Sei sulla pagina 1di 9

Scuola dellInfanzia

Paritaria
Angelo Pedretti
Presezzo

Anno
Scolastico

2016-2017
CIAO!
Oggi cominciamo un cammino insieme.
Condivideremo giochi, canzoni, risate, pasti
prelibati, birichinate e perfino dolci sogni
Dovremo anche asciugare qualche lacrimuccia al
momento della prima separazione da mamma e
pap: questo sar un po difficile, soprattutto
perch ancora non ci conosciamo bene.
Noi due avremo bisogno di tempo per imparare a
comprenderci senza parlare, ma leggendoci negli
occhi le necessit, gli stati danimo, riusciremo a
creare un posto tutto nostro.
Avrai bisogno di qualche giorno prima di scoprire
che la mia mano sa accarezzare con calore e tu ti
senta sicuro; qualche giorno per riuscire a divertirti
con gli altri amichetti, anche se a volte dovrai
condividere con loro il tuo giocattolo preferito.
Servir del tempo per adattarci, per costruire
legami, per aver bisogno
luno dellaltro.
Sicuramente, in questi primi giorni compariranno
vari sintomi: malessere, tensione, sentimenti di
accettazione e di rifiuto che insieme cercheremo di
superare e, sempre insieme, piano piano,
trasformeremo le lacrime in sorrisi e i silenzi in
canzoni. Insieme costruiremo la fiducia che ci far
sentire sicuri. Desidero dirti che, a partire da oggi
TU sarai molto importante per me; a partire da
oggi farai parte della mia vita. Ti aspetto con tutta
la mia voglia di renderti felice!
La tua Maestra.

Consigli e stratagemmi per un buon


inserimento
-

la presenza di mamma, pap o della nonna (un


adulto significativo) durante i primi giorni di scuola
mi dar sicurezza
se ho bisogno posso portare un oggetto
(transazionale) che mi accompagni: un orsetto, un
cuscino o un capo di abbigliamento di mamma per
sentire il tepore di casa.
Durante i primi giorni non dovrei stare troppo
tempo a scuola. Cos sar pi desideroso di
ritornare la mattina seguente.
E importante che, durante questo periodo, mi
accompagni sempre la stessa persona per sentirmi
protetto e amato.
Ricordatevi di portare a scuola tutto quello di cui
posso avere bisogno: bavaglia, salvietta, bicchiere,
almeno un cambio completo.
I miei ritmi sono differenti e unici: non siate
impazienti. Anche se ci impiegher un po di
tempo, sappiate che alla fine mi inserir!
Comprendete i miei sintomi fisici ed emotivi
senza angosciarvi; la scuola dellinfanzia
stupenda per. tutto cos nuovo per me!
Abbiate fiducia nelle mie educatrici: mi curano e mi
coccolano
Non venite a prendermi in ritardo, tutto il giorno
che vi aspetto.
Leggete sempre gli avvisi che mi verranno
consegnati e le comunicazioni esposte fuori dalla
mia sezione e cos conoscerete molte delle cose
che faccio e che non vi posso raccontare a parole.
Se qualche giorno verr a prendermi lo zio, la zia,
una vicina o unaltra persona che leducatrice non
conosce, avvertite in anticipo.

Tra i giochi, le canzoni e i miei


amichetti il tempo voler sereno
nella mia scuola dellinfanzia

INSERIMENTO GRADUALE
Tenendo conto dellimportanza dellaccoglienza,
intendiamo valorizzare il momento dellentrata dei
piccoli senza sminuire il momento importante del
rientro dei mezzani e dei grandi.
Pertanto, linserimento graduale avverr nel modo
che segue:
Nel giorno 1 settembre accoglienza dei soli grandi
e mezzani.
Nel giorno 2 settembre accoglienza dei soli bimbi
che hanno frequentato la sezione primavera
( rientro a casa alle ore 12,45 fino allinizio del
dormitorio)
I piccoli di tre anni e nuovi iscritti inizieranno il loro
anno scolastico il giorno 5 settembre con il
seguente orario:

Dal 5 settembre al 12 compreso ARRIVO ALLE


9,30
E
RIENTRO
A
CASA
ALLE
ORE
11,00( durante la prima settimana per il
genitore sar possibile, se necessario,
fermarsi con il bambino fino ad un sereno
distacco)

Dal 13 settembre al 19 compreso ARRIVO


ALLE 8,30 E RIENTRO A CASA ALLE ORE 12,45
pranzeranno a scuola
(i genitori li potranno trovare in sezione con la
propria insegnante che riferir loro landamento
della giornata)

(in questo periodo si chiede di portare gi il


lenzuolino)

Dal 20 settembre si fermeranno a scuola con


orario completo.
Da questa data i grandi e i mezzani svolgeranno le
attivit pomeridiane, mentre i piccoli andranno a
riposare in brandina dalle ore 13,30 fino alle ore 15,30.
Dalle ore 15,45 alle ore 16,00 e non oltre, orario di
uscita.
Dalle ore 8,30 alle ore 9,20 e non oltre, orario di
ingresso.
Sia per lingresso che per luscita richiesta la
massima puntualit.
Chi avesse necessit delluscita anticipata ,ore
13,20, pregato di avvisare la Coordinatrice e
lInsegnante compilando e consegnando lapposito
modulo

.DAL PROGETTO EDUCATIVO


Scuola Dell Infanzia Paritaria
Angelo Pedretti
La scuola dellinfanzia A. Pedretti una fondazione
istituita nel 1874 grazie ad alcune disposizioni del
Sig.
Pedretti, residente a Presezzo , che, alla morte,
lasci la propria abitazione perch fosse adibita a
scuola per tutti i bambini del paese, affinch ,
attraverso di essa fossero formati umanamente e
cristianamente.
Fin dai primi statuti si scopre che la scuola fu aperta a
tutti, con particolare attenzione verso coloro che
mostravano difficolt reali, soprattutto economiche.
Ora la scuola un ente morale dispirazione cristiana
che cerca di restare fedele a quei principi basilari dello
statuto, associata a ADASM/FISM pu quindi
beneficiare di un collegamento organico e stabile con
le altre scuole di ispirazione cristiana. La scuola

gestita da un consiglio di amministrazione eletto dal


Comune ogni 5 anni, mentre la parte educativa
affidata alla coordinatrice e alle insegnanti. Il principio
ispiratore delle linee educative Nicola Barr,
fondatore dellordine delle Suore del Bambin Ges, da
cui ha avuto origine la nostra scuola.
Inoltre la scuola gestita da un Consiglio
dAmministrazione
eletto dal comune ogni cinque anni.
Secondo le Indicazioni nazionali per il curricolo , la
scuola si pone la finalit di promuovere nei bambini lo
sviluppo:
-dellidenntit
-dellautonomia
-delle competenze
-della cittadinanza
Tali finalit sono perseguite attraverso lorganizzazione
di un ambiente di vita, di relazioni e di apprendimento
di qualit, garantito dalla professionalit degli operatori
e dal dialogo sociale ed educativo con le famiglie e con
la comunit.
Come scuola cattolica abbiamo un progetto educativo
che abbraccia alcuni valori fondamentali che, come
educatori, vogliamo rispettare e garantire nella
formazione del bambino.
E necessario specificare che il Progetto educativo
non il Piano personalizzato che le insegnanti
svolgono giornalmente con i bambini, ma linsieme
dei valori su cui le insegnanti si basano per realizzare
tale programmazione.
Quindi il progetto Educativo il criterio ispiratore delle
scelte che la scuola far durante lanno.
Tre sono i valori fondamentali che lo compongono:
-

Amore alla verit


Amore alla persona
Amore alla costruttivit e al positivo

Amore alla verit


Educare il bambino alla sincerit, a maturare la propria
personalit attraverso esperienze che lo portino al

raggiungimento della formazione di una personalit


matura ed autentica, libera da ogni condizionamento.
Amore alla persona
Educare il bambino al rispetto di s e dellaltro,
allascolto, alla conoscenza, a riconoscere nella
diversit una ricchezza per s e per gli altri.
Amore alla costruttivit e al positivo
Educare il bambino alla costruttivit e al positivo.
Il bambino attraverso le esperienze di tutti i giorni,
deve scoprire la gioia di fare, di imparare e di
cooperare

Finalit
far crescere qualcuno secondo il
proprio talento
Nicola Barr

ANDIAMO A NANNA

Tutti i piccoli dalle ore 13,30 alle ore 15,30 vanno a


nanna.
Per rendere pi sereno questo momento di riposo
importante prendere alcuni accorgimenti:

I bambini abituati ad addormentarsi con lausilio


del ciuccio, bene che se lo portino anche a
scuola con lapposito contenitore.
I piccoli che necessitano di un oggetto transizionale
(ciuccio- pupazzo etc.) per ben addormentarsi,
portino loro stessi tale oggetto sulla propria
brandina.
Si chiede cortesemente che il lenzuolino( sopra e
sotto con angoli) e la copertina (che verr portata
nel periodo invernale) siano contrassegnati con il
nome intero del bambino.

Ogni quindici giorni il lenzuolino verr portato a


casa per essere lavato: si chiede cortesemente che
al luned successivo il bambino stesso depositi
sulla propria brandina il lenzuolino pulito.

Ci sono bambini che necessitano ancora del


pannolino: in questo caso i genitori sono pregati di
consegnare, al luned, la scorta per lintera
settimana, alla signora Antonella , in un sacchetto
di stoffa contrassegnato con il nome del bambino.

Si chiede gentilmente di far indossare ai bambini le


scarpe a strappo.

MOLTO IMPORTANTE!

In caso di malattia infettiva devo


avvertire la scuola
-

Non devo frequentare la scuola in caso di:


febbre
diarrea
vomito
Pediculosi (pidocchi)
nemmeno se mi sento male, perch non
potrei godermi la giornata

Curandomi, avr cura di


me e di tutti i miei compagni!