Sei sulla pagina 1di 2

IDROCARBURI COME FONTI DI ENERGIA

Se il carbone stato il combustibile della rivoluzione industriale, gli idrocarburi e in


particolare il petrolio hanno alimentato lo sviluppo della civilt industriale moderna.
Petrolio e gas non rappresentano soltanto le principali fonti di energia, ma anche la
materia prima da cui derivano prodotti fondamentali per le attivit dell'uomo.

Le miscele di idrocarburo estratte dal petrolio e opportunamente elaborate


costituiscono oggi la fonte di energia pi importante, cui si affiancano gli idrocarburi
gassosi naturali. Singoli idrocarburi allo stato puro, dal metano all'etilene, al propilene
e al butadiene, sono i prodotti di partenza per la fabbricazione di prodotti chimici
svariati, delle materie plastiche e delle gomme sintetiche: gli idrocarburi aromatici
sono invece le materie prime per la produzione di coloranti, di farmaci, di esplosivi, di
insetticidi, ecc. In natura gli idrocarburi possono presentarsi, in condizioni normali di
temperatura e di pressione, allo stato gassoso (gas,gassifero), liquido (petrolio) e
solido (asfalto, bitume). La fonte di idrocarburo di gran lunga pi importante oggi il
petrolio, dal quale si ottengono singoli idrocarburi attraverso processi di
frazionamento, ovvero attraverso adatte trasformazioni chimiche. Al petrolio si
affianca quale fonte di idrocarburo, anche se molto meno importante e limitata agli
idrocarburi aromatici, il catrame di carbon fossile.

Da dove vengono petrolio e gas?

Dal punto di vista geologico, gli idrocarburi sono sostanzialmente miscele di composti
formati da due soli elementi (idrogeno e carbonio), che si possono trovare allo stato
solido (asfalti e bitumi), liquido (petrolio) e gassoso (metano). La loro origine legata a
una serie di lunghissimi processi geochimici che si concludono con la formazione di un
giacimento.

Gli idrocarburi posseggono qualit che li hanno resi la pi importante risorsa


energetica primaria. Si ossidano rapidamente, cio bruciano facilmente, liberando
grandi quantit di energia; questa fonte di energia pu essere trasformata in altre
forme (per esempio, energia elettrica o benzina) prima di essere utilizzata.

Le molecole degli idrocarburi sono alla base della versatilissima chimica organica
industriale, in particolare della petrolchimica, che fornisce prodotti indispensabili in
molti settori (plastica, prodotti, farmaceutici, prodotti agricoli).

facile comprendere le ragioni del grande sviluppo dell'industria petrolifera nel 20


secolo, che ha portato all'utilizzo di tecnologie avanzate nelle fasi della ricerca dei
giacimenti, dell'estrazione degli idrocarburi e della loro trasformazione in prodotti
derivati (raffinazione). Peraltro, si comprendono facilmente anche le diffuse
preoccupazioni sulla quantit di risorse (petrolio e gas) ancora disponibili.

Gli idrocarburi, come il carbone, appartengono alla categoria delle risorse non
rinnovabili o fossili. La loro quantit complessiva stabilita dalle vicende geologiche
del passato. I consumi mondiali annuali, attualmente di circa 30 miliardi di barili di
petrolio e di 150 miliardi di metri cubi di gas, sono in continuo aumento e si ritiene
possano condurre tra qualche decennio alla riduzione della met delle risorse totali.
I problemi ambientali legati all'uso delle fonti energetiche fossili sono in primo luogo
associati alla loro combustione, che comporta l'emissione nell'atmosfera di notevoli
quantit di anidride carbonica, il gas principalmente indiziato del riscaldamento
globale della Terra e quindi dei cambiamenti climatici (clima).