Sei sulla pagina 1di 8

Anno 3 - Dicembre 2006 - Periodico di informazione e cultura territoriale a cura dell’Associazione culturale Cara Garbatella - Distribuzione gratuita

Natale di solidarietà
di Lorena Guidaldi
Promuovono l’iniziativa di solidarità
Un regalo buono che fa bene: olio
extra-vergine di oliva a sostegno
Forgillo, che si prodigano in una dell’attività del reparto oncologi-
atale: tempo di spiritualità serie di valide iniziative a favore dei

N ma anche di shopping sfre-


nato, in una corsa al regalo
che coinvolge tutti indistintamente;
più disagiati. Ogni lunedì e venerdì
pomeriggio si svolge una distribu-
zione di indumenti ed ogni fine mese
co del sant’ Eugenio.
Festa con tombolata, domenica 18
dicembre nei locali del Centro
Anziani di Via Pullino 97 a partire
di riflessioni profonde ma anche di di un pacco viveri, con generi ali- dalle ore 19,30. Il ricavato della
pranzi e cene infinite; di serenità ma mentari a lunga conservazione. festa è destinato all’Associazione
anche di situazioni agitate e confu- Anche qui si può contribuire in Casagrande Scaramelli coordinata
sionarie. Ma anche e soprattutto maniera solidale vista la possibilità dal Prof. Mauro Antimi, direttore
del reparto oncologico del sant’Eu-
tempo di solidarietà, un tema che di portare alimenti ogni domenica
genio.
non può prescindere assolutamente mattina per tutto il periodo Per prenotazioni e informazioni
da questo periodo e viaggia di pari dell'Avvento, o partecipando alla orietta.acna@tin.it
passo con il grande impegno delle pesca di beneficenza dell'8 dicem- am.procacci@federlazio.it
persone comuni. bre, il cui ricavato va, ormai da venti giancarlo.proietti@tin.it
A questo proposito vogliamo anni, ad incrementare l'offerta per i tel. 06 51 36 557
segnalare delle iniziative rivolte a chi più disagiati.
vive un disagio, che avranno luogo Si chiude con il tradizionale pran- Quei "sovversivi"
nel quartiere proprio a ridosso delle zo organizzato dalla Comunità di della Garbatella
festività natalizie, confidando anche Sant'Egidio, che si tiene per il terzo Un'anticipazione del libro di
nella buona volontà dei singoli citta- anno consecutivo il giorno di Natale Gianni Rivolta, edito da Cara
dini, che hanno già dato, in occasio- nella Parrocchia di San Filippo Neri. Garbatella, che verrà presentato
ni passate, forti risposte in questo Vista la varietà di iniziative non è nel quartiere nei primi giorni di
senso. difficile scegliere in che modo dare gennaio
Iniziamo col segnalare una iniziati- nio. Prenotando l'olio entro il 15 ste del quartiere. solidarietà e aiuto a chi non ha tanti a pag 5
va che ci vede coinvolti direttamente dicembre (il costo è di 20 Euro per Questa iniziativa avrà la serata validi motivi per festeggiare; basta
per il terzo anno consecutivo: anche due litri e 40 Euro per una lattina da finale il 16 dicembre, quando si terrà, fermarsi a riflettere sulle molteplici Quali certezze sui
per questo Natale "Cara Garbatella" cinque litri), ognuno potrà fare un anche per quest'anno, la tombolata di realtà che anche il nostro quartiere ci lavori del mercato coperto
aderisce all'iniziativa dell'Associa- regalo salutare (non serve ricordare i beneficenza presso il Centro Anziani mette tutti i giorni sotto gli occhi e della Garbatella?
zione "Altrevie" e promuove la ven- molti benefici di questo prezioso ali- di via Pullino. agire anche con un piccolo gesto. Il parere di Natale Di Schiena
dita di olio extravergine di oliva il cui mento), e soprattutto solidale. La Vogliamo ora segnalare una realtà Buon Natale.„ segretario dei Democratici di Sinistra
ricavato sarà devoluto all'associazio- consegna avverrà la settimana suc- del nostro quartiere che forse non a pag 2
ne "Casagrande Scaramelli" guidata cessiva alla prenotazione. Le preno- tutti conoscono: una sede della
dal Prof. Mauro Antimi che si occupa tazioni si ricevono presso il Centro di Caritas presso la parrocchia San
di ricerca ed assistenza oncologica Via Caffaro 10, dove la gentile Filippo Neri. Qui operano sedici pen-
all'interno dell'ospedale Sant'Euge- signora Gianna raccoglierà le richie- sionati rappresentati dal signor Luca

Finalmente ha un "tetto" Via C. Citerni, 9 (Circ. Ostiense) Roma Tel. 06 5741085

il ponticello di Piazza Biffi


inalmente il ponticello

F medioevale di Piazza Euge-


nio Biffi ha una copertura
protettiva, un tetto costituito da cin-
que lastre di robusto plexiglas soste- Tel. 0651607144
nute da un'armatura metallica oppor- Pesce di paranza dai
tunamente sagomata. Inoltre gli migliori porti d’Italia
imbocchi del sottarco sono protetti Fax. 0651430981
da due cancellate di ferro. Non è P.Vendita: Via Ignazio Persico, 73/75
stata effettuata nessun opera di con-
Cell.3402285043
solidamento delle murature che, nel P.IVA e C.F. 07231511002
lungo periodo in cui il manufatto era
rimasto senza protezione, si erano
localmente sbriciolate.
Ricordiamo in breve la storia del
ponticello. Nell'effettuare nella piaz-
PIZZERIA RUSTICA
Come appare adesso il ponticello di Piazza Biffi dopo la tanto attesa copertura
za lo scavo per un parcheggio sotter-
raneo, venne alla luce, a una profon- dall'Aventino. L'Almone, che adesso abitanti. Pur non avendo un partico-
dità di sette metri, un ponticello, scorre in galleria artificiale sotto la lare valore storico o artistico, il
costituito da povero materiale di Circonvallazione Ostiense, a sua Municipio volle salvarlo, rimuoven-
risulta, che era servito in un lontano volta è un affluente di sinistra del dolo dal sito originario e ponendolo
passato a superare a piedi asciutti un Tevere. Il nostro ponticello, di età nei giardini sovrastanti il parcheggio
corso d'acqua proveniente dalla zona imprecisabile, probabilmente sotterraneo, come testimonianza di
Circ.ne Ostiense -Gastronomia
dove adesso si trova il palazzo della medioevale, era rimasto interrato da un lontano passato di quei luoghi.
149/151 -Pizze tonde a portare via
Regione. Il fiumicello era un depositi alluvionali trasportati dal- Un'iniziativa lodevole che però per
affluente del fiume Almone, che ha l'Almone o dilavati dalle pendici concretarsi ha impiegato tempo. Ma, Tel 06 57302048 -Pizzeria
formato nei millenni la vasta valle della collina della Garbatella. La sua come dice il proverbio, "tutto è bene -Tavola calda a pranzo
che separa le colline della Garbatella scoperta destò molto interesse negli quel che finisce bene".- (C.B.)„

1
Anno 3 - Dicembre 2006

hi abita alla Garbatella o chi


E' ora di dare certezze sui lavori del Probabilmente, anche questi moti-

C si trova a passare per il


quartiere nota un edificio un
po' malandato che però mostra mercato coperto della Garbatella
vi oltre a quelli oggettivi già sottoli-
neati, potrebbero essere alla base di
un malumore crescente di parecchi
un'imponenza vera che è testimone commercianti che non vorrebbero
di fasti trascorsi. tornare al vecchio sito. A questo
Sull'annosa questione del mercato coperto della Garbatella, i cui lavori di ristrut-
Quello è il mercato. Una struttura punto vogliamo fare qualche consi-
di vendita di prodotti, non solo ali- turazione sono cominciati quasi quattro anni fa e sono attualmente fermi, abbiamo derazione: sarebbe utile discutere
mentari ma di merci di tutti i tipi: una chiesto un parere al segretario dei Democratici di sinistra Natale Di Schiena con le forze politiche presenti nella
specie di suk arabo multicolorato e mente che, senza questa struttura, l'o- zona sulla possibilità/necessità di
vociante come lo sono un po' i vec- pera si rivelerebbe inutile. Sembra grandi insediamenti urbani e infra-
chi mercati che a Roma hanno con- non sia stato prodotto uno studio strutturali perché questi, se non
tribuito a costruire la storia della attento sulla localizzazione degli governati, producono disagi alla
città. Il mercato della Garbatella è l'i- stessi, data la difficoltà di avviare le popolazione, compresa quella che
dentità del quartiere perché al centro opere di sbancamento in un luogo viene ad insediarsi ex novo. Può
della sua parte storica e per il fatto di vicino al mercato senza arrecare darsi che ciò sia avvenuto. Noi non
essere stato per decenni un punto di danno all'ambiente circostante. siamo a conoscenza di nulla in que-
incontro tra le persone, un luogo di Le risposte a queste osservazioni sto ambito e vorremmo capire cosa
scambio di esperienze e di socializ- sono diverse e vanno dal riconosci- sta accadendo.
zazione. Al mercato andavano le mento dei ritardi, alla considerazione Inoltre, qualche osservazione
forze politiche a saggiare il polso che il progetto è stato studiato da pro- vogliamo esprimerla. I lavori debbo-
della situazione, a sentire gli umori fessionisti di grande valore che no andare avanti con rapidità e con-
delle persone, ben sapendo che l'o- hanno apportato continue revisioni al cludersi entro il 2008 altrimenti tutto
rientamento del mercato rappresen- progetto originario proprio per tenere diventa inutile; perciò pensiamo che
tava un humus profondo, di grande L’interno del mercato coperto della Garbatella come si presenta attualmente conto delle osservazioni degli opera- chi è preposto al controllo dell'anda-
rilievo. Il mercato della Garbatella mercato a Santa Galla nella prospet- Il resto del progetto non marcia e tori economici. mento dei lavori dovrebbe rapida-
rappresentava il cuore pulsante del tiva di un rientro, nel vecchio sito, a ciò crea una grande confusione. Le Va detto per onestà e per compren- mente intervenire e chiedere ragione
quartiere. Con la sua complessa migliori condizioni. motivazioni sono molteplici: vi è dere bene la natura della discussione dei ritardi e valutare eventuali diver-
umanità era un elemento di civilizza- Dapprima ci furono resistenze al difficoltà ad armonizzare gli inter- che, nel quartiere, stanno maturando se scelte.
zione importante perché luogo di trasferimento che avvenne con carat- venti finanziari perché sono diversi e novità immobiliari molto forti, tali da Per noi non è possibile che alla
scambio delle merci e di costruzio- teri di temporalità: i banchi erano e non collegati tra loro i centri erogato- spostare in altre aree della zona gli Garbatella, di fatto, non ci sia più il
ne/consolidamento di rapporti socia- sono all'aperto e questo è un proble- ri e questo fatto mercato, perché i cittadini non lo
li. Un quartiere, soprattutto se popo- ma igienico significativo; il traffico determina un accetterebbero tenendo conto che, da
lare, vede ridotta la propria identità in quella parte del quartiere è aumen- andamento delle quella parte del quartiere, abitano
se manca il mercato e le persone tato; una parte del quartiere è rimasta opere di ristrut- persone anziane che hanno la neces-
sono costrette a cambiare i propri priva di un riferimento per la spesa e turazione segna- sità di poter usufruire, in luoghi rag-
riferimenti e le abitudini. Oggi ci tro- molti cittadini sono ricorsi ai negozi, to da grande giungibili, di tutti i servizi di cui
viamo in questa situazione perché ai supermercati o alle piccole banca- confusione; non hanno bisogno. Questa nostra opi-
non c'è il mercato alla Garbatella e relle. Tutto questo ha prodotto disagi si conoscono nione non comporta il rifiuto delle
sono molto lontani i tempi per la per i prezzi, la freschezza e la qualità realmente i pro- osservazioni che parte dei commer-
ripresa del suo ruolo. dei prodotti. I commercianti, pur in getti di rilancio cianti esprimono. Ovviamente
I motivi che suggerirono la ristrut- condizioni operative un po' disagiate del mercato (che accettiamo le loro valutazioni com-
turazione sono noti: strutture vecchie ,hanno aumentato il loro introiti. E' in erano parti prese quelle di una parte degli opera-
Il mercato coperto della Garbatella visto da Via degli Armatori
e inadeguate; problemi di igiene; quest'ambito che sono iniziate le dif- essenziali dell'idea tori che ha maturato l'idea di cercare
inagibilità del luogo perché privo di ficoltà. di un mercato dotato di ufficio posta- interessi economici. Sappiamo che una allocazione diversa, pur nello
parcheggi e perciò con difficoltà di Innanzitutto la questione dell'anda- le, di banche e ristoranti) che, nelle l'area vicino al Terminal Ostiense è stesso quartiere, utilizzando strutture
presenza per le persone e per lo sca- mento dei lavori. Va detto che attual- mutate condizioni storico-sociali, stata ceduta ad una società privata pubbliche. E' necessario un confron-
rico delle merci. Questa situazione mente siamo in una fase di stallo per- ridiventasse punto di aggregazione e per circa 22 miliardi di vecchie lire e to con il Municipio e con
aveva indotto problemi nel mercato, ché non ci sono interventi e non si perciò di profitto per gli operatori; le che lì sta nascendo un sistema di l'Assessorato competente in questa
perché diminuiva la presenza degli capisce quando riprenderà l'azione strutture di vendita proposte, a senti- negozi; un supermercato; insedia- materia, avviando una discussione
acquirenti e quindi era ridotta la che fino ad oggi ha prodotto solo la re i commercianti, parrebbero picco- menti abitativi di prestigio; alcune sui possibili, alternativi spazi che il
remunerazione per i commercianti. ristrutturazione di una parte del mer- le e strette e quindi poco agibili per parti del futuro Campidoglio 2: per- Municipio può offrire a tutti gli ope-
E' in quest'ottica e nella volontà di cato e più precisamente una sala a un'organizzazione del lavoro adegua- ciò quel luogo potrebbe diventare ratori interessati.
rilanciare/rimodernare il mercato disposizione del Municipio XI, risi- ta. interessante per l'inserimento in una
che, da alcuni anni, è stato deciso stemata da una associazione privata Infine c'è il problema dei parcheg- parte pubblica degli operatori del Natale Di Schiena
uno spostamento temporaneo del come "urban center." gi. Gli operatori hanno detto chiara- vecchio mercato. Segretario D.S. Garbatella

B U O N E F E S T E d a i c o m m e r c i a n t i d i Vi a G a e ta n o C a s a t i
Il bar augura alla
spettabile clientela
BUONE FESTE
e presenta la
MERCERIA
bottega del gusto
con i suoi PIGIAMERIA
prodotti tipici INTIMO
siciliani Auguri di buone feste FILATI
- P a n e t t o n i a l p i s ta c c h i o e a l l a m a n n a da Franco e Bianca
MAGLIERIA
- To r r o n c i n i Carne chianina e danese doc
- C i o c c o l a ta m o d i c a n a a l p e p e r o n c i n o
- B i s c o t t i a l l e m a n d o r l e e a l p i s ta c c h i o
PREPARIAMO: SARTORIA
- Vi n i , g r a p p e , a m a r i polli, capponi, faraone, ARTIGIANALE
- M a r m e l l a ta , m i e l e , f r u t ta d i m a r z a pa n e conigli, tacchinelle
-Cassate e cannoli siciliani senza ossa e ripeni IDEE REGALO
All’interno tanti altri prodotti di antica ricetta siciliana.
Vasto assortimento di cesti natalizi e cassette di vini. Via G. Casati 12
Per il periodo delle feste aperti la domenica tutto il giorno Pago bancomat e buoni pasto Tel. 06 57 43 386

2
Anno 3 - Dicembre 2006

Grandi e misteriosi lavori a ridosso della linea delle ferrovie dello Stato

Quel pasticciaccio brutto di via Palos di Eraldo Saccinto

ov'è Via Palos? Devo essere sincero, se qualcuno mi ni dovrebbero sorgere villini per abitazioni civili. Una schiera di

D avesse posto la domanda un anno fa avrei risposto forse


a Ostia o a Fiumicino. Via Palos è una sorta di compla-
nare della Colombo nel senso che, se si procede da quest'ultima
lussuosi appartamenti venduti a circa 700mila euro l'uno, pronti
tra circa ventiquattro mesi.
Una nostra richiesta di informazioni non ha ancora ricevuto
verso il centro della città, all'incrocio con la Circonvallazione risposta. Nel frattempo l'annuncio pubblicitario sembra scompar-
Ostiense, più o meno di fronte alla nuova sede del Gruppo so e non è rintracciabile ne sul sito di "Portaportese" ne su altri
l'Espresso-Repubblica, si può deviare sulla destra all'altezza del che di solito si occupano di compravendite immobiliari. Per con-
distributore di benzina e, invece di fermarsi al semaforo, passare tro, la richiesta di approfondimento inviata da parte nostra
sotto la Colombo e arrivare diretti a Piazza Giovanni da all'Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune non ha ottenuto
Verrazzano, dove è situata la sede temporanea del mercato della ancora alcuno responso.
Garbatella. E' una strada che di giorno è relativamente poco traf- Continueremo ovviamente a portare avanti questa indagine e ne
ficata ma che durante le ore notturne è occupata dal viavai delle riferiremo nei prossimi numeri del giornale. Restano alcune con-
prostitute, dei viados e dei loro clienti. E' sita in un'area fatta di siderazioni. Si stanno costruendo delle case in un'area molto vici-
occupazioni abusive, sulla quale ha insistito per qualche tempo un na ad un importante nodo ferroviario con tutte le conseguenze che
insediamento di "nomadi" i quali, quando nell'ottobre 2003 furo- questa locazione comporta: probabilmente agli acquirenti sareb-
Il tratto di Via Palos interrotto dai lavori
no allontanati dalla Muratella, piantarono qui il loro accampa- bero fomiti come optional dei tappi per le orecchie assieme ad una
mento. Dopo la loro evacuazione forzata, è stato il turno di alcu- ni adiacenti a questa via, che risulterebbero di proprietà dell'Acca, fornitura illimitata di sbiancante per panni. Parlando seriamente,
ni immigrati extracomunitari, la cui sorte però non è stata miglio- dopo essere stati opportunamente sgomberati, sono divenuti nel caso dovesse rispondere a verità che si stanno costruendo case
re: alcuni di loro, di origine nordafricana, sono stati arrestati per- oggetto di grandi e misteriosi lavori. Non una segnalazione che ne nel nostro quartiere, sembrerebbe che non si siano tenute in con-
ché, per sbarcare il lunario, si erano edificati un capanno nel quale indichi la finalità, gli scopi per i quali si dispongono imponenti siderazione le problematiche legate agli sfratti che si stanno ope-
tagliavano, confezionavano e spacciavano dosi di eroina. Questo sommovimenti di terra o il perché dell'abbattimento di alcuni rando alla Garbatella, agli affitti che sono diventati impraticabili
fintantoché i militi della Benemerita, insospettiti dal traffico di preesistenti ruderi di cemento. Tutto fino al momento in cui la e ai contratti di quartiere che non sono messi in grado di provve-
droga, improvvisamente rifiorito nel quartiere, non li hanno zona non è stata transennata e chiusa in modo definitivo. Nel caso dere alla soluzione dei bisogni dei cittadini che non possono per-
acciuffati, nel febbraio di quest'anno. Anche altri immigrati, in cui vi dovesse capitare di passare in questi giorni davanti alla mettersi l'acquisto di una casa. Si dimostrerebbe che anche nel
facenti parte di questa piccola comunità, sono finiti a Regina Camera di Commercio in Via Capitan Bavastro potrete osservare nostro quartiere è in atto lo smantellamento dello stato sociale,
Coeli, con l'accusa ben più pesante di terrorismo internazionale, da un lato il procedere dei lavori, enormi cumuli di terra smossa, con una visione incentrata sull'uso privato del territorio, col ricor-
sospettati di collegamenti con il terrorismo islamico e trovati in e dall'altro la sparizione di Via Palos! Alcune voci indicano che la so massiccio alla logica del mercato, una logica contraria a quel-
possesso di quattro chili di ferro-cianuro, di mappe del sottosuo- zona sia destinata alla costruzione di un grattacielo per uso uffici la politica che dovrebbe rilanciare le forme di partecipazione, di
lo di Roma, con evidenziata l'ambasciata Usa di Via Veneto. e di un altro per uso abitativo. Alte voci segnalerebbero fantoma- controllo e di pianificazione dello sviluppo della città., rispettose
Aldilà di queste note di cronaca nera, da qualche tempo i terre- tici annunci apparsi su "Portaportese" secondo cui su questi terre- dei bisogni della collettività.„

Previste due aree verdi. Collocazione degli uffici di Campidoglio 2. Attualmente in atto occupazioni abusive

Lo sviluppo della zona del Terminal Ostiense


'è una nuova città che sta sicurezza i te che vigilano sul

C nascendo ai confini tra la


Garbatella e l'Ostiense.
Lentamente ma inesorabilmente si
quartieri
Ostiense e
Garbatella
Terminal, si sono
spostati tutt' intor-
no al negozio di
sta attuando il Piano di Assetto della con il confi- Rocco Balocco,
Stazione Ostiense elaborato dai tecni- nante Parco occupando le altre
ci delle Ferrovie e del Comune di dell'Appia aiuole del piazza-
Roma alla fine degli anni 90, "arric- Antica, le, l'ingresso del
chito" poi nel 2002 dalla scelta strate- attraverso la sottopassaggio
gica del Comune di Roma di accen- nuova via pedonale ed un
trare tra Ostiense e Garbatella, con Palos previ- parcheggio inuti-
l'operazione Campidoglio 2, la gran sta accanto lizzato accanto al
parte dei propri uffici centrali finora ai binari e Terminal. E' già
sparsi in tutta la città. la vicina stato fatto presente nelle sedi compe- decoro e la legalità nel parcheggio
Fin dalla elaborazione del piano Sopra, il Terminal Ostiense. Le due foto sulla destra sono la testimonian- via della tenti che è indispensabile il ripristino recintato che è stato occupato, per-
(1998) la nostra Associazione za del pesante stato di degrado della zona. Travicella. dell'illuminazione, che si decida al ché la sicurezza ed il decoro sono
Insieme per l'Ostiense, che ha sempre autorizzazioni, i previsti lavori di In questo momento viviamo una più presto quali delle aree abbando- richiesti da tutti sia di destra che di
preferito la proposta alla protesta, ha ristrutturazione e potrà poi gestire fase particolare perché, accanto a sinistra. Se pur-
fatto pressioni sul Comune di Roma tutte le attività commerciali e di ser- queste grandi e profonde trasforma- troppo è vero che
perché venissero previste delle nuove vizi previste. Mentre l'area attual- zioni urbanistiche, dobbiamo consta- in mezzo a queste
aree verdi: il risultato finale è stata la mente utilizzata come parcheggio tare che le Ferrovie dello Stato (stan- persone meno for-
previsione di un'area verde più picco- privato diventerà, solo dopo il te anche la loro particolare situazione tunate sicuramen-
la in via Pellegrino Matteucci nell'ex 31dicembre 2008, del Comune che vi economica) hanno di fatto abbando- te si nasconde
area ferroviaria a ridosso dei binari costruirà uno dei due nuovi edifici nato le aree di Piazzale 12 ottobre qualcuno che
ed un'altra ben più grande, circa previsti per il Campidoglio 2. 1492: oltre a non essere più assicura- sopravvive di
30.000 mq, nella zona via Palos - via Come cittadini ed associazione ta una adeguata illuminazione, decine espedienti e scip-
Capitan Bavastro. continueremo a batterci perché ven- e decine di senza fissa dimora, pro- pi, e ciò purtroppo
Adesso è iniziata la costruzione gano realizzate le aree verdi previste venienti anche dall'altro lato della è riscontrabile
delle nuove abitazioni che dovrebbe- e messe a disposizioni di tutti i citta- Stazione Ostiense (dal I Municipio), dalle borse porta-
ro essere pronte entro un paio di anni; dini, così come vigileremo che venga visto che dalla parte opposta non vi è fogli carte di cre-
a settembre da parte delle Ferrovie mantenuta la promessa del 2001della alcun contrasto da parte delle autori- nate debbano passare nel patrimonio dito ecc. che è facile trovare abban-
dello Stato è avvenuta la vendita del previsione e successiva realizzazione tà, prima avevano occupato tutto il del Comune e che, pur nella solida- donati in mezzo ai rifiuti del piazza-
Terminal Ostiense ad una società pri- di percorsi pedonali ed itinerari cicla- marciapiede del Terminal Ostiense ed rietà verso coloro che hanno bisogno, le, nonché di spaccio, è però assurdo
vata che dovrà eseguire, dopo le bili che dovranno collegare in tutta ora, allontanati da lì da guardie priva- venga restituito a tutto il piazzale il che le forze politiche ora all'opposi-
zione, che sono state fino a pochi
mesi fa al governo e sono responsa-
Via Galileo Chini, 10
00125 (Roma) bili per prime della disastrosa situa-
Cento Comm.le “Le Colonne” zione economica e sociale e dei pro-
blemi di sicurezza, siano invece ora
Cucina Romana e Mediterranea Mario: 339 62.66.082 le prime a denunciare la mancanza di
Nicola; 335 83.98.745 organici e fondi per le forze dell'ordi-
Via Francesco O. da Pennabilli 5 Roma tel. 06 5110007 Fax: 06 521.58.54 ne e a strumentalizzare gli episodi
delittuosi.
Aperto tutti i giorni a pranzo e a cena
E-mail: facondo3@alice.it di Fulvio De Pascale
chiuso la domenica
Associazione Insieme per l'Ostiense

3
Anno 3 - Dicembre 2006

Sette Chiese: difficile il recupero suffragata da prove. Le carte più


antiche in nostro possesso, risalenti
al 1500, la indicano come "Via a San
Bastiano" o Sebastiano. Acquista

di quell'antica strada mortificata l'attuale appellativo sicuramente


dopo il 1567, allorché San Filippo
Neri, in pieno fervore controriformi-
sta, ripristina, con la benedizione del
Un'urbanizzazione incongrua l'ha spezzettata. Il taglio secco della Colombo. papa Pio V, il pellegrinaggio di
Ora si tenta di valorizzare i tratti superstiti. Garbatella, l' ottavo colle di Roma. massa alle sette maggiori basiliche
di Cosmo Barbato romane (alla Chiesoletta era prevista
zione culturale, la Libera Università una delle soste della processione).
ia delle Sette Chiese: è San Pio V. Poi arriva la Colombo, C'è da aggiungere che originaria-

V bastato meno di un secolo


per disfare quel che si era
andato formando nel corso di almeno
che ha tranciato brutalmente e ineso-
rabilmente la Via delle Sette Chiese.
Al di là la strada "riemerge" su
mente la via terminasse all'incrocio
con l'Ardeatina e che, per raggiunge-
re l'Appia e San Sebastiano, occor-
duemila anni. Ora si sta tentando di Piazza dei Navigatori e prosegue per resse indirizzarsi verso la "Regina
ricucire i vari tronconi di quell'antica subire un ultimo sfregio in Largo viarum" coprendo un tratto
strada, nata come una sorta di tan- Bompiani. dell'Ardeatina in direzione di Roma
genziale sud che raccordava cinque Si sta cercando adesso di rimedia- fino all'altezza del "Domine quo
vie: il Tevere (importantissimo per- re in parte a tutti questi sconquassi. vadis?". Successivamente si cercò di
corso fluviale), l'Ostiense, la Via Si è cominciato col valorizzare il rendere più agevole il percorso per
Laurentina, la Via Ardeatina e tratto che passa davanti alla San Sebastiano aprendo quell'ultimo
l'Appia. E' una strada di crinale, che Chiesoletta dei SS. Isidoro ed tratto della nostra strada indicato con
si snoda cioè sulla cima di una colli- Eurosia, inserendolo nel bel parco di il nome di "Vicolo delle Sette
na o di un gruppo di colline per evi- San Filippo Neri. Si sta cercando di Chiese" e che spartisce il complesso
tare i fondovalle acquitrinosi: nel risanare il tratto compreso tra Largo delle Catacombe di San Callisto da
nostro caso, a nord quello formato della Sette Chiese e Via quello di San Sebastiano: per fare
dal fiume Almone, a sud quello della Guglielmotti: viene trasformato in questo lavoro fu necessario sacrifi-
marrana di Grottaperfetta, due percorso pedonale (i lavori sono care parecchie cappelle che erano
affluenti del Tevere oggi tombinati cominciati a giugno!). Poi toccherà sorte sul fianco di San Sebastiano le
rispettivamente sotto la allo stesso Largo delle Sette Chiese, cui murature superstiti ora appaiono
Circonvallazione Ostiense e Via dove il progetto prevede la creazione come dei ruderi.
Giustiniano Imperatore. Roma ha un La facciata laterale della "chiesoletta"dei ss.Isidoro e Eurosia. La cappella era uno dei di due rotatorie e di ampi marciapie- La Via delle Sette Chiese percorre
esempio illustre di questo sistema di luoghi di sosta del pellegrinaggio di che però limiteranno il parcheg- la cima di un gruppo di colline note
viabilità arcaico in Via XX gio. Si proseguirà col risanamento un tempo come Colli di San Paolo
Settembre-Via del Quirinale, su cui giate, stoffe, monili e vasi funerari. di sapore plebeo che già da tempo del tratto tra Largo delle Sette Chiese che hanno la stessa caratteristica
confluivano la Via Salaria antica e la Intorno alla Via delle Sette Chiese, serviva a indicare questo lembo della
Via Nomentana: si chiamava "Alta una sorta di "colonna vertebrale" campagna romana: Garbatella.
Sèmita" e superava il colle più alto, il della viabilità, era andata formandosi Il fascismo mostrò di non avere
Quirinale, in direzione dell'emporio la Garbatella a partire dagli inizi grande rispetto per la nostra storica
degli anni Venti via. Largo delle Sette Chiese costi-
del secolo scorso, tuisce una prima cesura nell'unitarie-
prima dell'arrivo tà del tracciato, deviando l'attenzione
del fascismo. Il del viandante sulla più larga Via
nuovo quartiere Macinghi Strozzi. Nessun accorgi-
si doveva chia- mento urbanistico, nessun arredo
mare Concordia, particolare ne indicano il prosegui-
un nome che mento. Ancora più grave è il nodo di
richiamava un Piazza Sant'Eurosia, con la sua aiuo-
auspicio di pace la spartitraffico che nemmeno sta in
sociale. Ma poi asse col prosieguo della strada in uno
negli anni Trenta, dei lati del Parco di San Filippo Neri
in piena retorica (nella piazza è in corso una radicale
fascista, fu pro- ristrutturazione che tuttavia non
posto Remuria, potrà restituire l'unitarietà alla nostra
riesumando una via). Dalla successiva Piazza
tradizione che, Oderico da Pordenone la strada
contrariamente a addirittura si perde, diventando un
quella più accre- vicolo di poche decine di metri fino
Il bel portale sette-ottocentesco già appartenuto alla tenuta di mons. Nicolai (i disegni
ditata, avrebbe al taglio operato dalla Colombo. In
di questa pagina sono di Gianfranco Filacchione).
voluto che, su questo breve tratto rimane un raro
L'incrocio di Via delle Sette Chiese con il diverticolo di Via queste colline monumento originale, costituito dal e Piazza Sant'Eurosia. Ma insomma, geologica dei sette colli di Roma:
di Sant'Adautto invece che portale, l'unico rimasto dei dodici per quanti sforzi encomiabili si vor- sono accumuli di rocce piroclastiche
s u l l ' Av e n t i n o , che davano accesso all'arboreto di ranno fare, quei tre chilometri e (tufi, pozzolane e cappellacci) erut-
franco del Foro Boario, dove si Remo avrebbe preferito fondare la mons. Nicolai, il ricco prelato che tra mezzo della nostra strada resteranno tate per millenni dal grande vulcano
scambiavano gli armenti con il sale sua città: come è noto, secondo la '700 e '800 fu proprietario di tutta spezzettati, disomogenei, frutto di laziale. Esse hanno formato una col-
proveniente dalle saline e dove, risa- tradizione, prevalse Romolo e Roma questa zona: purtroppo è in stato di una colpevole e irreversibile distra- tre di 50-70 metri depositata sul
lendo il Tevere, approdavano i mer- fu fondata sul Palatino. In conclusio- abbandono, benché si trovi sul muro zione urbanistica. fondo di argille grigie plioceniche,
canti greci che offrivano merci pre- ne, da noi ebbe la meglio quel nome di recinzione di un importante istitu- Ma quanto è antica questa nostra testimonianza della preesistenza di
strada? A giudicare dalla presenza un fondo marino emerso. Col tempo
lungo il suo percorso di sepolcreti questa coltre è stata intaccata da vari
Una necropoli in Via Padre Semeria romani, possiamo risalire all'età
imperiale. Ci sono tracce però che
corsi d'acqua che si dirigono verso il
Tevere e che hanno sagomato il pae-
lavori nell'area tra la Colombo e Via Padre Semeria, destinata ad accogliere un grande edificio, sede dell'Istituto inducono a farla risalire anche all'età saggio, spartendolo in colline sepa-

I Postelegrafonici, hanno subìto uno stop temporaneo a causa del rinvenimento di un sepolcreto romano di II-III
secolo d.C. E' costituito da una ottantina di sepolture terragne, tra le quali ha destato particolare interesse quella
di una donna, ricoperta da tegoloni posti "alla cappuccina", la cui sommità è singolarmente sigillata e contraddistinta
repubblicana e addirittura all'età
arcaica. Come si chiamasse allora
non è dato saperlo. Si può tentare di
rate da profonde valli acquitrinose a
loro volta ricolmate in parte da torbe
e materiali incoerenti. Così abbiamo
da un bollo: la qual cosa ha fatto supporre che la sepolta fosse stata accusata di stregoneria o affetta da un qualche darle un nome a partire dal 1400: una il Campidoglio separato dal Palatino
morbo ritenuto infettivo, per cui quel sepolcro non doveva mai più essere aperto. Ipotesi un po' fantasiosa, nel senso targa murata sulla parete della chie- dalla Valle del Velabro, il Palatino
che, secondo la legge romana, tutte le sepolture erano inviolabili. soletta, incisa con caratteri almeno separato dall'Aventino dalla Valle
Nell'area erano stati già effettuati dei ritrovamenti: segnaliamo innanzitutto la grande cisterna circolare adiacente apparentemente quattrocenteschi, la Murcia (il Circo Massimo),
alla Colombo. Nei pressi nel 1940 venne alla luce un'epigrafe greca e due latine, un bassorilievo frammentario, due indicano come "Via Paradisi". Alcuni l'Aventino separato dalla Garbatella
rocchi di colonna di marmo bigio, un sarcofago di peperino, due coperchi di sarcofago in marmo uno dei quali recan- studiosi della campagna romana dalla Valle dell'Almone e così via.
te la raffigurazione di due defunti sdraiati. Nel 1964 si scoprirono inoltre resti di un sepolcro in laterizio con sarcofa- ritengono che si riferisca al nome di Possiamo dire quindi che la
go di terracotta di età severiana e altre tre sepolture "alla cappuccina".-C.B.„ una famiglia che aveva proprietà in Garbatella sia un ottavo colle di
zona. Una pura supposizione non Roma, il più meridionale.„

4
Anno 3 - Dicembre 2006

notte tra il 6 e il 7 novembre e, come


tutti gli anni, in occasione dell'anni-
versario della Rivoluzione russa, sui
ponti e sui palazzi della Capitale
sventolavano nello stupore generale
le bandiere rosse. Spartaco era salito
su un traliccio dell'energia elettrica
nei pressi dell'attuale Cristoforo
Colombo per issarne una. Ma una
svista gli fu fatale e cadde a terra ful-
minato.
Gli americani erano alle porte

Quei "sovversivi" della Garbatella della città. E nella notte tra il 3 e il 4


giugno del '44, prima dell'ingresso
delle gip a stelle e strisce, un gruppo
I comunisti irriducibili che operarono negli anni della clandestinità tra la borgata e le fabbriche dell'Ostiense di gappisti prese d'assalto armi in
pugno la sede del Fascio alla Villetta
di Gianni Rivolta
pervicace organizzatore di reti sov- altri con precedenti politici furono comunista clandestino, ancora di via Passino. Tra loro c'erano
on hanno avuto targhe alla versive nella Capitale, con cui si portati in carcere ed inviati al confino influenzato da posizioni filotrotzchi- Peppe e Orlando Lombardi, Libero

N memoria, medaglie di rico-


noscimento e la storia delle
loro vite si è persa negli anni.
incontrava spesso in un bar di via
Macerata. Sempre nello stesso Lotto
Icp si era trasferito fin da ragazzo
nelle isole.
Furono anni
L'organizzazione clandestina del
difficili.
ste, sotto la guida di una nuova gene-
razione di giovani intellettuali comu-
nisti.
Natalini, Armando Bartolucci,
Sandro e Andrea Coltellacci e i fra-
telli Mario e Alberto Polimanti.
Eppure, durante la dittatura fascista, Renato Pini, un muratore finito nella Partito Comunista d'Italia era conti- La caduta del fascismo il 25 luglio Nomi e storie che ricorrono spesso
quando tutto sembrava immutabile, rete della polizia politica già nel nuamente devastata dalle spie. I con- e le giornate di Porta San Paolo nel nei discorsi dei vecchi militanti
un drappello di uomini della dicembre del 1928 con Ariosto tatti con il Centro estero del partito settembre del
Garbatella, come in altre borgate e Gabrielli di Testaccio. Confinato a erano spesso interrotti a causa degli '43 aprirono
rioni di Roma, non abbassò la testa al Ponza, ritornò a Roma nel 1931 per arresti dei fiduciari interregionali. una nuova
Regime, sfidando carcere e confino. Bisognerà attendere l'entrata in fase per il Pci.
Chi erano questi irriducibili sov- guerra dell'Italia perché la situazione Il partito si
versivi che hanno mantenuto viva cominciasse a cambiare. Le condi- diede una
negli anni bui della clandestinità una zioni di vita erano sempre più diffici- organizzazio-
flebile rete organizzativa, agitando li e il fascismo iniziava a perdere ne militare al
attraverso la propaganda spicciola i consensi. centro e nelle
temi dell'antifascismo? Per lo più Anche alla Garbatella c'erano stati otto zone in
furono comunisti, tutti di estrazione episodi di ribellione popolare. Nel cui fu divisa
proletaria. Erano muratori, scalpelli- novembre del 1931 e nella primavera la città. La
ni e operai delle officine del gas, seguente le donne della borgata erano Garbatella
eredi della tradizione anarchica e scese per le strade contro l'aumento faceva parte
socialista, che tra la fine dei prezzi. Avevano preso d'assalto i della Settima,
dell'Ottocento e i primi decenni del forni e la milizia non era riuscita ad guidata dal
Novecento si era insediata nella zona arginare la protesta che aveva assun- commissario
industriale di Roma, nelle fabbriche to una dimensione di massa. Nei politico Sal-
dell'Ostiense e del porto fluviale, primi anni Quaranta la propaganda vatore Petro-
come nei quartieri residenziali di antifascista si intensificò. Ma la nari, un fac-
Testaccio e San Saba. repressione poliziesca si abbattè nuo- chino dei mer-
Quei comunisti "pericolosi" tra la Una foto segnaletica di Ruggero Favilla . vamente sulla gracile organizzazione cati generali
Sopra il titolo, una suggestiva immagine Sopra, Maceo Moretti. Antifascista abitava nel cuore della
fine degli anni Venti e nei primi anni comunista locale. Nel novembre del detto "l'avvo- Garbatella, in via Carlo Randaccio.
di come si presentava la zona industriale
Trenta si contavano sulle dita di una dell’Ostiense ai primi del novecento. 1941 l'Ovra mise le mani su una cel- catino" e da
mano. Giuseppe Favilla era uno di lula dell'Ostiense, che aveva dei con- Giuseppe Lombardi. A Petronari, come quelle dei morti alle Fosse
questi. Segatore di pietra e poi stuc- espatriare clandestinamente a tatti con i giovani intellettuali romani dopo la sua fucilazione per mano dei Ardeatine, a cui la Garbatella pagò
catore, abitava all' Albergo Rosso NewYork, dove visse nel Bronx. E Antonello Trombadori e i fratelli tedeschi l'8 ottobre del 1943, suben- un tributo altissimo: quello dei fra-
con la moglie e cinque figli. Era in poi Spartaco Proietti, il verniciatore Bufalini. Gli uomini di punta erano trò il tipografo Giovanni Valdarchi. telli Giuseppe e Francesco Cinelli
contatto con Ruggero Galeotti, d'auto del terzo Albergo di via Mario Leporatti, studente di lettere, Si trattava di più di 200 uomini entrambi comunisti, di Enrico
comunista romano già noto alla poli- Percoto, che venne arrestato nella Pio Minù, un disegnatore tecnico che impegnati nei quartieri di Testaccio, Mancini di Giustizia e Libertà, del
zia, che aveva conosciuto a Lipari al retata del marzo 1932 all'osteria delle abitava in via del Commercio e San Saba, Ostiense, Garbatella ed socialista Libero De Angelis, truci-
confino. Al suo ritorno alla Tre Rose sull'Ostiense. Spartaco Giovanni Maramao. In quell'arresto, Acilia in azioni di propaganda e di dato per mano dei tedeschi alla
Garbatella, nel 1931, era stato coin- insieme ad Ariosto Gabrielli, Alfredo che coinvolse più di quaranta mili- sostegno ai gap di zona in cui opera- Storta il 4 giugno del '44 insieme al
volto in una nuova catena di cellule Di Giovampaolo operaio del gas, tanti, cadde anche Maceo Moretti. Il vano i più temerari. In una di queste dirigente sindacale della Cgil Bruno
che volevano passare alle vie di fatto. stava ricostituendo una cellula comu- muratore abitava ai villini di piazza perse la vita Spartaco Proietti. Era la Buozzi e ad altri dodici compagni.„
Nell'officina del gas di San Paolo il nista tra i lavoratori della zona indu- Carlo Randaccio alla Garbatella. Era
segretario della cellula comunista, striale. Ma in quella sera di primave- il cognato di Roberto Forti, uno dei
già nel 1928, era Giuseppe Menenti, ra, in seguito ad una spiata, dalla trat- dirigenti di origine operaia della
che aveva casa popolare in via toria del Ponticello uscirono in tredi- federazione romana, che insieme a
Francesco Saverio Cabrini al Lotto ci in manette. I più giovani furono Pompilio Molinari aveva traghettato
32. Era amico di Fernando Nuccitelli, spediti sotto le armi e sorvegliati, nei primi anni Quaranta il partito

BAR
Presentato il libro PA S T I C C E R I A Via Beata Savina Petrilli, 74
P.iva 07000581004
Cell. 338.52.50.996
"Garbatella 1920-40" Gelateria 00143 Roma Tel. e Fax 06.50.21.900
F O S C H I
enerdì 24 novembre, pres- Piazza Bartolomeo
V so la Biblioteca dell'XI
Municipio in Via Ostiense,
è stato presentato il bel volume "La Specialità CHARLOT
Romano, 3
Te l 0 6 . 5 1 6 0 0 7 1 3
Giardino esterno
Cara Garbatella
Mensile di Informazione e Cultura Territoriale a cura
dell’Associazione culturale Cara Garbatella
Garbatella a Roma, 1920-1940" di Iscritto al tribunale di Roma n° 137 del 8 aprile 2004 anno 3 n° 10
Monica Sinatra (Franco Angeli via Francesco Passino 26 tel.06/5136557
Editore), già recensito da Cara Pescheria Grotta Azzurra www.caragarbatella.org
Garbatella nel numero di maggio. Enzo e Roberto Direttore responsabile Direttore editoriale
Sono intervenuti, oltre all'autrice, Alessandro Bongarzone Giancarlo Proietti
Mastroianni Redazione Ottavio Ono - Valeria Caldonazzo - Marcello Delogu - Francesca Vitalini -
Carlo Maria Travaglini dell'Uni-
versità Roma Tre, Antonio PESCE FRESCO Antonella Di Grazia - Eraldo Saccinto - Tatiana Della Carità
Aperto Martedì e Venerdì Distribuzione curata da Guido Barbato
Parisella dell'Università di Parma,
Impaginazione Giancarlo Proietti Coordinatore informatico Remo Terenzi
Lidia Piccione dell'Università La tutto il giorno
Sapienza, Carla Di Veroli delegata
Per la pubblicità : Francesca Vitalini cell.320 2686301
Sabato fino alle 13,00 Collaboratori Cosmo Barbato - Antonio Angelucci - Gianni Rivolta
alle politiche culturali del Via Nicolò da Pistoia 30 Tel. 065115543 Stampato presso la Tipografia: “Gielle Grafica” Via Anton da Noli 42-44 00154 Roma
Municipio.„

5
Anno 3 - Dicembre 2006

Tre rapine in un mese


Realizzazioni e progetti Una realtà preoccupante

Garbatella quartiere tranquillo,

al Centro anziani Pullino di Antonella Di Grazia


dal punto di vista dell'ordine
pubblico? Finora si erano regi-
strati solo alcuni incendi di auto e
atti di vandalismo. Le stesse
Una mattina l'ho incontrato che scortava la troupe di Michele Santoro tra i nizzazione delle feste danzanti alla ristrutturazione dei locali del Centro sino forze dell'ordine, da noi interpel-
banchi del mercato della Garbatella, con la sua andatura ciondolante che ricor- alla sua ultima opera, la supervisione della ristrutturazione del campo di bocce, late qualche mese fa, si erano
da attori di passata memoria. Di chi sto parlando? Provate ad entrare al Centro un vero gioiello architettonico, in cui Mario ha profuso tutta la conoscenza espresse ottimisticamente: solo
anziani di Via Pullino e chiedere di Mario. Tutti vi indicheranno immediata- acquisita nei lunghi anni di lavoro nel settore delle costruzioni. Mario, uno dei furti d'auto, qualche appartamen-
mente Mario Di Martino, il vero "deus ex machina" di questa istituzione. Tutto nove membri del Comitato di gestione, è un mastro di altri tempi che abbiamo to svaligiato, piccole cose insom-
qui passa attraverso di lui, dalla gestione del bar alla console del DJ, dall'orga- intervistato per il nostro giornale incontrandolo nel suo "covo" di Via Pullino ma. Ma da qualche tempo a que-
sta parte si sono verificati alcuni
Mario, qual è in sintesi la tua sto- per il recupero degli anziani dal episodi gravi, giudicati però
ria? malessere psicologico e fisico legato "nella media" dei crimini di una
Sono nato alla Garbatella, al lotto 13 all'età, per tenere viva la comunica- grande città: ci riferiamo a tre
di Piazza Bartolomeo Romano. Qui zione tra le generazioni. Abbiamo rapine consumate ai danni delle
sono cresciuto. Dopo essermi allon- intenzione di organizzare un cinefo- Poste di Via Usodimare, del
tanato per motivi di lavoro, sono rum, degli incontri di psicologia: supermercato MA di Via Padre
ritornato a vivere qui dopo il matri- motivare gli iscritti è diventata una Semeria e di un istituto bancario
monio, perché sentivo troppo la man- missione. Abbiamo potenziato i rap- nella centralissima Via Caffaro.
canza della vita del quartiere. porti con la ASL. Abbiamo organiz- Tre episodi che non hanno man-
Hai sempre dedicato grossa parte zato e intendiamo ripetere l'esperien- cato di suscitare preoccupazioni
del tuo tempo alla vita del quartie- za della "Notte Bianca". Tante espe- nella pubblica opinione, niente
re fino a divenirne un'istituzione. rienze che segnano la nostra visione affatto rassicurata di sapere che
Qual è la tua visione delle cose, di come deve essere vissuta la terza si tratta di atti criminosi che rien-
adesso che sei in pensione? età. trano nella norma di un consesso
Adesso che ho più tempo mi dedico Per finire, racconta ai nostri lettori civili. Come a dire, coi tempi che
"anema e core" al Centro anziani, ed
Mario Di Martino un punto di riferimento per il Centro anziani di Via Pullino
un aneddoto corrono, che bisogna imparare a
assieme a Francesco Giaquinto (il Un signore paraplegico è stato da noi convivere con la criminalità.
coordinatore dei Centri anziani del partecipazione attraverso incontri bocce, abbiamo migliorato i bagni, talmente motivato che adesso lo
Municipio XI, NdR), seguo le sue conviviali, culturali, viaggi, incontri rendendoli idonei all'accesso anche vediamo scendere in pista a ballare
esigenze, dalla ristrutturazione degli con la ASL. ai meno fortunati di noi, abbiamo con la moglie. Visitate
ambienti fino all'interpretazione del Come avete fatto ad operare per- ristrutturato il bar. Tramite le istitu- Mario ha tutte le intenzioni di ripre-
regolamento,
In che modo ritieni che la tua par-
ché tutto ciò diventasse una realtà?
Oltre al nostro lavoro quotidiano
zioni e con caparbietà abbiamo otte-
nuto finanziamenti per alcune
sentarsi, in qualità di aspirante
membro del Comitato di gestione,
il sito
tecipazione abbia potuto influire abbiamo sempre cercato un rapporto migliorie da apportare, quali l'istalla- alle prossime elezioni per il Centro
sulla vita del Centro? diretto con le istituzioni, soprattutto zione di condizionatori per migliora- che si terranno nel mese di marzo www.
Con il comitato ci stiamo battendo col Municipio. Infatti, grazie a questi re la respirabilità dell'aria del prossimo anno. Con un curricu-
per migliorare la qualità della vita
degli iscritti al centro anziani. Aldilà
rapporti, diciamo privilegiati, siamo
riusciti nell'intento di recuperare
Quali sono gli obiettivi che intendi
perseguire, quali sono i tuoi pro-
lum come il suo, non dovrebbe avere
problemi. Il nostro "in bocca al
caragarbatella.
del ballo e del gioco, sia esso bocce o appieno le possibilità del Centro getti? lupo" glielo dedichiamo di tutto
carte, gli anziani sono stimolati alla anziani. Abbiamo rifatto il campo Intendiamo operare, tutti assieme, cuore.„ org

A "La Moletta" semplicità


sapori tradizionali e cortesia
di Guido Barbato
borano la sorella
a cambiato gestione all'ini- Graziella e il cuoco
Su prenotazione il 24 dicembre fino alle ore 17 prepariamo
fritture di pesce, pesce al forno con patate, lasagne classiche,
carciofi freschi e provola affumicata da asporto.
H zio di settembre questo
ristorante-pizzeria, sito in
Piazza Pecile 54, proprio di fronte
Alessio, vengono da
una lunga e consoli-
data esperienza nel
Aperti durante le feste alla sede della Asl di zona. Si nota settore della ristora-
poco, inserito com'è tra i palazzoni di zione romana di
dieci piani di quella zona del nostro buon livello. Ciò si
quartiere e soffocato dall'antistante riflette nella cura con
R o b e r t a parcheggio. Offre però un ambiente
caloroso e accogliente, grazie ad un
cui vengono prepara-
ti e serviti piatti dai
arredamento curato, tutto in legno sapori genuini e tra-
parrucchiere unisex con travi a vista, e grazie soprattutto dizionali, prevalente-
alla premura e gentilezza con cui il mente di cucina tipi-
Gradito appuntamento gestore Roberto coccola i propri ca romana, con qual-
clienti. Roberto D'Ambrosio, insieme che sconfinamento in
Aperto Domenica 24 e 31 dicembre a sua moglie Stefania con cui colla- quella abruzzese,
con alcune speciali- L’ingresso del ristorante La Moletta. In basso a sinistra il pro-
00154 Roma via G. Battista Magnaghi , 39 tel 065126294 tà rare da trovare in prietario Roberto D'Ambrosio, insieme a sua moglie Stefania
un locale pubblico, come un'ottima romano. Roberto è anche sommelier
bistecca di cavallo. Sempre presen- e assecondando la sua passione pro-
te un discreto assortimento di anti- pone una carta dei vini anche sovrab-
pasti al buffet, con immancabili bondante rispetto al menù, consi-
mozzarelle di bufala sia semplici gliandovi gli abbinamenti ottimali
che affumicate. A seconda dei perio- alle pietanze, e offrendo bottiglie dal-
di invece si trovano specialità come l'ottimo rapporto qualità/prezzo.
le fettuccine fatte in casa con car- Per una serata di qualità, in un
ciofi freschi e gamberetti o carbona- ambiente familiare e con prezzi asso-
COMPRO ORO ra con guanciale marsicano o pap- lutamente nella norma "La Moletta"
Circonvallazione Ostiense 167
PREZZI D’INGROSSO Tel. 06 57 80 682 pardelle al ragù di cinghiale. La sera è dunque una novità senz'altro da
LABORATORIO ORAFO Cell. 338 39 04 954 vengono sfornate anche ottime provare. Aperto tutti i giorni a pranzo
pizze sottili e croccanti nello stile e cena. Chiuso il lunedì.„

6
Anno 3 - Dicembre 2006

Quinta edizione del


Indecente a Tormarancia Premio Fantasia
Il 13 dicembre 2006 si è svolta la

la sede di medicina legale V edizione del Premio Fantasia


di Garbatella, iniziativa ideata
dall'Associazione culturale Il
Tempo Ritrovato. Il Presidente
di Tatiana Della Caritào
so, tuttavia, consiste nella man- del Municipio Roma XI, Andrea
a situazione della sede di canza di un ascensore: infatti i Catarci, e la delegata municipale

L Medicina Legale di viale


Tormarancia 21 si sta
aggravando progressivamente.
locali del presidio sono organiz-
zati su due piani, ma il livello
superiore è servito soltanto da
alla Cultura, Carla di Veroli,
hanno consegnato i riconosci-
menti nella Sala Consiliare di Via
Ogni giorno, infatti, il personale scale, rendendo lo spazio inagi- Benedetto Croce n. 50. Il Premio
medico ed amministrativo deve bile per la maggior parte degli ha voluto sensibilizzare l'opinio-
lavorare in condizioni del tutto utenti. Le stanze del primo piano ne pubblica sull'importanza di
inadatte e purtroppo sono soprat- sono perciò deputate all'ammini- preservare il "bene comune" e di
tutto i pazienti a subire gli effetti strazione, privando la struttura di far crescere l'attività culturale
di tali carenze. uno spazio che, in altre condizio- locale. "E' per questo motivo-
Il presidio medico legale di ni, potrebbe essere fruibile anche afferma Giovanna Mirella Arci-
viale Tormarancia è sede di una per le visite. diacono, presidente dell'Associa-
UOC, ovvero di un'Unità Ad un insieme già avvilente va zione Il Tempo Ritrovato- che i
Operativa Complessa: è il punto poi ad aggiungersi un dato premiati di quest'anno sono stati
di coordinamento per tutta la oggettivo: l'invecchiamento cre- scelti per aver costruito sul terri-
ASL RMC e risponde alle esigen- scente della popolazione causa torio azioni positive nonostante
ze dei distretti IV, IX, XI e XII, un proporzionale incremento di le difficoltà che si incontrano per
per un totale di 620.000 abitanti. domande di invalidità e di richie- far emergere l'arte e la cultura".
Presso tale presidio vengono ste di presidi sanitari. Inoltre Tra essi ricordiamo Stefano
effettuate visite per la determina- sono state raccolte le lamentele Funari, collezionista di Curiosi
zione dell'incapacità temporanea di numerosi medici di famiglia, i Oltre la Lettura, che ha illumina-
al lavoro, per l'assenza delle lavo- quali hanno riportato il disagio to il raduno della Notte bianca
La sede di Medicina Legale di viale Tormarancia 21
ratrici per gravidanza a rischio, dei soggetti da loro assistiti. 2006 di Garbatella, e dei tanti
per il rilascio di idoneità (porto L'ampiezza e la complessità tezza della sala d'aspetto, decisa- Cosa succede se, come in que- musicisti che hanno allietato l'e-
d'armi e guida di imbarcazioni e delle competenze causano quindi mente non idonea ad ospitare un sto caso, è una ASL ad essere vento settembrino. Anche Cara
veicoli) e per il rilascio di certifi- un importante afflusso di cittadi- numero elevato di persone in malata? Fortunatamente qualcu- Garbatella ha ottenuto il suo rico-
cati di idoneità psico-fisica per le ni che quotidianamente necessita- attesa: questo determina che nei no si sta impegnando per darle noscimento con la premiazione
adozioni di minori. no dei servizi della ASL in que- giorni di maggior afflusso la ossigeno: il consigliere dell'XI di Francesca Vitalini per il suo
Ma soprattutto vengono ese- stione. gente sia costretta a fare la fila in Municipio del gruppo DS, il dott. giovane lavoro di giornalista e
guite le visite per il riconosci- Il problema sorge appunto dal piedi, a volte anche sul marcia- Antonio Bertolini, si è interessa- per il suo impegno per la tutela
mento di pratiche di invalidità rapporto tra la domanda della piede della strada. Inoltre le to personalmente alla questione, delle radici storiche e culturali
civile e stato di handicap, con popolazione municipale e i locali anguste stanze per le visite costi- in collaborazione con il consi- del quartiere. Il Premio, inoltre, è
relativa accettazione ed archivia- adibiti all'attività medico legale, i tuiscono un contesto spiacevole gliere regionale Enzo Foschi. In stato assegnato a Stefania, impie-
zione, e per l'autorizzazione alla quali risultano del tutto insuffi- per il personale dipendente come accordo con il responsabile della gata del Municipio Roma XI, in
fornitura di presidi protesici non- cienti a rispondere a tali esigenze. per i pazienti, nonché per gli ASL, è previsto nei prossimi memoria del figlio, Renato Bia-
ché la consegna diretta di alcuni La prima caratteristica evidente accompagnatori familiari e per i mesi un trasferimento ad altra getti, ucciso all'uscita di una
di essi. di questa sede è infatti l'inadegua- medici di parte. Il vero parados- sede maggiormente idonea. „ discoteca di Focene.

di Francesca Vitalini
'Associazione l'Agorà è Volontari contro la droga familiari e ad amici delle persone
dipendenti dalle sostanze stupe-

L impegnata da anni in un
lavoro volontario di pre-
venzione e di cura delle tossico-
nell'associazione L'Agorà
facenti. La presenza di genitori
alle riunioni è piuttosto massiccia
visto che ogni incontro può con-
dipendenze. tare su una media di trenta perso-
Il progetto nasce dall'esigenza ne. Il numero elevato di papà e
di condividere un'esperienza, mamme presenti può anche indi-
così come ci racconta Claudio, care che l'età del consumo si è
volontario del gruppo: "Siamo abbassata, raggiungendo i dicias-
dei ragazzi che abbiamo vissuto sette anni. Secondo Claudio,
il mondo della tossicodipendenza inoltre, sembra che l'attuale tipo-
in maniera personale, con tutte le logia di droghe usate ricalchi i
sue conseguenze, come il carce- modelli dei più giovani: "La
re, gli ospedali, i SERT, gli psico- situazione attuale privilegia le
logi. Una volta usciti però da droghe sintetiche e si accompa-
questo mondo ci siamo detti che gna molto bene alla realtà dei più
era necessario trasmettere la giovani: frenesia, comunicazione
nostra esperienza a chi la sta succinta, velocità.
ancora vivendo per dare un punto Tutto sembra molto "spinto" e
di riferimento, per raccontare le droghe devono, quindi, facili-
quella che per noi è stata una tare le prestazioni sociali del più
magia, ossia la fine della tossico- giovane. La cocaina, le pasticche
dipendenza". servono a questo, ossia a far cre-
Il lavoro dell'Associazione, dere ai ragazzi, ma anche agli
fatto di comunanza di esperienze adulti, di essere pronti ad affron-
dirette e indirette sul mondo della tare tutto".
droga e, in genere, sulla realtà La fotografia sulla tossicodi-
dell'emarginazione sociale, si pendenza, mutata rispetto al pas-
collega alla Comunità Incontro di Anna Maria detta “Zoretta” storica volontaria dell’ associazione L’Agora insieme, a Don Gelmini, fondatore della comunità Incontro sato, ritrae anche la situazione
Don Pierino Gelmini, nata negli inizia alla fine degli anni '80 presenti ogni martedì dalle 17 le quali 8 di Garbatella. L'Agorà, del quartiere Garbatella, dove,
anni '60 in Italia e oggi diffusa in quando, con il nome di Albatros, alle 20). Il problema della sede inoltre, può contare su altri stru- però, il consumo di eroina è
tutto il mondo, e ad altre realtà l'associazione inizia i primi collo- non ha mai interrotto l'attività del menti: ogni venerdì dalle 20.30 ancora sufficientemente presen-
del territorio romano. qui con i tossicodipendenti. gruppo. Nel solo 2005, infatti, alle 22 sono organizzate delle te.
Il gruppo di volontari dell'As- Dopo varie peregrinazioni, ora 131 persone si sono rivolte all'as- serate di auto-aiuto nei locali Per chi volesse maggiori infor-
sociazione L'Agorà si propone di lo sportello informativo si trova sociazione, tra tossicodipendenti della Chiesa di San Francesco mazioni sullo sportello attivato
respingere duramente il mondo in via transitoria alla "Villetta", in e loro familiari ed amici, 52 per- Saverio. Gli incontri sono pro- da L'Agorà può contattare Clau-
della droga tramite un lavoro che via Passino 26 (i volontari sono sone sono entrate in comunità, tra grammati per dare sostegno a dio al numero 3395353149.„

7
Anno 3 - Dicembre 2006

"Natale nel Municipio XI" L'Associazione Altrevie musica classica. "L'incontro con
Altrevie - dice Fabio Muzi, nato in

Mercatini in piazza cultura e impegno civile Via Roberto De Nobili e appassio-


nato cultore delle vicende di
di Orietta Vidali Garbatella - mi ha permesso di
Nel periodo che va dal 15 dicem- anch'essa nello stesso periodo, Opera nel quartiere incontrare nuovi amici e mi ha
bre al 7 gennaio sono previste nel con sede nelle aree verdi della da oltre 10 anni consentito di arricchire il mio
territorio del Municipio alcune Circonvallazione Ostiense. l'Associazione cul- bagaglio di conoscenze, anche
manifestazioni che prenderanno L'idea è quella di impegnare le turale Altrevie: essa attraverso conferenze di importanti
il nome di "Natale nel Municipio associazioni in progetti culturali dimostra come sia personaggi dello spettacolo". Negli
XI". Per questo motivo sono state che siano attinenti alla scoperta e possibile coniugare, ultimi anni, nei locali di Via
individuate alcune aree pubbliche valorizzazione della cultura stori- in maniera intelli- Caffaro 10 sono passati, per rac-
nelle quali si terranno le manife- ca dei diversi quartieri del territo- gente, intrattenimen- contare il loro impegno civile
stazioni natalizie: Piazza Damia- rio del Municipio, con esposizio- to, cultura e impe- attraverso la loro attività di spetta-
no Sauli, Via Baldovinetti, Via ne di opere di pittura, scultura, gno civile. colo, personaggi del calibro di:
Ostiense ex Mercati Generali, arte fotografica d'epoca, lettura di L'associazione pro- Moni Ovadia, Marco Paolini e
Piazza dei Navigatori e Viale di poesie e/o racconti in romanesco, pone regolarmente Ascanio Celestini. Il programma di
Tormarancia. Oltre a queste iniziative per la presentazione di incontri, visite gui- Altrevie è consultabile sul sito
manifestazioni il Municipio libri e musica natalizia. Per i date, trekking e www.altrevie.it.
intende svolgerne un'altra, mono- buongustai: alcuni stand saranno molte altre proposte
tematica, riferita alla piccola e assegnati ai produttori di vini, culturali e di solida- LETTERE
media editoria, da svolgersi olio, miele e dolciumi natalizi. rietà che incontrano
l'apprezzamento dei Ancora colpita
cittadini di ogni età. Piazza Sauli
Dalla collabora-
zione con Cara Ancora un atto di vandalismo a
Garbatella, inoltre, Piazza Damiano Sauli: è stato abbat-
sono stati realizzati tuto un altro tratto della balaustra in
nei mesi scorsi muratura che da accesso alla piazza.
importanti eventi Finora poi il complesso era stato
culturali: il Festival L’ingresso della sede di Altrevie in Via Caffaro. risparmiato dal vandalismo delle
'Il Canto dei Popoli', ideato per stioni, grandi e piccole, che acca- scritte: ora questo malvezzo, che
favorire la conoscenza di culture dono intorno a noi, cercando di oltraggia i muri di questa nostra
lontane e il 'Garbatella Jazz opporci alla superficialità di gran città, è dilagato anche qui.
Festival', che è oramai un evento parte dei mezzi di informazione, Lina Tasti
atteso da tutto il quartiere. "Il specie quello televisivo".
nostro obiettivo - dice Claudio Nei prossimi mesi sono in pro- Vandalismi
Bocci, presidente di Altrevie - è gramma interessanti seminari di
sui muri
quello di accre scere la con- archeologia, economia e un ciclo di
sapevolezza dei cittadini sulle que- incontri di guida all'ascolto della Il sindaco Veltroni non tralascia
occasione per curare e raccomandare
il decoro della città. Ciò nonostante,
i muri del quartiere, come quelli del
FARMACIA ANGELINI resto della città, sono indecentemen-
APERTURA
APERTURA NO STOP STOP te ricoperti di scritte che si sovrap-
pongono. Scritte di tutti i generi,
dalle 8.30 alle 20.00 sportive, intimistiche, esasperata-
-Reparto Omeopatico mente politiche, demenziali.
-Reparto Cosmetico Fitoterapia Vandalismi che imbruttiscono l'am-
biente che ci circonda.
(Vichy, Lierac, Roc, Con laboratorio Dante Limosini
Santangelica, Guam) Preparazioni galeniche
ANALISI IN FARMACIA: Glicemia - Colesterolo Non ridurre
Misurazione gratuita della massa adiposa i posti-auto
Vi a C a f f a r o , 9 - R o m a - t e l . 0 6 . 5 1 3 6 8 5 5 Encomiabile l'opera di risanamento
dei marciapiedi in atto in tutto il
Libri di ogni genere su ordinazione fax.06 5128615 - nglrrt@inwind.it Municipio e in particolare alla
Testi scolastici - Reparto specializzato di storia Garbatella. Però non andrebbe mai
trascurato il problema della sosta
Via Padre Semeria 75 00154 Roma Tel. 06 51606902 delle auto, sicché il risanamento dei
e-mail libreriaannales@tiscali.it marciapiedi non dovrebbe comporta-
re la diminuzione dei posti auto.
L'automobile, piaccia o non piaccia, è
una realtà da cui non si può prescin-
dere, per cui ogni manomissione delle
strade dovrebbe tendere a reperire
posti piuttosto che a ridurli, creando
ulteriore esasperazione negli automo-
bilisti. Anche eventualmente sacrifi-
cando qualche motivo estetico
Mario Mastromattei

Sposi
Il 21 0ttobre si sono sposati alla
Sala Rossa in Campidoglio
Simonetta e Paolo Moccia. Alla
cerimonia, che è stata presen-
ziata da Antonio Bertolini,
hanno partecipato numerosi
consiglieri e il presidente
dell'XI Municipio Andrea
Catarci.
Tanti auguri
dalla redazione di
Cara Garbatella