Sei sulla pagina 1di 7

Equilibrio acido-base:

fondamenti e terapia
Short report da “Equilibrio acido-base:
fondamenti e terapia” di Michael Worlitschek,
Ed. italiana Named srl

Dott. Michael Worlitschek


Emicrania di bicarbonato di sodio all’8,4% per
un più rapido tamponamento.
Molte donne soffrono spesso di ce- Misurazione di controllo: 24.07.86:
falea, specialmente di quel tipo che PHS 7,59; CTS 44,0; CTPL 26,5; TIC
insorge come un attacco monolate- 17,5; EB -1,5.
rale, l’emicrania. Già nei romanzi dei C’è stato quindi già un notevole mi-
tempi passati si leggeva della “gentile glioramento di CTS e TIC; soggettiva-
signora che si era ritirata nelle stan- mente la paziente si è sentita molto
ze tranquille”. Secondo la mia espe- meglio e ciononostante è stata pro-
rienza, ogni emicrania può essere seguita la terapia di basi e minerali
guarita o ridotta al minimo con una mentre sono state sospese le iniezio-
costante disintossicazione del meta- ni.
bolismo. Dei numerosissimi casi esa- Ulteriori misurazioni di controllo:
minati ne descriviamo due partico- 08.08.86; PHS 7,55; CTS 41,0; CTPL
larmente significativi. 19,5; TIC 21,5; EB -8,54.
Nell’ultima misurazione la paziente
Caso: impiegata amministrativa
era quasi senza dolori; soltanto in
32enne; da tempo accusa cefalea nel-
caso di fame o errori dietetici (caffè
la parte destra della testa che comin-
= acidificazione) si presentavano leg-
cia già al mattino presto e migliora
gere cefalee.
solo poco con l’assunzione di farmaci;
sdraiata non sente dolori che torna-
no immediatamente appena alza la Caso: casalinga 36enne; cefalea cro-
testa; i dolori passano soltanto dopo nica da mesi, con trattamento farma-
ore, quando ormai è sera. cologico; nell’89 colecistectomia con
Misurazione della regolazione acido- calcoli biliari presenti già da 12 anni.
base: 18.07.1986: PHS 7,55; CTS 31,0; “Viso da emicrania”.
CTPL 24,0; TIC 7,0; EB - 4,0. Misurazione della regolazione acido-
Terapia: polvere alcalinizzante 1 cuc- base: 09.02.90; PHS 7,51; CTS 40,0;
chiaino da tè 2 volte al giorno, inte- CTPL 21,0; TIC 19,0; EB -7,0.
gratore di minerali, cambiamento Terapia: leggera cura per la pulizia
dell’alimentazione, eliminando in dell’intestino secondo F.X.Mayr con
particolare il caffè e i dolci. In questa una precedente cura secondo Rau-
fase anche ripetute iniezioni di 30 ml ch, polvere alcalinizzante, potassio

Medicina Funzionale 3/2003 13


fosforico D6. mancando l’emorragia mestruale le leucopenia con 3600 leucociti e con
Misurazione di controllo: 25.06.90: omotossine (prevalentemente costi- un numero di linfociti assoluto di 927
PHS 7,48; CTS 48,0; CTPL 25,0; TIC tuite da acidi) vengono trattenute dal (di norma 1500). Lo stato generale
23,0; EB -23,0. corpo e questi acidi devono essere della paziente era ridotto in modo
tamponati maggiormente. Nel san- corrispondente. Durante la terapia la
Dopo 21 giorni i dolori, durati mol-
gue, manca materiale tamponante e paziente stava già notevolmente me-
te settimane, erano scomparsi e la
quindi si ricorre al materiale di ri- glio e i temporanei dolori alla schiena
paziente descriveva ancora soltanto
serva; il calcio viene così “aspirato” erano scomparsi completamente. An-
una leggera sensazione di intonti-
dalle ossa, impoverendo la loro strut- che i valori dei leucociti erano saliti
mento. Alla misurazione di controllo
tura. a 5200.
era asintomatica. Si osservò un au-
Notelovitz e Ware [57] scrivono nel Negli ultimi anni sono stati pubbli-
mento di CTS, TIC e EB.
loro libro: “Aufrecht bis ins hohe Al- cati alcuni studi sul problema del-
ter” (“Dritti fino in tarda età” n.d.t.) l’osteoporosi, soprattutto da studiosi
che le persone vegetariane hanno le americani. A causa del tamponamen-
ossa più forti di quelle che seguono to cronico degli acidi si determina la
Osteoporosi un’alimentazione ricca di carne. Le tendenza all’insorgere dell’osteopo-
Nell’epoca in cui viviamo l’osteoporo- prime, durante la vecchiaia, perdo- rosi.
si è sempre più diffusa. Negli ultimi no meno sostanza ossea e sono meno Lemann e altri [40] hanno esposto
decenni sono state consigliate diver- colpite dall’osteoporosi. che con una acidosi indotta a livel-
se linee guida terapeutiche, ma nes- Gli autori proseguono scrivendo che lo sperimentale per via orale, si ha
suna di esse si è dimostrata “la pietra questa differenza si può spiegare an- inizialmente una diminuzione della
filosofale”. Questa malattia comincia che con il contenuto di acidi. L’ali- capacità tamponante del sangue, cui
molto prima della sua manifestazio- mentazione vegetariana, come tutti segue però un abbassamento della
ne fisica e del suo riscontro. Già negli sanno, ha un minor contenuto di aci- capacità tamponante intracellulare e
anni della gioventù l’alimentazione è di e casomai un eccesso di basi, men- un sovraccarico della capacità tam-
povera di minerali e poi il “quartetto tre l’alimentazione a base di carne ha ponante delle ossa; con un’ulteriore
di rapinatori del calcio” costituito da un contenuto più elevato di acidi. e continua somministrazione di aci-
alcool, nicotina, caffeina e zucchero L’organismo reagisce ad un sovrac- di si arriva ad un tamponamento con
hanno dato il colpo finale. Oggigiorno carico di acidi attraverso il disfaci- sostanze minerali prelevate soltanto
l’uomo deve introdurre molti più mi- mento del tessuto osseo per tentare dalle ossa.
nerali: da un lato ne consuma di più di compensare l’eccesso di acidi. Wachmann e EBrnstein [89] avevano
e dall’altro sono necessarie sempre È, perciò, necessario che fin da bam- formulato già nel 1968 l’ipotesi che
più sostanze minerali per rimettere bini si segua una dieta completa, l’osteoporosi sia causata anche da un
in movimento un organismo dal me- molto varia e ricca di vitamine, così elevato carico di acidi nell’alimenta-
tabolismo bloccato. come richiede il principio dell’ali- zione.
Se poi già in gioventù il calcio è ca- mentazione a base di cibi naturali Marsh ed altri [45] nel 1988, in base a
rente, si ha una formazione deficita- [36]. Le proteine animali, devono co- esami epidemiologici, hanno mostra-
ria delle ossa. Se non viene aggiun- munque essere assunte in quantità to che un elevatissimo contenuto di
to calcio, il suo conto nella banca moderata e sempre in combinazione basi nell’alimentazione vegetariana
delle ossa rimane in rosso. Con l’età con sufficienti alimenti vegetali, so- aveva un effetto positivo sulla com-
la mancanza di minerali porta ad prattutto patate e verdure [67]. pattezza delle ossa. Le pazienti vege-
un’accelerazione dei processi cata- Un caso significativo: tariane manifestarono nell’ottava de-
bolici nel sistema dello scheletro. Si Caso: pensionata di 69 anni; ma- cade della loro vita una perdita della
è visto perfino che una mancanza di stectomia a destra nell’89 con suc- trama ossea del solo 18% in confron-
calcio può far aumentare di molto la cessiva irradiazione; tre anni pri- to alle non vegetariane la cui percen-
perdita della sostanza ossea. ma aveva avuto disturbi alla colon- tuale è del 35%. Questo effetto viene
Perché nell’insorgere dell’osteoporosi na vertebrale dovuti all’osteoporosi, ricondotto al diverso sovraccarico di
è “favorita” la donna nella post-me- ma l’assunzione di una mistura di acidi nei due tipi di alimentazione in
nopausa? Bisogna tentare di rispon- fosfato/calcio non aveva portato ad base ad una parte proteica di diversa
dere a questa domanda dal punto di alcun miglioramento; quest’ultimo quantità e ad un differente apporto
vista della regolazione acido-basica. si è presentato soltanto con una lun- di calcio e fosfato attraverso l’alimen-
Secondo la teoria dell’omotossina di ga serie di iniezioni paravertebrali di tazione.
Reckeweg [68] con le mestruazioni Cefossin. In un esperimento sugli animali
le donne eliminano omotossine. Una Misurazione della regolazione acido- Weiss [95] ha mostrato che, semplice-
prova di ciò è, ad esempio, il fatto che base: 19.06.1990: PHS 7,42; CTS 42,0; mente con l’apporto di una dieta ric-
le donne, prima delle mestruazioni CTPL 23,0; TIC 19,0; EB -5,0. ca di proteine, nei ratti in crescita, si
soffrono in maniera crescente di ce- Terapia: terapia alcalinizzante, inte- poteva osservare un danno della for-
falea, le depressioni si intensificano e gratori di minerali, cloruro di sodio mazione delle ossa.
insorgono dolori al sacro. D6, cambiamento dell’alimentazione In uno studio nel quale è stato provo-
Con le mestruazioni o poco dopo, tut- diretto all’alcalinizzazione. cato nei partecipanti un sovraccarico
ti questi quadri sintomatici sparisco- Misurazione di controllo: 12.07.90: da acidi attraverso l’apporto di pro-
no nuovamente perché il livello delle PHS 7,45; CTS 44,5; CTPL 24,0; TIC teine, Lutz [44] ha potuto constatare,
tossine si è abbassato di nuovo. 20,5; EB 4,0. oltre ad un’aumentata eliminazione
La spiegazione può risiedere in que- degli acidi attraverso i reni, un au-
sto: Ad aggravare la situazione c’era una mento dell’espulsione del calcio. Si è

14 Medicina Funzionale 3/2003


così determinato un bilancio negativo mento dell’apporto di bicarbonato di integratori alimentari ad effetto ba-
del calcio, essendo maggiore la quan- calcio nelle donne dopo la menopau- sico si può contrastare la perdita di
tità di calcio che viene eliminato di sa era possibile diminuire l’indice di sostanza ossea.
quello che viene introdotto. Assu- riassorbimento delle ossa ed anche
mendo un sale basico (bicarbonato di aumentare la neoformazione ossea.
sodio), con lo stesso apporto di calcio, New ed altri [55] hanno descritto una
magnesio e fosfato attraverso l’ali- correlazione tra l’apporto di alimenti Malattie reumatiche
mentazione, è stato possibile impedi- basici (frutta) e la consistenza ossea Negli ultimi anni è cresciuto note-
re il bilancio negativo del calcio. nelle donne prima della menopausa. volmente il numero dei pazienti con
Ball e Maughan [3], in uno studio fat- Un nuovissimo studio del 1999 di disturbi della colonna vertebrale e
to su donne vegetariane e donne on- Tucker e altri [87] riguardante un dolori diffusi alle estremità, ed è au-
nivore hanno trovato che una parte periodo di 4 anni su soggetti anzia- mentato anche il numero dei giorni di
elevata di alimenti che hanno effetto ni, ha mostrato la dipendenza della malattia dovuti a questi disturbi.
alcalinizzante (vegetariane) porta ad consistenza ossea dall’apporto di ali- Nel suo libro “Die Eiweißspeiche-
un bilancio del calcio nettamente mi- menti basici. Il consumo di sostanze rkrankheiten” (“Malattie del magaz-
gliore. Nonostante lo stesso apporto contenute negli alimenti che hanno zino delle proteine” n.d.t.) Wendt [96]
di calcio nei due gruppi, nel gruppo un’azione basica (soprattutto calcio riporta il caso tipico dello sviluppo
(onnivoro) assieme ad una elevata e magnesio) e un elevato consumo di una malattia, come lo si incontra
eliminazione di acidi, veniva espul- di frutta e verdura sono correlati ad quotidianamente nella consultazione
sa anche una maggior quantità di una maggiore densità e consistenza medica: “Se vogliamo descrivere lo
calcio. La causa è da ricercare in un delle ossa. sviluppo dell’acidosi generale di un
più elevato sovraccarico di acidi che I risultati di tutte queste ricerche mo- adulto di 65 anni, dobbiamo comin-
risulta dall’aumento dell’apporto di strano chiaramente che aumentare ciare dal giovanotto quindicenne. A
proteine tra le persone onnivore. in modo cronico l’apporto di alimen- quell’età ha un grande appetito, gli
In una meta-analisi di 16 studi che ti ad azione acidificante porta ad un piace tutto e mangia abbondante-
riferivano i dati dell’incidenza delle aumento del consumo di sostanze mi- mente. A 20 anni fa parte dei ragazzi
fratture dell’anca, correlate alle so- nerali tamponanti come il calcio, ma più robusti della sua età ed è pieno
stanze contenute negli alimenti, si è anche il potassio e il magnesio, che di salute. A 25 anni ha un ematocrito
evidenziata una forte associazione vengono prese dalla riserva ossea. La leggermente aumentato dal volume
positiva tra la frequenza delle frat- causa del sovraccarico di acido nel- 45%, emoglobina 15g%, un peso di 5
ture dell’anca e il contenuto proteico l’organismo è soprattutto un elevato kg sopra la media ed è complessiva-
dell’alimentazione (Abelow ed altri) contenuto di proteine negli alimenti mente sano. A 30 anni ha una leggera
[1]. Non sono state trovate associazio- che, con l’avanzare dell’età e la con- ipertensione arteriosa giovanile.
ni con altre sostanze contenute negli temporanea diminuzione delle fun- A 35 anni accusa il suo primo colpo
alimenti (apporto di calcio o insieme zioni renali, favorisce l’insorgere di della strega e sa molto bene perché:
delle calorie) [79]. un’iperacidificazione cronica (acidosi giocando a birilli si è tolto la giac-
Sebastian ed altri hanno provato in latente). Con una maggior assunzio- ca, ha sudato ed ha preso un colpo
modo convincente che con un au- ne di alimenti ad effetto basico o di d’aria alla schiena perché la finestra

Meccanismi di
compensazione nell’acidosi
latente
Fig. 01 Meccanismi di compensazione nell’acidosi latente

Medicina Funzionale 3/2003 15


era aperta. Ha ragione per quanto Questo edema da ristagno acidosico l’aumento di CTS, CTPL, TIC e EB.
riguarda il motivo che ha scatenato ricco di scorie è quindi secondo Wen- Ulteriore trattamento della paziente
il colpo della strega, ma la causa è dt la causa del dolore non soltanto con l’attivazione degli organi emutori
un ristagno nell’interstizio muscola- dell’artrosi attiva e del reumatismo, attraverso la dieta lattea e un’equi-
re della muscolatura lombare dovu- bensì anche dell’angina pectoris, del- librata alimentazione a base di cibi
to a deposito di proteine alimenta- la claudicatio intermittens, in breve, integrali.
ri in eccesso. Ora il nostro paziente di ogni acidosi locale.
ha un’acidosi locale, ma non anco- Gli psicologi hanno creato il detto: i Caso: operaia di 57 anni: disturbi
ra un’acidosi generalizzata”. Questo giovani che non si sfogano attraver- della colonna vertebrale con mio-
passo, estratto dal libro di Wendt - ri- so lo sport, in età avanzata avranno gelosi multiple, stati di esaurimento
porta “un fenomeno quotidiano”. i reumatismi. Questo è spiegabile con depressivo, insufficienza cerebrale,
Secondo Wendt il deposito di proteine il fenomeno che abbiamo illustrato cistite recidivante.
e il loro ristagno è la causa del dolore fino ad ora. Con lo sport, con il movi- Misurazione della regolazione acido-
di chi soffre di reumatismo delle par- mento, viene attivata la circolazione base: 01.09.89: PHS 7,30; CTS 34,0;
ti molli, per cui la diagnosi “reumati- e vengono eliminati gli acidi e le sco- CTPL 18,0; TIC 19,0; EB-10,0.
smo delle parti molli” è un riassunto rie e con una respirazione forzata si Terapia: polvere alcalinizzante, in-
delle malattie del tessuto delle parti espelle l’anidride carbonica. tegratore di minerali, cambiamento
molli. Con il deposito degli acidi urici Il movimento all’aria aperta è perciò dell’alimentazione, eliminazione de-
nel tessuto, il corpo ha un’importante un fattore determinante della disin- gli zuccheri e della farina bianca, te-
possibilità di sbarazzarsi dell’acido tossicazione. rapia fisica.
urico in eccesso nel sangue, quando Per dar vita alla teoria, due casi Misurazione di controllo: 12.01.90;
non è possibile espellerlo attraverso esemplari descrivono la realtà. PHS 7,40; CTS 40,0; CTPL 21,0; TIC
i reni. La ritenzione dell’acido urico è 19,0; EB -7,0.
anche un fattore sensibile all’altera- Caso: impiegata 35enne, disturbi ar- Benessere soggettivo, i dolori alla co-
zione della regolazione acido-basica. ticolari cronici con riacutizzazioni lonna vertebrale sono spariti comple-
Già con un’acidosi di scarsa entità ha dalla nascita dei gemelli 7 anni fa, tamente, non si avvertono più le mio-
inizio una ritenzione e con essa un stipsi cronica che dura anche una gelosi, la depressione è scomparsa.
aumento della concentrazione di aci- settimana. Proseguimento della dieta alimenta-
do urico nel siero. Misurazione della regolazione acido- re nel senso della regolazione acido-
Cambiamenti anche solo leggeri del base: 13.04.88; PHS 7,51; CTS 35,0; basica.
pH del sangue portano ad un’altera- CTPL 20,5; TIC 14,5; EB -7,5
zione delle caratteristiche fisiochi- Terapia: polvere alcalinizzante, in- I casi illustrati confermano le affer-
miche dei proteoglicani del tessuto tegratori di minerali, pulizia inte- mazioni di Wendt riguardo all’acidosi
connettivo (Heine) [25]. Questi pro- stinale secondo F.X.Mayr con dieta a locale. Quanto più a lungo è presen-
teoglicani stanno in equilibrio con regime latteo. te un’acidosi locale nei muscoli, nelle
il liquido extracellulare. Essi sono Misurazione di controllo: 16.05.88: cartilagini, nelle articolazioni, tanto
costituiti da una parte di proteine e PHS 7,45; CTPL 24,0; TIC 20,0; EB - più potentemente agiscono gli acidi
da una di glicosamine, contenente 4,0 sulle strutture anatomiche e ci vorrà
una molteplicità di gruppi funzionali I disturbi articolari erano scomparsi molto tempo per eliminare i sintomi
che trasportano una carica. Il legame e soggettivamente la paziente si sen- dolorosi. Tessuti molto alterati non
delle proteine della matrice extracel- tiva di nuovo in forma. I valori della potranno essere riportati allo stato
lulare con i glicani della glicosammi- misurazione confermavano ciò con iniziale.
na dipende in primo luogo dalla ca-
rica. I proteoglicani con le molecole
dell’acido ialuronico, ad essi legate, Effetti dell’acidosi latente sul
rappresentano un complesso, polia- tessuto connettivo
nionico altamente molecolare che, in
seguito all’elevata capacità idrofila,
Fig. 02 Effetti dell’acidosi latente sul tessuto connettivo
forma la più importante parte com-
primibile del tessuto cartilagineo
(Garret e Grisham) [18]. La capacità
idrofila delle proteine extracellulari
della matrice è determinata in modo
considerevole dal grado dissociati-
vo dei residui funzionali dell’acido,
che a sua volta è influenzato in modo
determinante dal pH. Con questo si
spiega l’influsso di un’acidosi laten-
te sulle funzioni del tessuto cartila-
gineo. La struttura complessa della
matrice extracellulare, del resto, at-
tualmente non permette alcuna mi-
surazione diretta della funzione del
tessuto cartilagineo con un diverso
grado di dissociazione.

16 Medicina Funzionale 3/2003


Frassetto ed altri [14] hanno dimo- prodotto alcalinizzante era riuscita a terapia secondo F.X. Mayr, gli effetti
strato che un’acidosi metabolica cro- tenere sotto controllo la sua PCP qua- positivi dei sali minerali basici (bi-
nica di lieve entità influisce sul me- si in ogni momento. Solo in caso di carbonato di sodio, carbonato di cal-
tabolismo delle proteine dei muscoli. estreme fatiche sportive assume un cio, carbonato di magnesio, citrato di
Con l’aumento dell’apporto basico, nel preparato a base di indometacina. potassio e fosfato di sodio) sull’orga-
periodo successivo alla menopausa si Anche la fibromialgia è curabile in nismo umano, effetti che si suppon-
può impedire, nelle donne, la perdita base a queste spiegazioni. gono esistenti in base alla teoria aci-
di azoto causata da una leggera aci- Anche i sintomi quali dolore gene- do-basica.
dosi latente. ralizzato, stanchezza, depressione, Molte ipotesi sono state verificate at-
Anche per la poliartrite cronica è disturbi del sonno, cefalee crescen- traverso i risultati.
fondamentale l’apporto di basi. In ti e nevralgia del trigemino, distur- 1. La capacità di tamponamento ba-
questi casi si diagnosticavano rego- bi addominali, irritazione vescicale, sico intracellulare, cioè la possibi-
larmente alcalosi del pH e acidosi disturbi cutanei, piedi e mani fredde, lità di neutralizzare attraverso si-
intracellulare. Casi gravi necessita- sono uguali ai disturbi dei pazienti stemi tampone gli acidi formatisi
no di un trattamento prolungato nel iperacidificati. E tutti i pazienti sof- durante il metabolismo oppure
tempo per poter ridurre i farmaci che ferenti di fibromialgia a cui sono sta- assunti con l’alimentazione, è una
hanno grossi effetti collaterali. te fatte le misurazioni presentavano grandezza misurabile determi-
Un tipico esempio: un’acidificazione da livelli medi a li- nante nella regolazione acido-ba-
velli gravi. sica. La capacità di tamponamen-
Caso: paziente del 1934, poliartrite In questa prospettiva, questa malat- to migliorò significativamente nel
cronica primaria sieropositiva, si- tia non deve rappresentare un pro- gruppo Verum rispetto al gruppo
stema nervoso centrale numerose blema irrisolvibile, perché con una di controllo. Soltanto con l’aiuto
ops correttive, 1990-1994 diverse generale deacidificazione e con mi- della miscela acido-basica si riu-
degenze ospedaliere. Viene da noi sure terapeutiche locali si può recu- scì a modificare la latente acidosi
perché non riesce quasi più a cam- perare una qualità di vita normale. tissutale di pazienti che prima
minare: sente dolore a tutti i tendi- erano iperacidificati. Durante
ni del piede. un’alimentazione ipocalorica, nei
Misurazione della regolazione aci- primi giorni insorge quasi sempre
do-base: Risultati degli studi un’acidosi da digiuno con le tipi-
26.06.1997: PHS 7,49; CTS 36,0; PPI Questo libro si propone di dare una che crisi da digiuno, come nausea,
22,0; TIC 14,0; nuovo TIC 64 visione d’insieme dei più importanti vomito, cefalea, dolori muscolari,
21.08.1997: PHS 7,51; CTS 50,0; PPI aspetti della regolazione acido-basi- vertigini e svogliatezza. Con l’ap-
29,0; TIC 21,0; nuovo TIC 92 ca e dovrebbe essere utilizzata come porto di sali minerali basici que-
07.10.1997: PHS 7,48; CTS 44,0; PPI introduzione ai problemi quotidiani ste crisi si presentavano molto più
26,0; TIC 18,0; nuovo TIC 80 dell’iperacidificazione cronica, at- raramente e comunque avevano
Terapia: all’inizio infusione basi- traverso esempi clinici, senza para- un decorso rapido. Questo vuol
ca, poi sali minerali basici, sali di metri statistici. Gli studi mostrati qui dire che l’assunzione di sostanze
Schüssler. di seguito riportano invece i risultati minerali basiche può rappresen-
riguardanti l’assunzione di sali mine- tare un considerevole alleviamen-
Reduce dalla degenza in una clinica rali basici, rielaborati in modo stati- to dei disturbi nelle diete per la
per la cura dei reumatismi aveva af- stico. riduzione del peso.
fermato che “lì, per il cibo si è am- 2. La significativa diminuzione della
malata ancor di più”. All’inizio non concentrazione di fibrinogeno nel
riusciva quasi più a camminare ma plasma, soprattutto nei pazienti a
già al secondo trattamento disse che Influsso dei sali rischio con un alto consumo d’al-
i dolori ai tendini erano passati, che
riusciva di nuovo a fare brevi passeg-
minerali basici cool e poco movimento, significa
una vera profilassi contro l’iper-
giate. E al terzo incontro aveva già sull’organismo tensione arteriosa, le malattie
fatto un’escursione in montagna, im-
pensabile prima. umano con cardiache coronariche con rischio
d’infarto e una scarsa irrorazione
Una paziente sofferente di poliartri- condizioni alimentari sanguigna cerebrale con pericolo
te cronica primaria mi ha consultato di apoplessia. Il fibrinogeno non è
per telefono chiedendomi se potesse standardizzate soltanto un fattore di coagulazio-
danneggiarla l’assunzione 3 volte al Gli autori Witasek, Traweger, Gritsch, ne, ma è responsabile anche del-
giorno di 10 pastiglie al dì di un pre- Kogelnig e Trötscher [98] dell’Istituto l’aggregazione degli eritrociti. I
parato di sali minerali alcalinizzanti, per la ricerca sulla rigenerazione di conglomerati di eritrociti che ne
perché ciò la liberava dai dolori. Que- Lans e dell’Istituto di Statistica del- risultano (“formazione a pile di
sto è certamente un alto dosaggio, ma l’Università di Innsbruck hanno stu- monete” - “fenomeno di aggrega-
costituisce anche una terapia senza diato un gruppo di pazienti, sottopo- zione”) danneggiano notevolmen-
controindicazioni, perché il corpo sti ad alimentazione standardizzata te la microcircolazione. Anche la
può espellere in ogni momento un ec- secondo F.X. Mayr e sono giunti a viscosità del plasma aumenta per
cesso di basi, ma non un eccesso di questi risultati: la maggiore concentrazione della
acidi. Mentre scrivevo la ristampa di “Lo scopo di questo studio era di va- macromolecola, per cui nell’insie-
questo volume, un’altra paziente mi lutare, in condizioni di alimentazio- me è necessaria anche una pres-
ha riferito che con l’assunzione di un ne standardizzate nel senso di una sione sanguigna più alta per sal-

Medicina Funzionale 3/2003 17


vaguardare la circolazione. La sodio nel sangue, accertato a livel- influisce positivamente sulla sinto-
combinazione di ipertensione ar- lo statistico). matologia dei pazienti con dolori cro-
teriosa, aggregazione di eritrociti 7. Interessante è, inoltre, l’abbassa- nici alla schiena oltre che sui diversi
e stasi acida degli eritrociti è un mento della velocità di sedimenta- parametri degli esami di laboratorio.
grave fattore di rischio per i tessu- zione del sangue, che rispecchia I parametri di laboratorio esamina-
ti con un’elevata elevata richiesta una diminuzione dell’attività flo- ti sono: la capacità tamponante del
d’ossigeno, come il sistema nervo- gistica.” sangue, l’eliminazione degli acidi
so e il cuore. attraverso l’urina, il quadro emati-
3. Il campione dei pazienti con di- La miscela di minerali alcalinizzanti co, la velocità di sedimentazione del
sturbi a carico dell’apparato mo- usata nell’ambito dello studio portò sangue, così come la concentrazione
torio come dolori delle articolazio- agli autori i risultati attesi ed essi la intracellulare di sodio, potassio, ma-
ni e degli arti, rachialgie, tensioni consigliano come ideale complemen- gnesio, calcio, cloruro e fosforo con
muscolari e cefalea, migliorò in to alimentare per la regolazione del- uno striscio delle cellule epiteliali su-
modo significativo con l’assunzio- l’equilibrio acido-base. Questo pre- blinguali. Venne stabilita, inoltre, la
ne di polvere di minerali basici. parato è stato prodotto su iniziativa concentrazione delle sostanze mine-
Questo sorprendente migliora- dell’autore per poter ottenere una rali (calcio, magnesio, potassio) e de-
mento dei disturbi è dovuto sicu- semplificazione della terapia. gli oligoelementi (ferro, rame, zinco,
ramente alla lotta contro il dolore cromo) nel siero. La sintomatologia
da acidosi che compare nei casi di venne valutata sulla base di un que-
irrorazione sanguigna insuffi- L’importanza della stionario.
ciente (ischemia), tensioni musco-
lari croniche e anche infiamma- regolazione acido-base
zioni croniche. Anche per questi nella terapia delle Materiali e metodi
quadri sintomatici perciò, è indi-
cata una terapia alcalinizzante di rachialgie Descrizione del campione.
sostegno. In collaborazione con il Prof. Vor- In uno studio osservazionale venne-
4. I segni caratteristici dell’adatta- mann dell’Istituto per la Prevenzione ro inclusi 88 pazienti con rachialgie
mento allo stress come affatica- e l’Alimentazione, l’autore ha condot- croniche senza sintomatologia radi-
mento cronico, i disturbi del son- to uno studio sull’uso di un’altra mi- colare, che in 2 su 5 parametri del
no, i disturbi della concentrazione scela di minerali e basi. dolore (dolori alla schiena stando se-
e la diminuzione della memoria, In un numero crescente di pazienti si duti, sdraiati, in movimento, durante
migliorarono notevolmente con riscontrano rachialgie croniche. La la notte davano un’intensità del dolo-
l’assunzione di sali minerali basi- più recente statistica sui tipi di ma- re > 5 su una scala analogica visiva
ci. Al giorno d’oggi si attribuisce lattie fatta dall’ AOK (Allgemeine Or- da 0 a 10. I pazienti con intolleranza
una grande importanza anche a tskrankenkasse = Cassa Malati n.d.t.) accertata al lattosio vennero esclusi.
questo aspetto, perché sempre più denuncia un aumento delle malattie 3 pazienti vennero esclusi durante la
persone sono incapaci di sostene- dello scheletro, dei muscoli, e del tes- fase d’intervento a causa di manife-
re lo stress quotidiano, fatto che suto connettivo del 128% tra il 1980 e stazioni acute. 3 pazienti presentaro-
porta ad un forte danneggiamento il 1995. I costi complessivi che deri- no importanti recidive che portarono
delle condizioni di base della loro vano da queste rachialgie - chiamate alla loro esclusione.
salute. È evidente qui un marcato anche reumatismo delle parti molli
accoppiamento psicosomatico. - ammontano a circa 34 miliardi di
5. Con l’assunzione di polvere basica
si è potuto ridurre notevolmente il
marchi. I più svariati schemi tera-
peutici danno solo un piccolo sollievo
Trattamento
colesterolo, che è classificato al paziente, spesso oppresso da forti Per quattro settimane i pazienti rice-
come grande fattore di rischio. dolori. In medicina naturale si discu- vettero 3 volte al giorno 2 cucchiaini
Probabilmente questo abbassa- te già da tempo riguardo un’errata da caffè di polvere alcalinizzante (ca.
mento è da ricondurre ad un’atti- regolazione dell’equilibrio acido-ba- 32 g) e in questo periodo venne vieta-
vazione epatica biochimica. Ciò sico e molti terapeuti hanno fatto to qualunque cambiamento dell’ali-
significa che è stato possibile mi- esperienze positive in merito. La cau- mentazione. Durante l’intero periodo
gliorare i valori del colesterolo in sa risiede principalmente in un’ali- d’intervento i pazienti non ricevette-
modo naturale con l’assunzione di mentazione che porta ad una man- ro alcun’altra applicazione, come ad
polvere di minerali basici, quindi canza di sostanze minerali, neces- esempio massaggi, e poterono conti-
senza prodotti chimici per il con- sarie per l’eliminazione dell’eccesso nuare ad utilizzare gli antidolorifici
trollo dei lipidi. di acidi nell’alimentazione. L’acido- secondo necessità. L’assunzione di
6. È stato possibile abbassare consi- si latente - riduzione delle capacità polvere alcalinizzante venne termi-
derevolmente anche la pressione tamponanti basiche nel sangue senza nata 2 giorni prima della visita con-
del sangue con compresse di mi- una sostanziale alterazione del pH - clusiva.
nerali basici. Il miglioramento del porta poi ad un deposito di metaboliti
quadro ematico e l’abbassamento acidi nel tessuto connettivo e ad una
del livello del sodio possono essere diminuzione della concentrazione in- Valutazione dei sintomi
ritenuti responsabili di questo. tracellulare di cationi.
(Da notare: nonostante l’apporto Nel presente studio osservazionale si obiettivi
di bicarbonato di sodio si arrivò a è riscontrato che l’assunzione di un L’indice della rachialgia Arhuser
una diminuzione del contenuto di preparato di sostanze alcalinizzanti (“Low Back Pain Rating scale”, Man-

18 Medicina Funzionale 3/2003


niche e altri 1994) venne rilevato al- della mobilità diminuì del 29% da
l’inizio e dopo 4 settimane di terapia. 7,46 +/- 2,79 a 5,29 +/- 2,78 punti
di valutazione (n = 82) dopo 4 set-
timane d’intervento con polvere
alcalinizzante.
Parametri 3. L’esame dei parametri chimici
di laboratorio analizzati indicò un aumento al-
tamente significativo (p<0,0001)
Capacità tamponante del sangue se- della capacità tamponante intra-
condo Jörgensen con l’inclusione dei cellulare del sangue (nuovo TIC
valori dell’ematocrito (“capacità tam- 100%) da 77,69+/- 6,79 a 80,16 +/-
ponante intracellulare del sangue. 5,24 millimole/l (n = 82). Questo
inclusione del valore dell’ematocrito corrisponde ad un aumento del
nel processo di misurazione secondo TIC attorno al 3,2%. Il nuovo TIC
Jörgensen; van Limburg Stirum ed individuato secondo il metodo di
altri”, 1997), eliminazione degli aci- Jörgensen al 100% fornisce infor-
di attraverso l’urina secondo Sander, mazioni riguardo alla capacità
sedimentazione delle emazie ed emo- tamponante basica intracellulare
cromo secondo i metodi standard, degli eritrociti. Nella valutazione
concentrazione delle sostanze mine- dello stato acido-basico gli eritro-
rali e degli oligoelementi nel plasma citi rappresentano il restante spa-
del sangue per mezzo di ICP-OES, zio intracellulare del tessuto al
concentrazione intracellulare di ioni quale non si accede. Un aumento
nelle cellule endoteliali sublinguali molto significativo della concen-
per mezzo dell’analisi spettrale del- trazione intracellulare di magne-
l’emissione di raggi microscopici di sio nelle cellule sublinguali (test
un reticolo di elettroni (test EXA), EXA) da 31,25 +/- 3,01 a 34,72 +/-
esami fatti all’inizio e dopo 4 setti- 3,16 millimole/l (n = 77) attorno
mane di terapia (+/- 2 giorni). all’11,1% indica inoltre una dimi-
nuzione del deposito intracellula-
re di acidi attraverso l’assunzione
Risultati di polvere alcalinizzante.

1. Diminuzione molto significativa


(p< 0,0001) dell’Indice Arhuser
della Rachialgia Dorsale (scala di
valutazione da 0 = completamente Discussione
privo di dolori a 120 = invalidità Nell’interpretazione dei risultati
completa) nei pazienti con rachial- della regolazione acido-basica de-
gie dorsali croniche da 40,66 a vono essere considerati i compar-
21,40 +/- 12,67 punti di valutazio- timenti di sangue - reni - tessuto
ne (n = 82) dopo 4 settimane di as- connettivo, che stanno tra loro in
sunzione di polvere alcalinizzan- un equilibrio f luido. Con l’assun-
te. Questo corrisponde ad una di- zione di sali minerali basici, dopo
minuzione del 47,4% il riempimento dei tamponi ematici
2. La differenziazione secondo l’indi- si ha un rilascio di valenze basiche
ce del dolore, dell’invalidità e del nel tessuto connettivo, dove ha luo-
movimento mostrò una chiara di- go una liberazione di valenze acide,
minuzione della sintomatologia eliminate poi attraverso i reni. Que-
del dolore da 21,80 +/- 9,34 a 10,40 sto spiega il fatto che non si è arri-
+/- 7,86 punti di valutazione (n = vati ad alcuna alterazione positiva
82) attorno al 52,5%. Anche il del test di Sander (eliminazione de-
consumo di FANS poté essere ri- gli acidi attraverso l’urina). Gli altri
dotto sensibilmente. L’indice di in- risultati confermano significativa-
validità diminuì da 11,29 +/- 5,59 mente le esperienze finora positive
a 5,71 +/- 4,64 punti di valutazione fatte quotidianamente nell’ambula-
(n = 82) attorno al 49,5%. Con l’as- torio medico con la terapia delle ra-
sunzione di polvere alcalinizzante chialgie dorsali.
i pazienti erano chiaramente Si confermano inoltre i migliora-
meno limitati nelle loro azioni menti dei referti ortopedici in tutti
quotidiane e quindi nella loro e due gli studi.
qualità di vita. L’assunzione di Determinante, ai fini degli esiti po-
polvere alcalinizzante migliorò sitivi, è stato il contributo fornito
notevolmente anche la mobilità dalla somministrazione di sali mi-
della schiena e del corpo: l’indice nerali alcalinizzanti. ■

Medicina Funzionale 3/2003 19