio Lamiere metalliche difficile da inserire (se
0.25-2.5Vite tornita l’intaglio è rovinato).
Richiede una bussola
guida sul cacciavite
Phillips 00-3 Per legno Poco costosa. Richiede una
(testa a croce Lamiere metalliche certa spinta assiale per
tipo H) Pannelli l’inserimento. Nota: Utilizzare
Vite tornita l’inserto corretto. Non
confondere con inserti Pozidriv
Pozidriv® 1-3 P2D Per legno Un po’ costosa. Facile da
(testa a croce 1-3 S0V Lamiere metalliche installare. Richiede solo il
tipo Z) 30% circa della spinta assiale
necessaria con le viti
Phillips. Nota: utilizzare
l’inserto corretto. Non
confondere con inserti Phillips
Esagono 7-16 mm Vite tornita Adatta per coppie elevate.
Autofilettante Normalmente per viti M4 e
Autoforante superiori. Facile da
installare. Un po’ difficile
da inserire
Esagono Dim. Vite tornita Richiede poca spinta assiale.
incassato esagono Difficile da inserire.
2-8 mm Disponibile da M3 in su

Torx® T6-T40 Vite tornita Relativamente costosa. Facile


Lamiere metalliche da installare. Non usura gli
inserti. Basse forze assiali
necessarie. Può trasmettere
coppie relativamente elevate.
Le viti più grandi sono
disponibili anche con
dentatura sottotesta
È stato sviluppato un certo numero di viti per applicazioni speciali, per esempio.
Torq-Set® TSO-O Vite speciale per Costosa. Facile
TSO-10 l’industria aeronautica da svitare.

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 27
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 28

Bilanciatori e bracci di reazione


I cacciaviti sono utensili relativamente piccoli e leggeri, ma
quando lo sforzo di sollevare e abbassare il cacciavite duran-
te il processo di avvitatura viene ripetuto magari centinaia di
volte in un’ora, anche il peso leggero di un cacciavite rappre-
senta una fatica per l’operatore. Altrettanto vale per la forza
di reazione di un’ope-
razione di serraggio
di una vite. Per lavori
di assemblaggio ripe-
titivi è sempre oppor-
tuno prendere in con-
siderazione l’uso di
bilanciatori per ridur-
re il carico sull’opera-
tore e/o di bracci di
reazione per limitare
le sollecitazioni di
coppia dovute alle
forze di reazione.

Conteggio lotti - controllo sulla linea


Assemblaggio Riparazione
In questo opuscolo abbiamo soltanto
Segnalazione accennato ai sistemi avanzati per il con-
luminosa e trollo della qualità del serraggio di giunzio-
allarme
ni filettate. Un metodo economico per otte-
nere una produzione priva di difetti, è l'in-
Orologio Segnale di troduzione del conteggio dei lotti, senza
Segnale di allarme l'ausilio di utensili per il controllo ampero-
ingresso
Segnale OK metrico, o dotati di trasduttori. I cacciaviti
ad aria compressa dispongono di specifici
segnali pneumatici allo stacco della frizio-
ne alla coppia prestabilita. Con un “Re-
Controller” questo segnale può essere uti-
Utensile RE
lizzato per contare il numero di viti OK in
un ciclo di operazioni, avvisando l'opera-
tore dell'esito finale sul lotto.
Controller RE

Stazione assemblaggio con


conteggio lotti

28 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 29

Certificazione ESD
Tutti i componenti elettronici sono sensibili alle sca-
riche elettrostatiche (ESD - ElectroStatic
Discharge). Tutti i materiali e il corpo umano stesso
possono accumulare una carica elettrostatica che
potrebbe scaricarsi su qualsiasi altro oggetto con
polarità differente; se l’oggetto in questione com-
prende, per esempio, un semiconduttore il dispo-
sitivo potrebbe avere un cedimento funzionale. I
cacciaviti vengono largamente utilizzati nell’as-
semblaggio di dispositivi elettronici e quindi sono
un fattore critico dal punto di vista ESD.

Il rischio che le cariche elettrostatiche rimangano


sulla superficie del cacciavite e si scarichino su un
componente viene eliminato realizzando i compo-
nenti in plastica come gli involucri isolanti
o i grilletti degli utensili in un composto dis-
sipativo o conduttivo e collegando elettrica-
mente a massa il corpo del cacciavite.

Utilizzare sempre cacciaviti certificati ESD per


l’assemblaggio dei componenti elettronici.

Utilizzare cacciaviti certificati ESD


per l’assemblaggio dei compo-
nenti elettronici.

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 29
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 30

Installazione
Le prestazioni della combinazione operatore-utensile sono
limitate dall’efficienza dell’elemento più debole della coppia.
Una buona posizione di lavoro è necessaria affinché l’opera-
tore sia in grado di sfruttare la capacità dell’utensile. Una
corretta installazione è quindi essenziale per ottenere dall’u-
tensile la massima produttività e durata per la quale è stato
acquistato.
Cacciaviti pneumatici
Un cacciavite pneumatico consuma da 3 a 15 litri di aria
compressa al secondo. Gli accessori di rete se non dimensio-
nati correttamente, non consentono un’alimentazione suffi-
ciente al motore ad aria, causando forti perdite di potenza,
minore produttività e aumento dei costi di produzione.
L’installazione di accessori di rete in una stazione di assem-
blaggio con cacciaviti deve comprendere una valvola a sfera,
un filtro, un regolatore di pressione, un attacco diretto per
tubi flessibili (a innesto o ErgoQIC), un tubo flessibile in
PVC della lunghezza max. di 5 m o un tubo flessibile a spi-
rale e un attacco rapido (preferibilmente ErgoQIC) all’ing-
resso dell’utensile. I cacciaviti moderni non necessitano di
lubrificazione.
Esiste inoltre il tubo di alimentazione aria in PVC certificato
ESD per ambienti sensibili alle cariche elettrostatiche.

Installazione di un cacciavite
pneumatico.

30 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 31

Cacciaviti elettrici
L’installazione di una stazione assemblaggio con cacciaviti
elettrici a bassa tensione è costituita da un trasformatore con
un cavo di alimentazione per il collegamento alla rete elettri-
ca, da un raddrizzatore e da un controller, da un cavo combi-
nato di alimentazione e di segnale e dall’utensile. In alterna-
tiva è possibile utilizzare un trasformatore/controller combi-
nato per semplificare l'installazione; questa soluzione risulta
più costosa, soprattutto in caso di guasti. Con un trasformato-
re più grande è possibile realizzare una rete di alimentazione
per più utensili contemporaneamente.

Nelle aree protette ESD


accertarsi che tutti i compo-
nenti siano approvati ESD.

Anche le installazioni elettriche richiedono un dimensiona-


mento corretto. Un cavo di 3m fra scatola di controllo e uten-
sile è compreso di serie. È possibile utilizzare prolunghe
opzionali per aumentare la distanza fino a un massimo di 8
m senza perdite eccessive di potenza. Come accessorio
optional è disponibile anche un cavo a spirale.

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 31
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 32

Considerazioni economiche sui


cacciaviti
Nella scelta di un cacciavite elettrico o pneumatico per un’opera-
zione di assemblaggio industriale è essenziale considerare non
solo il prezzo dell'utensile, ma anche il costo dell’intero pro-
cesso, compresi gli scarti, il lavoro necessario per rime-diare
alla bassa qualità di serraggio e la perdita di avviamento. In
questo processo l’investimento necessario per il solo utensile
è solitamente la parte più piccola. In molti casi il costo del
lavoro è il fattore dominante nel calcolo generale dei costi.

Per gli utensili manuali è la prestazione combinata dell’opera-


tore e dell’utensile che decide la produttività. La capacità pro-
duttiva di un cacciavite è limitata dall’erogazione di potenza
dell’utensile. Ma l’utensile rappresenta anche un limite per la
rapidità e la precisione del lavoro dell’operatore. Oltre alla
potenza del cacciavite sono decisivi per l’economia del ser-
raggio anche altri fattori come la qualità dell’utensile in termi-
ni di precisione di coppia e l’effetto della forza di reazione
sull’operatore durante la manipolazione dell’utensile, la rumo-
rosità e la vibrazione, il peso, la forma, il carico fisico ecc.

Naturalmente nel calcolo dei costi totali è necessario com-


prendere anche la qualità dei cacciaviti per quando riguarda
la durata utile e i costi di manutenzione.
Costi totali

Scarti
Interruzioni della prod.
Stanchezza fisica Scarti
Avversione al lavoro Interruzioni della prod.
Stanchezza fisica
Avversione al lavoro

Costo della manodopera Costo della manodopera

Costi energetici Costi energetici

Costi di manutenzione
Costi di manutenzione

Costo di acquisto
Costo di acquisto dell’utensile
dell’utensile

UTENSILE DI BASSA QUALITÀ UTENSILE DI ALTA QUALITÀ

32 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 33

Tabella per la soluzione dei problemi

La qualità di una giunzione avvitata è il risultato della combinazione tra caratteristiche della
giunzione, prestazioni del cacciavite e influenza dell’operatore. La causa della deviazione nel
comportamento della giunzione non è sempre evidente. La tabella seguente intende fornire un
riferimento rapido alle possibili cause e ai rimedi consigliati per risolvere le situazioni più fre-
quenti riscontrate negli elementi di fissaggio filettati.

Sintomo Causa Rimedio


Fissaggio insufficiente - Regolazione della coppia di Controllare le specifiche di
la vite si allenta serraggio troppo bassa serraggio, regolare

Scarsa precisione di coppia Riconsiderare la scelta dell’uten-


sile per quanto riguarda il tipo di
frizione, la velocità e l’affidabilità

Caduta di pressione dell’ali- Controllare la pressione mentre


mentazione di aria compressa l’utensile gira a vuoto

Lubrificazione vite insufficiente Controllare le specifiche di


lubrificazione

Cedimento della giunzione Utilizzare una frizione a salterel-


lo o viti con rondella sottotesta
Lunghezza di fissaggio troppo Considerare una modifica del
breve design o introdurre una rondel-
la elastica

Regolazione di coppia eccessiva Controllare le specifiche di ser-


raggio, regolare la coppia

Filettatura non allineata Scarsa qualità della vite/filetto Effettuare un’ispezione di quali-
danneggiato tà, individuare le manchevolezze

Velocità di ingresso della vite Scegliere un cacciavite con


eccessiva avviamento dolce (comando a
leva/pulsante)
Bilanciamento dell’utensile Verificare che l’utensile (impu-
insufficiente gnatura, peso, bilanciamento)
sia adatto per il tipo di lavoro

Strappo della filettatura Velocità eccessiva Scegliere un modello a velocità


più bassa
Attrito variabile della vite Specificare il trattamento super-
ficiale
Diametro eccessivo del foro Modificare le specifiche
per le viti autofilettanti

Presa della filettatura insuf- Aumentare la lunghezza della


ficiente vite o lo spessore del materiale
filettato
Attrito sotto la testa della vite Aumentare il diametro della
insufficiente testa della vite introdurre una
rondella (per materiali plastici)

L’utensile non riesce ad allen- Velocità di serraggio eccessiva Scegliere un modello a velocità
tare la vite dopo il serraggio inferiore o considerare un caccia-
vite con frizione a salterello
Giunzione estremamente ela- Considerare un cacciavite con
stica con basso rilassamento frizione a scatto o contattare
Atlas Copco per un’alternativa

G U I D A A L L A AV V I TAT U R A 33
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 34

Le guide Atlas Copco

Titolo Cat. No

Distribuzione dell’aria compressa 9833 1266 01

Motori ad aria compressa 9833 9067 01

Foratura con macchine portatili 9833 8554 01

Molatura 9833 8641 01

Utensili a percussione 9833 1003 01

Utensili a impulsi 9833 1225 01

Tecniche di rivettatura 9833 1124 01

Avvitatura 9833 1007 01

Tecniche di analisi statistica 9833 8637 01

L’arte dell’ergonomia 9833 8587 01

Tecniche di serraggio 9833 8648 01

Vibrazioni nelle smerigliatrici 9833 9017 01

34 G U I D A A L L A A V V I T A T U R A
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 35
Pocket Guide Skruvdrag ita 5-02-04 11.28 Sida 36

Recyclable paper. Jetlag 2004:1. Printed in Sweden


9833 1007 07

www.atlascopco.it