Sei sulla pagina 1di 3

Itinerario primo giorno: Enea

I tappa: Tomba di Virgilio: vicino tomba c’è la galleria di Pozzuoli


simbolo della discesa avernale di Enea. Legata alla tomba esiste
la una leggenda di una pianta di alloro ed un racconto che si
riferisce a dei libri che furono seppelliti insieme a Virgilio che
erano considerati magici…

II Tappa: CUMA: Enea vede il tempio di Apollo definito anche da


Virgilio tempio dalle porte d’oro. Sempre Virgilio narra che
queste porte furono decorato da Dedalo (dopo che era scappato
da Creta ecc.) con antichi miti cretesi. Mentre Enea ammira le
porte giunge la Sibilla...
Visita all’antro della Sibilla luogo di mistero e suggestione ecc.
dove Enea viene a conoscenza che un modo per scendere nel
Tartaro è trovare un ramoscello d’oro per donarlo a Proserpina
e che deve dare sepoltura ad uno dei suoi che giace morto sulla
spiaggia...

III tappa: Miseno: il trombettiere amico di Enea è morto perché fu buttato


in mare da un tritone ecc. Mentre Enea sta cercando della legna
per la pira funeraria, trova il ramoscello d’oro. Successivamente
consacra un sepolcro ai piedi del monte che verrà chiamato
Miseno.
Domanda: che facciamo vedere ai ragazzi che sia attinente a
questo viaggio? Che collegamento troviamo con la piscina
mirabilis o il sacello degli augustali? Su questo non ho idee…
IV tappa: lago d’Averno: secondo la leggenda (non ho capito se lo dice
Virgilio oppure no..) l’Averno è uno dei fiumi tributari dello
Stige, fiume che delimita il Tartaro.
Enea dopo le esequie di Miseno si avvia con la Sibilla verso
una caverna dalle emanazioni di vapore pestifero, da dove poi
può discendere negli inferi.
Visita alla pseduo grotta della Sibilla. (ho letto su un sito che
questa visita dura circa un’ora… però su google earth sono
riuscita ad individuare il sentiero che porta a questa fantomatica
grotta, ma mi è venuto il dubbio di se e come si possa visitare.
Per farvi capire si trova via Averno lato sinistro)
(su un altro sito ho trovato queste info: Orario di visita dalle 09:00 ad
un'ora prima del tramonto. Il servizio di guida è disponibile solo su
richiesta Accessibile ma visitabile solo all’80%; e d ancora su un
altro: Pseudo Grotta della Sibilla: il sito è visitabile su richiesta
rivolgendosi al custode Sig. Santillo (tel. 0818673256) (è gradita una
mancia) )

Per iniziare la relazione mi baserei su uno schema del genere, poi si


dovrebbero fare le aggiunte di tipo archeologico, storico ecc.

Non è un po’ troppo poco il tempo considerando anche gli spostamenti?


Itinerario secondo giorno: Ulisse
(da completare con leggende e spunti vari)
I tappa: lago d’averno
II Tappa: giro nel traghetto
III tappa Baia: Castello [chiude un’ora prima del tramonto] (statue di
ulisse ecc.)
IDEA:
Terminare il primo giorno a Miseno e fare iniziare il secondo giorno sul
lago d’Averno... ( la parte del libro che ho io afferma solo che “questo
specchio d’acqua era cantato da Omero e da Virgilio”), e poi continuare la
visita al Castello di baia ecc.
Si potrebbe aggiungere qualcosa... il primo giorno vedono comunque
tanto, il secondo un po’ meno...

Itinerario terzo giorno: Eracle


(anche qui da aggiungere altre info)
I tappa: Lago Lucrino:dalla leggenda Eracle in cammino verso la Grecia
con i buoi rubati a Gerone (?) collegò tramite un istmo il lago al mare
sul quale fu edificata la Via Heraclea o Herculea. Secondo un’altra
leggenda il lago lucrino era uno dei corsi d’acqua infernali ( FONTE:
internet, noi ricordo da quale sito l’ho preso, ma ho segnato pari
passo così com’era scritto...)

II tappa: Solfatara: un modo per dare ai ragazzini un’idea di come


potevano apparire i campi flegrei dopo la battaglia tra i dei
dell’olimpo e i giganti sconfitti con l’aiuto di Eracle.

Interessi correlati