Sei sulla pagina 1di 49

CROCE ROSSA ITALIANA

Obiettivi Strategici 2020

Lucia Cardelli
Croce Rossa Italiana
Monitori-Facilitatori

Senigallia 11-11-2014
Argomenti di questa lezione :

- La Strategia 2020 per il Movimento internazionale di Croce Rossa


e Mezzaluna Rossa

- La Strategia 2020 per la società nazionale CRI e


- due dei suoi 6 obiettivi:
1) Tutelare e proteggere la salute e la vita
2) Favorire il supporto e l’inclusione sociale
Filmato
Come nasce la strategia 2020

- La Strategia 2020 nasce nell’Assemblea generale di Nairobi nel


2009.
-E’ la seconda esperienza di impegno strategico strutturato della
Federazione internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
- In una visione attuale, con una determinazione congiunta si sono
decisi gli obiettivi più utili e raggiungibili con efficacia in 10 anni
Strategia 2020 (S2020)
• Approvata dall’Assemblea Generale della Federazione
Internazionale a Nairobi nel Novembre del 2009
• Rappresenta il quadro strategico di riferimento per tutte le
187 Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa del
mondo e per il Segretariato della Federazione Internazionale
• Ispira e guida la definizione di piani strategici, di piu’ corta
durata, in ogni Società Nazionale
• Si pone degli obiettivi da sviluppare e raggiungere nel
decennio 2010 - 2020
• Si basa su 3 Obiettivi strategici e tre Azioni facilitatrici
Il nostro mondo sta cambiando:
trends 2020
Globalizzazione
Sistema umanitario e
di sviluppo
Sistema Internazionale
Urbanizzazione
Migrazioni Donne come fattore
del cambiamento
Cambiamento climatico Comunità
ed incremento dei Incertezza economica
Volontariato
disastri naturali
Cambiamenti demografici
Violenza
Fede e cultura

Cambiamento degli stili di vita


Scienza e tecnologia
e dei rischi per la salute
"... In Africa c' è un fabbricante di zanzariere che ne produce circa
cinquecento la settimana. Dà lavoro a dieci persone, ognuna delle quali
deve mantenere fino a quindici famigliari. Per quanto lavorino sodo, la loro
produzione non è sufficiente per combattere gli insetti portatori di
malaria.
Entra in scena un divo di Hollywood che fa un gran chiasso per mobilitare
le
masse e incitare i governi occidentali a raccogliere e inviare centomila
zanzariere nella regione infestata dalla malattia, al costo di un milione di
dollari. Le zanzariere arrivano e vengono distribuite: davvero una «buona
azione». Col mercato inondato dalle zanzariere estere, però, il nostro
fabbricante viene immediatamente estromesso dal mercato, i suoi dieci
operai non possono più mantenere le centocinquanta persone che
dipendono da loro e, fatto non trascurabile, entro cinque anni al massimo
la
maggior parte delle zanzariere importate sarà lacera, danneggiata e
inutilizzabile. [così]“un intervento efficace a breve termine può
involontariamente minare ogni fragile possibilità di sviluppo già esistente”
(pp.83-84)
"La carità che uccide" di Dambisa Moyo (Rizzoli, 2009)
CROCE ROSSA ITALIANA
Obiettivi Strategici 2020

Chi siamo?
Lo spiega il nostro posto attuale nel Mondo, visibile attraverso
ciò che facciamo con i nostri principi e la nostra visione

Cosa facciamo?
AIUTIAMO I VULNERABILI
I Sette Principi Fondamentali di Croce Rossa

UMANITÀ

IMPARZIALITÀ

NEUTRALITÀ

INDIPENDENZA

VOLONTARIETA’

UNITÀ

UNIVERSALITÀ
La nostra visione
“Ispirare, stimolare, facilitare e
promuovere continuamente e in
tutte le sue forme le attività
umanitarie delle Società Nazionali,
con l’obiettivo di prevenire e
alleviare le sofferenze umane e
contribuire così al mantenimento e
alla promozione della dignità
umana e della pace nel mondo”.

Articolo 4 (Obiettivo generale), Statuto (2007)


ORGANIZZAZIONE -> EFFICACIA

CI SERVIAMO DI UN STRATEGIA
MONDIALE (film)
Vision 2020
1 Obiettivo strategico 2 Obiettivo strategico 3 Obiettivo strategico

Salvare le vite, Promuovere


proteggere i mezzi di Promuovere uno stile l’inclusione sociale e
sostentamento e di vita sano e sicuro una cultura della non
facilitare il recupero a violenza e della pace
seguito di disastri e
crisi

2 Azione facilitatrice 3 Azione facilitatrice


Avvalerci di una diplomazia umanitaria Essere una Federazione Internazionale
per prevenire e ridurre la vulnerabilità che funzioni efficacemente
in un mondo globalizzato

1 Azione facilitatrice
Costruire forti Società Nazionali di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa
Salvare vite, cambiare mentalità
OBIETTIVO 3
Promuovere l’inclusione sociale e una
cultura della non violenza e della pace
Prima azione facilitatrice
Costruire forti Società Nazionali di Croce Rossa e
Mezzaluna Rossa

Come?
Prima di tutto: Forti Società
Nazionali

Con Società Nazionali ben funzionanti


Con gestione trasparente...
Valorizzare l’azione dei giovani
Valorizzare le comunità e il servizio di volontariato
Dall’analisi dei tanti bisogni un obiettivo
mondiale
Salvare vite cambiare mentalità (film)
I nostri valori
PERSONE
LEADERSHIP
INTEGRITA’
DIVERSITA’

INNOVAZIONE

PARTNERSHIP
Come
Fare di più.Fare meglio.Ottenere un maggiore impatto.

Film Voci
Europee
DEFINIZIONE DI SALUTE

STATO DI COMPLETO BENESSERE


FISICO, PSICHICO, SOCIALE DELLA
PERSONA, E NON SOLTANTO
ASSENZA DI MALATTIA

Definizione secondo l’Organizzazione Mondiale


della Sanità (O.M.S.)
SALUTE
Approccio globale ed integrato.
La persona va valutata nel suo intero e nei diversi
aspetti della sua vita, nella sua salute collettiva.

Necessita di assistenza sanitaria, prevenzione e


promozione della salute, ma anche di misure sociali
e comportamentali che ne favoriscano il benessere
che deriva dalla possibilità di realizzare se stesso al
massimo delle proprie potenzialità.
.
SALUTE…felicità (?)
. Tra qualche giorno 20 Marzo è la prima
giornata mondiale della Felicità.
Stabilito ad Aprile 2012 dall’ONU, l’Organizzazione delle Nazioni
Unite, con un accordo di 193 Stati membri

• Nel comunicato dell’Onu si può leggere: ”Un cambiamento profondo di


mentalità è in atto in tutto il mondo le persone riconoscono che il
progresso non dovrebbe portare solo crescita economica a tutti i costi, ma
anche benessere e felicità’‘.
• Il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon ribadisce che: ”Felicità è
aiutare gli altri, quando con le nostre azioni contribuiamo al bene comune
noi stessi ci arricchiamo. E’ la solidarietà che promuove la felicità”.
• Pensate che 150 paesi sono stati sottoposti a valutazione, tanto che è
stato stilato un report (World Happiness Report) che stabilisce che più le
persone di quel paese sono felici, più il paese è produttivo.
• Negli ultimi 30 anni il grado di felicità è incrementato dello 0.14%, un
segno che il mondo è un po’ più felice, che il benessere si fa sentire,
sopratutto in Danimarca, Finlandia, Norvegia e Paesi Bassi, che sembrano
essere i paesi più felici. L’Italia si piazza maluccio in classifica, al
ventottesimo posto, ma è sempre meglio che il trentesimo posto della
Germania
Stabilito l’anno scorso ad Aprile dall’ONU, l’Organizzazione delle
Nazioni Unite, con un accordo di 193 Stati membri

su proposta del Bhutan, piccolo Stato che ha


sostituito il Pil con un indicatore della Felicità
interna lorda (Fil).
EDUCARE AD UNO STILE DI VITA SANO E SICURO….

SI
NO
OBIETTIVI SPECIFICI:

1. MIGLIORARE LO STATO DI SALUTE DELLE PERSONE E DELLE


COMUNITA’

2. PROTEGGERE LA VITA E FORNIRE SUPPORTO SOCIO-SANITARIO ALLE


COMUNITÀ

3. COSTRUIRE COMUNITA’ PIU’ SICURE ATTRAVERSO LA PROMOZIONE


DELLA SALUTE

4. ASSICURARE L’ACQUISIZIONE DI COMPETENZE DA PARTE DELLA


COMUNITA’ PER PROTEGGERE LA PROPRIA VITA E QUELLA DEGLI
ALTRI
COME ?

Promuovendo e partecipando a giornate dedicate a specifici


settori della prevenzione come ad esempio:
- Alzheimer - Ipertensione - Diabete

Collaborare con campagne di vaccinazione. Esempio (HPV -


Papillomavirus umano nei confronti di ragazze tra i 13 e 18
anni appartenenti a nuclei familiari vulnerabili)

E tanto altro…
COME ?
Favorendo l’istruzione, la diffusione di conoscenze

- Corsi di primo soccorso


alla popolazione
- Corsi per la sicurezza
(D. lgs 81.08) …

- Educazione Stradale
- Esercitazioni per affrontare calamità …
COME ?

Diffusione delle manovre salvavita negli adulti e nei


bambini (BLS, PBLS, BLSD, PBLSD disostruzione delle vie
aeree)
Obiettivo 1 -> AREA 1
Area 1 = Tutela e protezione della salute e della vita
• Delegato Tecnico area:
• Referente attività Monitori e servizi in ausilio al Servizio
Sanitario delle Forze Armate:
• Referente gare e manifestazioni:
• Referente 118:
• Diffusione PBLS-D e disostr.ped. :
• Diffusione BLS, BLS-D e referente alla formazione PSTI:
• Referente truccatori e simulatori :
L’inclusione sociale: una definizione
é un concetto-soglia: indica la capacità della società di
garantire a tutti gli individui di raggiungere standard
essenziali di vita
é relazionale: si riferisce all’assottigliamento delle
disuguaglianze tra gli individui
é multidimensionale: considera i vari aspetti del
benessere di una persona, non solo la dimensione
economica
richiede un processo decisionale partecipativo ed equo
per la definizione delle soglie e degli standard
enfatizza l’importanza delle condizioni in cui si trovano
gli individui
La trappola dell’esclusione sociale
 Cosa accade se le forze sociali e di mercato non consentono
agli individui di raggiungere (autonomamente) l’inclusione
sociale ?

Trappola dell’esclusione sociale


L’esclusione si perpetua nel tempo:
1. sono negati ad alcuni individui gli standard essenziali
condivisi a livello sociale e/o
2. manifesta una divergenza persistente (o addirittura
crescente) tra le opportunità sostanziali e quelle ritenute
socialmente accettabili
Salvare vite, cambiare mentalità
RICORDATE L’OBIETTIVO 3? (STRATEGIA 2020 MONDIALE)
Promuovere l’inclusione sociale e una
cultura della non violenza e della pace
Con l’approvazione della Convenzione ONU sui
diritti delle persone con disabilità (New York –
13 dicembre 2006), ratificata nel 209 anche
dall’Italia, emerge una nuova parola

Inclusione
Quale significato dare?
Il silenzio sa sottolineare in modo assoluto la
mancanza della parola.

L’escluso è:
-
-
OBIETTIVI SPECIFICI:

1. RIDURRE LE CAUSE DI VULNERABILITÀ INDIVIDUALI E AMBIENTALI

2. CONTRIBUIRE ALLA COSTRUZIONE DI COMUNITÀ PIÙ INCLUSIVE

3. PROMUOVERE E FACILITARE IL PIENO SVILUPPO DELL’INDIVIDUO


COME ?
Attività rivolte a favorire l’accesso delle
persone alle risorse (ad iniziare dai
bisogni primari)

E tanto altro…
… a far diminuire le vittime di
violenza
COME ?
Attività rivolte a persone con
disabilità

E tanto altro…

… con dipendenza dalle


sostanze
COME ?
Attività rivolte a persone senza fissa dimora

…rivolte ai, migranti

E tanto altro…
le attività volte a favorire l’inclusione sociale di
persone marginalizzate

E tanto altro…
le attività psico-sociali (ivi compresa la clownerie)

E tanto altro…
Obiettivo 2 -> AREA 2
Area 2 = Supporto ed inclusione sociale
• Delegato Tecnico area:
• Referente pronto farmaco:
• Referente ippoterapia:
• Referente casa di riposo (ex Irab):
• Referente attività clownerie :
Film Orecchio di Venere
provincia Asti(3m10)
Se vogliamo favorire una cultura della
non violenza e della pace

Dobbiamo partire dalla promozione della


dignità umana
DOMANDE?
DUBBI?
PERPLESSITA?

GRAZIE PER L’ATTENZIONE


Obiettivo 1 -> AREA 1
Area 1 = Tutela e protezione della salute e della vita
• Delegato Tecnico area: Vol. Simone Paradisi
• Referente attività Monitori e servizi in ausilio al Servizio
Sanitario delle Forze Armate: II.VV. Carmen Gregoretti
• Referente gare e manifestazioni: Vol. Luca Patregnani
• Referente 118: Vol. Sabina Vita
• Diffusione PBLS-D e disostr.ped. : Vol. Rosa D’Angelo
• Diffusione BLS, BLS-D e referente alla formazione PSTI:
Vol. Simone Paradisi
• Referente truccatori e simulatori : Vol. Tamara Albani
Obiettivo 2 -> AREA 2
Area 2 = Supporto ed inclusione sociale
• Delegato Tecnico area: Dr.ssa Radicioni
• Referente pronto farmaco Vol. Romeo Maranci
• Referente ippoterapia Vol. Rosanna Priori
• Referente casa di riposo (ex Irab) Vol. Ada
Giombi
• Referente attività clownerie Vol. Laura Ciarloni

Interessi correlati