Sei sulla pagina 1di 10

Genetica

Programma di Genetica Medica


Basi cromosomiche delleredit - Struttura e funzione di geni e cromosomi - Mutazioni e malattie - I patterns di ereditariet mendeliana e le
principali malattie - Lereditariet multifattoriale e le malattie sociali - Citogenetica clinica: il cariotipo e le principali malattie cromosomiche -
Genetica e cancro - Gli strumenti diagnostici in genetica medica - Le strategie terapeutiche per le malattie genetiche - Principi della consulenza
genetica

La genetica la scienza dellereditariet.Tutti i fenomeni genetici sono stati studiati in un ristretto numero di specie: gli organismi modello. Sono
stati scelti in base a:Caratteristiche biologiche fondamentali,Dimensione degli individui,Brevit del ciclo riproduttivo,Facilit di allevamento e
incrocio.Es di organismi modello:piante,drosofile(moscerini),topi.La genetica si interessa della continuit e della variabilit tra specie e allinterno
della specie.Sono state molto importati le ricerche di Darwin che ide la teoria dellevoluzione,Mendel che identific i fattori ereditari(geni) e Sutton-
Boveri che ide la teoria cromosomica dellereditariet.Mendel postul che si ereditassero particelle e non essenze (eredit particolata).Il sistema
sperimentale di Mendel si basava sullutilizzo della pianta di pisello che :facilmente coltivabile,pu autofecondarsi o possibile una fecondazione
incrociata,vi un tempo breve di generazione ed elevato numero di esemplari in ogni progenie.La sua ricerca si basa anche sullo studio di forme
alternative e ben visibili di particolari caratteri (es pisello giallo) per i quali non esistevano forme intermedie.Mendel.utilizz linee di pisello pure,
cioe che mantengono i caratteri parentali nel corso delle generazioni(se si autofecondano).Attraverso lautofecondazione Mendel ottenne linee pure
per sette caratteri alternativi, definiti come coppie alternative, e attraverso la fecondazione incrociata ottenne degli ibridi.Mendel controll
attentamente i suoi incroci, prevenendo lintrusione di polline estraneo ed effettuando per ogni incrocio anche quello reciproco.La probabilit
p=numero di eventi favorevoli/numero totale di eventi es la probabilit (p) che tirando un dado esca il numero 4 in un unico tentativo p=1/6.
Regola della somma: la probabilit che si verifichi luno o laltro di due eventi mutuamente escludentisi pari alla somma delle singole probabilit es
con due dadi, la probabilit che escano due 4 o due 5 in un unico lancio p=1/36 + 1/36 = 1/18. Se incrociamo una pianta che ha piselli gialli con
una che ha piselli verdi ,ciascun ibrido della F1(1 generazione) rassomiglia ad uno solo dei genitori. Il carattere parentale che compare nellibrido
detto dominante.Il carattere antagonista che rimane nascosto nella F1 per ricomparire nella F2 detto recessivo. Questi risultati fornirono
levidenza che il mescolamento dei caratteri non avviene.Nella F2 vi sono di piante con piselli gialli e di piante con piselli verdi.Le piante con
piselli verdi nella F2 sono omozigoti per il carattere colore verde che recessivo,infatti se per autoimpollinazione la pianta di piselli si moltiplica dar
sempre piante con piselli verdi.Se incrociamo una pianta con piselli gialli con una pianta con piselli gialli della F1(o per autofecondazione) otteniamo
nella F2 di piante con piselli gialli in cui la pianta di linea pura e (2/4) sono piante di linea impura con piselli gialli,inoltre presente di
piante con piselli verdi.Il rapporto 3:1 osservato in realt un rapporto 1:2:1.Attraverso lesperimento di controllo (test cross) si verifica la natura
degli ibridi della F1,viene incrociato una pianta di piselli gialli che pu essere AA o Aa con una pianta di piselli verdi aa,se la progenie tutta gialla
allora la pianta di piselli gialli omozigote dominante,mentre se met della progenie formata da piselli verdi(omozigote recessivo aa) e unaltra
met da piselli gialli(eterozigote dominante Aa)la pianta di piselli eterozigote dominante Aa,il rapporto di 1:1.Ipotesi:Esistono delle entit
(determinanti o fattori ereditari) di natura particolata.Ogni pianta ha due determinanti, uno per ogni genitore, per ogni caratteristica.Ogni cellula
sessuale (polline o ovulo) possiede un solo determinante( es o solo a o solo A).Durante la formazione delle cellule sessuali ciascuno dei due fattori
passa con uguale frequenza in queste cellule(50% in un gamete e il resto nellaltro).Lunione delle cellule sessuali per formare un nuovo individuo (o
zigote) casuale.Definizioni:Le diverse forme di un determinante (gene) sono chiamate alleli.Gli individui che hanno due alleli uguali (linee pure)
sono detti omozigoti.Gli individui che hanno due alleli diversi (ibridi) sono detti eterozigoti.Le cellule sessuali sono chiamate gameti.Laspetto di un
organismo detto fenotipo. La composizione genetica di un organismo detta genotipo. Prima legge di Mendel o della segregazione degli
alleli:Durante la formazione dei gameti gli alleli segregano (si separano) in due gruppi di gameti di uguale numero.Sulla base dei precisi rapporti
matematici nella progenie dei suoi incroci, Mendel ipotizz lesistenza dei geni.Nello studio della variazione degli alleli lo standard lallele di tipo
selvatico o wild-type(il gene pi presente naturalmente).In che modo un allele determina un fenotipo?Il colore porpora dei petali dovuto
allantocianina, prodotta mediante una serie di reazioni chimiche.In piante AA lenzima attivo e colora i petali,in piante Aa lenzima ancora attivo
e colora i petali mentre in piante aa lenzima inattivo e non colora i petali. Cosa succede se si incrociano linee pure che differiscono per due
caratteri? Incrociamo una pianta di piselli verdi e lisci aaBB(dove aa il carattere recessivo verde e BB il carattere dominante liscio)con una pianta
di piselli gialli rugoso AAbb(dove AA il carattere dominante giallo e bb il carattere recessivo rugoso),si formeranno due tipi di gameti aB e Ab che
si combinano dando origine a una pianta di piselli lisci e gialli AaBb,per autofecondazione nella F2 avremo 9 AB,3aB,3Ab,1ab quindi un rapporto
9:3:3:1 che risulta dalla combinazione casuale di due rapporti 3:1.Quindi avremo 9 AB=
aABb,AABb,AaBb,AaBB,AABB,aABB,aABb,AAbB;3aB=aaBB,aabB,aaBb;3Ab=Aabb,aAbb,AAbb;1ab=aabb.La II legge di Mendel o dellassortimento
indipendente:Membri di differenti coppie di alleli vengono assortiti(disposti) indipendentemente uno dallaltro(in maniera causale nei
gameti).Il cromosoma l'unit strutturale in cui il DNA, associato con specifiche proteine, si organizza all'interno delle cellule. Nelle cellule
eucariotiche i cromosomi sono localizzati nel nucleo mentre nelle cellule procariotiche si trovano in una regione chiamata nucleoide.Il cromosoma
formata da una parte centrale detta centromero,e dai telomeri (braccio corto o numero p e braccio lungo o numero q).I cromosomi in genere non si
vedono,sono evidenti nella mitosi in particolare nella metafase.Il DNA si organizza con delle proteine dette istoni, il complesso formato da DNA +
ottamero istonico detto nucleosoma.I cromosomi possono essere visti al microscopio,sul vetrino viene usato del colorante che colora i cromosomi
mostrando il cariotipo cio la costituzione del patrimonio cromosomico di una specie dal punto di vista morfologico (numero e forma). La ibridazione
fluorescente in situ, in inglese Fluorescent in situ hybridization (FISH) una tecnica citogenetica che pu essere utilizzata per rilevare e localizzare la
presenza o l'assenza di specifiche sequenze di DNA nei cromosomi. Essa utilizza delle sonde a fluorescenza che si legano in modo estremamente
selettivo ad alcune specifiche regioni del cromosoma. Per individuare il sito di legame tra sonda e cromosoma si utilizzano tecniche di microscopia a
fluorescenza. I vari passi dello studio del cariotipo umano sono:Prelievo di sangue,Centrifugazione per ottenere i globuli bianchi,Stimolazione
alla mitosi dei globuli bianchi mediante PHA (fitoemoagglutinina),Essi vengono bloccati in metafase mitotica con la colchicina (una sostanza estratta
dal Colchicum autumnale),Le cellule vengono fatte scoppiare immergendole in una soluzione tampone per lisi osmotica,La piastra metafasica viene
isolata,I cromosomi vengono colorati col metodo del "banding", mediante il quale assumono una colorazione appunto per bande, o fasce colorate,
tipiche.,La piastra metafasica viene fotografata. In genere, il bandeggio cromosomico avviene con la colorazione di Giemsa, per cui si parla di anche
di bandeggio G, in cui il vetrino viene prima trattato con una soluzione salina o enzimatica, poi viene colorato con soluzione di Giemsa, determinando
lungo l'asse principale dei cromosomi una sequenza di regioni a diversa intensit di colorazione, dette bande cromosomiche, caratteristiche di ogni
cromosoma consentendo la loro classificazione secondo uno schema standardizzato in modo da definire il cariogramma di un individuo
(ideogramma o cariotipo normale). In genere, si usano 3-5 cellule per l'analisi dei cromosomi al microscopio ottico e su fotografie: le bande riflettono
il diverso grado di condensazione della cromatina. Per cui il bandeggio cromosomico avviene in due fasi:denaturazione e/o digestione enzimatica dei
cromosomi.colorazione con coloranti specifici per il DNA che consente di individuare il braccio p e q dei cromosomi, le regioni e subregioni, cio le
bande e sottobande che riflettono il diverso grado di condensazione dei cromosomi mitotici, con alternanza tra una serie di bande chiare e scure
formate da 1-10 Mb (Megabasi) distinte in bande G, Q, R, T e C, usando coloranti specifici per le regioni ricche in AT (adenina e timina) e GC
(guanina e citosina).Nel bandeggio G i cromosomi sono sottoposti a digestione enzimatica con tripsina che elimina le proteine cromosomiche e,
quindi, colorati con Giemsa che ha affinit per le regioni ricche in basi AT. Queste sono facili da denaturare e digerire enzimaticamente perch le
coppie AT sono unite solo da 2 legami idrogeno. Le bande pi scure sono costituite da cromatina molto condensata o eterocromatina; vi sono
presenti pochi geni che si replicano nella fase S tardiva del ciclo cellulare, cio successivamente alle zone eucromatiniche, e inoltre poco attive dal
punto di vista trascrizionale. Dunque, dopo colorazione Giemsa, si osserva al microscopio un'alternanza tra le bande G-positive, scure, e le bande G-
negative, chiare.Nel bandeggio Q i cromosomi sono sottoposti a digestione enzimatica e colorati con un colorante fluorescente, cio la Quinacrina
che ha affinit per le regioni ricche in basi AT ma mette in evidenza bande fluorescenti dette bande Q, corrispondenti a quelle G, e spesso consente di
valutare la presenza di polimorfismo cio una variazione di grandezza del braccio lungo del cromosoma Y, che si trasmette da padre a figlio, anche
se non rappresenta una condizione patologica. Nel bandeggio R i cromosomi sono denaturati ad alte temperature (60 C) in una soluzione salina
tamponata e colorati con Giemsa mettendo in evidenza regioni ricche in basi AT che sono complementari, opposte a quelle delle bande G e Q, infatti,
la lettera "R" sta per "reverse", osservando al microscopio le bande R, chiare, dette G-negative, opposte alle bande scure G.Invece, per mettere in
evidenza le regioni cromosomiche ricche in basi GC si usa un colorante specifico, cio la cromomiocina, mettendo in evidenza le bande R opposte alle
bande Q, dette Q-negative. Le regioni ricche in GC sono pi difficili da denaturare poich le coppie di basi sono unite da 3 legami H, sono costituite da
cromatina meno condensata o eucromatina, ricca di geni che si replicano nella fase S precoce del ciclo cellulare, cio prima della fase S, molto attivi
dal punto di vista trascrizionale, detti geni housekeeping importanti per tutte le funzioni e la vita della cellula.
Le bande T corrispondono alle regioni telomeriche localizzate alle estremit dei cromosomi, corrispondono a gruppi di bande R che si colorano pi
intensamente, trattando i cromosomi ad alte temperature e colorando con Giemsa o fluorocromi. Le bande C si ottengono denaturando i cromosomi
in soluzione satura di idrossido di bario e colorando con Giemsa, in modo da colorare selettivamente l'eterocromatina che si presenta
monocromatica in tutti i cromosomi e in qualsiasi fase del ciclo cellulare, localizzata nelle regioni attorno al centromero o pericentromeriche e sul
braccio lungo del cromosoma Y, ad alto grado di condensazione, costituite da sequenze di DNA altamente ripetute, ricche in basi AT, costituita da
pochissimi geni codificanti che si replicano in fase S tardiva, mentre l'attivit trascrizionale assente. Le bande C corrispondono a eteromorfismi
cromosomici.Lalterazione del numero dei cromosomi sessuali (x)e cromosma 21 permetta la vita.Il cromosoma sessuale x pi grande di quello y.
L'inattivazione del cromosoma X, detto anche effetto Lyon o lyonizzazione, un normale processo biologico che interessa tutte
le femmine di mammifero e che consiste nella disattivazione (perdita di funzione) di uno dei due cromosomi sessuali X presenti nelle loro cellule. Tale
cromosoma viene "silenziato", ovvero reso inerte dal punto di vista trascrizionale, tramite impacchettamento in un'unit densa di eterocromatina a
formare una struttura inerte definita corpo di Barr; il risultato di tale processo un'attenuata espressione, in tutte le cellule, dei geni portati dai
cromosomi X, e dei fenotipi da essi manifestati (i cosiddetti caratteri legati al sesso). Le femmine di mammifero, infatti, possiedono due copie di
cromosoma X in ciascuna cellula (a differenza dei maschi, che portano un X e un Y); la trascrizione dei geni presenti in entrambi porterebbe ad una
pericolosa sovraespressione dei loro prodotti, che viene cos evitata inattivandone uno dei due. Nello zigote entrambi i cromosomi X sono attivi per
poi inattivarsi.Le donne mosaico sono donne dove in alcune cellule vengono attivate i cromosomi X derivanti dal padre e altri dalla madre.La
pseudoautosomica una zona in comune tra cromosoma X e Y dove avviene la ricombinazione di Dna (scambi). Una malattia genetica causata da
una o pi anomalie del genotipo, quali mutazioni dei geni o alterazioni dei cromosomi le quali sono in grado di dare origine ad una o pi patologie.Le
malattie genetiche si dividono in:malattie cromosomiche(condizione in cui vi unanomalia dei cromosomi),multifattoriali(malattia che dipende da
fattori genetici e ambientale),monogeniche a eredit mendeliana (determinate dalla presenza di un singolo gene mutato, la loro trasmissione
ereditaria segue le leggi di Mendel) che a loro volta si dividono in autosomiche (recessivo e dominante) e x-linked(carattere localizzato sul
cromosoma sessuale X perci si trova 2 volte nell'individuo di sesso femminile ( XX ) e 1 volta sola nell'individuo di sesso maschile ( XY )),genetiche a
ereditariet non mendeliana(determinate dalla presenza di un singolo gene mutato, la loro trasmissione ereditaria non segue le leggi di
Mendel),mitocondriale(Le malattie mitocondriali sono un gruppo molto eterogeneo di patologie ereditarie causate da alterazioni nel funzionamento
dei mitocondri).Le anomalie cromosomiche si dividono in numeriche(variazione del numero di cromosomi)e strutturali.Le anomalie cromosomiche
numeriche si divide in:poliploide(vi sono dei cromosomi in pi per ogni tipo),triploide(sono presenti 3 cromosomi per ogni tipo),tetraploidia(sono
presenti 4 cromosomi per ogni tipo).Le anomalie cromosomiche numeriche si dividono anche in aneuploidie:trisomia(presenza di 1 cromosoma in
pi),monosomia(assenza di un cromosoma) e maker cromosomici soprannumerari(sono cromosomi anomali che non possono essere identificati
dalla sola citogenetica tradizionale).Le anomalie cromosomiche strutturali si dividono in:inversione ( di solito una mutazione cromosomica, ovvero
comprendente un lungo tratto di DNA. Tale mutazione consiste nella rottura del filamento di DNA in due punti; il frammento cos ottenuto viene
reincorporato, grazie alla riparazione ad opera di specifici enzimi (come le DNA ligasi), nel cromosoma, ma viene invertito di
orientamento),duplicazione(mutazione cromosomica, causata dal raddoppiamento di un tratto di un cromosoma: si verifica quando un frammento
di un cromosoma si lega all'omologo causando una doppia presenza di geni per lo stesso locus. Una duplicazione pu essere il risultato di un crossing
over diseguale o errato.),isocromosoma(Il cromosoma si rompe trasversalmente al livello del centromero e braccio lungo e braccio corto si
separano. Il braccio che porta con s il centromero, solitamente il lungo, pu replicarsi, mentre l'altro viene generalmente perduto.Il nuovo
cromosoma sar quindi formato dall'esatta duplicazione di uno dei due bracci.),cromosoma ad anello (detti anche ring, sono originati dalla rottura
di entrambe le braccia di un cromosoma, perdita delle regioni distali alle rotture e riunione delle due estremit in una struttura ad anello,
appunto.),traslocazione (un tipo di mutazione cromosomica derivata da un errato scambio di parti di cromosomi non omologhi durante
il riarrangiamento cromosomico.) che a sua volta si divide in reciproca (consiste in uno scambio di materiale genetico tra cromosomi non
omologhi.),robertsoniane(coinvolge due cromosomi acrocentrici (cromosomi in cui il centromero situato molto vicino alla fine del cromosoma) e
consiste nella fusione di due cromosomi a livello del centromero, con conseguente perdita del braccio corto.),inserzione(Cromosomi e mutazioni
cromosomiche in seguito alla frammentazione di tre cromosomi avviene lo scambio di pezzi tra cromosomi non omologhi.).Le anomalie
cromosomiche si dividono anche in delezioni (consiste nell'assenza di un tratto di un cromosoma, con conseguente perdita di materiale
genetico.),delezioni terminali (perdita di una regione terminale di un cromosoma, da rottura singola),interstiziale(un frammento intermedio
derivante da due rotture in un singolo cromosoma viene perduto),microdelezione(si intende unanomalia cromosomica che consiste nella perdita di
un tratto di cromosoma di dimensioni estremamente ridotte, non visibile al microscopio ottico con le tecniche di citogenetica tradizionale.).La
sindrome di down detta anche trisomia 21, una condizione cromosomica causata dalla presenza di tutta o di parte di una terza copia
del cromosoma 21. L'et materna influenza le probabilit di concepire un bambino con sindrome di Down. Quando l'et materna varia dai 20 ai 24,
la probabilit una su 1562. All'et tra i 35 e i 39 anni, la probabilit una su 214 e sopra i 45 anni una su 19.Sebbene le probabilit aumentino
con l'et materna, l'80% dei bambini con sindrome di Down nasce da donne di et inferiore ai 35 anni, ci riflette la fecondit complessiva di tale
fascia di et. Dati recenti suggeriscono inoltre che l'et paterna, in particolare quando supera i 42 anni, possa aumentare il rischio che la sindrome si
manifesti nel figlio. La trisomia 21 (47, XX, +21) causato da un evento meiotico non-disgiunzionale. La non-disgiunzione si verifica in un gamete,
(uno spermatozoo o una cellula uovo), nel corso della meiosi ,quando non si ha la separazione dei cromosomi omologhi in metafase I, o nel corso
della meiosi II se non si verifica la separazione dei cromatidi fratelli. l materiale genico supplementare del cromosoma 21 che causa la sindrome di
Down pu essere dovuto ad una traslocazione robertsoniana nel cariotipo di uno dei genitori. In questo caso, il braccio lungo del cromosoma 21 si
fonde ad un altro cromosoma acrocentrico, spesso il cromosoma 14. Una forma molto meno frequente di trisomia 21 quella definita "mosaicismo"
e si verifica in circa il 2% casi). Questa mutazione si verifica dopo il concepimento e la trisomia non presente in tutte le cellule dell'individuo, ma
solo quelle che provengono dalla linea della cellula mutata.Chi soffre della sindrome ha problemi cardiaci,nellintestino,si a volte infertili,e soggetti
pi spesso a malattie. La sindrome di Klinefelter una malattia genetica caratterizzata da un'anomalia cromosomica in cui un individuo di sesso
maschile possiede un cromosoma X soprannumerario. Normalmente ledonne possiedono due cromosomi sessuali XX e gli uomini uno X e uno Y: gli
individui affetti dalla sindrome di Klinefelter hanno almeno due cromosomi X e almeno un cromosoma Y. Perci gli individui con tale cariotipo sono
solitamente indicati come "maschi XXY" o "47,XXY". comunque presente un corpo di Barr, altrimenti assente nei maschi. La sindrome di Turner
una sindrome legata ad un'anomalia citogenetica, principalmente di tipo X0 conseguente ad un errore nel corretto appaiamento
dei cromosomi durante la meiosi.La genetica la branca della biologia che si occupa dellereditariet e delle variazioni.La genetica medica lo
studio delle variazioni biologiche. La diversit genetica' (o variabilit genetica) una caratteristica degli ecosistemi o di un pool di geni
comunemente ritenuta vantaggiosa per la sopravvivenza: essa descrive l'esistenza di molte versioni diverse di uno stesso organismo.Polimorfismo
cromosomico: Il cariotipo una caratteristica distintiva della specie; tuttavia molte specie sono polimorfiche per il numero e la morfologia dei
cromosomi. Cromosomi soprannumerari, traslocazioni e inversioni sono presenti in molte popolazioni di piante, Insetti e perfino Mammiferi. Ben
documentate sono le inversioni in alcune popolazioni di Drosophila pseudobscura provenienti dalle regioni occidentali dellAmerica Settentrionale.La
geneteica studia le differenze tra persone e creature,riguarda la somiglianza tra parenti e tra creature vive e eistinte.Watson e krick scoprirono la
forma del DNA cio a doppia elica.Il DNA formato da 4 basi azotate,la adenina accoppiata alla timina mentre la guanina alla citosina.Quindi dal
DNA le informazioni vengono convertire in RNA e infine in proteine.LRNA viene maturano perde gli introni (regioni non codificanti di un gene)e
segue lo splecing che lo porta a maturazione.Il codice genetico detto degenerato perch pi triplette o codoni possono codificare per lo stesso
amminoacido.Se cambia un amminoacido la proteina potrebbe funzionare ma anche no.Se compare troppo presto il codone di stop la proteina sar
incompleta e non potrebbe funzionare.Le mutazioni possono portare a animale del fenotipo (aspetto fisico),le malattie autosomi che dominanti si
presentano anche con un solo allele,mentre quelle recessive solo con 2 alleli mutati.La mutazione pu riguardare una o pi basi,punto mutazione
riguarda una singola base,inserzione(addiziona 1 o pi basi),delezione(rimuove 1 o pi basi).Le mutazioni di 3 basi sono meno gravi di due basi.Nelle
mutazioni missenso cambia il senso della base,in quella non senso si rpesenta il codone stop che fa produrre proteine non funzionanti e
incomplete,frameshift(delezione o addizione di 1 o pi basi con conseguente slittamento della lettura del codice).I meccanismi di mutazione sono
molteplici:spontanee,errori di duplicazione del DNA,instabilit chimica delle basi del DNA,agenti fisici (radiazioni),agenti chimici (cancerogeni come
la diossina). La reazione a catena della polimerasi (in inglese: Polymerase Chain Reaction), comunemente nota con la sigla PCR, una tecnica
di biologia molecolare che consente la moltiplicazione (amplificazione) di frammenti di acidi nucleici dei quali si conoscano le
sequenze nucleotidiche iniziali e terminali. L'amplificazione mediante PCR consente di ottenere in vitro molto rapidamente la quantit di materiale
genetico necessaria per le successive applicazioni. La PCR ricostruisce in vitro uno specifico passaggio della duplicazione cellulare: la ricostituzione
(sintesi) di un segmento di DNA "completo" (a doppia elica) a partire da un filamento a singola elica. Il filamento mancante viene ricostruito a partire
da una serie di nucleotidi (i "mattoni" elementari che costituiscono gli acidi nucleici) che vengono disposti nella corretta sequenza, complementare a
quella del DNA interessato.Questo processo viene svolto in natura da enzimi chiamati DNA-polimerasi, che sono in grado di sintetizzare
progressivamente un nuovo filamento di DNA nelle seguenti condizioni:devono essere disponibili i nucleotidi da polimerizzare, sotto forma di
desossiribonucleosidi trifosfati (dNTP);il DNA deve essere denaturato, ovvero le due eliche che compongono i filamenti devono essere gi separate;il
segmento da ricostruire pu essere soltanto prolungato, ovvero non possibile sintetizzare un nuovo filamento a partire da zero;devono inoltre
essere rispettate opportune condizioni di temperatura, pH, ecc. possibile quindi ricostruire le condizioni che portano alla formazione dei nuovi
segmenti di DNA, ponendo in soluzione:una quantit, anche minima, del segmento di DNA che si desidera riprodurre;una quantit opportuna di
nucleotidi liberi per costituire i nuovi filamenti;opportuni "inneschi", detti primer, costituiti da brevi sequenze di DNA (oligonucleotidi) complementari
agli estremi 3 dei due filamenti del segmento da riprodurre;una DNA polimerasi termo-resistente (non necessario che provenga dallo stesso
organismo di cui si deve replicare il DNA);un Buffer che serve a mantenere il pH stabile (tampone) e necessario per costituire l'ambiente adatto alla
reazione;altri elementi di supporto (ad es. ioni magnesio) indispensabili per il corretto funzionamento della DNA polimerasi;acqua per portare a
volume la soluzione.Per avviare la reazione della polimerasi (fase di prolungamento del filamento a partire dal primer 5) prima necessario
provvedere alla separazione dei filamenti del DNA (fase di denaturazione), quindi alla creazione del legame tra i primer e le regioni loro
complementari dei filamenti di DNA denaturati (fase di annealing). Questo processo risulta per incompatibile con la DNA polimerasi umana, che
viene distrutta alle temperature necessarie alla denaturazione (96-99 C).Per ovviare a questo inconveniente si fa ricorso alle polimerasi
appartenenti a organismi termofili che non sono inattivate dalle alte temperature, ad esempio la Taq polimerasi proveniente dal batterio
termofiloThermus aquaticus. Ci consente di realizzare pi cicli di PCR in sequenza, in ciascuno dei quali viene duplicato anche il DNA sintetizzato
nelle fasi precedenti, ottenendo una reazione a catena che consente una moltiplicazione estremamente rapida del materiale genetico di interesse.La
maggior parte del nostro DNA ha funzione regolatrice.Linformazione genetica viene codificata per realizzare un prodotto.Il materiale genetico
deve:contenere tutte le informazioni,essere in grado di replicarsi,poter variare limitatamente.Il materiale genetico il DNA,ad eccezione di alcuni
virus che hanno come materiale genetico RNA.Linformazione dal Dna viene mediata dallRNA (trascrizione)per la produzione delle
proteine(traduzione).Ci vogliono 3 basi per un aminoacido poich le basi sono 4 e gli aminoacidi sono 20 solo la combinazione 4^3 pu codificare per
tutti gli aminoacidi.Il codice detto degenerato perch molti aminoacidi sono codificati da pi di una tripletta.Il codice letto senza
sovrapposizione.Un cambiamento nella sequenza del DNA pu portare ad un cambiamento nella sequenza della proteina.Un gene normale ha un
prodotto genico normale e quindi un fenotipo normale,il gene mutato no.Le mutazioni puntiformi sono modificazioni di una singola coppia di basi o
di un piccolo numero di basi adiacenti.Le mutazioni al livello del DNA possono essere dovute a:Addizione o inserimento di una base:alterazione della
cornice di lettura ;sostituzione di una base: alterazione di un codone.Le alterazioni di un codone si dividono in:silente Codone codifica lo stesso
amminoacido,missenso conservativa Codone codifica un amminoacido diverso che non altera la funzione della proteina,missenso non conservativa
Codone codifica un amminoacido diverso che altera la funzione della proteina,non senso Codone specifico per un segnale di stop.Le mutazioni
possono essere spontanee o indotte.Il tasso di mutazioni spontanee varia nei differenti organismi (1/10
8
nei batteri 1/10
6
nelluomo) e nello stesso
organismo pu essere differente in geni differenti.Le mutazioni spontanee sono dovute a:appaiamenti errati,cambiamenti chimici,inserzioni e
delezioni.Qualunque agente fisico o chimico che aumenta la frequenza di mutazioni un mutageno.Mutageni chimici:analoghi delle basi,agenti
modificanti e intercalanti( una molecola tipicamente di tipo planare in grado di inserirsi trasversalmente nei filamenti di DNA, Quando la cellula
inizia il suo ciclo replicativo e il punto in cui si inserito l'agente intercalante viene raggiunto dalla DNA polimerasi, questa non lo distingue dalle basi
azotate adiacenti e procede inserendo un nucleotide che si appai con l'agente intercalante. Ci provoca mutazioni genetiche di frameshift e di
conseguenza prodotti genici non funzionali.).Mutageni fisici:radiazioni UV(formano dimeri di timina) e radiazioni ionizzanti.Con laumentare della
dose di mutagene aumentano le mutazioni.Con il test di Ames si scopre se una sostanza un mutageno sperimentandolo sui batteri,se presentano
molte mutazioni un mutageno per essi.Il nostro organismo fa attivit di correzione:Attivit proofreading della DNA polimerasi. Un segmento di
DNA viene rimosso e sostituito da uno neosintetizzatousando come stampo il corrispondente segmento del filamento opposto.Esistono malattie
dovute a difetti in geni Coinvolti nei meccanismi di riparo.Una mutazione recessiva quando omozigote si manifesta completamente,in eterozigosi
invece no (ma gli effetti ci sono).Per es una mutazione del gene che produce linsulina se omozigote lorganismo non produce insulina,se
eterozigote ne produrr di meno.Nelle mutazioni dominanti sia in eterozigosi che omozigosi invece per es la malattia si manifesta e in entrambi i casi
la quantit di proteine insufficiente.I gameti materni e paterni hanno forma e dimensione diversa mentre i nuclei sono simili.Il genoma il
segmento completo di DNA contenente lintera informazione genetica di un gamete,individuo,popolazione.I cromosomi sono formati da geni alcuni
non codificanti.Il DNA si avvolge intorno agli istoni formando il nucleo soma.Il silenoide si attacca alimpalcatura.Limpalcatura e le anse formano
una superspirale.Il cromosoma mostra delle bande alternate diverse da cromosoma a cromosoma.I cromosomi metacentrici hanno il centromero al
centro quelli acrocentrici hanno il centromero spostato.I cromatidi fratelli sono la coppia dei cromatidi uniti per il centromero, che derivano dalla
replicazione di un cromosoma. I cromosomi omologhi sono dei cromosomi morfologicamente identici che appaiono durante la meiosi(uno di
derivazione paterna e uno materna). Essi possono essere definiti come dei cromosomi che in loci corrispondenti presentano gli
stessi geni sintetizzanti per con informazioni diverse.I cromosomi si definiscono autosomi mentre X e Y sono detti sessuali.Per cariotipo si intende
laspetto morfologico e numerico dei cromosomi grazie alla quale posso identificare delle malattie.Ogni individuo riceve un set completo di
cromosomi da ciascun genitore.Il numero di cromosomi nelluomo 2n o 46.Le cellule somatiche sono diploidi(2n)quelle sessuali aploidi(n).La cellula
uovo fecondata una singola cellula diploide che mantiene inalterata la sua identit per oltre 100 generazioni grazie alla mitosi che un tipo di
divisione che conserva linformazione genetica.Le cellule somatiche degli eucarioti si dividono per mitosi.I cromosomi si replicano nella fase s.Il ciclo
cellulare un alternarsi tra interfase e mitosi.Nella fase g0 la cellula cos differenziata che non si pu duplicare es neuroni.Nellinterfase il DNA non
condensato e non si vede,nella metafase invece vi la condensazione del DNA quindi i cromosomi sono compatti e visibili.Il locus genetico il posto
specifico del gene nel cromosoma.Il passaggio di ciascuna fase nel ciclo cellulare alla successiva strettamente regolato da check point(si decide se
andare avanti o meno con la duplicazione).Il check point pi importante il check point G1-s.La mitosi una divisione cellulare conservativa
dellidentit del genoma.Lovulo omeogenetico ha solo z,mentre lo spermatozoo etero genetico perch ha un x e un y.Nella meiosi vi la
duplicazione dei cromosomi seguita da due divisioni.La divisione meiotica usato solo nella linea germinale.Genera variabilit genetica tra i gameti
prodotti da uno stesso individuo.Nella mesiosi pi precisamente nella profase avviene lo scambio di DNA tra i cromosomi omologhi (crossing-
over).Nella meiosi si separano gli omologhi e la divisione meiotica dimezza il numero dei centromeri.Nella metafase della meiosi i cromosomi
formano dei raggruppamenti degli omologhi.Con la meiosi si genera variabilit genetica grazie allassortimento indipendente degli omologhi e alla
ricombinazione(crossing-over).Lassortimento indipendente dei cromosomi omologhi di origine materna e paterna alla meiosi 1 produce il primo
livello di variabilit genetica.Lassortimento indipendente genera 2^23 gameti diversi.Il crossing-over produce cromosomi ricombinanti.I cromatidi
parentali sono quelli che derivano dai genitori,quelli ricombinanti sono quelli che hanno avuto un crossing-over(che serve per una corretta divisione
meiotica).Il chiasma il punto dove avviene il crossing-over.
La fase centrale della consulenza Genetica quella costruzione dell'albero genealogico, che fornisce un'immediata visione dell'anamnesi familiare
che spesso la chiave per determinare il rischio genetico. Pedigree un termine che
equivale ad albero genealogico, usato per indicare lelenco completo degli ascendenti paterni e materni di un essere vivente, quale
risulta da appositi libri genealogici.Leterozigote lindividuo con alleli diversi allo stesso locus mentre lomozigote ha gli alleli uguali ad
uno stesso locus.Il genotipo la costituzione genetica.La mutazione lalterazione della sequenza nucleotidica di una molecola di
DNA.Il polimorfismo la variazione della sequenza nucleotidica di un gene senza fenotipo che esiste nella popolazione con una
frequenza di almeno 1%.Il locus la posizione di un gene sul cromosoma.Lallele la forma alternativa del gene.Letorozigote
composto porta due alleli non normali ad un locus.Lomozigote porta 2 alleli uguali ad un locus.Leterozigote porta due alleli diversi ad
un locus.Il portatore sano un eterozigote asintomatico.Il probando il primo individuo esaminato in cui si riscontra un determinato
carattere e dal quale si parte per la costruzione di un albero genealogico per stabilirne lereditariet e la trasmissibilit.I geni ereditari
sono due uno di derivazione materna e laltro paterna.Ogni gene ha diversi alleli alcuni dominanti altri recessivi.Alla meiosi gli alleli
segregano singolarmente e indipendentemente nei gameti.Con un solo allele mutato si manifesta il fenotipo.La trasmissione verticale
dellallele mutato allinterno dellalbero genealogico.Il rapporto della malattia uguale nei maschi e nelle femmine che ereditano lallele
mutato.La trasmissione non dipende dal sesso.Il 50% dei figli nati da genitori affetti manifesta la stessa malattia.Un individuo affetto ha
comunemente un genitore affetto.Fanno eccezioni le mutazioni de novo che si presentano nello zigote.Gli individui non affetti non
trasmettono la malattia ma fa eccezione la penetrazione incompleta cio alcuni manifestano il fenotipo recessivo, in quanto l'allele
dominante non abbastanza "forte" da poter mascherare l'omologo. il termine penetranza indica la frequenza con cui un allele (sia
esso dominante o recessivo) si manifesta fenotipicamente all'interno di una popolazione, ci dipende sia dal genotipo (ad esempio la
presenza di geni epistatici o di altri geni) sia dall'influenza dell'ambiente.Lespressivit variabile esprime la gravit fenotipica di un certo
genotipo nellambito di una famiglia. l'espressivit la misura dell'intensit del fenotipo.Es di malattia autosomica dominante la sindrome di
Marfan.Losteogenesi imperfetta un'altra malattia autosomica dominante(incapacit di costruire un buon shceletro).Se un allele malato e uno
sano produrranno il 50% di proteine alterate e un 50% di proteine normali,per il collagene ci vogliono 3 proteine,basta che una di queste sia alterata
e il collagene non funziona.Una malattia genetica recessiva si presenta quando sono presenti contemporaneamente i due alleli recessivi mutati.La
consanguineit aumenta il rischio di malattie recessive.Gli individui omozigoti manifestano la malattia.Nella maggior parte dei casi entrambi i
genitori sono portatori sani quindi avranno di figli malati,2/4 eterozigoti quindi portatori sani,1/4 sano.La trasmissione non dipende dal
sesso.Lincrocio tra individui affetti e non generano solo figli eterozigoti a meno che anche il partner sia eterozigote.Pi la malattia rara e pi
probabile che lindividuo affetto sia figlio di genitori consanguinei tra loro L'emoglobina una proteina globulare la cui struttura
quaternaria conta di 4 sub-unit, solubile, di colore rosso ( una cromoproteina), ed presente nei globuli rossi del sanguedei
vertebrati, esclusi alcuni pesci antartici, responsabile del trasporto dell'ossigeno molecolare da un compartimento ad alta
concentrazione di O2 ai tessuti che ne hanno bisogno. Ognuno dei suoi 4 globuli proteici, detto globina, ha al suo interno una molecola
di protoporfirina che coordina uno ione ferro Fe (II), posto leggermente al di fuori del piano della molecola, nell'insieme chiamata
Gruppo Eme. Nelladulto lemoglobina formata da 4 catene 2 alfa e 2 beta,nellembrione e feto sono diversi.I geni che codificano per
lemoglobina si trovano in 2 cluste( un gruppo di due o pi geni che codificano per la stessa proteina o per proteine simili tra di loro)r su due
diversi cromosomi.Sul cromosoma nella parte sinistra su esprimono i geni per primi mentre pi a destra dopo.Leterogeneit al lelica
sono mutazioni diverse allinterno dello stesso gene e sono osservabili in pazienti con la stessa patologia.La talassemia una malattia
ereditaria che comporta anemia, cio una diminuzione della presenza di emoglobina utile al trasporto dell'ossigeno nel sangue.La
malattia dovuta alla mutazione del gene globinico.A causa di:delezioni,mutazioni puntiformi,effetto sulla trascrizione,maturazione e
stabilit del MRNA,alterazioni della traduzione.Lemoglobina lepore una patologia legata allemoglobina, il principale componente
proteico dei globuli rossi. Questa emoglobina anomala prodotta a tasso ridotto. Potrebbe essere una condizione benigna o causare
una grave anemia.La malattia causata da un crossing over ineguale perche il gene dellemoglobina alfa simile a quella gamma.Nelle
malattie x-linked il gene mutato si trova sul cromosoma X,la malattia si manifesta completamente nelluomo XY e muoiono nellutero.La
donna pu essere portatrice sana o malata.Il cromosoma X tende a fare le mutazioni de novo. Per compensazione del dosaggio genico
si intende un insieme di meccanismi atti alla regolazione dell'attivit dei geni X-linked. La scoperta di questi meccanismi parte da una
considerazione sperimentale, ovvero essendo le femmine XX e i maschi XY, sorge naturale pensare che l'attivit dei geni X-linked sia
doppia negli organismi XX (generalmente di sesso femminile tranne casi specifici). Si riscontra invece sperimentalmente che questo
non accade, e che gli organismi regolano la propria attivit genica X-linked tramite tre principali meccanismi : Inattivazione di uno dei
due cromosomi X, iperattivazione del cromosoma X su organismo XY (maschile) e ipoattivazione di entrambe i cromosomi X su
organismo femminile. Ognuno di questi meccanismi specie-specifico.Nella sindrome di Turner il cromosoma X non viene silenziato
completamente.Le malattie possono essere limitare al sesso (es colpisce solo luomo che la prostata,la donna non c la)e legate al
sesso.Il cromosoma y e x possono scambiarsi porzioni di geni ed possibile che nasca un maschio xx.








Limprinting l'espressione differenziata di materiale genetico a seconda dell'origine parentale(materna o
paterna).La sindrome di proder-willi e quella di angelman derivano entrambe dal dalla stessa anomalia
della stessa regione del cromosoma 15.Il differente fenotipo dipende dalla differente origine parentale
della delezione.Se il cromosoma mutato viene ereditato dal padre si manifesta la sindrome di proder-
willi,se deriva dalla madre si manifesta la sindrome di angelman.Nei cromosomi ci sono molti geni
impronte(cio spenti),in maniera opposta quei geni possono essere accesi(differenza tra i cromosomi di
origine materna e paterna).Con il termine disomia uniparentale (UPD) si definisce lereditariet di due
cromosomi omologhi da un solo genitore; causata principalmente da eventi di non-disgiunzione, seguiti
da meccanismi di correzione di trisomie o monosomie. Nella trasmissione di un gene da una generazione
allaltra il numero di triplette pu aumentare portando ad anomalie nellespressione e funzione
genica(espansione).La Sindrome dell X-Fragile (FraX) la causa di ritardo mentale ereditario pi frequente.
Circa 1:4000 maschi nella popolazione generale sono affetti dalla sindrome. La malattia dovuta
allalterazione (mutazione) di un gene situato sul cromosoma X.Il nome X-Fragile deriva dal fatto che la
mutazione del DNA provoca una modificazione della struttura del cromosoma X che visto al microscopio
presenta una strozzatura nella regione terminale del cromosoma X.La permutazione l espansione di
dimensioni intermedie di una tripletta ripetuta (come la CGG nella sindrome dell'X-fragile) che non ancora
causa di malattia, ma instabile quando viene trasmessa e tende ad aumentare di dimensioni durante la
meiosi (quella materna nel caso della sindrome dell'X-fragile).Quando vi sono tra le 5 alle 50 ripetizioni si
normali,da 50 a 200 si ha la permutazione,>200 si manifesta la patologia.Le donne con permutazione hanno
figli malati,mentre i maschi con permutazione hanno figli con permutazione(invariata).Se ci sono troppe
copie il promotore non funziona.Lanticipazione il peggioramento della malattia da una generazione alla
successiva es distrofia miotinoca.La codominanza lespressione fenotipica di entrambi gli alleli genici; un
es. tipico di codominanza il gruppo sanguigno AB. La penetranza incompleta un caso limite
dell'espressivit variabile, in cui, anche a causa di fattori esterni, in una generazione di individui eterozigoti,
alcuni manifestano il fenotipo recessivo, in quanto l'allele dominante non abbastanza "forte" da poter
mascherare l'omologo. il caso, ad esempio, di alcune patologie genetiche che insorgono anche negli
individui eterozigoti i quali dovrebbero essere fenotipicamente sani. L'espressivit variabile il grado con
cui un determinato genotipo si manifesta a livello fenotipico; uno dei tanti fenomeni genetici che si
discostano dalla classica analisi mendeliana sull'ereditariet.Da due genitori l'uno omozigote dominante e
l'altro omozigote recessivo per quanto riguarda certo carattere, dovrebbero nascere essenzialmente
figli eterozigoti, comunque manifestanti solo il fenotipo dominante. Con l'espressivit variabile, in parte
della generazione si riscontrano anche individui con parte del fenotipo recessivo (in quantit variabile),
poich l'allele dominante non abbastanza "forte" da mascherare l'omologo.Per mosaico
genetico o mosaicismo si intende la presenza, in un individuo pluricellulare, di due o pi linee genetiche
diverse, ossia di diversi patrimoni genetici all'interno di uno stesso individuo che vengono espressi
contemporaneamente. In pratica, non tutte le cellule di quell'organismo hanno lo stesso corredo
cromosomico, oppure lo esprimono in maniera variabile.Il mosaicismo pu riguardare il DNA mitocondriale,
nel qual caso prende il nome di eteroplasmia, oppure il DNA nucleare della cellula, generando il mosaicismo
propriamente detto, che deriva spesso da un errore avvenuto durante la maturazione dello zigote.Il
chimerismo Fenomeno che genera un organismo composto da cellule originate da individui diversi: se
questi individui appartengono alla stessa specie la chimera sar intraspecifica, se gli individui appartengono
a specie diverse la chimera sar interspecifica.Il genoma mitocondriale molto piccolo,il Dna circolar,ci
sono pochissimi introni.Nel mitocondrio non avviene la correzione delle bozze per cui si possono generare
mutazioni.Nelle mutazioni eteroplasmiche alcuni mitocondri hanno la mutazione altri no.Le malattie
mitocondriali derivano da:mutazione del genoma mitocondriale,mutazione del genoma nucleare che
codifica per delle proteine destinate al mitocondrio.Il mitocondrio un organello della cellula le sue
funzioni sono:respirazione,produrre energia,produrre ossigeno reattivo,regolare lapoptosi.Le malattie
mitocondriali portano a danni soprattutto negli organi formate da cellule ricche di
mitocondri:cervello,occhi,cuore.Nel dna mitocondriale vi possono essere 3 tipi di mutazioni:mutazioni
missenso,puntiformi,riarraggiamento(genera delezioni e duplicazioni del dna mitocondriale). per
mosaicismo germinale si intende quella situazione in cui una popolazione variabile di cellule germinali di
uno stesso individuo presenta un allele mutato totalmente assente nel resto della popolazione germinale.

neoplasia o tumore: patologia caratterizzata da proliferazione cellulare incontrollata .tumore benigno:
tumore localizzato.tumore maligno o cancro: tumore capace di infiltrare i tessuti circostanti e/o di
diffondere verso altri organi. I tumori possono essere classificati in base al tessuto di origine: carcinomi:
cellule epiteliali ,sarcomi: ossa e tessuti connettivi ,leucemie e linfomi: precursori delle cellule del sangue. Il
cancro una malattia genetica , causato da mutazioni in geni che controllano proliferazione e
sopravvivenza cellulare ,Forme sporadiche ,Forme ereditarie.La somma di pi mutazioni porta al cancro.
Tumori familiari:Incidenza pi elevata in famiglie di pazienti,circa 50 malattie mendeliane con rischio molto
alto di sviluppare un cancro ,richio superiore alla media senza pattern mendeliano (tratto complesso).
Geni coinvolti nello sviluppo dei tumori: Oncogeni: alleli mutanti di proto-oncogeni, di telomerasi o di geni
anti-apoptotici.Acquisizione di funzione;Oncosoppressori: geni che regolano negativamente la crescita
cellulare.Perdita di funzione.Le mutazioni che producono il cancro si verificano in due forme:con un gene
anormale attivato la proteina mutante espressa,con due geni mutati la proteina normale non
espressa.Oncogeni:Geni mutati che acquisiscono funzioni di stimolazione abnorme della proliferazione
cellulare ,La mutazione pu essere nella regione codificante, negli elementi regolatori o consistere
nellaumento del numero di copie nel genoma ,Dominanti a livello cellulare.Funzione degli oncogeni:fattori
di crescita ,recettori di superficie ,componenti delle vie di trasduzione del segnale ,proteine nucleari che
legano il DNA,componenti del network di cicline, CDK e inibitori di chinasi.Attivazione dei proto-oncogeni:
amplificazione NMYC, ERBB2,...,mutazione puntiforme RAS,traslocazione che genera un nuovo gene
chimerico BCR-ABL, RET-PTC, ...,traslocazione in regioni di cromatina trascrizionalmente attiva ,MYC in un
locus di immunoglobuline.Sindromi ereditarie da attivazione di oncogeni:Adenomatosi Endocrina Multipla
di tipo 2 (MEN2),Carcinoma Papillare Renale Ereditario (HPRC). MEN2A: elevata incidenza del carcinoma
midollare della tiroide, spesso associato a feocromocitoma ,Variante B (MEN2B, pi rara): anche
neurinomi,Mutazioni nel gene RET. Perch non tutte le cellule che esprimono loncogene ereditato
generano un tumore?vantaggio proliferativo,tessuto specificit.Oncogeni attivati per traslocazione:oltre 40
traslocazioni cromosomiche oncogeniche descritte soprattutto leucemie e linfomi.Leucemia mieloide
cronica (CML): lalterazione citologica tipica di questo tumore il cromosoma Philadelphia t(9;22)sposta la
chinasi ABL dal 9q al locus BCR (breakpoint cluster region) del 22q proteina chimerica con aumentata
attivit chinasica.Carcinoma papillifero tiroideo (PTC): lalterazione citologica tipica di questo tumore
uninversione paracentrica del 10q,spezza il gene del recettore RET e lo fonde ad altri geni,proteina
chimerica espressa impropriamente e con attivit chinasica costitutiva.Linfoma di Burkitt: caratterizzato
dalla traslocazione di MYC da 8q a 14q (locus della catena pesante delle immunoglobuline
(IGH),traslocazione bilanciata ,espressione anomala di MYC. Linfoma B follicolare: traslocazione di BCL2
da 18q a 14q (locus della catena pesante delle immunoglobuline (IGH),lenhancer delle IGH aumenta
lespressione di BCL-2,BCL2 un gene anti-apoptotico. Geni oncosoppressori:Contribuiscono alla
tumorigenesi attraverso perdita della loro funzione ,Geni che controllano negativamente la proliferazione
cellulare o pro-apoptotici .Classe molto eterogenea di geni, suddivisa in gatekeepers e
caretakers,gatekeepers: controllo della proliferazione (effetto trasformante diretto),caretakers: riparazione
dei danni al DNA, mantenimento dellintegrit del genoma (effetto indiretto).ipotesi di origine dei tumori in
due eventi:alcune forme di cancro richiedono mutazioni in entrambi le copie di un gene
oncosoppressore,le forme sporadiche richiedono che i due eventi mutazionali avvengano nella stessa
cellula,le forme familiari richiedono una sola mutazione, perch la prima viene ereditata.
Retinoblastoma: raro tumore maligno della retina pediatrico ,incidenza ~1 su 20,000 nati ,40% familiare
(AD), 60% sporadic.Il gene RB1:Localizzato sul cromosoma 13q,Inattivato mediante delezione o mutazione
puntiforme ,Espresso in molti tessuti, ma la sua perdita causa sviluppo di tumori solo nella retina e in pochi
altri tessuti ,Regolatore negativo di fattori trascrizionali ,Classico gatekeeper.Sindrome di Li-Fraumeni:
Rare famiglie mostrano una storia di cancri di differente tipo che colpiscono ad unet prematura ,Per oltre
il 70% causata da mutazioni in TP53,P53 una proteina che lega il DNA e scatena la risposta cellulare ai
danni al DNA,La sua inattivazione consente a cellule col DNA danneggiato di sopravvivere e proliferare.
Neurofibromatosi di tipo 1: Disordine AD caratterizzato da neurofibromi multipli ,Il gene NF1 regola la
proliferazione di cellule neuronali, un regolatore negativo dellattivit di Ras. Neurofibromatosi tipo
1:neurofibroma plessiforme (tumore benigno molto grande che si forma lungo il percorso di un grosso
nervo).







Le terapie innovative per le malattie genetiche sono:farmacologiche,proteine,cellulari(cellule
staminali),Dna(come farmaco).Lapproccio della cura dipende dalla malattia e dallorgano interessato
(es farmaci che riescono a passare la barriera ematoencefalica per arrivare al cervello).Attraverso dei
farmaci possibile correggere le mutazioni non senso (codone di stop si attiva troppo presto,la proteina
incompleta e spesso non funzionante).Gli amino glicosidi permettono linserimento di un aminoacido
al livello di un codone di stop alterato che si presenta troppo preso,permette quindi di continuare la
sintesi proteica fino al vero codone di stop.Trafroma la mutazione non senso in missenso che meno
grave.Lantibiotico gentramicina ha questo effetto.Le mutazioni di stop si indicano con X mentre le
deiezioni con delta().La gentromicina tossico e funziona ad alti dosaggi quindi preferibile usare altri
farmaci.Un altro farmaco ma meno tossico il PTC 124 che corregge i codoni stop in primis il codone
stop UGA.Gli sci operoni farmacologici intereagiscono con una proteina dopo che essa sia stata
sintetizzata se alterata la trasforma in una forma corretta.Se la proteina ha una conformazione
corretta viene spedita se no viene riconosciuta e eliminata oppure la proteina sfugge al controllo e si
accumula nella cellula portando a forte stress che attiva la morte cellulare.Gli sci operoni legano la
proteina anomala al livello del reticolo endoplasmatico rugoso e le fa assumere una conformazione
corretta (almeno parzialmente funzionante).Gli scioperoni aumentano lattivit enzimatica e la
stabilit.Arrivata a destinazione della proteina gli scioperoni si staccano.Le proteina come farmaci sono
molto utili per es nelle malattie lisosomiali.Gli enzimi lisosomici vengono anche secreti e scambiati tra le
cellule,quindi lenzima di cui si ha bisogno pu essere sintetizzato artificialmente e iniettato
periodicamente.La terapia enzimatica non funziona completamente perch non arriva al cervello a
causa della barriera ematoencefalica,ad alcuni tessuti come retina e cartilagine non arriva molto
sangue.La terapia ha un costo elevato e porta stress nei malati che devono iniettare periodicamente gli
enzimi.Le cellule staminali sono cloni che proliferano e sono in grado di differenziarsi (sono totipotenti
possono diventare qualsiasi linea cellulare).Le cellule staminali si trovano nellembrione ma anche negli
adulti.I vantaggi delle cellule staminali degli adulti sono che possono essere prese da pi sistemi,vi
per una limitata potenza (pluripotenza le cellule non pososno differenziarsi in qualsiasi linea
cellualare),ma sono cellule che proliferano facilmente.Es di cura delle cellule staminali il trapianto di
midollo osseo.La riprogrammazione una metodica nella quale presa una cellule differenziata in
laboratorio viene trattata con dei geni che la rendono una cellula staminale(pluripotente non toti).Le
cellule diventano IPS(cellule indotte a pluripotenza),sono usate per capire le malattie,testare farmaci e
ricostruire tessuti.Ci sono 2 problemi:non esistono procedure standard per uso clinico e vi una
limitazione nelluso di oncogeni(le cellule tendono a dare tumori).Nel differenziamento diretto il
fibroblasto diventa direttamente una cellula che desideriamo es un neurone senza diventare prima un
IPS,per se abbiamo 100 fibroblasti avremo poi sono 100 neuroni,quindi anche se il rischio di tumore
non c la produzione di nuove cellule difficile.La terapia genica il trattamento di malattie ereditarie
utilizzando il DNA e RNA come farmaci.Vengono usati in due casi:iniettandolo nel paziente (in
vivo)oppure le cellule dellindividuo vengono prelevate modificate e poi reintrodotte(ex vivo).I metodi
per introdurre gli acidi nucleici sono:utilizzo di vettori virali e non(pi sicuri ma meno efficienti).Il virus
penetra nella cellula perch si lega a un recettore arriva al nucleo la struttura si dissemblae il DNA o
RNA vene introdotto nel nucleo.La replicazione del virus abolita sostituendo i geni virali con quelli
terapeutici.Vengono usati retrovirus,adenovirus e virus adeno-associati.La mutazione pu portare alla
perdita o acquisizione di una funzione,nella perdita il virus introduce una copia corretta del gene e la
proteina viene riprodotta correttamente,nellacquisizione invece un virus trasporta delle molecole di
RNA che si lega a quello mutato distruggendolo.