Sei sulla pagina 1di 1

| Così ti spio WhatsApp!

| Fai da te | Così fa l’hacker


Cerberus al servizio dei pirati
Un’applicazione nata per conigurare un vero e proprio antifurto mobile e proteggere il proprio smartphone può
diventare una arma a doppio taglio nella mani del pirata. Ecco in che modo.

L’app è sul Goo le Pla ! oni urazione truffaldina Il pirata si copre le spalle
1 L’applicazione che il pirata può utilizzare per
spiare una vittima è normalmente usata per
2 Affinché Cerberus funzioni correttamente,
deve essere conigurato. Il pirata deve quindi
3 Si possono poi abilitare delle funzioni aggiunti-
ve, come il wipe da remoto, ovvero la possibili-
controllare il proprio smartphone in caso di furto. Quin- aprire l’app e seguire la procedura guidata. La prima tà di eliminare tutti i dati dello smartphone da remoto.
di, per cominciare, il pirata deve mettere le mani sullo conigurazione da fare è scegliere un indirizzo e-mail Questa opzione potrebbe essere utile per il pirata, per
smartphone della vittima, assicurarsi che sia rootato e ed una password per l’account Cerberus, poi si pos- non lasciare tracce dell’installazione di Cerberus se
installare l’app Cerberus. sono abilitare le funzioni da amministratore. teme di essere scoperto.

Così ci ruba le foto Smartphone sotto controllo Le nostre chat in chiaro


4 La funzione più interessante, per il pirata che
vuole spiare le conversazioni di un utente, è
5 Il pirata spunta l’opzione Nascondi dalla lista
applicazioni, per evitare che l’utente scopra
6 Selezionando il dispositivo da controllare,
il pirata deve solo scegliere l’azione Grab
il cattura foto automatica o anche l’Automatic pho- che l’app Cerberus è installata sul proprio smartphone. screenshot dall’apposito menu a discesa. All’indiriz-
to capture. Qui è importante modiicare il colore dello Può poi connettersi al sito cerberusapp.com e accede- zo e-mail associato all’account Cerberus verrà invia-
schermo impostandolo a trasparente, per evitare che re con il proprio indirizzo e-mail e la password all’ac- to lo screenshot attuale: se l’utente sta utilizzando
l’utente di accorga di qualcosa. count creato al Passo 2. Whatsapp, il pirata può vedere la schermata.

LE 5 REGOLE D’ORO PER NON FARSI SPIARE SU WHATSAPP


Facendo tesoro delle tecniche di attacco del pirata analizzate nelle pagine precedenti, possiamo imparare
a prendere le giuste precauzioni per blindare il nostro account di messaggistica istantanea.

1 Usiamo sempre il buon senso! Come nella vita


reale, non idiamoci mai di utenti sconosciuti
che ci inviano messaggi e biglietti da visita sulla
3 Analogamente alle precauzioni da prendere con
le e-mail di phishing, quando usiamo WhatsApp
nella versione Web o app mobile, evitiamo di cliccare
lasciamo incustodito il telefono, possiamo rendere la
vita più diicile al pirata intenzionato a prenderne il
controllo per installare di nascosto app di controllo
versione Web di WhatsApp. Se ne riceviamo uno, non eventuali pulsanti di “segreteria” che compaiono nei da remoto come Cerberus.
apriamolo: casomai, proviamo prima a contattare il
mittente via chat per sincerarci della sua reale identità.
messaggi. L’app non ha una segreteria telefonica.
Aprendo il link potremmo inire su siti malevoli ed 5 Aggiorniamo sempre WhatsApp all’ultima ver-
sione: ad ogni upgrade, infatti, gli sviluppatori

2 Ricordiamoci di tenere sempre aggiornato l’an-


tivirus sul nostro computer: eventuali ile infetti
inviatici come allegati di messaggi su WhatsApp Web
essere invasi da virus di ogni genere.

4 Ricordiamoci sempre di attivare il blocco del-


lo schermo sullo smartphone utilizzando una
correggono non solo eventuali malfunzionamenti
dell’interfaccia graica, ma anche falle di sicurezza
e aggiungono funzioni molto utili per proteggere
verranno individuati ed eliminati se ritenuti pericolosi. password o un codice PIN: in questo modo, anche se meglio la nostra privacy.

Speciali Win Magazine 95