Sei sulla pagina 1di 7

MASSAGGIO TUTOR

Manuale base
Per

Operatore
Massaggio estetico

1
Origini del massaggio

E‟importante che ogni studente esperto di massaggio esteticocomprendale origini e lo


sviluppo di tale professione e ne conosca l‟ eredita‟.

Una comprensione profonda della teoria del massaggio e un senso di identita‟sono


elementi fondamentali che contraddistinguono un serio e valido professionista in questo
campo.

L‟origine della parola massaggio non e‟ del tutto chiara.In generale si ritiene che questa
parola abbia origine dal greco “massein”che significa massaggiare ,impastare ,una
manualita‟ ancora molto usata anche ai giorni nostri.

Altri invece sostengono che tale parola abbia origine dalla parola araba “mass”,verbo che
significa toccare.

Con origini greche,arabe,indiane, cinesi nonche‟ giapponesi,i primi riferimenti al


massaggio risalgono al 2700 a.c.

In Europa esistono delle pitture rupestri che risalgono a 15000 anni prima di Cristo che
raffigurano uomini che si scambiano massaggi.

La storia del massaggio puo‟ essere suddivisa in cinque periodi fondamentali :

1. Periodo Antico
2. Dal MEDIO EVO al RINASCIMENTO
3. Il 1800
4. Era moderna
5. Era contemporanea.

1 PERIODO ANTICO

Un testo antico di medicina che risale al xxv secolo a.c. contiene i primi riferimenti cinesi al
massaggio ,in particolare ad uno stile chiamato”amma”.Il testo descrive le tecniche
piu‟diffuse ed i vari impieghi del massaggio come cura.

Ampi esempi di attivita‟ di massaggio sono state rinvenute in molte immagini in Egitto in
particolare nella tomba del dottore ANCHMAHOR. Stessi esempi li ritroviamo tra i Persiani
ed i Giapponesi.

Vi sono molti riferimenti al massaggio come forma di frizione, strofinamento come mezzo
per alleviare dolori e guarire il corpo anche nei testi indiani dedicati all‟
AYURVEDA,<codice di vita> a partire dal XIX sec. a. C.

2
Anche nella letteratura sanscrita sono presenti termini come massaggio manuale o come
percussione della pelle. Tra il V ed il I sec a. c. il massaggio visse un momento d‟ oro,in
questo periodo le terapie mediche e fisiche in Grecia e a Roma subirono una vera
rivoluzione. La filosofia e la medicina di IPPOCRATE sono ampiamente documentate.

Il dottore e filosofo greco asseriva che lo sfregamento sui muscoli e sulle articolazioni
possono migliorare le condizioni del corpo umano, e che i movimenti devono essere fatti
sempre nella direzione del cuore come avviene ancora oggi.

Altro importante studioso sostenitore del massaggio era GALENO da PERGAMO egli unì
la medicina greca alla anatomia umana. Il suo sistema sopravvisse fino al periodo del
MEDIO EVO:

DAL MEDIO EVO AL RINASCIMENTO

Con la caduta dell‟IMPERO ROMANO e l‟ avvento dell‟ERA CRISTIANA ,la massoterapia


ebbe una battuta d‟ arresto.

Il massaggio riuscì a sopravvivere solo a livello medico presso guaritori del popolo e
ostetriche, perse totalmente i favori del ceto piu‟ elevato.

La RELIGIONE era il fulcro della vita, scomparvero anche i giochi Olimpici, tutto cio‟ che
riguardava il corpo era considerato peccato. Solo un medico persiano, RASIS, in un suo
libro sulle pratiche mediche parlo‟ ampiamente di massoterapia. Egli riteneva che con
l‟idroterapia il massaggio poteva curare alcune patologie muscolari.

Dopo il MEDIO EVO il massaggio rivide il sole nel XVI sec ((1500).

Il RINASCIMENTO fu un periodo di completa rinascita delle manipolazioni manuali ,dato


che l‟individuo ritorno‟ al centro dell‟universo.

Vi sono molti documenti del diciottesimo e diciannovesimo sec, periodo in cui la


professione medica acquisto‟ enorme prestigio , ovviamente in questo contesto il
massaggio si posiziono‟ al centro delle discipline del corpo. Il fisiologo GIOVANNI
ALFONSO BORELLI analizzo‟ le contrazioni muscolari ed il dottor WILLIAM HARVEY
analizzo‟ i processi circolatori.

IL XIX SECOLO

In questo secolo si e‟ attuato il massimo sviluppo del massaggio.

UN ginnasta svedese HENRIK LING combino‟ la conoscenza della filosofia con la


ginnastica e con alcune tecniche del massaggio apprese in CINA.

Da qui ebbe origine il primo massaggio vero con una sequenza di movimenti sul corpo con
una logica e con diverse ripetizioni delle varie manualita‟.
3
Da qui si origino‟ il MASSAGGIO SVEDESE, ancora oggi primo fondamentale massaggio
oggetto di studio. Il massaggio si e‟ diffuso in fretta.

Il primo corso di studi di massaggio venne aperto nel 1813 .

Nel 1850 il dottor MATHIAS ROTH scrisse il primo manuale di massaggio svedese ,cosi‟
che molti esperti potessero attingere al testo per imparare.

In seguito si sono succedute moltissime pubblicazioni sul massaggio, nel 1985 JOHN
HARVEY KELLOG scrisse THE ART OF MASSAGE ,opera che esaltava i vantaggi della
terapia manuale che risulto‟ coerente con gli studi successivi.

ERA MODERNA E FUTURO

Durante la prima guerra mondiale venne istituito il MILITARY MASSAGE SERVICE ,per
lenire i dolori delle ferite di guerra .

Una grande svolta avvenne nel 1970, in CALIFORNIA; dove il massaggio venne praticato
in modo piu‟ intuitivo , spontaneo, per promuovere una crescita psicologica della persona
che riceveva il massaggio. Da qui ebbe origine il massaggio CALIFORNIANO.

Anche questo tipo di massaggio e‟ ancora molto praticato.

IL FUTURO

Oggi il massaggio e‟ parte integrante della cura del corpo e della psicologia umana-

Con esso usato come complemento si parla di medicina integrata.

RICORDIAMO BENE CHE QUELLO CHE L‟OPERATORE DEL BENESSERE


EFFETTUERA‟ SARA‟ SOLO MASSAGGIO ESTETICO: migliorativo ma non curativo!!!!!!

4
INTRODUZIONE ALLA MASSOTERAPIA

Fondamentale per diventare massoterapista e‟ la formazione professionale. Cio‟comporta


l„apprendimento di tecniche e nozioni di anatomia, gestione cliente, igiene, psicologia.
Fondamentale e‟ anche l‟attitudine a lavorare con le mani sul corpo umano.

Il consulente deve possedere buone capacita‟ comunicative, organizzative, possedere uno


schedario con anamnesi del cliente per non incorrere in errori. Fondamentale e‟ la
riservatezza e la pulizia del consulente e dell‟ambiente nel quale si effettuano i trattamenti.

UN TERAPISTA COMPETENTE DEVE RICONOSCERE I PROPRI LIMITI: I


MASSAGGIATORI NON FORMULANO DIAGNOSI E NON SONO FISIOTERAPISTI!!!!

POSSONO PERO‟ CONSIGLIARE IL CLIENTE ED INDIRIZZARLO.

IBENEFICI OFFERTI DAL MASSAGGIO ESTETICO

I benefici del massaggio possono essere classificati in: fisici, emozionali, psicologici,
energetici.

Benefici fisici: problemi muscolari e scheletrici, stimola la circolazione , stimola e tonifica i


muscoli li rende flessibili, li ossigena.

Problemi muscolari: il massaggio toglie tensioni e contratture, migliorando la postura.

Problemi circolatori: migliora il flusso di linfa , arterie e vene.

Problemi respiratori: rilassa i muscoli respiratori, rallenta respiro affannato.

Problemi digestivi e d‟intestino.

Sollievo del dolore fisico e psicologico:rilasciando endorfine e sostanze analgesiche .Altri


benefici sono ovviamente di natura emozionale e psicologica, aumenta i livelli energetici.

LINGUAGGIO DELLA MANIPOLAZIONE

La fisiologia umana e‟ molto complessa e il massaggio stimola molti processi sottocutanei,


attivandoli e migliorandone le prestazioni.

5
La manipolazione trasmette messaggi al cervello e attiva messaggi al cervello e attiva
risposte sotto forma di segnali chimici., che determinano una combinazione di effetti
calmanti e stimolanti.

Il tatto e‟ l „unico senso che interessa tutto il corpo. Quando si effettua un massaggio la
sostanza principale che viene liberata e‟ l „ossitocina. Questa sostanza favorisce il
rilassamento e favorisce il rilassamento e il benessere.

Poi con il massaggio si liberano endorfine che fungono da analgesico. Il massaggio


favorisce anche l‟omeostasi (che vuol dire mantenere equilibrio del metabolismo del
corpo), cio‟ contribuisce al mantenimento dell‟equilibrio contro alterazioni esterne.

Quando viene applicato un massaggio il corpo risponde in due modi: meccanico e


riflesso.

IL TESSUTO CONNETTIVO che via via viene manipolato viene stimolato , aumenta la
circolazione sanguigna, si allenta la tensione muscolare e si riduce la formazione di
tessuto cicatriziale. Di contro il corpo si rilassa, la pressione si abbassa ed il respiro si fa
piu‟ lento.

Per comprendere quanto sia efficace il tatto basta pensare all‟addestramento dei
massaggiatori ciechi e ipovedenti.

In NEPAL un gruppo di ipovedenti sono riusciti a diventare autosufficienti offrendo


massaggi ai turisti stanchi dopo escursioni sull‟Hymalaya.

Il tatto costituisce un messaggio di comunicazione potente.

6
Tipologie di massaggio
Benche‟ esistano circa 75 tipologie di massaggio codificate, in realta‟ i metodi
maggiormente usati sono: Occidentali piu‟ fisici e Orientali piu‟ spirituali.

E‟ utile che un operatore di massoterapia conosca i vari tipi di massaggio praticati e abbia
una conoscenza di base delle altre terapie corporee e complementari.

Oltre ai massaggi occidentali di tipo svedese, vi sono massaggi THAY, CINESI;


AYURVEDA; ed INDIANI.

Terminologia del Massaggi


TERMINI ANATOMICI: Il corpo umano ha una struttura tridimensionale cosi‟ il corpo puo‟
essere suddiviso in tre parti o piani, i quali costituiscono i piani di riferimento.

I piani sono :quello sagittale che attraversa il corpo dall „alto al basso e lo divide in sinistra
e destra.

Quello frontale, il quale attraversa verticalmente il corpo da sinistra a destra e lo divide


fronte/retro.

Il piano orizzontale attraversa il centro del corpo, dividendolo in parte superiore ed


inferiore.

ALTRI TERMINI

Mediale: verso linea mediana del corpo (per esempio l‟ ombelico è mediale)

Laterale: verso il lato

Prossimale: piu‟ vicino al punto di riferimento (piu‟ vicino )

Distale: piu‟ lontano al punto di riferimento

Supino : posizione a pancia in su‟

Prono : a pancia in giu‟