Sei sulla pagina 1di 3
COMUNE DI ISOLA DELLE FEMMINE 7 @; nef Provincia di Palermo SETTORE 5° - TECNICO E LAVORI PUBBLICI ORDINANZA | N. 7 DEL 21/01/2014 | Oggelto:Ordinanza di cessazione dell'atfivité e chivsurd™dell'esercizio pubblico di i somministrazione di alimenti e bevande, tipologia A, nel locale sitoin via Lungomare Eufemio snc, per violazione all'art. 3, comma 7 della legge n. 287/91. Ditta individuale SPATOLA ROSA IL RESPONSABILE DEL V SETTORE PREMESSO che = il servizio SUAP fa capo al V Settore - fart. 19 del Regolamento di funzionamento dello Sportello Unico per le attivita Produttive gestito in forma associata approvato con delibera della Giunta Comunale n. 37 del 17/04/2012 prevede che il procedimento connesso all'emissione di atti sanzionatori e repressivi nei confronti di soggetti rientranti nell'ambito di applicazione de! regolamento medesimo resta a carico delle strutture del Comune di Isola delle Femmine; - che la ditta individuale SPATOLA ROSA, nata a Palermo il 24/03/1972, ivi residente, via Schillaci n. 11/A, risulta titolare dell'autorizzazione amministrativa tipolagia "A" n. 144 in data (@BW"sI08/2009, per resercizio dell'attivita di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, tipologia A, nel locale sito in via Lungomare Eufemio snc; - con la nota prot. n. 10/14/PM, pervenuta a questo settore in data 18/1/2014 con prot. n. 1005 il Comando di Polizia Municipale ha trasmesso: @ © verbale di ispezione dei locali, sede dell'attivita di somministrazione di alimenti e bevande; @ © verbale "di accertamento viotazione alle norme sul commercio su aree pubbliche 01/2014 del 13/01/2014" per violazione all'art.3, comma 7 della legge n. 287/91 "perché esercitava lattivita di somministrazione alimenti e bevande non essendo in possesso del certificato di agibilita e del certificato sanitario in quanto in alto scaduti, condizioni essenziali per la validité dell'autorizzazione prevista dall’art, 3, comma 7 della legge n. 287/91"; CONSIDERATO che: - i locali sede di attivita risultano pertanto privi dei requisiti necessari previsti dal suddetto art. 64 del D. Igs n. 59/2010 in quanto privi di certificato di acibilita; visto: - art, 64 del D.lgs. n, 59 de! 26/03/2010, che ha riscritto parte della legge n. 287/91, che: 2 al comma 6, dispone che "tawvio ¢ lesercizio dell'attvita di somministrazione di alimenti e bevande é soggetta al rispetto delle norme urbanistiche, edilizie, igienico-sanitarie e di sicurezza nei luoghi di lavoro"; © ha abrogato con il comma 10, tart. 3, comma 1, della legge n. 287/91, disponendo al comma 1 dello stesso articolo, il rilascio dell'autorizzazione per l'apertura di un esercizio di somministrazione di alimenti e bevande; © ha sostituito con ii comma 9, il comma 1 dellart, 10 della legge 287/91, circa lapplicazione della sanzione amministrativa, lasciando inalterate le disposizione previste dal comma 3, dell'art. 10 della legge 287/01, che stabilisce che nell' ipotesi di esercizio abusive di attivita di somministrazione di alimenti @ bevande, si applicano le disposizioni di cui agli artt. 17-ter e 17-quater del Testo Unico delle Leggi di Publica Sicurezza, approvato con Regio Decreto 18 giugno 1931, n. 773; ~ art, 24 del D.P.R. n. 380 de! 6/06/2001, il quale dispone che il certificato di agibilita attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrita, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, nonché tart. 221 del Testo Unico delle legge sanitarie n 1265/34; ~ Tart. 17-ter, comma 3 del suddetto Regio Decreto che prevede che entro 5 giomi dalla ricezione della comunicazione de! pubblico ufficiale, l'autorita competente ai rilascio del'autorizzazione, ordina con prowedimento motivato, la cessazione deli'attivita condotta in difetto di autorizzazione; RILEVATO che, in applicazione del comma 3 deli'atticolo 17-ter, del suddetto Regio Decreto eccorre procedere all'adozione di prowedimenti di cessazione dellattivita abusiva di somministrazione di alimenti e bevande; RITENUTO necessario dovere interdire lattivita condotta nel locale di via Lungomare Eufemio sno, per l'assenza dei presupposti di cui al comma 6, dell'art. 64, del d.lgs. n. 59/2010, cerlificato di agibilita scaduto il 13 febbraio 2013, di cui alla suddetta nota redatta dal Responsabile del Ill Settore; RITENUTA la propria competenza, a seguito della determinazione della Commissione ‘Straordinaria n. 2 del 02/01/2014 avente per oggetto:” Conferimento Responsabile del V Settore alArch. Enrico Minafra, dellincarico di Responsabile del V Settore, ai sensi dell'art. 14 del C.C.N. L. del 2/01/2004, e attribuzione con la medesima decorrenza delle funzioni di cui all'art. 51 comma 3, della Legge 142/90 e successive modifiche ed integrazioni, introdotto dalla LR, 48/91 e della LR. 23/98; VISTA la legge n. 287/91; VISTO lart. 64, del d.igs. n. 59/2010; VISTO il D.P.R. n, 380/201; VISTO il T.U.L.P.S. , approvato con R.D. 18/06/1931, n. 773: VISTA la legge 241/90 e la LR. n. 10/91; ORDINA Per motiviindicati in premessa che qui si intendono integralmente riportati, alla ditta individuale SPATOLA ROSA, sopra meglio generalizzata, titolare dell'autorizzazione amministrativa n 144 filasciata in data 04/08/2009, limmediata cessazione dellattivita e la chiusura dellesercizio Pubblico di somministrazione di alimenti ¢ bevande, tipologia A, sito in questa via Lungomare Eufemio sno, condotto in assenza dei presupposti prescritti dalle leggi vigenti: DIFFIDA La stessa ad ottemperare a quanto sopra ordinato, awertendo che I'eventuale inottemperanza, oltre @ costituire motivo di ulteriore violazione, per la quale si procedera ai sensi di legge, comportera lesecuzione mediante apposizione di sigill, occorrendo anche con la forza publica, con le modaiita previste dall'art. 5 del testo unico delle leggi di publica sicurezza, ‘Sono fatti salvi i provvedimenti sanzionatori di carattere pecuniario previsti dalle leggi vigenti, il cui accertamento é demandato al Comando della Polizia Municipale e agli altri organi di vigilanza. Contro il presente prowvedimento é ammesso ricorso al TAR nei termini di legge. Dispone che copia dell'ordinanza sia notificata, alla ditta interessata, tramite il Comando di Polizia Municipale di questo comune, ¢ trasmessa in copia alla Commissione Straordinaria, al Ill Settore Urbanistica e Abusivismo Edilizio, alla Stazione dei Carabinieri di Isola delle Femmine, al Comando della Polizia Municipale di Isola delle Femmine, incaricata della vigilanza per Vesecuzione del presente prowvedimento, e all'Azienda Sanitaria Provinciale Unita Operativa - Carini, via Don Luigi Sturzo 284, all Ufficio Tributi del Comune di Isola delle Femmine e al SUAP. Dispone altresi, che copia della presente sia inviata all'Albo Pretorio per la pubblicazione