Sei sulla pagina 1di 1

10

Attualit

MESSAGGERO VENETO MERCOLED 10 GIUGNO 2015

BRUXELLES

Manifestazione per i diritti dei gay

CITT DEL VATICANO

Solo tre giorni dopo aver annunciato che sono imminenti le sue
decisioni sui fenomeni di Medjugorje, papa Francesco lancia un
eloquente segnale su quale potr essere il suo orientamento. E
si pu parlare di autentico scetticismo, se non di una vera e propria sconfessione dei veggenti.
Loccasione stata lomelia della messa mattutina a Santa Marta, dedicata ieri allidentit cristiana e ai tanti pericoli di annacquarla. Tra questi, il Papa
ha elencato il caso di coloro che
sempre hanno bisogno di novit
dellidentit cristiana e hanno
dimenticato che sono stati scelti, unti, che hanno dentro la
garanzia dello Spirito, e cercano: Ma dove sono i veggenti
che ci dicono oggi la lettera che
la Madonna ci mander alle 4
del pomeriggio?. Ma questa
non identit cristiana - ha affermato -. Lultima parola di Dio
si chiama Ges, non ce n unaltra!.
Parole che arrivano come una
sonora bocciatura sia dellatteg-

Il Parlamento europeo chiede ai


paesi e alle istituzioni Ue di tenere conto dellevoluzione del
concetto di famiglia per estendere le norme e le tutele anche a
quelle gay o monoparentali. Come si legge nel testo di una raccomandazione sulla parit di genere, approvata ieri a maggioranza (341 voti a favore, 281 contrari e 81 astensioni), gli eurodeputati raccomandano, dal momento che la composizione e la
definizione delle famiglie si
evolve nel tempo, che le norma-

Parlamento Ue riconosce le famiglie gay


tive in ambito familiare e lavorativo siano rese pi complete per
quanto concerne le famiglie monoparentali e genitorialit
LGTB.
Gi tre mesi fa, alla sessione
plenaria di marzo, lo stesso Parlamento di Strasburgo aveva votato una relazione in cui si prendeva atto della legalizzazione
del matrimonio e delle unioni
civili tra persone dello stesso

di GIAN LUIGI GIGLI*

entre alla Camera si discutono mozioni che


chiedono al Governo
di ritirare la circolare inviata ai
Prefetti dal Ministro Alfano,
forse opportuno sottolineare
due aspetti trascurati della sentenza del Tar del Friuli Venezia-Giulia, che pure ha sancito
lillegittimit dellannullamento della trascrizione delle nozze
gay nel registro di stato civile di
Udine, disposto dal Prefetto Raimondo.
Infatti,nella stessasentenza, i
giudici amministrativi hanno
anche qualificato le trascrizioni
come atto chiaramente contrario alla legge e sono arrivati a dire che il comportamento dei
Sindaci in grado di causare un
grave vulnus al sistema democratico. Non solo: il Comune di
Udine, che proprio al Tar era ricorso per eccepire la circolare
con cui il prefetto aveva annullato la trascrizione di un cosiddetto matrimonio tra due persone dello stesso sesso, stato dallo stesso Tar estromesso dalla
causa per mancanza di interesse per la collettivit. In altre parole,adavviso del Tar,il sindaco
di Udine, Furio Honsell, non
aveva alcuna ragione di impegnare
lamministrazione
comunale in un giudizio e di
spendere denaro pubblico per
sostenerlo. Risultato: i giudici
amministrativi hanno trasmesso le spese di giudizio sostenute
finoradalComune diUdinealla
Corte dei Conti per un eventuale risarcimento. Se ci avvenisse, a rimetterci di tasca propria
non sarebbe il primo cittadino
ma, ancora una volta, i contribuenti dei quali il sindaco si

vile di Milano ha stabilito che


non un matrimonio tra omosessuali e quindi va trascritto
nel registro dello stato civile
quello contratto nel 2011 in Argentina tra un ragazzo italiano e
il suo compagno transessuale
argentino, il quale, nel giugno
del 2012 ha ottenuto nel suo Paese il cambio di sesso e di nome
da maschile a femminile senza
per sottoporsi ad alcun inter-

Il Papa su Medjugorje
No ai veggenti a orari
Non fede cristiana
In vista del pronunciamento Vaticano sulle apparizioni
Francesco esprime scetticismo sui messaggi mariani

Papa Francesco

giamento di chi vive la fede non


con la forza interiore dello Spirito e con la propria testimonianza, ma aggrappandosi ai
presunti fenomeni soprannaturali, sia soprattutto di chi promette messaggi mariani a cadenza fissa. Bergoglio non ha citato il caso dei sei veggenti di
Medjugorje, ma lesempio da lui
fatto inequivocabile. E non la

prima volta. Gi nellomelia del


14 novembre 2013, sempre a
Santa Marta, ragionando sullo
spirito della curiosit mondana che genera confusione e ci
allontana dallo Spirito della sapienza, a un certo punto aveva
detto che la curiosit ci spinge a
voler sentire che il Signore qua
oppure l; o ci fa dire: Ma io conosco un veggente, una veggen-

va risposto ai giornalisti che sui


fenomeni di Medjugorje siamo
l l per prendere delle decisioni, mentre a breve, alla Congregazione della Dottrina della Fede in programma una feria
quarta (apposita riunione dei
cardinali e vescovi) sulla base
del lavoro fatto dalla Commissione di studio su Medjugorje
istituita da Benedetto XVI nel

servito per fini ideologici e propagandistici.


Se dunque a Udine lefficacia
giuridica dellautografo del sindaco per questo genere di atti
nulla, auspicabile cheprestosi
possa assistere allo stesso epilogo anche a Roma e in altri comuni. Intanto, per, Ignazio Marino continua imperterrito
a illudere le coppie omosessuali
che a lui si sono rivolte,
convinte della validit giuridica
delle loro nozze, e solo pochi
giorni fa non ha esitato a firmare altri 17 atti contrari alla legge.
Bench, come sottolineato dal
Tar friulano, a questo genere di
iniziative manchi il presuppo-

alla Procura della Repubblica


presso il Tribunale di Udine,
perch valuti l'eventuale esercizio dei suoi poteri abrogativi di
un atto di trascrizione chiaramente contrario a legge. Di
fronte a questo dispositivo il
Procuratore facente funzione di
Udine, Raffaele Tito si affrettato a dichiarare: Ora provvederemo in conformit. Ci auguriamo che anche altre procure
possanoseguirnelesempio.
Per superare limpasse dei poteri sarebbe tuttavia necessario
che il Governo adottasse iniziative, anche di rango normativo,
volte a prevedere la nullit delle
trascrizioni sui registri dello stato civile dei matrimoni contratti
all'estero da persone dello stesso sesso al fine di evitare il perpetuarsi di atti contrari alla legge.
Nelle more di una tale iniziativa legislativa, sarebbe forse opportuno che, per evitare che siano i cittadini stessi a presentare
esposti presso le procure inattiveper impedire ilpermanere ed
il diffondersi di atti illeciti, sia il
governo stesso a chiedere ai Tribunali di disporre gli atti che lorocompetono.
Confidiamo anche che sulle
mozioni a sostegno dei Sindaci
trendy allesame del Parlamento il Governo non vorr smentire quanto ripetutamente affermato, rispondendo alle interpellanze e interrogazioni da noi
presentate in questi mesi a
Montecitorio: sul matrimonio
la Costituzione parla chiaro e la
stessa Corte Costituzionale lo
ha autorevolmente ribadito pi
volte. Non sono dunque ammesse scorciatoie e chi vuole
cambiare la famiglia prevista
dalla Costituzione deve assumersi lonere di cambiare la Costituzionestessa.
*Capogruppo PerlItalia-CD
Commissione Affari Costituzionali
Camera

lopinione

IL GOVERNO
TUTELI
LE FAMIGLIE

sesso in un numero crescente di


paesi nel mondo, attualmente
17 incoraggiando le istituzioni e gli Stati membri dellUe a
contribuire ulteriormente alla riflessione sul riconoscimento
del matrimonio o delle unioni
civili tra persone dello stesso
sesso in quanto questione politica, sociale e di diritti umani e civili.
Intanto la Corte dAppello ci-

vento chirurgico.
Per i giudici il matrimonio
perfettamente conforme al paradigma eterosessuale e come
tale valido anche per lOrdinamento italiano. La vicenda riguarda una coppia che nel 2011,
quando entrambi erano per
lanagrafe di sesso maschile, si
sposata a Cordoba, a 700 km da
Buenos Aires. Lanno successivo il transessuale argentino ha
chiesto e ottenuto, alle autorit
del suo Paese, la rettifica del
sesso maschile in femminile
pur senza essere sottoposto ad
alcun intervento chirurgico.

sto
fondamentale
dell'
interesse generale, anche Marino, come ha fatto Honsell, non
esita per sostenerle a scaricarne
il costo sulla collettivit, spese
dicerimonialecomprese.
I giudici amministrativi non
hanno mancato di rilevare un altro aspetto fondamentale: per il
Tar, infatti, lintervento per lannullamento delle trascrizioni
spetta al procuratore della Repubblica, soggetto preposto alla tutela del pubblico interesse,
il quale pertanto pu e deve agire anche per la tutela della legalit violata e quindi per espungere un atto non conforme a legge. Da qui il dovere del Tar di
inviare gli atti della controversia

te, che riceve lettere dalla Madonna, messaggi dalla Madonna. E aveva commentato: Ma,
guardi, la Madonna Madre! E
ama tutti noi. Ma non un capo
ufficio della Posta, per inviare
messaggi tutti i giorni. E gi allora lantifona era stata chiara.
La nuova uscita del Pontefice
arriva dopo che sabato sera, sul
volo di ritorno da Sarajevo, ave-

2010 e guidata dal cardinale Camillo Ruini, la cui relazione stata consegnata a Francesco.
Hanno fatto un bel lavoro, un
bel lavoro, ha sottolineato. A
questo punto, visto anche quanto detto da Bergoglio, tutto lascia pensare che la decisione sar negativa e che non riconoscer la soprannaturalit delle
apparizioni.

Obama, giallo ad Aviano


LAir force two in Base: indizi e non conferme sulla sua presenza
di Ilaria Purassanta
PORDENONE

giallo sullarrivo di Barack


Obama ad Aviano. La sagoma
inconfondibile del Boeing 747
con la livrea azzurra il celebre
Air force stata avvistata a met della pista della base Usaf per
tre giorni di seguito, dando la
stura a una ridda di congetture,
che sono rimbalzate dal paese
al web. I tempi collimerebbero
con la partecipazione del presidente degli Stati Uniti dAmerica al vertice del G7 a Garmisch-Partenkirchen in Germania, dove Obama arrivato alle
7 del mattino di domenica a
bordo dellelicottero Marine
one per poi ripartire, a bordo
dello stesso mezzo, luned, al
termine della conferenza stampa conclusiva del summit e raggiungere nuovamente lAir force one, verso nuove destinazioni.
In questo quadro sarebbe stata plausibile una tappa avianese del numero uno a stelle e strisce o del suo entourage pi
stretto. Tanto pi che i Notam
(Notice to airmen, le informazioni di servizio degli addetti ai
lavori) davano il divieto di sorvolo sopra la base Usaf di Aviano fino alle 14.10 di luned 8 giugno. Proprio luned secondo
voci di corridoio il Boeing 747
decollato. Alla volta della Germania? Nulla trapela dagli ambienti militari. Sopra il cielo della base c stato parecchio movimento nei giorni scorsi: domenica, infatti, sono arrivati anche gli F-15 dalla base Lakenheath della Raf, in Inghilterra, trasferiti temporaneamente per
consentire la realizzazione dei
lavori di manutenzione sulla pi-

Il presidente Obama con la moglie le figlie

sta inglese.
Dalla base di Aviano non arriva conferma del blitz di Obama
nel sito militare pordenonese.
Ma nemmeno una smentita, visto che il comandante Michael
Hertzog II invita a rivolgersi,
per delucidazioni, direttamente alla Casa bianca. Le voci, per, hanno varcato il reticolato
che circonda la base Usaf e il segreto di Stato. Tutto ci che
concerne il presidente degli Stati Uniti dAmerica questione
di sicurezza nazionale. Sarebbe
comprensibile, pertanto, il riserbo sulla questione. Non solo. Sui siti degli appassionati
laereo presidenziale stato addirittura immortalato, in atterraggio, sullo sfondo delle cime
boscose di Piancavallo: la fotografia stata pubblicata on line
nella serata del 5 giugno. Dal
numero di serie, perfettamente
visibile negli scatti, emerge, per, che si tratta dellAir force

two, ovvero il secondo velivolo della flotta presidenziale a


stelle e strisce. Da qui lipotesi,
circolata anche in ambienti vicini all a base Usaf, che per Aviano sia passata la first lady e non
il presidente Usa. Michelle Obama, peraltro, aveva preannunciato una sua visita allExpo di
Milano lanno scorso. Intendimento confermato, proprio in
questi giorni, da una nota della
Casa Bianca. La first lady attesa fra il 15 e il 21 giugno in Italia,
insieme alle figlie Malia e Sasha
e alla madre Marian Lois Robinson. Prima ancora Michelle far
tappa a Londra.
probabile, dunque, che il
velivolo presidenziale ritorni a
fare capolino nella Pedemontana in occasione della visita di
Michelle allExpo, dove la first
lady promuover Lets move,
la campagna per unalimentazione pi sana, in modo particolare per i bambini.