Sei sulla pagina 1di 4

Corso di Metodi Matematici per lIngegneria

A.A. 2014/2015
Esercizi su spazi di misura e integrale di
Lebesgue, spazi Lp
Marco Bramanti
Politecnico di Milano
March 23, 2015
A. Esercizi su spazi di misura
Exercise 1 Stabilire se la seguente funzione Riemann integrabile in [0; 1]:
f (x) = arctan

1
sin x1

[Suggerimento: per prima cosa determinare tutti i punti di discontinuit di


questa funzione in [0; 1].]
Exercise 2 Stabilire quali delle seguenti funzioni dinsieme sono delle misure
in R (ad es., sulla -algebra dei Lebesgue-misurabili), giusticando le proprie
conclusioni:
Z
2
ex dx;
1 (E) =
ZE
xe jxj dx;
2 (E) =
E

(E) = 3 jEj dove jEj la misura di Lebesgue;


2

(E) = jEj ;
5 (E) = 2 0 + 5
Z
6 (E) =
4

+ 4 1 , dove
e

x0

la misura di Dirac concentrata in x0 ;

dx.

E\( 1;0)

Exercise 3 Sia f (x) la funzione di Dirichlet,


f (x) =

1 se x 2 R n Q
0 se x 2 Q.

Determinare la funzione integrale (di Lebesgue) F (x) =


1

Rx
0

f (t) dt:

B. Esercizi sul passaggio al limite sotto il segno di integrale per


lintegrale di Lebesgue, e confronto con lintegrale di Riemann
Nei prossimi esercizi, lobiettivo calcolare
Z
lim
fn (x) dx;
n!1

evitando se possibile di calcolare ciascun integrale (cio cercando di applicare


il teorema di Lebesgue della convergenza dominata). Quando I un intervallo
limitato, inoltre, ci si pu chiedere se possibile applicare la teoria di Riemann
(criterio della convergenza uniforme). Seguire la traccia indicata in ogni esercizio, svolgendo i dettagli.
2

Exercise 4 Sia fn (x) = nxe n x in [0; 1]. La successione tende a zero puntualmente ma non uniformemente in [0; 1]. In base alla teoria di Riemann non
possiamo quindi calcolare il limite dellintegrale di fn .
[Suggerimento: cerchiamo una maggiorante integrabile. Si calcola fn0 (x) ; si
determina il massimo di fn (x) ; si trova che questo limitato al variare di n
(anzi costante), perci vale una disuguaglianza del tipo jfn (x)j c per ogni
x 2 [0; 1] e per ogni n, e il teorema di Lebsegue applicabile. Per confronto,
si pu calcolare direttamente lintegrale (la primitiva elementare!) e farne il
limite.]
R +1
Exercise 5 Si calcoli ora il limite di 0 fn (x) dx dove fn sono le stesse funzioni dellesempio precedente, applicando il teorema della convergenza dominata.
[Suggerimento: per trovare la maggiorante integrabile in [1; +1) dimostrare
che fn (x)
f1 (x) se x
1; per far questo, dimostrare che per ogni x
1 la successione ffn (x)g monotona decrescente; per far questo, calcolare la
derivata... rispetto ad n.]
2

Exercise 6 Sia fn (x) = n x e n x in [0; 1]. Studiare il limite dellintegrale


su [0; 1] per ; > 0. (Rispetto allesempio precedente, in questo caso la funzione
non ha una primitiva elementare per ogni ; > 0; perci naturale cercare di
calcolare il limite degli integrali senza calcolare gli integrali).
Traccia: il limite puntuale zero per ogni ; > 0; perci se troviamo
una maggiorante integrabile, anche il limite degli integrali zero. Si osservi il
passaggio:
2 2
2 2
fn (x) = n x e n x = (nx) x
e nx :
La funzione
(nx) e

n2 x2
2

limitata in [0; 1] perch la funzione g (t) = t e t limitata su [0; +1) (vericarlo) e la funzione precedente g (nx). Quindi si pu scrivere
0

fn (x)

cx

Di conseguenza per < + 1 il limite dellintegrale zero (perch?).


calcolare il limite dellintegrale per
+1 si imposti il calcolo esplicito
RPer
1
di 0 fn (x) dx con la sostituzione nx = t. Cosa si trova? In questi casi quindi,
a posteriori, vero o falso che
Z
Z
lim
fn (x) dx =
lim fn (x) dx?
n!1

I n!1

1
Exercise 7 Sia fn (x) = 1+nx
in [0; 1] con > 0. Calcolare il limite di fn e
dellintegrale di fn , usando il teorema della convergenza dominata.
nx
Exercise 8 Sia fn (x) = 1+n
2 x2 . Dimostrare che fn tende a zero puntualmente
ma non uniformemente in [ 1; 1]. Calcolare il limite dellintegrale usando il
teorema di Lebesgue.
nx
Exercise 9 Sia fn (x) = 1+n
2 R. Determinare per quali
2 x2 in [0; +1); con
1
sta in L [0; +1) e per questi calcolare il limite dellintegrale.
[Suggerimento. Dopo aver determinato gli
per i quali fn 2 L1 [0; +1),
cercare una maggiorante naturale; per gli per i quali questa integrabile,
il teorema di Lebesgue applicabile. Per gli altri ; calcolare esplicitamente
lintegrale oppure valutarlo mediante la sostituzione nx = t.]

Exercise 10 Sia fn (x) =

xn
1+x10

Exercise 11 Sia fn (x) =

x1=n
1+x2

in [0; 1]. Calcolare limn!1


in [0; 1]. Calcolare limn!1

Exercise 12 Sia fn : [0; ] ! R


2n sin (2n x) per x 2 [0; 2
0 altrimenti.

fn (x) =

R1
0

R1
0

fn (x) dx:

fn (x) dx:

Vale il passaggio al limite sotto il segno di integrale?


n

Exercise 13 Sia gn = ( 1) fn con fn come nellesempio precedente. Vale il


passaggio al limite sotto il segno di integrale? Che di erenza si nota rispetto
allesercizio precedente?
Exercise 14 Sia fn (x) = xn e nx su (0; 1). Suggerimento. Per discutere
il limite dellintegrale, dimostrare che fn (x)
f1 (x) per ogni n e per ogni
x 2 (0; 1) :
Exercise 15 Calcolare i seguenti limiti giusticando il procedimento seguito:
1
1
X
X
1
m
2(nm+1)=(m+2)
;
lim
;
lim
m!1
n2 + m m!1 n=1 mn2 + 1 m!1 n=1
n!
n=1

lim

1
X

[Suggerimento: applicare il teorema della convergenza dominata, vedendo la


serie come un integrale astratto in un opportuno spazio di misura.]
3

D. Spazi Lp
Exercise 16 Si consideri lo spazio di misura (R; P (R) ; m) dove m la misura
del conteggio. Si scriva esplicitamente cosa a ermano in questo contesto le disuguaglianze di Hlder e di Minkowski in spazi Lp . (Questi spazi sono chiamati
`p ).
Exercise 17 Stabilire per quali p 2 [1; 1] ciascuna delle seguenti funzioni appartiene a Lp (R) :
2

e x
;
f1 (x) =
jxj
1
f2 (x) =
;
1 + jxj
log x
f3 (x) =
;
1 + jxj
log x
f4 (x) =
2;
1 + jxj
p
2
3
xe x
:
f5 (x) =
1 ex