Sei sulla pagina 1di 67

____________________________________________________________

Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura


1
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
2

1) AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ATTINENTI LINGEGNERIA E
LARCHITETTURA


1.1 - RICORSO ALLESTERNO SERVIZI TECNICI (riguardanti contratti pubblici)



























NON LIBERA MA A CONDIZIONI
Art. 90-6c D. Lgs 163/2006:

1. difficolt organizzative dellEnte committente:
a) carenza in organico di personale avente
competenza professionale;
b) difficolta nel rispetto tempi della program-
mazione lavori;
c) difficolt nello svolgere i compiti di istituto;
2. caratteristiche intrinseche dei lavori:
d) lavori di particolare complessit o di
rilevanza architettonica o ambientale;
(art 90-6 c. Codice art. 252-3c. REG)
e) progetti integrali.

CERTIFICATA
DAL RUP
INCARICO ESTERNO:
PROGETTAZIONE :
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
3
1.2 OGGETTO DELLINCARICO ESTERNO:

sono i SERVIZI ATTINENTI ALLINGEGNERIA ED ALLARCHITETTURA
[di cui alla Parte II-Titolo I-Capo IV del Codice]

(quelli rientranti nella categoria 12 allegato IIA Codice-direttiva CE 2004/18)
CPC 867.1,2,3)

Lart. 90-1c., lart. 91-1,2,6,8c. del D. Lgs n. 163/2006 (Codice degli Appalti);
e lart. 252 del D.P.R. n. 207/2010 (ex art. 50 del D.P.R. n. 554/99);


individuano i:

SERVIZI ATTINENTI ALLINGEGNERIA ED ALLARCHITETTURA



1. REDAZIONE PROGETTAZIONE PRELIMINARE-DEFINITIVA ED ESECUTIVA;
2. REDAZIONE PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO;
3. DIREZIONE LAVORI;
4. COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI ESECUZIONE;
5. PRESTAZIONI DI SUPPORTO TECNICO AMMINISTRATIVO AL R.U.P.;

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
4
Le modalit di affidamento dei servizi di ingegneria ed architettura sono applicabili
allaffidamento dellincarico di:

6. COLLAUDO TECNICO-AMMINISTRATIVO;
7. COLLAUDO STATICO;
(Det. AVCP n. 02/2009 - n. 05/2010- collaudi rientranti nella categoria 12 allegato IIA)
8. SERVIZI ACCESSORI ALLA PROGETTAZIONE O ALLA DIREZIONE LAVORI.
(indagini geologiche, geotecniche, sismiche, analisi di laboratorio, prove di
carico, controlli, modelli QTE etc.)
(art. 252- c.2 REG)
* * * * *

NON RIENTRANO TRA I SERVIZI DI INGEGNERIA ED ARCHITETTURA



GLI INCARICHI DI REDAZIONE DI STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE
in quanto non attinente la progettazione di opere e lavori pubblici e quindi
NON RIENTRANTI tra quelli elencati dallart. 91-c.1 e 2 Codice e DPR 207/2010 art. 252-c.2

Precisazione:

Tali servizi rientrano tra i servizi attinenti allurbanistica e alla paesaggistica anchessi compresi
nellelenco dellAllegato II A del Codice
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
5
Non deve indurre in confusione il fatto che lallegato II A al codice unifichi i servizi attinenti
allarchitettura e allingegneria anche integrata e i servizi attinenti allurbanistica e alla paesaggistica
inserendoli sotto il medesimo n. categoria (n. 12).

Tale unificazione, vale solo al fine dellassoggettamento di entrambe le tipologia alla disciplina ordinaria
del codice rispetto ai servizi di cui allallegato II B, e quindi in conformit a quanto disposto dallart. 20,
sono soggetti integralmente al Codice stesso. [AVCP prec. 54/2011-Vibonati].


Pur assoggettati ambedue alla disciplina ordinaria del codice, tuttavia solo i primi ricadono in una
disciplina pi specifica (Parte II-titolo I-capo IV Codice: art. 9094 e Parte III-titolo I del DPR 207/2010 artt.
252270).




per i SERVIZI ATTINENTI ALLURBANISTICA
quando il valore della prestazione inferiore alla soglia comunitaria
laffidamento avviene mediante cottimo fiduciario art. 125 comma 11 Codice

* * * * *
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
6

1.3 - FASCE DI IMPORTO SERVIZI TECNICI


Lart. 91 del citato D. Lgs n. 163/06, ai fini dellaffidamento, prevede una suddivisione degli affidamenti
dei servizi attinenti lingegneria e larchitettura, in due fasce di importo:
la prima riguarda gli affidamenti di importo inferiore a 100.000 ;
la seconda fascia gli affidamenti i cui corrispettivi siano pari o superiori a 100.000 .


Tale suddivisione solo apparente, in quanto da una lettura combinata delle norme rinvenibili nel
D. Lgs n. 163/06 e D.P.R. 207/2010, possibile enucleare quattro fasce, alle quali corrispondono
diverse procedure di affidamento:

incarichi di importo inferiore a 40.000 (art. 125 comma 11 Codice ed art. 267-10 c. DPR
207/2010), per i quali le stazioni appaltanti possono procedere allaffidamento diretto;

incarichi di importo uguale o superiore a 40.000 ed inferiore a 100.000 (art. 91-2
comma), affidati dal responsabile del procedimento secondo la procedura negoziata, senza
pubblicazione del bando di gara, di cui allart. 57-6 comma dello stesso Codice, con invito a
formulare offerta esteso ad almeno 5 soggetti, nel rispetto dei principi di non discriminazione,
parit di trattamento, proporzionalit e trasparenza;
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
7

incarichi di importo uguale o superiore a 100.000 ed inferiore alla soglia
comunitaria, da affidare con le disposizioni previste dal D.P.R. n. 207/2010, parte III-
titolo II (artt. 261-266) e per quanto concerne i termini, le procedure e la pubblicit con le
disposizioni di cui al D. Lgs. n. 163/06, parte II-titolo II contratti sotto soglia comunitaria;

incarichi di importo uguale o superiore alla soglia comunitaria, da affidare con le
disposizioni previste dal D.P.R. n. 207/2010, parte III-titolo II (artt. 261-266) e per quanto
concerne i termini, le procedure e la pubblicit con le disposizioni previste dal D. Lgs. n. 163/06,
parte II-titolo I contratti di rilevanza comunitaria.



SOGLIE COMUNITARIE

Sulla base della normativa nazionale (D.Lgs n. 163/2006) e del Regolamento CE n. 1336/2013 (valido dal 01-01-
2014 al 31-12-2015), sono delineati i seguenti ambiti e relative fasce di importo:

Ambito locale Ambito nazionale Ambito comunitario
Lavori < 500.000 da 500.000 a minore 5.186.000 5.186.000
Servizi e forniture

da 0 a minore 207.000 207.000
Servizi tecnici < 100.000 da 100.000 a minore 207.000 207.000

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
8
1.4 - DETERMINAZIONE CORRISPETTIVO (FASCE DI IMPORTO)



Per la individuazione della fascia cui appartiene un appalto di servizi tecnici
di ingegneria ed architettura


il responsabile del servizio (deve determinare il corrispettivo):


redige una ipotesi di PARCELLA PROFESSIONALE, redatta:

fino al 20-12-2013 ai sensi del D.M. 04/04/2001
dal 21-12-2013 ai sensi del D.M. 143/2013 PARAMETRI BIS
emanato ai sensi dellart. 92-2c. Codice
[Regolamento corrispettivi da porre a base di gara nelle procedure
di affidamento dei servizi relativi allingegneria ed allarchitettura]

sulla base delle PRESTAZIONE DA AFFIDARE

Riportate: nelle tabelle B1-B2-B3-B4-B5-B6 del D.M. 04-04-2001
o nella tabella Z-2 del D.M. 143/2013
( es. progettazione, direzione e contabilit lavori, CSP, CSP, prestazioni accessorie)
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
9

VICENDA TARIFFE INGG-ARCHH


art. 92 comma 2 D.Lgs
163/2006
NUOVE TARIFFE (c.d. PARAMETRI) di concerto tra i Ministeri della
Giustizia e delle Infrastrutture
art. 9 D.L. 1/2012 e
L. 27/2012
Abrogazione tariffe professionali D.M. 04-04-2001 (1 comma);
Abrogazione disposizioni che fanno riferimento tariffe comma 1
(comma 5).
Art. 5 D.L. 83/2012 e L.
134/2012
Decreto PARAMETRI:
non pu portare importi a base di gara di quelli determinati
con tariffa previgenti;
nel regime transitorio si applicano tariffe previgenti.

D.M. Giustizia n. 140/2012
(vigente dal 22-08-2012)
Parametri per la liquidazione giudiziaria dei compensi dei profes-
sionisti dellarea tecnica.
Manca il concerto con il D.M. Infrastrutture

D.M. Infrastrutture
n. 143/2013
Decreto PARAMETRIBIS
(vigente dal 21-12-2013)

Il D.M. 04-04-2001 stato abrogato dallart. 9 del D.L. 1/12-L. 27/12, ma nelle more
del Decreto PARAMETRI-BIS, ai sensi dellart. 5 D.L. 83/12-L. 134/12, stato possibile fare ancora
riferimento al D.M. 04-04-2001, ai fini del calcolo del corrispettivo da porre a base dasta.
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
10

1.4.1- INDIVIDUAZIONE PRESTAZIONI DA AFFIDARE

Lipotesi di parcella deve considerare:
(art. 91-c.1, 2 e 6 Codice-art. 252-2c REG)




LA PROGETTAZIONE E LA DIREZIONE LAVORI (affidata allo stesso
progettista esterno ai sensi dellart 130-2c. lett. b) ed anche le prestazioni di
C.S.P. e C.S.E.
[art.92-1 comma Codice]
[AVCP deliberazione n. 90 del 26-10-2005] [ C.d.S. sez. VI, 09-01-2014, n. 21]


LINEE GUIDA:


A) Nel caso in cui il R.U.P. ha gia stabilito che la direzione lavori non sar affidata al progettista
ma sar espletata da tecnici della stazione appaltante, la parcella dovr riguardare solo la
prestazione di progettazione ed il coordinamento della sicurezza in fase di
progettazione (C.S.P.).

Le prestazioni di progettazione, di C.S.P., di D.L., di
C.S.E. di importo ..(pari o superiore).. (inferiore ) ..
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
11


Nella ipotesi che allatto della realizzazione gli uffici tecnici della S.A. fossero impossibilitati
(certificazione RUP), laffidamento della direzione lavori allo stesso progettista, sar possibile:


se la somma delle prestazioni complessive affidate e da affidare non
determinino una variazione di fascia [det. AVCP n. 10/2000 e n. 30/2002].

In caso contrario lincarico illegittimo perch affidato con procedure e
metodologie diverse da quelle applicabili per legge.



Lo stesso principio operante per la D.L. valido con riguardo al
coordinamento per la sicurezza ( C.S.P. e C.S.E.) [del. AVCP n. 90/2005]
[ C.d.S. sez. VI, 09-01-2014, n. 21]

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
12

B) Pu procedersi allaffidamento diretto della D.L. ad un professionista
esterno sia o meno quello gi incaricato della progettazione soltanto se
il relativo compenso, sommato a quello della progettazione,
precedentemente conferita allesterno, non supera la fascia fiduciaria di
40.000 .
[AVCP delib. n. 90/2005]


Ci allo scopo di evitare che le S.A. siano portate a frazionare nel tempo gli
incarichi per sottrarsi allapplicazione della regola dellevidenza pubblica,
favorendo laffidamento diretto.



C) Art. 262-4c. NEW-REG- Det. AVCP n. 8/99 e n. 18/2001:



La progettazione o la D.L. di un intervento non pu essere
artificiosamente divisa in pi parti al fine di eludere lapplicazione delle
norme che disciplinano laffidamento del servizio (con esclusione delle
prestazioni svolte allinterno della S.A.)
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
13

D) Art. 91-6c. CODICE Se il valore delle prestazioni di progettazione - direzione
lavori C.S.P C.S.P. superi complessivamente la soglia comunitaria (attualmente
207.000 )


laffidamento diretto (art.130-2c. Codice) della D. L. consentito solo se
espressamente previsto dal bando di gara della progettazione



E) RELAZIONE GEOLOGICA:

Laddove la S.A. deve avvalersi della prestazione professionale, di un geologo, laffidamento
allesterno potr avvenire mediante un incarico riservato a professionisti geologi o ad un
unico soggetto (R.T.P.) nei confronti del quale la prestazione del geologo richiesta nel
bandi di gara. In tal caso:



la stima del corrispettivo per individuare la modalit di scelta del progettista,
dovendo comprendere tutti i servizi, deve includere anche il corrispettivo per
lelaborazione della redazione geologica [det. AVCP n. 18/2001 e n. 3/2002]
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
14

F) INCARICHI DI PROGETTAZIONE MISTI: DIPENDENTI INTERNI - PROF. ESTERNI

Se la S.A. non disponde di tutte le professionalit occorrenti per lo sviluppo della progettazione, in
alternativa ad un maggiormente dispendioso affidamento allesterno di tutta la
progettazione, pu essere previsto un gruppo di progettazione misto, composto da dipendenti
della S.A. dotati delle necessarie professionalit e specializzazioni e professionisti esterni che
integrano quelle mancanti.

Ci ammissibile a condizione che:
la progettazione in senso proprio e di contenuto complesso (intesa
come ideazione progettuale) sia effettuata in seno alla S.A.;
che le attivit complementari e di sviluppo (di tipo complesso) della
progettazione possono essere affidate allesterno.


In tal caso ai fini della quantificazione del corrispettivo devono essere:
dettagliatamente specificate le prestazioni da svolgere allesterno;
laffidamento allesterno avviene con le disposizioni del CODICE.
[Det. AVCP n. 3/2004- Del. AVCP n. 90/2005]

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
15
G) INCARICHI DI DIREZIONE LAVORI MISTI:

Ai fini della costituzione dellUFFICIO DI DIREZIONE LAVORI art. 145 DPR 207/2010, la
norma non nega la possibilit di formare un gruppo di misto con apporto di professionisti
esterni.
Tale gruppo tuttavia non pu essere formato liberamente stante il vincolo di subordinazione tra la
funzione di Direttore dei Lavori e quella di direttore operativo.
I direttori operativi e gli ispettori di cantiere sono di supporto allattivit del Direttore dei lavori,
che rimane in ogni caso responsabile in prima persona della correttezza della contabilit e della
buona esecuzione dei lavori



DIRETTORE DEI LAVORI ORGANO MONOCRATICO


In tal caso ai fini della quantificazione del corrispettivo devono essere:
dettagliatamente specificate le prestazioni da svolgere allesterno;
laffidamento allesterno avviene con le disposizioni del CODICE.
[Det. AVCP n. 3/2004- Del. AVCP n. 90/2005]
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
16

H) ATTIVITA DI SUPPORTO ALLA PROGETTAZIONE DELLU.T.C.

Le prestazioni inquadrabili quali ATTIVITA DI SUPPORTO ALLA PROGETTAZIONE DI
OO.PP. e cio di ausilio ad essa (consulenze tecniche, indagini, ispezioni, ricognizioni
esterne), non contemplata nel quadro normativo nazionale.
[Det. AVCP n. 3/2004 e n. 5/2010 - Del. 76/2005]



lattivit di supporto allUTC per la progettazione, finalizzata a mascherare la natura
di veri propri incarichi di progettazione affidati allesterno, in violazione delle norme del
Codice, non in alcun modo configurabile. [Del. AVCP n. 76/2005 e n. 80/2012]

* * * * *


Dette prestazioni non possono essere altres inquadrabili nemmeno quali ATTIVITA
DI SUPPORTO AL RUP, che sono attivit complementari alle attivit del R.U.P. (il cui
corrispettivo era determinato con la Tab. B6 del D.M. 04-04-2001 ed ora con la Tav. Z-2 del D.M.
143/2013) le quali riguardano attivit tecnico-amministrative e che nulla hanno a che
fare con la redazione della progettazione vera e propria.
[Det. AVCP n. 3/2004 e n. 5/2010 - Del. 76/2005 e n. 80/2012]


____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
17

I) ATTIVITA PROPEDEUTICHE ALLA PROGETTAZIONE

Il D.M.143/2013 alla tav. Z-2, prevede tra le fasi prestazionali, le ATTIVITA PROPEDEUTICHE
ALLA PROGETTAZIONE:


studi di fattibilit
stime e valutazioni
rilievi studi ed analisi
piani economici

Non rientrando tali attivit i servizi attinenti allingegneria ed allarchitettura, elencati
dallart. 91-c.1 e 2 Codice e dallart. 252-c.2 del DPR 207/2010, sono soggetti alle altre norme del
Codice:


quando il valore della prestazione inferiore alla soglia comunitaria
laffidamento avviene mediante cottimo fiduciario art. 125 comma 11 Codice
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
18

J) LIVELLI DELLA PROGETTAZIONE.

Ai sensi dellart. 91-4c del Codice, sono di norma, affidati allo stesso soggetto sia
lincarico di progettazione definitiva che quella esecutiva, fatto salvo lipotesi di progetto
integrato art. 53-2c. lett.b.

Nessuna disposizione preclude a colui che stato affidatario della progettazione
preliminare di partecipare allappalto del servizio per il progetto definitivo-esecutivo
[CdS sez. V, n. 3656/2012- parere AVCP n. 137/2011].

Anzi si deve ritenere che alla luce dellart. 91 comma 4 del Codice (ex art. 17 c. 14-sexies
Merloni), il legislatore abbia privilegiato un criterio di continuit delle varie fasi della
progettazione. [CdS sez. VI, n. 561/2004 - CdS sez. V, n. 4968/2001].


K) AFFIDAMENTO A TECNICI DI ALTRE AMMINISTRAZIONI.

Lart. 90 c. 1 del Codice prevede lespletamento delle prestazioni di progettazione da parte di:
uffici consortili di cui la S.A. fa parte e costituiti ai sensi dellart. 30, 31, 32 del DPR 267/2000;
organismi di altre amministrazioni di cui la S.A. pu avvalersi per legge (es. SUA);


il compenso trover copertura nel fondo incentivante art. 92 Codice
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
19
1.4.2- REDAZIONE PARCELLA














E vietato che in sede di bando si indichi un importo
inferiore a quello derivante dallapplicazione del D.M.
143/2013, abbassando la soglia dei 100.000 euro,
riducendo gli importi del 20%).



Le prestazioni ed i loro importi determinati ai sensi del D.M. 31-10-2013,
n. 143, devono essere indicate in fase di gara [art. 264-1c. lett. d) REG]

Art. 2 D.L. 223/06 L. 248/06
Legge Bersani

AVCP: Det. 4/2007
abrogazione obbligatoriet minimi
tariffari
(art. 92- 2 e 4 c., art. 53-2c. D.Lgs
163/06)
non applicabilit art. 4 comma 12
bis D.L. 55/89- L. 155/89
(riduz. 20% per Enti Pubblici)
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
20


Le prestazioni professionali si distinguono in : - prestazioni normali;
(ex art. 50-3c DPR 554/99 art. 252-4c DPR 207/2010) - prestazioni speciali;
- prestazioni accessorie.

definizioni:
prestazioni progettuali e simili prestazioni professionali previste dalle tariffe
professionali come prestazioni tipiche in relazione alle classi e categorie da progettare
(di cui alla Tab B del D.M. 04-04-2011);

prestazioni speciali prestazioni professionali previste dalle tariffe professionali
ma non ricomprese tra quelle considerate normali (di cui alla Tab B1-B5 del D.M. 04-
04-2011);

prestazioni accessorie prestazioni non previste da specifiche tariffe professionali.

dopo lentrata in vigore D.M. 143/2013 le definizioni vanno cos modificate:

prestazioni progettuali e simili speciali sono le prestazioni professionali
previste dal decreto parametri per la determinazione dei corrispettivi (Tav Z-2), in
relazione alle categorie dopere da progettare (di cui alla Tav Z-1 del D.M.
143/2013);

prestazioni accessorie prestazioni non previste dal decreto parametri per la
determinazione dei corrispettivi (Tav Z-2 del D.M. 143/2013);
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
21














Il ribasso offerto in sede di gara deve essere unico con riferimento
alle prestazioni ed alle spese (art. 262-3 c. DPR 207/2010).








ESEMPIO CALCOLO CORRISPETTIVI

CONFRONTO CON CALCOLO L. 143/49 E D.M. 04-04-2001

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
22

2) ILLEGITTIMITA NELLAFFIDAMENTO DEI SERVIZI
ATTINENTI LINGEGNERIA E LARCHITETTURA



CAUSE DI ILLEGITTIMITA
INCARICHI CONGIUNTI
SUBORDINAMENTO DEL
PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI
AL FINANZIAMENTO DELLOPERA
GRATUITA INCARICO
AFFIDAMENTI CON
PROCEDURE DIVERSE DA
QUELLE DEL CODICE
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
23
2.1- INCARICHI CONGIUNTI


La normativa vigente impone il conferimento di incarichi professionali,
allesterno, esclusivamente ai soggetti di cui allart. 90 comma 1 lett. d), e), f), f-
bis), g), h) del Codice


escludendo incarichi congiunti a pi professionisti



Contrasta con il dettato normativo dellart. 123 del DPR n. 554/99 (ora art. 147 del DPR
207/2010), loperato della S.A. che procede alla nomina di pi direttori dei lavori per lo
stesso intervento. [delib. AVCP n. 55/2005]


La figura del Direttore dei Lavori un organo monocratico al pi coordinato
nellambito dellUfficio di Direzione Lavori, eventualmente ove occorra, da uno o pi
direttori operativi considerati assistenti o collaboratori del direttore dei lavori.
[art. 130 Codice art. 147 REG. - delib AVCP n. 90/2005]




____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
24
2.2- CONFERIMENTO INCARICO A TITOLO GRATUITO


In merito allaffidamento di incarico a titolo gratuito (studio geologico), che prevedeva
unicamente un rimborso forfettario per le spese necessarie alla produzione degli elaborati
tecnici, lAVCP in data 10-05-2013, ha espresso il seguente parere:



Laffidamento di un incarico a titolo gratuito non conforme alla
normativa vigente che non ha previsto la possibilit della prestazione
gratuita a favore di una S.A.; inoltre gli importi di tali prestazioni
devono essere determinati dalla S.A., al fine di stabilire la procedura di
affidamento da seguire ex art. 91 del Codice ed in ottemperanza allart.
92 dello stesso Codice. (*)

Inoltre leventuale gratuit della prestazione costituirebbe un indebito
arricchimento da parte della S.A.

Infine la gratuit della prestazione in contrasto col principio stabilito dallart.
2233 comma 2 del Codice Civile secondo cui la prestazione deve essere
commisurata ed adeguata allimportanza dellopera ed al decoro professionale.
[parere AVCP n. 44496 del 10-05-2013]

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
25
2.3- CLAUSOLA DEL PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI AL FINANZIAMENTO
DELLOPERA

Contraria allart. 92-1 comma del Codice



Latto di affidamento ad un professionista dellincarico per la redazione
di un progetto di unopera pubblica valido e vincolante nei confronti
dellEnte soltanto qualora contenga la previsione dellammontare del
compenso dovuto e dei mezzi per farvi fronte, con la conseguenza che
linosservanza di tali prescrizioni determina la nullit della
determinazione in parola, che si estende al contratto della prestazione
dopera stipulato col professionista.

[Corte Cassazione sezione I civile n. 12880/2010]
[Corte Cassazione sezioni unite civili n. 28450/2005]
[TAR Campania Salerno sez. II n. 3908/2010]


Di recente stata male interpretata una sentenza della Corte di Cassazione



____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
26


Corte di Cassazione sezione I civile, sentenza 26-maggio 2010, n. 12880



.. da considerarsi legittima la specifica clausola volta a condizionare il diritto
al compenso alla concessione del finanziamento necessario per la realizzazione
dellopera: solo la presenza di specifiche norme proibitive potrebbero limitare
tale autonomia.


Note:

la sentenza riguarda un incarico affidato nel 1986, quanto non esisteva una
norma probitiva (nullit di tali clausole);
norma proibitiva che stata introdotta, prima dallart. 23 della legge n.
144/89 e poi dallart. 17 comma 12-bis della legge n. 109/94 e s.m.i. (ora
art. 92-1 comma Codice).

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
27

2.4- AFFIDAMENTO CON PROCEDURE DIVERSE DA QUELLE DEL CODICE



Art. 91-8c D. Lgs 163/2006



vietato l'affidamento di attivit di progettazione, coordinamento della sicurezza in fase
di progettazione, direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione
collaudo, etc:

a mezzo di contratti a tempo determinato;(*)

con altre procedure diverse da quelle previste dal presente codice.




____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
28


3) AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ATTINENTI LINGEGNERIA E
LARCHITETTURA DI IMPORTO INFERIORE A 40.000



Procedura:

AFFIDAMENTO DIRETTO



DA PARTE DEL R.U.P.
(previa verifica dei requisiti professionali)




CON NEGOZIAZIONE DEL RIBASSO DA APPLICARE AL PREZZO DELLA PRESTAZIONE

se previsto dal regolamento interno disciplinante lattivit contrattuale in economia
(art. 125-11 comma del Codice degli Appalti)
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
29
Requisiti di selezione:

a) Requisiti generali :
insussistenza delle cause di esclusione di cui allart. 38 del Dlgs. 163/2006;
regolarit contributiva;

b) Requisiti tecnici :
titolo di studio;
iscrizione agli Ordini professionali.



Non prevedendo particolari requisiti tecnici si pu riservare
una parte di detti incarichi a giovani professionisti.



LINEE GUIDA
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
30
LINEE GUIDA:





A) AFFIDAMENTO DIRETTO SE RICOMPRESO NEL REGOLAMENTO DELLENTE

I servizi tecnici in generale e quindi anche i servizi di ingegneria ed architettura,
possono essere ricompresi tra i servizi in economia. Lacquisizione in economia deve essere
preceduta, per, dallassunzione di specifico provvedimento da parte della stazione appltante
(regolamento) con cui essa individui i singoli servizi da acquisire con lo speciale metodo
delleconomia.


Pertanto ai sensi del combinato disposto degli artt. 91-2c. e 125-11c. del Codice, se la stazione
appaltante ha ricompreso nel regolamento interno, anche laffidamento in economia dei servizi
tecnici, per le prestazioni di importo inferiore a 40.000 euro, pu procedere alla scelta
del tecnico mediante affidamento diretto. [det. AVCP n. 4/2007]

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
31

B) QUANTIFICAZIONE CORRISPETTIVO CON IL D.M. 143/2013

La determina di incarico del RUP deve indicare:




le prestazioni di cui alla TAV Z-2 che sono oggetto di affidamento

la modalit di calcolo del corrispettivo da determinare in base al D.M. 143/2013,
sulla base delle effettive categorie di opere e destinazione funzionale di cui alla
TAV Z-1

CP = (V x G x Q x P)


il corrispettivo deve essere al lordo delleventuale ribasso offerto dallaffidatario




NO indicazione generica:

trattasi di incarico il cui importo stimato inferiore a 40.000 euro
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
32

C) Pu procedersi allaffidamento diretto della D.L. ad un professionista
esterno sia o meno quello gi incaricato della progettazione soltanto se il
relativo compenso, sommato a quello della progettazione e del coordinatore
della sicurezza in fase di progettazione, precedentemente conferita
allesterno, non supera i 40.000 [AVCP del. n. 90/2005]



Ci allo scopo di evitare che le S.A. siano portate a frazionare nel tempo gli
incarichi per sottrarsi allapplicazione della regola dellevidenza pubblica,
costituendo altrimenti, il frazionamento nel tempo degli incarichi evidente
elusione del limite stabilito per laffidamento diretto.



Lo stesso principio operante per la D.L. valido con riguardo al
coordinamento per la sicurezza (C.S.E.) [del. AVCP n. 90/2005] (*)


Le funzioni di C.S.E. devono essere svolte dal D.L. se in possesso dei
requisiti di cui alla normativa in materia di sicurezza nei cantieri
[del. AVCP n. 243/2007]
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
33

D) Nel caso in cui il R.U.P. ha gi stabilito che la direzione lavori non sar affidata al progettista
ma sar espletata da tecnici della stazione appaltante, la parcella dovr riguardare solo la
prestazione di progettazione e coordinamento della sicurezza per la progettazione.




Nella ipotesi che allatto della realizzazione gli uffici tecnici della S.A. fossero impossibilitati
(certificazione RUP), laffidamento della direzione lavori allo stesso progettista, sar possibile:



se la somma delle prestazioni complessive affidate e da affidare non
superino limporto di 40.000 [det. AVCP n. 10/2000 e n. 30/2002].


In caso contrario lincarico illegittimo perch affidato con procedure e
metodologie diverse da quelle applicabili per legge.




____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
34
E) Art. 262-4c. REG- Det. AVCP n. 8/99 e n. 18/2001:


Le prestazioni relative alla progettazione (o alla D.L.) di un intervento
non possono essere artificiosamente divise in pi parti al fine di eludere
lapplicazione delle norme che disciplinano laffidamento del servizio (con
esclusione delle prestazioni svolte allinterno della S.A.)
* * *
In tutte le procedure di esecuzione dei LL.PP., previste dal REG, il
Direttore dei Lavori sempre indicato come persona singola.
In tutte queste attivit viene previsto un potere decisionale ed una
responsabilit individuale.






ISTITUZIONE UFFICIO DIREZIONE LAVORI
fabbricato vincolato D. Lgs 42/04

Stralcio determina

ESEMPIO REALE
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
35

1) .conferire lincarico di:

Direttore lavori, ai sensi art. 130-2c. D.Lgs 163/06 geom. .. dellU.T.C.;
Direttore operativo con funzioni di C.S.E., ai sensi art. 151 DPR 207/10 e art. 92 D. Lgs
81/08 alling. compenso spettante 18.162,37 oltre iva e cassa previdenza;
Direttore operativo con compito di D.L. per lavorazioni di restauro e risanamento
conservativo, ai sensi art. 202 D. Lgs n. 163/06 allarch. compenso spettante
5.000,00 oltre iva e cassa previdenza;
Direttore operativo con compito di D.L. per lavorazioni impiantistiche, ai sensi art. 151
DPR 207/10, alling. compenso spettante 12.500,00 oltre iva e cassa
previdenza;
Direttore operativo con compito di D.L. per interventi strutturali, ai sensi art. 151 DPR
207/10, allarch. compenso spettante 12.500,00 oltre iva e cassa previdenza;
Ispettore di cantiere, ai sensi art. 150 del DPR 207/10 al geom.. compenso
spettante 5.000,00 oltre iva e cassa previdenza;

2) .. per la determinazione del compenso si proceduto al calcolo delle parcelle professionali in
base alle vigenti tariffe professionali nazionali degli ingegneri, architetti e geometri . e
successivamente negoziate, secondo le indicazioni contenute nella determina AVCP n. 4/07.

3) .. che detto incarico rientra nella fascia di valore per cui applicabile quanto stabilito
dallart. 125 comma 11 D. Lgs n. 163/06, in quanto di importo inferiore ai 40.000,00;

* * * * *
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
36
F) INCARICHI DI PROGETTAZIONE MISTI: DIPENDENTI INTERNI - PROF. ESTERNI

Se la S.A. non disponde di tutte le professionalit occorrenti per lo sviluppo della progettazione, in
alternativa ad un maggiormente dispendioso affidamento allesterno di tutta la
progettazione, pu essere previsto un gruppo di progettazione misto, composto da dipendenti
della S.A. dotati delle necessarie professionalit e specializzazioni e professionisti esterni che
integrano quelle mancanti.

Ci ammissibile a condizione che:
la progettazione in senso proprio e di contenuto complesso (intesa
come ideazione progettuale) sia effettuata in seno alla S.A.;
che le attivit complementari e di sviluppo (di tipo complesso) della
progettazione possono essere affidate allesterno.


In tal caso ai fini della quantificazione del corrispettivo devono essere:
dettagliatamente specificate le prestazioni da svolgere allesterno;
laffidamento allesterno avviene con le disposizioni del CODICE.
[Det. AVCP n. 3/2004- Del. AVCP n. 90/2005]
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
37

4) AFFIDAMENTO DEI SERVIZI ATTINENTI LINGEGNERIA E
LARCHITETTURA DI IMPORTO
PARI O SUPERIORE A 40.000 ED INFERIORE A 100.000




4.1 - NORMATIVE DI RIFERIMENTO PER LAFFIDAMENTO INCARICHI

La normativa di riferimento per laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
(servizi tecnici) costituita da:

CODICE DEI CONTRATTI (D. LGS n. 163/2006 e s.m.i.)

REGOLAMENTO ATTUAZIONE CODICE (D.P.R. n. 207/2010)

DETERMINA A.V.C.P. n. 04/2007

CIRCOLARE MINISTERO INFRASTRUTTURE n. 24724/2007

DETERMINA A.V.C.P. n. 05/2010

DETERMINA A.V.C.P. n. 2/2011 e n. 08/2011 (procedure negoziate)
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
38
4.2 - LA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO

a) elimina ogni riferimento al concetto di
incarico fiduciario;
La normativa previgente, censurata in sede comunitaria,
prevedeva per tale fascia un affidamento diretto, con
losservanza di due soli oneri:
1) verifica esperienza e capacit professionale del soggetto
Prescelto;
2) adeguata motivazione delle scelta.
b) impone che la procedura da seguire, sia la
procedura negoziata senza previa pubblica-
zione del bando, di cui allart. 57-6 comma,
con la partecipazione di almeno 5 concorrenti;
nel rispetto dei principi di:
non discriminazione
parit trattamento
proporzionalit
trasparenza

Lart. 91- comma 2 del
D. Lgs n. 163/06
Art. 267 D.P.R. 207/2010
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
39


Detti 4 principi, di origine comunitaria, mirano a garantire la concorrenza e la trasparenza
Come sono rispettati:

Non discriminazione Garantendo la non discriminazione di razza, sesso, nazionalit,
religione, handicaps, et, territorialit, titoli e/o certificati vigenti nei
paesi UE diversi da quelli italiani. (Divieto di qualunque preferenza o
riserva di incarichi a professionisti locali)

Parit trattamento Adottando nelle procedure di aggiudicazione criteri selettivi predeter-
minati in anticipo (da applicare concretamente nellespletamento della
selezione) evitando di fornire ad alcuni partecipanti di godere
informazioni privilegiate o condizioni vantaggiose.
(inviti in contemporaneit)
Proporzionalit Stabilendo requisiti di qualificazione (o di valutazione delle offerte)
proporzionali allaffidamento dellincarico e connessi alla tipologia della
prestazione richiesta (importi dei lavori appartenenti alle stesse classi,
e categorie dellopera oggetto di incarico).

Trasparenza Garantendo in favore di ogni potenziale offerente, adeguate forme di
pubblicit dellavviso per il conferimento dellincarico.

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
40
4.3 - PROCEDURA NEGOZIATA (SENZA PUBBLICAZIONE DI UN BANDO)

Tale procedura si articola in due fasi:

prima
fase
Individuazione di almeno 5 soggetti da invitare alla 2^ fase
seconda
fase
lettera di invito ai 5 soggetti individuati nella prima fase, a presentare
lofferta;
aggiudicazione secondo il criterio scelto, ovvero secondo lofferta del prezzo
pi basso o quello dellofferta economicamente pi vantaggiosa di cui
rispettivamente agli art. 82 ed 83 del D. Lgs n. 163/06;



Altre procedure come quella aperta o ristretta non sono conforme allart. 267 del
REG, che per appalti dimporto alla soglia dei 100.000 Euro, prevede che la selezione
dellaggiudicatario deve avvenire esclusivamente attraverso la formazione di elenchi di
professionisti ovvero indagini di mercato

La normativa ha voluto tenere conto di 2 esigenze:
1) meccanismi pi semplici rispetto a quelli di fasce superiori di importo;
2) garantire losservanza di principi di concorrenzialit e trasparenza

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
41
4.3.1 - INDIVIDUAZIONE PROFESSIONISTI DA INVITARE


Ai sensi dellart. 267 del REG, i soggetti da invitare sono individuati tramite 2 procedure:


ELENCHI DI OPERATORI ECONOMICI
INDAGINI DI MERCATO

A) per singolo incarico mediante indagine di mercato


B) costituzione Albo (o Elenco)
Professionisti
(per opere risultanti dal P.T. dei
lavori pubblici)



Distinto per prestazioni da eseguire (o anche
classi e categorie (*) delle tariffe professionali):
progettazione-D.L. distinto per categorie
di opere;
prestazioni specialistiche;
collaudatori;
coordinatori D. Lgs n. 81/2008;


(*) L.143/49 D.M. 143/13
classi categorie dopere in Tav Z-1 vi la corrispondenza
categorie destinaz. funzionali ID opere
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
42
4.4- PROCEDURA A) SINGOLO INCARICO (Art. 267-7,8c. DPR 207/2010)


1^ fase:
AVVISO ESPLORATIVO

Da pubblicare per 15 gg:
- sito Minist. Infrastrutture
- SITAR (sito Osservatorio)
- sito S.A.
- Ordini Professionali
oggetto affidamento (tipologie e compensi);
requisiti minimi di partecipazione;
criteri di selezione dei candidati da invitare alla
procedura competitiva;
criteri di individuazione migliore offerta pervenuta dai
candidati selezionati :
a) criterio prezzo pi basso;
b) offerta economicamente pi vantaggiosa;

2^ fase:
PREQUALIFICAZIONE
valutazione delle candidature presentate nei termini e ritenute
idonee procedendo alla redazione di una graduatoria;
individuazione tra i candidati in possesso requisiti minimi,
almeno 5 che parteciperanno alla fase competitiva
(mediante i criteri gi predeterminati)

3^ fase:
FASE DI SELEZIONE
E
AGGIUDICAZIONE

invito simultaneo a presentare offerta a candidati selezionati;
aggiudicazione a migliore offerta secondo il criterio di
aggiudicazione (e parametri) predeterminati.


____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
43
4.4.1- REQUISITI DI AMMISSIONE


a) Requisiti generali :
insussistenza delle cause di esclusione di cui allart. 38 del Dlgs. 163/2006;
regolarit contributiva;

b) Requisiti tecnici o speciali :
iscrizione agli Ordini professionali;
REQUISITI MINIMI di partecipazione


Ne il Codice, n il Regolamento, stabiliscono, per tale fascia, i requisiti minimi di
partecipazione.

Lart. 267 comma 7 DPR 207/10, prevede che per i requisiti minimi:
pu essere richiesto lavvenuto svolgimento negli ultimi 5-10 anni di servizi di
ingegneria ed architettura relativi a lavori appartenenti alle classi e categorie
affini di cui alla Legge 143/49 (categorie e dest. funzionali di cui al D.M. 143/13),
cui si riferiscono i servizi da affidare, per un importo totale lavori non inferiore
all'importo stimato dei lavori dellintervento cui si riferiscono i servizi da affidare;




N.B. DEVE FARSI RIFERIMENTO ALLIMPORTO LAVORI E NON DEI SERVIZI
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
44

4.4.2- VALUTAZIONE DEI SERVIZI DI INGEGNERIA ED ARCHITETTURA



N.B. Detti criteri sono validi per QUALUNQUE FASCIA DI IMPORTO, anche per
incarichi oltre 100.000,00 euro.

Sono valutabili sia i servizi svolti per committenti pubblici che per committenti privati.

A) COMMITTENTI PUBBLICI:

I servizi di ingegneria ed architettura valutabili sono quelli di cui allart. 252
(ovvero: progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva-direzione lavori-C.S.P.-C.S.E),
che ai sensi dellart. 263-2c. DPR 207/2010)



a) quelli iniziati, ultimati e approvati nel quinquennio (o decennio) antecedente la
data di pubblicazione dellavviso;

b) la parte di essi ultimata ed approvata nello stesso periodo, per il caso di servizi
iniziati in epoca precedente;
(presumendo uno svolgimento dei servizi con andamento lineare)


____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
45
N.B.
Per i servizi di progettazione non rileva la mancata realizzazione dei lavori;
Per i servizi di direzione lavori lapprovazione riferita alla data della deliberazione di
approvazione del certificato di collaudo (ai sensi dellart. 234,
comma 2, D.P.R. 207/2010).

Esempio
categoria lavori Importo
minimo
Categ.-classe
L. 143/49
Categ. e dest. funzionale
D.M. 143/2014
OG3 1.915.226,52 VI a V.01
OG6 516.917,33 VIII D.04
OG10 55.437,82 IIIc IA.03
TOTALE 2.487.581,67

Valutazione in relazione alla prestazione svolta:

a1) i lavori sono valutati ai fini del raggiungimento requisito minimo, nella seguente misura percentuale:

progettazione preliminare: 5% dellimporto progettuale (se corrispondenti alle relative classi e categorie);
progettazione definitiva: 65% dellimporto progettuale ( );
progettazione esecutiva: 30% dellimporto progettuale ( );
progettazione preliminare e definitiva: 70% dellimporto progettuale ( );
progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva: 100% dellimporto progettuale ( );
coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione e/o esecuzione: 50% dellimporto progettuale
direzione lavori: 100% dellimporto di contabilit;

a2) ai fini del requisito, non sono ammessi lavori appartenenti a classi o categorie diverse da quelle richieste;
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
46
a3) in ogni caso un lavoro non pu essere computato per lintero importo pi di una volta
da pi soggetti facenti parte dello stesso concorrente;

a4) limporto utile dei singoli lavori da considerare ai fini dei requisiti :
quello liquidato qualora il lavoro sia ultimato;
quello posto in appalto qualora il lavoro sia ancora in corso;
quello preventivato qualora il lavoro non sia stato appaltato;

a5) i servizi svolti in raggruppamento (R.T.P) con altri professionisti, vanno riconosciuti nella
misura indicata nel certificato di buona esecuzione del servizio in cui devono essere
riportate le prestazioni (o le quote %) effettuate da ciascun componente il
raggruppamento;

a6) i servizi svolti in esecuzione di incarichi conferiti congiuntamente, vanno assunti in quota
proporzionale al numero dei professionisti incaricati.

* * *


I requisiti minimi stabiliti dallavviso vengono dimostrati mediante la SCHEDA REFERENZE
PROFESSIONALI (allegato O)

esempio scheda
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
47
B) COMMITTENTI PRIVATI:

Sono valutabili anche i servizi svolti per committenti privati comprovati:
a) certificati di buona e regolare esecuzione rilasciato dal committente privato;
b) dichiarazione del professionista che fornisca, su richiesta della S.A.:
atti autorizzativi e concessori (progettazione);
certificato di buona e regolare esecuzione (collaudo amministrativo)-(direzione lavori);
copia del contratto stipulato e fatture relative alla prestazione svolta.

Dai quali possano evincersi gli importi dei lavori, le prestazioni svolte, le relative
categorie e destinazioni funzionali ed il periodo di esecuzione.

La sussistenza dei requisiti minimi, dichiarata dal candidato nella domanda di partecipazione, verr
verificata, nel caso di affidamento a richiesta da parte dellAmministrazione affidataria, mediante
presentazione da parte del candidato del/i certificato/i di buona esecuzione del/i servizio/i, o di altra
documentazione idonea a verificare l'effettivo svolgimento della prestazione (Disciplinari di incarico,
Lettere di incarico, Certificati di ultimazione dei Lavori, etc..).




I REQUISITI DEI R.T.P.




____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
48
TIPOLOGIE DI RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI

Art. 37 CODICE definisce i RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI DI CONCORRENTI

LAVORI
(art. 37-1c.)
il BANDO/AVVISO prevede categorie PREVALENTI
categorie SCORPORABILI

A.T.I. Verticale mandataria esegue lavori categoria prevalente
mandanti eseguono lavori categorie scorporabili

A.T.I. Orizzontale le imprese eseguono i lavori nelle diverse categorie
(prevalente e scorporabili)

SERVIZI
[SERV. ING-ARCH]
(art. 37-2c.)




il BANDO/AVVISO prevede PRESTAZIONE PRINCIPALE
(classe e categoria di maggiore importo)
PRESTAZIONI SECONDARIE
(altre classi e categorie cui si riferiscono le prestazioni da
affidare e/o relazione geologica)
[ tutte non subappaltabili ai sensi dellart. 91-3c CODICE ]

R.T.P. Verticale mandatario esegue PRESTAZIONE PRINCIPALE
mandanti eseguono PRESTAZIONI SECONDARIE

R.T.P. Orizzontale professionisti eseguono medesimo tipo di prestazione

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
49
REQUISITI PARTECIPAZIONE R.T.P.
(art. 37 Codice artt. 92 - 261-7 c DPR 207/2010)

R.T.P. verticale
a) PRESTAZIONE PRINCIPALE requisiti posseduti da mandatario
b) PRESTAZIONI SECONDARIE requisiti posseduti da mandanti

R.T.P. orizzontale
a) PRESTAZIONE PRINCIPALE requisiti posseduti da mandatario 60%
mandanti 40%
% mandataria > di
quella di ciascuna
mandante
b) PRESTAZIONI SECONDARIE requisiti posseduti da mandatario 60%
mandanti 40%
Ai sensi dellart. 261-7c del REG., i requisiti finanziari tecnici di cui allart. 263-1c. lett. a), b) e d), devono
essere posseduti cumulativamente dal raggruppamento.
Il bando di gara pu prevedere per la MANDATARIA una percentuale minima non superiore al 60%. Le
MANDANTI debbono possedere la restante percentuale, senza che possa essere richiesta una percentuale
minima alle singole mandanti.
La MANDATARIA in ogni caso possiede i requisiti in misura maggioritaria.
Ai sensi dellart. 37-13c. del CODICE (dopo L. 135/2012) non vi lobbligo di corrispondenza tra quote di
partecipazione al RTP e le quote dei requisiti di qualificazione dello stesso RTP [C.d.S sez.III, n. 4830/2012].

R.T.P. MISTO (R.T.P. verticale ove i servizi per alcune prestazioni sono eseguiti da R.T.P. orizzontali)
a) PRESTAZIONE PRINCIPALE requisiti posseduti da mandatario 1 60%
mandanti 40% % mandataria > di
quella di ciascuna
mandante
b) PRESTAZIONI SECONDARIE requisiti posseduti da mandanti
c) PRESTAZIONI SECONDARIE requisiti posseduti da mandatario 2 60%
mandanti 40%
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
50

4.4.3 CRITERI DI SELEZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE


Le normative di riferimento non forniscono indicazioni sui criteri di selezione dei soggetti
da invitare, indicano solo ad esempio il SORTEGGIO, (art. 267-8 c REG) di
conseguenza:




I CRITERI SONO STABILITI AUTONOMAMENTE DALLENTE COMMITTENTE


* * * * *


A.1-CRITERIO DI SELEZIONE: SORTEGGIO


Lart. 267-7c. del D.P.R. 207/2010 indica solo che lavviso deve indicare:

requisiti minimi stabiliti dallavviso dimostrabili mediante la SCHEDA REFERENZE
PROFESSIONALI (allegato O)

SORTEGGIO
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
51

A.2-CRITERI VALUTAZIONE DELLE CANDIDATURE SCELTI DALLA S.A.


La valutazione delle candidature pervenute (fase 2prequalificazione) sar effettuata
sulla base dei criteri predeterminati (gi indicati nellavviso esplorativo).

QUALI? LINEE GUIDA


A) ESCLUDERE TRA GLI ELEMENTI DI VALUTAZIONE IL CURRICULUM.

Infatti se la valutazione curriculare intesa secondo il concetto maggiore
esperienza pregressa = maggiore preferenza nella scelta



essa porta alla creazione di circuiti chiusi, dove solo chi ha pi esperienza,
acquisisce ulteriore esperienza, ingrossando il curriculum, consentendogli di
acquisire nuovi incarichi in una progressione anomala che esclude gli altri.

Tutti coloro che hanno quel requisito (cio superano la soglia minima per lavori
similari) devono essere ammessi alla procedura di scelta e posti, quindi, nelle
medesime condizioni, rendendo irrilevante il curriculum che contenga lavori anche
10 o 100 volte superiori alla soglia minima.

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
52
B) TENERE CONTO ESCLUSIVAMENTE DELLA CAPACIT TECNICA DEL
CANDIDATO NEL SETTORE OGGETTO DELLINCARICO.



Dimostrabile con la presentazione di documentazione tecnica (indicata nellavviso)
relativa ad un intervento affine o similare, significativo della propria capacit
tecnica, nelle quali siano evidenziate le problematiche affrontate in fase di
progettazione e/o di realizzazione dellopera presentata ed ipotizzabili per le
prestazioni da affidare.

* * * * *
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
53

Pertanto ad ESEMPIO: la valutazione delle candidature sar effettuata previa presentazione della
seguente documentazione tecnica:


1) SCHEDE REFERENZE PROFESSIONALI (sotto forma di dichiarazione sostitutiva), riportante
lelenco dei servizi di cui allart. 252 del Regolamento, espletati nei 10 anni antecedenti la
data dellavviso, relativi a lavori appartenenti alle classi e categorie affini di cui alla
Legge 143/49 (categorie e dest. funzionali di cui al D.M. 143/13), cui si riferiscono i servizi
da affidare, per un importo totale lavori non inferiore all'importo stimato dei lavori
dellintervento cui si riferiscono i servizi da affidare.


(per verificare la sussistenza dei requisiti minimi)


2) DOCUMENTAZIONE relativa ad 1 (un) intervento progettato e/o diretto dal
concorrente ritenuto dallo stesso significativo della propria capacit a realizzare la
prestazione sotto il profilo tecnico (scelto fra quelli riportati nelle schede referenze
professionali), qualificabile similare o affine (per tipologia, dimensioni e complessit)
a quello oggetto dellaffidamento.




____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
54

La documentazione deve essere costituita da una relazione tecnica descrittiva
dellintervento e da elaborati grafici (planimetrie, sezioni, prospetti, particolari costruttivi etc)
composta da massimo 3 tavole di formato A3 o A0, oltre eventuale documentazione
fotografica.
La relazione tecnica dovr contenere, le seguenti informazioni:
descrizione dellopera, importo dei lavori ed importo complessivo della stessa a consuntivo;
periodo di esecuzione, in caso di servizi in corso di esecuzione, si dovr indicare la sua
percentuale gi realizzata e contabilizzata;
indicare i parametri di riferimento del singolo intervento (mq, mc, ml etc):
nominativo del RUP e suoi recapiti nel caso di committente pubblico;
indicazione delle categorie lavori (allegato A DPR n. 207/2010), classi e categorie L. 143/49
in cui si suddivide lopera, le prestazioni svolte con indicazione del professionista incaricato,
specificando se le stesse sono state svolte singolarmente o in raggruppamento
temporaneo, indicando in tal caso la percentuale di competenza;
evidenziare in modo particolare le problematiche affrontate in fase di realizzazione
dellopera presentata ed ipotizzabili per la realizzazione dellintervento da affidare.


Ai fini della determinazione della graduatoria (per la scelta di almeno 5 soggetti), si
proceder con il metodo del confronto a coppie di cui allallegato G-P del D.P.R. n.
207/2010, sulla base dellaffinit (maggiore o minore) tra il servizio che si intende
affidare e quello documentato dal concorrente.
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
55

4.4.4 -CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE OFFERTE


Non possono essere inseriti quali parametri di valutazione:



precedenti esperienze maturate nel settore (curricula)
personale disponibile
attrezzature possedute
possesso certificazione di qualit



tali requisiti debbono essere richiesti solo in fase di prequalificazione
(selezione dei professionisti da invitare)
e non per la valutazione dellofferta
[pareri AVCP n. 141/2007 37/2008 92/2008].



____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
56


Quindi vi deve essere :















Esempio file AVVISO TECNICI, pag. 9-10
di selezione dei soggetti
da invitare

di aggiudicazione:
selezione dellofferta vincente
DISTINZIONE TRA I
CRITERI
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
57

4.5- PROCEDURA B) REDAZIONE ALBO PROFESSIONISTI
(da invitare alle procedure negoziate)

Tale elenco da aggiornare annualmente (Autorit det. 01/2006).

Normalmente dopo lapprovazione del Programma Triennale delle OO.PP. (P.T.), il RUP individua gli
incarichi che intende conferire allesterno (previa attestazione art. 90-6 comma).
Ci non comunque un obbligo, in quanto si pu fare riferimento a categorie di iscrizioni.


1^ fase:
AVVISO

Da pubblicare per 30 gg:

- G.U.R.I. (*)
- sito Minist. Infrastrutture
- ex SITAR (sito Osservatorio)
- sito S.A.
- Ordini Professionali

Sulla base di categorie di iscrizioni determinate con riferimento
a determinate prestazioni (categorie dopera delle tariffe
professionali).

Lart. 267-7c. del D.P.R. 207/2010 indica solo che lavviso deve
indicare:

requisiti minimi di partecipazione;
criteri di selezione dei candidati da invitare alla
procedura competitiva;
documentazione da presentare (art. 267-7c. REG):
1. curriculum vitae da redigere secondo lallegato N;
2. (referenze prof.) requisiti minimi stabiliti dallavviso
dimostrabili mediante lallegato O.

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
58

2^ fase:
PUBBLICAZIONE ALBO

da pubblicare per 30 gg:
sito S.A.


inserimento di tutti i professionisti per i quali si sono
verificati la sussistenza dei requisiti minimi di
partecipazione;
elenco predisposto per categorie ed eventuali fasce di importo
(caso b)

Esempio Avviso file Avviso Elenco-professionisti-ATENA-2010.pdf

Esempio Albo file 3-Elenco professionisti-ATENA-2010.xls



3^ fase:
PREQUALIFICAZIONE

Individuazione tra i candidati in possesso requisiti minimi,
almeno 5 che parteciperanno alla fase competitiva tenendo
conto dei seguenti criteri:
rotazione nella scelta dei nominativi dellAlbo ai quali
richiedere lofferta;
divieto di cumuli di incarichi (non pi di un incarico
entro lanno successivo alla stipula convenzione);
correlazione allesperienza pregressa del professioni-
sta alle classi e destinazioni funzionali cui si riferi-
scono i servizi da affidare.
Eventuali altri

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
59

4^ fase
FASE COMPETITIVA
(per ogni intervento)

invito simultaneo a presentare offerta a candidati
selezionati;
aggiudicazione a migliore offerta secondo il criterio di
aggiudicazione (e parametri) predeterminato.



Le normative di riferimento, neanche in questa procedura, forniscono indicazioni sui
criteri di selezione dei soggetti da invitare, indicano solo il SORTEGGIO, di conseguenza:




I CRITERI STABILITI SONO AUTONOMAMENTE DALLENTE COMMITTENTE

* * * * *



Nella selezione dei professionisti di fiducia da invitare, la giurisprudenza si
espressa nel senso di ritenere che la scelta sia connotata da ampio margine di
discrezionalit, con lunico limite individuato nella necessit di un obbligo di
adeguata motivazione, nellipotesi in cui la stazione appaltante decida di non
invitare alla procedura negoziata, il soggetto che in passato ha gi eseguito
diligentemente ed efficacemente prestazioni analoghe a quelle oggetto di
affidamento (Consiglio di Stato, sezione VI, 06-07-2006, n. 4295).
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
60
AFFIDAMENTO SERVIZI TECNICI < 100.000
RIEPILOGO PUBBLICITA (articoli 65, 66 e 124 D. LGS 163/2006)
PROCEDURA NEGOZIATA
(art. 91-2 c. art. 57-6 c. D. Lgs 163/2006)
Avviso esplorativo
(indagine di mercato)
Elenco
professionisti
Pubblicit
G.U. della C.E. NO NO
G.U. della Repubblica NO SI
B.U. Regione SI SI
Albo Ente on-line SI SI
Profilo Committente SI SI
sito Ministero Infrastrutture SI SI
sito Osservatorio (S.I.T.A.R.) SI SI
Ordini professionali SI SI
Avviso esito gara
(entro 48 gg
dallaffidamento)
G.U. della C.E. NO NO
G.U. della Repubblica NO NO
Albo Ente on-line SI SI
Profilo Committente SI SI
sito Ministero Infrastrutture SI SI
sito Osservatorio S.I.T.A.R.) SI SI

RIEPILOGO TERMINI PROCEDURE
SERVIZI TECNICI (articoli 70 e 124 D. LGS 163/2006)
Avviso
esplorativo
Dallavviso per ricezione domande 15
Dagli inviti per ricezione offerte 10
Elenco
professionisti
Dal bando per ricezione domande 30
Dagli inviti per ricezione offerte 10
Per tutte le
procedure
Comunicazioni esclusioni 5
Comunicazione esito gara 5

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
61
5) AVVALIMENTO DEI SERVIZI DI
INGG-ARCH.



Ai sensi dellart. 49 del D.Lgs. 163/2006, il PROFESSIONISTA, singolo o raggruppato, pu soddisfare
la richiesta relativa al possesso dei requisiti di partecipazione:
di carattere economico-finanziario fatturato globale [c.d. avvalimento di garanzia]
di carattere tecnico-organizzativo capacit tecnica personale [c.d. avvalimento operativo]
avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto (AUSILIARIO).

In caso di avvalimento il concorrente (AUSILIATO), deve allegare, a pena di esclusione:
a) una sua dichiarazione, verificabile ai sensi dell'articolo 48 del D.Lgs. 163/2006, attestante
l'avvalimento dei requisiti necessari per la partecipazione alla gara, con specifica
indicazione dei requisiti stessi e del professionista ausiliario;

b) una dichiarazione sottoscritta dal professionista ausiliario con cui quest'ultimo, oltre a
mettere a disposizione dellausiliato i requisiti di partecipazione di questo carente, si obbliga
verso il concorrente e verso la stazione appaltante a mettere a disposizione, per tutta la durata
dell'appalto, le risorse necessarie di cui carente il concorrente, con riferimento a:
- le risorse economiche e/o le garanzie messe a disposizione;
- i mezzi, le attrezzature, i beni finiti messi a disposizione, con lindicazione specifica dei beni
finiti, dei materiali, dei singoli mezzi o delle attrezzature con i loro dati identificativi;
- il numero degli addetti messi a disposizione, facenti parte dellorganico dellausiliaria, i cui
nominativi dovranno essere comunicati prima dellinizio della prestazione;
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
62

c) una dichiarazione sottoscritta dal professionista ausiliario con cui questo attesta che
non partecipa alla gara in proprio o in raggruppamento;
d) originale o copia autentica del contratto in virt del quale il professionista ausiliaria si
obbliga nei confronti del professionista concorrente a fornire i requisiti e a mettere a
disposizione le risorse necessarie per tutta la durata dell'appalto con riferimento alla precedente
lett. b) dettagliatamente quantificate.

NOTE OPERATIVE



Lavvalimento, come configurato dalla legge deve essere reale e non formale, nel
senso che non pu considerarsi sufficiente PRESTARE i requisiti posseduti
assumendo impegno assolutamente generici e finalizzato esclusivamente ad
arricchire la capacit tecnica ed economica del professionista concorrente.

Occorre invece che lausiliario si impegni espressamente e chiaramente a fornire e
mettere a disposizione dellausiliato il suo apparato organizzativo quali: strutture,
personale qualificato, tecniche operative, che deve essere esplicitato nel contratto.
In assenza di ci il contratto di avvalimento non ammissibile.
[C.d.S. sez III 18-04-2011 n. 2343] - [C.d.S. sez VI 13-06-2013 n. 3310]
[C.d.S. sez III 22-01-2014 n. 294] - [C.d.S. sez V 27-01-2014 n. 412]
[TAR Campania NA n. 4264/2013]
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
63

Il concorrente pu avvalersi di pi professionisti ausiliari per ciascuna categoria-
dest. funzionale di cui al D.M. 143/2013 (ex classi e categorie di cui alla L.143/49)
previste nel bando di gara [Corte Giustizia Europea sentenza C-94/12 del 10-10-2013- C.d.S. sez V
09-12-2013 n. 5874] , c.d. AVVALIMENTO PLURIMO o FRAZIONATO (possibilit di cumulare i
requisiti di pi operatori economici).

I servizi di punta [art. 263-1c-lett c) REG], ai sensi dellart. 261-8c. REG, non sono
frazionabili per i RTP.

Lavvalimento ammissibile per i requisiti di partecipazione e non pu essere
utilizzato in relazione agli elementi di offerta di cui allart. 266-1 comma lett. b
punto 1 (documentazione n. 3 servizi significativi della propria capacit tecnica ed
affini a quelli da affidare).

Il bando o lettera di invito possono prevedere (per ciascuna categoria-dest. funzionale)
un importo minimo di requisiti posseduti da ogni professionista ausiliario.

In caso di RTP, il rapporto di avvalimento si instaura con il singolo professionista
facente parte del raggruppamento.

Non consentito, a pena di esclusione, che dello stesso professionista ausiliario si
avvalga pi di un concorrente, o che partecipino alla medesima gara sia il
professionista ausiliario che quello che si avvale dei requisiti.

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
64

6) VERIFICA DELLE OFFERTE
ANOMALE


6.1 - OFFERTA ANOMALA


OFFERTA
ANOMALA
Offerta bassa rispetto allentit delle prestazioni oggetto dellappalto;

Che suscita il sospetto della scarsa seriet dellofferta, tale da non
rendere possibile la corretta e puntuale esecuzione della prestazione, per
il fatto di non assicurare un adeguato profitto alloperatore economico
(forte ribasso).



La problematica della seriet dellofferta, oggi meno rilevante, in quanto








Il ribasso offerto in sede di gara deve essere unico
(con riferimento alle prestazioni ed alle spese) non superiore
alla percentuale fissata nel bando/avviso.
(art. 262-3c. art. 266-1c lett. c1) del DPR 207/2010)

____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
65
OFFERTA ANOMALE
O.E.P.V.
art. 83
verifica
giustificazioni
per qualsiasi importo;
per qualsiasi n offerte ammesse
Kp = punteggio attribuito al prezzo
Pp = peso attribuito al prezzo
Kt = punteggio totale
100= somma dei pesi
Ka = punteggio attribuito altri elementi
Pa = peso attribuito altri elementi =
100 - Pp
NO
Eslusione automatica

se Kp Pp*4/5
e
Ka Pa * 4/5
VERIFICA
OBBLIGATORIA
art. 86, comma 2
se Kp < Pp*4/5
o
Ka < Pa * 4/5
VERIFICA
FACOLTATIVA
art. 86, comma 3
____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
66


elemento Peso Offerta 1 Offerta 2 Offerta 3
Merito tecnico 30 22 20 30
Metodologia Offerta 30 20 30 24
Tempo 10 10 8 5
Parziale 70 52 58 (> 56) 59 (> 56)
Prezzo 30 30 (>24) 23 26 (> 24)
Totale 100 82 81 85
1^ Soglia
70*4/5= 56 No Si Si
2^ Soglia
30*4/5= 24 Si No Si
Sintomi Congrua Congrua Anomala
ESEMPIO DI DETERMINAZIONE DELLA SOGLIA DI ANOMALIA NELL'OFFERTA
ECONOMICAMENTE PIU' VANTAGGIOSA



____________________________________________________________
Ing. Cono GALLO Laffidamento dei servizi di ingegneria ed architettura
67
Con il ribasso massimo fissato nel bando, vi il vantaggio della PRESUNZIONE DI
ACCETTABILITA e quindi che le offerte non sono da considerare anomale (anche presumibilmente
ravvicinate ed assestato al max ribasso e quasi tutte le offerte superano la 1^ soglia di anomalia).

Laddove si debba procedere alla verifica di anomalia, le giustificazioni da fornire alla S.A. devono
riguardare:

A) SPESE PERSONALE:
1. Spese gruppo lavoro quantit ore x c.u. professionista senior (per ogni figura professionale)
2. Spese gruppo lavoro quantit ore x c.u. professionista junior (per ogni figura professionale)
3. Consulenze esterne (prestazioni specialistiche)

B) COSTI E SPESE SU PROGETTO:
4. Ammortamento software, hardware, attrezzature, noli
5. Spese per viaggi, spostamenti, pasti ed ammortamento mezzi di trasporto
6. Spese cancelleria e stampe
7. Spese consulenze esterne (rilievi)

C) ONERI DI AZIENDA:
8. Spese generali (servizi e funzionamento studio professionale)
9. Utile di impresa
10. Costi sicurezza
11. Specifica polizza professionale.

COSTO TOTALE CORRISPETTIVO NETTO OFFERTO

oltre cassa previdenziale ed iva