Sei sulla pagina 1di 7

Emittente TV

VIDEO
Canale 286

Canale 678

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Sicilia

66

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 21 gennaio 2017 Anno XXx N. 17 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit locale: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

una vicenda paradossale, dove in molti devono assumersi la piena responsabilit Inquinamento di idrocarburi e metalli

Autostrada, la Cisl: il tratto


Ispica-Modica della discordia

Lo scaduto dovuto dal Cas tornato ad essere di 15 milioni


I

focus

l lotto autostradale IspicaModica come il gioco delloca. Nonostante impegni assunti in Prefettura si ritorna
alla casella di partenza
Cos Paolo Sanzaro, segretario generale della UST Ragusa Siracusa, e Paolo Gallo, segretario generale della
FILCA territoriale, commentano la lettera inviata dalla
Societ Italiana per condotte
dacqua, titolare dellappalto,
e che torna a denunciare una
serie di inadempienze degli
enti coinvolti, preannunciando il rischio che i lavori possano essere interrotti.

In silenzio le mani
sullInda, Statuto
ormai modificato
di Salvatore Maiorca

Le mani sullInda. E in pericolo la siracusanit dellInda. Fra una contestazione


e una replica la verit viene a galla da sola, emerge
dalla palude nella quale va
inesorabilmente affogando
questa citt. Tuttavia non
dimentichiamo che il 2017
segna i 2750 anni di vita di
questa citt. E auspichiamo
che, oltre alle celebrazioni,
si mettano in campo azioni
concrete per la sua rinascita. Per lInda ha lanciato lallarme Paolo Ezechia Reale,
portavoce del movimento
Progetto Siracusa. Allarme
respinto dal sindaco. Il quale per, fra una parola e laltra, questo allarme lo conferma. La bozza del nuovo
statuto della fondazione
stata gi predisposta.
A pagina due

In foto, i lavori autostradali in corso sulla tratta.

cronaca

cronaca

Polizia annonaria,
Denigrano i Carabinieri
maggiori controlli in
su facebook: 3 giovani
difesa del decoro urbano denunciati per vilipendio

A pagine tre

Smaltiva reflui
nella rete fognaria:
sanzionato

veRmexio

Il Comune avvia
Alternanza
Scuola Lavoro

In attuazione della legge


107 del 13 Luglio 2015, anche il Comune di Siracusa
ha avviato il progetto Alternanza Scuola Lavoro, sottoscrivendo la scorsa estate le relative convenzioni
con tutti gli Istituti superiori
della citt.

l reato di smaltimento reflui nella rete fognaria stato


accertato dalla squadra di polizia giudiziaria della sezione
polizia stradale di Siracusa, in occasione di un controllo di
polizia amministrativa avvenuto in unofficina meccanica
con sede nella zona alta di Siracusa.

A pagina tre

A pagina cinque

In foto, il sopralluogo di ieri mattina.

IAS, soluzione pubblica per la salvaguardia


dellambiente, limpianto e i lavoratori
L
unica soluzione immaginabile, possibile e

N
ovit in arrivo nell'attivit della squadra annonaria

Le ultime incisive azioni di con-

e potenziamento della lotta


agli illeciti soprattutto.

trollo straordinario del territorio


attuate dai Carabinieri della
Stazione di Francofonte.

percorribile per salvare


lIAS, e quindi quanto
di positivo avvenuto
fino adesso nella salvaguardia del territorio,
quella di aumentare la
presenza della Regione.

A pagina quattro

A pagina cinque

A pagina quattro

Focus 2
di Salvatore Maiorca

e mani sullInda. E
in pericolo la siracusanit dellInda. Fra una
contestazione e una
replica la verit viene
a galla da sola, emerge dalla palude nella
quale va inesorabilmente affogando questa citt. Tuttavia non
dimentichiamo
che
il 2017 segna i 2750
anni di vita di questa
citt. E auspichiamo
che, oltre alle celebrazioni, si mettano in
campo azioni concrete
per la sua rinascita.
Per lInda ha lanciato lallarme Paolo
Ezechia Reale, portavoce del movimento Progetto Siracusa.
Allarme respinto dal
sindaco. Il quale per,
fra una parola e laltra,
questo allarme lo conferma.
La bozza del nuovo
statuto della fondazione stata gi predisposta e trasmessa
al Comune di Siracusa
il 17 novembre, tanto
che il testo potrebbe
gi essere approvato
il prossimo 4 febbraio,
mettendo fine alla fase
di commissariamento
che attualmente impegna Pierfrancesco
Pinelli afferma Reale. Per obietta - la
citt che ospita e ama
lINDA non stata in
alcun modo coinvolta
nelle scelte sulla governance di quello che
e deve restare uno
dei principali fattori di
identit e sviluppo culturale ed economico di
Siracusa. Ci saremmo
aspettati, come minimo, che venisse resa
pubblica la notizia e
fossero fatti partecipi
lintero Consiglio comunale e la collettivit
tutta, in modo da aprire un dibattito ampio e
ricco e offrirne i risultati
alle istituzioni che dovranno adottare la decisione. A quali giochi
ulteriori bisogna assistere prima di capire
cosa riserver il nuovo
Statuto e, quindi, il futuro dellINDA?.
Aggiungerei: Siracusa
non soltanto la citt che ospita e ama
lINDA: la madre
dellInda; e ne la
sede naturale, non
soltanto perch qui
lInda nato e cresciuto, da oltre cento anni
ormai, ma anche perch qui il teatro greco, sede naturale degli
spettacoli che lInda
ogni anno organizza e
che richiamano spettatori da tutto il mondo. Ecco, almeno il
teatro greco inamovibile per il semplice
fatto di essere scavato
nella roccia del colle
Temenite.
Replica il sindaco in
un comunicato: Si
tenta di avvalorare
che il commissario ha

Sicilia 21 gennaio 2017, sabato

21 gennaio 2017, sabato

In pericolo
la siracusanit
dellInda. Fra una
contestazione
e una replica
la verit emerge
dalla palude
nella quale
va affogando
questa citt
La sede dell'Inda e il teatro greco. Questo nessuno toglercelo

In silenzio le mani sullInda


Statuto ormai modificato
dal commissario al comando
Tuttavia non dimentichiamo che il 2017 segna i 2750 anni
di vita di questa citt. E auspichiamo che oltre alle celebrazioni
si mettano in campo azioni concrete per la rinascita

inviato
formalmente
a me e all'assessore
regionale al Turismo
e spettacolo, Anthony Barbagallo, copia
delle modifiche statutarie. Nulla di pi falso: lingegnere Pinelli
si limitato, per puro
rispetto istituzionale,
una volta decise le modifiche, ad informarmi
sul lavoro svolto e sul
tipo di cambiamenti
apportati allo statuto.
Modifiche che sono
molto semplici e che
si limitano a chiarire i
compiti del consigliere
delegato e del sovrintendente: il primo si
occuper della gestione amministrativa e dei
conti della Fondazione;
il secondo della scelte
artistiche.
Ma lo smentisce il com-

missario stesso: lingegner Pinelli ha formalmente comunicato


di aver completato le
modifiche allo statuto
dellInda e di averle
formalmente comunicate a tutti gli organi
interessati: ministero,
Regione, Comune.
Allora vero quello che dice Reale: le
modifiche allo statuto
dellInda sono state
gi decise. Non comunicate formalmente dal commissario,
secondo il sindaco; e
tuttavia questo commissario, dice il sindaco stesso, mi ha
informato sul tipo di
cambiamenti apportati
allo statuto.
Rileggiamo le parole
del sindaco: decise
le modifiche, cambia-

menti apportati allo


statuto. Signori, lo
statuto dellInda stato
gi cambiato.
Insomma la questione
Inda come il Teatro Comunale: zitti zitti, aumma aumma. In perfetto
stile renziano.
Il commissario ha deciso tutto, ha cambiato
lo statuto. E poi, bont
sua, ne ha dato notizia
al sindaco. In pratica,
un uomo solo al comando. E lInda cosa
sua, da consegnare al
sindaco, per il quale, a
sua volta, sar cosa
sua. Proprio come il
Teatro Comunale.
Ma requisiti per le
nomine che questo
statuto regolamenta?
Controlli su decisioni e
attivit? Niente. Diceva
Tot: Quisquiglie

pinzellacchere .
Va ricordato a questo
punto che il commissario stato voluto dal
sindaco il quale, per
lormai vecchio statuto,
era il presidente dellInda, ma si dimesso e
ha chiesto il commissariamento dellIstituto. Ora il commissario,
in aurea solitudine, ha
modificato lo statuto.
E, bont sua, ne ha
dato comunicazione al
sindaco. Il quale lo ringrazia pure. Insomma
il cerchio si chiude: tutto rimane in famiglia,
comunque.
Controlli?
Requisiti?
Siamo sempre l: Quisquiglie pinzellacchere . Potremmo
anche aggiungere la
pi recente definizione del presidente della
Regione
Campania,
De Luca: Babbarie
.
A questo stato ridotto lInda. Dai fasti della
nascita, dovuta all'aristocratico intellettuale
siracusano Mario Tommaso Gargallo, nel
1914, dalle polemiche
dei futuristi di Marinetti
nel 1923, dallinnamoramento di DAnnunzio
nel 1928, ai pi recenti
successi della gestione del compianto Giusto Monaco e ora
allarbitrio commissariale. E con il plauso
del sindaco.
Sar bene ricordare la
battaglia combattuta
(e vinta) da Concetto
Lo Bello nel 1975 per

strappare lInda alla


soppressione che era
stata gi deliberata con
la legge numero 70 di
quellanno sulla riforma
del parastato. E poi la
istituzione, voluta e decisa da Giusto Monaco
nel 1991, del Festival
del teatro classico dei
giovani al teatro greco
di Palazzolo. E la periodicit annuale, sia
per il ciclo di spettacoli classici di Siracusa
che per il Festival dei
giovani a Palazzolo,
voluta nel 2000 da Andrea Bisicchia e deliberata dal consiglio di
amministrazione
del
quale lui faceva parte e
Walter Le Moli era presidente. Poi il declino.
Nel 2015 lInda finisce
nel pantano di unaltra
crisi gestionale, attraversando anche vicende giudiziarie. Ai leoni
e gattopardi (per dirla
con Giuseppe Tomasi
di Lampedusa), che furono i Gargallo e i Monaco e tanti altri grandi, alla guida dellInda
succedono sciacalletti
e iene. Il caso aperto.
Ma i tempi sono cambiati. Ci vorranno un
altro salto generazionale, un altro sforzo di
buona volont, un altro
ritorno allamore per la
cultura per restituire a
Siracusa e al mondo
lInda che stato e che
devessere.
Per le mani sullInda
oggi si rinnova il ricorrente aspro confronto
fra Siracusa e Roma. E
un altro se ne aggiunge tutto siracusano.
Nel Seicento i romani sfogavano la loro
rabbia attaccando alla
statua di Pasquino dei
biglietti con scritte di
protesta: le pasquinate. La pi famosa di
queste pasquinate fu
la protesta contro papa
Urbano VIII Barberini e
la sua famiglia: Quod
non fecerunt barbari fecerunt Barberini:
Quello che non hanno
fatto i barbari lo hanno
fatto i Barberini.
Oggi a Siracusa abbiamo barbari, Barberini e
anche peggio. Nostrani
e dimportazione.
Tuttavia, se vero che
non bisogna mai disperare, dobbiamo pure ricordare che anche oggi
a Siracusa non manca
chi possa cacciare barbari e Barberini. Un
auspicio: questo 2017,
oltre ad essere lanno
2750 di Siracusa, possa essere anche lanno
della rinascita. C gi
un comitato, presieduto da Pucci Piccione,
per questanno 2750.
Ebbene, al presidente Piccione rivolgiamo lappello affinch
unisca le persone di
buona volont che vogliano spendersi per la
rinascita della citt. Insieme possiamo finalmente cacciare barbari
e Barberini.

Il Comune di Siracusa
ha avviato il progetto
Alternanza
Scuola Lavoro

In attuazione della legge 107


del 13 Luglio 2015, anche il Comune di Siracusa ha avviato il
progetto Alternanza Scuola Lavoro, sottoscrivendo la scorsa
estate le relative convenzioni
con tutti gli Istituti superiori della
citt.
Liniziativa, che prender il via
nei prossimi giorni, sar presentata in conferenza stampa

Sicilia 3

luned 23 gennaio, alle 10.30,


alla sala Archimede. Saranno
presenti il sindaco, Giancarlo
Garozzo, lassessore alle Politiche scolastiche, Valeria Troia, il
dirigente del settore, Loredana
Caligiore, i tutor scolastici ed i
formatori dello Smart Lab.
Laccordo- dichiara lassessore
Troia- mira a favorire nei nostri
giovani la conoscenza delle at-

SiracusaCity

tivit svolte dal Comune, arricchendone la formazione scolastica attraverso lacquisizione di


nuove esperienze professionali.
Sono previst specifici percorsi
formativi, coerenti con i profili
educativi, culturali e professionali degli indirizzi di studi intrapresi dai giovani, utili al loro
orientamento nel mondo del lavoro.

Autostrada, la Cisl denuncia


la querelle del tratto Ispica-Modica
Incredibile che neppure lautorevolezza
di un tavolo prefettizio riesca a scuotere
dallimmobilismo di qualcuno

l lotto autostradale Ispica-Modica


come il gioco delloca.
Nonostante
impegni assunti in
Prefettura si ritorna
alla casella di partenza
Cos
Paolo
Sanzaro, segretario
generale della UST
Ragusa Siracusa, e
Paolo Gallo, segretario generale della
FILCA territoriale,
commentano la lettera inviata dalla
Societ Italiana per
condotte dacqua,
titolare dellappalto,
e che torna a denunciare una serie
di
inadempienze
degli enti coinvolti,
preannunciando il
rischio che i lavori
possano essere interrotti.
La societ romana, elencando gli
impegni assunti il
6 dicembre scorso
durante lultima riunione in Prefettura,
a Ragusa, denuncia ritardi e, addirittura, mancato avvio
di alcuni passaggi.
A distanza di un
mese siamo tornati
indietro di molte caselle dicono ancora Sanzaro e Gallo
Incredibile che
neppure lautorevolezza di un tavolo
prefettizio riesca a
scuotere dallimmobilismo qualcuno.
Ora, addirittura, tra
le altre cose denunciate dalla societ
che sta realizzando
i lavori, lo scaduto
dovuto dal Consorzio Autostrade
tornato ad essere
di 15 milioni di euro.

Rispetto a quanto
sottoscritto in quella riunione, i soldi
versati sono stati
soltanto una minima parte e adesso,
con la scadenza del
Sal, la cifra tornata ad essere quella
di partenza.
una vicenda paradossale, dove in
molti devono assumersi la piena responsabilit. Qui si
parla di occupazione e, soprattutto, di
sviluppo di unarea
vasta e importante come quella del
sud est siciliano.

Concludere questo
tratto
autostradale deve essere un
obiettivo che nessuno pu ostacolare.
Per questo siamo
certi che Sua Ec-

Il

Una mozione del consigliere Castagnino al Consiglio comunale di Siracusa

consigliere comunale Castagnino,


con una mozione, ha
chiesto al Consiglio
Comunale di Siracusa
di istituire una Commissione di indagine
al fine di accertare ed
approfondire gli episodi di criminalit organizzata che si sono
abbattuti su alcuni imprenditori della citt di
Siracusa, in modo che
la stessa Commissione possa dialogare
con la Procura della
Repubblica e con le
Forze dellOrdine per
poter porre in essere
azioni, anche di natura amministrativa, di
salvaguardia del territorio, al fine di mettere
fine a queste azioni intimidatorie. Lo dichiarano lOn. Vincenzo
Vinciullo, Presidente
della
Commissione
Bilancio e Programmazione allARS e i
Consiglieri Comunali
Salvatore Castagnino
e Fabio Alota.
Contiamo che la maggioranza, in Consiglio
Comunale,
possa

In foto, Paolo Gallo e Paolo Sanzaro.

cellenza il Prefetto,
della quale abbiamo
gi apprezzato limpegno in questa difficilissima vicenda,
interverr energicamente per scuotere

questo immobilismo
irresponsabile e far
rispettare gli impegni assunti e raggiungere, cos, gli
obiettivi condivisi da
tutti.

Istituire una commissione consiliare per


la tutela degli imprenditori siracusani

Palazzo Vermexio.

immediatamente accettare la nostra richiesta, in modo che


gli imprenditori non
rimangano da soli, ma
siano confortati, nella loro attivit, dalla
presenza dellAmministrazione Comunale
di Siracusa che, attraverso la Commissione, e quindi il Consiglio Comunale, vuole

essere accanto a tutti


coloro i quali stanno
subendo azioni intimidatorie, a causa della
presenza di una malavita organizzata che
sta diventando sempre pi presente.
Sia chiaro che, hanno concluso lOn.
Vinciullo, Castagnino
e Alota, gli imprenditori devono avere la cer-

tezza che le istituzioni


sono accanto a loro
e che ognuno di noi
far la propria parte
per evitare che, attraverso la disperazione
dovuta alla solitudine,
gli imprenditori chiudano la loro attivit,
licenziando i propri dipendenti e rimanendo
essi stessi senza occupazione.

politica

Non pochi
aspetti
problematici
Impianti sportivi
R
iceviamo e pubblichiamo una nota di Marco

Monterosso e Francesco
Pappalardo relativa al
bando impianti sportivi.
Come abbiamo pi volte
evidenziato, sia in sede
di partito che di consiglio
comunale, anche lattuale
bando di gara sullaffidamento in gestione della
cittadella dello sport, presenta non pochi aspetti
problematici.
a) la durata dellaffidamento (fino a 15 anni !);
b) la possibilit di aumentare le tariffe per chi usufruisce degli impianti;
c) la possibilit di installare allinterno della cittadella nuovi impianti (amovibili) che porterebbero
ad una proliferazione di
strutture private che svolgono attivit a pagamento
a tutto vantaggio del gestore;
d) lassenza di un rigoroso piano economico;
e) lopinabilit di alcuni
criteri di valutazione delle
offerte come i patti aggregativi tra societ;
f) la possibilit di rendere
volatili nel tempo gli investimenti di ristrutturazione
e riqualificazione degli
impianti. Ancora pi problematico appare poi lo
stesso profilo giuridico del
bando che, richiamando
esplicitamente il comma
6 dellart. 15 della legge
Renzi su Sport e periferie, prevede una fattispecie del tutto diversa. Inoltre, come stato messo
in luce dal parere legale
fornito da un movimento
politico siracusano il bando presenterebbe profili
di illegittimit evidenti in
quanto tra laltro non
specificherebbe i criteri di
valutazione delle offerte.
Riteniamo pertanto che
questo bando vada ritirato, se cos non fosse si
rischia di andare incontro
ad un contenzioso giuridico-amministrativo che
potrebbe risultare quantomeno imbarazzante per
lattuale amministrazione.
La logica che sottintende
questo bando appare in
ogni caso evidente: sbarazzarsi di un bene comune di notevole valenza sociale, alla luce di opinabili
valutazioni economiche e
della supposta incapacit
per lente di gestirlo.
Noi non condividiamo
questa ineludibile deriva,
frutto di una evidente rassegnazione politica e culturale, e offriamo questo
contributo alla riflessione
di quanti, famiglie e sportivi, ogni giorno frequentano gli impianti sportivi
siracusani.

SiracusaCity 4

Sicilia 21 gennaio 2017, sabato

IAS, soluzione pubblica per la salvaguardia


dellambiente, limpianto e i lavoratori
Il problema che la presenza della Regione al
di sotto della soglia dell80% non consente alla
Regione stessa di affidare allIAS la gestione

L
unica soluzione immaginabile, possibile e

percorribile per salvare


lIAS, e quindi quanto
di positivo avvenuto
fino adesso nella salvaguardia del territorio,
quella di aumentare la
presenza della Regione
allinterno della societ.
Lo dichiara lOn. Vincenzo Vinciullo, Presidente
della Commissione Bilancio e Programmazione allARS.
Questa soluzione da
una parte salvaguarderebbe
limportante
azione di depurazione
e bonifica cha la societ
ha svolto fino adesso e
dallaltra parte salvaguarderebbe tutti i posti
di lavoro ricorrendo alle
c.d. Clausole sociali di
cui allarticolo 69 del d.
lgs. 163/2006 per assicurare il mantenimento
degli indici occupazionali del personale impiegato nella gestione
del depuratore di Priolo.
Come noto, la partecipazione della Regione
pari al 64,5%, mentre la
parte rimanente divisa
fra Priolo Servizi, Esso
Italia, ISAB Energia, Comune di Melilli, Comune
di Priolo, Sasol, Versalis
e IAS.
Premesso che sarebbe

opportuno che questo


1% in possesso dellIAS
venisse venduto al Comune di Siracusa, che
come noto uno degli utenti, il problema
che la presenza della
Regione al di sotto della soglia dell80% non
consente alla Regione
stessa di affidare allIAS
la gestione dei propri
impianti che per legge
deve essere messa a
gara.
Nello stesso tempo,
ha proseguito lOn.
Vinciullo, i debiti che
lIAS ha nei confronti
della Regione ammontano a oltre 2.800.000
euro, somme che, pare
di capire, non c la volont di versare nelle
casse regionali e che
di fatto mettono lIAS
in una condizione di incompatibilit con la Regione stessa, in quanto
lex Consorzio ASI di
Siracusa ha dato mandato ad un legale di recuperare le somme ad
oggi non versate.
Per questo motivo, propongo, e di questo mi
far portatore in considerazione delle nuove
disposizioni di legge
sulla gestione dei beni
appartenenti alla Regione, che il capitale della

Sopra, lon. Vincenzo Vinciullo.


Regione superi l80%, confronti della Regione,
cio, i soci, non essen- per inciso ex Consordo nelle condizioni di zio ASI di Siracusa e
versare alla Regione IRSAP, si deve innalquanto dovuto, posso- zare la presenza della
no, anzi devono, cede- Regione, attraverso le
re le proprie azioni alla sue controllate, di oltre
Regione stessa, la qua- l80%, in questo modo
le Regione, avendo una troverebbe applicaziopartecipazione superio- ne il comma 1 lettera
re all80%, cos come b) del D.Lgs. 50/2016
prevede la legge, pu Attuazione delle di2014/23/UE,
gestire
direttamente rettive
limpianto senza neces- 2014/24/UE e 2014/25/
sull'aggiudicaziosit di andare in gara, in UE
quanto in questo caso ne dei contratti di contrattasi di societ quasi cessione, sugli appalti
del tutto controllata dal- pubblici e sulle procela Regione, rimanendo dure d'appalto degli enti
gli altri soci solo a titolo erogatori nei settori
dell'acqua, dell'energia,
di soci utenti.
Come
dicevamo, dei trasporti e dei serviha continuato lOn. zi postali, nonch per il
Vinciullo, per risanare riordino della disciplina
i debiti che lIAS ha nei vigente in materia di

contratti pubblici relativi


a lavori, servizi e forniture in modo da considerare la gestione del
servizio di depurazione
dellimpianto di Priolo
quale appalto escluso,
nel rispetto della legge
appena citata.
Per fare tutto ci, bastano i sei mesi di proroga,
in quanto non occorre
ricordare a nessuno che
il valore delle azioni IAS
gi fissato e che i beni
che IAS utilizza sono
tutti di propriet della
Regione, attraverso le
sue controllate.
Di conseguenza, ha
concluso lOn. Vinciullo,
invito il Presidente della
Societ e lAssemblea
dei soci a velocizzare il
percorso di ampliamento della partecipazione
della Regione, oppure
a pagare alla Regione
quanto dovuto e di applicare la norma sulla riduzione dei componenti
del Consiglio di Amministrazione, anche in
questo caso nel rispetto
della norma sulle societ che, ancorch per
azioni, sono controllate
in modo maggioritario
dalla Regione Siciliana,
ricordando sempre che
lunica societ che, ad
oggi, non ha applicato
la norma regionale
proprio lIAS, che pure
si permette il lusso di
non pagare quanto
dovuto alla Regione e
quindi ai siciliani.

Rilanci il prestigioso Grand Hotel Villa Politi Il Comune intervenga su cooperativa aggiudicataria

Lestremosalutoallimprenditore Asilo nido, Bandiera: Ritardi


nei pagamenti degli stipendi
Giuseppe Carpenzano
Ieri mattina alla chiesa del Sacro cuore di viale zec- Ricevo la segnalazione di un gruppo
chino si sono svolti i funerali dellimprenditore Giuseppe Carpenzano proprietario dellalbergo storico
di Villa Politi, aveva 83 anni. La chiesa era gremita
di persone che hanno voluto rendere lultimo saluto al noto imprenditore del settore alberghiero siracusano. Un uomo dedito alla famiglia ai due figli
maschi Andrea di 42 anni e Sergio di 38 anni che lo
hanno sempre coadiuvato nella gestione. Giuseppe
Carpenzano ebbe a rilevare la struttura alberghiera
in corso di fallimento negli anni 80. Forte stato il
sentimento nel porre le basi per il rilancio del Grand
Hotel Villa Politi, anno di fondazione 1862, il quale
la struttura possiede una lunga tradizione alle spalle,
dove nel tempo, ha ospitato personaggi illustri della
politica, dell'economia e dello sport. Nel 1998 ristruttur lalbergo (che resto chiuso per qualche mese),
facendolo tornare, gi dai primi anni 2000, ai fasti di
un tempo. Un uomo forte che ha saputo affrontare
le battaglie della vita con tenacia, con la corazza da
guerriero ha saputo sconfiggere le avversit che si
sono presentate. Legatissimo alla moglie e ai suoi
figli, gli ha profuso lamore e il dovere per il lavoro.
Giuseppe Carpenzano stato, negli anni 90, presidente dellAssociazione degli albergatori siracusani.
Al termine della messa per volont della famiglia, il
feretro di Giuseppe Carpenzano ha fatto ingresso
allinterno di Villa Politi dove i dipendenti hanno voluto dare lultimo saluto ad uomo dal grande stato danimo e dalle grandi capacit imprenditoriali.

di genitori, solidali al personale della


struttura che, con amorevole cura e
professionalit, accudisce e segue
nella crescita, quotidianamente, i bambini che frequentano lasilo nido Baby
Smile, di via Regia corte a Siracusa,
di propriet comunale e gestito da una
cooperativa sociale, aggiudicataria di
un bando comunale. Da troppi mesi,
oramai, il personale dipendente costretto a patire dannosi e inspiegabili
ritardi nella corresponsione degli emolumenti spettanti. Addirittura, mancano allappello le mensilit di maggio e
giugno 2016, il Tfr relativo allo scorso
anno scolastico, in quanto, come
noto, il personale, nel periodo estivo
viene sospeso o licenziato, per poi riessere immesso in servizio nel mese
di settembre. Mancano altres allappello anche le mensilit di novembre e
dicembre 2016, nonch la tredicesima
mensilit. Cinque mensilit, in totale,
dunque, oltre a Tfr e ferie non godute.
Una situazione divenuta ormai insostenibile, che arreca grave nocumento e
pregiudizio alla serenit e alla qualit
della vita degli addetti alla struttura per

Sicilia 5

21 gennaio 2017, sabato

linfanzia e alle loro famiglie. Il comune, che ritengo stia corrispondendo


pi o meno puntualmente le spettanze
alla cooperativa, liquidando le onerose
fatture, intervenga immediatamente
e intimi alla cooperativa, che gestisce
lasilo in questione, di assolvere agli
obblighi col proprio personale e valuti, altres, se ci sono le condizioni per
giungere alla rapida rescissione del
contratto, cos, lonorevole Edy Bandiera, Commissario di Forza Italia per
la Provincia di Siracusa, che si unisce
ai genitori nella solidariet espressa
al personale e assicura una costante
e incisiva attenzione, affinch questo
stato di forte disagio per i lavoratori,
cessi rapidamente.

SiracusaCity

Polizia annonaria,
maggiori controlli
in difesa
del decoro urbano

I liquidi derivanti dalla pulizia delle parti meccaniche nella rete comunale I ladri avvertendo il sopraggiungere

ovit in arrivo nell'attivit della squadra annonaria e potenziamento


della lotta agli illeciti soprattutto in favore del decoro urbana. Nel giorno
della festa della Polizia
municipale, l'assessore
alle Attivit produttive,
Gianluca Scrofani, illustra i numeri di un anno
di attivit degli agenti che
combattono l'abusivismo
commerciale e annuncia
come cambier il loro
lavoro a partire gi dai
prossimi giorni.
Gli agenti annonari nel
2016 hanno effettuato 2.650 accertamenti
commerciali; hanno verbalizzato 257 illeciti amministrativi e 53 casi di
occupazione del suolo
pubblico; hanno rimosso
21 dehors; effettuato 26
sequestri di merce, che
in 2 casi stata distrutta. Completano il quadro:
la denuncia di 12 notizie
di reato, un arresto, 2
sequestri di attivit commerciali e 232 pareri per
installazione di impianti
pubblicitari.
Un'attivit
che ci soddisfa afferma il sindaco, Giancarlo
Garozzo anche perch
portata avanti con impegno da un numero di
uomini non sempre adeguato alle tante necessit
e che per questo meritano i nostri complimenti.
La crescita delle attivit
commerciali nelle zone
centrali e di maggiore
richiamo impone una riorganizzazione e un potenziamento del servizio,
obiettivo al quale lavoriamo da tempo e che presto porter i primi frutti.
Il lavoro degli agenti annonari nei prossimi mesi
prester maggiore attenzione al decoro urbano. In
questo senso, molti sforzi
saranno rivolti ai dehors
e agli impianti pubblicitari
abusivi o non pi utilizzati
e mai rimossi, attivit alla
quale saranno destinati,
a partire da febbraio, due
vigili in pi. Novit anche
per i controlli sull'occupazione del suolo pubblico
per i quali prevista una
squadra destinata ai soli
servizi serali e composta
da un agente annonario e
due vigili urbani.
Al di l delle forze che
metteremo in campo, comunque importanti dice
l'assessore Scrofani ci
che mi preme sottolineare sono gli aspetti qualitativi. La nuova organizzazione, infatti, scaturisce
da un approccio diverso
al problema dell'abusivismo che rivolto a valorizzare chi rispetta le
regole. Gli effetti saranno pi evidenti a partire
dall'estate, quando le attivit commerciali, specie
quelle che si occupano di
ristorazione, collocano i
tavoli fuori dai locali occupando pi spazi di quelli
concessi. Il punto che
si deve porre un freno al
fenomeno e deve passare il concetto che una citt ordinata dispone di un
valore aggiunto perch
diventa pi appetibile in
termini turistici. Una politica conclude l'assessore
Scrofani che intendiamo perseguire non contro
ma con i commercianti.

Inquinamento da idrocarburi e metalli vari nella fognatura pubblica

Smaltiva reflui nella rete


fognaria: sanzionato
I

l reato di smaltimento reflui nella rete fognaria stato accertato dalla squadra di
polizia giudiziaria della sezione polizia stradale di Siracusa, in
occasione di un controllo di polizia amministrativa avvenuto in
unofficina meccanica
con sede nella zona
alta di Siracusa. Recentemente gli operatori, nellambito dei
periodici controlli agli
esercizi commerciali
della provincia, hanno
effettuato un sopralluogo a una officina di
riparazione meccanica. In tale occasione
hanno scoperto che il
titolare compiva alcune anomalie ed irregolarit nella gestione
e nello smaltimento
dei rifiuti di lavorazione, violando la normativa vigente in materia
di tutela dellambiente.
In particolare gli addetti alla squadra di
polizia giudiziaria si
sono accorti che lacqua reflua utilizzata
assieme al solvente
per la pulizia dei pezzi meccanici, anzich

delle auto dei militari sono fuggiti

Furto con spaccata


ai danni di un negozio
di articoli per la casa

Sopra, il luogo del furto con spaccata.

N
el corso della notte di ieri, a seguito di segnalazione pervenuta sul numero di emergenza 112 da

In foto, il sopralluogo di ieri mattina.

essere raccolta in un
fusto e conferita ad
una societ per lo
smaltimento dei rifiuti
pericolosi, come breve la legge, veniva
versata nella fognatura pubblica attraverso
le grate poste allinterno dellofficina, creando un grave inquinamento per lambiente.
Considerato che lirregolarit riscontrata
rivestiva i caratteri di
una presunta attivit
illegale
continuativa, gli Agenti hanno
espletato un accertamento, congiuntamente con lufficio
Arpa di Siracusa, consistente nel prelevare

dalla rete fognaria,


ove era stato immesso, un quantitativo
del liquido derivante
dal lavaggio dei pezzi
meccanici dei veicoli
in riparazione. Dalle
analisi risultato che
in essi vi era una concentrazione di idrocarburi e metalli vari
molto elevata rispetto
alla norma.
Lalta quantit di queste sostanze inquinanti nella pubblica
fognatura
avrebbe
potuto creare un pericolo per la salute
dei cittadini. Il gestore dellofficina stato
denunciato allautorit
giudiziaria. Nella de-

nuncia stato chiesto


alla procura della Repubblica di emettere
un provvedimento di
sequestro della vasca,
in cui venivano lavati i
pezzi meccanici, allo
scopo di interrompere
la reiterazione del reato. Lintervento tempestivo degli Agenti, culminati con la denuncia
e il sequestro della vasca, ha impedito che
questa sconsiderata
condotta illegale continuasse, scongiurando
sul nascere un inquinamento ambientale,
che avrebbe potuto
comportare un danno
per la salute degli abitanti della zona.

alcuni cittadini, i Carabinieri dellAliquota Radiomobile del N.O.R.M. della Compagnia di Noto e della Stazione di Rosolini sono intervenuti presso un
negozio di articoli per la casa per un furto in atto.
Giunti immediatamente dopo sul posto, grazie alle
telecamere di sorveglianza dellesercizio commerciale, i militari hanno immediatamente riscostruito
la dinamica dei fatti: i malfattori, opportunamente
travisati, hanno utilizzato come ariete una utilitaria
di colore nero per infrangere il vetro ed introdursi
allinterno del negozio ove hanno accantonato profumi e cosmetici vari allinterno di ceste in plastica
da panettiere. Ma dopo pochi istanti, avvertendo
il sopraggiungere delle auto dei militari che erano
gi impiegati in servizio di perlustrazione nellambito del comune di Rosolini, i malviventi si sono dati
precipitosamente alla fuga lasciando sul posto gran
parte della merce che erano intenzionati ad asportare. Dopo aver diramato le ricerche degli autori del
reato a tutti i servizi esterni impiegati sul territorio, i
Carabinieri hanno proceduto ai necessari rilievi tecnici allinterno dellesercizio commerciale allo scopo
di individuare tracce utili allidentificazione dei rei.
Sono in corso le indagini del caso al fine di individuare gli autori del reato.

Per una sequela di attentati intimidatori In carcere per favoreggiamento,in manette una donna di Priolo Intervenuti i Carabinieri della Stazione di Francofonte

La Polizia esegue a Priolo Evade dai domiciliari, dovr Denigrano i carabinieri su


espiare la pena in carcere facebook: 3 giovani denunciati
due misure cautelari

Personale

del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Priolo Gargallo


ha effettuato accurati e
approfonditi accertamenti
investigativi, anche di natura tecnica, tesi ad accertare gli autori ed i mandanti
di una sequela di attentati
intimidatori in direzione di
ununica vittima del reato,
fatti avvenuti tra il mese
di dicembre 2014 ed il
mese di aprile del 2016 a
Priolo Gargallo. Gli episodi riguardano un priolese,
vittima di una aggressione
fisica perpetrata da due
individui, che hanno agito
per realizzare un violento
pestaggio a danno dalla
vittima, stordita anche con
lutilizzo di un teser e di
due attentati a danno di altrettante autovetture in uso
alla stessa vittima, avvenuti uno a mezzo di incendio
ed un altro con lutilizzo
di un ordigno esplosivo.
Tali fatti avevano suscitato
grande allarme sociale per
lefferatezza nella esecuzione. Infatti, nella azione
di danneggiamento della
autovettura a mezzo di sostanza esplosiva, a causa

Marco Di Giandomenico
dellentit della esplosione,
veniva anche danneggiata
la facciata delle abitazioni
prospicienti larea in cui era
parcheggiata la vettura della vittima. Per quanto sopra,
il personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza
di Priolo Gargallo, nella
giornata di ieri, ha eseguito
due misure cautelari personali nei confronti di Marco
Di Giandomenico, nato a
Siracusa di 44 anni, pluripregiudicato, sottoposto
alla misura cautelare degli
arresti domiciliari e Claudio
Rossitto, nato a Siracusa,
di 30 anni, sottoposto alla
misura cautelare del divieto di dimora nel territorio di
Priolo Gargallo.

Leonardo Adamo e Maria Bonura

vade dai domiciliari, dovr espiare la pena in carcere. I Carabinieri del Comando Stazione di Cassibile hanno arrestato in
esecuzione di un ordine di espiazione pena detentivo emesso
dalla Corte dAppello di Catania, Leonardo Adamo, 37 anni, siracusano. Il provvedimento scaturito a seguito dallaccertata
violazione degli arresti domiciliari ai quali era stato sottoposto
lAdamo per il reato di associazione per delinquere di tipo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti. Il soggetto stato tradotto presso la casa circondariale di Cavadonna dove dovr
rimanere ristretto fino al luglio di questanno.
A Priolo i Carabinieri del Comando Stazione di Priolo hanno
arrestato, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione pena
emesso dalla Procura della Repubblica presso Tribunale di
Catania, Maria Bonura, 48 anni, di Priolo Gargallo dovendo
la stessa espiare la pena di due anni, un mese ed un giorno
di reclusione, per favoreggiamento personale, commesso a
Palermo nel dicembre del 2002, nonch il furto aggravato e
tentata estorsione, commessi a Siracusa nel 2011. La donna,
al termine delle incombenze di rito, stata associata presso la
casa circondariale Piazza Lanza di Catania, come disposto
da autorit giudiziaria mandante.

Le

ultime incisive azioni di controllo straordinario


del territorio attuate dai Carabinieri della Stazione di
Francofonte, sotto il coordinamento della Compagnia
Carabinieri di Augusta, ed attuate per garantire maggiore sicurezza in quel centro abitato, hanno riscosso
il consenso della gran parte popolazione locale. Non
tutti hanno per apprezzato lintenso lavoro dei Carabinieri la cui costante presenza ha, evidentemente,
disturbato chi ancora distante dal rispetto dei valori
della legalit. Infatti, negli ultimi giorni erano apparse
sul social network Facebook immagini ritraenti veicoli
militari della locale Stazione Carabinieri tutte corredate
da manifestazioni di disprezzo nei confronti dellArma
dei Carabinieri. Le indagini subito avviate sulla vicenda, hanno consentito, nel pomeriggio di ieri, ai militari
della locale Stazione, di individuare gli autori del gesto.
Tre giovani francofontesi, due dei quali pregiudicati,
sono stati quindi deferiti allautorit giudiziaria per il
reato compendiato allArticolo 290 del Codice Penale
di Vilipendio della Repubblica, delle Istituzioni Costituzionali e delle Forze Armate.

Nel

Siracusano 6

Sicilia 21 GENNAIO 2017, SABATO

21 GENNAIO 2017, SABATO

Festa della Polizia municipale, ieri mattina


il tradizionale schieramento in piazza Duomo
Nel tratto compreso fra la cappella di
San Sebastianello (Porta Marina) e largo
XXV Luglio, il simulacro domani sar
portato in spalla dai vigili urbani appartenenti a tutti i comandi della provincia

n piazza Duomo, come


da tradizione, in coincidenza con la giornata del
copatrono di Siracusa san
Sebastiano, si tenuta la
festa del corpo di Polizia
municipale.
Alle 10 lo schieramento in
piazza dei reparti, che sono
stati passati in rassegna dal
sindaco Giancarlo Garozzo,
dall'assessore alla P.M.,
Dario Abela e dal comandante, Salvatore Correnti.
Alle 10,30 la celebrazione
della santa messa, presieduta dallarcivescovo monsignor Salvatore Pappalardo, nella chiesa di Santa
Lucia alla Badia.
Al termine sono state consegnate le benemerenze al
personale che si distinto
per particolari azioni nel
corso dell'anno 2016.
Oggi il Gruppo Teatrale della Polizia Municipale, composto esclusivamente da
appartenenti al Corpo, che
festeggia nelloccasione il
decimo anno dalla fondazione, si esibir nella sala di
via delle Vergini, mettendo
in scena Le farse di Peppe
Nappa opera comica di Alfredo Danese.
Si ricorda, inoltre, che per
la processione di domenica
22, come ormai da tradizione, sono stati invitati i rap-

presentanti dei Corpi di polizia Municipale dei comuni


della provincia, che sfileranno con i rispettivi gonfaloni.
Nel tratto compreso fra la
cappella di San Sebastianello (Porta Marina) e largo XXV Luglio, il simulacro
sar portato in spalla dai vigili urbani appartenenti a tutti i comandi della provincia.
Motivazioni Encomi 2017
Encomio Semplice
1) Ispettore Capo Nicola Cusumano.
Per il coraggio, la prontezza di spirito e lattaccamento
al dovere posti in essere il
giorno 19 aprile 2016 quando, libero dal servizio, interveniva per bloccare lautore
di una rapina ai danni di una
donna anziana, riuscendo a
porre luomo in stato di fermo fino al sopraggiungere di
una pattuglia della Polizia di
Stato unitamente alla quale
procedeva allarresto in flagranza di reato del malfattore.
2) Ispettore Capo Angelo
Tarantello.
Per la generosit, la capacit professionale e le spiccate doti umane, dimostrate
il 22 marzo 2016 quando,
intervenuto in via Agrigento
per un incidente stradale
autonomo, si accorgeva che
il conducente del mezzo era

stato colto da un grave malore e prontamente gli praticava un massaggio cardiaco


che lo manteneva in vita fino
allarrivo dei soccorsi medici.
3) Ispettori Capo Orazio
Pulvino e Giovanna Di Benedetto.
Per lo spirito di iniziativa, la
generosit e le doti umane
denotate il giorno 20 giugno
2016, quando accedevano,
con lautovettura di servizio, alla pista ciclabile, dove
lautoambulanza era impossibilitata ad intervenire, per
portare il medico del 118 a
dare soccorso ad un uomo
che giaceva riverso per terra. Luomo veniva successivamente caricato sul veicolo
di servizio e condotto fino
allautoambulanza che lo
trasportava in ospedale.
4) Ispettore Capo Salvatore
Guglielmino, Ispettore Salvatore Riolo e Assistente
Capo Paolo Di Fiore.
Per la prontezza di spirito
e la determinazione con la
quale, il giorno 26.09.2016,
verso le ore 2:30 del mattino,
a sprezzo del pericolo per
lincolumit personale, decidevano di attraversare, con
lautovettura di servizio, un
tratto di strada che lautoambulanza del 118 era impossibilitata a percorrere, in quanto totalmente invaso dalle
acque di un torrente straripato per le intense piogge,
al fine di portare soccorso ed
accompagnare in ospedale
una giovane donna in stato
di gravidanza che accusava
un malore.
5) Ispettore Capo Angelo

Milazzo.
Per lo spirito di iniziativa, la
generosit, il lodevole senso
del dovere e, non ultima, la
spiccata capacit investigativa con cui ha messo a
punto una procedura che
ha consentito lindividuazione delle salme di 21 dei 24
migranti recuperati senza
vita a seguito del naufragio
del 24 agosto 2014. Il metodo applicato ha suscitato il
plauso della stampa nazionale e linteresse dellateneo
di York che lha inserito tra
le procedure studiate per
il progetto Mediterranean
Missing.
6) Ispettori Capo Salvatore
Guglielmino e Carmelo Pugliara.
Per la prontezza di spirito con la quale, il giorno
2.11.2016, si adoperavano,
sia pure con attrezzi e mezzi di fortuna, riuscendo a
liberare una bimba di soli 3
anni rimasta chiusa allinterno del veicolo dei genitori i
quali, colti dal panico perch
le chiavi erano rimaste nel
veicolo stesso, non riuscivano a risolvere il problema.
Episodio che ha suscitato il
plauso dei numerosi astanti
e della stampa locale.
7) Ispettore Capo Salvatore
Bianca e Assistente Capo
Paola Inturri.
Per la prontezza di spirito e
lattaccamento al dovere con
cui, il giorno 17.12.2016, ricevuta la segnalazione di un
cittadino, rincorrevano lungo
il corso Matteotti un giovane
che si era reso responsabile
di furto ai danni dei dipendenti dellI.N.D.A., riuscendo

a fermarlo ed a condurlo
presso lUfficio di P.G. del
Comando per le ulteriori
procedure di legge.
Elogio Speciale
8) Ai componenti della Sezione Infortunistica Stradale
Per la perspicacia, liniziativa e le spiccate doti
investigative e relazionali
dimostrate nella conduzione delle indagini relative al
grave incidente stradale verificatosi il 14.12.2016 lungo
la S.S.115, nel quale un giovane ha perso la vita, grazie
alle quali stato possibile
giungere allindividuazione,
al rintraccio ed al deferimento allAutorit Giudiziaria del
pirata della strada che dopo
lincidente si era dato alla
fuga.
Inoltre, consegnato lAttestato di Civica Benemerenza concessa dallAmministrazione per il profondo
senso del dovere, lo spirito
di abnegazione e sprezzo
del pericolo al servizio della
comunit, allIspettore Principale Stefano Di Mauro, insignito gi dellEncomio Solenne, a seguito dellazione
compiuta il 4 gennaio 2016,
quando non ancora in servizio, interveniva nei pressi di
un ristorante dove si era introdotto un uomo armato di
fucile. Prestava soccorso ad
una persona aggredita dal
criminale riuscendo a farsi
consegnare il coltello ed il
fucile dal soggetto armato che si dava alla fuga. In
collaborazione con le altre
forze di polizia intervenute
laggressore veniva successivamente fermato.

Lanno appena trascorso stato x


particolarmente impegnativo per la
Polizia Municipale, oltre allordinario,
infatti, vi sono stati eventi contingenti
che hanno richiesto attivit specifiche molto gravose che hanno messo
in evidenza limpegno degli uomini e
delle donne del corpo di P.M.. I mondiali di canoa polo con servizi prestati
praticamente senza interruzione per
10 giorni, le ripetute inondazioni di
diverse zone del territorio a seguito
delle avverse condizioni meteo verificatesi per lunghi periodi, lemergenza
rifiuti con controlli a tappeto sul corretto conferimento che ha richiesto
la partecipazione di tutto il personale
disponibile. Per quanto riguarda lattivit ordinaria questi i dati riassuntivi:
le pratiche assunte al protocollo sono
state 26.763, sono stati rilasciati o
rinnovati 795 pass per disabili e sono
stati eseguiti 99 TSO e 20 ASO. Una
grande parte nellattivit di Polizia
Amministrativa svolta dalle sezioni
presso le delegazioni di quartiere. Le
nove sezioni hanno in totale effettuato
7.849 accertamenti anagrafici, 1.233
sopralluoghi di controllo o per la formulazione di pareri ed eseguito 366
notifiche. Attivo anche lufficio oggetti
smarriti che ha riconsegnato 700 circa
documenti smarriti rinvenuti non solo
nella nostra citt ma anche nel resto
dItalia, oltre che oggetti di valore
come smartphone, cellulari, fotocamere etc. . La Polizia Ambientale ha
effettuato 4229 controlli soprattutto

Sintesi relazione comandante Salvatore Correnti

per i servizi resi dalla ditta incaricata


della raccolta dei rifiuti, sulle deiezioni
canine, sullabbandono dei rifiuti, sulle
discariche abusive con conseguente
attivit sanzionatoria pari a 1.279.814
euro. La Polizia Commerciale ha eseguito 2650 accertamenti e controlli su
attivit commerciali, dalla quale sono
scaturiti 257 verbali per illeciti amministrativi, 21 rimozioni di dehors abusivi, 26 sequestri di merce e 12 notizie
di reato. La Vigilanza Urbanistica ha
elevato 63 verbali per infrazioni urbanistiche, 20 verbali di sequestro di immobili, 43 notizie di reato alla Procura
con ammontare di sanzioni pecuniarie

per abuso edilizio pari a 540.000 euro


circa. La sezione infortunistica si occupa di tutta lattivit successiva al rilevamento dei sinistri stradali che viene
effettuato dal personale operativo che
lavora sulla strada, servizio che assicurato h24 365 giorni lanno. Nel corso
del 2016 sono stati rilevati con la conseguente attivit istruttoria che ne consegue, 838 sinistri stradali, di cui 491
con feriti. Le persone infortunate sono
state 623, delle quali 12 in prognosi
riservata, 8 i casi in cui il sinistro ha
avuto esiti mortali. Sono stati riscontrati anche 21 casi di guida in stato di
ebrezza, 25 di guida senza patente e

14 omissioni di soccorso. La sezione


di Polizia Giudiziaria ha effettuato 193
notizie di reato con conseguenti 3 casi
di arresto, ha acquisito 414 denunce o
querele, ha notificato 575 atti per conto
dellAutorit Giudiziaria, ha trasmesso
1073 atti per linserimento nella banca dati dello SDI. Nel corso dellanno
il personale destinato allo svolgimento dei servizi operativi sul territorio e
gli ausiliari del traffico hanno rilevato
43.228 infrazioni al codice della strada
che hanno originato un incasso di poco
inferiore a un milione e mezzo di euro.
In questi dati compresa anche la video sorveglianza ai varchi della ZTL
che risente di una piccola flessione dovuta al periodo di inattivit conseguente alla rimodulazione del perimetro
della stessa e alla sostituzione di tutto
il sistema informatico che la governa.
Nel corso dellanno sono state gestite
41.000 pratiche circa di richieste di accesso temporaneo e sono stati esaminati 96.500 fotogrammi rilevati dalle telecamere. Questa considerevole mole
di attivit sanzionatoria ha comportato
un altrettanto intenso impegno nella
gestione del contenzioso. Sono stati
lavorati e inseriti 350 ricorsi alla Prefettura e 55 al Giudice di pace, elaborate 180 risposte agli utenti, elaborati e
spediti 8200 avvisi di pagamento prima
della spedizione dei ruoli.

Intelligentemente
giovani
Laboratorio di Nuova
Acropoli

I ntelligentemente
giovani il titolo del
laboratorio
proposto dallAssociazione Culturale Nuova
Acropoli.
Guidato dalla Dott.
ssa Elga Daniele, il
laboratorio finalizzato allo sviluppo di
qualit e attitudini
utili a raggiungere gli
obiettivi che ci prefiggiamo durante la
nostra vita. Verranno
svolti esercizi pratici,
giochi per sviluppare
la
concentrazione,
lattenzione, larmonia e la relazione con
gli altri.
Gli incontri si terranno oggi pomeriggio
e sabato 28 Gennaio
alle ore 18.30 presso la sede di Nuova
Acropoli a Siracusa in
Viale Tunisi 16.
Lingresso libero.

Presentazione e lettura
del libro La
giubba a strisce di Franco
Ferrante

enerd, 27 gennaio
2017 alle ore 19,45
presso la Chiesa del
Santissimo Salvatore,
sita in Via Necropoli
Grotticelle, celebriamo - in collaborazione con l'Associazione musicale Vittorio
Guardo - la giornata
della memoria in ricordo delle vittime dell'Olocausto secondo il
seguente programma:
presentazione e lettura del libro La giubba
a strisce di Franco
Ferrante, a cura della prof.ssa Francesca
Morale. La lettura
sar accompagnata
dalla Dachau-Messe,
musica e coro di Gregor Schawke, composta nel 1944 durante
la detenzione del suo
Autore a Dachau. L'esecuzione dei brani
affidata al Coro Polifonico "De Cicco",
diretto dal M Maria
Carmela De Cicco e
con la M Cunegonda
De Cicco all'organo.

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Sicilia 7

Aste Giudiziarie

PROSSIMA INSERZIONE:

28/01/2017

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI www.astetribunale.com


INSERZIONI GRATUITE

GRUPPI SPETTACOLO
CERCO ragazzo di 32 anni
in su per balli di coppia.
Libero da impegni sentimentali, automunito. Siracusa e
provincia. No Floridia Tel.
388/7379299
INSEGNANTE di danza
moderna modern jazz, diplomata presso laccademia
di alta danza professionale di
Roma cerca opportunit di
insegnamento presso scuole
di danza di Siracusa e paesi
limitrofi Tel. 320/0951912
GRUPPO musicale effettua
battezzi, matrimoni e feste
varie, musica da ballo che e
da ascolto, i migliori brani
musicali italiani ed inglesi
Tel. 368/3458428
IN Ortigia, privato mette a
disposizione ad ore pianoforte Kawai verticale a prezzi
modici Tel. 0931/22277 335/6771116
MI chiamo Lisa, innamorata
della musica e anche del
ballo, cerco pers. x formare
un gruppo prof.le musicale
e strumentale e ballerino Tel.
345/2271452
SIGNORA amante di ballo
allegra e simpatica cerca
altre coetanee per formare
un gruppetto di comitiva,
single, per potersi divertire quando occorre Tel.
345/2271452
CASSA acustica professionale per orchestra, serata
in pizzeria, modello Lanei
200watt. Nuova E 500 Tel.
344/0449086
CASSA acustica 300 watt,
nuova, prezzo affare E 100
Tel. 344/0449086
CONTRABBASSO antico
in legno Tel. 348/3153272
CAUSA inutilizzo vendo
due supporti per casse acustiche con finitura metallica,
colore nero, marca Standesign (UK) ltd portsmouth
0705-697333 E 50 non tratt
Tel. 339/2001175
CHITARRA elettrica nuova,
mai usata, Yamaha 6 corde,
completa di custodia, cinghi
e ricambio sei corde E 350
non tratt Tel. 0931/491374
CHITARRA acustica Eco
Korral Deluxe mai usata E
90 Tel. 331/7406439
CYCLETTE mai usata vendo a E 35 Tel. 338/9504960
TASTIERA Yamaha con
pianola. Tel. 348/9007995
ATTREZZATURE
SPORTIVE
COMPLETO per pesistica:
asta piccola e grande, 12
pesi, porta asta e sgabello E
350 tratt Tel. 0931/68880 349/7525098
CICLETTE seminuova a
basso costo Tel. 388/8753673
CINTURE per la pratica del
body building + guanti Tel.
327/9933040

GIACCA Dainese + pantalone mai usato, taglia M/L E


120 Tel. 331/7406439
KIMONO da karate per
bambino Tel. 349/3169145
PALLONE basket + sacca
per ragazzo, nuovo E 5 Tel.
349/3169145
RACCHETTE da ping pong
Euro 3 Tel. 340/1869620
TAVOLO da carambola.
Prezzo da concordare Tel.
330/969466
VENDESI panca da palestra completa di pesi,
usata pochissimo E 230 Tel.
349/8115266
COLLEZIONISMO
COLLEZIONE di auto antiche Tel. 330/969466
MONETA da 1 euro di San
Marino per collezionismo
Tel. 368/3458428
OROLOGIO da collezione
Ferrari, anni 70, unico al
mondo, solo ad amatori Tel.
368/3458428
SCHEDE telefoniche (dalla
lira alleuro) a tiratura limitata. Solo per collezionisti
Tel. 329/0112990
TELEFONINI da collezione
Etacs Tel. 329/0112990
VENDO 3 bottiglie di vino
datate per esposizione: bottiglia Valpolicella Liston del
1974 (41 anni); bottiglia di
vino Barbera 1974 (41 anni);
bottiglia di vino Gattinara
del 1962 (53 anni). In blocco E 100 non trattabili Tel.
339/2001175
VENDO 230 videocassette
+ video registratore per
amatore. Prezzo affare Tel.
0931/22277
ANTIQUARIATO
LETTO in ferro battuto
dell800 restaurato Tel.
340/9332498
PIATTI grandi antichi di
Caltagirone, lampadario
antico grande, con pendenti
Tel. 368/3458428
PUPI siciliani antichi, originali, di grandi e medie dimensioni Tel. 368/3458428
ARMADIO antico stile
Chippendale depoca primi
900 in noce e radica di
noce a tre anti e cassetti con
specchio centrale. Ottimo
stato di conservazione.
Misure 215x188x60 Tel.
340/5191067 oppure spadani@msn.com
BAMBOLA grande di porcellana, vedo a prezzo
affare Tel. 0931/756346 349/8115266
BUFFETTA siciliana antica
ristrutturata, con cassetto E
100 Tel. 345/2271452
COM antico stile Chippendale depoca primi 900
in noce e radica con marmo
e specchiera a due ante
e sei cassettoni. Ottimo
stato. Misure 170x142x55

Tel. 340/5191067 oppure


spadani@msn.com
COMODINI antichi stile
Chippendale in noce e radica
con altarini a fiore e marmi.
Ottimo stato di conservazione. Misure 78x55x36
Tel. 340/5191067 oppure
spadani@msn.com
CRISTALLIERA 2.20x
0.40x1.05), prezzo pregiato
dantiquariato creato da
artigiani italiani inizi 1900,
composta da due sportellini
a vetri (122x43cm), laterali
in vetro (130x30cm). Nella
parte sottostante un cassettone (102x35x18cm) E 1500
Tel. 339/2001175
DIPINTO di Romano
Mussolini anno 1987 Tel.
327/9933040 - 333/3789293
- 324/8242153
GRAMMOFONO con diffusore suono interno costruito
nel 1904 negli Stati Uniti,
unico esemplare presente in
Italia. Compreso di dischi
prima incisione dello stesso
periodo opere e ballabili.
Prezzo da concordare Tel.
0931/491374 - 330/378709
LEONE di Venezia, dell800,
prezzo da concordareTel.
327/9933040 - 333/3789293
- 324/8242153
MACCHINA da cucire
Singer non funzionante,
ideale per esposizione Tel.
349/8115266
N. 6 sedie stile antico,
foderate in pelle in buone
condizioni Tel. 349/8115266
OGGETTI vari di fine 900
e vintage Tel. 328/8057615
PER amatori radio anno
1954, marca Nord Mend
prezzo affare + tv anno 1950
Tel. 349/8115266
PREZIOSO quadro di un
secolo, rappresentante in
fascio di margherite firmato
Bettarini Tel. 345/2271452
QUADRO antico mae s t r o To m a s s i Te l .
348/315327206/02/2016
TOILETTE Chantilly anni
30 Tel. 345/2271452
TOLETTA antica stile Chippendale in noce massello
e radico con poltroncina,
marmi e specchiera. Ottimo stato di conservazione.
Misure 188x155x36 Tel.
340/5191067
VENDO quadro antico,
prezioso ed importante Tel.
345/2271452
VENDO 2 frigoriferi anno
1953 funzionali E 500 cadauno Tel. 328/8057615
VENDO due canterani gemelli primi 800 con marmo
grigio, 2 colonnine laterali,
nero e color noce intarsiati
Tel. 334/5747478
EDITORIA
LIBRO di Mondiali di
Calcio 1990, prezzo da concordare Tel. 327/9933040 333/3789293 - 324/8242153
SVENDO Enciclopedia
Treccani completa, con 76

volumi, mai usata. E 5.000


Tel. 329/8960018
VENDO circa 200 libri
Harmony e storici Tel.
0931/186953
ATTIVITA'
GESTIONE/VENDITA
CEDESI in gestione lavanderia a gettoni avviatissima.
No perditempo. Prezzo
ribassato Tel. 333/4962757
IN provincia di Siracusa,
posizione centralissima
e commerciale vendesi,
completamente attrezzata ed
arredata, storica ed avviata
edicola con annesse attivit
complementari: cartolibreria, fax, fotocopie, articoli
regalo, ricevitoria Sisal con
servizio Pagamento utenze,
ric. telefoniche e carte prepagate, gratta e vinci e tanto
altro. Ottimi incassi consolidati e clientela selezionata
Tel. 340/3456220
CAFFETTERIA ben avviata
in via Senatore di Giovanni
vendesi Tel. 333/1919269 347/6121049
PRIVATO rileverebbe azienda in grossa difficolt Tel.
392/1825184
STORICIO ristorante in
Ortigia, con 60 posti in
veranda esterna e giardino.
Tel. 335/6835645
VENDESI edicola ben avviata, cartolibreria, servizio
fax, fotocopie, articoli da
regalo, in zona commerciale,
con ricevitoria Sisal, servizio pagamenti, utenze ricariche telefoniche, ricariche
postepay Tel. 338/3107892
ore pasti
VENDESI attivit di parrucchiere uomo/donna con
2 sedute maschili + 4 femminili, completo di mobili e
arredamento vario, seminuovo. Vendesi anche singol.
Telefonare 338/8312708
VERO AFFARE vendesi
self service pizzeria - trattoria. Zona Madonnina,
mq 250, 140 posti, super
accessoriato di qualsiasi
attrezzatura. Trattative riservate Tel. 330/899276
ARREDAMENTO E
ATTREZZATURA
PELAPATATE Zanussi, kg
10, con supporto wolt 3,80 E
450 Tel. 328/1183632
TAVOLO con 3 cassetti
(Olivetti) dim (142x70x76)
cm, scaffalatura metallica
rinforzata accoppiata x
tre dim (120x30x250)cm
e scaffalatura metallica
rinforzata accoppiata x tre
dim (240x30x200) Tel.
339/2217711
VENDESI attrezzatura e
arredamento per ristorante
pizzeria gastronomia ancora
tutto nuovo ed in garanzia,
solo pag. contanti, affare.
E 2900 tratt. Possibilit
di vendita separata Tel.
328/6828363

Le ASTE GIUDIZIARIE saranno inserite dalla data di pubblicazione del bando fino alla data prevista per l'asta sul sito:

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso dasta pubblica


procedura esecutiva n. 322/2002 R.G. Es. Imm.
Lavv. Marilena Messina, avvisa che giorno
28/03/2017 ore 9.30, in Siracusa Piazza
Euripide n. 21 si proceder alla vendita senza
incanto dellimmobile di seguito descritto.
Lotto Unico: Casa sita in Avola via Foscolo 70,
estesa mq. 110 circa, composta da vani 3 al
piano
terra, vani 2 al primo piano e terrazza
sovrastante. In Catasto Fabbricati al foglio
80 particella 39 categoria A/4. Modificata
e sopraelevata in conformit del progetto
approvato con nulla osta del 30.08.1963
del Comune di Avola. Non stato possibile
verificare eventuali variazioni rispetto al
progetto originale. Pertanto, qualora vi fossero
situazioni suscettibili di sanatoria, ai sensi
dellart. 46 D.P.R. n. 380/2001, laggiudicatario
dovr presentare domanda di permesso in
sanatoria entro centoventi giorni dalla notifica
del decreto emesso dalla autorit giudiziaria.
Non si ha notizia riguardo alle certificazioni
relative agli impianti di cui al D.M. 22.01.08
n.37.
Prezzo base dasta: euro 31.927,5 Offerta
minima: prezzo base dasta ribassato di un
quarto Minima offerta in aumento in caso di
asta tra pi offerenti: euro 2.000,00
MODALITA DI VENDITA: La predetta unit
immobiliare viene venduta a corpo e non a
misura, nello stato di fatto e di diritto in cui si
trova, come descritto pi dettagliatamente
nella consulenza tecnica d e p o s i t a t a
in procedura e pubblicata
sul sito www.astegiudiziarie.it e
www.tribunalesiracusa.it cui espressamente si
rinvia.
Le offerte dacquisto, redatte in conformit alla
legge e allavviso integrale, cui espressamente
si rinvia, dovranno essere presentate in busta
chiusa entro e non oltre le ore 12 del giorno
27/03/2017 presso lo studio della sottoscritta
avv. Marilena Messina sito in Siracusa,
Piazza Euripide n. 21, accompagnate, a
pena di inefficacia, da una cauzione del 10%
del prezzo offerto e da un fondo spese non
superiore ad un quinto del prezzo offerto
con assegni circolari non trasferibili intestati
allavv. Marilena Messina. Versamento prezzo
di aggiudicazione, dedotta la cauzione del
10% entro termine perentorio di 120 giorni
dallaggiudicazione, mediate assegno circolare
n.t. intestato a avv. Marilena Messina.
La validit e lefficacia dellofferta di acquisto
regolata dallart. 571 c.p.c. e ss. Lofferta
irrevocabile, salvo quanto previsto dallart.
571 c.p.c.. Il presente bando regolato dalle
norme vigenti in materia di vendita forzata
immobiliare e che tutte le attivit che, a
norma degli artt. 571 e segg. c.p.c. devono
essere compiute in cancelleria o davanti al
Giudice dellesecuzione, o dal cancelliere o
dal giudice dellesecuzione, sono eseguite
dal sottoscritto delegato presso il suo studio.
Imposte, tributi relativi al trasferimento degli
immobili aggiudicati e importi occorrenti per
la cancellazione delle formalit pregiudizievoli
gravanti sullimmobile restano interamente
a carico dellaggiudicatario, mentre sar
posto a carico dellaggiudicatario la met del
compenso relativo alla fase di trasferimento
della propriet. Maggiori informazioni presso
URP del Tribunale di Siracusa (0931/752227)
o presso studio professionista delegato previo
appuntamento. Custode degli immobili lo
stesso delegato, reperibile al suddetto indirizzo.
Siracusa, 09/01/2017

Il professionista delegato
avv. Marilena Messina

Speciale

Sicilia 21 GENNAIO 2017, SABATO

21 GENNAIO 2017, SABATO

La chiesa Madre di Canicattini Bagni nel 132


anniversario della dedicazione (1884-2016)/3

Omelia di Mons.
Pasquale Magnano
(22 dicembre 2016)

e padre Santino
Zocco, che abbiamo gi
ricordato, port il nome di
Canicattini nella grande
isola del Madagascar con
le sue iniziative a favore dei
diseredati, non fu di meno
padre Vincenzo Sbriglio,
fu missionario in Giappone
(Nippon, che vuol dire dove
nasce il sole), per 59 anni
dal 1951 al 23 dicembre
2010.

In Giappone fu noto
come il missionario siracusano-canicattinese, leroe
nazionale, il pioniere,
lartista e il genio versatile,
che con gli audio ed i video
rivoluzion la metodologia
della evangelizzazione. Nelle citt di Kofu, di Tosu, di
Fujioshida e di Yamashiro,
dove mor, ebbe geniali
iniziative per annunciare il
Vangelo.

Il suo talento di artista e musicista fu al servizio
delle comunit giapponesi.
Compose numerosi video
che furono diffusi in tutto il
Giappone e tra questi anche
quello della Madonna delle
Lacrime di Siracusa, che
per molti anni fu proiettato
in versione italiana anche
nel salone del santuario di
Siracusa.. Realizz un salone parrocchiale in onore di
S. Lucia (1956) e una chiesa
dedicandola alla Madonnina
di Siracusa (1961). La sua
mamma la signora Concettina Cutraro, qui a Canicattini,
ospit nellampio salone di
casa sua i Giovani di Azione
Cattolica. Del seminario di
Siracusa dove, dal 1935/36
al 1944, si plasm agli ideali
missionari, ebbe sempre una
struggente nostalgia. Ora le
sue spoglie mortali riposano
nella cappella del PIME di
Fouchu-Tokio5.

Dal grembo di questa comunit sono nati altri
sacerdoti che lavorano oggi
con impegno nella vigna
del Signore: Padre Salvatore Pandolfo, gesuita e
compagno di padre Santino
Zocco, che dimora a Roma
e, nonostante la sua matura
et, lavora come direttore
dellarchivio dei Gesuiti
dItalia; i nostri carissimi
padre Giuseppe Lombardo,
padre Salvatore Arnone,
padre Marco Tarascio, padre Salvatore Randazzo e
il francescano padre Marco
Cugno (in religione fra
Bernardo) e padre Michele
Bordonaro, incardinato
nella diocesi di Pinerolo, che

Dal grembo della Chiesa di Canicattini fior padre Vincenzo Sbriglio missionario in
Giappone che, nel 1983, con i suoi accorgimenti tecnici restaur, su incarico dellindimenticabile rettore mons. Salvatore Giardina, il documentario Ha pianto la Madonna
a Siracusa; attualmente la citt di Canicattini conta ben sette sacerdoti che lavorano
in diocesi ed in Italia. Le due parrocchie sono chiamate ad essere comunit di fede e di
carit. Il futuro delle parrocchie tra polo eucaristico e polo missionario: un cammino
verso laltare e un ritorno dallaltare per esercitare la carit. Si richiede per tutte le parrocchie una destinazione coraggiosa ed illuminata di risorse per la formazione dei laici

salutiamo con affetto e con


gratitudine. Questi sacerdoti,
nati in questo solare lembo
dei monti Iblei di Sicilia,
secondo i doni ricevuti,
danno il loro apporto a costruire il regno di Dio; tutti
sono lavoratori nella vigna
del Signore, gioiosi, a volte
sofferenti, ma tutti colmi
di speranza per lavvento

dellAmore, che Dio. Dio


non pu essere magicamente
costretto nello spazio sacro
perch infinito; tuttavia si
adatta al tempio per poter
incontrare il popolo che lo
invoca. Lazione pastorale
della parrocchia di oggi si
qualifica nella tensione fra
il polo eucaristico (che
primario perch da esso si

Canicattini. Chiesa Madre: Abside con altare maggiore e pittura su tela con
colori ad olio di S. Maria degli Angeli (cm. 436x330) eseguita da padre Antonio
Cianci di Canicattini, francescano conventuale (1939). Foto di Salvatore Tanasi

del regno di Dio. Per tutti i


sacerdoti e laici, elencati e
ai tantissimi non ricordati,
che sono stati e sono fedeli
testimoni di Cristo, celebrando questo 132 anniversario
della consacrazione di questa
chiesa: per i morti noi eleviamo la nostra preghiera
di suffragio; per i viventi
che ci offrono la loro bella
testimonianza di fedelt a
Cristo, diciamo con S. Paolo:
grazie, fratelli e sorelle, siete
nostri fratelli e sorelle nostre
carissimi perch siete saldi
nella fede6.

Il tempio sacro nella misura in cui luomo sente
la presenza di Dio e nella
misura in cui Dio e uomo si
incontrano per dialogare. Il
tempio, la chiesa come sede
dellincontro di un popolo
credente pu diventare segno della stessa comunit
che sente al suo interno la
presenza divina, la presenza

parte e ad esso si ritorna)


e il polo missionario. Per
questo necessario ripensare, alla luce del cammino
svolto in questi decenni
post-conciliari, la parrocchia
che ha il dovere di educare a
vivere lautenticit della vita
cristiana. Nel futuro si profila
la necessit di una scelta
strategica per un nuovo
cammino pastorale. Quale?
difficile prevederlo. Saranno le unit pastorali che
sono state introdotte in questi
ultimi tempi o altro? Lo stile,
comunque, deve essere quello della pastorale dinsieme.
Se sta per finire la parrocchia
autonoma e autosufficiente,
ci non significa la fine della
parrocchia. La chiesa non
pu smettere di pensare, di
immaginare la sua presenza
nel proprio tempo in modo
pi flessibile ed articolato e
a servizio di tutti.

Nel 132 anniver-

sario della consacrazione


della vostra parrocchia, sia
illuminante quanto stato
scritto dai vescovi italiani
negli Orientamenti pastorali che, gi nel 2001,
formularono un auspicio,
che sempre attuale: C
bisogno di laici che non solo
attendano generosamente ai
ministeri tradizionali, ma che
sappiano anche assumerne di
nuovi, dando vita a forme
inedite di educazione alla
fede e di pastorale, sempre
nella logica della comunione
ecclesiale. Riconoscendo
limportanza e la preziosit
di questa presenza, si provveder, da parte della diocesi
e delle parrocchie, anche alla
destinazione coraggiosa e
illuminata di risorse per la
formazione dei laici7.

La parrocchia
una comunit, che vive
in comunione (in comune
unione); una comunit
locale; una comunit
di fede; una comunit
di carit; una comunit
missionaria; una comunit
escatologica; una comunit
ecumenica; una comunit
necessaria ma insufficiente.
Tutta la pastorale diocesana
e parrocchiale devessere un
cammino e un ritorno: un
cammino verso laltare a
partire della parola, passando
dalla fede alla conversione e
ai sacramenti, e un ritorno
dallaltare per esercitare la

carit. Solo allora la diocesi


sar la chiesa universale
concentrata e la parrocchia
sar la chiesa locale partecipata. Che il Signore Ges
possa dire delle diocesi e
delle nostre parrocchie e di
questa splendida comunit
della chiesa madre di Canicattini Bagni ci che disse
Ges della casa costruita
dalluomo prudente: Bene
fundata est super firmam petram (comunit cristiana)
costruita sulla roccia8.

Nelle nostre parrocchie (e anche nella nostra
diocesi) possono esserci
problemi, tensioni, dissensi
(noti o ignoti, conosciuti o
sconosciuti, che, comunque,
facciamo finta ipocritamente
di ignorare per non affrontarli) e anche conflitti. Ci
sono stati sempre, anche
nella Chiesa delle origini.
Il problema- ammon
papa Francesco nel Regina
coeli del 18 maggio 2014
- come si affrontano
... Tutti i problemi non
si risolvono facendo
finta che non esistano!..
(ma) confrontandoci,
discutendo (dialogando) e
pregando. Con la certezza
che le chiacchiere, le invidie
le gelosie, non potranno
portarci mai alla concordia,
allarmonia o alla pace ...
Avete capito bene? Niente
chiacchiere, niente invidie,
niente gelosie. Capito?9.

Per un breve profilo, cfr Vincenzo Sbriglio, P. MAGNANO, Lavoratori nella vigna del Signore/2, edizioni
ASCA 2013, 220-231
6
Cfr Fil 4,1.
7
Comunicare il Vangelo in un mondo che cambia. Orientamenti pastorali dellEpiscopato italiano per il primo
decennio del 2000, n. 54
8
Mt 7,24
9
PAPA FRANCESCO, Regina coeli del 18 maggio 2014
10
PAPA FRANCESCO, Evangelii gaudium. Esortazione
apostolica sullannuncio del Vangelo nel mondo attuale,
n. 83. Le parole in corsivo sono riprese da GEORGES
BERNANOS, Journal dun cur de campagne, Paris
1974, 135.
11
Evangelii gaudium cit., n. 1
12
2Cor1, 23-24.
13
Si riferiva allarte pittorica che chiamata di presentare non tanto il visibile ma lInvisibile che si cela nel
visibile.
14
Liturgia delle Ore I, Tipografia Poliglotta Vaticana 1976,
180. Papa Francesco sottoscrisse questa frase: Voglio una
Chiesa inquieta, sempre pi vicina agli abbandonati,
ai dimenticati, agli imperfetti. Ma i Vescovi, i Preti e i
Fedeli sono sulla stessa lunghezza donda?
5

Avete capito? - la domanda del Papa. Ma abbiamo capito veramente? o


siamo piuttosto attaccati al
potere, alla tristezza dolciastra senza speranza che
si impadronisce del cuore
come il pi prezioso degli
elisir del demonio10, che
la mondanit che non lascia
spazi al confronto schietto,
al dialogo e alla preghiera.
Lesercizio del potere per il
potere, anche se camuffato,
distrugge la carit, viola la
giustizia e mortifica ed isterilisce la gioia del Vangelo
(che) riempie il cuore e la
vita intera di coloro che incontrano Ges11. Lapostolo
Paolo gi manifest il suo
stato danimo, che quello
del cristiano autentico, per
indirizzare la nostra vita
cristiana: Io chiamo Dio a
testimone sulla mia vita ....
Noi non intendiamo fare da
padroni sulla vostra fede;
siamo invece collaboratori
della vostra gioia, perch
nella fede voi siete saldi12

Noi credenti abbiamo avuto da Cristo Ges
una missione che ci stata
affidata nel battesimo e che
quella parafrasando il
grande pittore tedesco Ernst
Paul Klee (1879-1940),
vissuto in Svizzera di
presentare lInvisibile13 e
di vivere le otto beatitudini
evangeliche (Mt 5, 3-10);
non possiamo farci ammaliare dal poeta inglese, il settecentesco Alexander Pope
(1688-1744), che in una sua
lettera del 23 settembre 1725
scrisse: Beato colui che non
si aspetta nulla perch non
sar mai deluso: questa la
nona beatitudine.

Il credente, invece,
inquieto; luomo e la donna
dellinquietudine finch non
si realizza nella sua vita
quella preghiera sgorgata dal
cuore di S. Anselmo dAosta (1033- 1109) nel suo
Proslogion, che questa sera
facciamo nostra: O Signore
che io ti cerchi desiderandoti e ti desideri cercandoti,
che io ti trovi amandoti e ti
ami trovandoti14.

Caro parroco Don
Sebastiano Ferla, a te e alla
tua cara e bella comunit
parrocchiale, che celebrate
lanno pi che centenario
della dedicazione, il mio fervido augurio: ad multos, ad
multos, ad plurimos annos
per lintercessione della Madonna invocata sotto il titolo
di S. Maria degli Angeli e di
S. Michele arcangelo, per la
gloria del Padre e del Figlio
e dello Spirito Santo. Amen.
Fine/3

a luned 23 al
28 gennaio, presso il XVI I.C. Chindemi di Siracusa,
il quarto meeting
transnazionale del
progetto Erasmus+ "Today's
readers, future leaders". Il progetto,
ormai alla seconda annualit, vede
l'istituto Chindemi
partner strategico
di Turchia, Polonia, Romania e
Danimarca, nella
ricerca strategie
inovative che appassionino i giovani lettori. La settimana di incontri
si aprir luned
23 gennaio, alla
presenza del D.S.
reggente dott.ssa
G.Garrasi e delle
pi alte cariche
istituzionali cittadine e scolastiche. Ad accogliere
gli ospiti alunni
e docenti del
Chindemi e una
rappresentanza di
studenti dell'Istituto Einaudi/Juvara
- settore tecnico
turismo. Prodotto
degli incontri e dei
frequenti scambi,
un piccolo libro
che raccoglie
leggende popolari
dei paesi partner,
illustrato dagli
alunni del XVI.

Anche

questanno
lorganizzatore del
Coffee Show Latte Art 2016 Bongiovanni Gaetano,
presidente dellassociazione culturale
enogastronomica
Mangiare bene e
non solo ha il piacere di comunicare
che alla finale dei
campionati italiani
di baristi categoria
latte art che si svolgeranno al Sigep a
Rimini dal 21 al 25
gennaio 2017 saranno presenti due
baristi siracusani: il
campione in carica
Giuseppe Fiorini e
Damiano Giarratano a rappresentare
Siracusa .
Nella
tappa di
Siracusa che si
svolta l08 ottobre
scorso, tra i finalisti si classificato
Damiano
Giarratano che ha avuto
cos la possibilit di
accedere alla qua-

Sicilia 9

Nel

Siracusano

Siracusa, Erasmus plus, quarto


incontro transnazionale al Chindemi
Prodotto degli incontri e dei frequenti scambi, un piccolo libro che raccoglie
leggende popolari dei paesi partner, illustrato dagli alunni del XVI

Orgogliosi di portare ancora una volta in finale due baristi professionisti siracusani

I siracusani Giuseppe Fiorini e Damiano Giarratano protagonisti


della finale del campionato di latte art al Sigep di Rimini

lificazione
diretta
per partecipare alla
finale di Rimini.
C grande attesa
e emozione anche
per il siracusano
Giuseppe
Fiorini,
attuale campione
in carica che dovr dimostrare il
suo talento e la sua
professionalit per
mantenere il titolo
in territorio aretuseo
Un grande risultato sottolinea Gaetano Bongiovanni
. Siamo orgogliosi
di portare ancora
una volta in finale
due baristi professionisti siracusani.
Ci auguriamo che
anche questa conquista possa rilanciare la qualit e la
professionalit nel
settore del pubblici
esercizi nel nostro
territorio.
Un grosso in bocca
al lupo a tutti i partecipanti.

Speciale 10

Sicilia 21 GENNAIO 2017, SABATO

21 gennaio 2017, sabato

Consegna di mille euro al sindaco Amenta


per inviarli alla scuola marchigiana

nsieme per un
momento solidale dove la Musica
ha rappresentato
e rappresenta un
ponte ideale tra
Canicattini Bagni,
Citt della Musica, e lIstituto Musicale Nelio Biondi di Camerino, il
piccolo Comune
mar-chigiano
in
provincia di Macerata conosciuto
per la sua antica
Universit.
Il sisma che dallAgosto scorso ha
colpito, e continua
a colpire ancora
adesso, in modo
violento e drammatico le regione
del Centro Italia,
ma in particolare
le scosse del 26
Ottobre, hanno di
fatto reso inagibile
la sede dellIstituto Nelio Biondi
allinterno del Palazzo della Musica,
cancellando
per un momento i
sogni di ben 162
ragazzi, 20 docenti e 60 componenti
dellOrchestra di
fiati Citt di Camerino.
Dalla scuola era
cos partito un accorato grido di aiuto per una grande raccolta fondi
finalizzata a non
fare morire quel
sogno e i progetti
programmati per
lanno
accademico: Chi pu ci
aiuti a realizzare
una nuova struttura per ripartire.
Quel grido, non
poteva non essere
raccolto dalle Associazioni musicali della Citt della
Musica, Canicattini Bagni, con i
suoi quasi 150 di
storia della Banda, ed una Scuola
di Musica frequentata da un centinaio di ragazzi,
cos come quella
di Camerino, con
la quale si intrat-

Solidariet allIstituto Musicale Nelio Biondi


di Camerino distrutto dal terremoto

tengono rapporti
tramite il Direttore, Sebastiano Liistro.
E cos, dalla nuova
presidenza e dal
nuovo Consiglio di
amministrazione

sa, dando vita, lo


scorso 28 Dicembre, nella Palestra
comunale di via
Solferino, ad una
serata di spettacolo e mostre,
con tanto di premi

Libera,
lAssociazione
Tarar
Tarera, il Gruppo comunale di
Protezione Civile,
Dance Center di
Concita La Rosa,
lAssociazione

Verga, la Lilt, e i
ballerini di Tango
Christian Petracca e Roberta Giddio, ognuno per le
proprie competenze, hanno contribuito, esibendosi

Solidariet da parte
del Corpo bandistico
Citt di Canicattini Bagni e delle
Associazioni della
citt, col sostegno
dellAmministrazione
comunale, attraverso
una raccolta fondi per
la sua ripartenza.

dellAssociazione
Corpo bandistico
Citt di Canicattini Bagni, quella
richiesta di aiuto
stata allargata alle
varie Associazioni
culturali, spor-tive
e del volontariato
della citt, oltre
che alla Scuola di
Musica e allAmministrazione
comunale,
che
lhanno
condivi-

messi in palio grazie alla sensibilit


e alla solidariet
degli
esercen-ti
locali. Insieme, il
Corpo bandistico
Citt di Canicattini Bagni, la Scuola di Musica Arturo Basile, lo Sprar
Obioma per donne migranti vittime
di tratta gestito
dallimpresa sociale
Passwork,

Danziamo di Roberta Cassarino,


lAsci di Pallavolo, lAsd Canicattini Calcio, lAsd
Canicattinese, il
Moto Club Saro
Italia, lAssociazione Freecom, il
Coro della Chiesa
Madre, lAgesci,
le quinte classi
del plesso Mazzini del 1 Istituto
Comprensivo G.

o con iniziative
a supporto della
manifestazione,
alla raccolta fondi
per lIstituto Musicale Nelio Biondi
di Camerino.
Alla fine della serata sono state
raccolte
1.000
euro (750 euro
durante lo spettacolo e 250 euro
di contributo del
Corpo bandistico),

che ieri, gioved,


simbolicamente,
il Presidente del
Corpo bandistico
Citt di Cani-cattini Bagni, Sebastiano Scaglione,
ha
consegnato
al Sindaco Paolo
Amenta, nel corso
di un incontro in
cui erano presenti i rappresentanti
delle Associazioni
e
lAmministrazione comunale,
affinch siano inviate allIstituto di
Camerino, con il
Direttore del quale, per loccasione,
il primo cittadino
canicattinese ha
inter-loquito telefonicamente.
Un piccolo gesto
hanno dichiarato
nel corso dellincontro Scaglione
e Amenta che
testimonia tutta la
nostra vicinanza,
nel nome della Musica, e il legame
con lIstituto Musicale di Camerino,
cos
duramente
colpito, assieme a
tutte le popolazioni del Centro Italia,
da un evento doloroso.
Quel loro sogno di
continua-re a fare
musica non pu e
non deve finire col
terremoto, ma
necessario avviare una nuova ripartenza. Un piccolo gesto, inoltre,
che ancora una
volta mette in evidenza la sensibilit ed il sentimento
solidale delle nostre Associazioni,
al quale rivolgiamo il nostro ringraziamento e la
nostra gratitudine,
cos come a tutte
le Associazioni di
volontariato e a
quanti in questo
momento sono vicini alle popolazioni del Centro Italia
ancora colpite da
eventi sismici e
calamitosi.

Sicilia 11

Sport

Oggi alle 14,30 riprende il campionato dopo la lunga sosta di fine

Con la battuta del

portiere
Serenari
che passato in prestito al Vultur di Rionero in Basilicata
ha esclamato che
avrebbe
preferito
trasferirsi invece
al Valtur Village di
Mahureva alle Maldive, si chiude per
questa settimana il
capitolo calciomercato per consentire
anche alla tifoseria
di concentrarsi sulla
partita col Taranto.
Rossobl freschi di
lezioni di autostima
impartite dal professor Pantaleo De
Gennaro di professione allenatore e, a
tempo perso, buon
psicologo per convincere la sua squadra che col materiale
uomo che possiede
pu fare molto di
pi di quel che ha
fatto. Senza contare
che il vertice della
societ formata dal
duo Zelatore-Bongiovanni disposto
ad assecondare la
risalita dei rossobl
con opportuni nuovi
inserimenti che seguiranno
allarrivo
del centrocampista
Magri.
Il
Siracusa,
con
Emanuele Catania
ex di turno, che se
andr a segno giura che non esulter,
andando
incontro
ad un sonoro chissenefrga
dellintera tifoseria e del
nostromo Sottil che

Al Siracusa il compito di frenare


la voglia di rinascita del Taranto
Andrea Sottil non si nasconde le difficolt dellincontro e chiede una partenza sprint
per impedire agli ospiti di organizzarsi e di rendere la vita difficile agli azzurri

Pantaleo De Gennaro e Andrea Sottil.

ha comandato barra
dritta verso una vittoria che porterebbe
gli azzurri a quota
trenta. Per il resto
formazione confermata col solo ballottaggio fra Cassini e
Palermo che potrebbe risolversi salomonicamente con uno
dei due destinato a
partire dalla panchina. Alle acque chete del Siracusa fa
riscontro un Taranto che nelle ultime
partite ha risentito

Nella cartella scontri diretti la sfida con i pugliesi

forse un po troppo
del doppio cambio
di allenatore, ruolo
passato prima da
Papagni allo storico
capitano e allenatore della Berretti,
Fabio Prosperi, e,
infine, a Pantaleo
De Gennaro, tecnico di grande talento,
ma fuori dal giro da
qualche anno. La
scelta di De Gennaro oltre a rasserenare lambiente ha
portato a nuove soluzioni tecniche, la

pi importante quella di passare dalla


difesa a tre a quella
a quattro. Rivoluzionata anche la fase di
ripartenza con una
pi accentuata profondit degli esterni
e con il movimento
in sincronia delle
due punte Lo Sicco
e Viola. Fra le file
rossobl lassenza
di capitan Pambianchi,
squalificato,
sar
compensato
dal ritorno a disposizione di Magnaghi e
De Salve, entrambi
reduci da infortuni
e, comunque, grazie alla sosta,
in
grado di rientrare.
Richiamato comunque dal buon nome
degli ospiti e dalla
voglia del Siracusa
di ricominciare alla
grande si prevede il
pubblico delle grandi occasioni a far da
cornice al ritorno di
una classica che
riporta
dattualit
bellicosi ricordi di
epiche gesta.
Armando Galea

Da questo momento in poi vietato sbagliare

La Teamnetwork Albatro
Sottil: Noi abbiamo pi
fame di punti del Taranto Siracusa sfida il Gaeta
Se il Taranto ha fame di punti noi

ne abbiamo di pi. Lallenatore del


Siracusa Andrea Sottil inserisce nella
cartella scontri diretti la sfida con i
pugliesi in programma nel pomeriggio al Nicola De Simone. Nella conferenza stampa che ha fatto seguito
allallenamento di rifinitura il mister
ha parlato di Taranto, sosta, mercato
e acquisti vecchi e nuovi.
La sosta ferma il ritmo, la continuit. Per questo ho cercato di lavorare
sullaspetto fisico, considerato che andiamo ad affrontare la seconda parte
del campionato, ma anche su quello
nervoso giocando amichevoli anche
se con formazioni di Eccellenza e Serie D.
Poi lavversario e Sottil non si fa ingannare dalla classifica. Il Taranto
una squadra che ha buone individualit. Io lo considero uno scontro diretto
quindi alla ripresa partiamo subito con
una partita molto tosta, maschia. Sar
una partita di contrasti e intensa quindi quello che pretendo una partenza forte, con tutti i nostri ingredienti.
Ci vuole fame agonistica, cattiveria.
Loro sono affamati ma noi di pi. Tutto
quello che abbiamo fatto nella prima
parte della stagione ormai fa parte del
passato. Sul mercato Sottil si detto
soddisfatto dellarrivo di Azzi, ma non
solo.

Paulo un giocatore che abbiamo


voluto per le sue caratteristiche che si
sposano con il nostro sistema di gioco. Ha fatto bene un ragazzo che
ha forza, progressione, sa calciare e
mettere palloni dentro. Deve lavorare
tatticamente su qualche accorgimento, ma predisposto al lavoro e pu
certamente migliorare. Poi i vecchi
acquisti.
Sciannam arrivato in condizioni
precarie. Lo abbiamo perso per alcuni
problemi che ha avuto e che sono stati determinati dalla scarsa condizione,
ma un ragazzo molto positivo per il
nostro progetto. Nelle amichevoli ha
risposto bene. E un mancino che ci
d verticalit di gioco e finalizzazione
veloce quando si va sul fondo e sono
contento che stia bene e sia a disposizione.
Tra gli acquisti Sottil mette anche
Dezai e Longoni. Lillo sta attraversando periodo altalenante. Deve ritrovare la condizione che avevo lo scorso
anno, ma il ragazzo voglioso vuole
ritrovare condizione e darci una mano
e sta molto meglio, non ha i 90 minuti
ma ci pu dare una mano. Lucas vive
di accelerazioni cambi direzione, uno
contro uno. Per questo deve ritrovare
il ritmo gara. Sta meglio ma ci sono
ancora 2 settimane di lavoro per essere vicini alla condizione migliore.

opo un mese abbandonante di


pausa, si riprende oggi a giocare nel
massimo campionato di pallamano.
Nel girone C, per la quarta giornata
di ritorno, la Teamnetwork Albatro
Siracusa ricever la visita del Gaeta.
La gara, in programma alle 16,30 al
PalaLobello, (arbitri Bocchieri e Scavone) dovrebbe essere abbastanza
agevole per gli aretusei. Il condizionale, per, ricordando linopinata sconfitta subita allandata, dobbligo.
Vietato dunque prendere limpegno
sottogamba e interpretare il match
come fosse una sgambata dallenamento.
Questo errore stato pagato a caro
prezzo qualche mese fa e potrebbe risultare decisivo nella rincorsa
al secondo posto. LAlbatro infatti in
questo momento vicecapolista del
torneo in condominio con il Conversano, ma i pugliesi hanno disputato una
gara in meno. Il cammino in salita
ma dice il tecnico Peppe Vinci non
ci arrendiamo. Lotteremo con tutte le
nostre forze fin quando non ci sar il
verdetto matematico. Paghiamo il ko
di Gaeta, ma ora dobbiamo pensare
al futuro, cercando di vincere tutte le
gare che restano da qui alla conclusione della prima fase di campionato.
I conti li faremo alla fine.
Vinci parla anche della vittoria della

Nazionale contro il Lussemburgo, ottenuta domenica scorsa a


Siracusa. Lui, infatti, fa parte dello
staff tecnico azzurro: Siamo molto
felici per aver conquistato un risultato importante come il passaggio
alla seconda fase delle qualificazione europee. Sono contento della
risposta del pubblico siracusano, la
gente ha risposto bene e ha spinto lItalia verso il successo. Essere
presenti con il portiere Di Marcello
rester nella storia dellAlbatro.

SiracusaCity 12

D
avanti ad un pubblico qualificato, con la

presenza del Procuratore Capo della Repubblica di Siracusa, Francesco Paolo Giordano, si
tenuto ieri sera il convegno e la presentazione
del volume: La prima
guerra mondiale, analisi politica-sociologica a
cento anni dal conflitto.
Limportante incontro si
svolto presso la sala
convegni Archivio di
Stato Siracusa dove si
sono tenute gran parte
delle conferenze e dove
fu allestita, a suo tempo,
con i documenti dellArchivio e con il contributo
della Societ, la mostra
di cimeli e documenti
sulla Grande Guerra.
Nel corso della serata
stato presentato il volume, fresco di stamperie,
con lomonimo titolo,
curato dal prof. Salvatore Santuccio.
La Societ Siracusana
di Storia Patria ha inteso
raccogliere i resoconti di dodici conferenze
dedicate, nel corso del
2015-2016, alla Grande
Guerra.
Erano presenti al convegno, la dott.ssa Concetta Corridore, direttore Archivio di Stato
Siracusa; il prof. Sebastiano Amato presidente Societ Siracusana
di Storia Patria che ha
relazionato sul volume;
sono intervenuti il prof.
Salvatore Adorno che
insegna Storia contemporanea presso il Dipartimento di Scienze umanistiche dell'Universit
degli Studi di Catania e
il prof. Salvatore Santuccio, autore del volume, profondo conoscitore della storia locale,
e importante punto di
riferimento della Societ Siracusana di Storia
Patria. Oltre agli scritti
dello stesso Santuccio,
il volume raccoglie anche quelli di Sebastiano
Amato, Concetta Corridore, Giovanni Schinin, Tommaso Baris,
Rosa Savarino, Vincenzo La Rocca, Francesco Maria Atanasio,
Renata Russo Drago,
Francesco Carracchia.
Ha coordinato i lavori
il dr. Giuseppe Bianca
direttore del quotidiano
Libert.
Vogliamo entrare nel
clou dellincontro sulla
prima guerra mondiale da detto il direttore
Giuseppe Bianca -, quel
campo di morte che fu
lEuropa per un Arciduca in meno, come
ironizz lHerald di New
York, silenzioso. Pi o
meno.
Oggi siamo qui per
ricordare La Grande
guerra che divor una
generazione di giovani
uomini, dimezz le capacit industriali di tante nazioni e, cento anni
dopo, ben pi cento milioni di morti sono direttamente o indirettamente attribuibili a quella

Sicilia 21 gennaio 2017, sabato

La prima guerra mondiale, analisi politica


sociologica a cento anni dal conflitto

La Storia contemporanea siracusana raccontata da autori qualificati

Il tavolo dei relatori del convegno della Societ Siracusana di Storia Patria.

a fare il proprio dovere.


Comunemente
chiamata dai siracusani "il
Pantheon" conclude
il direttore del quotidiano Libert, Giuseppe
Bianca - considerata
come il principale "monumento ai caduti della I
prima guerra mondiale",
inaugurato nel 1929,
perch al suo interno
riposano le spoglie dei
soldati siracusani periti
al fronte durante il primo
conflitto mondiale.
Nel relazionare il volume il prof. Sebastiano Amato, presidente
Societ Siracusana di
Storia Patria, ha affrontato lanalisi del conflitto
con il capitolo intitolato
1915-1918: la prima
guerra europea, mondiale, totale, globale.
Alcune considerazioni
preliminari.

guerra: da li sfociarono
i totalitarismi e il mondo
imbocc limbuto che lo
condusse alla Seconda
guerra mondiale.
La Grande guerra,
quellinfernale carneficina avvi il suicidio
dellEuropa,
allora
continente prospero e
colto, e apr le porte al
secolo americano. Autodistruzione allo stato
puro, su cui il caso di
ritornare con la memoria e di riflettere, cento
anni dopo afferma
Bianca -.
A compendio di una
serie di 12 cicli di conferenze iniziate il 13
maggio 2015 e concluse il 25 febbraio 2016,
la Societ Siracusana
di Storia Patria ha inteso raccogliere i resoconti della serie di
conferenze
dedicate
alla Grande Guerra,
per dare alle stampe il
volume redatto dal prof.
Salvatore
Santuccio
che oggi presentiamo.
Con un ddl, approvato
dalla 5 Commissione
dellARS, sul ruolo della Sicilia nella Grande
guerra del 1915-18.
La nostra Regione si
mossa in anticipo e
ha puntato alla valorizzazione di luoghi legati
alla Grande guerra.
In quei 41 terribili mesi
stato alto il contributo
di vite umane dato dalla
Sicilia con 44.000 morti in combattimento su
tutti i fronti del conflitto
(il territorio di Siracusa
conta oltre 4.000 caduti). Il territorio di Ragusa non esisteva in
quanto era inglobato
nellunica provincia di
Siracusa - prosegue il

Nella disamina degli


scritti allinterno del volume, peraltro emerge
non soltanto la ricostruzione del coinvolgimento di Siracusa e dei
siracusani ma anche
la generale e puntuale
analisi politico-sociologica del confitto, delle
sue cause, delle sue
motivazioni, dei suoi
sviluppi, delle manovre
diplomatiche che lo precedettero e che portarono, preliminarmente
allo scoppio della guerra, alluscita dellItalia
dalla Triplice alleanza,
stipulata nel 1882 con
la Germania e lAustriaUngheria (per la durata
della Triplice non pi
nemica storica), e allalleanza con lIntesa della
quale facevano parte la
Francia, la Gran Bretagna e la Russia zarista.
Infine Sebastiano Amato tratta La Grande
guerra degli italiani

Sopra, in primo piano il Procuratore capo Francesco Paolo Giordano.


direttore Bianca -; ricordiamo che la provincia
di Ragusa fu istituita
nel 1927. Il suo territorio coincideva sostanzialmente con lantica
Contea di Modica e con
il successivo comprensorio di Modica, che
era amministrato dalla
provincia di Siracusa
con una popolazione
complessiva di 424.747
cittadini residenti, parliamo del censimento
del 30 giugno del 1900
con circa 50.000 famiglie. La statistica dei
caduti in guerra ottenuta nel coefficiente famiglia. I dati del censimento sono stati ripresi
dalla relazione della Direzione Generale della
Statistica della Popolazione Movimento dello
Stato civile anno 1900.
I fronti erano Isonzo,
Dolomiti, Carso, Piave,
Monte Grappa, Albania, Macedonia, Libia e

Francia il pi alto del


centro-sud, e la mobilitazione di circa 750.000
siciliani. Qui sono giunti
10.000 prigionieri austro-ungarici e 21.500
profughi veneto-friulani
e sloveni, mentre lo
Stretto di Messina veniva dichiarato zona di
guerra per i continui attacchi dei sommergibili
autro-tedeschi. A questi
numeri vanno aggiunti
circa 30.000 disertori e
renitenti.
Uno spaccato della
Grande Guerra che
intreccia alla realt di
trincea, le storie cittadine e i discorsi degli intellettuali strappati alla
polvere delle biblioteche
e traditi dai loro stessi
ideali evidenziando il
dibattito nazionale tra
interventisti e neutralisti.
Una prova di coraggio
per un Paese impreparato alla guerra ma fatto
di uomini sempre pronti

dAustria. Considerazioni sul volume di P.


Rumiz, Come i cavalli
che dormono in piedi.
Il curatore Salvatore
Santuccio
conclude
la sua fatica con brevi
schede per ogni coautore.
E intervenuto il prof.
Salvatore Adorno che
insegna Storia contemporanea presso il
Dipartimento di Scienze umanistiche dell'Universit degli Studi di
Catania il quale si
soffermato sulla controversa storia del primo conflitto mondiale
mettendo in risalto non
solo gli eventi di carattere strategico-tattico
ma anche e soprattutto
il quadro economico,
sociale e politico in
relazione al momento
storico attraversato in
primo luogo dallItalia.
Il prof. Adorno ha sottolineato come lanalisi
del gioco concomitante
o alterno delle Cancellerie e degli Stati Maggiori port, ineluttabilmente, le nazioni alle
armi, e a evidenziare
il dibattito nazionale
tra interventisti e neutralisti. Adorno affronta
le tematiche non sempre di primo piano nel
dibattito storiografico,
ma proprio per questo
aggiungono spunti di
riflessione interessanti
come lidea che della
guerra ebbero i bambini in rapporto al loro
percorso scolastico o
come vennero accolti
i profughi dopo Caporetto. Viene analizzato
altres il rapporto con la
prostituzione sia come
fenomeno sociale che
in rapporto alle malattie veneree e in generale allorganizzazione
degli spazi riservati
allospedalizzazione
dei militari. In ultimo
viene rivisto il conflitto
attraverso la rappresentazione che ebbe
nella letteratura e nella
filmografia. Il volume
curato da Santuccio offre un quadro organico
di ricostruzione storica
della Grande guerra; non soltanto per il
coinvolgimento, diretto
e indiretto, della gente
del vasto territorio di
Siracusa di allora, ma
anche per lanalisi del
fenomeno nella sua
interezza: dalle cause,
dirette e indirette, che
lo provocarono agli affetti che ne conseguirono: un quadro ricco
di testimonianze, particolari, sfumature, zoomate. E unopera che
contribuisce a scrivere
una storia contemporanea mai analizzata abbastanza. Soprattutto
unopera preziosa per
questa citt che piuttosto ricca di documentazione e conoscenza
della sua storia antica
ma poco di quella moderna e contemporanea.