Sei sulla pagina 1di 2

Al Nord Italia la disoccupazione più bassa nell'Ue

il Piccolo — 13 settembre 2009 pagina 08 sezione: ATTUALITÀ

ROMA In Italia, nel primo trimestre di quest'anno, la percentuale dei disoccupati ha toccato il
7,9% con un aumento, rispetto al terzo trimestre del 2008, dell'1,8%. In termini assoluti i
senza lavoro sono 1.982.000. Probabilmente a fine anno, secondo le previsioni della Cgia di
Mestre, in Italia si raggiungerà un tasso di disoccupazione medio dell'8,8% che corrisponderà
ad oltre 2 milioni e 200 mila persone senza un lavoro.
Ma nel resto d'Europa le cose non vanno meglio. Anzi. Sempre al 31 marzo scorso in Spagna
il tasso di disoccupazione era pari al 17,4% (+6% rispetto a settembre 2008), in Francia
all'8,7% (+ 1,3% sul terzo trimestre 2008) e in Germania all'8,5% (+0,9% su settembre 2008).
Solo il Regno Unito registrava un tasso di disoccupazione inferiore al nostro pari al 7,1%
(+1,3% su settembre 2008).
Chiaramente le percentuali sono valori medi nazionali che presentano delle differenze
territoriali molto evidenti, soprattutto in Italia. «Per questo - dichiara Giuseppe Bortolussi
segretario della Cgia di Mestre - abbiamo cercato di capire qual è la percentuale dei senza
lavoro nelle aree più industrializzate del nostro Paese confrontandola con i livelli di
disoccupazione registrati nelle regioni più ricche d'Europa». Ebbene, nel marzo di
quest'anno, il tasso di disoccupazione del Piemonte ha toccato il 7%, quello della Lombardia
il 5%, nel Veneto il 4,7% e in Emilia Romagna il 4,1%. Sempre nello stesso periodo nelle tre
regioni più ricche della Germania la disoccupazione ha raggiunto l'8,9% nella Nordrhein-
Westfalen, il 5,1% in Baviera e il 4,8% nel Baden-Wurttemberg.

http://ricerca.gelocal.it/ilpiccolo/archivio/ilpiccolo/2009/09/13/NZ_08_CENT.html

prijevod

U Sjevernoj Italiji najniža nezaposlenost u EU


Little - 13 rujna 2009 Page 08 Poglavlje: NOVOSTI

U Italiji, u prvom kvartalu ove godine, postotak nezaposlenih bio je 7,9% i bilježi povećanje u
odnosu na treći kvartal u 2008. godini za 1, 8%. U apsolutnom smislu, broj nezaposlenih je
iznosio 1.982.000. Prema predviđanjima CGIA Mestre do kraja 2009. godine u Italiji će
prosječna stopa nezaposlenosti dostići 8,8%, što znači da će oko 2 milijuna i 200 tisuća
ljudi biti nezaposleno.
U ostataku Europe stvari nisu bolje. 31. ožujka u Španjolskoj, stopa nezaposlenosti iznosila
je 17,4% (+6% u odnosu na rujan 2008), u Francuskoj 8, 7% (+ 1,3% u odnosu na treći
kvartal 2008) i u Njemačkoj 8, 5% (+0,9% u odnosu na rujan 2008). Samo Velika Britanija je
zabilježila stopu nezaposlenosti nižu od sjeverne Italije koja je iznosila 7,1% (+1,3% u
odnosu na rujan 2008).
Postotak nezaposlenosti u većini industrijaliziranih područja Italije usporedbom razine
nezaposlenosti u najbogatijim područjima Europe." U ožujku 2009. godine, stopa
nezaposlenosti u Pijemontu je iznosila 7%, 5% u Lombardiji, 4,7% u Venetu i 4,1% u
Emilia-Romagni.
U istom razdoblju u tri najbogatije regije Njemačke, nezaposlenost je dosegla
8, 9% u Nordrhein-Westfalen, 5,1% i 4,8% u Bavarskoj, Baden-Württemberg.

Interessi correlati