Sei sulla pagina 1di 1

benessere

45 SICILIAINROSA
di stefania cunsolo
U
na comunicazione effi-
cace mantiene in
buona salute e mi-
gliora le relazio-
ni. Dite parole
damore allacqua e le sue
molecole reagiranno for-
mando armoniose com-
binazioni di cristalli. Ar-
rabbiatevi con lei, dite-
le brutte cose, e assu-
mer invece forme
caotiche e sgradevoli.
Lo sostiene Masaru
Emoto, lo studioso
giapponese che ha foto-
grafato i cristalli dacqua
congelata, individuando
una risposta differente
delle molecole in base al ti-
po di parole cui sono esposte.
Succede anche a noi? Il nostro
corpo reagisce in modo diverso in
base alla comunicazione?
Al di l delle critiche che sono state
mosse allesperimento di Emoto per man-
canza di prove scientifiche attendibili, sembra
che le parole e il modo in cui sono espresse abbiano
un effetto sulla salute e le
relazioni interpersonali.
La parola al cervello.
Secondo il neuro-scien-
ziato Andrew Newberg e
lesperto di comunicazio-
ne Mark Robert Wald-
man, autori di Words can
change your brain, il modo
in cui comunichiamo pu
generare stress oppure
benessere: parlare lenta-
mente, per esempio, ab-
bassa la pressione e rilassa le tensioni muscolari. In una
conversazione, limitare il proprio intervento a una du-
rata di massimo trenta secondi, lasciando poi parlare
laltra persona, aumenta le possibilit di essere ascolta-
ti dallinterlocutore e diminuisce il rischio di incom-
prensioni. E quando si litiga? Le discussioni troppo ani-
mate non fanno bene a chi soffre di pressione alta e liti-
gare frequentemente aumenta lo stress, contribuendo
alle malattie cardiovascolari.
In altri termini, una comunicazione negativa stimola il
cervello per produrre cortisolo, ormone dello stress,
mentre parole positive producono endorfine che riduco-
no ansia, stress e depressione, migliorano le difese im-
munitarie e predispongono a chiacchierate pi piacevo-
li.
Parlare con il proprio corpo.
possibile curare il benessere con le parole? Qual la
comunicazione efficace?
Un esercizio molto usato quello delle affermazioni
positive quotidiane: poche, chiare e semplici parole
possono penetrare il subconscio fino a indurre uno sta-
to di profondo rilassamento. Ripetersi che andr tutto
bene, esprimere positivit di fronte alle sfide e accetta-
zione verso ci che non si pu cambiare, costituisce una
forma di autoipnosi che aiuta il corpo a eliminare lo
stress. Molte tecniche di autoguarigione si basano sul
principio di parlare al proprio corpo per accelerare il
processo di ripresa da una malattia.
Alcuni metodi sono rivolti per-
sino alle donne in gravidan-
za per la gestione del do-
lore del travaglio:
lHypnobirthing di
Marie Mongan si
basa su tecniche
di respiro e vi-
sualizzazione,
ma soprattutto
sulla ripetizio-
ne di parole
rassi curanti
che invitano
la mamma a
rilassarsi e la-
sciare andare
le paure asso-
ciate al parto.
Per definizione,
per, la comunica-
zione avviene solo
quando c un feed-
back: entra in gioco la re-
lazione. Spesso le emozioni
interferiscono, specialmente
per le donne, pi sensibili e atten-
te alle sfumature della conversazione
rispetto agli uomini. Silenzi ostinati, parole
piene di rabbia, an-
sia e insicurezze
possono condizio-
nare il dialogo. La fi-
ducia in s impor-
tante. Sempre se-
condo Newberg e
Waldman, la stessa
comunicazione ha
effetto sulla sicurez-
za in se stessi pro-
muovendo capacit
di leadership: le pa-
role giuste, espresse con un adeguato ritmo e tono di vo-
ce, invitano linterlocutore a seguire pi volentieri. Come
gestire le emozioni per una comunicazione efficace?
Scott Berkun, noto public speaker negli Stati Uniti, usa il
corpo per vincere la paura di parlare in pubblico: Cerco
di rilassarmi il pi possibile, scaricando la maggior par-
te dellenergia fisica nella prima parte della giornata. Di
regola vado in palestra la mattina prima di un discorso,
allo scopo di rilasciare ogni eccesso di energia nervosa
prima di salire sul palco. Un aiuto viene anche dallo yo-
ga che, inducendo uno stato di rilassamento, diminuisce
lo stress, insegna a governare le proprie emozioni e co-
municare con maggiore sicurezza e lucidit. Le parole
sono una chance per comunicare - ha detto Yogi Bha-
jan, maestro di Kundalini Yoga - non per farsi guerra. E,
tra gli insegnamenti, ha trasmesso anche alcune parole
magiche da inserire qui e l nelle relazioni in caso di liti-
gio, come: mi dispiace, hai ragione, come Dio vuole.
Usarle non dimostra sottomissione bens capacit di sa-
nare i conflitti. E per chi proprio non ce la fa a control-
larsi? Bridget Jones suggerirebbe di tenere un diario:
scrivere le parole prima di rivolgerle a qualcun altro aiu-
ta a metabolizzare le emozioni, sentirsi pi sicuri delle
proprie idee e comunicare con maggiore lucidit. Qua-
lunque sia il metodo applicato, una cosa certa: impara-
re a dire le parole giuste a se stessi e agli altri fa bene.
Ancora dubbi? Parlatene.
una buona
comunicazione
CI FA AVERE
RELAZIONI
APPAGANTI
E CI TIENE
IN BUONA SALUTE.
IL NOSTRO CORPO,
REAGISCE IN MODO
DIVERSO IN BASE
AL TIPO
DI DISCUSSIONE
CHE ABBIAMO
CON GLI ALTRI.
LITIGHIAMO?
ECCO I TERMINI
CHE SERVONO
A SANARE
I CONFLITTI
LE PAROLE
per stare bene