Sei sulla pagina 1di 95

Progetto e Verifica al TAGLIO di

elementi in calcestruzzo armato


Dott. Ing. Giovanni Di Luzio
23 novembre 2010

Lazione tagliante
g

La presenza della sollecitazione di taglio dovuta al fatto che ogni variazione lungo
lasse della trave del momento flettente richiede la presenza di una forza di taglio,
come risulta dalla ben nota equazione di equilibrio:
T = dM/dx ,
in cui V indica la sollecitazione di taglio, M il momento ed x lascissa misurata
lungo llasse
asse della trave.
Dallequazione precedente segue che il taglio nullo solo quando M costante. In
pratica questa condizione si verifica di rado, quindi la sollecitazione di taglio
accompagna quasi sempre quella di flessione.
flessione Inoltre,
Inoltre sempre dalla medesima
equazione, risulta che il taglio non pu esistere, se non in qualche sezione isolata,
senza la contemporanea presenza di M: pertanto sarebbe pi corretto parlare della
sollecitazione
ll it i
combinata
bi t di flessione
fl i
e taglio.
t li

LLazione
azione tagliante

COMPORTAMENTO DELLE TRAVI


SOLLECITATE A TAGLIO
Se si considera una trave realizzata con un materiale a comportamento elastico
lineare e reagente a trazione, quale pu considerarsi anche il calcestruzzo, per livelli
di sollecitazione sufficientemente bassi, le tensioni tangenziali agenti sulle sezioni
normali si possono calcolare con la nota relazione, derivata mediante la teoria
approssimata di Jourawski:
(y) = T S(y)/Ib(y),
in cui I il momento di inerzia baricentrico della sezione,
sezione S(y) il momento statico,
statico
relativamente al baricentro, della parte di sezione al disopra della fibra di ascissa y e
b(y) la larghezza di detta fibra. Per una sezione rettangolare le tensioni variano con
legge parabolica.
parabolica Il valore massimo di raggiunto nel baricentro,
baricentro dove si ha:
max =T / zb,
dove z = I/S(0) indica il braccio delle forze interne.

a))

b)

Tensioni tangenziali (y) per una sezione rettangolare interamente


reagente
g
((a)) ed una in calcestruzzo armato (b).
( )

COMPORTAMENTO DELLE TRAVI SOLLECITATE


A TAGLIO

Trave senza armatura a taglio

Trave senza armatura a taglio


Comportamento ad arco nelle zone diffusive dei carichi

a M
cotg
d Vd

Trave senza armatura a taglio

Trave senza armatura a taglio

Trave senza armatura a taglio

Trave senza armatura a taglio

Stadio I

Stadio II

Trave senza armatura a taglio

Trave senza armatura a taglio

Trave senza armatura a taglio

Trave senza armatura a taglio

Travi con armatura a taglio


g

Meccanismo resistente a traliccio di Mrsch

Funzione delle armature trasversali

Meccanismo resistente a taglio


t li i di Mrsch
traliccio
M h

VERIFICA AL TAGLIO SECONDO IL METODO


DELLE TENSIONI AMMISIBILI

Metodo
etodo de
delle
e te
tensioni
so a
ammisibili
sb

Per il calcestruzzo le tensioni tangenziali


g
ammissibili si calcolano mediante

Se risulta cm c0, non richiesta la verifica dellarmatura a taglio: in questo caso


comunque necessario prevedere un quantitativo minimo di armatura.
Se invece risulta c00 < cm c11, la trave deve essere provvista di opportuna armatura.
armatura
Per la normativa italiana in questo caso tutta la sollecitazione di taglio deve essere
sopportata dallarmatura. Il dimensionamento basato sul traliccio ideale di Mrsh
assumendo llinclinazione
inclinazione delle bielle = 45 e con la condizione che la tensione
nellarmatura non superi quella ammissibile dellacciaio.

Forza di scorrimento

dC z = dM = T dx,

da cui

C+dC

Per lequilibrio alla rotazione sulle due sezioni a


distanza dx si ha:
M

T+dT z

T/z = dC/dx.
dC/dx
S
O S+dS
Per lequilibrio alla traslazione dC=dS, quindi
M+dM
dx
dC = dS = T/z dx.
dS rappresenta la variazione di forza nellarmatura per effetto dellazione
b
tagliante. Nascono azioni tangenziali che, se uniformi, risultano
C

b dx = dS,
dS

Per un tratto di lunghezza la forza di scorrimento


S = dS = (T/z) dx .

C+dC

S dS
S+dS
S
dx

S+dS

Forza di scorrimento

Se z costante si ha:
S = dS = 1z T dx = (M2 M1)/z ,
dove M1 ed M2 sono i momenti che agiscono sulle sezioni di estremit
del concio di trave per cui si calcolato S.
Nel caso di sole staffe verticali, questa la forza che devono assorbire
le staffe nel tratto nel tratto .

Dimensionamento staffe
Se risulta c0 < cm c1 la trave deve essere provvista di opportuna armatura:
secondo la normativa italiana in questo caso tutta la sollecitazione di taglio deve
essere sopportata
pp
dallarmatura. Il dimensionamento,, assumendo che linclinazione
delle bielle di calcestruzzo compresso sia = 45, si pu effettuare considerando
lequilibrio ai nodi del traliccio di Mrsh osservando che la differenza fra le trazioni
nellarmatura
nell
armatura inferiore a sinistra e destra del nodo uguale alla forza di scorrimento
S:
Fs = S ,
Se s il passo delle staffe,
staffe il numero di staffe nel tratto risulta (/s).
(/s)
Indicando con nb il numero delle braccia di una staffa, As larea della sezione
trasversale e s la tensione ammissibile dellacciaio, deve risultare:
Cc
F
s
A (/s) n > F = S
s

Ricavando larea della staffa si ha


As >

Ss

nb s

Prescrizioni di normativa sulle armature


trasversali secondo le TA
DM 14/02/1972
La normativa italiana prescrive che nelle travi si devono prevedere staffe aventi
sezione complessiva non inferiore a Ast = 0.1b*cm2/m, essendo b* la larghezza
corrispondente a = c0 in centimetri,
centimetri con un minimo di tre staffe al metro e
comunque passo non superiore a 0,8 volte l'altezza utile della sezione. Almeno il
40% del taglio deve essere affidato alle staffe.
In prossimit di carichi concentrati o delle zone d'appoggio, per una lunghezza pari
all'altezza utile della sezione da ciascuna parte del carico concentrato, il passo delle
staffe non deve superare
p
il valore 12 ,, essendo il diametro minimo dell'armatura
longitudinale.
In presenza di torsione devono disporsi nelle travi staffe aventi sezione
complessiva per metro lineare,
complessiva,
lineare non inferiore a 0,15
0 15 b cm2 essendo b lo spessore
minimo dell'anima misurata in centimetri. Inoltre il passo delle staffe non deve
superare 1/8 della lunghezza della linea media della sezione anulare resistente e
comunque 20 cm. Le
L staffe
t ff devono
d
essere collegate
ll t da
d apposite
it armature
t
longitudinali.

STATO LIMITE ULTIMO PER TAGLIO

Verifica al taglio secondo EC2


P nto 6
Punto
6.2.1
21

In base alla procedura suggerita nellEC2 definiamo le seguenti


grandezze:
VRd,c la
l resistenza
it
a taglio
t li di progetto
tt dellelemento
d ll l
t privo
i di
armatura a taglio;
VRd,s
Rd la resistenza di progetto del taglio che pu essere sopportato
dallarmatura a taglio alla tensione di snervamento;
VRd,max
il valore di progetto del massimo taglio che pu essere
,
sopportato dallelemento, limitato dalla rottura delle bielle compresse;
VEd il valore del taglio agente di progetto nella sezione considerata
d i t dai
derivante
d i carichi
i hi esterni.
t i

Verifica al taglio secondo EC2


P nto 6
Punto
6.2.1
21

La progettazione al taglio si effettua attraverso le seguenti verifiche:


1 -- nelle zone dellelemento dove VEd VRd,c non risulta necessario
calcolare larmatura a taglio, comunque, si raccomanda di disporre
unarmatura minima (secondo il punto 9.2.2 dellEC2)
2 -- nelle zone dellelemento dove VEd VRd,c si raccomanda di
disporre unarmatura a taglio in modo che risulti VEd VRd.

Verifica al taglio secondo EC2

Verifica al taglio per travi senza armatura trasversale

Verifica al taglio per travi senza armatura trasversale

Verifica al taglio per travi senza armatura trasversale

Verifica al taglio per travi senza armatura trasversale

Verifica al taglio per travi senza armatura trasversale

Verifica al taglio per travi senza armatura trasversale

Verifica al taglio per travi senza armatura trasversale

Verifica al taglio per travi senza armatura trasversale

Verifica al taglio per travi senza armatura trasversale

Verifica al taglio per travi senza armatura trasversale

+
+

Verifica al taglio per travi senza armatura


trasversale secondo EC2
Resistenza a taglio di progetto dellelemento privo di armatura a taglio

V Rd ,c
C Rd ,c

k 1

C Rd ,c k 100 1 f ck 3 k1 cp bw d

0,18

con c = 1,5
,

200
2 con d = altezza utile della sezione in millimetri;
d

Verifica al taglio per travi senza armatura


trasversale secondo EC2
Resistenza a taglio di progetto dellelemento privo di armatura a taglio

V Rd ,c

C Rd ,c k 100 1 f ck 3 k1 cp bw d

Asl
1
0,02;
bw d

f ck 0,83 Rck
k1 0,15;

Asl area dellarmatura longitudinale tesa che si estende


per non meno di ldb+d oltre la sezione considerata;
p

bw larghezza minima della sezione in zona tesa in mm;

i MPa;
in
MP

cp

N Ed

0,2 f cd
Ac

in MPa.

Verifica al taglio per travi senza armatura


trasversale secondo EC2
Resistenza a taglio di progetto dellelemento privo di armatura a taglio
non minore
i
del
d l seguente
t valore:
l

VRd ,c ,MIN 0.035 k 3 / 2 f ck

1/ 2

k1 cp bw d

Verifica al taglio per travi senza armatura trasversale


secondo EC2
EC-2
EC
2 punto 6.2.2(6)
6 2 2(6)
Per elementi soggetti a carichi applicati a distanza 0.5daV2d a partire dal
bordo dellappoggio, il contributo di questo carico allo sforzo di taglio VEd
pu essere ridotto con il fattore = aV/2d. Solo a condizione che larmatura
longitudinale sia completamente ancorata allappoggio. Per aV2d si
raccomanda di adottare il valore aV=00,5d.
5d
EC-2 punto 6.2.2(7)
Per travi con carichi applicati in prossimit degli appoggi e mensole corte
possono essere progettati in alternativa con modelli tirante puntone (punto
6.5).

ESEMPIO: Verifica al taglio per travi senza armatura


trasversale

(z=0.9d)

ESEMPIO: Verifica al taglio per travi senza armatura


trasversale

VEd V 1.5 75 112.5kN

f ck 0,83 Rck 24.9MPa


C Rd ,c

0,18

0.112

Asll
1
0.0092
bw d

c
N Ed
200
cp
0
k 1
1.59
d
Ac
1

VRd ,c 0.112 1.59 100 0.0092 24.93 0 300 570 87kN VEd

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

VEd VRd,c

VRd,max
VRd,
Rd s

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

VRd,s VRd,max

VRd,s VRd,max

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

EC-22 punto 6.2.3(1)


EC
6 2 3(1)

A: corrente compresso;
p
;
B: puntone;
C: corrente teso;
D: armatura a taglio.

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

FS

N S

V
N s s
z
N S
C
ctg ctg sin

C f cd2 b s sin

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

FS C

N S

V
N s s
z

VRd,max

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

FS

N S

V
N s s
z

NS
Fs
ctg ctgsin

VRd,s

Fs f yd Asw

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

1 fcdbz
VRd,max
;
tg ctg
VRd,max

Asw
VRd,s
f yd zctg ctg sin
s
VRd, s

VRd,max

VRd,s

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

LEC-2 nel punto 6.2.3(2) raccomanda di limitare il valore


dellangolo
dell
angolo in modo che
1 cotg 2.5

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

VRd,s

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

VRd,max

0 .6 1

f ck

250

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

VEd VRd,c

VRd,max

VRd,max
VRd,max VEd

VRd,s

VRd,s

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

VEd V 1.5 75 112.5kN

f ckk 0,83 Rckk 24.9MPa

0.61
VRd ,max

f ydd 374MPa

f ck
0.54
250

300 0.9 570 0.54 15.56


517.3kN VEd
2 .5

VEd
112.5
Asw / s

0.293mm 2 / mm 2.93cm 2 / m
z f yd cot g 0.9 570 374 2
Asw/s = 3.046cm2/m

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

VEd 500kN

25 .5 cm 2 /m

VEd
Asw / s
13.03 cm 2 /m
z f yd cot g

15

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

9.2.2

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

9.2.2

W = ASW/(s bW sin)

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

9.2.2

W,min

0.08 f ck

f yk

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

9.2.2

sl,max

sl, max 0.75 d 1 cot g


Essendo linclinazione dellarmatura a taglio rispetto allasse
longitudinale della trave

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

922
9.2.2

sb,max 0.6 d 1 cot g

st,max 0.75 d 600 mm

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

953
9.5.3

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

953
9.5.3

20
400

Verifica al taglio per travi con armatura trasversale


secondo EC2

9.5.3

Si raccomanda che nessuna barra in zona compressa sia distante da


una barra vincolata pi di 150mm.

Interazione Taglio-Momento
g
flettente nelle travi in CA

Traslazione del diagramma dei momenti flettenti


La forza di trazione nellarmatura tesa deve bilanciare nelle sezione inflesse
la forza di compressione del corrente compresso che per la comparsa di
lesioni (fessure) inclinate, dovute alla presenza del taglio, non sono sulla
stessa verticale bens poste ad una distanza x che vale:
x = z per travi senza armatura trasversale
x = z (cotgcotg)/2 per travi con armatura trasversale inclinata di
dove z braccio della coppia interna.

Torsione nelle travi in CA

Le tensioni tangenziali nelle sezioni rette delle travi, oltre che dalla
sollecitazione di taglio, sono provocate dalla sollecitazione di torsione.
Lazione torcente presente in molte situazioni: infatti raro che i carichi
siano applicati in modo tale che la loro risultante passi per la linea dei centri
di taglio della trave che,
che di conseguenza,
conseguenza risulta anche sollecitata dall
dallazione
azione
di un momento torcente di entit pi o meno grande. Tuttavia nella pratica
della progettazione spesso questa sollecitazione viene ignorata: infatti
quando,
d come frequente,
f
l strutture vengono schematizzate
le
h
i
come piane
i
non vi spazio per mettere in conto lazione torcente ed anche se si
utilizzano pi raffinati modelli tridimensionali di solito vengono considerati
solo carichi che producono sollecitazioni di taglio e flessione.

Torsione nelle travi in CA

Torsione travi dovute


ai solai

Torsione Primaria
(B l i Scale,
(Balconi,
S l etc.)
t )

Torsione nelle travi in CA

Prima della fessurazione anche le travi in cemento armato si possono trattare, senza
eccessivo errore, con le relazioni note dalla teoria delle travi di De Saint Venant, p
per il
quale sono note le soluzioni di tutti i casi di interesse pratico.
Finch il materiale ha un comportamento elastico, la torsione produce, nelle sezioni
rette delle travi, uno stato di tensione puramente tangenziale, di intensit crescente dal
baricentro verso il bordo, dove si raggiungono i valori massimi.

Torsione nelle travi in CA


I stadio

Andamento delle ttensioni taangenziali

SEZIONI MONOCONNESSE (SEZIONI RETTANGOLARI)


Al I stadio la trave si comporta approssimativamente come una
trave di De Saint-Venant soggetta a Momento Torcente. Le
tensioni tangenziali presentano un andamento lineare che si
annulla a met dello spessore.
Tensioni Tangenziali

max
ma

Mt
2
bh

h / b 1 4.79

h / b 3

Rigidezza Torsionale
Kt

Mt

Gb 3 h

h / b 1 0.41

h / b 1 / 3

Angolo di torsione: Rotazione tra due sezioni a distanza unitaria

Torsione nelle travi in CA


I stadio
SEZIONI MONOCONNESSE (SEZIONI RETTANGOLARI)
Nelle travi con sezione decomponibile in pi rettangoli, il
momento torcente agente nei singoli rettangoli si valuta in
proporzione alla rigidezza torsionale dei rettangoli stessi.
Momento Torcente e tensioni tangenziali nel rettangolo i-mo
Mt1

max,i
Mt2

K ti
M ti M t
K ti
i

Mt3

max,i

M ti
i 2
bi h i

N.B. il procedimento per la valutazione dei singoli


momenti torcenti Mti in realt esatta solo per h/b=, ma
pu essere accettata con tollerabile approssimazione anche
p
non trascurabile.
in sezioni con spessore

Torsione nelle travi in CA


I stadio
SEZIONI CAVE
Nelle travi a sezione cava le relazioni precedenti non sono
applicabili. Per sezioni di piccolo spessore esiste una teoria
approssimata dovuta a Bredt che permette di valutare la tensione
media lungo lo spessore.
La forza elementare agente sul tratto di
sezione di lunghezza ds risulta essere
pari a:

dF q ds h ds

Il momento esterno Mt dovr essere


equilibrato dalla somma dei momenti
che le forze dF hanno rispetto al
baricentro della sezione: Costanza
C
fl
flusso
delle tensioni

M t qdsr q ds r q rds 2q

M t Formula

2h di Bredt

se h=cost

Torsione nelle travi in CA


I stadio
SEZIONI CAVE
La rigidezza torsionale di travi cave di piccolo spessore si pu
trovare facilmente utilizzando il principio di conservazione
dellenergia. Uguagliando infatti lenergia di deformazione al
lavoro delle forze esterne si ha:
Lavoro Esterno
1
L e M t (Teorema
di Clapeyron)
p y )
2
Energia di deformazione

1
L i dV
2
Li Le

4G 2
Mt
K t
ds

h Rigidezza Torsionale

1
1
M t dV
2
2

Ponendo

E
2(1 )

Mt
2h

Torsione nelle travi in CA


In presenza della sola torsione le tensioni principali risultano pertanto ovunque
inclinate di 45 rispetto al piano della sezione; queste tensioni, una di compressione e
laltra di trazione, sono in modulo uguali alla tensione tangenziale . Su un cilindro
di sezione circolare le isostatiche disegnano delle eliche inclinate a 45; nelle travi di
sezione rettangolare le isostatiche formano un reticolo di linee inclinate a 45, come
illustrato nella Figura.

Torsione nelle travi in CA


Le prime fessure si sviluppano ortogonalmente alle trazioni principali e quindi
seguono landamento delle isostatiche di compressione. Poich le tensioni maggiori si
hanno in superficie, le fessure si propagano, al crescere della sollecitazione, verso
llinterno
interno. Quando la fessurazione ben sviluppata due fessure consecutive
individuano bielle di calcestruzzo compresso che interessano per un certo spessore la
parte pi periferica della trave.

Torsione nelle travi in CA


Se qquesta dotata di unarmatura opportuna
pp
la trave p
pu essere assimilata ad un
traliccio spaziale, formato da bielle di calcestruzzo compresso ed armature tese:
entrambe interessano solo un modesto spessore della parte pi esterna del cilindro.
Questo grigliato ideale pu essere assimilato ad un tubo con struttura a traliccio a cui
si soliti dare lintera resistenza allazione torcente. Il nucleo interno offre un
contributo modesto che pu essere trascurato. Ai fini delle verifiche di resistenza la
trave viene dunque assimilata ad una di sezione tubolare,
tubolare di spessore t; come linea
mediana del tubo si assume la congiungente delle armature longitudinali poste nei
vertici.

Torsione nelle travi in CA


Lo spessore t della sezione tubolare pu essere considerato pari al doppio del
copriferro c (h=2c). Altre indicazioni bibliografiche suggeriscono di usare per una
sezione rettangolare di lati a e b, con a>b, il pi piccolo tra b/6 e b1/5, essendo
b1=b-2c.
b 2 Ulteriori
Ul i i indicazioni
i di i i sii trovano nella
ll normativa
i italiana
i li
che
h suggerisce
i
b1/6
e nellEC2 che consente un qualsiasi valore compreso tra 2c e A/u dove A e u sono
rispettivamente larea e il perimetro della sezione.

Torsione nelle travi in CA


Schema del traliccio resistente di una trave in c.a. sollecitata a torsione.

t1

t1

Torsione nelle travi in CA


La tensione media nello spessore del tubo si ottiene con la formula di Bredt:
= Mt / (2t) ,
dove larea racchiusa dalla linea mediana dello spessore;
p
; p
per una sezione
rettangolare = b0h0, dove b0 ed h0 indicano le distanze tra i centri delle barre di
armatura poste nei vertici della sezione.
La forza risultante delle tensioni agenti su di un tratto di lunghezza unitaria della
parete del tubo pertanto:
t 1= Mt / (2).
Indicando con llinclinazione
inclinazione delle bielle di calcestruzzo,
calcestruzzo questa forza induce una
compressione C il cui modulo si ottiene equilibrando la forza stessa nelle direzioni
della biella ed in quella longitudinale:
C = t 1/sin
1/ i = Mt/(2 sin
i )
e
C c t 1cos,
C=
1
mentre la corrispondente componente longitudinale :
Fl1 = C cos = Mt/(2 tan ),

Torsione nelle travi in CA


I corrispondenza
In
i
d
dello
d ll spigolo
i l della
d ll trave la
l forza
f
C sii decompone
d
in
i una verticale:
i l
Fst = C sin = Mt /(2),
ed una longitudinale Fh. Questultima equilibrata dalla corrispondente, di segno
opposto, prodotta dalla compressione agente sulla biella della faccia adiacente
mentre la componente verticale Fst deve essere assorbita da unidonea armatura.

Torsione nelle travi in CA


Dunque la trave deve essere dotata di un doppio ordito di armature:
uno longitudinale, per assorbire le forze Fl1,
laltro trasversale ((staffe),
), che sopporta
pp
le forze Fst.
La forza totale in direzione longitudinale :
Fl = Fl1p = Mt p /(2 tan ) ,
dove p indica la lunghezza (perimetro) della linea mediana dello spessore della
sezione tubolare equivalente. Al collasso la forza massima portata dallarmatura
longitudinale Alfyd, in cui Al indica larea totale dellarmatura longitudinale
resistente alla torsione; uguagliando questa resistenza alla sollecitazione si ha:
Alfydd = Mtu p /(2 tan )

Torsione nelle travi in CA

Indicando con Ast larea di una staffa con passo s, il numero di armature trasversali
intersecate da una biella di altezza (relativamente alla sezione retta) unitaria 1/(s
tan ); pertanto la forza ultima Fst equilibrata dall
dallarmatura
armatura trasversale fyddAst/(s
tan ).
Uguagliando la forza resistente a quella agente Fst = C sin = Mt /(2), si ottiene:
fydAst/(s tan ) = Mtu /(2),
In cui,, sostituendo ad Mtu il valore in funzione dellarea dellarmatura
longitudinale, si ottiene:
Ast/s = (Al/p) tan2 .
Fissato il valore di questa relazione consente di determinare il quantitativo di
staffe occorrenti per equilibrare lo stesso momento sopportato dallarmatura
longitudinale.

Torsione nelle travi in CA secondo EC2

A: linea media
B: perimetro esterno della sezione
effettiva di sviluppo u
C: copriferro

Torsione nelle travi in CA secondo EC2


11-- Determinazione della trave cava equivalente in cui lo spessore della parete
cava equivalente viene determinato attraverso il punto 6.3.2 dellEC-2: tef,i
= A/u
2-- Calcolo del momento torcente di prima fessurazione, che viene determinato
ponendo pari alla resistenza a trazione del calcestruzzo la massima tensione
t
tangenziale
i l dovuta
d
t all momento
t torcente
t
t (che
( h sii verifica
ifi nell lato
l t con
sviluppo minore), ovvero (punto 6.3.2 dellEC-2):
dove ti = fctd.
3-- Calcolo del momento torcente di progetto. La resistenza delle bielle
compresse di calcestruzzo legata al valore massimo di momento torcente
calcolato mediante il punto 6.3.2 (4) dell
dellEC-2,
EC 2, ovvero:

Torsione nelle travi in CA secondo EC2

4 -- Calcolo dellarmatura longitudinale e trasversale


L armatura longitudinale aggiuntiva per la torsione viene determinata come
(
(punto
t 6.3.2
6 3 2 dellEC-2):
d llEC 2)

Asl ,tot

TEd cotg u k

2 Ak f yd

Per q
quanto concerne larmatura trasversale,, qquesta viene calcolata come
precedentemente mostrato:

Torsione nelle travi in CA secondo EC2


Minimi di armatura
Metodo delle tensioni ammissibili
In presenza di torsione dovranno disporsi nelle travi staffe aventi sezione
complessiva, per metro lineare, non inferiore a 0.15b cm2/m per staffe ad aderenza
migliorata e 0.25b cm2/m per sfaffe liscie, essendo b lo spessore minimo dellanima
in cm. Inoltre, il passo delle staffe non deve superare 1/8 della lunghezza della linea
media della sezione anulare resistente e comunque 20cm. Le staffe devono essere
collegate ad apposite armature longitudinali. (DM 14/2/72)
Stati limite
Stesse limitazione per le armature per taglio con laggiunta della limitazione sulla
distanza tra staffe non superiore a uk/8 o alla minore dimensione della sezione della
trave e quella tra le barre longitudinali non superiore a 350mm con almeno una
barra per angolo (EC2 punto 9.2.3)

Torsione nelle travi in CA

Prescrizioni di normativa
LEC2 richiama le stesse indicazioni fornite per il taglio ed aggiunge che la distanza
tra le staffe non deve essere superiore a uk/8 e quella tra le barre longitidinali non
superiore
p
a 350mm.

Staffe ben chiuse!

Combinazione Momento Flettente-Torsione


nelle
ll travi
t i in
i CA
Gli elementi sollecitati a torsione sono, nella maggior parte dei casi, anche soggetti
a flessione e taglio. Certamente nelle strutture in cemento armato vi una sensibile
interazione tra q
queste sollecitazioni elementari,, ma lanalisi del p
problema p
presenta
notevoli difficolt ed i dati sperimentali non sono sufficienti a per formulazioni
empiriche. Pertanto le normative consentono a questo proposito delle drastiche
semplificazioni.
Con flessione generalmente non si tiene conto di alcuna interazione; larmatura
longitudinale richiesta per resistere al momento torcente si aggiunge a quella
calcolata a flessione. Per le norme europee EC2, nella parte compressa di sezione,
quando la risultante delle compressioni dovute alla flessione supera la trazione che
agisce
i
sulla
ll stessa
t
zona a causa del
d l momento
t torcente,
t
t sii pu
evitare
it
l
larmatura
t
longitudinale aggiuntiva.

Combinazione Taglio-Torsione
Taglio Torsione nelle travi in CA
Nella combinazione con taglio, le armature danima (staffe) si calcolano
separatamente per entrambe le sollecitazioni e quindi si sommano i quantitativi
richiesti, con la condizione di utilizzare in entrambi i casi lo stesso valore
dellangolo di inclinazione delle bielle compresse.
Quando la verifica viene condotta con il metodo delle tensioni ammissibili,
ammissibili le
norme italiane prescrivono che la tensione tangenziale massima agente sulla
sezione, ottenuta sommando quelle dovute al taglio con quelle prodotte dalla
t i
torsione,
non deve
d
superare il valore
l
ammissibile
i ibil c1 incrementato
i
t t del
d l 10%.
10%

Combinazione Taglio-Torsione
Taglio Torsione nelle travi in CA
Secondo lEC2 la resistenza di una trave a torsione e taglio si valuta mediante
lespressione

Se poi verificata pure la condizione 6.3.2 (5) dellEC-2, ovvero

risulta necessario porre solamente larmatura trasversale minima per il taglio e


per la torsione.