Sei sulla pagina 1di 9

Societ

Cronaca

Politiche sociali
I pensionati
molto allarmati

Rapinatori in azione
in piazza della Repubblica
Arraffato un Rolex

A pagina quattro

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina tre

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 8 agosto 2015 Anno XXVIIi N. 185 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00

www.libertasicilia.it

Sanit. La conferenza dei sindaci ha ottenuto un risultato importante

Asp 8: sincrementa
la pianta organica

Destinati allazienda sanitaria 11 milioni di euro


Undici

citt

Si restaura
la chiesa
del cimitero

E'

stata aggiudicata
la gara d'appalto per il
restauro conservativo,
il consolidamento e la
messa in sicurezza della chiesa del cimitero
monumentale. Ne d
notizia l'assessore alle
Infrastrutture, Alfredo
Foti. I lavori sono stati
assegnati alla Edilrestari srl di Patern che ha
presentato la sua proposta partendo da una base
d'asta di 385 mila euro.
Il criterio di aggiudicazione della gara stato
quello dell'offerta pi
vantaggiosa.

Carabinieri della Stazione di Pachino hanno tratto


in arresto ieri, in flagranza
di reato.

A pagina quattro

A pagina cinque

cronaca

Rapinatore
acciuffato
a Pachino
I

calcio

Convenzione
triennale
per lo stadio
E

stata sottoscritta la
convenzione triennale tra
lamministrazione comunale e il Citt di Siracusa.
A pagina sedici

Il commiato del Comandante

Quattro anni
dimpegno
a Siracusa

osservatorio

milioni di somme aggiuntive destinati


all'Azienda sanitaria provinciale di Siracusa per
incrementare la pianta
organica. Questo quanto ottenuto dalla conferenza dei sindaci della
provincia, presieduta da
Giancarlo Garozzo, e
contenuto nella linee di
indirizzo emesse oggi
dall'assessorato regionale
alla Salute. Al termine di
un anno e mezzo.

A settembre nuove tasse.


Estate siracusana con lincubo. E sempre senza servizi. Sar settembre nero
per i siracusani.

di Giuseppe Bianca
Quattro anni a Siracusa intensi, importanti per larma dei Carabinieri di questa provincia, una provincia
non semplice, una realt che si fa amare, apprezzare.

A pagina tre

A pagina dodici

A pagina sette

Settembre
nero
siracusano

di Salvatore Maiorca

Palazzolo: diciannovenne
nascondeva una pistola
I

militari dellarma
di Palazzolo Acreide
hanno tratto in arresto, in flagranza di
reato, per il reato di
detenzione illegale di
arma comune.
A pagina cinque

Cronaca di Siracusa 2
cronaca

Lavoratori
in mobilit
siracusani
dimenticati

8 agosto 2015, sabato

Sicilia 8 agosto 2015, sabato

Lassessorato

regionale al lavoro pubblica un Avviso di politiche


attive del lavoro per i percettori di
ammortizzatori sociali in deroga
ma esclude i lavoratori in mobilit in deroga di Siracusa. Insorgono
la Cgil Sicilia e la Cgil di Siracusa
che chiedono al governo di conoscere la ragione di una discrimi-

nazione che penalizza i lavoratori


ma anche il sistema di formazione dellarea che dovrebbe gestire gli interventi e i suoi operatori.
Siracusa- dicono Monica Genovese
e Paolo Zappulla- non certo unisola felice, con il suo 25% di tasso
di disoccupazione. Il governo rimedi subito a questo svarione. LAv-

viso della Regione finanzia con 106


milioni (saldo degli ammortizzatori
in deroga 2014) a cui se ne aggiungono 35 per i percettori di mobilit
in deroga misure di orientamento, formazione e tirocini. Anche
Siracusa- sottolinea la Cgil - conta
lavoratori in mobilit in deroga,
assurdo quindi escluderli.

do da una base d'asta


di 385 mila euro. Il
criterio di aggiudicazione della gara
stato quello dell'offerta pi vantaggiosa; i lavori partiranno
nel corso del mese di
settembre e dovranno
essere conclusi entro
180 giorni.
Un altro risultato
straordinario commenta
l'assessore
Foti per la nostra

citt e per un luogo


tanto caro ai siracusani. Continua il
rapporto proficuo di
collaborazione e di
credibilit tra la nostra Amministrazione e gli assessorati
regionali. Come da
programma elettorale
siamo impegnati ad
intercettare tutte le
risorse economiche
di qualsiasi natura regionale, nazionale e

L assessore alle Infrastrutture della

Citt di Siracusa, in un comunicato


dalle note deliranti e surreali a proposito dellaggiudicazione dei lavori
della Chiesa del Cimitero di Siracusa,
parla di fattiva collaborazione fra
l'Amministrazione Comunale e la
Regione e loda la celerit e la bravura con cui si pervenuti allaggiudicazione di questi lavori. Lo dichiara
lOn. Vincenzo Vinciullo.
Dimentica lAssessore alle Infrastrutture di dire due cose fondamentali: che per aggiudicare questi lavori
ci sono voluti 12 anni e che l'unico
merito che hanno lui e la sua Giunta
quello di aver fatto passare pi di 24
mesi dal loro insediamento per giungere allaggiudicazione dei lavori.

on si aspettava proprio di essere aggredito alle spalle da due individui


che gli hanno strappato dal polso lorologio doro. Lepisodio di criminalit
diffusa, si verificato intorno alle ore 23 nella centralissima piazza della
Repubblica a Siracusa. La vittima, un siracusano di 66 anni stava camminando sul marciapiedi quando stato avvicinato da due individui in sella
a un ciclomotore. Sono bastati pochi attimi per aggredire lanziano, che

Undici

Il cimitero di Siracusa.

dell'Unione europea
per dare respiro al
settore edilizio, oggi
fortemente in crisi, e
per il rilancio dell'immagine, e dell'economia del territorio.
I soldi per il restauro della chiesa sono
stati reperiti grazie
alla rimodulazione
dei fondi della legge
433 del '91 sulla ricostruzione post sisma.
I fondi messi a dispo-

sizione dalla Regione


Siciliana ammontano a 500 mila euro.
Sulla vicenda il parlamentare regionale
Vinciullo che afferma: lAssessore alle
Infrastrutture, che ricopre questo incarico
da qualche settimana,
cosa centra con una
progettazione iniziata
nel 2003, finanziata
nel 2006 e appaltata
dopo 9 anni? Questa

dure dichiarazioni dell'on. vinciullo

Sulla Chiesa vomitevoli


le dichiarazioni
dellAssessore Foti

ha tentato di opporre resistenza, ma


nulla ha potuto alla maggiore energia
dei due, che si sono impossessati di
un orologio Rolex.
Scattato lallarme, sul posto accorsa
una pattuglia delle unit Volanti della
Questura, che ha avviato le indagini
per venire a capo della situazione e
cercare di individuare gli autori del
colpo.

Anziano rapinato dellorologio


Rolex da due malviventi

11 milioni per lAsp 8


per la pianta organica

Aggiudicata
la gara
dappalto
per la chiesa
stata aggiudicata
la gara d'appalto per
il restauro conservativo, il consolidamento
e la messa in sicurezza della chiesa del cimitero monumentale.
Ne d notizia l'assessore alle Infrastrutture, Alfredo Foti.
I lavori sono stati assegnati alla Edilrestari srl di Patern
che ha presentato la
sua proposta parten-

Cronaca di Siracusa

sanit. convocata marted la conferenza dei sindaci

l'edificio di culto del cimitero

E'

Sicilia 3

Il resto, ha proseguito lOn. Vinciullo,


smargiassate sena limiti, senza pudore
che dimostrano assoluta ignoranza del
problema affrontato, sottovalutazione
del lavoro altrui e l'idea che la verit
possa coincidere con le proprie sciocchezze. E veniamo ai dati: l'incarico,
originariamente viene dato dalla Parrocchia di Santa Rita, quando viene
accertato che il proprietario dellimmobile non la Curia ma il Comune di
Siracusa il Sindaco, con determina n.33
del 11/02/2003, conferma lincarico al
progettista gi nominato dalla Parrocchia; con nota prot. 332 del 12/08/2005,
da Assessore alla Ricostruzione della
Citt di Siracusa, chiedo al Dipartimento Regionale della Protezione Civile
di inserire la Chiesa del Cimitero nel-

la nuova rimodulazione dei fondi, dal


momento che la chiesa aveva subito
danni in seguito al terremoto di Santa
Lucia del 13/12/1990; in seguito alla
mia richiesta, lopera fu inserita nella
nuova rimodulazione con una disponibilit di 500.000 euro; venuta meno
lAmministrazione di cui facevo parte,
per qualche periodo lopera rimasta
nelloblio, nonostante le mie numerose
sollecitazioni e i numerosi viaggi fatti
fra il Comune di Siracusa, la Protezione Civile e lo stesso progettista, come
tutti possono testimoniare. La stasi subita era dovuta al fatto che era sorto un
contenzioso fra il Comune e il Dipartimento di Protezione Civile in merito
ai criteri che erano stati adottati per la
scelta del progettista.

fattiva collaborazione di cui parla, con


chi lavrebbe avuta,
dal momento che i
soldi sono in cassa
da 13 mesi e ancora
i lavori non sono iniziati?
Questa
efficienza
ed efficacia di cui
si vanta pu essere
giustificata alla luce
di 13 anni di impegni amministrativi di
cui ha raccolto solo
i frutti, essendo stata
la gara bandita ancor
prima che diventasse
Assessore?
La prossima volta lo
invito ad essere pi
cauto.
Nessuno gli pu impedire di dire che sotto la sua guida si celebrata una gara, ma,
ha concluso lOn.
Vinciullo, raccontare
una storia diversa da
quella reale lo sconsiglio vivamente, perch rischier, come
in questa occasione,
di apparire quello che
oggettivamente non
, un miles gloriosus che cerca di impadronirsi del lavoro
altrui.
Ma tolta questa attivit principale in cui
brilla questa Amministrazione, di che
cosa possono vantarsi?
R.L.

milioni di somme aggiuntive destinati


all'Azienda sanitaria provinciale di Siracusa per
incrementare la pianta
organica. Questo quanto
ottenuto dalla conferenza
dei sindaci della provincia,
presieduta da Giancarlo
Garozzo, e contenuto nella
linee di indirizzo emesse
oggi dall'assessorato regionale alla Salute. Al termine
di un anno e mezzo di lavoro e di un'interlocuzione costante con i vertici
dell'assessorato palermitano, Siracusa ottiene l'incremento maggiore di risorse
rispetto agli anni precedenti in tutta la Sicilia. Un risultato che il frutto della
sinergia con l'Asp 8 e con
il suo direttore generale,
Salvatore Brugaletta, che
siede al tavolo della conferenza dei sindaci.
Nel dettaglio, la sanit
siracusana disporr per il
personale di 180 milioni
63mila euro, rispetto al
169 milioni 775mila del
passato. Ci consentir di
aumentare la dotazione
organica delle strutture sanitarie pubbliche, dove per
altro sono stati sbloccati i
concorsi: la previsione di
un incremento di oltre 150
unit nelle diverse figure
professionali.
Soddisfatto dell'esito della
vicenda, il sindaco Garozzo. Il nuovo decreto afferma il coronamento
di un impegno costante che
ha visto i sindaci siracusani e il direttore Brugaletta
compatti nel rivendicare
il diritto dei cittadini alla
salute e a una migliore
assistenza sanitaria. Le
previsioni iniziali, da noi
contestate e rispedite al
mittente, ci lasciavano
decisamente insoddisfatti
perch non consentivano

Lospedale di Siracusa.

di migliorare concretamente la situazione generale,


gi deficitaria in termini di
personale sanitario rispetto
alle esigenze. Un risultato
del genere conclude il
sindaco Garozzo non sarebbe stato raggiunto senza
l'intesa con l'ex assessore
Lucia Borsellino, che rin-

grazio per avere partecipato a una riunione della


conferenza a Siracusa e
per i diversi incontri avuti
a Palermo, e la disponibilit subito confermata del
nuovo assessore Guicciardi nell'accogliere le nostre
proposte.
Per fare il punto della situa-

zione, Giancarlo Garozzo


ha convocato una riunione
della conferenza dei sindaci per mercoled prossimo
(12 agosto).
Finalmente, ha proseguito lOn. Vinciullo, dopo 4
anni, si cerca di porre rimedio a quella ingiustificata e
ingiusta distribuzione di

risorse che vide alcune AA


SS PP, ad esempio Catania,
avere somme spropositate rispetto ad altre, fra cui
quella della provincia di
Siracusa.
Per questo motivo in tutti questi anni, in provincia
di Siracusa non si potuto
procedere alle assunzioni e
alle aperture di nuovi reparti tant vero che perfino le
rianimazioni sono rimaste
vergognosamente chiuse.
Va dato atto, ha dichiarato
ancora lOn. Vinciullo, al
nuovo Assessore di essere
riuscito, nel breve volgere
di qualche settimana, a fare
quello che non hanno fatto i
suoi predecessori, non solo
approvando le Linee dindirizzo relative ai criteri
per la rideterminazione delle dotazioni organiche delle
Aziende Sanitarie Provinciali e pertanto, da oggi, in
tutti i reparti della Sicilia vi
sar un minimo e un massimo entro cui dovranno
muoversi tutte le piante organiche relative ai medici.

intervento del consigliere comunale giuseppe di mare

Importante il segnale della Giunta


di ricorrere contro lOikothen
A prescindere da ogni osserva-

zione e valutazione sullesito finale, un segnale importante quello


dellAmministrazione comunale
di procedere con il ricorso straordinario al Presidente della Regione per la vicenda Oikothen. Questo il commento del consigliere
comunale di CambiAugusta Giuseppe Di Mare dopo la delibera
della Giunta.
Avevano lasciato grosse perplessit - dice Di Mare le dichiarazioni del primo cittadino di non
voler presentare ricorso perch
particolarmente esoso, con questo

passo indietro la Giunta dimostra


capacit di ascoltare la citt che a
gran voce ha richiesto questatto.
Dinanzi alla salute dei cittadini
non ci sono problemi economici che tengono - continua il consigliere comunale megarese, Di
Mare , le questioni economichefinanziarie non possono condizionare il futuro e la qualit della vita
della citt di oggi e domani. Continuo ad avere perplessit, in questa tematica prosegue - sulloperato dei commissari straordinari
che con la mancanza degli atti dovuti a tutela della citt di fatto non

hanno ostacolato la realizzazione


di questo ennesimo impianto nel
nostro territorio. Adesso tutta la
deputazione regionale conclude
il Consigliere Comunale augustano della nostra provincia si affianchi in questa battaglia a tutela
della salute dei cittadini alla citt
e allamministrazione, soprattutto
quella vicina al Presidente della
Regione, in nome di qualche posto
di lavoro, magari gestito dai soliti
noti, non si pu barattare per lennesima volta il futuro dei nostri figli.
F.G.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 8 agosto 2015, sabato

proseguono gli incontri del sindacato dei pensionati

Confronto
su politiche
sociali
e tributarie
Proseguono

gli incontri dello Spi Cgil di Siracusa e della


Confederazione per ricercare un
modo di operare che la politica
ha nel recente passato ignorato:
"Il confronto e la condivisione
con le forze sociali sui temi che
riguardano la fascia pi fragile
della cittadinanza - i pensionati,
gli anziani e i non autosufficienti- ma anche delle famiglie sulle
problematiche inerenti le politiche sociali e tributarie".
Allincontro- erano presenti il
Sindaco Dott. Luca Cannata e la
delegazione della Cgil composta
dalla segretaria provinciale dello SPI Cgil di Siracusa, Valeria
Tranchina, il segretario della locale Camera del Lavoro, Salvatore Sangregorio, i responsabili
della Zona Sud Cgil Salvatore
Alf e dello Spi Santo Boscarino.

Con il Sindaco Cannata si convenuto della necessit di attenzionare le problematiche inerenti le


politiche sociali.
La Cgil partita dalla considerazione che per la mancanza di
risorse, determinata dal contesto
economico di questi ultimi anni
e dalla riduzione dei trasferimenti
statali e regionali legati al riordino
dei conti pubblici, si attuato un
aumento della tassazione locale e
il taglio delle spese che incidono
sui servizi ai cittadini, in particolare ai servizi socio-sanitari.
Si entrati nel merito dello stato
dei servizi relativi agli anziani e
ai non autosufficienti, sui centri
di socializzazione per anziani e
sulla possibilit di agevolazioni
per questa fascia pi vulnerabile
i pensionati- oggi in difficolt
per l'aumento del costo della vita

e per il ridotto potere d'acquisto


del proprio reddito. Gli anziani,
in questi anni di crisi economica,
con una pensione media che nella
nostra provincia si attesta sui 700
euro mensili vivono al di sotto
della sopravvivenza, a volte con
un tenore di vita neanche dignitoso, pur continuando a dare un
contributo importante al risanamento dei conti pubblici e facendo concretamente da ammortizzatore familiare e sociale diffuso,
argine reale ai colpi di una crisi
che ha travolto le generazioni
successive senza lavoro n redditi
e speranze. Per questo, pur consapevole della difficile situazione
economica del Comune, il sindacato ha sottolineato l'importanza
e il bisogno di confronto e collaborazione nella definizione delle
scelte che riguardano la popola-

zione attraverso una contrattazione territoriale che partendo


dalla domanda dei bisogni del
territorio possa costruire un'offerta rispondente e dignitosa per
la maggior parte della cittadinanza. Lo Spi Cgil ha proposto
di avviare un percorso di confronto alla base della programmazione per le politiche sociali
con un occhio di riguardo nei
confronti degli anziani, concretizzando politiche di intervento eque e solidali a partire da
questa fascia pi vulnerabile
della comunit. Partendo dalla
necessit di accelerare il percorso di attuazione dei progetti
PAC anziani, monitorandone le
procedure, in quanto a dicembre
scadono i termini per l'impiego
delle risorse economiche del primo riparto.

Il

Laboratorio di Sanit Pubblica dellAsp di


Siracusa diretto da Nunzia Andolfi ha ottenuto
il rinnovo dellaccreditamento da parte di Accredia a conclusione
della visita di valutazione
effettuata dagli ispettori
dellEnte italiano di accreditamento.
Il Laboratorio di Sanit
Pubblica, accreditato dal
2011 come laboratorio
di prova per la sicurezza
alimentare, riveste limportante ruolo di struttura
tecnico-scientifica laboratoristica di riferimento
del Dipartimento di Prevenzione, con particolare riguardo, tra le altre
attivit di competenza,
alle analisi del controllo
ufficiale sugli alimenti e
sulle acque destinate al
consumo umano.
Il team ispettivo ha sottoposto al vaglio tutta la documentazione correlata al
sistema di gestione della
qualit, dal manuale della
qualit alle procedure in
uso, compresi i fogli di
registrazione e le carte di
controllo. E stata anche
verificata lidoneit del
personale allesecuzio-

Laboratorio
di sanit
accreditato

In foto, la sede Asp.

ne delle prove, nonch il


piano annuale di formazione dello stesso ed
stato esaminato il sistema
di controllo e taratura di
tutta la strumentazione
utilizzata.

In foto, unimmagine di Intonaco sonoro.

reremo Juri Camisasca, voce e


harmonium indiano, da 50 anni
studia il linguaggio dei mantra,
il talentuoso Juri ha, per, anche in serbo alcuni fuori programma per i presenti a Palazzo Nicolaci; Raffaele Schiavo,
voce recitante e percussioni,

sar una sorta di satiro danzante;


Marco Accossato, master rei-ki
e Presidente dellAssociazione
MIAMO, scuola di formazione
olistica, con le sue campane tibetane indicher la via; e ovviamente Mario Rapisardi, che con
tela e colori dipinger dal vivo,

traducendo tutto in forme e colori.


Lutilizzazione sincretica (multimediale) della formula Kn, in
cui 4 materie diverse dovranno
portare alla luce il soggetto, condurranno la materia ad un divenire, sar quasi come una vera e
propria caccia. Vi qualcosa al
di sopra dogni attivita umana, e
larte la scoperta; la nostra performance sar lespansione di un
incontro, il nostro, avvenuto su
una dimensione unica ma con le
diverse arti. Si comprende perfettamente che sar una serata
tutta da seguire e scoprire passo
passo e che si concluder con una
chiacchierata, con i quattro artisti,
in biblioteca dove installato il
trittico di Mario Rapisardi, ultima
opera del laboratorio ai bassi di
Palazzo Nicolaci.
Ocularium: un totem, composto da tre quadri, alla cui base ci
sar un tavolo con un book bianco ed una lente di ingrandimento
perch chieder ad ogni visitatore.

Nel corso della visita


ispettiva il Laboratorio ha proceduto inoltre
allestensione dellaccreditamento ad altre prove
analitiche, come la ricerca dei metalli nelle ac-

que destinate al consumo


umano, tra cui il mercurio con metodo diretto.
Laccreditamento

spiega Nunzia Andolfi


- in pratica il riconoscimento del livello di
qualit del lavoro svolto
e delle competenze tecniche del personale del
Laboratorio, nonch una
garanzia della ripetibilit e riproducibilit delle
prove effettuate e in definitiva dellaffidabilit dei
risultati ottenuti, esigenza oggi pi che mai sentita dai cittadini per tutte
le attivit di controllo su
materiali e prodotti che
interessano direttamente
la salute dei consumatori.
Soddisfazione
viene
espressa dal direttore generale dellAsp di
Siracusa Salvatore Bru-

galetta che si congratula


con il direttore del Laboratorio Nunzia Andolfi
e con tutto il personale
della struttura che hanno
sostenuto un impegnativo
lavoro per il raggiungimento di questo brillante risultato: Il rinnovo
dellaccreditamento del
Laboratorio di Sanit
Pubblica dichiara Salvatore Brugaletta - rappresenta un miglioramento della qualit dei servizi
erogati, in accordo alla
mission e alla vision
dellAzienda sanitaria.
Difatti, il mantenimento
del sistema di gestione
della qualit nel Laboratorio di Sanit Pubblica,
che ha come punto di
forza laggiornamento e
miglioramento continuo
di tutti i processi gestionali ed analitici sviluppati e del personale che vi
opera, rientra pienamente
nellobiettivo aziendale
pi ampio di miglioramento della qualit delle
prestazioni sanitarie, che
nella pratica si traduce in
un aumento di credibilit
e fiducia nei servizi erogati dallAzienda e in una
maggiore tutela della salute di tutti i cittadini.

i carabinieri hanno arrestato un 19enne

Deteneva una pistola


sullarmadio di casa

Noto, stasera a Palazzo Nicolaci


la performance Intonaco Sonoro
to Noto 2015 questa sera alle
ore 21 nel cortile di Palazzo
Nicolaci, si svolger Intonaco Sonoro, performance
multimediale con Juri Camisasca, Raffaele Schiavo, Marco
Accossato e Mario Rapisardi.
lartista Mario Rapisardi a
presentarci levento di sabato
sera, patrocinato dal Comune
di Noto, e con la collaborazione dellAssociazione Sciami di
Noto. Ci tengo ad evidenziare, in primo luogo, che questa
performance nata spontaneamente e sancisce la fine del
mio laboratorio sincretico della
formula Kn, la formula della
mutazione, partito a gennaio di
questanno nei bassi di Palazzo
Nicolaci. Luogo in cui gli artisti
protagonisti di sabato sono venuti a visitare la mostra e dove,
praticamente, nato Intonaco
Sonoro. Ispirato alle visioni di
Antonin Artaud, sabato nel cortile di Palazzo Nicolaci ammi-

Cronaca di Siracusa

riconoscimento del livello di qualit

appuntamento alle ore 21.30 nellambito di Effetto Noto 2015

Nel programma estivo Effet-

Sicilia 5

8 agosto 2015, sabato

Andrea Cannata.

militari dellarma di Palazzolo Acreide


hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per il reato di detenzione illegale di arma
comune da sparo, Andrea Catania, 19 anni,
incensurato.
I carabinieri, al termine di mirata attivit
info-investigativa, hanno sottoposto a perquisizione personale e domiciliare il giovane, operazione conclusasi con esito positivo:
opportunamente occultata su un armadio
allinterno della camera da letto i Carabinieri hanno rinvenuto una pistola calibro

accaduto a pachino

Carabinieri della Stazione di Pachino hanno


tratto in arresto ieri, in flagranza di reato, per
rapina impropria, Pasquale Falco, 33 anni,
gi noto alle forze dellordine, attualmente
sottoposto alla misura cautelare dellobbligo
di presentazione alla polizia giudiziaria.
Luomo, dopo aver forzato la portiera di un
veicolo lasciato in sosta sulla pubblica via,
stato sorpreso dal proprietario subito dopo
aver asportato dallinterno dellauto alcuni
effetti personali. Vistosi scoperto, Pasquale
Falco, al fine di garantirsi la fuga, ha minacciato il proprietario promettendogli di bruciargli la macchina se avesse parlato. Prontamente la vittima ha allertato i Carabinieri
che, grazie alla conoscenza del territorio ed al

7,65 con la matricola abrasa nonch una carta


postepay risultata oggetto di furto denunciato
alcuni giorni fa presso il locale comando stazione. Andrea Catania inoltre stato deferito
in stato di libert per il reato di ricettazione ed
indebito utilizzo di carte di credito in quanto
gli immediati accertamenti esperiti dai militari
dellArma hanno consentito di appurare come
il giovane, entrato in possesso della postepay
provento di furto, abbia effettuato un prelievo
di 250 euro presso uno sportello bancomat di
Palazzolo Acreide.

Rapinatore
acciuffato
dai carabinieri
costante monitoraggio dei soggetti di interesse
operativo, hanno immediatamente identificato
in Pasquale Falco lautore del reato bloccando
alcuni minuti dopo i fatti proprio mentre era
intento a recarsi in caserma per ottemperare

Pasquale Falco.

allobbligo di firma cui attualmente sottoposto.

cronaca di siracusa 6

Sicilia 8 agosto 2015, sabato

8 agosto 2015, sabato

Il progetto prevede un investimento, con fondi europei, di 500 mila euro

tempo gli addetti ai lavori attendevano lavvio


degli interventi di
riqualificazione
del porticciolo di
Ognina. Lappalto
stato vinto dalla
ditta Isor costruzioni di Favara in
provincia di Agrigento. Limpresa ha
93 giorni di tempo
per finire lopera.
Il progetto prevede
un
investimento,
con fondi europei,
di 500 mila euro e
lamministrazione comunale nelle
scorse settimane ha
compiuto una vera e
propria corsa contro
il tempo per evitare

di perdere i fondi
e poter completare
tutte le procedure
per lassegnazione

degli interventi. Il
passaggio pi importante arrivato
proprio nei gior-

ni scorsi quando
stata completata la
gara dappalto con
lassegnazione del
progetto alla ditta
Isor costruzioni
di Favara in provincia di Agrigento.
Lintera opera deve
es- sere concluse
entro fine anno ed
proprio per questa
ragione
che
lamministrazione
comunale ha dato
una forte accelerata a tutto liter. Secondo quanto spiegato nelle scorse
settimane da Pietro
Fazio, funzionario
del Vermexio e responsabile del procedimento, il piano

dintervento prevede sia opere marittime che la realizzazione dellimpianto


idrico ed elettrico.
A questo bisogna
poi aggiungere anche un manufatto
in legno che servir
a mettere a disposizione dei pescatori e dei diportisti
i servizi igienici, la
sistemazione delle
bitte e anche delle
celle frigorifere. Il
progetto riguarda,
infatti, lammodernamento, la riqualificazione e il migliora mento delle
condizioni di sicurezza del porticciolo
della zona balneare.

la Sicilia si posiziona, per volume erogato, rispetto alle altre regioni italiane al nono posto

Migliorano i mutui in Sicilia, Siracusa e Ragusa +5% e +3%

Laumento delle tasse che ha colpito anche labitazione principale, oltre agli
immobili da mettere a reddito, e lincertezza del futuro del mattone, anche nella provincia di Siracusa ha portato ad un
andamento ancora poco vivace del settore delle compravendite, sia per quello ad
uso residenziale, che quello con carattere
commerciale. Siracusa e Ragusa hanno
brillato poco, con poco pi di un +5% la
prima e quasi un +3% la seconda, ma che
ugualmente sembrano aver consolidato la
via della risalita. La situazione del numero delle compravendite grazie soprattutto
alla ripresa del settore dei mutui, che ha

visto la Sicilia posizionarsi, per volume


erogato, rispetto alle altre regioni italiane
al nono posto. In particolare laumento da
inizio anno stato di un +35% rispetto al
periodo precedente, con il maggior contributo che stato offerto da Trapani con un
+43,4%, seguita da Palermo con un +31%
e Agrigento con circa +27%. Ancora a due
cifre lincremento di mutui erogati a Catania (oltre il 13%), Enna (con un +15,6%)
e Messina (che manca di poco un +17%).
La provincia che andata peggio stata
Enna, dove si registrata lennesima contrazione, questa volta di poco inferiore ad
1 per centro.

posizione strategica ledificio che si trova a pochi passi da piazza Municipio

La gestione dellinfopoint stata affidata alla cooperativa Tempora che


si occuper dei servizi offerti. Si tratta del secondo infopoint in citt dopo
quello di piazza XVI Maggio. Linfopoint oltre a fornire informazioni ai
turisti allinterno della nuova struttura
ci sar la possibilit di acquistare souvenir e prodotti tipici.
Linfopoint sar collegato ai sistemi
di Notoinbici, dei parcheggi e dellingresso ai siti museali. Il nuovo servizio
si occuper di fornire informazione relative agli eventi e alle manifestazioni
che si terranno in citt.

Infopoint turistico
allinterno della chiesa
della S. Trinit a Noto

A Noto nei giorni scorsi si inaugurato linfopoint turistico a pochi passi


da piazza Municipio.
Lubicazione stato trovato allinterno della chiesa della Santissima

Trinit edificio sconsacrato da diverso


tempo, si ben adatta alla nuova destinazione duso. Il sindaco Bonfanti al
taglio del nastro si detto soddisfatto
per i lavori di ristrutturazione delledificio che il comune avr in concessione
per i prossimi 15 anni. Si fatta una
disamina sugli interventi di ristrutturazione che sono stati volti a riproporre
fedelmente ledificio originario.
Allinterno stato curato larredamento e il lampadario unopera darte
donata da un artista locale.

Cronaca di Siracusa

Il commiato
del comandante provinciale dei
carabinieri
di Siracusa,
colonnello
Mauro
Perdichizzi

Porticciolo Ognina: Isor


costruzioni si aggiudica
lappalto riqualificazione
Da

Sicilia 7

Luned
larrivo
in citt
del col.
Grasso

In foto, il colonnello
Perdichizzi. A fianco,
il col. Luigi Grasso,
nuovo comandante
dei carabinieri.

Sinergia istituzionale
Il modello Siracusa
Lascia Siracusa, in

quali condizioni?
Quattro anni a
Siracusa intensi, importanti per larma
dei Carabinieri di
questa provincia, una
provincia non semplice, una realt che
si fa amare, apprezzare, anzi loccasione
anche al consuntivo
anche per ringraziare
tutte le persone che
sono state vicine sia
allIstituzione sia alla
mia persona e alla
mia famiglia. Lascio
una citt che ha una
serie di problemi che
ovviamente sono comuni ad altre realt
del territorio nazionale e della nostra
isola, mi riferisco ad
aspetti
occupazionali, sociali, lasciamo una realt tutto
sommato abbastanza
vivibile. Una realt
che al di la dellimmagine da cartolina di Ortigia, della
Fonte Aretusa e degli
spettacoli Classici,
sicuramente pi
complessa ed articolata ma che ha visto
larma dei Carabinieri dintesa con lautorit giudiziaria e le
altre forze dellordine che pure benissimo hanno operato in
questo periodo visto
larma ottenere dei
risultati importanti
sempre nellottica di

rendere pi serena
la civile convivenza
compatibilmente con
i problemi che sono
tanti, dallimmigrazione agli aspetti
ambientali, alle difficolt finanziarie che
attraversano alcune
amministrazione locali. Per complessivamente credo che
sia giusto che le valutazioni le facciate
voi, la faccia la gente su quello che sono
stati i risultati di questi quattro anni, ma
credo che complessivamente ci sia stato
un grande impegno.
- C il rammarico
soltanto che si spera
in qualche modo si
possa colmare
Pi che rammarico
una cosa che lascio ma ovviamente
larma non si ferma
con il cambio del comandante, larma
una struttura coesa,
passano le persone,
rimane lIstituzione
che la cosa pi importante. Un aspetto
che non siamo ancora
addivenuti a risolvere
compiutamente ma
su cui sono fiducioso lomicidio Leone che ha unattivit
investigativa molto
importante, e molto
complessa che stata
condotta sin dallinizio con tutte le accortezze che credo che

non passer molto


tempo che trover la
sua soluzione, la sua
risoluzione.
- Colonnello lei lascia una pesante
eredit al suo successore, numerose
operazione Knock
out, delitti di Cassibile la mafia a Cassibile, Bianco Natale,
operazione di una
certa consistenza
Sono certo che il
mio successore far
benissimo e gli faccio
i migliori auguri veramente affinch si trovi in questa provincia
bene come mi sono
trovato io con la mia
famiglia. Affinch realizzi i successi che
sicuramente merita.
Ma questa domanda
importante perch
mi consente di sottolineare un aspetto: i
risultati non sono mai
figli di una persona
sola, non sono mai
figli di un uomo solo,
il comandante da solo
non risolve, non potrebbe mai risolvere
tutte le problematiche
che si presentano, ma
sono frutto dellimpegno, della condivisione, dellimpegno coeso di una squadra. La
squadra io la lascio e
questa una squadra
che funziona, professionale, fatta di militari, uomini e donne,
di grande spessore e

sono certo che i risultati non potranno che


continuare a venire e
approfitto anche per
ringraziare i circa 500
carabinieri di questa
provincia per limpegno e per quello che
hanno dato. Non tanto a me ma allIstituzione e alla gente che
lo merita.
- Ha parlato descritto un modello
Siracusa di sinergie
veramente al top fra
le istituzioni, cosa si
sente di dire a queste Istituzioni.
Devo ringraziare il
Prefetto, il questore,
il comandante della
guardia di Finanza,
la marina, laeronautica, il nostro arcivescovo, perch questo
modello, questa capacit di fare squadra, di affrontare
problemi complessi
con generosit, senza arroccarsi dietro
le competenze di
ognuno ma anzi cercando di fare qualcosa in pi per arrivare
a risolvere problemi
e non mi riferisco
solo agli aspetti legati allimmigrazione che hanno colpito
in questi ultimi anni
la provincia facendo
diventare Augusta la
nuova Lampedusa.
Ha portato un quid
pluris, cio siamo
tutti professionisti e

quindi giusto collaborare fra istituzioni,


ma se ci si mette
pure qualcosa in pi
a livello umano ecco
che i risultati arrivano prima e meglio e
per merito di tutti.
-Ha avviato un percorso per la nuova
sede dellArma dei
Carabinieri in Via
Elorina, ci vuole
dire un po il punto
della situazione
In questa fase stata individuata unipotesi che ovviamente condivisa e
promossa a livello
del comando generale, il Ministero
della difesa, quindi
ai massimi vertici.
Lipotesi
prevede
una
coabitazione,
tra il polo aeronautico di via Elorina e
la struttura del comando provinciale.
A livello centrale
si stanno studiando
quelle che sono le
strategie per rendere fattibile questo
aspetto e si stanno
individuando i percorsi per raddivenire
alle risorse che saranno necessarie o
per rifunzionalizzare
parte delle strutture
esistenti nella base
di Via Elorina o per
realizzarne di nuove
in armonia con i dettami individuati.
Giuseppe Bianca

raccogliere il
testimone del comando provinciale dei carabinieri
di Siracusa sar il
colonnello Luigi
Grasso. 46 anni,
friulano, lalto
ufficiale dellArma proviene da
Roma dove dal
settembre dello scorso anno
ha seguito un
corso alla scuola
superiore delle
forze di polizia.
Dallottobre
2011 ha, invece,
ricoperto la carica
di comandante
provinciale dei
carabinieri di
Rimini. Primancora aveva retto
il comando del
nucleo radiomobile di Roma
per quattro anni
per poi operare
nellambito dello
Stato Maggiore
della Difesa. Il
colonnello Grasso
vanta una prolungata esperienza
in terra calabrese,
dove ha guidato
il comando della
Compagnia dei
carabinieri di Locri in provincia di
Reggio Calabria
e il comando del
Reparto operativo del Comando
provinciale dei
carabinieri di
Vibo Valentia.

SOCIET 8

La Razieddha:
Il quartiere pi suggestivo
di Arturo Messina

Nel ricordo del prof.


Arturo Messina pubblichiamo, dalla sua ricca
produzione culturale,
un servizio giornalistico
apparso il 24 gennaio
scorso.
Nellultimo incontro del
Cenacolo della siracusanit, in via Scilla,
che Antonio Randazzo,
reduce dalla sua ultima mostra di scultura a
Gubbio, dove sono state
esposte, con il pi lusinghiero successo, le sue
meravigliose
cinque
sculture sui cinque monumenti pi importanti
di Siracusa (la porta
Ligny,
lApolleon,
lantico teatro, la fortezza Eurialo e lidealit di
Santa Lucia), ha fondato e conduce dallestate
scorsa ogni marted nel
suo garage divenuto un
autentico piccolo museo
che ognuno pu recarsi
a visitare ( e il turista
pu trovare anche i sevizi, acqua fresca e persino il servizio internet in
PC gratuitamente, visto
che non vi sono iscrizioni) ha interesse di conoscere meglio la citt
aretusea, la sua storia,
la sua letteratura, la sua
arte, i suoi monumenti
e pu prender parte alla
conversazione su tali argomenti.
Largomento precedente era stato sul mare di
Siracusa, quello di marted scorso stato sul
pi suggestivo quartiere
di Ortigia: la Graziella:
Il quartiere popolare
della Graziella- scritto
a pag. 186 di Leggende, paesaggi e personaggi siracusani che stata
letta per avviare la conversazione- detto cos
perch vi si venerava
soprattutto la Madonna
della Grazie, che era la
protettrice dei marinai:
era infatti una grande
grazia quando uno poteva da l partire, recarsi a
pescare e ritornare incolume con la propria barca. E tutti , marinai e pescatori, erano quelli che
vi abitavano con le loro
famiglie, perch generalmente era il porto
piccolo che ospitava ale
barche da pesca, perch
pi vicino al mare aperto. I pi anziani, che non
salivano pi in barca ma
ci mandavano i propri
figli, rimanevano a ter-

8 agosto 2015, sabato

Sicilia 8 AGOSTO 2015, SABATO

E stata descritta nel recente incontro del Cenacolo della siracusanit che Antonio
Randazzo, lo scultore-poeta che di siracusanit ne sa un pozzo tiene ogni marted

ra, stendevano le reti ad


asciugare o a rattoparle sulla lunga e ampia
banchina parallela a via
Gelone, che la gente del
passato chiamava Mascia rua ( dal francese
rue che vuol dire strada)

dellimpiccataLa seconda racconta che l


era sperduta una bambina maltese, figlia di
turisti venuti in visita a
Siracusa, che ritendendola con qualcuno dei
parenti e amici turisti,

liane e ci a motivo della particolare devozione che i pescatori e le


loro famiglie hanno nei
confronti della Madonna della Grazie. Che la
Graziella dei siracusani
sia sicuramente dedica-

Topografia Archeologica di Saverio Cavallari,, 1880-81, 0ve, a


testimonianza della sua
passata esistenza, nello
stesso luogo sorge unedicola votiva. La Graziella, cos come tutto il

Largomento
precedente era
stato sul mare
di Siracusa,
quello di marted scorso
stato sul pi
suggestivo
quartiere di
Ortigia: la
Graziella

dove oggi hanno realizzato quel ludibrio di


Taliu per il posteggio
delle macchine.
La Graziella confina con la Spirduta,
che poi porta a piazza
Archimede, attraverso il
groviglio delle di viuzze
abitate un tempo dagli
artigiani, e intorno alla
quale si raccontano ben
due leggende: la prima
(che si trova nel libro
citato a pagina 194) ha
per titolo A spirduta: angolo di Ortigia; l
appariva <u spirdu>

lavevano lasciata sul


posto.
Ma questo non lo raccontiamo e rimandiamo
chi volesse saperlo alla
lettura del libro, che trover nel sito con il citato
titolo, preferendo riferire ci che stato letto
consultando la pagina
del prof. Paolo Giansiracusa, proprio sullargomento dal punto di visto della storia dellarte:
Col nome di Graziella
sono chiamati molti dei
quartieri dei pescatori
delle citt marinare ita-

ta, dalla fede popolare,


alla Madonna dellla
Grazie, si capisce anche
dalle numerose icone e
sculture mariane sparse
lungo le vie Mirabella,
Dione, Vittorio Veneto
e della Grazie, accessi
principali, anche se indiretti i primi tre, al cuore del quartiere: il Largo
alla Graziella.
Al Largo della Graziella
fino a non molto tempo
fa sorgeva una cappelletta dedicata alla Madonna ( il particolare
rilevabile anche dalla

centro storico siracusano, ha assunto la fisionomia architettonica attuale attraverso i secoli:


nascendo da un a iniziale pianificazione greca
della quale rimane solo
il tracciato tortuoso di
Via Dione, subisce modifiche ad opera dei Romani ( via Resalibera e
via Mirabella) sono stati
chiari interventi castramentatio romana e poi
nei secoli del Medioevo
subisce trasformazioni,
abbattimenti ed aggiunte a causa dei terremo-

ti, degli incendi, delle


distruzioni belliche, del
cambiamento di gusto
ed esigenze.
Un locale veramente
caratteristico- ha poi
raccontato lo stesso
Antonio Randazzo- e
da tanti ben conosciuto
e frequentato era quello di Pirruccio, dove si
passavano intere serate
allegramente giocando
a briscola, a scopone, a
tre settee assaporando, diciamo cos per non
dire sbafando, ogni ben
di Dio, ma soprattutto il
polipo, che nessuno sapeva cucinare come lui!
Ancora c la documentazione del locale con
uno stemma che porta
i quattro assi delle carte
Nellintervallo
della
conversazione sono stata recitati, con il relativo accompagnamento
musicale costituito dalla
base della canzone specifica, i versi, in lingua
sarausana si intende,
della canzone: Picciotta da Razzieddha: O
picciutteddha, o picciutteddha cara/ figghiuzza
beddha, aduci e cosa
rara,/ da vaneddha chi
scura, da Grazieddha!//
Niuri li trizzi, chiaru lu
cori,/ ca focu ardenti ci
misi u Signuri//nu
focu ardenti chi ancora du suli/ Nun hai
dinari e mancu trisori,/
ma li to ricchizzi su li
biddhuizzi,/ li to durcizzi/ Tutti nhanu mmiria e nuddhu i po aviri,/
iddhi su oru ca nun si
po arrubbari,/ e su munita ca nun si po scanciari.//Quannu camini
pi strati du scogghiu/
tutti fai vutari e firmari pi taliari a tia//Chi
vampa fai acchianari
damuri, can un si stuta
chi!// La to vuccuzza
comu na rosa,/ e pumu
la fascciuzza,/ locchi
su perli:/ cu havi a tia,
miatiddhu!,/ ha priizza e
puisia,/ sempri cuntentu
si senti a sira,/ e cu n
un thavi, sarrusica e
suspira//Fimmini ci
ni su!/ qquantu si ni
po disiari;/ ma comu si
tu, picciutteddha/ da
Razzieddha,/ accuss
amurusa e beddha,/ tuttu
u munnu si po furriairi,/ nun si po certu mai
attruvari//A Sarausa,
pirci, shavi a viniri,/
paviri lu piaciri/ i ti
vidiri!

Al

via i lavori
per il ripristino del
collegamento autostradale della A19
Palermo-Catania,
tramite un by-pass,
in corrispondenza
del Viadotto Himera, seriamente
danneggiato dallevento franoso del 10
aprile scorso.
Ieri mattina Anas,
espletate le ultime
verifiche di legge previste dalle
procedure di gara,
ha provveduto alla
consegna dei lavori alle imprese
aggiudicatarie.
Nell'occasione erano presenti, tra gli
altri, il Capo del
Dipartimento della
Protezione Civile,
Fabrizio Curcio, il
Commissario delegato per l'emergenza Himera, Marco
Guardabassi, il Direttore della progettazione di Anas,
Ugo Dibennardo.
Risposte certe, in
tempi certi, in un
percorso condiviso
del Governo con
le amministrazioni
territoriali ci consentono oggi di poter aprire i cantieri.
ha dichiarato il
Ministro delle Infrastrutture e dei
Trasporti Graziano
Delrio - Siamo allinizio dellopera, in
una situazione compromessa e delicata,
ma impostata con
scelte responsabili.
Con lo stesso senso
di responsabilit ora
debbono procedere
i lavori in tempi celeri, ma soprattutto
potendo consentire
la massima sicurezza, degli operatori
in fase di cantiere,
e dei cittadini che
usufruiranno delle
infrastrutture.
Spero che la celerit, nel rispetto
delle norme e della
trasparenza, che abbiamo apprezzato
finora nelle attivit
del Commissario
Guardabassi e della

Ct-Pa, Viadotto Himera


consegnati i lavori

Sicilia 9

Presto la realizzazione della bretella


sullautostrada A19 Palermo-Catania
struttura di Anas, in
qualit di soggetto
attuatore, sia contagiose anche per
le imprese che da
oggi prendono in
mano i lavori ha
commentato il Capo

tratto di viadotto
interrotto. Questo
il nostro mandato:
porre in essere, nei
limiti delle risorse
a disposizione e dei
tempi dati, tutti gli
interventi necessari

ta ed adeguata alle
esigenze di mobilit
del territorio nel
pieno rispetto delle
norme ha affermato il Presidente
di Anas, Gianni
Vittorio Armani .

ne Civile Fabrizio
Curcio e il Commissario delegato
per l'emergenza Himera, Marco Guardabassi, e i responsabili e tecnici della
Regione Sicilia.

Delrio: Risposte certe,


in tempi certi,
in un percorso
condiviso del
Governo con
le amministrazioni territoriali ci consentono oggi
di poter aprire
i cantieri.

del Dipartimento
della Protezione
Civile, Fabrizio
Curcio . Infatti, il
nostro unico obiettivo, come sistema di
protezione civile,
sempre stato quello
di garantire, nel minor tempo possibile,
la realizzazione di
un collegamento
alternativo, e sicuro, per tutto il traffico veicolare che
quotidianamente si
muoveva lungo il

affinch la popolazione coinvolta


possa superare la
situazione di emergenza nella quale si
trova attualmente.
La consegna anticipata dei lavori
un nuovo ed importante passo avanti
verso la soluzione
dellemergenza del
viadotto Himera ed
il risultato dellimpegno e della volont comune di dare
una risposta concre-

Per consentire un
avvio rapidissimo
del cantiere, abbiamo lavorato con il
massimo impegno
per ridurre i tempi
tra esito della gara e
consegna dei lavori. "Anche in questa occasione - ha
proseguito Armani
- stata decisiva la
stretta collaborazione con il Ministro
delle Infrastrutture
Graziano Delrio, il
capo della Protezio-

A seguito della consegna, le imprese


Mazzei Salvatore
S.r.l. di Crotone,
Truscelli Salvatore
S.r.l. di Caltanissetta e Gecob S.r.l. di
Catania potranno
avviare concretamente le attivit di
cantiere.
I lavori, finanziati interamente con fondi
Anas, riguardano i
tre interventi necessari a ripristinare
la viabilit lungo

societ

lautostrada A19,
per i quali il 18
maggio 2015 stato
dichiarato lo stato
di emergenza dal
Consiglio dei Ministri: la demolizione
della carreggiata in
direzione Catania
del Viadotto Himera irreparabilmente
danneggiata dalla
frana; ladeguamento geometrico
e funzionale della
viabilit esistente,
tra cui la S.P. 24,
dallo svincolo di
Scillato fino al viadotto, necessario per
la circolazione in
sicurezza del traffico autostradale; la
realizzazione della
nuova rampa di accesso allautostrada
A19. Per questi due
ultimi interventi,
la conclusione dei
lavori prevista tra
90 giorni.
I lavori rientrano
nel piano degli interventi urgenti di
protezione civile
del Commissario
per la gestione
dellemergenza sul
viadotto Himera,
Marco Guardabassi, e consentiranno di ripristinare il
collegamento tra
Palermo e Catania
lungo un percorso
provvisorio significativamente pi
breve e con caratteristiche adeguate
al traffico autostradale, quindi anche
dei mezzi pesanti,
senza limitazioni di
sagoma e portata.
Anas, in qualit di
soggetto attuatore,
ha avviato le procedure di gara immediatamente a seguito
dellapprovazione
dei progetti da parte
del Commissario
Guardabassi ed ha
espletato con rapidit tutte le attivit,
arrivando ad aggiudicare i lavori in
anticipo anche rispetto allo stringente cronoprogramma
previsto dalla Protezione Civile.

SPECIALE 10

Sicilia 8 agosto 2015, sabato

8 agosto 2015, sabato

quando si dice natura polemica si intende nel significato proprio dellaggettivo, cio guerresca, bellicosa

Elogio del politeismo, l'appassionante


libro del filologo Maurizio Bettini
Lautore facendo sue le argomentazioni di Assmann sulle forme del monoteismo ebraico e princpi
che ne costituiscono il fondamento, afferma che il monoteismo ebraico una controreligione
di Paolo Fai

In una recente
intervista (La
Lettura-Corriere della Sera, n.
163), il decano
dei critici letterari statunitensi,
Harold Bloom,
alla domanda dellinviata
Alessandra Farkas: Crede in
Dio?, ha risposto che non crede
in Yahv (Bloom
ebreo), aggiungendo che il
culto occidentale di personaggi
letterari chiamati Dio molto
pericoloso e ha
creato una spirale infinita di
guerre, massacri
e violenza, tutti
i giorni sotto i
nostri occhi.
Lo sconcertante e drammatico massacro
perpetrato il 7
gennaio scorso
a Parigi dal fanatismo di estremisti islamici
franco-algerini
ai danni di giornalisti e vignettisti della rivista
satirica Charlie
Hebdo, mentre conferma la
disincantata affermazione di
Bloom, sollecita
una domanda,
molto inquietante, sulla natura polemica
delle religioni
monoteistiche.
Di tutte le tre
religioni monoteistiche: ebraismo, cristianesimo e islamismo,

nellordine in
cui, storicamente, si sono date.
E quando si dice
natura polemica si intende nel

significato proprio dellaggettivo, cio guerresca, bellicosa.


Basta scorrere le
prime pagine di

un appassionato
e appassionante
libretto di Maurizio Bettini, filologo classico e
antropologo del

mondo antico
nellUniversit
di Siena, Elogio del politeismo, il Mulino 2014, pagg.
156, euro 12, per
averne la risposta affermativa.
nellatto di nascita dellebraismo che infatti
sta scritto si
legge nellEsodo, nel precetto
che Dio rivolge a Mos al
momento della
consegna delle
Leggi: Io sono
il signore, tuo
Dio. []. Non
avrai altri di di
fronte a me. Non
ti farai idolo n
immagine alcuna di quanto
lass nel cielo n
di quanto quaggi sulla terra n
di quanto nelle
acque sotto la
terra. Non ti prostrerai davanti

a loro e non li
servirai. Perch
io, il Signore,
tuo Dio, sono un
Dio geloso. [].
Osserva quel che
ti comando [].
Gurdati bene
dal fare alleanza
con gli abitanti
della terra nella
quale stai per
entrare, perch
ci non diventi
una trappola in
mezzo a te. Anzi
distruggerete i
loro altari, farete
a pezzi le loro
stele e taglierete
i loro pali sacri.
Tu non devi prostrarti ad altro
dio, perch il Signore si chiama
Geloso: egli un
Dio geloso.
Bettini, facendo
sue le argomentazioni di Jan
Assmann sulle
forme del monoteismo ebraico e sui princpi
che ne costituiscono il fondamento, afferma
che il monoteismo ebraico
una controreligione, che in
quanto tale nega
ogni legittimit a
tutte le altre religioni e con esse
alle divinit che
vi sono onorate,
al punto che nel
seguito della storia culturale, il
rapporto con le
divinit degli altri evolver nel
senso di considerarle piuttosto
falsi di, o demoni, rispetto allunico dio che pu
essere ritenuto
realmente tale.
E difatti quellatteggiamento
mentale (la distinzione mosaica la chiama Assmann) dallebraismo pass
al cristianesimo,
se Dante al suo
Virgilio far dire
che visse nel
tempo de li dei
falsi e bugiardi,

ma anche allislam, cio alle


due religioni che
dallebraismo si
sono sviluppate
e che, nel mondo
contemporaneo,
mantengono
una diffusione e
unimportanza
tali, che questo
zelo esclusivo
per la verit della
religione (come
lo chiamava Gibbon) [] tocca il sentire, il
comportamento
e la vita stessa di
milioni di persone. Insomma,
lesclusivit del
proprio Dio rispetto a quello
delle altre religioni reca in s,
il caso di dire, il
peccato originale delle guerre di
religione (oltre a
quelle armate e
sanguinose, che
nel XVII secolo dilaniarono
Olanda, Francia,
Spagna e Inghilterra, ci sono state quelle teologiche, incruente
ma non meno
violente si pensi, allinterno del
cristianesimo,
alla questione
del filioque
e della controversia trinitaria
e al proliferare di eresie, e,
nellislam, i contrasti feroci tra
sunniti e sciiti,
sorti alla morte
di Maometto e
mai sanati), tra le
religioni monoteistiche e contro
le religioni politeistiche (le conversioni imposte
con veri e propri
genocidii ai nativi americani al
tempo dei conquistadores).
Per converso, le
societ politeistiche non hanno mai praticato
guerre di religione. Le poleis greche, gelose della
loro indipenden-

za, si dichiaravano guerra per


motivi politici
(democrazie vs
oligarchie). Anche la guerra tra
Greci e Persiani
non fu una guerra santa, di di
contro di, ma

di princpi eticopolitici contrapposti e inconciliabili: libert


contro dispotismo. Insomma,
il fanatismo religioso era ignoto
ai Greci. Ma anche ai Romani.

Proprio Roma
fornisce anzi lesempio pi esaltante e lungimirante di sincretismo religioso.
I Romani infatti
accoglievano nel
loro pantheon
parola greca di

Sicilia 11

cui si servirono
anche per nominare il monumento di Agrippa, dedicato a
tutti gli di e
davano cittadinanza alle divinit dei popoli
stranieri con cui
venivano a contatto, ampliando
senza pregiudizi
quel gi plurale
catalogo, in cui
ogni dio aveva
le sue funzioni
e i suoi riti, che
convivevano, in
pace e senza gelosia, con quelli
degli altri di.
Cos a Roma,
accanto ai templi
a Giove Capitolino, ad Apollo, a Minerva,
venivano eretti
santuari a Iside,
a Serapide, alla
Magna Mater di
Frigia, e si diffondevano culti
misterici, come
quello del dio
persiano Mitra,
mai perseguiti
dalle autorit per
intolleranza religiosa. Piuttosto,
precisa Bettini,
a Roma i casi

SPECIALE

di repressione
religiosa hanno motivazioni
prima di tutto
politiche, non
religiose nel senso moderno del
termine, proprio
perch politica
in quanto fa
tuttuno con le
leggi e i costumi
della citt
la religione dei
Romani.
[Quanto alla satira ma questo aspetto nel
libro di Bettini
non viene analizzato il suo
inventore, lateniese Aristofane,
sarebbe dovuto
andare bruciato
vivo, se ad Atene
ci fosse stata una
gerarchia sacerdotale occhiuta,
da Santa Inquisizione, a guardia
delle norme
religiose, visto
che il commediografo, tra i
suoi bersagli prediletti, metteva
proprio gli di,
ridicolizzandoli
senza autocensura. A Roma
le cose non andavano diversamente. Infatti,
a Ovidio, che
nelle Metamorfosi manipola i
miti tradizionali
consegnandoci,
degli di, ritratti
non convenzionali e impudichi,
spesso beffardi,
non fu inflitto da
Augusto lesilio
a Tomi, nellattuale Romania,
per questa sua
libert irriverente verso gli
di, ma per il
suo licenzioso
opuscolo Larte
amatoria, che
osava sfidare la
politica augustea
di restaurazione
morale, e per
aver favorito la
condotta scandalosa di Giulia
Minore, nipote
di Augusto].

attualit 12

8 agosto 2015, sabato

Sicilia 8 agosto 2015, sabato

LOSSERVATORIO

Tasi +30 per cento. Servizi zero. Evasione al 41 per cento

In arrivo nuove tasse


Sar settembre nero

E lassessore Scrofani certifica linefficienza del Comune

di Salvatore Maiorca

A settembre nuove tasse.


Estate siracusana con
lincubo. E sempre senza
servizi. Sar settembre
nero per i siracusani.
Sar il mese dellaumento del 30 per cento sulla
Tasi, gi preannunciato
dallassessore comunale ai Tributi, Gianluca
Scrofani, ovviamente
a nome e per conto del
suo sindaco: il renziano
Giancarlo Garozzo.
La Tasi, va ricordato, la
Tassa sui servizi indivisibili. Per qui abbiamo
la tassa (e pure pesante,
con aumento annunciato
per settembre) ma non
abbiamo i servizi.
Settembre sar il mese
in cui cominceranno a
pesare i tagli sulla sanit
imposti dal capobanda
Renzi: tagli alle analisi
cliniche, alle Tac, alle
Risonanze, ai farmaci, e

Viabilit come suolo lunare, trasporto pubblico al lumicino", evasione al 41 per


cento: certificata ma non perseguita. E balzelli comunali sempre pi pesanti. Il
Governo Renzi dice di tagliare, il Comune renziano invece raddoppiare
via discorrendo. Il quale
Renzi intanto promette
tagli di tasse per il 2016.
Ma quali tagli? La solita
tecnica: tagli ai servizi
subito, tagli alle tasse

dopo; forse. E poi i


tagli preannunciati dal
signor Renzi per il 2016
ricordate quali imposte riguardano? LIrap
(Imposta regionale per

le attivit produttive:
una imposta che va alle
Regioni) e la tassa sulla
prima casa (ex Imu,
oggi Tasi) che invece
il Comune di Siracusa

vuole mantenere e quasi


raddoppiare.
Anche qui la solita tecnica: i tagli alle imposte
li annuncia il principe
Renzi ma riguardano imposte regionali e
comunali. Le Regioni
quindi, non riscuotendo
pi limposta che Renzi taglier, imporranno
nuovi balzelli. Esattamente come gi succede,
da anni, per i Comuni.
E come i Comuni si
apprestano di nuovo a
fare. E il solito perverso gioco delle parti, nel
quale chi rimane preso
per i fondelli sempre
quel povero cristo che si
chiama contribuente. Ma
che sarebbe pi proprio
chiamare tartassato.
Insomma paga sempre
Pantalone. Come quel
che accaduto per lobolo della restituzione
della rivalutazione delle pensioni, bloccata

territorio Dopo lasportazione notturna della cassa bancomat a Palazzolo


Il plateale furto con
scasso di mercoled scorso al Banco di
Sicilia di Palazzolo
ripropone il problema
della sicurezza nella
intera zona montana.
Problema per qualche
tempo
dimenticato,
rimosso. Ma giammai
risolto.
E la soluzione sarebbe, se la politica la
volesse, una soltanto:
il potenziamento delle
forze dellordine operanti sul territorio, non
soltanto di Palazzolo
ma della intera zona
montana.
Nella notte di mercoled scorso dei criminali
incappucciati, armati
e con tanto di camion
hanno intimato ad alcune persone che ancora si attardavano a
tavoli dei bar di andar
via e poi hanno tranquillamente sfondato
la vetrina e asportato

Torna in primo piano la questione


sicurezza della zona montana

Il problema ha una soluzione soltanto: il potenziamento delle forze dellordine

la cassa del bancomat.


Ma del problema sicurezza purtroppo si
parla soltanto in occasione di eventi come
quello di mercoled
scorso a Palazzolo.
Poi tutto cade nel dimenticatoio di sempre.
Il problema sicurezza
non riguarda soltanto i centri abitati ma
anche la campagne.
C stato un periodo,
relativamente recente, in cui gli allevatori
del palazzolese erano
di frequente vittime
di abigeati. Una volta il furto del bestiame stato addirittura
consumato quasi in

presenza dei proprietari del fondo agricolo.


Quasi perch i ladri
hanno iniziato la loro
operazione in assenza dei proprietari. I
quali per sono arrivati mentre gli sgraditi
ospiti stavano completando lopera. Ma
sarebbe stato meglio
che fossero arrivati
dopo. Sono stati infatti
tenuti sotto la minaccia delle armi. Fino a
quando i ladri hanno
caricato il bestiame a
bordo di un camion,
hanno gettato lauto
dei padroni di casa in
un burrone e se ne sono
andati indisturbati.
Iimmagini dello scasso in banca e di abigeato Ora di abigeati si par-

Sicilia 13

dubbi di legittimit per


lassegnazione del servizio e per le assunzioni
di personale decise dal
sindaco rambo con
procedure sbrigative.
Va ricordato inoltre che
in provincia di Ragusa,
giusto per non andare lontano, lIrap non
si paga. E lassessore
comunale ai Tributi,
Gianluca Scrofani, naturalmente dintesa con
il suo sindaco Giancarlo
Garozzo, ha il coraggio di
dichiarare che laumento
dellIrap a Siracusa inevitabile perch qui non
abbiamo le royalties che
ha Ragusa. Certo: qui
stato bloccato tutto: porti
turistici, resort alla Pillirina, zona industriale,
rilancio della Borgata,
tutto. Quel si dice, con

enfasi turlupinante, che


dovrebbe essere il nostro
petrolio, bloccato, improduttivo. Su che cosa
si dovrebbe applicare
lIrap? Su quali attivit
produttive se tutte le attivit produttive sono state
colpevolmente bloccate?
Ora si parla di un probabile progetto di un altro
resort: stavolta nella zona
di Punta Ognina, dove
esistono vaste distese di
terreni abbandonati. Sarebbe di per s temeraria,
sotto il profilo economico, una iniziativa del genere in tempi come quelli
doggi. Ma gi si agitano
gli ambientalisti di turno.
Non per dire sediamoci
e parliamone: solo per
dire no: non si fa; punto
e basta. E la politica?
Non vuole rogne. E con-

divide i no. Oppure tace.


Si volta dallaltra parte.
E pasticcia. Un disastro.
Ci ritroviamo con la peggiore amministrazione
comunale da parecchi
decenni a questa parte.
C di pi. Lo stesso
assessore Scrofani ha
pure addotto un'altra
motivazione, ancor pi
balorda, per la decisione
di aumentare lIrap: qui
abbiamo una evasione
del 41 per cento sui tributi comunali. Ma cosa
fa lamministrazione comunale per combattere
questa evasione? Perch
non utilizza a dovere
la Polizia municipale?
Perch non sottoscrive
una convenzione con la
Guardia di Finanza per
perseguire efficacemente
levasione dei tributi
comunali?
Con questi amministratori
rassegniamoci dunque a
un settembre nero in arrivo. Qualcosa di simile al
Settembre nero descritto da Antonino Trizzino
nel suo libro edito nel
1956 e poi ristampato
nel 1963, 1964 e 1968.
Nel libro di Trizzino si
descrivevano le vicende
che portarono alla capitolazione dellItalia al
termine della seconda
guerra mondiale. Qui siamo sullorlo della nostra
Caporetto. Anche di tasse
si pu morire.

criminali fanno il loro


gioco. Pi volte stata
chiesta la elevazione
della stazione dei carabinieri di Palazzolo
a tenenza, con il compito di coordinamento
di tutte le stazioni della zona montana. Ma
non se n fatto nulla.
Quando inizi il fenomeno dellabigeato il
palazzolese Riccardo
Messina, che allora era
impegnato un politica
in prima linea, segnal

il problema al senatore Roberto Centaro,


allora presidente della
Commissione nazionale antimafia. Ma si
sent rispondere che il
presidente della Commissione
nazionale
antimafia non si occupa di abigeato.
Invano
lingegner
Messina tent di spiegare al senatore che
labigeato unattivit di gruppi criminali
organizzati, cio ma-

fiosi. Non se ne fece


nulla. E non se n
pi parlato.
Ora questa operazione bancomat ha riportato la questione sicurezza allattenzione.
Se ne parler per un
po. Forse. Poi si dimenticher. Tanto per
cambiare. Quello di
cui non si parler invece il potenziamento
delle forze dellordine
sul territorio.
s.m.

Settembre sar anche il mese in cui cominceranno a pesare i tagli sulla sanit
imposti dal capobanda: tagli alle analisi cliniche, alle Tac, alle risonanze, ai
farmaci, e via discorrendo. E Renzi intanto promette riduzioni di tasse
per il 2016. Con la solita tecnica: tagli ai servizi subito, alle tasse dopo; forse.
a suo tempo dallaltro
campione: il professor
Monti. Con laggravante,
in questo caso, di aver
innescato un pericoloso,
quanto falso, conflitto
intergenerazionale.
La restituzione, prima
spacciata per un bonus, stata imposta da
una sentenza della Corte
costituzionale. Ma non
stata eseguita integralmente: il rimborso
stato parziale, e non per
tutti i pensionati. Con il

solito pretesto: dobbiamo


salvaguardare le pensioni
per le nuove generazioni.
Falso. Le pensioni delle
nuove generazioni dovranno esser pagate con
i contributi che le nuove
generazioni dovranno
versare. Tanto pi per il
fatto che ormai (Fornero
impone) le pensioni si
liquidano con il metodo
contributivo: questo hai
versato di contributi,
questo ti spetta di pensione. Ma non potranno

esserci contributi se non


c lavoro. Per di pi,
grazie alla premiata ditta
Monti-Fornero, si tengono gli anziani legati fin
troppo a lungo ai loro
posti di lavoro, che invece dovrebbero andare
ai giovani. Soprattutto in
un periodo come questo
in cui il lavoro si deve
cercare con la lanterna di
Diogene. E in Italia abbiamo let pensionabile
pi alta dEuropa.
E questo il fronte sul

Da sinistra il "palazzo delle tasse" o del Senato


o Vermexio e il libro "Settembre nero" di Trizzino

la meno. Un po per la
diminuita frequenza
di colpi del genere ma
anche perch la gente
non denuncia pi: ha
perso la fiducia non
soltanto nel buon fine
della propria denuncia
ma anche nelle istituzioni, in tutto ci che
pubblica amministrazione.
Ci fu un periodo, intorno al 1991, in cui cominci a manifestarsi a
Palazzolo il fenomeno
delle estorsioni. Al rifiuto dei commercianti
di pagare il pizzo gli
estorsori rispondevano
con danneggiamenti ai
negozi. I commercianti si organizzarono in
ronde notturne per autodifesa. E la vicenda
fin sulle prime pagine
di tutti i giornali dItalia. Ci vollero lintelligenza e il buon senso
del prefetto Giuseppe
Romano, che si era
appena insediato, per
trasformare in collaborazione la protesta

e il faidate dei commercianti. Ma per ottenere questo risultato


la prima mossa del
prefetto Romano fu il
potenziamento delle
forze dellordine sul
territorio mobilitando
pattuglie di carabinieri, polizia e guardia di
finanza di tutta la provincia. La gente cap
di potersi fidare. E si
affid alle istituzioni.

Poi nata lassociazione antiracket. E la


gente stata coinvolta
nellazione di autotutela coordinata con
lattivit delle istituzioni.
Rimane comunque la
difficolt oggettiva di
sempre: la carente disponibilit di risorse
umane (come si dice
oggi) sul territorio. In
tutta la zona montana

quale bisogna agire: il


lavoro; liberare posti
di lavoro e generarne
di nuovi. Altrimenti gireremo sempre intorno
alla solita miseria e alla
solita presa in giro. Ma
rimaniamo sulla realt
strettamente siracusana.
A settembre scatter il
salasso del 30 per cento
in pi sulla Tasi: tassa sui
servizi indivisibili. Che
invece Renzi dichiara di
voler togliere. Ma quali
servizi indivisibili? Qui
non abbiamo n viabilit
n illuminazione pubblica n trasporto pubblico:
niente. Abbiamo strade il
cui fondo sembra suolo
lunare, qualche mezzo
dellAst che rimane in
panne per strada, i famosi
minibus navetta per i
quali sono stati sollevati

attualit

ci sono poco pi di
una dozzina di carabinieri. Cosa possono
mai fare per prevenire
reati e garantire sicurezza con efficacia e
tempestivit? Fanno
quel che possono. Sottoponendosi fra laltro
a una mole ingente di
lavoro. Ma non pu
bastare il sacrificio di
pochi a garantire la
sicurezza di tutti. E i

Cultura 14

Sicilia 8 AGOSTO 2015, SABATO

Alla ricerca della buona politica


il libro rivelazione di Nicola Bono

l libro dellex presidente della Provincia regionale di


Siracusa,
Nicola
Bono, dal titolo
Alla ricerca della buona politica,
edito da Nane. On.
Nicola Bono, nella
sua lunga carriera
politica stato anche sottosegretario
ai Beni Culturali e
parlamentare nazionale nelle fila
del
centrodestra,
dopo una presenza
anche allAssemblea Regionale Siciliana.
Ultimo presidente
di quelle che erano
le Province, oggi
Liberi Consorzi, e
ultimo
presidente dellAto idrico,
Bono ha dovuto
affrontare, in questa veste, non senza
rammarico, anche
vicende giudiziarie
che lo hanno coinvolto nello scontro
col gestore privato
SAI8 (oggi fallito
ed escluso, essendo
la gestione dellacqua in provincia
di Siracusa tornata
agli enti pubblici),
restandone per totalmente e limpidamente scagionato,
avendo agito solo
ed esclusivamente
nellinteresse
dellente e dei cittadini.
Il suo un libro sulla politica, anzi, la
buona politica, ma
anche un osservatorio sugli inciuci
delle lobby e dei
politicanti di ogni
razza.
Insomma, un libro
rivelazione, che,
partendo dai casi di
mala politica siciliana, si estende al
malcostume sociale
e alla corruzione
di tutto il sistema
amministrativo del
Paese,
offrendo,
tuttavia, una soluzione concreta per
la corretta gestione
della res pubblica
e della tutela del
Bene Comune.

Inciuci, lobby, affaristi e politicanti di ogni razza:


il testo offre una soluzione concreta per la corretta gestione

Libro rivelazione
di Nicola Bono sulla mala politica
L'ex
presidente
della Provincia regionale di Siracusa,
Nicola Bono, non-

zione della politica


italiana, ma offre
soluzioni e linee
guida per chiunque
avesse voglia di
aprire finalmente
gli occhi ed inizia-

birlo e ovviamente
anche agli aspiranti
politici di domani
oltre a quelli che
gi offrono il loro
contributo nelle diverse Amministra-

zione concreta per


la corretta gestione della res pubblica e della tutela
del Bene Comune.
Lautore del libro
Nicola Bono ex

Un libro rivelazione, che,


partendo dai
casi di mala
politica siciliana, si estende
al malcostume
sociale e alla
corruzione di
tutto il sistema
amministrativo
del Paese

In alto, ex presidente della Provincia regionale


di Siracusa, Nicola Bono
A fianco, la copertina del libo.

ch ex sottosegretario ai Beni culturali


di An, ha presentato presentato il suo
libro "Alla ricerca
della buona politica".
"Alla ricerca della buona politica"
un libro oggi pi
che mai necessario
e concreto perch
non si limita alla
sola denuncia del
malcostume e della dilagante corru-

re a capirne un po'
di pi della corretta
gestione della res
pubblica e del proprio territorio.
rivolto principalmente ai liberi
cittadini che devono acquisire consapevolezza
del
sistema
politico,
del suo funzionamento e degli incredibili mezzi di
cui dispongono per
orientarlo senza su-

zioni dello Stato


purch onesti.
Gli inciuci delle
lobby e dei politicanti di ogni razza
in un libro rivelazione che, partendo dai casi di Mala
Politica siciliana, si
estende al malcostume sociale e alla
corruzione di tutto
il sistema amministrativo del nostro
Paese
offrendo,
tuttavia, una solu-

sottosegretario ai
beni culturali che
ha voluto mettere
a nudo un mondo
fatto di intrecci governati dalla mala
politica. Ma non si
tratta solo di una
denuncia fine a se
stessa.
Lex dirigenti sia
siciliano che nazionale prima del
Msi poi di Alleanza
Nazionale, parteda
una approfondita

e compiuta analisi
dello stato attuale
offrendo pure le
soluzioni per una
gestione amministrativa
corretta
della res pubblica.
Il libro, che tratta
argomenti delicati e di strettissima
attualit, verr presentato direttamente dallautore A
Siracusa
Venerd
19 alle ore 17 presso Salone Amorelli
ad Ortigia, poi ad
Avola e Noto.
Lautore
Nicola
Bono. Nato a Modica, 9 ottobre 1952
vive da sempre ad
Avola, in Provincia
di Siracusa.
Laureato in Economia e commercio,
dottore commercialista. Nel 1986
stato eletto per
la prima volta Deputato
regionale
poi confermato nel
1991. Nel 1994
stato eletto per la
prima volta alla Camera dei deputati,
diventando il principale riferimento
di AN per le questioni economiche,
rivestendo il ruolo
di Relatore di Minoranza ai Disegni
di Legge sulle manovre Finanziarie.
Confermato
nel
1996, ha rivestito la
carica di Segretario
di Presidenza. Nel
2001 stato confermato Deputato per
la terza legislatura
consecutiva e chiamato a far parte del
Governo con lincarico di Sottosegretario di Stato per
i Beni e le Attivit
Culturali.
Eletto
per la quarta volta
nel 2006 alla Camera dei deputati.
Dal 17 giugno 2008
al 17 giugno 2013
stato Presidente
della Provincia Regionale di Siracusa
con oltre 2000 preferenze in pi rispetto alla somma
dei voti dei partiti
della coalizione.

8 agosto 2015, sabato

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Superato brillantemente lAdrano oggi si replica col Troina

Siracusa, primo acuto


ma calcio dAgosto
Novit Orefice: da centrale ad esterno di difesa.
Mascara il pi in palla. Apprezzata leleganza di Catania
e la velocit del giovane ivoriano Dezai Tresor

Chi

si aspettava
al DellEtna di
Adrano che la squadra di casa avrebbe
rispettato il ruolo
assegnatogli dallamichevole, e cio
quello di sparringpatner, si dovuto
ricredere perch gli
adraniti di Damiano Proto, sulla scia
dellentusiasmo per
la terza promozione consecutiva, ci
hanno dato dentro
con caparbiet, dimostrandosi a tratti
perfino pi in palla dei siracusani,
apparsi
piuttosto
imballati per via
dei carichi di lavoro ancora presto
per essere del tutto
smaltiti. Per questo

trinciare giudizi su
questa prima uscita
sarebbe prematuro e fuor di luogo
anche se non possiamo fare a meno
di sottolineare la
buona condizione
soprattutto di Mascara e Catania e
qualche buona giocata anche da parte dei giovani, con
livoriano Dezai in
grande
spolvero.
Tutto sommato una
prima prova da sufficienza piena sul
piano della volont e a tratti anche
sotto il profilo del
gioco, con sporadici squarci di quel
4-3-3 tanto caro
ad Alacqua che al
momento non pu

funzionare in modo
ottimale per la fase
di
preparazione
ancora allo stato
iniziale e per levidente assenza di
alcune pedine. Alla
fine,
entusiasmo
alle stelle dei tifosi
adraniti presenti al
DellEtna, con il
presidente Pulia e
tutto il suo entourage ad augurarsi che
lamichevole
col
Siracusa costituisca un buon viatico
per gli etnei risaliti
in promozione nel
giro di tre anni. La
seconda
amichevole, in programma oggi, vedr gli
azzurri
misurarsi
con il Troina del
presidente Leanza,

In foto, Dezai (20) con la maglia dellAkragas in azione.


promosso per ripescaggio in eccellenza e affidato alle
cure di Giuseppe
Pagana. Si tratter di un avversario
certamente di caratura superiore che
impegner
ancor
di pi la squadra di
Alacqua, in vista
del test definitivo
col Palazzolo che
alla vigilia del primo turno di Coppa
Italia dovrebbe cominciare a dare una
prima indicazione
sulle
potenzialit del Siracusa. E
comunque calcio

Pallanuoto, alla Terrazza-Fanusa al via


il torneo del mare targato Ortigia

Calcio, presentata
la campagna abbonamenti
del Citt di Siracusa

Nelle giornate di oggi e domani, si

rimasti soddisfatti
i tanti
appassionati di fede azzurra che, in maniera educata, hanno assistito alla conferenza di stamane alla sala Archimede,
complimentandosi con il Direttore Generale Simona Marletta, dopo le interviste di rito, per i programmi della societ.Presentata la campagna abbonamenti
2015-16. Tante le novit che sono state
illustrate dal dirigente azzurro. Lo slogan, Ancora tanta fame di Conquista
racchiude tutto. In primis il desiderio
del Citt di Siracusa di essere parte integrante della collettivit e di avere il
maggior numero di tifosi al seguito.
Nello specifico, in ordine al costo degli
abbonamenti si pagheranno, fra prezzo
intero e ridotto importi che vanno dai
55 euro ai 35 euro per la Curva Anna;
la tribuna laterale osciller fra gli 80 e
50 euro, la gradinata fra i 90 e i 55 euro
e la Tribuna Corrado Siringo fra i 160 e
i 110 euro.Previsti anche agevolazioni
con il piano famiglia che prevede che
per i nuclei di 3 persone, il terzo abbonamento sar gratis. Abbonamento
ridotto previsto per gli over 60, donne,
under 18 e studenti universitari. In or-

svolger il torneo di pallanuoto a mare


Waterpolo Cup Terrazza Fanusa.
Levento, organizzato in collaborazione con il Circolo Canottieri Ortigia,
vedr la partecipazione di squadre
delle categorie Under 11, 13, 15, 17,
giocatori professionisti e Master provenienti da tutta la Sicilia.
Tra i partecipanti, certa anche la
presenza dei siracusani Valentino
Gallo e Christian Napolitano, e dellex
nazionale azzurro Roberto Calcaterra.
Si comincer oggi, alle ore 9:45, con il
raduno degli Under 11. A seguire, poi,
le partite delle squadre Under 13 e 15.
Alle ore 13, il lido Terrazza Fanusa,
offrir il pasto a tutti i partecipanti
e, subito dopo, andranno in acqua le
squadre miste formate da Under 17,
giocatori professionisti in attivit, ex
giocatori e Master. Stesso copione
anche nella giornata di domenica,
quando, alla conclusione del torneo,
si proceder con la premiazione delle
squadre vincitrici e dei partecipanti e
si proseguir, poi, con un aperitivo per
trascorrere insieme la serata.

Saranno

dAgosto. Calcio
da prendere con le
pinze in attesa di
conoscere il novero
delle contendenti
che gli azzurri saranno chiamati ad
affrontare. Fervono
intanto le trattative
per fornire ad Alacqua quei due, tre
puntelli che ancora
sembrano mancare
alla squadra per i
quali si punta anche alla prossima
sessione taorminese del calciomercato che si terra nella
Perla dello Jonio
dal 24 al 25 Agosto

e che oltre a rappresentare una vetrina


di occasioni per le
squadre ancora incomplete, costituir
loccasione propizia per la dirigenza
del Siracusa di conoscere e stringere
buoni rapporti con
direttori sportivi di
squadre di mezza
Italia e procuratori
di giocatori svincolati, nellottica della creazione di una
buona rete di conoscenze da sfruttare
al momento opportuno.
Armando Galea

dine al costo del biglietto singolo, si


pagheranno, fra prezzo intero e ridotto,
dai 6 ai 4 euro per la curva Anna, dagli
otto ai 6 euro per la tribuna laterale, dai
10 ai 7 euro per la gradinata e dai 15 ai
12 euro per la tribuna Corrado Siringo.
Linizio della campagna abbonamenti
sar martedi 11 agosto e chi eserciter
il diritto di prelazione dal 11 al 18 avr
uno sconto del 10 %. I centri abilitati saranno le agenzie Planet Win 365
di via Arsenale 44 e Premier Win 365
di via Torino 152. E nel corso della
conferenza stata anche ufficializzata
la convenzione triennale fra Citt di
Siracusa e Amministrazione comunale
per la gestione del De Simone. Siamo
soddisfatti - ammette lAssessore al
Patrimonio e Bilancio, Gianluca Scrofani- un lavoro sinergico che dar grandi risultati e che permetter alla citt di
vivere lo stadio anche per altri eventi.
Il direttore generale Simona Marletta
si soffermata sullimportanza di poter disporre dell impianto ai fini della programmazione societaria. E una
giornata storica conclude il direttore
generale - sono state poste le basi per
programmare un futuro ricco di soddisfazioni. Fra i nostri obiettivi c quello di riportare i bambini allo stadio, un
progetto con il mondo della scuola che
avvicini i piccoli, che entreranno gratis, alla squadra della propria citt.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 8 agosto 2015, sabato

Capillo:
Siamo
soddisfatti
di aver trovato
un atleta
con le caratteristiche
anagrafiche
e tecniche che
cercavamo

Pallanuoto, Lisica il primo


colpo di mercato della 7 Scogli
Sar

Vinko Lisica, croato, classe 1993 il nuovo


straniero del Circolo
Canottieri
7 Scogli. Giocatore universale e
completo proviene dallo Jadran
Spalato dove ha
disputato le ultime 5 stagioni. E'
un giocatore che
pu coprire pi
ruoli in attacco e
pu anche essere
utilizzato come
marcatore
del
Centroboa.
Siamo
soddisfatti - dichiara il
presidente della
7Scogli, Marco
Capillo - di aver
trovato un atleta
con le caratteristiche anagrafiche e tecniche
che cercavamo e
il suo entusiasmo
nei confronti della nostra societ
ci ha positivamente colpiti. Sin
da subito Vinko
ha dimostrato un
grande interesse

Felice del nuovo arrivo anche il tecnico Aldo Baio che ha dichiarato:
Si tratta di un ottimo giocatore ancora giovane ma di grandi potenzialit
verso la nostra
compagine societaria e sapere da
lui che la 7 Scogli e' una realt
stimata anche a
Spalato, culla della pallanuoto, e'
motivo di grande
orgoglio.

Vinko Lisica si
messo in evidenza nel suo campionato di appartenenza, uno
dei pi difficili
al mondo, e con
l'approdo nell'A2
italiana potr accrescere ulterior-

In foto, il presidente Capillo.

mente le sue doti


tecniche e la sua
visione del gioco. "La sua giovane et e le sue
caratteristiche
- prosegue Capillo - si coniugano
perfettamente con
l'ambizioso progetto del Circolo
Canottieri 7 Scogli che dopo una
esaltante stagione nel suo primo
campionato di A2
sta tracciando le
linee guida in vista del prossimo
campionato.
Felice per lacquisto anche coach Aldo Baio
che dichiara: Si
tratta un ottimo
giocatore, ancora giovane ma di
grandi potenzialit, che proviene da una delle
migliori
scuole
di pallanuoto al
mondo. Sono cer-

to che ci dar un
grandissimo apporto sia dal punto di vista umano,
in quanto si tratta
di un bravissimo
ragazzo, ma soprattutto dal punto di vista tecnico
poich abbiamo
ricevuto
ottime
referenze
Dopo le conferme di Emanuele
Pipicelli, Simone
Morachioli, Yvan
Messina, Marco
Tagliaferri, Marco Toldonato e
dei veterani Deni
Zovko,
Renzo
Puglisi e Mauro
Bordone continua Baio ci servono ancora due
innesti per completare la rosa oltre alla conferma
di Enrico Giacoppo che io, personalmente, conto
di trattenere dopo
aver trovato laccordo con lOssidiana Messina
che proprietaria
del cartellino.

Calcio,
seconda
uscita stagionale a
Biancavilla
per il Citt
di Siracusa

opo la gara di
Adrano di ieri, il
Citt di Siracusa
torner in campo
oggi alle ore 18 a
Biancavilla. Avversario di turno
degli azzurri sar il
Troina.
Per la seconda
uscita stagionale
mister Alacqua ha
convocato i seguenti elementi:
Scordino, Serenari,
Orefice, Petrullo,
Milizia,
Santamaria,
Marullo,
Mascara, Catania,
Chiavaro, Napoli,
Palermo, Di Grazia, Aiello, Scarano, Liistro, Figura,
Addamo, Martines,
Dezai, Gennarini,
Giordano, Monterosso e Vindigni.
E rientrato in
gruppo
Giordano, mentre lavoro
a parte per Figura
che ha avvertito
un dolore al piede
destro, e terapia
per Mascara per un
leggero affaticamento muscolare.
La squadra questa
mattina alle 9,30,
sosterr la seduta al De Simone e
dopo raggiunger
Biancavilla per la
gara.
Per quanto riguarda il lavoro pomeridiano stato
caratterizzato da
lavoro psicocinetico in avvio, a cui
sono seguiti esercizi tecnico-tattici
in fase difensiva e
lavoro per la circolazione della palla
a tre porte. Infine
situazioni e sviluppi di 11 contro zero
, partite a tema e
attivit aerobica finale.

Interessi correlati