Sei sulla pagina 1di 4

INCOLLAGGIO

Applicazione di uno strato di adesivo (a volte strutturale a volte per tenuta) liquido o semiliquido.
Ladesivo termoindurente. Il catalizzatore e ladesivo sono contenuti in serbatoi separati in forma
liquida. Quando le due parti vengono a contatto, a temperatura ambiente o in forno, polimerizzano.
Valido per termoplastici, termoindurenti e altri materiali.

Processi:
Incollaggio a spruzzo: si utilizza una pistola con serbatoio e aria compressa (adesivo spray
nebulizzato. con questo processo si riescono a ricoprire velocemente
superci ampie.
Dosaggio: il materiale semiliquido viene estruso tramite un ugello dosatore. Si realizza un cordone
adesivo.
Altre: a pennello, a rullo, a nastro, hot-melt

Vantaggi:

Materiali diversi (porosi, fragili) non fusibili

Buona resistenza (per giunti progettati correntemente)

Giunti caratterizzati da ottima sigillatura (tenuta dei liquidi) e isolamento elettrico, acustico e da
vibrazioni

Assenza si fori o elementi visibili

Riduzione del peso (es. su aerei, che fa risparmiare carburante)



Svantaggi

Limitazioni sulla temperatura di servizio (minore ai 250C)

Tempi lunghi di indurimento (cianoacrilati dai 5 ai 40 secondi)

Necessit di preparazione della supercie



Distribuzione uniforme del carico dellinterfaccia

Giunti in cui la forza si scarica sulladesivo, si crea spaccatura.
Giunti a sovrapposizione con forza che si scarica sul materiale

Applicazioni:
Giunti tra materiali diversi o non adatti asadlatura
Giunti con particolari esigenze estetiche, di leggerezza o di isolamento
Giunti di forma complicata








Incollaggio
Vantaggi:
Impiego in situazioni difficili (materiali diversi, porosi, fragili)
Buona resistenza (per giunti progettati correttamente)
Caratteristiche particolari dei giunti:
sigillatura
isolamento elettrico, acustico e da vibrazioni
Assenza di fori o elementi visibili !Buona resa estetica
Assenza di distorsioni (rispetto alla saldatura)
Riduzione del peso (rispetto alluso di elementi di fissaggio separati)
Svantaggi:
Limitazioni sulla temperatura di servizio (< 250C)
Tempi lunghi di indurimento (p.es.: 5 40 s per cianoacrilati)
Sensibilit a contaminanti !Necessit di preparazione della superficie
Incollaggio
Resistenza dei giunti incollati:
condizione: distribuzione uniforme del carico allinterfaccia
Sollecitazioni
non ammesse
Clivaggio
(strappo di elemento rigido)
Pelaggio
(strappo di elemento flessibile)
Sollecitazioni
ammesse
Trazione, compressione Taglio
Incollaggio
Dosatore a pedale
Dosatore automatico
Incollaggio
Disegno dei giunti:
NO
Esempi:
Incollaggio
Tipi di costruzioni:
laminata
scatolata
sandwich
Processi di assemblaggio meccanico
(Incollaggio)
Montaggio con fasteners:
Avvitatura di elementi filettati
Montaggio di inserti
Rivettatura
()
Montaggio per deformazione:
Forzamento
Incastro elastico
Ricalcatura di lamiere
Aggraffatura
()
ASSEMBLAGGIO MECCANICO

Montaggio con Fasteners: hanno utilit solo se applicati

Avvitatura di elementi lettati

Montaggio di inserti

Rivettatura

.

Montaggio con deformazione:

Forzamento

Incastro elastico

Ricalcatura di lamiere

Aggraffatura



MONTAGGIO CON FASTENERS
Elementi di ssaggio separati, realizzano giunzioni permanenti o smontabili tra due o pi
componenti

Bulloneria per metalli

La vite composta dalla testa e dal gambo. Viene misurata a seconda del diametro, secondo il
sistema metrico, ed il passo, creste consecutive del letto. Il passo 1/5 o 1/10 del diametro.
La vite serrata contro una supercie piana dappoggio. Essa in trazione, mentre gli elementi
tenuti assieme sono in compressione

Il bullone composto da vite+dado. In questo caso la lettatura non sul pezzo da collegare; vi
sono meno problemi in quando se il dado dovesse spanarsi basta cambiare quello. Con il bullone
si ha il serraglio massimo

Le rosette servono ad aumentare larea di appoggio; utilizzandole si rovina meno la supercie del
pezzo
Viti per plastica

La velocit e la coppia di avvitatura limitata, in quanto si potrebbe rompere la plastica. Inoltre non
si possono applicare sforzi permanenti in quanto il materiale soggetto al rilassamento che porta
dopo un p di tempo alla perdita di serraglio, in quanto la vite perdenti trazione si svita.
Per ovviare a ci ci sono due metodi:

vite autolettante: il rapporto testa letto inferiore in quanto il letto maggiore cos che
intorno ai letti si crea materiale plastico che spinge contro i letti e aumenta larea su cui si
genera lattrito (si genera anche sul letto). Tipi di viti autolettanti: formanti, per termoplastiche,
maschianti, per termoindurenti e plastiche rinforzate

montaggio su rilievi cilindrici






Montaggio con fasteners
Fasteners:
elementi di fissaggio separati
realizzano giunzioni permanenti o smontabili tra due o pi componenti
Tipi principali:
Inserti filettati
Rivetti
Elementi filettati per metalli
per plastica
Viti e bulloni
Anelli di arresto
Elementi filettati
Bulloneria per metalli:
Viti metriche
Dadi Rosette
d
i
a
m
e
t
r
o
passo
Montaggio con fasteners
Fasteners:
elementi di fissaggio separati
realizzano giunzioni permanenti o smontabili tra due o pi componenti
Tipi principali:
Inserti filettati
Rivetti
Elementi filettati per metalli
per plastica
Viti e bulloni
Anelli di arresto
Elementi filettati
Bulloneria per metalli:
Viti metriche
Dadi Rosette
d
i
a
m
e
t
r
o
passo
Montaggio con fasteners
Fasteners:
elementi di fissaggio separati
realizzano giunzioni permanenti o smontabili tra due o pi componenti
Tipi principali:
Inserti filettati
Rivetti
Elementi filettati per metalli
per plastica
Viti e bulloni
Anelli di arresto
Elementi filettati
Bulloneria per metalli:
Viti metriche
Dadi Rosette
d
i
a
m
e
t
r
o
passo
Elementi filettati
Principio:
La vite serrata contro una superficie piana di appoggio
Il serraggio genera pressioni di contatto tra gli elementi collegati, che
sono tenuti assieme dalle forze di attrito
La vite in trazione, gli elementi sono in compressione
Elementi filettati
Viti per plastica:
Problemi:
Velocit e coppia di avvitatura limitate
Rilassamento del materiale ! perdita di serraggio
Soluzione tipica:
Viti autofilettanti
Montaggio su rilievi cilindrici
Tipi di viti autofilettanti:
formanti (per termoplastici)
maschianti (per termoindurenti
e plastiche rinforzate)
Avvitatura:chiave manuale con controllo di coppi, avvitatore manuale o automatico alimentato

Filettatura: la lettatura integrale su stampati in plastica ha un passo di allincirca 1 millimetro

Inserti lettati metallici: si utilizzano inserti lettati metallici quando vi bisogno che due
componenti vengano avvitati e svitati frequentemente. Il tempo che ci vuole a montare un inserto
di circa due secondi. Linserto non conviene perci per i termoplastici perch hanno tempi ciclo di
stampaggio bassi, e due secondi sono tanti sui 7-10 totale; per i termoindurenti invece conviene
perch i loro tempi ciclo sono gi lunghi, e quindi due secondi non inciderebbero sul minuto.
Tipi di inserti metallici: a ultrasuoni, termici, a espansione e autolettante.









Rivetti

I rivetti non sono smontabili e hanno un montaggio rapido.
Il rivetto solido, non cavo, per essere montato vi bisogno di accedere da ambo i lati; mentre il
rivetto cieco, adatto a carichi leggeri, richiede laccesso ad una sola parte del giunto (esistono di
due tipi, a espansive o a strappo).











MONTAGGIO PER DEFORMAZIONE
Non sono richiesti elementi di ssaggio esterni in quanto sfrutta la deformazione di uno o pi
componenti

Forzamento (press-t)
Deformazione elastica degli elementi. Viene generato attrito dalla pressione di contattato tra albero
e foro ottenendo un collegamento stabile. A volte uno dei due deve essere scaldato er farlo
allargare in quanto la pressione dovr essere forte
Problemi: nei metalli essendo rigidi richiesta una elevata precisione, mentre per le plastiche vi
la perdita di compressione per rilassamento.









Operazione di piantaggio: con pressa
Filetto interno < 360
(facile da estrarre)
Elementi filettati
Filettature integrali su stampati in plastica:
Filettatura esterna
(facile da estrarre se
su linea di divisione)
! 1 mm
! 1 mm
! 1 mm
Filettatura interna
(richiede maschio
filettato)
Elementi filettati
Inserti filettati:
a espansione autofilettante
montaggio in stampo
(avvitature
e svitature
frequenti)
a ultrasuoni, termici
Rivetti
Rivetti ciechi:
adatti a carichi leggeri
richiedono accesso da una sola parte del giunto
Rivetti a
espansione
Rivetti a
strappo
(rivetti solidi)
Rivetti
Impieghi:
Rivetti
Rivetti ciechi:
adatti a carichi leggeri
richiedono accesso da una sola parte del giunto
Rivetti a
espansione
Rivetti a
strappo
(rivetti solidi)
Rivetti
Impieghi:
Montaggio per deformazione
Caratteristiche:
Non richiede elementi di
fissaggio separati
Sfrutta la deformazione di
uno o pi componenti
Forzamento
Incastro elastico
plastica
metallo
Ricalcatura di lamiere
Aggraffatura di lamiere
Tipi principali:
(riduzione del numero
di operazioni di assemblaggio)
Forzamento
Principio:
Interferenza albero-foro
Deformazione elastica degli elementi
Attrito generato dalle pressioni di contatto
compressione
radiale
sforzi tangenziali
(trazione, compressione)
Problemi:
Metalli: elevata precisione richiesta
Plastiche: perdita di compressione per rilassamento
Incastro elastico (snap-t)
Collegamenti tra componenti termoplastici, che si basa sulla deformazione elastica a essione

Vantaggi:

minima forza richiesta

facilit di smontaggio
Svantaggi:

gioco di accoppiamento

complicazione nello stampaggio in quanto molti hanno nella parte bassa un sottosquadro












Aggraffatura di lamiera
Piegatura a 180 sul bordo di una delle lamiere collegate. Esecuzione mediante pressa, robot con
attuatori a rulli, macchine rotanti a camme
Incastro elastico (snap-fit)
Vantaggi:
Minima forza richiesta
Facilit di smontaggio
Svantaggi:
Gioco di accoppiamento
Complicazioni nello stampaggio
(deformazione
elastica
a flessione)
Applicazione tipica:
Collegamenti tra componenti termoplastici
Incastro elastico
Tipi principali:
Incastro a mensola
Incastro cilindrico
Incastro elastico (snap-fit)
Vantaggi:
Minima forza richiesta
Facilit di smontaggio
Svantaggi:
Gioco di accoppiamento
Complicazioni nello stampaggio
(deformazione
elastica
a flessione)
Applicazione tipica:
Collegamenti tra componenti termoplastici
Incastro elastico
Tipi principali:
Incastro a mensola
Incastro cilindrico
Incastro elastico
Incastri a lunghezza maggiorata (a U, a L)
Aggraffatura di lamiere
Caratteristiche:
Piegatura a 180sul bordo di una delle lamiere colle gate
Esecuzione mediante:
pressa
robot con attuatori a rulli
macchine rotanti a camme

Potrebbero piacerti anche