Sei sulla pagina 1di 19

Il Bamb: una scelta di Ecologia Strutturale

N. Mord, P. Macas, M. Stroscia, P. Bajzelj


1
DoMo Studio - Turin (IT)

Sintesi
Lo scopo della presente nota di individuare sulla base degli studi pi recenti le propriet meccaniche del bamb al fine di
inserirlo, come merita, nel contesto dei materiali strutturali. In varie parti del mondo esso ha gi tale ruolo, tanto che alcune
normative lo recepiscono ufficialmente. In Europa, a parte studi pionieristici, non ha una larga diffusione anche per lassenza come
materiale a crescita spontanea, bench negli ultimi tempi vi sia un crescente interesse. E nostro parere che occorre fissare le idee in
merito alle caratteristiche meccaniche del bamb, per consentire ai tecnici un razionale e sicuro utilizzo come materiale da
costruzione. Lo studio si basa sulle ultime ricerche effettuate in particolare in Sud America dove gi codificato a livello strutturale.

Abstract
The present work investigates the results of an extensive research program about the mechanical properties of bamboo. In the last
years there has been a growing interest in bamboo as structural material. It is commonly used for construction of buildings in South
America and Asia. In Europe its use is still limited for constructive purposes. This is due to its absence as an autochthon specie; but
there is a growing interest in the technical community. In this work we will present the results of the most recent researches and
a report of the mechanical properties that will help the designer to well understand the limitations of bamboo and show its proper
way of use. Most of this research is based on studies conducted in South America; there the bamboo has already been included in the
structural code as material suitable for construction.

1. Introduzione
Lo sviluppo dellattuale societ necessita un continuo utilizzo di risorse naturali ed energetiche. Il costo a livello
ambientale di tale continuo sfruttamento porter a serie problematiche di sempre maggiore estensione, vista la
notevole espansione economica di vaste aree geografiche.
Daltra parte non pu negarsi la legittima aspirazione di progresso sociale di aree sino ad oggi in ritardo rispetto
alle nazioni che sono state attrici del progresso industriale nei secoli scorsi.
E altrettanto vero, per, che al fine di preservare le condizioni di vivibilit dellintero pianeta occorre farvi convergere
le risorse politiche, economiche, culturali e sociali di tutte le nazioni.
Ledilizia uno dei settori pi interessati da questo tema ed una delle componenti della sua risposta sta nellutilizzo
razionale delle risorse naturali, nei casi in cui tecnicamente possibile, fornendo il proprio apporto tecnico e
culturale.
Lo stato attuale della conoscenza scientifica e tecnologica consente, per alcune classi di costruzioni, di introdurre
delle reali novit dal punto di vista dellecosostenibilit tramite lutilizzo di materiali strutturali naturali, sia nella forma
base che in forma ingegnerizzata.
In questo studio lattenzione sar dedicata alle potenzialit del bamb nel settore delle costruzioni.
Occorre per sgomberare il campo dai miti meccanici ed impostare un ragionamento concreto riconoscendo al
bamb i limiti propri di un materiale naturale (del resto la Natura stessa si spinge ad una dimensione massima nelle
proprie costruzioni), ed al tempo stesso apprezzarne ed indirizzarne le prestazioni con particolare riferimento
alledilizia convenzionale. Un punto di partenza pu essere, oggi, quello dei singoli elementi strutturali sino a
tendere a interi complessi. In questo contesto di sicuro aiuto lesperienza e la tecnologia umana che abbinata alla
realizzazione della Natura consente di utilizzare un materiale ecologico altamente promettente.

1
Contact: DoMo Studio Turin (Italy) e-mail info@domostudio.it - Tel. +39 011 19706112

1
In tale percorso tecnologico occorre prestare adeguata attenzione allintero ciclo produttivo, evitando abusi invece
che usi del materiale.
La presente nota sar dedicata ai possibili usi del bamb come materiale strutturale, individuando dallampia
letteratura tecnica a disposizione i parametri che lo caratterizzano ingegneristicamente. Saranno anche effettuati dei
confronti con il legname tradizionale su esempi di letteratura.
Occorre avvertire che nella forma naturale il culmo di bamb presenta delle notevoli variabilit nei parametri
meccanici, e che quelli riportati sono dei valori prudenziali di confronto.

2. Il bamb: dinamica vegetativa


Il bamb una pianta appartenente alla famiglia delle Poaceae ed alla sottofamiglia della Bambusoideae; cresce
spontaneamente nella zona subtropicale del pianeta.
Esistono in natura da 60 a 90 generi che danno luogo a 1100-1500 specie [2].
La pianta di bamb pi che un albero un arbusto. Delle varie specie solo una ventina sono utilizzabili nel settore
delle costruzioni.

Fig. 1: Fascia di crescita spontanea del bamb

Dal punto di vista ingegneristico il bamb interessante per le notevoli propriet meccaniche esibite dal materiale
base, che saranno successivamente esposte.
In termini di sostenibilit ambientale la pianta ha una crescita estremamente veloce: nelle fasi iniziali, alcune specie
crescono dai 20 ai 100 cm al giorno [1].
La pianta pu raggiungere fino a 20-25m dal suolo. Essa raggiunge tale altezza nei primi 6-8 mesi da quando
emerge dal suolo. La maturit invece raggiunta intorno ai 3-5 anni; considerata sufficiente per il taglio unet di 4
anni, come peraltro prescritto dalla Norma Colombiana [3].
Il culmo, che rappresenta il tronco della pianta, ha una sezione circolare cava rastremata dalla base verso la cima.
Il diametro del culmo alla base di 10-20cm ed arriva a 5-10cm in cima. Lo spessore della parete varia da 2cm della
base sino a 0.5cm in cima.

2
Fig. 2: Piantagioni di Guadua in Colombia (Foto. P. Macas)

Lungo laltezza il culmo irrigidito trasversalmente in nodi diaframmati da una parete legnosa.
La spaziatura dei nodi va dai 10cm alla base sino ai 40cm alla cima.
La porzione di culmo tra due nodi detta internodo.

Fig. 3: Definizioni e porzioni della pianta di bamb

In linea generale, si pu assimilare il culmo ad un materiale composito, in cui vi una matrice che agglomera le fibre
le quali sono lelemento strutturale portante.
La sezione trasversale del culmo ha una struttura interna che risponde alle esigenze statiche della pianta: le fibre
sono concentrate maggiormente sullesterno della parete del culmo e degradano verso linterno.

3
Fig. 4: Struttura della parete del bamb

Per quanto riguarda la distribuzione delle fibre secondo lasse radiale del culmo valgono le seguenti indicazioni di
massima, da cui si deduce che il 50-60% delle fibre contenuto nella parte esterna del culmo.

Fig. 5: Percentuale delle fibre secondo il raggio del culmo

4
Da alcuni studi basati su tecniche di digitalizzazione di immagini della sezione retta del culmo di Guadua sono stati
ottenuti i seguenti dati.

Ricerca di K. Ghavami, C. S.
Rodrigues and S. Paciornik (2003)

Ricerca di Khosrow Ghavami e


Albanise B. Marino (2005)

Fig. 6: Distribuzione fibre nella sezione del culmo

Una semplice integrazione in direzione radiale da il contenuto totale di fibre, e mostra che, in termini percentuali, il loro
numero totale molto simile tra le due ricerche (~27%).
Tale informazione utile poich, unita ad appropriati valori della resistenza a trazione della singola fibra e della matrice
(Amada 1996) possibile impostare dei modelli numerici analoghi a quelli utilizzati nel settore dei materiali compositi
(Wan Tarmeze Wan Ariffin - 2005)

5
Fig. 7: Modello meccanico per lo studio numerico del bamb

Tali dati sono, di massima, ricorrenti in tutte le specie di bamb. Il contenuto di fibre dipende dalla particolare specie.

Nel settore delle costruzioni sono utilizzate le seguenti variet Bambusa baleooa, B. tulda, B. nutans,B. pallida, B.
polymorpha, Dendroealamus hamiltonii, Melocanna baecifera, D.giganteus, D. strietus, Gigantoehloa apus, Guadua
angustifolia.
Tutte le specie prevedono un apposito trattamento per limmunizzazione e lessiccamento.
Nel seguito ampio riferimento sar fatto alla Guadua angustifolia (Guadua per brevit) che stata soggetta ad un
ampia campagna di indagine presso varie universit del Sud America.

3. Propriet meccaniche del materiale base: risultati attuali


Si gi detto che le propriet meccaniche sono molto variabili per il materiale allo stato naturale di culmo. Inoltre
esse sono influenzate da vari parametri ambientali, tra cui anche la posizione geografica e laltitudine.

Figura 1: Culmi di Guadua in fase di lavorazione (foto P. Macas)

6
La tabella seguente fornisce un quadro di come alcuni di questi parametri influenzino la stessa specie, la Guadua, in
termini di parametri meccanici.

Fig. 8: Variabilit delle propriet del culmo

Come si nota linfluenza dei parametri indicati sensibile.


Con riferimento alla variazione di specie interessante la seguente tabella di sintesi, da cui possono rilevarsi delle
sensibili differenze tra le varie specie. Pertanto assolutamente indispensabile conoscere lorigine del culmo.

7
Fig. 9: variabilit delle propriet meccaniche tra le varie specie

Per i fini della presente nota si far riferimento alla seguente tabella che individua i parametri con cui i progettisti
strutturali hanno dimestichezza. Essa sintetizza i valori di letteratura al frattile del 5% delle varie caratteristiche
meccaniche (Trujillo 2009).

Fig. 10: Caratteristiche meccaniche di calcolo

8
Per il legno massiccio la norma EN338 fornisce i seguenti valori

Fig. 11: Caratteristiche meccaniche di calcolo del legno massiccio

Si nota che il culmo di Guadua pu essere collocato nelle fasce medio-alte di prestazioni meccaniche.

9
La normativa della Colombia relativa alle strutture in legno, e in particolare per la Guadua, fornisce le seguenti
resistenze di calcolo, identificabili con le omologhe Europee.
Definite le seguenti quantit
Tensione caratteristica

Valore di calcolo della tensione; FS, Fs e FDC sono vari fattori di sicurezza applicati
al valore caratteristico

le tensioni di calcolo, con lapplicazione dei vari fattori di sicurezza, risultano

Fig. 12: Parametri meccanici prescritti nella normativa della Colombia

La proposta di norma del Per, invece, riporta le seguenti tabelle

Fig. 13: Parametri meccanici prescritti nella proposta di norma del Per

Il valore Fi ulteriormente modificato dalla moltiplicazione per altri fattori, non sempre inferiori allunit, che tengono
conto delle condizioni di esercizio dellelemento.
E da notare la sensibile differenza tra le due norme nella resistenza a flessione.

Deve ancora essere chiaro che il materiale usato in una struttura reale tender ad essere impegnato dagli sforzi interni
secondo molte, se non tutte, le capacit resistenti esposte. E certamente di interesse sfruttarlo secondo la proprie
vocazioni statiche: ad esempio in direzione della fibratura.

10
Si ritiene comunque opportuno che i dati meccanici del singolo lotto utilizzato siano preliminarmente verificati in
laboratorio ed in sito, prima della messa in opera.
La figura seguente mostra una prova di carico reale con P = 600kg su una luce di L = 3.50m ed un culmo di diametro
esterno D = 17cm.

Figura 2: Prova di carico in sito (Gentile concessione Studio Zuarq Bogot)

Il carico uniforme equivalente al precedente carico concentrato vale

p = 2P/L = 2*600/3.5 = 343 kg/m

Se i culmi si pongono a 70cm di interasse a formare un impalcato la precedente prova fornirebbe il collaudo per un
carico unitario

2
p = 343/0.70 = 490 kg/m .

Tale valore abbastanza vicino al carico utile usuale nelledilizia residenziale, quindi limpalcato in culmi sarebbe idoneo
alla realizzazione di un solaio residenziale ordinario.
Si consideri ancora che il getto di una eventuale cappa aumenterebbe la capacit portante della soletta mista.

Con la disponibilit di questi dati possibile avere un sufficiente grado di confidenza per apprezzare, entro i limiti che la
Natura ha imposto, un interessante materiale naturale nello stato originale, sfatando pericolosi miti che iniziano a
circolare in ambito tecnico.

Un aspetto che interessante esporre il valore della resistenza a trazione della singola fibra di bamb, sia come dato
fine a se stesso, sia perch sono allo studio dei compositi con fibre di bamb disperse in matrice legante.

11
Fig. 14: Fibre di Guadua (Orsorio et Al - 2010)

Amada et al. (1997) hanno ottenuto per la specie Moso, estrapolando dalle prove di trazione su listelli di culmo, i
seguenti valori di resistenza a trazione per le fibre e per la matrice.

Fig. 15: Propriet meccaniche della fibra di Moso (Amada et al 1996)

Altre prove sono state eseguite da Orsorio et Al. (2010) sulla Guadua sudamericana e da Tada et Al. (2010) sul
Mandake, una specie Giapponese.
Dalle prove di trazione diretta su fibre Orsorio ha ottenuto una tensione di trazione minima di circa 600MPa
2
(~6000kg/cm ) che analoga al valore riportato da Amada (1997), come dimostrato dal seguente grafico.

Fig. 16: Resistenza a trazione delle fibre di Guadua (Osorio et al 2010)

E importante osservare che tali valori sono riferiti alla fibra estratta dal culmo e non al culmo medesimo che, come detto,
un composito di fibre e matrice.

12
A grandi linee si pu dire che se la frazione delle fibre nella sezione del culmo del 25% allora la resistenza a trazione
dello stesso sar circa il 25% di quella delle fibre e il 75% della matrice, quindi, con i dati di Amada si ha, in via di larga
massima
2
R = 0.25*6000+ 0.75*500 = 1875 kg/cm
che molto diversa dai valori precedentemente riportati, quindi la resistenza a trazione della fibra isolata non in grado
di rappresentare in modo accurato la resistenza del culmo stesso.

4. Propriet meccaniche del materiale ingegnerizzato


Una interessante applicazione del bamb in ambito strutturale, secondo i dati emersi dalle recenti ricerche in merito,
quella che prevede le realizzazione di travi lamellari a partire dalle lamelle ottenute dai culmi. Il risultato che si ottiene
una trave a sezione compatta, ad asse rettilineo o meno, del tutto identica alle usuali travi ottenute dallutilizzo del
legname massiccio.

Fig. 17: Travi lamellari con lamelle di bamb (Sud America)

La sezione si realizza assemblando le lamelle ottenute dal culmo con idonee colle, ad esempio un mix di 50% Urea-
Formaldeide + 50% Melamina-Formaldeide quella utilizzata dallUniversit de Los Andes (Colombia) per i test e
lindividuazione dei parametri di controllo dellincollaggio (velocit di spandimento delle colle, spessori sulle facce delle
lamelle ecc.)
I risultati che si ottengono sono, a nostro parere, di estremo interesse dato che le resistenze meccaniche ottenute si
attestano nelle fasce alte del legname lamellare (classe GLh36);
A titolo di riferimento, dai test condotti allUniversit de Los Andes sono stati ottenuti i seguenti risultati, direttamente
confrontabili con i valori delle norme sul legno lamellare.

Fig. 18: Propriet meccaniche del lamellare in bamb (Univ. Los Andes)

13
La seguente tabella, invece, fornisce i valori delle resistenze del legno lamellare (UNI EN 1194) correntemente utilizzato
nella pratica costruttiva.

Fig. 19: Parametri meccanici di norma del legno lamellare europeo

Dallanalisi comparata delle due tabelle si pu istituire il seguente confronto


Parametro GLB GLH36 Unit Descrizione
3
dk 715 450 kg/m densit
2
fm,k 60.66 36 N/mm resistenza a flessione (MOR)
2
ft,0,k n.d. 26 N/mm resistenza a trazione lungo le fibre
2
ft,90,k 0.76 0.6 N/mm resistenza a trazione trasvers. alle fibre
2
fc,0,k 43.58 31 N/mm resistenza a compressione lungo le fibre
2
fc,90,k 2.63 3.6 N/mm resistenza a compressione trasvers. alle fibre
2
fv,k 7.68 4.3 N/mm taglio
2
E0,mean 16000 14700 N/mm modulo elastico long.

Fig. 20: Confronto lamellare bamb (GLB) con lamellare commerciale (classe di massima prestazione)

Quindi il lamellare in Guadua, ma riteniamo in generale anche con altre specie di bamb, almeno in questa fase di
analisi preliminare, pi che confrontabile con la migliore delle classi di lamellare previste dalla norma attuale.

5. Esempi di applicazioni
La scarsa diffusione di progetti reali e i risultati ottenuti riguardo allutilizzo del bamb creano una visione controversa
dellopinione collettiva su questo materiale.
Da una certa prospettiva, persino retrograda, si percepisce la sensazione che le costruzioni in bamb siano destinate ad
una architettura povera ed artigianale, presentandolo come materiale economico e non di qualit, soggetto a processi
produttivi di alto impatto ambientale e veloce degradazione.
In contrasto con la visione precedente esso richiama unidea di coscienza ecologica, rispetto dellambiente e
sostenibilit.
E innegabile che, alla stregua delluso del legno, il bamb sia un materiale da costruzione tradizionale che interessa
anche aree in via di sviluppo (ma in rapidissima crescita!).
Ci per non rende giustizia alla potenzialit del materiale, anche in termini di risultati estetici e funzionali.
Si presentano brevemente alcuni esempi di realizzazioni in bamb che mostrano i risultati ottenuti con una razionale
progettazione alla base dellopera.

14
Leffetto certamente di notevole impatto, sicuramente comparabile, esteticamente e tecnicamente, con le usuali
costruzioni in legno della nostra architettura attuale.

Fig. 21: Esempi di moderne costruzioni in bamb (Gentile concessione Studio Zuarq Bogot)

15
Fig. 22:: Dettagli di costruzioni in bamb (Gentile concessione Studio Zuarq Bogot)

Fig. 23: Parquet realizzato con lamelle in bamb (Guadua) (Foto P. Macas)

6. Profilo di sostenibilit
Dato il notevole interesse circa gli aspetti di compatibilit ambientale necessario capire in modo scientifico quanto essi
siano robusti.
Uno studio condotto da van der Lugt et Al (2005) relativo alla realizzazione di un ponte a Rotterdam tramite uso di culmi
di bamb ha prodotto i seguenti risultati.

16
Il maggior costo indotto dal trasporto via
mare. Quindi in zona di crescita spontanea
il materiale ha effettivamente una
economicit ambientale notevole.

La figura dimostra che il culmo di bamb


risultato marcatamente pi economico di
altre alternative strutturali in termini di costi
ambientali, nonostante lalta incidenza del
trasporto.

In termini di costi, si nota che il bamb


compete abbastanza bene con gli altri
materiali, salvo che per le travi
longitudinali. Ci dovuto al fatto che
occorre maggiore sezione resistente
rispetto agli altri materiali.
Tale risultato dimostra che il materiale non
deve essere considerato magico ma deve
essere usato secondo il progetto Natura.

Fig. 24: Costi ambientali e economici nell'uso del bamb secondo van der Lugt et al (2005)

17
Infine si confronta leffetto della velocit di crescita e maturazione del bamb rispetto al legno, quale altro materiale
ecosostenibile; la tabella seguente dimostra che il bamb 3-4 volte pi efficiente in termini di produzione annuale.

Fig. 25: Confronto produttivit bamb/legno

Gli autori dello studio considerano i risultati ancora preliminari, ma comunque prudenziali rispetto alleffettiva potenzialit
ambientale del bamb. Nonostante ci il giudizio espresso sulla scorta delle analisi accennate favorevole,
Avvertono tuttavia che luso in modalit improprie rapidamente porta ad una erosione dei benefici e che a tal fine devono
essere condotte analisi pi accurate.

7. Conclusioni
La precedente disamina qualitativa delle potenzialit del bamb come materiale da costruzione, in coesistenza con le
tradizionali tecniche costruttive, ha fornito un quadro delle sue notevoli propriet meccaniche, soprattutto nelle direzioni
secondo le quali la Natura lo ha progettato. Tali propriet sono utilizzabili con le tecnologie attuali per ottenere dei
prodotti di trasformazione di elevata efficienza statica. E da rimarcare ulteriormente che le propriet meccaniche e le
metodologie di prova cominciano ad essere codificate soprattutto da quei paesi dove il bamb un materiale che fa
parte del bagaglio costruttivo storico. Ci deve far riflettere sui dati che circolano in ambito commerciale, sia in senso
propositivo, considerando la notevole capacit resistente del materiale, sia in senso opposto valutando criticamente
prestazioni elevatissime che, come visto, sono di estrema aleatoriet.
E nostra opinione che, con i dati a disposizione e sulla scorta delle ricerche condotte ed in corso, possibile introdurre
nel settore delle costruzioni tale materiale gi nella forma di culmo. Questa prima nota ha cercato di gettare le basi per
instaurare un corretto quadro meccanico sul materiale, ed in successive note si esporranno degli studi comparativi con le
soluzioni tradizionali.
E quindi giusto inserire il bamb nel contesto ben definito di alcune classi di costruzioni, sgomberando il campo dalla
pretesa di superare i limiti che la Natura gli ha prescritto per costruzione.

8. Riferimenti
[1] David J. A. Trujillo "Axially Loaded Connections In Guadua Bamboo" Proceedings of the Nocmat 2009, Bath, UK
[2] L. Osorio, E.Trujillo, A.W. Van Vuure, F. Lens, J. Ivens, I. Verpoest "The Relation Between Bamboo Fibre
Microstructure And Mechanical Properties" 14th European Conference On Composite Materials - Budapest, Hungary
[3] T. Tada, K. Hashimoto & A. Shimabukuro "On characteristics of bamboo as structural materials" in Challenges,
Opportunities and Solutions in Structural Engineering and Construction Ghafoori (ed.) 2010
[4] Amada, S. , Untao, S. 2001. "Fracture properties of bamboo". Part B 32 (2001) 451459.
[5] Ghavami, K. et al. 2003. "Bamboo: Functionally Graded Composite Material." Asian Journ. of Civil Eng.Vol. 4, No. 1
(2003)

18
[6] Ghavami, K. 2005. "Bamboo as reinforcement in structural concrete elements." Cement & Concrete Composites 27
(2005)
[7] Yao, W. & Li, Z. 2003. "Flexural behavior of bamboo-fiberreinforced mortar laminates". Cement & Concrete Research
33 (2003)
[8] T.M. Obermann, R. Laude "Bamboo Poles For Spatial And Light Structures" -Bamboo Space Research Project
Universidad Nacional de Colombia 166_OB
[9] E. Dutta et. Al "Utilization aspects of bamboo and its market value" Indian Forest March-2008
[10] J. Coreal et at "Structural Behavior Of Glued Laminated Guadua Bamboo As A Construction Material" World
Conference on Timber Engineering 2010
[11] Asociacin Colombiana de Ingeniera Ssmica, Normas Colombianas de diseo sismorresistente
(NSR-98), Asociacin colombiana de Ingeniera Ssmica, Bogot, Colombia, 1997
[12] Wan Tarmeze Wan Ariffin "Numerical Analysis of Bamboo and Laminated Bamboo Strip Lumber" Research Project
2002-2005 - Sponsor Government of Malaysia
[13 ] Fotografie Studio Zuarq Bogot www.zuarq.co

19