Sei sulla pagina 1di 2

Creare un file in formato .

pdf
Il formato di un file determinato dal software con cui stato creato il file e viene indicato tramite
lestensione, cio lindicazione nel nome del file di tre lettere unite al nome da un punto
(generalmente rimandano al nome del software). Ad esempio, un file creato con il programma
Word avr unestensione .doc cos come uno creato con Excel avr .xls.
Il PDF (Portable Document Format) un formato creato da un software della Adobe, molto diffuso
in quanto consente di acquisire e visualizzare in modo affidabile informazioni provenienti da
qualsiasi applicazione o sistema di computer. Questo formato viene utilizzato per realizzare file
che, pur mantenendo una visualizzazione completa dei dati, non possano essere modificati
accidentalmente.
Esistono diversi software per realizzare un file in formato PDF, alcuni a pagamento, come Adobe
Acrobat, altri gratuiti, come, ad esempio, CutePDF Writer o PDF Creator. Questi programmi, in
sostanza, creano unimmagine grafica del documento, trasformandolo (qualunque sia il formato
originario) tramite la funzione di stampa.
Infatti, se nel computer stato installato un programma per la conversione in pdf, nella finestra di
comando Stampa, tra i nomi delle stampanti se ne trover anche una virtuale con lo stesso nome
del programma (p. es. CutePdf Writer). Per convertire un file in formato PDF sar, quindi,
sufficiente, stampare il documento sulla stampante virtuale; dopo avere dato lok si aprir la
finestra Salva con nome, attraverso la quale sar possibile indicare un percorso in cui salvare la
copia in formato pdf del file.
Naturalmente per visualizzare i file di questo formato necessario possedere un apposito
software. Il pi comunemente utilizzato il programma gratuito Adobe Reader.

Compressione/Decompressione di file
Una delle modalit per trasferire file quella di zipparli, cio comprimerli per ridurne le
dimensioni, utilizzando un apposito software. Questa operazione permette di diminuire il tempo
necessario al trasferimento, in quanto i dati compressi hanno un peso minore in termini di Kb.
Infatti a volte si zippa anche un unico file solo per ridurne le dimensioni. Inoltre, si ha anche la
possibilit di inviare pi file (o cartelle) contemporaneamente unificandoli in un unico documento.
Questo metodo utilizzato, per esempio, per inviare programmi o file pi pesanti di quanto il
sistema di invio possa supportare.
Per zippare un file (oppure una cartella con tutti i file e tutte le sottocartelle che contiene)
necessario possedere un apposito software. I pi diffusi sono WinZip e WinRar, che sono

programmi shareware, cio concessi in uso gratuito per un periodo di prova, ma ne esistono
anche di liberi e gratuiti (open source), come ZipGenius e 7-ZIP. Dopo avere installato il software
nel proprio computer, cliccando con il tasto destro sul documento da zippare comparir nel men a
tendina un comando relativo (comprimi, aggiungi ad un archivio, invia a cartella compressa, ecc.).
Il software creer una copia zippata del documento. Il nuovo documento avr unestensione .zip
o .rar o altro, a seconda del programma utilizzato. In fase di compressione possibile anche
assegnare al file zippato una password per proteggere i contenuti. Successivamente per accedere
ai file compressi (zippati) necessario decomprimerli o estrarli: aperto il file zippato sar
possibile copiare, trasferire o estrarre i file in esso contenuti, anche solo alcuni di essi.

Formati dei file immagine


Il formato dei file immagine determinato dal modo in cui sono state salvate o acquisite le
immagini. I formati pi comuni sono il BMP, bitmap (mappa di bit), che il formato originale di
Windows per le immagini e il TIFF, il formato principale per la stampa di qualit.
Pu essere necessario, per, a seconda delluso che si deve fare delle immagini (p. es. nel
trasferimento dei file su web), comprimere o salvare i file in un formato che riduca lo spazio di
memoria solitamente eccessivo nelle immagini bitmap o tiff. Per pubblicare foto o immagini sul
web essenziale, infatti, che siano "leggere". Infatti la qualit limitata al video, quindi non serve
un'eccessiva risoluzione. Bisogna comunque tener presente che la compressione spesso provoca
una perdita di qualit delle immagini (nitidezza, dettagli di colore, ecc.). Per questo bene saper
scegliere un formato che riduca al minimo queste perdite.
In questo caso i formati di salvataggio di file immagine pi utilizzati sono: JPEG (Joint Photographic
Experts Group), il formato pi utilizzato insieme al GIF per la rappresentazione di immagini sul
Web; GIF (Graphics Interchange Format); PNG (Portable Network Graphics).