Sei sulla pagina 1di 12

idre

, . via Cesare Cant


-
47891 Dwana - Repubblica di San Marino
Tel. 0549.909090 - Fax 0549.909096 rY-Lira -idrobeion - idrepress -
www.idrabeton.com - info@idrabeton.com EDtZtONE 2005
ll costruire l'arte di chi vuole lasciare traccia nel ll calcestruzzo
tempo, di chi vuole creare dal nulla un'essenza con- si ordina prescrivendo:
creta, di chi vuole che la sua opera si erga nel futuro di
un popolo per essere abitata, ulilizzata, percorsa,
sfruttata per il bene dell'individuo.
BETONIru*
. La classe di esposizione ambientale

. La classe di resistenza (resistenza caratteristica)

t{aidrqbetolt* .
r
La classe di consistenza (lavorabilit)

ll diametro massimo dell'aggregato

uno strumento tascabile che riporta le nozioni di


base sul calcestruzzo e i suoi componenti. Devono essere sempre evidenziati dall'impresa, al momento
l- obiettivo quellodi fornire un concentrato di infor- dell'ordine, i volumi previsti e itempi di consegna, la richie-
mazioni essenziali "pronte per l'uso", secondo la poli- sta di mezzi di pompaggio, se si prevedono tempi di scas-
tica di ldrabeton di essere sempre vicino alle aziende sero brevi o calcestruzzi faccia a vista.
del settore. Un ordine di questo tipo consentir al fornitore di indivi-
duare il calcestruzzo pi adatto alle esigenze dell'opera
e dell'impresa.
La classe di consistenza individua La classe di consistenza
la facilit di messa viene valutata abitualmente con la prova
in opera del calceslruzzo. di abbassamento al cono di Abrams,
Un calcestruzzo nelle classi 54 e S5 consente getti pi rapidi,
secondo la norma UNI EN 12350-2.
minori interventi degli addetti in fase di stesa e di finitura e,
dopo lo scassero, una migliore qualit finale dell'opera. ll tronco di cono deve essere riempito in tre strati uniformi di
calcestruzzo, ognuno compattato con 25 colpi di pestello
CLASSE ABBASSAMENTO AL CONO (anche un tondino da 1 cm). La classe di consistenza si deter-
S1 da10a40mm mina misurando l'abbassamento del cono di calcestruzzo al
momento del sollevamento del cono di Abrams.
S2 da50a90mm
S3 da'100 a 150 mm
S4 da 160 a 210 mm
S5 maggiore o uguale di 22O mm

La classe di consistenza 55 corrisponde ad un calce-


struzzo molto lavorabile, La lavorabilit del calcestruzzo
non deve essere modificata mediante l'aggiunta di acqua in
autobetoniera al momento dello scarico. Questa porta ad un
aumento del rapporto acqua-cemento e, di conseguenza, alla Per cedimenti superiori ai 20 cm opportuno utilizzare il
probabile formazione di vespai e punti di segregazione, alla metodo della tavola a scosse, pi adatto a calcestruzzi
perdita di resistenza meccanica e di durabilit. molto fluidi.
Le nuove norme tecniche danno una particolare enfasi alla ' Quando non ci sono
durabilit richiedendo al progettista di prescrivere il calce- particola prcblemi di gelo e,
slruzzo tenendo conto delle condizioni ambientali in cui il comunque, lontano dal marc.
materiale dovr svolgere la propria funzione. La norma UNI ' Le aggressioni sono dovute
11 104, che applica la norma europea UNI EN 206-1 , ha sud- essenzialmente alla carbonata-
diviso le diverse situazioni ambientali in CLASSI Dl ESPOSI- zione (XC 1-4) del calcestruzzo
ZIONE, individuando per ciascuna la resistenza caratteristica (reazione dell'anidride carbonica con il calcestruzzo, che porta
minima, il rapporto acqua,/cemento massimo e altre importan- alla conosione dei ferri di armatura e al degrado del coprifeno),
ti caratteristiche. all'azione degli agenti chimici (XA 1-3) provenienti da diverse
fonti quali l'inquinamento (zone cittadine o industriali) o i prodot-
ti di SCarico (es. fogne, depuratori, residui di allevamento animali).

scegli il calceslruzzo TIPO DI AGGNESSIONE Classe Rapporto Rck minima


AMBIN?E UNI III(M Acqua/Cemento (N/mm1

in classe di esp*sizicne Calc6lr@o non amato


in ambiente privo di aggressivit
x0 15

Calceslruzo armato in ambiente


xc1 0,60 30
asciutto o sempre bagnato
Calcestruzo mato xc2
ll segreto della qualit del calcestruzzo sla nel rapporto qu6i sempre bagnato
0.60 30

Calcestruzo mato
acqua./cemento, in particolare nella produzione di calcestruz- in ambienl umido
xc3 0.55 35

zo a basso contenuto di acqua con specifici additivi superflui- Calcestruzo amato


xc4 0,50 40
$ttoposto a cicli asciutto/bagnato
dificanti. Alta resistenza, basso rapporto acqua-cemento, cor-
Calc6truzo armato esposto
retta scelta delle classi di esposizione: queste sono Ie indica- a una debole aggresione chimica
xA1 0,55

zioni che devono guidare il moderno progettista nella scelta Cdc6truzo amato esposto
xAa 0,50 .tO
a una media aqqre$ione chimica
dei materiali. Nelle norme UNI 1'1 104 e UNI EN 206-'l sono Calcestruzo mato esposto
xA3 0,45 45
riportate maggiori indicazioni. a una Iorte aggEsione chimica
Quando la struttura si
Quando durante trova a contatto con
l'anno un ambiente salino.
Questa condizione si
la temperatura verifica non solo
quando il calcestruz-
scende pi volte zo immerso in
sotto lo zero. acqua salata, ma
anche quando Ia sola atmosfera contiene cloro e/o cloruri
flPO DI AGGRESSIONE Glass Rapporto Bck minima
AIUBIENTE uNt 11r04 Acqua/Cemento (N/mm1 (strutture in prossimit della cosla, viadotti, pavimentuioni industriali eslerne...).
Calc61@o in ambiente
XF1
llattacco diretto soprattutto ai ferri d'armatura, che vengo-
umido, ffi impiego di iltigelo 0,50 40
no degradati per azione elettrochimica. Alcuni cloruri attacca-
Cale@o in ambiente
umido, e in pr*na di antigelo xF2 0,s0 30 + aerante no per anche il calcestruzzo, dando luogo a una sorta di
Cajcdl@o in mbient molto
umido.o qgeflo a cicli umido/bagnato. XF3
desquamazione della superficie. ll calcestruzzo per poter resi-
0,50 30 + aerante
se@ rmpr@o or trlroep
stere deve avere un basso rapporlo acqua,/cemento.
Calc6t@o in ambiente molto umido
o woeto a cicli umido,/baonato YF4 0.45 35 + aeranle
con i"rn'pi{o di antiqelo
TIPO DI AGGRESSIONE Classe Bappoo Bck minima
AMBIENTE lJNl 11104 Acqua/Cemento (N/mm')
ll degrado del calcestruzzo dovuto sia all'azione dei cicli gelo
Calcstruzo amato in ambiente XS1
e disgelo che ai sali disgelanti, che possono conodere i feni umido, in prcsimit della costa
o comunque sposto a nebbia salina xD1 0.50 40

d'armatura. Per combattere l'azione del gelo sono previsti, in Cddruzo amato pemanentemente XS2
smm(ru in acqua slata xD2 0,45 45
genere, calcestruzzi con basso rapporto acqua cemento e, in
Cdc6truzo amato soggeto a cicli XS3
alcuni casi, con un contenuto di microbolle d'aria non inferiore umido/bagnato in pr6ena di sali XD3 0,4s 45

al 3olo. Questa propriet si pu ottenere mediante l'uso di addi- Caldruzo in ambiente umido
e in ol@na di cicli oelo/disoelo xF2 0,50 30 + aeEnte
e di :iltigelo
tivi specifici e porta a una riduzione delle resistenze meccani-
Cdc$truzo in ambiente molto umido
o s@oefro a cicli umido/baonato e in
che, che vengono ripristinate con maggiori dosaggi di cemento. pBiz di cicli gelo/disgelo-e diantigelo xF4 0,45 35 + aerante
LG.: Line Guida sul Calcestruzo Strutturale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici
Le semplici regale per l'esecuzione
del campionamento del *alcestruez*
sono:

1. miscelare il calcestruzzo in autobetoniera in cantiere


almeno 4-5 minuti con tamburo al max dei giri;
t
t

7.
ryry
togliere il calcestruzzo in eccesso
dalla cassaforma livellando accuratamente;

2. prelevare all'uscita della canala o della pompa, identificare il provino con:


in pi fasi, in quantit pari a 1,5 volte quello necessario a) sigla;
alle prove; b) tipo di calcestruzzo;
c) cliente;
omogeneizzare in una carriola il materiale prima della d) ubicazione del getto;
confezione; e) n. documento
di trasporto;
4. inumidire gli atlrezzi necessari al campionamento
(carriola, sessola, ecc.) prima di utilizzarli; 9. lasciare il calcestruzzo nella cassaforma per
almeno 16 h, ma non oltre 3 giorni, proteggendolo da
pulire e trattare le casseforme prima del riempimento urti, vibrazioni e disidratazione, alla temperatura di 20 +
con idoneo disarmante; i 5'C, oppure a 25 + 5'C nei climi caldi;

compattare il calcestruzzo vibrando per evitare


segregazione o comparsa di acqua superficiale;
I ,o conservare i provini, una volta rimossi dalla cassaforma,
in acqua alla temperatura di 20 + 2'C, oppure in
ambiente a 20 + 2"C ed umidit relativa
superiore al 95%io.
COme Si ealC**a . La resistenza caratteristica det catce-
EilJ
ref_ struzzo prescritta per legge dal
vorumedirirerimentoVnr:il
Si definisce "resa" il rapporto tra il volume effettivo Verr e
|reil 1 progettista e deve essere controllata dal
' ml 3;'"T:i$;rT"i""lltriJ:#;[:
ni prelevati al momento del getto, dopo che sono state effet-
tuate tutte le aggiunte e che il calcestruzzo stato mescola-
to adeguatamente. ln genere non vengono effettuati prelievi
nel primo metro cubo di calcestruzzo.

R= V.,, I campioni in ltalia devono essere di forma cubica e devono


essere stagionati per 28 giorni in ambiente umido (U% >
V*,, 95%) a circa20'C. La rottura dei provini deve essere effet-
tuata, su richiesta scritta del Direttore dei Lavori, da un labo-
ratorio ufficiale o autorizzato. La media dei due campioni
costituenti il singolo prelievo d il valore da considerarsi nel-
come l'ambito del controllo.
s valuta
Se R > 1 utilizzando in produzione le quantit di progetto si
produce dunque un volume di calcestruzzo maggiore di
VRIF; viceversa se R < 1 si produce un volume di calce-
struzzo minore di VRIF.
Nel primo caso "si concede" materiale, nel secondo occor-
re intervenire per ripristinare il corretto dosaggio".
La norma UNI EN 206-1 riconosce una tolleranza + 3%o.
Le norme di legge definiscono ' Lo Scarto Quadratico Medio (Sqm) un indicatore della varia-
bilit di un insieme di valori. Applicato alla resistenza permette
da"** *r*a"5 d* **srr**.
di monitorare la produzione di calcestruzzo preconfezionato e
> Controllo di accettazione tipo A: , di calcolare la resistenza caratteristica. ll calcolo del Sqm viene
riferito a una quantit di miscela omogenea < 300 mc effettuato applicando la seguente formula:
ll lotto controllato attraverso tre prelievi di calcestruzzo.
Deve essere effettuato almeno un prelievo per ogni giorno di
getto e al massimo ogni 100 metri cubi. ll controllo di accetta-
zione superato se vengono rispettate entrambe le relazioni: Rx =
valore del singolo
Sqm = provino a compressione
Rm = y2;61s 6p11. *.istenza media
Rmedia > Rck + 3,5 (N/mm,) n= numero di provini
Rminima > Rck - 3,5 (N/mm,)

> Controllo di accettazione tipo B: Fattori che influenzano lo Sqm:


il controllo di tipo statistico ed obbligatorio per quantitativi . Precisione nel dosaggio (impianto)
di miscela omogenea > 1500 mc
. Modalit di carico (procedure)
. Condizioni ambientali
Deve essere effettuato almeno un prelievo per ogni giorno di o Variabilit
dei costituenti
getto e al massimo ogni '100 metri cubi. ll controllo di accetta- . Mezza di miscelazione (impianto)
zione superato se vengono rispettate entrambe le relazioni: . Mezzo di trasporto (manutenzione mezzi)
Rmedia > Rck + 1,48 x Sqm (N/mm,)
. Condizioni di trasporto
o Confezionamento, stagionatura, rottura provini
Rminima > Rck - 3,5 (N/mm,)
ln generale un impianto che produce senza automazione lo
scarto varia tra 5 e 7 N/mm', con l'automazione tra 3 e 5
Dove Sqm lo scarto quadratico medio dei orelievi. N/mm', in presenza di mescolatore tra 1,8 e 3 N/mm,.
NOTA: Durante il periodo di coesistenza con it DM 9.1.96 it controllo di
accettazione tipo B volontaio e il K pari 1,4.
Dmax SCC un nuovo tipo di calce-
La norma UNI EN 12620 che regolamenta la marcatura CE degli struzzo stud iato appositamente
aggregati utilizzabili nel calcestruzzo preconfezionato permette di per soddisfare le specifiche esi-
identificare il Dmax, elemento determinante per il progettista nella genze dell'impresa.
prescrizione del calcestruzzo. l-innovazione di norma che il D Un SCC infatti in grado di
max, identificato attraverso il passante allo staccio di maggiori scorrere anche per 15 metri
dimensioni, deve rispettare le prescrizioni riportate nel prospetto: senza l'aiuto di squadre di
*rg" getto, si autocompatta senza
^9gsb
2D 1.4 oai Dd bisogno del vibratore e si pu
&SaS &0aA &0a5 q@
t6 &Sim &Sa &0afr &0a5 4M mettere in opera da altezze che
t6 &Slm &90aS &0a 15
daSrl@ &SaS
&0a5
possono arrivare a 5 metri,
t@ 4s
lm 66so senza problemi di segregazione. Si pu pompare dal basso
rm &99a10( G 0a 90 Go perch risale attraverso i casseri, attraversa gli ostacoli, le
d armature e le forme pi complesse. Riempie gli spigoli e gli
di@ad r24(wlffirts dsr@*Fhdclqet&*r w&b*F4edqde angoli. Con SCC non ci sono pi vincoli alla fantasia del
*z.tulMffiohFbndcd 1I@tM@@
&mm phhaFdgqdrMqr@FEdq*. Progettista, alle ambizioni di una impresa. Le forme pi com-
Modulo di finezza plesse, le strutture pi
ll modulo difinezza (FM ) il parametro numerico che identifica ardite possono essere
la"fineza" di un aggregato ed calcolato attraverso l'analisi gra- orarealizate.
nulometrica come somma delle percentuali in massa cumulative Contattateci perch
di trattenuto sugli stacci seguenti (mm) espresso come percen- siamo in grado di assi-
tuale, ossia sterui nello studio del
calcestruzzo
((>4mm) +(>2mm) +(>1mm) +(>0,5mm) +(>0,25mm) +(>0,125mm))
,r- compattante.
100
IDRA s.a. una societ che si occupa di servizi con sede
SLUMP FLOW: nella Repubblica di San Marino, con capitale sociale di
258.500,00 euro e un fatturato annuale superiore al milione
spandimento minimo: 600 mm e trecento mila euro.
spandimento di 500 mm in un Tra i suoi clienti importanti societ internazionali e nazionali,
tempo max di 12 secondi nei Associazioni di Categoria, piccole e medie aziende del set-
tore delle costruzioni.
bordi non segrega
IDRA s.a. opera nell'ambito delle High Pubblic Relation e ha
tre divisioni:
V FUNNEL:
- lDRAbeton, dedicata ai servizi di consulenza e di perizia
tecnica nell'ambito del settore costruzioni.
fuoriesce in un tempo compreso
tra4 e 12 secondi dopo - !DRApress, dedicata per supportare le Associazioni nella
Fl 6! 5 minuti il tempo aumenta di max realizzazione di prodotti editoriali tecnicl e nell'organizzazio-
t
3 secondi ne di eventi, convegni e congressi.
.=]q

- lDRAdivisioneCREATlVA, dedicata alla Comunicazione


creativa, per supportare le aziende del settore nella realizza-
:;e J RING: zione di Pubblicit, Loghi, Slogan, Gadget e tutto quello che
l=r, E puo aiutarle nella promozione sul mercato.
t-Ll
'a)
differenza rispetto a slump flow:
,r----i-
-@-

/
/.ffi-'/
't:-,
/
max 50 mm non segrega tra le
armature
Lattivit di chi opera nel settore costruzioni delimitata da ' - consulenza tecnologica per la formulazione di
numerosi vincoli: per esempio la qualit dei materiali dispo- conglomerati cementizi (misti cementati, calcestruzzi ordi-
nibili, le norme tecniche, Ia formazione della manodopera, le nari, alleggeriti, ad alte prestazioni, antiritiro, autocompat-
leggi sulla sicurezza e sull'ambiente, e quelle di tipo ammi- tanti, criogenici);
nistrativo, i clienti e il mercato. Le leve su cui pu agire sono - pareri tecnici per problemi su strutture in cemento armato,
l'evoluzione tecnologica, il marketing, la qualit dei prodotti perizie;
e dei servizi.
ldra nata per fornire risposte, vere e concrete, all'impresa
- organizzazione aziendale ai fini della certificazione del
sistema di gestione per la qualit (SO 9001), ambientale
che deve fare i conti con questi vincoli e utilizzare queste (lSO 14001), per la sicurezza (OHSAS 18000);
leve, nel settore delle costruzioni.
- assistenza per la marcatura CE dei prodotti;
QUALI I NOSTRI SERVIZI ? - definizione dei contratti di fornitura e di acquisizione, dei
IDRA nasce agli inizi degli anni '90 per iniziativa di Giuseppe capitolati tecnici, dei contratti di appalto;
Dari come societ di High Pubblic Relation, curando I'inte- - consulenza per l'installazione di nuovi impianti per la
resse di alcune grandi lmprese del settore delle costruzioni produzione di aggregati e calcestruzzo e per l'aggiorna-
e Societ di ingegneria presso alcuni paesi nell'area del nord mento di impianti esistenti;
africa. - formazione sulla tecnologia degli aggregati e del
calcestruzzo, sulla sicurezza per gli operatori
Nel 2001 con l'ingresso di Andrea Dari nata la divisione tecnici e dedicati al trasporto del calcestruzzo e
ldrabeton, dedicata alle consulenze tecniche. del pompaggio.
Con l'inserimento nell'organigram-
_?t !_ _ r . ma di qualificati esperti provenienti
fY L lmDelotl - dall" Direzioni tecniche delle gran-
di opere e dalle aziende di riferi-
mento del settore, ldrabeton ha sviluppato specifici schemi
di consulenza nell'ambito dei seguenti servizi: