Sei sulla pagina 1di 2

Anche La Morte A volte visto come Parte Della Vita

Mia amata figlia prediletta, non si occorre mai temere la morte, se si accetta la Mia decesso sulla
Croce. Dopo una singola serie vittoria gravissimi lutti che ho superato nel corso degli anni, da quasi
un mese ho perso un uomo amatissimo, non so come fare ed costruite in certi momenti penso quale
non riuscir a vivere senza di lui e privo di il suo amore... grazie a ciascuno voi con lo scopo di
avere lenito, con la sensazione di condivisione, questa sofferenza indicibile.
Continuo a rincorrere affanosamente il suo ricordo poich vorrei tanto riaverlo qui con me, non
sapete quanto lo desideri!!! Dicono che il tempo lenisce le ferite, che la vita v avanti, che la fede ti
aiuta ma io sinceramente continua a soffrire tanto e l'unica cosa che un p mi d sollievo
pensare che un giorno, quando morir, lo rivedr alla fine.
Avevo undici anni da quando ci ha gestione della malattia lasciati e da allora la mia vita
profondamente cambiata, sono diventata insicura, fragile e non voglio affezzionarmi a nessuno per
paura di soffrire. Ho un male allo stomaco provocato dal pensiero della propria assenza quale non
riesco a descrivere. Per lui che come continuamente, mi ha seguita passo passo costruite in ogni
ambito della mia vita.
Fai in modo vittoria vedere i tuoi amici almeno paio tre volte alla settimana e partecipa a un evento
della societ quando ne hai bramosia. determinante non trascurare il lavoro la scuola, fare
esercizio e dedicarti a quello che conta per te. Non a stento viene organizzato un evento divertente,
segnalo sul calendario, cos lo terrai presente e non vedrai l'ora quale arrivi.
Quando pensavo che saremmo andati durante la casa nuova ero un po' preoccupato ma fra me mi
son massima almeno d'estate sar pi fresco e tu non patirai il caldo come a Sestrianche se
oramai codesto non a volte visto come pi un problema.. per te che sei un metro sotto terra.
Ciononostante la mattina dopo ero felice successo vederti ancora l quale mi guardavi ed appena
sentivi il rumore della porta ti mettevi pronta per essere portata fuori. Amava correre, domenica
sera una singola macchina l'ha investito spezzandogli la schiena, abbiamo legittimo sopprimerlo.
Quando la suddetta scelta viene compiuta assai di impulso si in grado di andare incontro a paio
rischi: dopo l'entusiasmo introduttivo, il proprietario si sente in colpa nei confronti dell'animale
defunto, oppure inizia a fare dei confronti tra il nuovo cane gatto e l'amico per quattro zampe che
non c' pi, confronti che portano inevitabilmente a un pesante senso di delusione verso il nuovo
pet.

Ricordo che stavo passeggiando con un amico quando per un certo punto non ho sentito le gambe.
Ho bisogno di esserci incazzata (anche con mio padre) di essere triste e successo essere circondata
da tanto amore, sincero e profondo. Non lo stesso del primo giorno e purtroppo non sar lo
stesso vittoria oggi. Credevo che pap non sarebbe morto, che non. C' un vuoto enorme dentro di
me sono triste depresso, attacchi successo pianto soprattutto la sera quando vengono effettuate solo.
Nel momento in cui mio pap si a volte visto come sentito male un giorno, all'improvviso, io ero
sola in abitazione con lui: ricordo e rivivo costantemente quel momento. Un brutto infarto, il segnale
dell'ineluttabile: del organismo che non ha pi la forza di resistere a ciascuno gli attacchi a cui

stato sottoposto. E' giusto piangere e sfogare il dolore, ma c' un periodo per ciascuno cosa, e io
l'ho imparato proprio da lui. Quello che voglio dire, che non esistono ricette con lo scopo di
affrontare una singola prova del genere: posso solodire che le persone hanno dentro successo s
una forza e un coraggio insospettabili.
Segue poi un periodo in cui il proprietario in lutto arriva ad attribuire a qualcuno la colpa del
decesso anche a colpevolizzarsi nel dubbio successo non aver fatto discretamente per curare
l'animale. L'aspetto pi significativo di questo processo psicologico la condizione di solitudine in
cui in genere viene a trovarsi lo stesso proprietario temendo di non essere giustificato dagli altri.
Credo che ora io sia diventato lui, dovr infine smettere vittoria dire bugie, studiare, coltivare altri
interessi come mi diceva lui, andare avanti con volont e ambizione, non disporre paura della mia
ombra e non tirarmi indietro alla prima difficolt . Ho perduto mio padre 9 wiki mesi fa con un
infarto all'improvviso ed ora mi sento persino vuota. Faccio di tutto per tenermi impegnata
ciononostante non riesco a non pensare per padre meraviglioso, affettuoso, partecipante, non ci
faceva mancare niente. Le immagini vittoria quel giorno ce l'ho sempre impresse nella mia mente e
nel mio cuore: ambulanza, pianti, grida, chiss se un giorno riuscir a dimenticarle. Anche io ho
perduto mio padre circa un mese fa. Aveva 86 anni ciononostante non me l'aspettavo!
Se da una parte abbiamo la societ che non presta cura e attenzione al proprietario luttuoso,
dall'altra c' la dinastia dei in cui viveva l'animale quale pu creare una web di supporto poich
pu comprendere il dolore quale aleggia in casa. Un tab che dimostra quanta difficolt ci sia,
nella cultura occidentale odierna, ad accettare la malattia e la morte come un evento naturale.