Sei sulla pagina 1di 8

PROCESSI DI ASSEMBLAGGIO

SALDATURA PER COMPONENTI METALLICI



Saldare: stabilire continuit sica tra due componenti
Si pu giuntare per fusione, per compressione ad alta temperatura o per adesione a materiale
interposto.
Si pu usare metallo di apporto (metallo in pi per creare adesione) in aggiunta al metallo base

Giunti saldati

















Tipi principali di saldature


SALDATURA A GAS (Si usa per riparazioni o manutenzioni)
Il principio si basa sulla reazione di combustione tra acetilene (C2H2) con lossigeno (O2).
Si utilizza come strumento il saldatore ossiacetilenico (con cannello ossiacetilenico) e una barra di
metallo di apporto.





Giunti saldati
di testa
di spigolo
a L a T
a sovrapposizione
a coprigiunto (semplice, doppio) dorlo
Posizione
del giunto:
in piano frontale verticale sopratesta
Processi di saldatura
apporto di calore
protezione contro
la corrosione
Processi di saldatura
Tipi principali:
Saldatura a gas
Saldatura ad arco
Saldatura per pressione
Saldatura a fascio
Saldatura a resistenza
Saldatura per fusione
Saldatura ad attrito
Brasatura
Saldatura a gas
Fiamma di combustione:
Principio:
Il calore necessario alla fusione dei lembi da
collegare e del metallo di apporto proviene dalla
reazione di combustione di acetilene (C
2
H
2
) con
ossigeno (O
2
)
O
2
Cannello ossiacetilenico
C
2
H
2
Metallo
di apporto
temperatura: ~ 3000 C
Processi di saldatura
Tipi principali:
Saldatura a gas
Saldatura ad arco
Saldatura per pressione
Saldatura a fascio
Saldatura a resistenza
Saldatura per fusione
Saldatura ad attrito
Brasatura
Saldatura a gas
Fiamma di combustione:
Principio:
Il calore necessario alla fusione dei lembi da
collegare e del metallo di apporto proviene dalla
reazione di combustione di acetilene (C
2
H
2
) con
ossigeno (O
2
)
O
2
Cannello ossiacetilenico
C
2
H
2
Metallo
di apporto
temperatura: ~ 3000 C
Vantaggi:

basso costo

portabilit

versatilit (si pu saldare in qualsiasi posizione



Svantaggi

processo manuale che comporta un personale qualicato (costo alto della manodopera)

temperatura bassa (3000C) che limita la velocit

spesso si deve cambiare il materiale di apporto perch non c niente che protegga il metallo
dallossidazione

limitazioni di materiali_solo acciaio al C o bassolegato NO acciaio inossidabile perch ha poco


carbonio e se noi saldiamo a gas perdiamo lacciai ossidabile

SALDATURA AD ARCO

Strumento: pinza con elettrodo che crea radiazioni (UV e
Il calore proviene da un arco elettrico generato tra i pezzi da saldare e un elettrodo (Temperature
dai 4000 ai 7000 C). Il metallo di apporto fornito dallelettrodo fusibile o separatamente con
elettrodo refrattario.
La tensione a cui si lavora deve essere bassa in modo tale che non sia pericoloso. Per innestare
una carica alta si scaricano gli elettrodi e gli elettrodi ionizzano gli elettroni dellaria. Gli elettroni
dellaria si spostano e creano un arco elettrico.

Tipi di saldatura ad arco:

con elettrodo rivestito

ad arco sommerso

MIG

TIG

plasma

Saldatura con elettrodo rivestito
Quando lelettrodo tocca il metallo base si crea un corto circuito e il metallo si scalda moto.

Il rivestimento dellelettrodo si consuma e produce dei
fumi che vanno a formare la scoria ossia una zona che
sovrasta la zona gi saldata proteggendola
dallossidazione.

Applicazioni: produzioni di piccole quantit in acciaio







Vantaggi:

Apparecchiatura economica, portabile e versatile

Velocit di esecuzione maggiore rispetto alla saldatura a gas



Svantaggi:

Processo manuale che comporta un personale qualicato (costo alto della manodopera)

Difcolt di esecuzione per spessori inferiori a 2-3 millimetri

Facilit di ossidazioni

Limitazioni di materiali (escluse leghe di alluminio e titanio)



Saldatura ad arco
Principio:
Il calore proviene da un arco elettrico
generato tra i pezzi da saldare e un
elettrodo (temperatura: 40007000 C)
Il metallo di apporto fornito:
dallelettrodo fusibile
separatamente (elettrodo refrattario)
La protezione contro lossidazione
effettuata per mezzo di:
una sostanza refrattaria (solida o granulare)
un gas inerte
Varianti principali:
con elettrodo rivestito
(ad arco sommerso)
MIG
TIG
(plasma)
+
-
elettrodi
riscaldati
arco
elettrico
(elettroni
+ ioni)
Saldatura ad arco con elettrodo rivestito
Schema:
Elettrodo
(metallo di
apporto)
Pinza
Macchina
elettrica
Metallo base
Rivestimento
Fumi
Scoria
Giunto
Metallo fuso
Anima
metallica
Arco
Saldatura ad arco con elettrodo rivestito
Dispositivo:
Preparazione
dei lembi
Passate multiple
Saldatura ad arco con elettrodo rivestito
Vantaggi:
Basso costo dellapparecchiatura
Portabilit e versatilit (si pu saldare in qualsiasi posizione)
Velocit di esecuzione maggiore rispetto alla saldatura a gas
Svantaggi:
Processo manuale, necessit di personale addestrato
Difficolt di esecuzione per spessori < 2-3 mm
Facilit di ossidazione !Necessit di pulizia dei lembi
Limitazioni sui materiali (escluse leghe di Al e Ti)
Campo di applicazione:
Produzione di piccole quantit in acciaio
Saldatura MIG (gas inerte)

Si utilizza un elettrodo di metallo fusibile. La protezione contro lossidazione avviene tramite un gas
protettivo, lArgon, che inerte.
Esiste la variante MAG: il gas protettivo usato, il CO2, pi economico

Applicazioni: Produzioni in quantit medio-grandi in vari materiali (acciai al C, acciai legati, acciai
inox, leghe di Alluminio, Tiatanio, Magnesio)

Vantaggi:

Processo semplice, versatile e automatizzabile

Costo moderato dellapparecchiatura

Velocit di esecuzione medio alta, in quanto non necessaria la sostituzione dellelettrodo e la


pulizia dei lembi

Minori limitazioni su materiali e spessori (maggiori di 0,5 millimetri)

Assenza di scoria, buona qualit dei giunti



Svantaggi:

Difcolt di esecuzione allaperto (portate eccessive di gas)

Distorsioni su spessori superiori a 6 millimetri (raffreddamento rapido dovuto al gas)




Saldatura TIG (Tungsten Inert Gas)











Simile al MIG ma utilizza un elettrodo al tungsteno. Il metallo dapporto va dato per dallesterno e
c anche dellacqua di raffreddamento (che pu anche essere presente talune volte nel MIG)
Si sostituisce il lo sottile con lelettrodo al tungsteno perch questultimo non si consuma, quindi la
corrente pi bassa perch larco sempre stabile. Col lo continuo che si consuma si creano
invece delle microoscillazione dellarco che richiedono corrente pi alta.

Rispetto al MIG

Vantaggi: Migliore uniformit del giunto e per spessori maggiori allo 0,1 millimetro

Svantaggi: Esecuzione pi lenta e difcile


Saldatura ad arco MIG (Metal Inert Gas)
Schema:
Metallo base
Filo-elettrodo
(metallo di apporto)
Arco
Pistola
Gas protettivo
(Ar, He)
Bobina di filo
Controllo e
trazione filo
Macchina
elettrica
MAG(Metal Active Gas):
variante con gas protettivo CO
2
Saldatura ad arco MIG
Dispositivo:
Saldatura ad arco MIG
Vantaggi:
Processo semplice, versatile e automatizzabile
Costo moderato dellapparecchiatura
Velocit di esecuzione medio-alta:
sostituzione dellelettrodo non necessaria
pulizia dei lembi non necessaria
Minori limitazioni su:
materiali
spessori (> 0,5 mm)
Assenza di scoria !buona qualit dei giunti
Svantaggi:
Difficolt di esecuzione allaperto (portate eccessive di gas)
Distorsioni su spessori > 6 mm (raffreddamento rapido dovuto al gas)
Campo di applicazione:
Produzione di quantit medio-grandi in vari materiali (acciai al C, acciai
legati, acciai inox, leghe di Al, Ti, Mg)
Saldatura ad arco TIG (Tungsten Inert Gas)
Schema:
Metallo base
Metallo
di apporto
Elettrodo
in tungsteno
Pistola
Gas
protettivo
Macchina
elettrica
Acqua di
raffreddamento
Saldatura Laser
Il calore generato da assorbimento di un raggio laser. si usa un gas di protezione come nel MIG
e nel TIG per proteggere da ossidazione

Il raggio laser crea un fascio di luce coerente, monocromatico e ad alta energia, emesso da un
mezzo (gas, solido) stimolato mediante luce.


La saldatura ad arco crea il cordone di saldatura molto
ampio mentre con la saldatura laser lalterazione del
materiale avviene in unarea molto ristretta



Vantaggi:

Calore molto concentrato

Minima distorsione, maggior qualit

Processo rapido e automatizzabile

Applicazione su materiali diversi

Spessori elevati (no a 20-30 millimetri su acciaio)



Svantaggi:

Elevato costo dellapparecchiatura



Applicazioni: Prodotti in cui la qualit richiesta altissima e dove ci sono piccoli componenti e
poco spazio a disposizione per i giunti (lamette da barba)


SALDATURA A RESISTENZA
Il calore ottenuto per effetto Joule, ovvero per resistenza che la propriet del materiale a
resistere al passaggio di corrente . I pezzi da saldare sono compressi tra due elettrodi.

Saldatura a resistenza a punti
Lelettricit fa avere un picco di resistenza elettrica tra le lamiere
Essendo la quantit di calore proporzionale alla resistenza elettrica, le lamiere si fondono al centro.
Il tutto avviene ad una bassa tensione, ma ci crea comunque una corrente altissima che agisce
per un tempo bassissimo.

Applicazioni:
Giunti a sovrapposizione tra lamiere
- numero maggiore o uguale a 2 (max 8 per acciaio, 3 per alluminio)
- spessore totale maggiore o uguale a 0,25 mm (25 mm per acciaio, 8 mm per alluminio)

A volte si presentano difcolt nellaccesso degli elettrodi con forme particolari delle lamiere, e si
utilizzano elettrodi speciali sforma non regolare appositamente modicata.


Saldatura laser
Vantaggi:
Calore molto concentrato !minima distorsione, elevata qualit
Processo rapido e automatizzabile
Applicabile a:
materiali diversi
spessori elevati (fino a 20-30 mm su acciaio)
Svantaggi:
Elevato costo dellapparecchiatura
Saldatura
ad arco
Saldatura
laser
(rapporto di forma: 4 10)
Saldatura laser
Applicazioni tipiche:
Qualit richiesta particolarmente spinta
Piccoli componenti, o poco spazio a disposizione per i giunti
Saldatura a resistenza
Principio:
Il calore ottenuto per effetto Joule
I pezzi da saldare sono compressi
tra due elettrodi in tensione
Il calore sviluppato aumenta con la
resistenza elettrica (massima sulla
superficie di interfaccia)
Principali processi:
a punti
a rulli
(per rilievi)
(a scintillio)
(di prigionieri)
Saldatura a resistenza a punti
Applicazione:
Giunti a sovrapposizione tra lamiere:
numero ! 2 (max 8 per acciaio, 3 per Al)
spessore totale ! 0,25 mm (max 25 mm per acciaio, 8 mm per Al)
Schema:
Sequenza
Saldatura a resistenza a rulli
I punti di saldatura risultano cos tti perch si mandano impulsi a cos alta frequenza da ottenere
leffetto di una saldatura unica.

Applicazioni:
Giunti continui a sovrapposizione (spessore totale inferiore a 3 mm) es chiusura serbatoio
Esecuzioni di giunti su proli complessi

BRASATURA
Il metallo base non fonde. Il metallo di apporto ha una T di fusione minore rispetto al metallo base,
quindi fonde solo questo e fa da giunto.
Per non far ossidare si spalmano delle paste antiossidazione.
Brasatura forte:
Temperatura di fusione del materiale da apporto maggiore a 450C (a base di Cu, Al) e moderata
resistenza meccanica

Brasatura forte per capillarit
PIC_il lo che si scioglie va nellintercapedine

Brasatura dolce
Temperatura di fusione del materiale da apporto inferiore a 450C (a base di Sn) e scarsa
resistenza meccanica. Usata soprattutto per impieghi elettronici.

Vantaggi:

Possibilit di realizzare giunti tra materiali diversi, di forma complicata e a tenuta di udi

Flessibilit (piccole quantit_cannello, grandi quantit_forno)



Svantaggi

Minor resistenza meccanica dei giunti

Limitazioni su leghe di Alluminio e dimensioni dei giunti



Applicazioni: Giunti tra materiali diversi, assiemi complessi e giunzioni tra tubi.





Saldatura a resistenza a punti
Dispositivo:
Elettrodi speciali
(difficolt di accesso degli elettrodi)
Saldatura a resistenza a rulli
Applicazione:
Giunti continui a sovrapposizione (spessore totale ! 3 mm)
Schema:
Saldatura a resistenza a rulli
Dispositivo:
Esecuzione di giunti
su profili complessi
Brasatura
Principio:
Il metallo base non fonde
Il metallo di apporto ha
temperatura di fusione
inferiore al metallo base
Il metallo di apporto solidifica
aderendo ai due lembi del
metallo base
Tipi di processo:
Brasatura forte (brazing):
Temperatura di fusione del metallo di apporto > 450 C (a base di Cu, Al)
Moderata resistenza meccanica
Brasatura dolce (soldering):
Temperatura di fusione del metallo di apporto < 450 C (a base di Sn)
Scarsa resistenza meccanica !soprattutto impieghi elettronici
Metallo base
Metallo
di apporto
Flusso
Cannello
SALDATURA PER COMPONENTI PLASTICI
Adatti a materiali termoplastici con forma complessa con sottosquadri non realizzabili con
iniezione.

Saldatura ad ultrasuoni
Il calore viene generato per smorzamento di vibrazioni di piccola ampiezza ,generate da un
trasduttore elettrico, amplicate trasmesse ai pezzi. I 2 pezzi sono colpiti da energia meccanica
che viene dissipata in calore che fonde la supercie di interfaccia.

Vantaggi:

Elevata velocit di esecuzione (da 0,1 a 1 secondo)

Costo moderato dellapparecchiatura



Svantaggi

Limitazione delle dimensioni dei giunti (150 millimetri)

Difcolt su materiali diversi

Difcolt su materiali cristallini

Difcolt su materiali con cariche, arditici e materiale di recupero



Applicazioni: Giunzioni di componenti medio piccoli in materiali uguali


Saldatura a vibrazioni
Rispetto alla saldatura ad ultrasuoni la direzione delle vibrazioni tangenziale, si ha sviluppo di
calore per attrito e le vibrazioni sono a frequenza bassa ma appezza elevata.

Vantaggi (rispetto ad ultrasuoni):

Possibilit di saldare componenti di grandi dimensioni



Svantaggi

Limitazione sulla forma del giunto (solitamente superci piane)

Costo elevato dellapparecchiatura



Applicazioni: Giunzioni di componenti medio-grandi in materiali uguali
Saldatura a ultrasuoni
Principio:
Compressione reciproca tra i pezzi da saldare
Calore generato per smorzamento di vibrazioni di piccola ampiezza
generate da un trasduttore elettrico, amplificate e trasmesse ai pezzi
trasduttore
amplificatore
sonotrodo
pezzi
vibrazioni
(0.050.1 mm,
20-40 kHz)
forza
direttore di
energia
fusione progressiva
!solidificazione
Saldatura a ultrasuoni
Dispositivo:
Saldatura a vibrazione
Differenze rispetto alla saldatura a ultrasuoni:
direzione delle vibrazioni: tangenziale
sviluppo di calore: per attrito
tipo di vibrazioni: frequenza bassa, ampiezza elevata
elemento fisso
molle
elemento
vibrante
elettromagnete
vibrazioni
(15 mm,
100-400 Hz)
forza
Durata media del processo: 2-3 s
Vibrazione lineare
Vibrazione angolare
Saldatura a vibrazione
Saldatura a piastra calda
Sulle superci da saldare viene inserita una piastra calda che fa fondere il materiale o per contatto
(temperatura della piastra tra i 100 e i 250 C) o per irraggiamento (tra i 500 e i 600 C)
Si utilizzano o macchine standard o speciali, ovvero costruite sul pezzo di un certo numero di
componenti

Vantaggi:

Costo moderato delle apparecchiature (maggiore degli ultrasuoni ma minore della vibrazione)

Nessuna limitazione sulle dimensioni (es. paraurti)

Giunti di qualit maggiore (zona fusa pi ampia e tentata dei uidi maggiore)

Raffreddamento dei pezzi pi lento poich la temperatura da smaltire pi elevata. Questo


comporta meno tensioni residue

Svantaggi

Tempo ciclo relativamente lungo (da 15 a 20 secondi di cui 5 per raffreddamento_no a 30


secondi totali per pezzi grandi)

Possibile deterioramento con porosit e ossidazione



Applicazioni: da usare quando non si possono usare le altre tipologie. Soprattutto per componenti
medio grandi (proli nestre, boe)


Criteri di scelta

Soluzione pi diffusa : Saldatura ad ultrasuoni

Economicamente conveniente sia per il basso costo dei dispositivi sia per il basso tempo ciclo

Inadatta a :

materiali diversi

materiali poco rigidi (es. PE ed elastomeri PVC essibile) in quanto smorzano le oscillazioni e la
saldatura non viene perci a localizzarsi sullinterfaccia ma su tutto il pezzo superiore andando
ad aderire allutensile

componenti di grandi dimensioni

componenti non stampati ad iniezione (necessit di direttori di energia)



2 soluzione : Saldatura a vibrazione

Adatta a giunti di forma speciale (es Nylon, assorbirebbe lumidit con piastra calda creando
vapore acque che andrebbe a formare porosit)

Soluzione ideale per resine particolari (PA)



3 soluzione : Saldatura a piastra calza

Adatta a giunti di forma complessa

Adatta a materiali essibili o a basso attrito (PTFE)

Minore produttivit
Saldatura a vibrazione
Svantaggi:
Limitazioni sulla forma del giunto (tipicamente: superfici piane)
Costo elevato delle apparecchiature
Applicazione tipica:
Giunzione di componenti medio-grandi in materiali uguali
Vantaggi (rispetto alla saldatura a ultrasuoni):
Possibilit di saldare componenti di grandi dimensioni
Saldatura a piastra calda (hot-plate)
Principio:
Le superfici collegate sono fuse localmente da una piastra riscaldata
Il riscaldamento pu essere:
a contatto (temperatura della piastra: 100 250 C)
per irraggiamento (500 600 C)
Inserimento della piastra Fusione dei lembi
Compressione dei pezzi Estrazione della piastra Estrazione dei pezzi saldati
pezzi
piastra riscaldata
Allineamento e fissaggio dei pezzi
Sequenza:
Riconoscere la saldatura




1) No punto di testa perch spessore troppo piccolo per buona resistenza

2) Bisogna creare una angia raddoppiando lo spessore (pi rigido, pi contatto).
La angia esterna in modo tale da non usare carrelli interni per sottosquadri.

3) Si potrebbero creare delle bave sulla angia che non potrebbero essere accettabili allesterno, si
realizzano quindi trappole per bava

4)direttore di energia piano vi la possibilit di bave. Si crea allora un interfaccia a gradino che
ostacola la bava (la evito completamente andando a creare una U)

5) Giunto a interferenza per materiali cristallini come PP e POM per controllare meglio la fusione


Esempi di applicazioni:
Saldatura plastiche: criteri di scelta
Alternative principali:
Saldatura a vibrazione:
adatta a giunti di forma semplice
soluzione ideale per resine particolari (PA)
Saldatura a piastra calda:
adatta a giunti di forma complicata
adatta a materiali flessibili (elastomeri) o a basso attrito (PTFE)
minore produttivit
Soluzione pi diffusa:
Saldatura a ultrasuoni:
economicamente conveniente per qualsiasi volume di produzione (basso costo
del dispositivo, basso tempo ciclo)
inadatta a:
materiali diversi
resine poco rigide (PE: smorzano le oscillazioni ! aderiscono allutensile)
giunti lontani dalle superfici di appoggio dellutensile (resine cristalline)
componenti non stampati (necessit di direttori di energia)
Saldatura plastiche: disegno dei giunti
NO
(a vibrazione,
a piastra calda)
(a ultrasuoni)
direttore
di energia
(a ultrasuoni, a caldo)
1 2 3





4





5
Saldatura plastiche: esempi
Saldatura a ultrasuoni di un braccio per lavastoviglie
Saldatura plastiche: esempi
Macchina speciale per la saldatura a ultrasuoni di bocchette di aria per auto
Saldatura plastiche: esempi
Saldatura a ultrasuoni di un braccio per lavastoviglie
Saldatura plastiche: esempi
Macchina speciale per la saldatura a ultrasuoni di bocchette di aria per auto
Saldatura plastiche: esempi
Cassa in plastica di orologio da polso
saldata a ultrasuoni
Saldatura plastiche: esempi
Griglia metallica inserita tra due componenti plastici saldati a vibrazione
Saldatura plastiche: esempi
Componente per tubazioni in materiale plastico saldato a piastra calda
Saldatura plastiche: esempi
Saldatura a piastra calda per fanale di automobile