Sei sulla pagina 1di 11

Map data 2014 Google

Term s of Use

Report a m ap error

Visitare il centro storico di Verona


Le pi importanti attrazioni durante una breve passeggiata
Chi va a Verona o passa da qui, non deve lasciarsi sfuggire loccasione di dedicare un po di tempo a questa citt e di fare una
breve passeggiata attraverso il centro storico. Anche se non avete programmato di visitare Verona e siete solo di passaggio,
tranquilli! La citt pu anche essere vista in un paio dore. Latmosfera di questa citt particolare, per, vi render la partenza molto
difficile. Una volta recatovi in citt, non potete perdere la Piazza Br, lArena romana, il Castelvecchio cos come la casa di
Giulietta ci sono migliaia di motivi per fare una breve passeggiata attraverso il centro storico.

Visitare Verona in poche ore


Per chi ha pochissimo tempo a disposizione per visitare Verona, abbiamo compilato una breve passeggiata attraverso il centro
storico di questa stupenda citt di circa 2 a 4 ore. Questo itinerario vi dar una prima impressione della citt e dei suoi pregi. A tutti
coloro che vorrebbero visitare le attrazioni anche allinterno, consigliamo lacquisto della Verona Card per 2 giorni al prezzo di 15
euro. Fidatevi in questo modo risparmierete sugli ingressi, anche se si tratta di una passeggiata di poche ore!

Il nostro punto di partenza Piazza Br, una delle piazze pi grandi e pi belle di Verona

La prima meta limponente Arena romana, situata direttamente in piazza. Destate lArena ospita lOpera Festival veronese,

motivo per cui vedrete dei lavori in corso per la costruzione dei diversi palcoscenici. (Ingresso gratuito con la Verona Card).

DallArena di Verona prendete la famosa via dello shopping Via Mazzini fino a raggiungere Via Cappello.

Una volta arrivati in Via Cappello, girate a destra e percorrete ca. 50 metri. Attraverso un arco della porta raggiungerete la casa

di Giulietta (ingresso gratuito con la Verona Card), dove si trovano il famosissimo balcone e la statua in bronzo di Giulietta.

Un giorno a Verona

Pagina 1 di 11

Arrivati nuovamente in Via Capello, tornate indietro per i 50 metri precedentemente percorsi fino a raggiungere la Piazza delle

Erbe, il vecchio centro di Verona.

Qui troverete la Torre dei Lamberti (ingresso gratuito con la Verona Card); arrivati in cima alla torre godrete di una vista

mozzafiato della citt.

Se avrete ancora tempo e voglia, potrete fare una scappatina alle tombe degli Scaligeri che si trovano alluscita posteriore della

Piazza dei Signori.

Tornati in Piazza delle Erbe, imboccate il Corso Porta Borsari fino a raggiungere lantica porta dingresso alla citt, la Porta

Borsari.

Il Corso Cavour vi porter alla fortezza degli Scaligeri, il Castelvecchio (ingresso gratuito con la Verona Card), collegato al

ponte di fuga - il Ponte Scaligero.

Imboccando la Via Roma, passerete davanti ai Portoni della Br per raggiungere nuovamente Piazza Br, dove potrete

concludere la vostra giornata in uno dei numerosi ristoranti.


Ovviamente potrete prolungare questo breve itinerario attraverso il centro storico di Verona a vostro piacimento. Su ZAINOO
troverete numerose altre attrazioni come il Teatro Romano, il Duomo di Verona e la Tomba di Giulietta che distano solo pochi
passi dal centro storico.
Se, invece, volete visitare Verona, senza per lasciarvi sfuggire loccasione di fare shopping, la Via Mazzini fa per voi!

Piazza Br

Un giorno a Verona

Pagina 2 di 11

Piazza Br
Piazza principale e cuore pulsante di
Verona
La piazza principale di Verona e una delle piazze pi grandi d
Europa la Piazza Br. Costituisce la sala dingresso di Verona prima
di raggiungere il centro storico della citt. La denominazione Br deriva
originariamente dalla parola tedesca breit (=larga) ed indicava la larga
piazza davanti alle porte della citt. Anche oggi Piazza Br una piazza
bellissima e larga, situata nel centro di Verona con molti spazi liberi e

Statua di Vittorio Emanuele II.

locali confortevoli. La piazza circondata da numerosi edifici storici,


provenienti da diverse epoche, dallantichit fino al presente. Seduti al tavolo di un caff, potrete godervi la vista su oltre 2000 anni
di storia.

Piazza Br: 2000 anni di storia veronese


Ristoranti, sontuosi palazzi ed edifici, costruiti durante oltre 2000 anni di storia, accerchiano la Piazza Br a Verona. A nord l
imponente Arena Romana troneggia sopra la piazza. A sud larco Portoni della Br e parti del medievale muro cittadino a
chiudere la piazza. Accanto al muro cittadino troverete il classico Palazzo Gran Guardia ed il museo archeologico Museo Lapidario
Maffeiano. Nella parte sud orientale della piazza sorge il Palazzo Municipale (anche Palazzo Barbieri), costruito nel 1840 dagli
Austriaci, cio il municipio di Verona. Dalle sue scale vi godrete un bel panorama della Piazza Br.

Attrazioni nella Piazza Br


La passeggiata di Piazza Br pavimentata con il marmo rosa proveniente dalla Valpolicella. In mezzo alla grande piazza
troneggia la statua equestre del re italiano Vittorio Emanuele II. (1820-1878). Fu eretta in occasione del quinto anniversario
della morte del primo regnante dellItalia unita il 9 gennaio 1883.
La Fontana delle Alpi nel parco di data pi recente e fu donata dai tedeschi nel 1975 in occasione del gemellaggio tra Monaco e
Verona. Gli italiani, invece, inviarono una copia della statua di Giulietta a Monaco che ora si trova presso il municipio. I veronesi
spesso chiamano la fontana, scherzosamente, strucca limoni, perch la sua forma ricorda uno spremi agrumi. Anche la lapide
in memoria agli italiani deportati nei campi di concentramento tedeschi, che fu eretta sotto gli alberi di Piazza Br, il risultato del
gemellaggio tra le due citt.
La Piazza Br con i suoi locali e bar fino ad oggi il cuore pulsante di Verona. Se, dunque, avrete un po di tempo a disposizione,
trattenetevi qui per lasciarvi entusiasmare dalle impressioni di questa magnifica piazza.

Arena

Un giorno a Verona

Pagina 3 di 11

Arena
Anfiteatro romano a Verona
LArena di Verona il terzo anfiteatro romano per grandezza dopo il
Colosseo a Roma e lAnfiteatro a Capua. Domina con le sue misure
gigantesche di 140 metri di lunghezza e 100 metri di larghezza la parte
settentrionale di Piazza Br. La sua eccezionale acustica e la favolosa
posizione lo rendono fino ad oggi un luogo ideale per eventi che attirano
migliaia di visitatori ogni anno a Verona per assistere alle rappresentazioni
di opere liriche e teatrali, specialmente durante il periodo del festival.

Aida di Giuseppe Verdi

Arena di Verona: Una lunga storia di


successo
Seguendo il motto Pane e giochi, i Romani costruirono lArena a Verona nel I secolo d.C. Gladiatori combatterono uno contro
laltro, rallegrando le masse con massacri sanguinosi per quasi 400 anni. Quando limperatore Onorio proib le battaglie dei
gladiatori, anche lArena di Verona non fu pi utilizzata e lanfiteatro rimase vuoto per anni. Ledificio che originariamente
disponeva di quattro piani ed aveva una lunghezza di 152 metri ed una larghezza di 113 metri fu gravemente danneggiato e ridotto
alla grandezza odierna cio la parte interna in seguito ad un terremoto nel XII secolo. Dei quattro piani esterni ne rimasto solo
una parte larga quattro colonne di tre piani che per rende benissimo limmagine della grandezza e magnificenza dellantico muro
di cinta a colonne.
Nel Medioevo lArena chiamata dai Veronesi il labirinto del diavolo a causa delle sue buie catacombe serv principalmente
da cava di pietra per la costruzione degli edifici circostanti. Furono solo i Veneziani che, durante il Rinascimento, si resero conto
dellimportanza dell opera e la restaurarono. Sporadici concerti, corride e rappresentazioni teatrali furono tenute da questo
momento in poi nellArena.

LArena di Verona: Rappresentazioni di opere memorabili


LArena romana di Verona visse un vero e proprio boom dal 1913. In occasione del compleanno di Giuseppe Verdi fu
inaugurato lopera festival veronese che da allora affascina visitatori da tutto il mondo ogni anno nellArena che dispone di
22.000 posti a sedere. Da giugno ad agosto potrete assistere a rappresentazioni quasi ogni giorno e chi ne avesse la possibilit,
non dovrebbe lasciarsela sfuggire. Chi passa solo una breve vacanza a Verona ha in ogni caso la chance di acquistare un biglietto
per circa 30 euro per un posto a sedere non numerato presso i punti vendita autorizzati consigliamo per di andarci gi in
mattinata. Per quanto riguarda i costosi biglietti per le poltroncine, vi consigliamo di prenotarli in anticipo e di venire in un abito da
sera.
Per ulteriori informazioni sulle rappresentazioni e sugli eventi nellArena, visitate www.arena.it. Un punto di vendita autorizzato,
dove acquistare il biglietto sul posto, si trova in Via Dietro Anfiteatro 6, un vicolo stretto, situato dietro allArena.
Ingresso
6
Orario dapertura
Luned 13:30 | 19:30
Marted 8:30 | 19:30 nei giorni di recita solo fino alle 16:00
Mercoled 8:30 | 19:30 nei giorni di recita solo fino alle 16:00
Gioved 8:30 | 19:30 nei giorni di recita solo fino alle 16:00
Venerd 8:30 | 19:30 nei giorni di recita solo fino alle 16:00
Sabato 8:30 | 19:30 nei giorni di recita solo fino alle 16:00
Domenica 8:30 | 19:30 nei giorni di recita solo fino alle 16:00

Un giorno a Verona

Pagina 4 di 11

Riduzioni
Ingresso gratuito con la Verona Card

Via Mazzini
La pi grande zona pedonale di Verona
La Via Mazzini costituisce il collegamento principale tra Piazza Br e Piazza delle Erbe. Non
soltanto la pi grande zona pedonale di Verona, ma anche una delle vie pi animate di
Verona e contemporaneamente la sua vetrina. Qui troverete un gran numero di negozi
lungo tutta la via, dove inoltre passano grandi masse di turisti. Tutte i maggiori marchi della
moda italiana sono qui presenti ed offrono i loro prodotti. Quindi, chi di voi alla ricerca dell
ultima moda per quanto riguarda i vestiti, le scarpe o gli accessori, e non bada a spese,
trover qui sicuramente qualcosa di suo gusto. Chi fortunato e soggiorner a Verona nel
periodo dei saldi, potr certamente acquistare qualcosa di bello, spendendo poco.
Allinizio del XIX secolo la Via Mazzini fu fiancheggiata da capannoni e baracche. Il
pavimento non consolidato divent, durante le piogge abbondanti, un vero e proprio campo
di fango finch nel 1818 non si decise di lastricare la via con marmo e di consolidarla. La

Fare shopping a Verona

lastricatura port ad un nuovo splendore per la via e le baracche fecero pian piano posto a
negozi moderni fino a raggiungere laspetto odierno. Nel 1907 la via ricev il nome del politico e filosofo italiano Giuseppe Mazzini
(1805-1872) che difese il suo paese durante la lotta dindipendenza, cio il Risorgimento italiano.

La casa di Giulietta
Luogo dellazione di Shakespeare
La casa di Giulietta con il pi famoso balcone del mondo una delle attrazioni principali
di Verona. Un gran numero di persone si affaccia attraverso lo stretto portone ad arco nel
cortile interno, ammira e scatta fotografie del balcone, e coppie di ogni et giurano qui eterna
fedelt, in ricordo del romanzo shakespeariano Romeo e Giulietta.
E tutto ci nonostante i due protagonisti non sono mai realmente esistiti e William
Shakespeare non visit mai in vita sua Verona. Eppure Verona rimane inseparabilmente
legata al destino dei due amanti. Per aver qualcosa da offrire alle numerose coppie
innamorate, che vengono a Verona ogni anno, la citt compr nel 1905 lodierna casa di
Giulietta dalla famiglia Dal Capello e la dichiar, vista la similitudine dei nomi, sede della
famiglia Capuleti nacque cos unattrazione turistica.

Sulle tracce di Romeo e Giulietta

Statua di Giulietta

Entrando nel cortile interno della casa di Giulietta, verrete per prima cosa sorpresi da migliaia di piccoli foglietti, che coprono le
pareti dal suolo fino al soffitto. Secondo lopinione popolare, chi scrive un giuramento damore insieme al suo partner, attaccandolo
alla parete, sar eternamente felice e fedele al suo partner. Anche chi tocca il seno destro della statua di Giulietta, creata da
Nereo Constantini ed eretta nel piccolo cortile, sar fortunato e potr conquistare il cuore della persona amata.
La casa di Giulietta, per, non soltanto luogo della celebre storia damore, ma ha molto altro da offrire: La casa affascina per il
suo stile gotico, risalente al XIV secolo. Nelle singole stanze e sale si trovano numerosi pezzi desposizione, risalenti al tempo di
Romeo e Giulietta e presentano al visitatore una buona immagine della vita nella Verona di allora.
Ingresso
6

Un giorno a Verona

Pagina 5 di 11

Orario dapertura
Luned 13:30 | 19:30
Marted 8:30 | 19:30
Mercoled 8:30 | 19:30
Gioved 8:30 | 19:30
Venerd 8:30 | 19:30
Sabato 8:30 | 19:30
Domenica 8:30 | 19:30
Riduzioni
Ingresso gratuito con la Verona Card

Piazza delle Erbe


Centro animato di Verona
La Piazza delle Erbe rimasta fino ad oggi il centro animato di Verona.
Numerosi ristoranti hanno messo i loro tavoli in strada ed il centro della
piazza occupato quotidianamente da molte bancarelle, dove si vendono
frutta, verdura e soprattutto souvenir. La Piazza delle Erbe fu la piazza
centrale durante lepoca romana il forum romanum dove si svolse la
vita politica, economica e sociale di Verona.
La piazza circondata da numerosi edifici sontuosi, tra laltro il barocco

Vista dalla Torre dei Lamberti

Palazzo Maffei e la Casa di Mazzanti con i suoi bellissimi affreschi all


interno. Direttamente accanto al Palazzo Maffei sorge la Torre del Gardello, una torre campanaria costruita sotto il dominio dello
Scaligero Cansignorio nel 1370. Nel 1421 il campanile fu arricchito da un quadrante, affinch i cittadini potessero intendere non
solo lora piena, ma anche i minuti. Il leone alato davanti al palazzo, la Colonna di San Marco, fu eretto dai Veneziani ed ebbe lo
scopo di simboleggiare il potere di Venezia.

Ulteriori cose da vedere in Piazza delle Erbe


Al centro della piazza si trova inoltre la Tribuna, un piccolo baldacchino rialzato, proveniente dal XVI secolo, in cui avveniva l
investitura delle cariche. Chi si rendeva colpevole di un reato, veniva messo in catene alla Tribuna e doveva esporsi allo scherno
della popolazione. Qui venne anche data lettura di nuove leggi ed annunci.
Anche la bella Fontana della Madonna, al cui centro sorge una scultura della Madonna con uno striscione che esalta la bellezza
di Verona, costituisce un richiamo visivo. Qui si vede anche la Colonna del Mercato, una bella colonna barocca, eretta da
Visconti nel 1401. Direttamente accanto ad essa troverete la scultura di bronzo del poeta veronese Roberto Tiberio Barbarani
(1872-1945).
Nella parte sud-ovest della piazza, di fronte alla Torre dei Lamberti e al Palazzo del Comune, da cui godrete il miglior panorama di
Verona, si trova la Casa dei Mercanti. Fu costruita nel 1301 dagli Scaligeri e costituisce, grazie alla sua facciata ornata di merli,
ancora oggi un richiamo visivo in piazza.

Palazzo del Comune con la Torre dei

Un giorno a Verona

Pagina 6 di 11

Palazzo del Comune con la Torre dei


Lamberti
Panorama mozzafiato su Verona
Un particolare punto di attrazione a Verona , a parte lArena romana, il Palazzo del
Comune con lalta Torre dei Lamberti. Dalla torre si gode di uno dei pi stupendi
panorami di Verona e si ha una buona impressione della posizione e dellaspetto della
citt. Direttamente accanto alla torre, attraversando lArco della Costa, arriverete in Piazza
dei Signori.

Palazzo del Comune il pi antico municipio dItalia


Il Palazzo del Comune, chiamato anche Palazzo della Ragione, fu costruito
probabilmente nel 1193 ed dunque il pi antico municipio dItalia. Originariamente l
edificio disponeva di quattro torri imponenti, ma oggi rimasta solo la Torre dei Lamberti

Torre dei Lamberti

ed il troncone di una seconda torre. Tre grandi incendi nel 1218, 1541 e 1723
danneggiarono buona parte delledificio, le torri incluse. Dopo ripetute ricostruzioni, il
palazzo si presenta ora nella sua forma odierna. Mentre la parte del palazzo, rivolta sulla Piazza delle Erbe, conserva la sontuosa
facciata classica, la parte rivota sulla Piazza dei Signori si presenta in stile rinascimentale.
Il Palazzo del Comune fu la sede dellamministrazione cittadina e nella sua grande sala, che si trova al primo piano, si riun il
grande consiglio della citt. Il grande cortile interno con la bella scalinata esterna ospitava originariamente un mercato oggi
potrete assistere a varie rappresentazioni durante lEstate Teatrale Veronese. Per biglietti o ulteriori informazioni, visitate
www.estateteatraleveronese.it. Nel palazzo stesso si organizzano ogni tanto delle mostre darte sin dal 2007.

Panorama dalla Torre dei Lamberti


La Torre dei Lamberti, alta 83 metri, fu costruita nel 1172 e fu lunica torre di propriet privata della famiglia Lamberti. Nel 1464
fu amplificata con il piano ottagonale, da dove pendono le due campane Rengo e Marangona. La campana Rengo chiam la
popolazione alle armi quando bisognava difendere la citt, mentre il suono della Marangona annunciava la fine del lavoro per i
contadini o un incendio.
Arrivati sulla piattaforma panoramica della torre, godrete di una vista spettacolare di Verona. La raggiungerete o con lascensore
o scalando le 368 scale unimpresa molto faticosa! Tempo permettendo si pu addirittura vedere il bel panorama delle colline
circostanti.
Ingresso
6
Orario dapertura
Luned 8:30 | 19:30
Marted 8:30 | 19:30
Mercoled 8:30 | 19:30
Gioved 8:30 | 19:30
Venerd 8:30 | 19:30
Sabato 8:30 | 19:30
Domenica 8:30 | 19:30
Riduzioni
Ingresso gratuito con la Verona Card

Piazza dei Signori


Un giorno a Verona

Pagina 7 di 11

Piazza dei Signori


Il centro di potere di Verona
La Piazza dei Signori fu lantico centro di potere di Verona. Intorno alla
piazza troverete gli edifici pi importanti del governo cittadino di una volta,
inclusi la corte e la sede di potere degli Scaligeri. Sin dal 1865 una grande
statua del famosissimo poeta italiano Dante Alighieri sorge al centro
della piazza, motivo per cui la piazza ha anche il sopranome Piazza Dante.

Loggia del Consiglio sontuoso edificio


della Piazza dei Signori

Statua di Dante Alighieri

Di fronte in linea diagonale del Palazzo del Comune, sullaltro lato della piazza, si trova la Loggia del Consiglio, uno degli
edifici pi sontuosi di questo luogo. Costruito nel 1476 da Fra Giocondo, un opera darte del Rinascimento veneziano, unico a
Verona. La bella facciata con le doppie finestre, sorrette da colonne, e le statue sulla sua cornice superiore risaltano ancora di pi
grazie ai colori pastello. Le statue di Alberto da Milano mostrano italiani illustri, che si pensava fossero nati a Verona: Gaio Valerio
Catullo, Plinio il Vecchio, Emilio Macro, Marco Vitruvio Pollio e Cornelio Nepote.

Palazzo del Podest, Arco della Tortura e Casa della Piet


A sinistra della loggia si trova la Casa della Piet, un edificio semplice in stile rinascimentale, la cui particolarit costituita dal
bassorilievo sulla facciata esterna. Mostra una donna seduta con una bandiera il simbolo della citt di Verona durante il dominio
di Venezia.
Il Palazzo del Podest, detto anche il Palazzo del Governo, a destra della Loggia del Consiglio, fu allora la sede di potere della
famiglia degli Scaligeri. Sfortunatamente i bellissimi affreschi di Giotto di Bondone non sono pi conservati e nel cortile interno del
palazzo si trovano solo pochi resti dei singoli affreschi. LArco della Tortura chiamato cos per gli utensili di tortura del giudice
veronese che furono appesi qui collega il Palazzo del Podest con il Palazzo dei Tribunali.

Palazzo dei Tribunali e Palazzo dei Giudici


Il Palazzo dei Tribunali collegato al Palazzo del Comune tramite un arco risalente al 1575. Qui da vedere soprattutto la Porta
Bombardiera, decorata con due canoni, situata nel cortile interno del palazzo. Nel cortile interno troverete anche dei reperti di
fondamenta romane con parte del suolo decorato a mosaico. Il Palazzo dei Giudici costituisce il punto finale della Piazza dei
Signori ed sede del tribunale a Verona sin dal 1731.

Arche scaligere al centro di

Un giorno a Verona

Pagina 8 di 11

Arche scaligere al centro di


Verona
Complesso funerario della famiglia degli
Scaligeri
Le tombe degli Scaligeri, che si trovano allinterno di sarcofaghi di pietra
definiti arche costruite con alta maestria scultorea, fanno probabilmente
parte dei pi famosi e fotografati motivi della citt di Verona. Gi in alto
sopra lentrata della chiesa della famiglia degli Scaligeri, Santa Maria
Antica, troneggia la tomba del pi importante Scaligero Cangrande I.

Tombe degli Scaligeri

(1291-1329). Facendo unallusione al suo nome cane grande, il


sarcofago, in cui fu scolpita limmagine di Cangrande, sorretto da quattro cani. Il sarcofago sorretto da un grande baldacchino,
su cui sorge unimponente statua equestre. La statua originale pu essere ammirata nel Castelvecchio.

Lapice degli Scaligeri: Mastino II. e Cansignorio


Le altre arche sono sfortunatamente recintate e possono essere viste solo da fuori. Da sottolineare sono le arche di Mastino II.
(1308-1351) e del suo figlio Cansignorio (1134-1375), sotto il quale gli Scaligeri raggiunsero il loro apice di dominio. Larca di
Mastino, il dogo, circondata da un piedistallo di marmo e da artistiche scale in ferro battuto (la scala, il simbolo dello stemma
degli Scaligeri). Posa su quattro pilastri e forma verso lalto una corona con una torretta. Sulla torretta cavalca Mastino in piena
armatura.
Nonostante sia quella pi ornata, larca di Cansignorio, il cane principale, quella artisticamente meno preziosa. Il suo sarcofago
custodito da sei cavalieri in tabernacoli; lo stesso Cansignoro rappresentato in cima come cavaliere la qualit della sua statua,
per, non pu essere confrontata con quella dei suoi predecessori.

Le altre arche scaligere


A parte questi tre illustri Scaligeri, qui potrete trovare anche le arche di Mastino I., Alberto I., Bartolomeo I., Cangrande II. e
Bartolomeo II. La chiesa Santa Maria Antica, chiesa della famiglia degli Scaligeri, un bel esempio del romanico veronese. Luso
di diversi materiali di costruzione, che poi vengono applicati a turno, tipico di Verona. Linterno della chiesa fu parecchie volte
rilavorato e restaurato nella navata centrale si trovano, per, ancora degli affreschi provenienti dal primo XIV secolo.
Ingresso
7
Orario dapertura
Luned 13:45 | 19:30
Marted 8:30 | 19:30
Mercoled 8:30 | 19:30
Gioved 8:30 | 19:30
Venerd 8:30 | 19:30
Sabato 8:30 | 19:30
Domenica 8:30 | 19:30
Riduzioni
Ingresso gratuito con la Verona Card

Porta Borsari

Un giorno a Verona

Pagina 9 di 11

Porta Borsari
Dalla porta della citt attraverso il Corso Cavour fino
al Castelvecchio
La Porta Borsari risale al I secolo a.C. e delinea lingresso sud-ovest alla citt.
Originariamente denominata Porta Iovia, data la sua vicinanza al tempio di Giove, ricev
il suo nome odierno nel Medioevo. I doganieri (=bursarii) vennero qui piazzati con il compito
di far pagare le imposte sulle merci portate attraverso la porta. La Porta Borsari era, come
anche la Porta Leoni, concepita come una piccola struttura di difesa con torri di osservazione
che circondavano un cortile. Oggi potrete vedere soltanto i resti delle torri, volte verso l
esterno della citt.
Dirigendovi dalla Porta Borsari verso sud, sul Corso Cavour, passeggerete su una strada
di 2.000 anni. In epoca romana essa colleg Genova con Trieste attraverso Verona. Oggi
degni di nota sono i numerosi palazzi lungo lantica strada che porta fino al Castelvecchio. Il

Ingresso sud-ovest alla citt

Palazzo Bevilacqua ed il Palazzo Canossa furono entrambi progettati da Sanmicheli nel


1530. A parte i tanti stili di costruzione e molte altre cose interessanti, su molti edifici si vede ancora la marcatura delle piene dell
Adige che inond Verona pi volte nella sua storia.

Castelvecchio
Costruzione fortificata degli Scaligeri
Il grande castello medievale degli Scaligeri, fatto in mattoni, fu
commissionato da Cangrande II. nel 1354 e fa parte dei pi importanti
siti artistici dEuropa. Un muro coronato di merli cinge la fortezza e le sue
sei torri. Nel Medioevo un ulteriore fosso protesse il muro esterno.
Contrariamente a tutte le supposizioni, questa fortezza non fu costruita per
la protezione contro i nemici esterni, ma per proteggere lodiata stirpe dei
sovrani scaligeri dalla propria popolazione. Il palazzo cittadino in Piazza dei

Statua di Cangrande I.

Signori fu abbandonato e la nobile famiglia si trasfer nel Castelvecchio.


Ironicamente questa fortezza, rivolta alla protezione dal popolo, venne invasa invece dallesterno, quando i Visconti milanesi
posero fine al regno degli Scaligeri.
Dopo gli Scaligeri furono i Veneziani, i Francesi e gli Austriaci a fare uso della fortezza finch non venne restaurata nel 1923 ed
inaugurata come museo nel 1925.

Il museo di Castelvecchio
Attraversando il cortile interno, raggiungerete il palazzo abitativo degli Scaligeri dove oggi si trova il Museo Civico dArte. Il museo
ospita una delle pi importanti collezioni darte dEuropa. Nella sala numero 1 date unocchiata ai sarcofaghi dei santi Sergio e
Bacco, risalenti al 1179. Ulteriori attrazioni nelle sale successive sono il dipinto del Giovane con disegno di pupazzo di Francesco
Caroto (1480-1555), uno dei dipinti pi famosi del museo, ed il polittico di Turone di Maxio (1356-1387).
La sala numero 14 ospita numerose opere della scuola veronese e veneziana, tra laltro i dipinti di Stefano di Verona (Madonna
del roseto), Pisanello (Madonna della Quaglia), Giovanni Bellini (Madonna con il bambino) e Andrea Mantegna (Sacra
Famiglia). Impressionante anche loriginale statua equestre della tomba di Cangrande I., proveniente dalle arche scaligere.
A causa della quantit enorme di tesori esposti, la visita del museo e della fortezza pu durare anche alcune ore. Chi invece non
proprio un appassionato darte, pu anche entrare semplicemente nel cortile interno per farsi unidea dellimponenza che il castello
emanava una volta.
Ingresso
6

Un giorno a Verona

Pagina 10 di 11

Orario dapertura
Luned 13:30 | 19:30
Marted 8:30 | 19:30
Mercoled 8:30 | 19:30
Gioved 8:30 | 19:30
Venerd 8:30 | 19:30
Sabato 8:30 | 19:30
Domenica 8:30 | 19:30
Riduzioni
Ingresso gratuito con la Verona Card

Ponte Scaligero
Ponte di fuga degli Scaligeri a Verona
Con unimpressionante lunghezza di oltre 120 metri, il Ponte Scaligero conduce dal
Castelvecchio allaltra sponda dellAdige. Due massicce fondamenta portano le colonne per
i tre grandi archi del ponte. Il ponte ornato di merlo aveva levidente funzione di difesa. Ma
cos come il vicino Castelvecchio, neanche il ponte fu costruito per proteggersi dai nemici
esteri, ma serv come via di fugga per gli odiati Scaligeri in caso di uninsurrezione da parte
della popolazione veronese. I membri della nobile famiglia sperarono di poter fuggire cos
attraverso il fiume e nella valle dellAdige con successo e in modo sicuro.
Durante la Seconda Guerra Mondiale, il ponte fu fatto esplodere dai soldati tedeschi e
ricostruito nel 1951, usando i resti originari, sparsi nel fiume. Oggigiorno chiunque pu
attraversare il ponte per arrivare dal centro storico allaltro lato dellAdige e ogni giorno
numerosi passanti si godono la vista della citt e del Castelvecchio, offertagli dal ponte.

Un giorno a Verona

Ponte di fuga degli Scaligeri

Pagina 11 di 11