Sei sulla pagina 1di 3

APPUNTI di FOTOGRAFIA

TRIANGOLO ESPOSIZIONE

ISO = sensibilità alla luce del sensore 50 ------------------------------------- 25.600


-sensibile +sensibile alla luce
-rumore digitale + rumore digitale
OK se scena luminosa OK se scena buia
OK se buio e tempi lunghi OK se buio e tempi brevi
f/+chiuso f/+aperto

TEMPO di SCATTO = per quanto tempo resta aperto l’otturatore

Si imposta in M o T/TV/S (priorità tempo) e la macchina automatizza f/

1/1000 ------------------------------ 2
+ veloce + lento
movimento panorami statici notturni
azioni congelate mosso creativo e nebbia

DIAFRAMMA = quanta luce entra

Si imposta in M o A/AV (priorità apertura) e la macchina automatizza T

32 ----------------------------------- 1,4
+ chiuso + aperto
+ profondità di campo -profondità di campo
+dettagli a fuoco -dettagli a fuoco
-sfocatura globale + sfocatura contorni al fuoco
tempo + lento Tempo + veloce
 Ritratti = da 1.4 (rischio troppo sfocato) a 2.8 in zoom – la sfocatura si manifesta da 4 in giù
 Architettura= 6 circa
 Paesaggi = da 11 in poi
COMPENSAZIONI
+ ISO= f/+chiuso o tempo scatto + veloce - ISO= f/+aperto o tempo scatto + lento
f/+aperto = -ISO o tempo scatto + veloce f/+chiuso = +ISO o tempo scatto +lento
tempo scatto + veloce = f/+aperto o +ISO tempo scatto +lento= f/+chiuso o -ISO

ESPOSIMETRO = strumento interno che misura la luce. Per foto corrette deve essere a ….0….
modificando f/, tempo, ISO in base alla situazione.
Se .. -1.. = sottoesposte (troppo scure) se ..+1.. = sovraesposte, troppo chiare).

Modi di lettura esposi metrica:

MATRIX legge tutta la luce dell’intero frame e analizza colore e contrasti generali. OK se sfondo e
soggetto sono illuminati nello stesso modo. OK paesaggi

SPOT misura in un cerchio di 3,5 mm (2.5% inquadratura) al centro del punto AF selezionato. Se
posizionata su un punto medio (grigio) ottimizza il resto dell’inquadratura. OK controluce e per dettagli a
fuoco.

PONDERATA CENTRALE misura superficie di 8 mm circa, nel centro. OK solo per ritratti se il
soggetto è centrale.

TIPOLOGIE di AUTOFOCUS tasto A/M


 AF-S (singolo)  soggetti statici tipo ritratti o poca profondità di campo (non permette di scattare
finché il soggetto non è a fuoco)
 AF-C (continuo)  soggetti in movimento (scatta anche se non c’è messa a fuoco perfetta)
 AF-A (automatico) -> automatizzato dalla fotocamera, meglio non usarlo.
MODO D’AREA

AREA AF- SINGOLO  soggetti statici si seleziona un unico punto di fuoco. Utile per mettere a
fuoco parte del frame, anche il punto non centrale, spostando il quadratino.

AREA AF-DINAMICO  soggetti in movimento in abbinamento ad AF-A o AF-C mette un singolo


punto a fuoco (come AF-SINGOLO) ma mantiene il fuoco anche se il soggetto si sposta. Con AF-S il fuoco
resterà solo nel punto selezionato (la scelta è comunque consigliata).

AREA AF – 3D TRAKING  soggetti in movimento in abbinamento ad AF-A o AF-C mette un


singolo punto a fuoco (come AF-SINGOLO) ma mantiene il fuoco anche se il soggetto si sposta, mantenendo
lo stesso fuoco del primo mezzo click (pulsante a metà corsa)