Sei sulla pagina 1di 4

SIS 2007/2008 Oggi ci prefiggiamo di…

La lezione di oggi ci permetterà di inquadrare il problema


dell’integrazione delle ICT nella scuola, soprattutto in relazione
alla didattica dell’italiano. In particolare, ci occuperemo di:
Applicazioni informatiche – Introdurre il laboratorio
alle discipline umanistiche • che cosa faremo nei nostri 4 incontri
• scopi e criteri di valutazione
– Conoscere i principali strumenti
informatici utili per la didattica
Insegnare italiano con le ICT dell’italiano
• dizionari, concordanze e risorse online
Simone Fornara • PowerPoint
– Vedere alcuni esempi di itinerari
didattici multimediali
SIS 2007/2008 · Simone Fornara 2

Il laboratorio
Le ICT e la scuola
• Programma-calendario
• Scopi e obiettivi • ICT =
– conoscere meglio le ICT Information and Communication Technologies
– usare la ricerca online e PowerPoint per progettare itinerari didattici di
italiano (lingua e letteratura)
• Negli ultimi anni, soprattutto in alcuni paesi, ci si è
• Modalità di lavoro preoccupati di studiare e promuovere
– a coppie l’integrazione delle ICT nella scuola
– progettazione in laboratorio
– presentazione degli itinerari progettati
• Perché si tratta di un’iniziativa
• Prerequisiti importante?
– conoscenza dell’uso del computer nelle sue funzioni di base
– buona padronanza della ricerca in Internet con i motori di ricerca
– conoscenza di PowerPoint nelle sue funzioni di base
• Valutazione
– partecipazione al laboratorio e consegna dell’itinerario didattico
progettato su supporto informatico

SIS 2007/2008 · Simone Fornara 3 SIS 2007/2008 · Simone Fornara 4

Alcune risposte ICT e interdisciplinarità

• Le ICT • Tanti tipi di utenti


– sono vicine ai ragazzi e... – Le ICT sono al servizio dell’utente comune e del
ricercatore, del docente e dello studente, del
– ...ci fanno sentire vicini a loro professionista e di tanti altri ancora
– aiutano a catturare la loro attenzione • Tante discipline
– facilitano l’apprendimento – Ogni disciplina può trarre vantaggio dal ricorso alle
– possono far divertire ICT, perché in ogni ambito si stanno sviluppando
strumenti informatici nuovi e sempre più
– offrono moltissime possibilità
performanti
– possono essere applicate alla ricerca – Una delle virtù principali delle ICT, infatti, è proprio
– favoriscono la sintesi l’interdisciplinarità che le caratterizza
– e tanto altro ancora... – Per il docente, ciò è di particolare importanza

SIS 2007/2008 · Simone Fornara 5 SIS 2007/2008 · Simone Fornara 6

1
Le ICT e le discipline umanistiche Le ICT e l’italiano

• Quali strumenti? • Gli strumenti per l’italiano


(didattica e ricerca)
– archivi multimediali, enciclopedie,
– cataloghi di libri
database, riviste online, cataloghi,
dizionari, generatori di concordanze, – dizionari (online e su CD-rom)
software di videoscrittura, software per la – concordanze (LIZ: Letteratura Italiana Zanichelli)
realizzazione di presentazioni multimediali, – risorse per la scuola
testi e archivi di testi online, – archivi di testi
traduttori, ecc. – archivi di immagini
un esempio per il latino: – archivi multimediali (file sonori, video, ecc.)
la Bibliotheca Teubneriana Latina – altre risorse per la ricerca
come rientrano nella
didattica dell’italiano?
SIS 2007/2008 · Simone Fornara 7 SIS 2007/2008 · Simone Fornara 8

Uno strumento per tanti usi Attenzione!

• Perché PowerPoint nella didattica • Controindicazioni ed effetti collaterali


– Come un medicinale, è bene leggere attentamente
– è uno strumento versatile
le avvertenze prima di usarlo!
– tutti i sistemi operativi ne sono dotati dal punto
di vista – PowerPoint è efficace e utile solo se viene
– è diffusissimo e facile da usare informatico usato bene, altrimenti può essere dannoso:
– è multimediale • confonde le idee
• allontana il ragazzo dal docente
– aiuta a seguire il docente dal punto • non aiuta a fissare i nodi cruciali
– facilita l’apprendimento di vista • distrae dall’apprendimento
didattico • annoia
– aiuta a fissare i nodi cruciali e
– avvicina il docente all’allievo pedagogico • Solo se lo conosci, può diventare un prezioso
alleato nella sfida quotidiana dell’insegnamento
e in più
più... può essere divertente!
SIS 2007/2008 · Simone Fornara 9 SIS 2007/2008 · Simone Fornara 10

Quali “avvertenze”? Non scrivere troppo nelle singole slides


Proviamo a vedere tutti insieme quale può essere
• Alcuni suggerimenti “in negativo”, cioè l’effetto indesiderato di una pagina troppo fitta e di
che cosa non bisogna fare quando si usa titoli troppo lunghi che non facilitano
PowerPoint l’inquadramento del problema di cui si sta discutendo
– scrivere pagine troppo fitte si evidenzia in particolare un calo dell’attenzione che è direttamente
proporzionale alla lunghezza delle frasi e all’impatto visivo scoraggiante di
(o inserire troppi elementi nella stessa slide) una diapositiva (in inglese si chiama “slide”) piena di parole tra le quali risulta
– scrivere esattamente ciò che si vuole dire pressoché impossibile individuare le più significative e importanti, quelle cioè
che dovrebbero veicolare il senso principale dell’informazione o del concetto
– inserire effetti di transizione trasmessi; se poi sto cercando di prendere appunti mentre il docente parla,
ed animazioni troppo lenti ecco che non riesco più a seguire ciò che sta dicendo e a coordinare la vista e
l’udito con il movimento della mano che scrive sul foglio (per non parlare del
– usare colori che non facilitano la leggibilità mio povero cervello, che si arrabatta nel tentativo di non soccombere a
– usare caratteri troppo piccoli un’emicrania improvvisa e devastante causata da un evidente sovraccarico
cognitivo); alla fine perdo il filo del discorso e, se recupero gli appunti presi,
non riesco più a ricostruirlo. In altre parole, ho perso solo tempo e non ho
neppure capito qual era l’argomento trattato e mi sono costruito una pessima
immagine dell’insegnante incapace di comunicare con me.
SIS 2007/2008 · Simone Fornara 11 SIS 2007/2008 · Simone Fornara 12

2
Non scrivere esattamente ciò che si vuole dire Non usare animazioni troppo lente

• PowerPoint è uno strumento di sintesi • Immissione di testo e animazioni lente


– per questo motivo non deve riprodurre le parole favoriscono la noia
esatte che io intendo dire durante la lezione – All’inizio stimolano la
– non si tratta di fotocopiare il mio discorso, curiosità
ma di fissarne i punti principali
– favorisce la mia capacità di sintesi,
– Poi iniziano a creare
ma la stimola anche negli allievi
perplessità
– in altre parole, PowerPoint aiuta
a imparare a prendere appunti!

– Infine provocano
disperazione

SIS 2007/2008 · Simone Fornara 13 SIS 2007/2008 · Simone Fornara 14

Non usare colori che non facilitano la leggibilità Indicazioni d’uso


• Alcuni suggerimenti “in positivo”,
la pagina deve
cioè che cosa è consigliabile fare
essere leggibile e
non dobbiamo stupire quando si usa PowerPoint
con effetti speciali
non affaticare la
– puntare alla sintesi (poche parole, ma buone)
vista
– ricorrere a schemi e tabelle, quando possibile
non dobbiamo – inserire effetti di transizione ed animazioni veloci
va bene ipnotizzare l’allievo – favorire le sequenze di animazioni, seguendo la strategia
della “scoperta” (metodologia induttiva)
evidenziare, la sobrietà e il buon – “pulire” la pagina senza sovraccaricarla

ma non gusto, prima di tutto – movimentare la lezione con inserti divertenti


e con momenti di pausa (immagini, filmati, ecc.)

bisogna mai attenzione alle


– strutturare bene la lezione (introduzione, svolgimento,
conclusione)
combinazioni di colori
esagerare –

se proponete esempi, usate i nomi dei ragazzi
prestare molta attenzione agli aspetti grafici
SIS 2007/2008 · Simone Fornara 15 SIS 2007/2008 · Simone Fornara 16

Sulla grafica della slide Le funzioni di base di PowerPoint


• Grafica semplice ma efficace • Per utilizzare PowerPoint
– attenzione ai colori: sceglierli sempre avendo – è bene imparare a usare le sue funzioni di base
ben presente il locale dove si proietterà la – solo quando si è raggiunta una buona padronanza di
presentazione (illuminazione, sole dalle finestre, queste funzioni, si può passare a quelle avanzate
dimensioni dello schermo o del telo, ecc.) • Le funzioni di base
– puntare su contrasti forti (sfondo chiaro e – partire dai modelli già esistenti
caratteri scuri, o sfondo scuro e caratteri chiari)
– inserire i titoli e i testi
– attenzioni ai font (caratteri): scegliere quelli
– aggiungere le animazioni personalizzate
più comuni, perché il computer usato potrebbe per l’entrata dei testi e...
non aver installato altri tipi di font
– stabilire l’ordine e la modalità
• Favorire la leggibilità di comparsa dei testi
• Preferire la funzionalità all’estetica – inserire immagini dalla raccolta clipart
(ma non è detto che la prima escluda la seconda) o da altre risorse (e le relative animazioni)
SIS 2007/2008 · Simone Fornara 17 SIS 2007/2008 · Simone Fornara 19

3
La stampa delle slides e delle presentazioni Un suggerimento per la stampa

• Che cosa faranno i vostri allievi • Per stampare una presentazione


– vi chiederanno di avere a disposizione una – dal menu “stampa” scegliere l’opzione “stampati”
versione stampata della presentazione – stampare in bianco e nero
– vi chiederanno di averla prima dell’inizio della lezione (a meno di esigenze particolari)
• Che cosa dovreste fare voi – stampare 3 slides per pagina (PowerPoint inserirà
– sostenere il valore didattico-pedagogico di PowerPoint automaticamente, a lato di ogni slide, alcune righe per
scrivere i propri appunti), oppure
– c’è presentazione e presentazione:
– stampare 6 slides per pagina, se pensate che sia
• per una lezione tradizionale e frontale, la superfluo prendere ulteriori appunti
distribuzione a priori delle slides può essere
giustificata – creare, se possibile, un file pdf della stampa
da distribuire agli allievi
• per una lezione induttiva, che punta alla “riscoperta”
partecipata, distribuire prima le slides
è un errore da non commettere

SIS 2007/2008 · Simone Fornara 20 SIS 2007/2008 · Simone Fornara 21

Che cosa abbiamo visto

In questa lezione introduttiva, dopo aver chiarito gli scopi e le


modalità del laboratorio, abbiamo discusso l’ampio problema
dell’integrazione delle ICT nella scuola. In particolare, abbiamo
parlato di...

– Rapporto tra ICT


e discipline umanistiche
– Specificità degli strumenti informatici
per la didattica e la ricerca dell’italiano
– Utilizzo di PowerPoint come valore
aggiunto alla lezione di italiano

SIS 2007/2008 · Simone Fornara 22