Sei sulla pagina 1di 9

RIPASSINO SU COME PERCEPIRE LENERGIA

Molti di noi sono arrivati in tempi diversi nel gruppo e magari non hanno sfogliato tutti i
post con le varie nozioni che ci ha regalato Fulvio, per cui ho pensato che un ripassino
generale fa bene a tutti Chi ha il libro pu trovare il capitolo completo che parla di questo
argomento a pag. 159. Se siete daccordo oltre alle perle quotidiane di Fulvio potremmo
riprendere man mano i vecchi post.
IMPARIAMO A SCOPRIRE E PERCEPIRE LENERGIA (prima parte)
Voglio iniziare un percorso che con dolcezza vi porti a percepire lenergia, sia la nostra,
delle cose, delle persone.
Inizieremo dalla nostra, se non impariamo a conoscere questa non potremo scoprire le
altre. Quando sarete diventati bravi, non sar una cosa accademica ma con le tante
tecniche apprese, sarete in grado gi di lavorare bene su voi stessi.
Sentire se un nostro chakra o una zona del corpo in squilibrio ad un livello energetico
sottile e correggerlo ci eviter che ci si manifesti nel corpo come sintomo.
Non vero, come qualcuno sostiene di non esserne capace, tutti lo siamo, un dono
innato, un talento che tutti abbiamo, va soltanto riconosciuto e sviluppato come tutti i
talenti.
Quanto tempo impiega un pianista ad allenare le dita per muoverle cos sciolte ed
armoniose sulla tastiera? Se non fosse allenato, pur essendo il pi talentuoso al mondo
non potrebbe riuscirci.
Inoltre conosce le regole delle note e della musica, altrimenti il suo sforzo sarebbe inutile.
Io vi do le regole della musica e delle note, LALLENAMENTO POTETE METTERCELO
SOLTANTO VOI.
Ma sar uno sforzo che sar ben ripagato da una crescita al servizio del vostro benessere,
o per i vostri cari e amici.
Assieme cambieremo le regole del sistema, ogni volta che una persona cambia e migliora,
tutto il mondo migliora.
lora di finirla di farci prendere in giro dal potere. lora di finirla di cambiare manager o
partito.
lora di cambiare la coscienza di chi deve guidare e governare lumanit.
APPOGGIATE IL DITO POLLICE DESTRO AL CENTRO DEL PALMO DELLA MANO
SINISTRA E MASSAGGIATE PER QUALCHE MINUTO IN SENSO ORARIO.
FATELO ORA INVERTENDO POLLICE E MANO (POLLICE SX-MANO DX.)
Buon lavoro.

IMPARIAMO A PERCEPIRE LENERGIA (SECONDA PARTE)


Abbiamo fatto il primo passo di un lungo percorso che ci porter in cima ad una splendida
vetta dalla quale potremo ammirare paesaggi sconosciuti.
Una volta conosciuti, avremo la scelta se decidere di esplorarli o accontentarci di averli
visti da lontano, ma gi scegliere un passo verso la nostra felicit.
Avete massaggiato il palmo della mano? Se lo avete fatto avete attivato i due chakra al
centro del palmo.
Questi due chakra sono minori, ma a livello di percezione di energie sono i pi importanti.
Le mani sono lorgano pi sensibile del corpo, riescono a decodificare migliaia di
informazioni esterne, (caldo, freddo, asciutto, umido, liscio, ruvido, ecc.) e a riconoscere
un oggetto dalla sua forma, spessore, densit, ecc.
Possiamo usarle in tanti modi, accarezzare, stringere, sfiorare, sono forti, delicate, ecc.
Siamo di fronte ad un computer molto sofisticato, da ora in poi le mani saranno il nostro
scanner di energie sottili. Potremmo farlo in altri modi, ma questo il pi modo pi
semplice e sicuro.
Alla fine se avete scelto di farlo e vi siete esercitati, potrete testare un vostro chakra e
capire se in equilibrio, o un organo, se un cibo o un rimedio in sintonia con voi, se un
ambiente contiene energie inadeguate per voi o se un obbiettivo adeguato.
Bello vero?
Credo che pochi di noi non ambiscano a questo risultato e credo che per tutti sia
raggiungibile, io vi guido voi metteteci la volont e la costanza di esercitarvi.
Ecco il SECONDO PASSO:
Chiudete gli occhi. Concentratevi sulla mano destra e fate scorrere lenergia dalle punta
delle dita fino al gomito, poi dal gomito fino alle punta delle dita, in un movimento alternato
per qualche minuto.
Fate la stessa cosa con la sinistra.
Al termine concentratevi sulla sensazione dei vostri avambracci e mani.
Come sono? pi pesanti, leggere, calde, rilassate, ecc.
State iniziando a prendere confidenza con la vostra energia.

MPARIAMO A PERCEPIRE LENERGIA (TERZA PARTE)


Concentratevi sulla mano destra ed immaginate di avere nel palmo della mano una sfera
di energia che via via aumenta di volume e consistenza.
Quando avete la sensazione che sia al massimo, immaginate che entri dentro la mano e
fatela risalire lungo tutto il braccio destro, poi attraversa il torace fino ad arrivare alla spalla
sinistra, ora fatela scendere lungo il braccio sinistro per farla riapparire sul palmo della
mano sinistra.
Come ora sulla mano sinistra rispetto alla destra?
Pi piccola, meno densa, diversa?
Probabilmente si, parte dellenergia proveniente dalla destra si diretta in alcuni meridiani,
andando ad espanderli e facendogli assorbire maggiore energia.
Ricreate ora la solita sfera sulla mano sinistra e fate come prima, facendola circolare fino
alla mano destra.
Ripetete il tutto fino a che la sfera di una mano non viene trasferita completamente allaltra
senza cambiamenti.
Ora fatela circolare velocemente da una parte a laltra per un po di volte e per un numero
dispari.
State attivando ed equilibrando canali energetici, che non solo trasportano pi energia ma
si stanno sensibilizzando.
Ora create due sfere uguali su entrambe le mani e quando lo avete fatto incrociate le
braccia, portatele allaltezza del cuore e appoggiate la mano destra sulla parte sinistra del
chakra del cuore e la mano destra sulla parte sinistra di quel chakra.
Lasciate entrare queste sfere nel chakra del cuore e lasciate che lenergia fluendo esca
dalle punta delle dita di entrambi le mani.
State decongestionando ed equilibrando il chakra del cuore ed i canali.
State unendo il vostro maschile al femminile e questo vi far sentire molto pi centrati in
voi stessi e il cuore pi leggero.
Vi state preparando ad un mondo fantastico, il mondo del vostro potere personale.

INIZIAMO A PERCEPIRE I CHAKRA


Abbiamo imparato a riconoscere lenergia sporca, lenergia pura e a sentirne la differenza,
ora iniziamo a sentire lenergia dei nostri chakra.
Il programma inizier con i nostri chakra anteriori, in seguito inizieremo a testare i chakra
di altre persone, ma prima devo insegnarvi a proteggervi dalle emozioni che potete
contattare.
Poi andremo a testare i chakra posteriori per i quali non possiamo fare nel solito modo
degli anteriori perch la mano non ci arriva.
Inizieremo a comprendere quanto un chakra pi o meno ampio, quanta percentuale di
energie sporche contiene e se lavora correttamente.
Infine impareremo a rimetterli in equilibrio sia in entrata che in uscita.
Prima per noi, poi anche per gli altri, una cosa molto bella anche per i nostri animali.
Infine, tutto questo andremo a farlo sui nostri organi, portando ordine dove esiste
disordine.
Se avete letto e vi siete allenati siete a posto.
Vorrei darvi qualcosa di utile e applicabile affinch possiate essere pi in equilibrio e
sentirvi meglio sotto tutti i punti.
TESTIAMO UN CHAKRA (PRIMA PARTE)
Allora partiamo alla scoperta del nostro sistema energetico, facciamone conoscenza,
diventiamone amici e lui ci dar tante gioie.
Un chakra ha la forma di una sfera, questa sfera immersa dentro il nostro corpo ed
divisa in due da una membrana orizzontale.
La parte sopra detta IN dove le varie energie entrano dentro, in teoria dovrebbero
entrarci soltanto quelle pure ma spesso la valvola esterna che possiede un filtro apposito
non funziona e lascia passare di tutto, ma di questo vedremo in seguito.
La parte bassa detta OUT la parte dove escono le energie sporche in gran parte sottili,
quelle atomiche e subatomiche prodotte dal corpo. Anche in questo caso le energie
emotive sono un discorso diverso.
Lenergia sporca va espulsa dal corpo energetico, le emozioni vanno sciolte e questa
energia bloccata reintegrata nel sistema.
Iniziamo da un chakra che di solito contiene molte congestioni, lOMBELICALE.
Chiudete gli occhi, portate la mano sensibile davanti a questo chakra ad una bella
distanza.
Ditevi: voglio sentire lenergia sporca del mio ombelicale, e concentratevi sulla parte out
del chakra.
Ora sulla mano sentirete le vostre congestioni e se vi siete allenati saprete riconoscere la
sensazione. Pi intensa pi il chakra sporco.
Provare ora ad avvicinare la mano allombelico cercando di entrare dentro la parte out.
Cosa sentite?
Una forte resistenza, una forte densit, un dolore al chakra, alla mano? Sono tutti segnali
che quella zona piena di tossine e il chakra parzialmente bloccato.
Se non lavora bene in uscita fa entrare anche poca energia, se vogliamo mettere il nuovo
dobbiamo togliere il vecchio o linutile, in questo caso il dannoso.
Le regole dellenergia sono semplici, basta guardare la natura.
Ora ripetete loperazione dicendo: Voglio testare lenergia pura del mio chakra ombelicale
e mettetevi in contatto con la parte IN.
Com questa energia? Fresca, piacevole, in movimento?
Se sentite come unattrazione o una spinta della mano verso il corpo vuol dire che
lenergia sta entrando.
Secondo la filosofia che ho imparato e applico, il primo passo da fare sempre togliere
lenergia sporca per prima, poi in seguito dare energia pulita.
Al contrario si rischia di creare una pentola a pressione in ebollizione senza valvola di

sfogo. Allora spesso vi un peggioramento dei sintomi o problemi alla pelle che deve
assumersi il compito di smaltire quello che dovrebbero fare i chakra.
E guardate quando parlo di chakra non intendo solo i primari, ma a tutti gli altri collegati
dagli altri organi.
Esercitatevi e non temete, state contattando la vostra energia, anche se sporca non
potete assorbirla, lavete dentro di voi, pi assorbita di cos come volete che sia?
TESTARE UN CHAKRA (SECONDA PARTE)
Ora siamo arrivati ad un punto in cui occorre accelerare il nostro inconscio. Oggi viviamo
con il razionale sempre al massimo dei giri, fino a fondere il motore (corpo) e con
linconscio sempre ai minimi.
nel secondo che risiede il 90% delle nostre capacit sconosciute ed li che dobbiamo
accelerare.
Lasciate ogni certezza o voi che entrate, scriveva Dante Alighieri e io aggiungo:
Lasciate ogni certezza e lasciate ogni dubbio.
Se cercate le certezza che viene dal razionale non la troverete mai, se state nel dubbio
non farete niente. Fatelo e basta, linconscio sapr come guidarvi.
Oggi andiamo a fare una cosa che vi sorprender, vi sembrer una magia, ma vi
garantisco che la vera magia la dovete ancora scoprire, ma siate fieri ed orgogliosi di voi,
del vostro percorso.
Come si fa a testare un chakra posteriore, esempio il Ming che lopposto dellOmbelicale
se non possibile arrivarci con la mano in posizione rilassata?
Portiamo questo chakra sulle nostre mani, lavoriamo su immagini eteriche di una realt
fisica. Vi faccio un esempio: se volete conoscere un modello di unauto e andate su
internet, potete vedere come fatta, gli interni, gli accessori, le prestazioni, non avete la
macchina vera l, ma conoscete gi tutto. Pi o meno funziona cos.
Mettete le mani parallele ad una distanza di un metro luna dallaltra.
Ditevi ad occhi chiusi: Voglio testare la parte OUT del mio Ming.
Tenete una mano ferma ed avvicinate lentamente la mano sensibile, fino a sentire
lenergia sporca che ormai conoscete.
Fatelo ora con la parte sopra IN e dite: Voglio testare la parte IN del mio Ming e avvicinate
fino a sentire lenergia pura di quel chakra.
Le sensazioni sono esattamente uguali a quelle di quando avete provato con lombelicale,
se non lo ricordate rileggete il paragrafo.
Questo metodo potete usarlo per testare un chakra di unaltra persona o di un animale.
Allinizio dovete avere il contatto visivo, in seguito vi insegner a farlo anche con un
testimone o a contattandolo con il pensiero anche se da un altra parte.
State lavorando con immagini eteriche e anche se lo fate su altri il rischio di assorbire
energia sporca molto ridotto.
Allinizio dovete darvi sempre questa regola poi con il tempo diventa automatica, e ditevi:
Voglio testare lenergia di (nome), ma senza assorbire la sua energia.
Adesso siamo veramente sconfinati in una realt diversa, nuova, meno tangibile, non
dimostrabile, in quella delle potenzialit del nostro spirito, che sono infinite.

TESTARE SE UN PRODOTTO CI UTILE O NO


In questo paragrafo vi spiego come capire il nostro rapporto nei confronti delle tante cose
della vita.
Visto che il piatto forte del MetodoSol sono le allergie e le intolleranze iniziamo da queste.
La differenza fra queste che le allergie scatenano una reazione immediata (o quasi) di
fronte a un allergene, spesso colpiscono il sistema respiratorio anche in modo grave e
violento.
Le intolleranze sono spesso occulte, silenti, non scatenano reazioni del sistema
immunitario, ma agiscono in un modo di cui non abbiamo consapevolezza, per poi
scoprirlo con i test quando il danno prodotto, soprattutto sullapparato intestinale o sulla
pelle, ha raggiunto un livello notevole.
Ora risolverle cosa da operatori qualificati, ma scoprirle e sapere quello che ci d noia
prima di farci del male gi tanto e questo potete farlo anche voi.
Una regola fissa dellenergia questa: noi abbiamo un campo energetico che mettiamo da
1 a 10 a secondo della persona e del momento. Quando siamo stressati cala, se ci
innamoriamo sale.
Ora mettiamo che in questo momento sia 5. Qualsiasi prodotto, sia alimento, omeopatico,
vibrazionale, sali minerali, farmaco, ma anche un obbiettivo o un pensiero ha una sua e
diversa frequenza energetica.
Ci sono tre alternative, o ci fa bene, o non serve (neutra) o ci fa male, e sono misure
variabili.
Il nostro campo energetico quando interagisce con un altro funziona cos: la nostra
energia 5, se la cosa ci fa bene sale per esempio 6-7, se neutra rimane uguale, se ci
fa male cala a 4-3.
Semplice vero? Lenergia non mente mai, siamo noi che non comprendiamo quello che ci
comunica.
Quindi ricapitolando, se una cosa alza la nostra energia utile e sicuramente da prendere,
un obbiettivo pure e sar da perseguire.
Se la nostra energia cala, quella cosa sar sicuramente da evitare il pi possibile, oppure
quellobbiettivo non per noi adeguato, o il rapporto con quella persona non fa per noi.
Se lenergia rimane uguale significa che quella cosa non serve, ed allora inutile
assumere quel rimedio sprecando energia o denaro, o insistendo a raggiungere un
obbiettivo sprecando energia per perseguire un risultato senza benefici.
Il nostro vero essere fatto di una parte razionale e una inconscia. Non abusiamo della
prima, ma neppure della seconda, una sinergia perfetta, lequilibrio sta nel centro.
TESTARE SE UN PRODOTTO CI UTILE O NO: LA PRATICA
Allargate le braccia, mani aperte, palmi di fronte alla distanza di un metro. Dite: VOGLIO
MISURARE LA MIA ENERGIA.
Fate conto che un metro sia il massimo e corrisponda a 10, se le mani si toccano
corrisponde a ZERO. Difficilmente avrete 10, nessuno lo ha, sicuramente non avrete zero,
sareste morti.
Dovete trovare la misura della vostra energia in una scala da 1 a 10.
Avvicinate ad occhi chiusi le mani lentamente, fino a quando non avete la sensazione di
comprimere qualcosa. State sentendo la vostra energia, logico che se premete la
comprimete fino a toccare le mani, in questo caso la forza fisica prevale su quella
energetica, dovete stare morbidi, rilassati, sensibili.
Provate pi volte e quando avete un risultato stabile, appena sentite che iniziate a
comprimere fermate le mani. A che distanza sono ora?
Mettiamo siano a 50 cm, la vostra energia corrisponde a 5 e non importa usare un metro,
basta allenarsi.
Prendete un prodotto, un cibo, un rimedio, una vitamina o quello che volete, mettetevelo
addosso e pensate nuovamente a misurare la vostra energia, esattamente come prima.
Prima era 5, ora quant?
Se salita la cosa utile, se uguale inutile, se calata dannosa.

Pi facile di cos.
Non fatelo con i farmaci, non avete sufficiente esperienza e sicurezza, potrebbe essere
pericoloso.
Gi di per se, sapere quanta energia abbiamo pu essere un ottimo modo per verificare
quando abbiamo dei cali ed intervenire prima che si manifestino dei problemi.
Sapere in diretta cosa ci fa male o bene un po il sogno di tutti. Potete farlo anche senza
avere il prodotto a disposizione, soltanto pensandolo, a patto che sappiate di cosa si tratta,
ma allinizio non ve lo consiglio, pi facile sbagliare ed pi dispendioso a livello
energetico.
Se per non avete il prodotto, potete sostituirlo scrivendo su di un quadrato bianco con
biro nero il nome di quella cosa, il nome racchiude limprinting energetico di essa e potete
metterlo addosso e usare la procedura precedente.
Potete farlo anche con un amico, un familiare, anche con una persona che non
presente, scrivete il suo nome e cognome e testate se in sintonia con voi a livello
energetico.
Questo non vuol dire che io sono buono e laltro cattivo, non vi giudizio, soltanto una
presa di coscienza che due energie non sono in sintonia.
Potete farlo anche con un obbiettivo, un luogo di vacanza, ecc. Non vi sono pi limiti,
lunico limite dettato dalla pratica e dalla vostra fantasia

Ieri unamica del gruppo mi ha chiesto se potevo mettere un ripasso su come pulire i
chakra e nello specifico quello delle articolazioni. I chakra funzionano tutti allo stesso
modo, che lo facciamo per un organo, per un muscolo e per unarticolazione non cambia
nulla, la metodica la stessa.
Vi voglio dare un suggerimento, quando pensate di pulire un chakra di unarticolazione per
esempio, pensate e ditevi di pulire tutti i chakra di quella articolazione, per ogni chakra
abbiamo dei sotto chakra e non solo, per cui, per essere sicuri, fate una pulizia generale.
Un ulteriore suggerimento per chi ha la tessera, sapete che c una parte che assorbe
lenergia e la trasforma (parte bianca), e una parte che lemana (dove c il SOLE), io lho
provato durante un riequilibrio, dunque ho messo la tessera con la parte che assorbe
appoggiata sul chakra che volevo trattare, per cui ha assorbito lenergia congesta per poi
farla uscire pulita dalla parte opposta, per poi rimettere la tessera dal lato opposto per
mettere energia pulita.
Qui sotto, come per gli altri ripassi ho preso una parte del testo tratto la libro di Filvio
MetodoSOL, ora sta solo a voi cominciare le pulizie! Emoticon wink Buona lavoro!
dal libro di FULVIO!
La prima regola sempre togliere lo sporco e cos vale per lenergia. Ora vi insegno una
tecnica semplice ma efficace, ne esistono di pi veloci e potenti, ma sono complesse, roba
da operatori energetici esperti, ma vi garantisco che tanti non conoscono neppure questa.
Immaginate un voi stesso davanti a voi, di fronte se lavorate su di un chakra anteriore, di
schiena se lo fate su uno posteriore.
Dite: VOGLIO TOGLIERE LENERGIA SPORCA DEL MIO CHAKRA OMBELICALE.
Concentratevi sulla parte sotto (out) di quel chakra, dove lenergia esce. Voi volete
intervenire l e lenergia si focalizza dove siete col pensiero.
Fate con il braccio disteso e con la mano aperta un movimento ANTIORARIO per alcuni
minuti con lintenzione di pulire quella zona.
Ora concentratevi sulla parte sopra (in) del chakra e pensate di inviarvi energia. Fate il
solito movimento con la mano ma adesso in senso ORARIO.
Finito questo aspettate una decina di minuti e verificate il cambiamento, ora che sapete
farlo.
Il chakra si ampliato? Prima era 6, ora? Lenergia sporca era 4, ora quant? Lenergia
pura era 2 ora quanto?

EQUILIBRARE UN CHAKRA, COME E PERCH FUNZIONA UNA COSA TANTO


SEMPLICE
Abbiamo visto come riequilibrare le parti IN e OUT di un chakra facendo un movimento
orario o antiorario con la mano, ora vi chiarisco il concetto di cosa succede e
conoscendolo, quando lo farete, sarete molto pi efficaci.
Fare un qualcosa a livello energetico sottile produce sempre un effetto, ma la conoscenza
e la consapevolezza fanno la differenza sul risultato.
Quando muovo la mano in una rotazione produco un movimento e una vibrazione, se lo
fate vicino ad un orecchio sentirete laria che si muove e assieme ad essa si muove pure
lenergia.
Il DNA del nostro corpo fatto a spirale, i microtuboli delle cellule pure, non mi addentro in
una biologia che poco conosco, ma sufficiente sapere questo: i microtuboli producono
energia nel corpo facendola scorrere al loro interno con un movimento a spirale che va dal
pi al meno, cio lenergia entra sempre dal pi ed esce dal meno.
Sono molto sensibili alle vibrazioni, comprese quelle prodotte dalla musica, infatti alcune
rilassano ed altre eccitano.
Quando interagiamo con limmagine di un noi stessi di fronte o con unaltra persona
funziona cos: il movimento orario crea una spirale che da noi va verso laltro, il movimento
antiorario una spirale che va dallaltro verso noi.
Visto che siamo speculari il mio movimento orario per quello di fronte sar antiorario e cos
sar lopposto per lantiorario. Quindi se lenergia esce da me entrer nellaltro, se viene a
me uscir dallaltro.
Spero di essere stato abbastanza chiaro.
Quindi se girate in senso orario sulla parte IN di un chakra state inviando energia, se lo
fate in senso antiorario nella parte OUT state stimolando lenergia ad uscire e con essa
lenergia sporca che altera i chakra, ed questa la prima cosa da fare.
Se lo fate su di unimmagine di voi non ci sono problemi, se lo fate su un altro vi consiglio
quando lavorate sullOUT di tenervi a qualche metro di distanza, funziona uguale, ma
eviterete di ricevere direttamente sul vostro campo energetico lenergia sporca espulsa
dallaltro.
E ricordate allinizio impostate il vostro campo energetico dicendo: tolgo energia sporca a
(nome) ma senza assorbirla, la mia energia mi protegger.
Potreste in seguito imparare a farlo su di un organo, una ghiandola, un muscolo, la
colonna vertebrale, o qualsiasi parte dove avete un problem

Interessi correlati