Sei sulla pagina 1di 4

Let ittita in linea di massima corrisponde al Bronzo Tardo.

Per quanto riguarda lAnatolia,


faremo let ittita nella sua interezza, che quindi comprende anche il Bronzo Tardo II,
semplicemente perch la maggior parte delle rappresentazioni iconografiche che abbiamo sono
tarde e quindi in realt queste noi dobbiamo utilizzare per comprendere il pi possibile
liconografia di stampo religioso. La maggior parte delle attestazioni sono della fine del XIV e
del XIII secolo a.C.
Gli sviluppi principali dal punto di vista storico dellet ittita prevedono un primo periodo in
cui il regno ittita limitato al territorio anatolico vero e proprio, con solo reale sbocco verso
sud con i porti ittiti che si trovano sulla costa. limitato nelle sue espansioni verso est dal regno
dei mittani. Il regno ittita diventer un impero con il suo allargamento non solo nelle direttrici
orientali e sudorientali ma anche occidentali e assumer il controllo abbastanza limitato per
tutta larea anatolica vera e propria e anche una grandissima parte del Levante del Nord e della
Mesopotamia del Nord.
Per quello che riguarda laspetto politico, in ambito ittita c una gestione centralizzata
soprattutto per i primi periodi, quindi una struttura dello stato fortemente accentrata con una
dinastia regnante che ha forte impatto anche sulle manifestazioni iconografiche religiose.
Il termine di religione ittita un termine che comprende moltissime cose al suo interno.
Comprende naturalmente il sostrato del territorio a cui si sviluppa (quello di Hatti), comprende
altri raggruppamenti come quello dei luvi che non solo avevano un sistema di scrittura ma
anche un immaginario di riferimento pi legato alla Siria del Nord, comprende un elemento
indoeuropeo al suo interno, e comprende infine un elemento hurrita1 che soprattutto per
laspetto religioso molto importante. una religione molto composita ed estremamente
inclusiva da un punto di vista di inserire nuove divinit allinterno del panteon, mantenendo
quelle gi esistenti. talmente inclusiva che, se andiamo a vedere nei testi le attestazioni del
dio della tempesta, ce ne sono almeno quattordici diverse a seconda di dove venerato il dio
della tempesta (per esempio il dio della tempesta di Aleppo, e di altri siti). Dal punto di vista
iconografico a volte molto difficile distinguerli, e forse non neanche necessario perch in
buona sostanza lambito funzionale della divinit rimane pur sempre lo stesso.
Abbiamo moltissime informazioni per quello che riguarda laspetto testuale. Abbiamo
moltissime informazioni su quello che soprattutto il rito, e su alcuni miti in particolare (come
quello della creazione), e su genealogie di divinit che si vanno formando nel corso del tempo.
Dallaltro lato, abbiamo pochissime informazioni dai testi sullaspetto estetico delle divinit. I
testi riportano _______ di templi, ma ricorre molto poco lapparenza o le caratteristiche della
divinit stessa perch molto probabilmente non erano considerate rilevanti nel testo
tramandato. Lattestazione figurativa pi antica che abbiamo su due vasi in rilievo: uno
quello di Inandik, laltro di Hseyindede.
Il vaso di Inandik un vaso di ceramica lustrato con ingobbiatura rossa e presenta una
raffigurazione a rilievo, anchessa dipinta. Inandik collocata a nord di Ankara; un sito che
stato scavato, anche se questo vaso in particolare stato ritrovato casualmente da dei
contadini della zona quindi non ha unimmediata connessione con una evidenza archeologica.
In seguito a questo ritrovamento sono stati condotti degli scavi sul sito vero e proprio e in

un elemento che si considera essere originario della zona est dellAnatolia e nord della Mesopotamia.

questo senso stato datato al XVI secolo a.C. per il regno ittita una datazione molto antica
rispetto alle altre raffigurazioni che abbiamo a nostra disposizione.
Cinque registri vengono rappresentati sul vaso; sono paralleli e rappresentano vari momenti di
quello che si pensa essere un rituale molto articolato. La raffigurazione continua e in una
direzione: le figure si muovono da sinistra verso destra. Nella parte pi a destra, soprattutto per
i tre registri superiori, vengono messi i punti di arrivo di ogni processione (o serie di figure).
Abbiamo una rappresentazione di verosimilmente due figure: una lacunosa perch le manca
la testa, la seconda figura ha la testa coperta, e si trovano sopra quello che in questo caso viene
interpretato come un letto. La figura che si presuppone essere maschile, non se ne evincono i
tratti ma c un pezzettino che spunta allaltezza della testa della donna e questo dovrebbe
essere il braccio teso delluomo che sta per togliere il velo. un altro modo di rappresentare in
maniera pi simbolica lunione. Se adesso consideriamo invece tutto il resto, capiremo che
queste non sono scene di vita quotidiana ma sono il punto di arrivo di una processione di vari
personaggi che compiono diverse azioni.
Le pi individuabili sono le azioni di musica. A queste si aggiungono scene di quelli che
vengono normalmente chiamati acrobati o giocolieri o danzatori, perch linterpretazione
molto variabile. Ci sono anche altre figure singole che invece sembrano essere semplicemente
in processione. Quindi abbiamo scene di musica, e una processione di figure verosimilmente
femminili e figure maschili armate che si dirigono in una direzione. Vi una specie di schermo
rispetto alla scena che si svolge che viene interpretato come un altare, un tavolino2. C anche
un elemento che potrebbe essere la rappresentazione dellarchitettura che contiene la scena
vera e propria. In questo secondo registro abbiamo una processione che si dirige di fronte a un
edificio dentro il quale si sta svolgendo un atto di unione. Latto di unione prende il posto di
quello che normalmente il posto della divinit; non c una divinit a ricevere la processione
ma latto vero e proprio, che viene normalmente interpretato come quello delle nozze sacre.
Questo tipo di rappresentazione si pensa che non sia altro che linterpretazione dellunione tra
un essere umano e una figura divina in ambito ittita possono essere o luno o laltro, quindi
sacerdote con una figura femminile divina, la sacerdotessa con una figura maschile divina
che celebrano un determinato rituale.
Allo stesso modo esattamente viene interpretato il registro superiore: non altro che una
ripetizione di quello che viene rappresentato sotto, resa in maniera pi esplicita. Lunione
dovrebbe avvenire allinterno della casa della divinit; larchitettura verosimilmente la
rappresentazione di un tempio ma a livello di interpretazione non che siamo molto in grado
di distinguere, o che abbiano _______ molto connotativi se non la presenza in alto di quelli che
potrebbero essere degli ex voto (meno verosimile) o delle figure divine minori che facilitano
levento.
Due registri inferiori. C una scena di adorazione del dio toro. Labbiamo vista per il Bronzo
Medio e la ritroviamo adesso agli inizi del Bronzo Tardo. Il dio toro mantiene la sua iconografia
dal periodo paleoassiro, mantiene del tutto la sua caratteristica teriomorfa. Il toro su un altare;
di fronte a lui c una figura che sembra inchinata in avanti, pi bassa, e nel mezzo tra questi
due elementi una figura che verosimilmente animale, forse un bovino. La figura inchinata
porta in mano un oggetto lungo e appuntito per cui si pensa che questa sia la raffigurazione di
un sacrificio vero e proprio, cio latto di tagliare lanimale di fronte al dio toro. E quindi la
2

lo stesso tipo di rappresentazione che abbiamo anche nei sigilli precedenti.

figura inchinata sarebbe il sacerdote che compie latto in questione ed seguito da portatori di
offerte e da altre figure che, siccome non hanno tutte la stessa posizione (una ha il braccio
indietro, una si spinge in avanti, lultima potrebbe avere la mano appoggiata su quella di fronte),
potrebbero svolgere di nuovo una specie di performance la danza o elementi del genere.
Nei due registri superiori abbiamo una rappresentazione di una processione rituale di fronte a
un atto di ierogamia. Nel registro inferiore invece abbiamo semplicemente una
rappresentazione di un sacrificio di fronte al dio toro.
Nel registro inferiore ci sono scene che sembrano separate tra di loro nonostante tendano ad
avere una direzione, per sono pi composite; vengono interpretate come quella che la
preparazione prima del rituale: la preparazione delle bevande allinterno dei contenitori, la
preparazione dellaspetto musicale e della danza Vi poi una classica scena di libagioneofferta che per, collocandosi centralmente rispetto a tutto il resto, potrebbe essere funzionale
semplicemente ai registri superiori; sono sedute tutte e due le figure, una ha un vaso, laltra ha
un tavolino, e verosimilmente si stanno preparando per quello che poi avverr nei registri
superiori.
C poi la parte della cottura della ceramica stessa in occasione del rituale.
Lunione tra un elemento umano e un elemento divino sembra essere citata almeno una volta
in un mito specifico ittita, e secondo alcuni studiosi anche una seconda volta in un secondo
rituale per una seconda divinit.
Il vaso di Hseyindede nella sua morfologia del tutto identico a quello di Inandik. sempre
una giara anforoide con alto collo. La decorazione a rilievo a registri. Sullorlo a una serie di
appliques con una testa di toro; in questo senso ricorre anche lelemento taurino.
Possiamo immediatamente vedere che ci sono certe somiglianze con il vaso precedente, in
particolare la scena sul letto. del tutto simile, solo che in questo caso non c nessuna mano
tesa. Le due figure si trovano sopra il podio (letto?). Lui potrebbe avere in mano un contenitore
(una coppetta o qualcosa del genere). Sono sicuramente oggetto di venerazione perch in
questo caso c una persona anche al suo interno, e si trovano dietro un elemento architettonico
schermante (altare?). Sono pur sempre punto di arrivo di una processione di figure che, di
nuovo, uniscono la parte musicale, portano oggetti atti per il culto (per esempio i tripodi su cui
vengono appoggiati i vasi) e si muovono in questa direzione.
Se guardiamo il registro pi in basso, riconosciamo immediatamente le scene musicali. C un
elemento che sembra tirare un toro. Qui c una lacuna, e poi dietro c un qualcosa che sembra
essere un carro; un po interpretativo perch c troppo spazio perch il toro stia _______ il
carro, quindi potrebbero essere due elementi separati. Per sicuramente il carro sembra far parte
di questo corteo che si muove verso destra.
Il registro invece pi in alto di tutti ha un modo di essere rappresentato un po diverso, fatto
a metope e non a fregio continuo. Questo in parte dovuto anche alla configurazione del vaso
stesso. Le scene sono separate per, per come sono rappresentate, sarebbe una scena unica che
si muove sempre nella stessa direzione in cui il punto di arrivo di nuovo un elemento che qui
dovrebbe essere semplicemente la parte superiore dellaltare. C una figura seduta con il
braccio teso, ed senza dubbio loggetto di venerazione della figura stante che la prima e
quindi verosimilmente sacerdote che sta alla testa di un corteo di musicanti e portatori di
animali che verosimilmente vengono offerti alla divinit. Il movimento della serie (di persone)
molto accentuato fin dagli inizi dellet ittita, lo vediamo molto bene in questo tipo di

rappresentazioni. Rimarr caratteristico delle rappresentazioni figurative anatoliche perch


sembrerebbe essere stata una parte integrante dei rituali veri e propri, cio dei rituali in cui c
sempre un movimento in una direzione, che sono sempre uniti a un elemento non solo musicale 3
ma anche performante: gioco, giocolieri, danza Tutti questi elementi vengono riuniti
insieme.
Lelemento dellunione rappresentato su due pochissimi vasi a rilievo che abbiamo di
ambito ittita. Nel mito di Illuyanka si assiste a una vicenda per cui lunione di una divinit con
un elemento umano salva il mondo. Il mito di Illuyanka ha due versioni diverse che si
differenziano un po tra di loro

Questo ce labbiamo anche in Mesopotamia.