Sei sulla pagina 1di 7

OSSA DEL CRANIO

Generalit
1. Neurocranio (o scatola cranica)
2. Splancnocranio (o massiccio facciale)
NEUROCRANIO
Circonda e protegge lencefalo. Risulta formato da 8 ossa, articolate per mezzo
di suture, che insieme delimitano la cavit cranica:

Occipitale (1)
Sfenoide (1)
Frontale (1)
Etmoide (1)
Parietale (2)
Temporale (2)

In ognuno di essi bisogna distinguere una faccia endocranica, che guarda


allencefalo, ed una esocranica, che guarda allesterno.
Occipitale
Osso piatto, impari e mediano, che partecipa alla costituzione delle superfici
posteriore, laterale ed inferiore del cranio. Anteriormente si articola con il corpo
dello sfenoide, lateralmente con losso temporale, posteriormente invece si
unisce ai due parietali tramite la sutura lambdoidea. Presenta un foro, disposto
quasi orizzontalmente, detto gran forame occipitale. Lateralmente presenta i
processi giugulari e i condili esocranici tramite cui losso si articola con
latlante. Posteriormente si slarga verso lalto la squama; centralmente sulla
superficie esocranica si trova la protuberanza occipitale esterna da cui si
staccano la cresta longitudinale esterna, che scende verso il gran forame e,
trasversalmente la linea nucale superiore; poco pi in basso la cresta
attraversata a T dalla linea nucale inferiore.
Anche sulla superficie endocranica, al centro, c una protuberanza occipitale
interna da cui si staccano una cresta trasversale e una longitudinale, a formare
leminenza crociata; questa divide la superficie endocranica della squama in 4
fosse, 2 superiori o fosse cerebrali, i rapporto con i lobi posteriori degli emisferi
telencefalici, e 2 inferiori o fosse cerebellari, che accolgono gli emisferi
cerebellari.
Sfenoide
E un osso breve, impari e mediano, contribuisce alla costituzione del
pavimento del cranio e si articola con tutte le altre ossa craniche. Ha una forma

di farfalla, in cui si distingue: corpo cuboide, piccole ali, grandi ali e processi
pterigoidei.
Solo la faccia superiore del corpo endocranica, essa leggermente concava e
per questo detta sella turcica, e accoglie, nella foresta ipofisaria, lipofisi.
Anteriormente alla sella presente il solco ottico che accoglie il chiasma ottico;
i nervi ottici, insieme allarteria oftalmica, passano nella cavit cranica
attraverso i fori ottici.
Le piccole ali, passando sopra le grandi ali, delimitano la fessura orbitaria
superiore, attraverso cui transitano 3, 4, un ramo del 5 e 6 paio di nervi
cranici, nonch la vena oftalmica.
Alla base delle grandi ali si susseguono 3 fori: rotondo (da cui passa il nervo
mascellare), ovale (da cui passa il nervo mandibolare, che assieme al
mascellare e alloftalmico formano il TRIGEMINO) e spinoso (da cui passa
larteria meningia media).
Le superfici esocraniche delle piccole e grandi ali contribuiscono alla
formazione delle cavit orbitali.
La faccia anteriore del corpo presenta delle aperture attraverso le quali ci si
addentra nel corpo dello sfenoide che cavo perch in esso sono scavati i seni
sfenoidali delle cavit paranasali. In corrispondenza della superficie inferiore si
staccano, verso il basso, i processi pterigoidei, importanti punti di attacco per i
muscoli masticatori pterigoidei. Tale superficie inoltre, centralmente, presenta
una cresta che si articola con il vomere per schindilesi.
Frontale
E un osso piatto, impari e mediano. E localizzato anteriormente allo sfenoide,
con cui si articola; forma la fronte e il tetto della cavit orbitarie. E formato da
2 porzioni:

Parte verticale o squama, a livello della quale si identificano le bozze


frontali. Tra queste visibile una piccola depressione mediana, la glabella
e, sotto di essa, la sutura frontale o metopica o il suo residuo.
Parte orizzontale, suddivisa in 2 porzioni laterali (o parti orbitarie) e una
porzione centrale (o parte nasale). Essa delimitata superiormente dalle
arcate sopraccigliari, sotto cui si scavano le cavit orbitali, mentre il
margine inferiore interrotto centralmente dalla profondo incisura
etmoidale, in cui appunto si adagia letmoide, i cui bordi laterali
presentano delle emifaccette che, completandosi con quelle delletmoide
formeranno le cellule etmoidali.

Etmoide

E un osso breve, impari e mediano; contribuisce alla costituzione delle cavit


nasali e orbitali; superiormente si articola con il frontale (anteriormente) e con
lo sfenoide (posteriormente). E formato da:

Lamina orizzontale o cribrosa, detta cos perch tutta sforacchiata in


modo da consentire il transito delle fibre del nervo olfattivo. Una cresta
molto sviluppata, la Crista Galli, separa i lati sinistro e destro e d attacco
alla falce cerebrale.
Labirinto etmoidale, costituito da cellette intercomunicanti contenti aria,
che si completano con quelle del frontale formando le cellule etmoidali o
seni etmoidali delle cavit paranasali. La superficie mediale di questi
labirinti forma la superficie laterale delle cavit nasali; infatti da essa
sporgono i cornetti superiori e medio, mentre la superficie laterale forma
la parte mediale della cavit orbitale (lamina papiracea).
Lamina perpendicolare, che forma parte del setto nasale, insieme al
vomere e alla cartilagine ialina del setto nasale

Parietale
Osso piatto, pari e simmetrico che partecipa alla costituzione delle superfici
posteriore e laterali del cranio e forma la maggior parte della volta cranica; si
articola tramite suture con

Frontale anteriormente, sutura coronale


Temporale inferiormente, sutura squamosa
Sfenoide (grande ala) tramite il vertice laterale anteriore, sutura
sfenoparietale
Parietale contro laterale (superiormente) medialmente, sutura sagittale
Occipitale posteriormente, sutura lambdoidea

Losso ha un aspetto quadrangolare, con una superficie esocranica convessa,


una endocranica concava e molto solcata, che lungo il margine superiore
presenta un emisolco a decorso sagittale che unendosi con quella del contro
laterale, forma il solco per il seno sagittale superiore (continuazione di quello
occipitale).
Alla nascita il connettivo delle suture pi espanso e forma le note fontanelle,
la cui funzione di garantire una crescita del neurocranio in concomitanza con
quella dellencefalo; lultima a chiudersi sempre quella anteriore, tra il
frontale e i due parietali.
Temporale
E un osso piatto, pari e simmetrico. Presenta una base piuttosto articolata e
una squama, che forma parte della superficie laterale. Si articola tramite delle
suture con le grandi ali dello sfenoide anteriormente, con i parietali

superiormente e con loccipitale posteriormente, mentre


condiloidea lo collega alla mandibola. Si distinguono 3 porzioni:

una

diartrosi

Squamosa
Timpanica
Petrosa

La squama non presenta alcuna particolarit, ha una superficie esocranica


leggermente convessa, con dei solchi vascolari e d aggancio al muscolo
temporale; la superficie endocranica piuttosto concava e solcata.
La base sicuramente pi interessante: nella faccia esocranica si identifica un
foro definito da un anello di tessuto osseo, detto meato acustico esterno.
Superiormente a questo, alla base della squama, si stacca il processo
zigomatico che prende contatto con il processo temporale dellosso zigomatico,
formando larcata zigomatica.
Anteriormente al meato c una depressione, la fossa mandibolare, in cui si
adagia il condilo del mandibolare; posteriormente il processo mastoideo, diretto
verso il basso, con una superficie piuttosto rugosa per via dei numerosi muscoli
che vi si attaccano.
La superficie endocranica caratterizzata da una massa ossea diretta
medialmente, a forma di piramide triangolare, detta rocca petrosa o piramide
del temporale, al cui interno sono scavati lorecchio medio e il labirinto osseo
dellorecchio interno. Dalla sua superficie inferiore sporge il processo stiloideo,
mentre quella posteriore si rapporta alloccipitale ed caratterizzato da un
piccolo foro, il meato acustico interno e sotto questo lincisura giugulare che,
con lanaloga incisura delloccipitale, definisce il foro giugulare. Anteriormente
e appena medialmente a questo presente il foro carotico dove passa la
carotide interna.

SPLANCNOCRANIO
Formato da 14 ossa che insieme costituiscono lo scheletro della faccia:

Mascellari (2)
Palatine (2)
Nasali (2)
Cornetti nasali inferiori (2)
Zigomatiche (2)
Lacrimali (2)
Vomere (1)
Mandibola (1)

Losso ioide unito da legamenti e muscoli alle ossa del cranio.

Mascellare
E un osso breve, pari e simmetrico, il pi grande del massiccio facciale che si
articola con tutte le altre ossa della faccia ad eccezione della mandibola. Si
descrivono un corpo quadrangolare e 4 processi:

Processo frontale: si proietta verso mlalto articolandosi con il nasale e il


lacrimale e il frontale
Processo zigomatico: si articola con losso omonimo e divide la superficie
anteriore da quella infratemporale
Processo alveolare: costituisce la parte inferiore della superficie anteriore
e si unisce col contro laterale per formare larcata mascellare superiore:
la sua superficie anteriore presenta tanti rilievi che coprono gli alveoli
dentari, mentre la superficie posteriore continua nel
Processo palatino che, unendosi con il contro laterale, forma il palato
duro, mentre la sua superficie superiore rappresenta il pavimento delle
cavit nasali

Mandibola
E un osso impari e mediano che da solo forma larcata mascellare inferiore. E
lunico osso provvisto di unarticolazione mobile della faccia, larticolazione
temporo-mandibolare. E costituito da un corpo e 2 rami.
Il corpo possiede una superficie anteriore convessa e una posteriore concava.
Questultima presenta rilievi e rientranze su cui si inseriscono i muscoli
estrinseci della lingua, quindi, molto posteriormente, il foro mandibolare in cui
si immette lomonimo nervo. Lungo il margine superiore losso si articola,
tramite gonfosi, con i denti.
Dai margini posteriori si staccano, verso lalto, i rami che in apice formano 2
processi, separati dallincisura mandibolare: il processo coronoideo che d
inserzione al muscolo temporale e il processo condiloideo che termina con la
superficie articolare liscia del condilo della mandibola. Sulla superficie anteriore
del corpo, centralmente c la sinfisi mentale, sotto la quale si solleva la
protuberanza mentale.
Palatino
E un osso laminare, pari e simmetrico. E formato da una lamina orizzontale,
che articolandosi con la contro laterale completa posteriormente il palato
osseo, e da una verticale la cui superficie mediale completa la parete laterale
della cavit nasale, mentre lateralmente si articola con la faccia nasale del
mascellare. Inoltre partecipa alla strutturazione della volta palatina e in piccola
parte del pavimento dellorbita.
Nasale

E un osso laminare, pari e simmetrico; ha un profilo trapezoidale, con una


superficie anteriore convessa e una posteriore concava. Con il suo margine
superiore si articola con il frontale, mentre con quello mediale si articola con il
contro laterale, completando cos il tetto delle cavit nasali. Lateralmente si
articola con il processo frontale del mascellare, mentre il suo margine inferiore
si continua con lo scheletro cartilagineo del naso esterno.
Cornetto inferiore
E un osso laminare, pari e simmetrico, posto proprio sotto al cornetto medio
delletmoide, a completare la superficie laterale e inferiore della cavit nasale.
In visione frontale ha laspetto di una tegola allungata antero-posteriormente.
Presenta inoltre unespansione verso lalto in cui si mettono in evidenza:
processo etmoidale, lacrimale e mascellare, ognuno dei quali prende contatto
con losso corrispondente (il processo lacrimale chiude il canale nasolacrimale).
Vomere
E un osso laminare, impari, quadrangolare ed disposto verticalmente e di
fatto forma il setto nasale; con il margine superiore prende contatto
posteriormente con la superficie inferiore dello sfenoide e anteriormente con la
lamina verticale delletmoide. Mentre inferiormente si articola con il palato
osseo a livello dei palatini.
Zigomatico
E un osso breve, pari e simmetrico, quadrangolare e i suoi 4 angoli si
allungano a formare altrettanti processi: frontale, temporale, orbitale,
mascellare, i quali si articolano con le 4 corrispondenti ossa (lorbitale si
articola con la grande ala dello sfenoide).
Lacrimale
E un osso laminare, pari e simmetrico, quadrangolare; localizzato nella parte
mediale della cavit orbitale dove, insieme con il mascellare, struttura, con la
sua parete laterale, la fossa lacrimale. La parte inferiore della parete mediale
invece partecipa alla formazione delle cavit nasali e quella superiore, rugosa,
completa le cellule etmoidali. Esso si articola: superiormente con il frontale,
anteriormente con il processo frontale del mascellare, posteriormente con la
lamina papiracea delletmoide e inferiormente con il mascellare e il processo
lacrimale del cornetto inferiore.

Articolazioni del cranio

Sono tutte sinartrosi, nella maggior parte dei casi si tratta di suture. Pi
raramente le ossa si articolano per sincondrosi; queste ultime, nelladulto,
possono trasformarsi in sinostosi (come fra occipitale e corpo dello sfenoide).
Una schindilesi si forma tra vomere e sfenoide. Le gonfosi sono le articolazioni
tra radice dei denti e alveoli dentali. Nel cranio si stabilisce ununica
articolazione mobile, fra mandibola ed osso temporale (articolazione temporomandibolare = un condilo, in cui vi un disco fibrocartilagineo fra i capi
articolari; vi sono dei legamenti di rinforzo mediale e laterale, ma ci sono altri 2
legamenti
a
distanza
che
stabilizzano
larticolazione,
ovvero
lo
stilomandibolare e lo sfenomandibolare)

Muscoli della testa

Masticatori: temporale, massetere, pterigoideo laterale e mediale


Mimici o pellicciai: (a contatto con la cute) emicranico, auricolare
anterosuperiore e posteriore, muscoli delle palpebre, del naso e delle
labbra.

MASTICATORI
Temporale: di forma triangolare, origina dalla linea temporale inferiore e dalla
squama dellosso temporale, si inserisce nel processo coronoideo della
mandibola; eleva la mandibola e la sposta posteriormente.
Massetere: di forma rettangolare, origina dallarcata zigomatica, si inserisce
nella faccia esterna dellangolo della mandibola; eleva la mandibola.
Pterigoideo mediale (esterno): origina dalla fossa pterigoidea e dalla tuberosit
del mascellare, si inserisce nella tuberosit pterigodea e nella faccia interna
dellangolo della mandibola; proietta in avanti il condilo mandibolare e
consente movimenti di lateralit.
Pterigoideo laterale (interno): ha 2 capi articolari, superiormente origina dalla
grande ala dello sfenoide e inferiormente dal processo pterigoideo, si inserisce
nel condilo mandibolare; proietta in avanti il condilo mandibolare e consente i
movimenti di lateralit.