Sei sulla pagina 1di 6

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

RECUPERI DA POZZO O CAVITA NATURALE


BENEVENTO

N. 04/06 Pagina

1 /6
Data 18-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

PREMESSA - QUANDO UN INTERVENTO SI CLASSIFICA IN QUESTA CATEGORIA

Richiesta di intervento per recupero di una persona impossibilitata ad uscire autonomamente da un pozzo o da una cavit naturale perch ferita, intrappolata o deceduta. DISPOSIZIONI DI RIFERIMENTO - Ordini di Servizio o altre disposizioni interne del Comando - Manuale tecniche S. A. F. GESTIONE DELLA SALA OPERATIVA Domande da porre:
Localit indirizzo del richiedente n. di Tel. Punti di riferimento visibili in caso di zona impervia o di campagna. Numero di persone coinvolte. Condizioni fisiche della persona: cosciente?, collaborante?, ferito o deceduto?. Caratteristiche del pozzo: profondit, diametro, tipo di struttura, presenza di acqua. Ci sono strada vicine, sono percorribile dai mezzi dei Vigili del Fuoco. Caratteristiche del terreno circostante. E possibile mandare qualcuno ad attendere la squadra VV. F. sulla strada pi vicina.

Enti e persone da allertare Funzionario di guardia. CC. Di zona o Vigili Urbani. 118 e A. S. L. di zona. Responsabile o proprietario dellattivit.

MEZZI IDONEI PER LINTERVENTO ED ATTREZZATURE

Mezzi V.F.

APS

AF/ s. a. f.

Sulla base delle informazioni ricevute, AS , ACT gruppo fari, ELICOTTERO

Recuperi da pozzo o cavit naturale 4.6.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

RECUPERI DA POZZO O CAVITA NATURALE


BENEVENTO

N. 04/06 Pagina

2 /6
Data 18-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

Attrezzature: - Radio portatili antideflagranti - Rilevatore gas - Lampade antideflagranti - autorespiratori - tute monouso in cartene - elettropompa - idrocostume - capra, winch - barella K. E. d., collari

PROCEDURA GENERALE DI INTERVENTO

Durante il percorso - Il r. o. s. informa il personale sulla tipologia dellintervento, attiva uno scambio di informazioni con la sala operativa per costruire un quadro completo della situa zione sul posto, assegna gli incarichi e stabilisce i ruoli del personale. - Il personale incaricato accende e testa lesplosimetro, completa la vestizione di tutti i D. P. I. personali. Arrivo sul posto - Posizionare gli automezzi a distanza ed in previsione dellarrivo in posto di altri mezzi di soccorso. - Allontanare immediatamente gli estranei dal luogo del sinistro. - Monitorare il pozzo o la cavit con lesplosimetro nelle diverse altezze (alla sommit, al centro e sul fondo). - Chiedere la collaborazione delle forze dellordine per mantenere larea sgombra dai non addetti al soccorso.

Recuperi da pozzo o cavit naturale 4.6.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

RECUPERI DA POZZO O CAVITA NATURALE


BENEVENTO

N. 04/06 Pagina

3 /6
Data 18-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

TECNICHE DI INTERVENTO

Il personale trasporta le attrezzature necessarie nelle immediate vicinanze, il Capo Partenza valuta la consistenza del terreno e predispone con la collaborazione del personale gli ancoraggi per la manovra di calata e recupero nel pozzo. In caso di impossibilit di ancoraggio su punti fissi, valutare la possibilit dellattuazione della manovra del contrappeso per la calata ed il recupero. Valutare le condizioni fisiche e psicologiche della persona da recuperare, dialogando, stabilendo un contatto e cercando la collaborazione con la persona da recuperare. Si predispongono due corde (lavoro statica e sicurezza dinamica) per la manovra di calata e di recupero del soccorritore e della persona da soccorrere(tecnica s. a. f.) e di una terza corda per calare eventuale materiale. In caso di accertata presenza di gas o sostanza asfissiante, un operatore munito di autorespiratore a due attacchi con maschera di scorta, imbracatura completa da lavoro,lampada antideflagrante , triangolo devacuazione,moschettoni e cordini scende nel pozzo con manovra di calata. Attrezzare un secondo operatore con imbracatura ed autorespiratore con due attacchi da utilizzare in caso di bisogno o come supporto al primo operatore. Loperatore deve prestare massima attenzione durante la discesa ad eventuali urti o sfregamenti con le pareti del pozzo o della cavit naturale in quanto si potrebbero staccare corpi che cadendo mettano in pericolo linfortunato, oppure in presenza di miscele esplosive si potrebbe innescare una esplosione. Arrivato in prossimit dellinfortunato il soccorritore esperto TPSS, ne valuta le condizioni fisiche, effettua un primo controllo delle funzioni vitali e quindi ne predispone il recupero. Nel caso di persona ferita si provveder prima al controllo delle funzioni vitali, alla sua stabilizzazione e allimmobilizzazione tramite K. e. d. e collare cervicale, in seguito si proceder a posizionarlo ed assicurarlo nella barella fatta calare nel frattempo dal personale di superficie. Procedere al recupero della barella dalla superficie accompagnata dalloperatore, una volta in superficie il personale trasporter il ferito ai limiti della zona delimitata in precedenza ove staziona personale di soccorso del 118 che lo prender in consegna per le cure del caso. Se la squadra dispone di personale con abilitazione tecniche SAF 1B e superiori, utilizzer come attrezzature e tecniche per la calata e recupero, la capra dotata di winch che permette manovre pi agevoli e sforzi minori.

Recuperi da pozzo o cavit naturale 4.6.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

RECUPERI DA POZZO O CAVITA NATURALE


BENEVENTO

N. 04/06 Pagina

4 /6
Data 18-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

SICUREZZA

SICUREZZA GENERALE
-

Pericolo di esplosioni in caso di presenza di miscele esplosive. Mantenere libera larea di lavoro da personale estraneo, Impedire lavvicinamento ai non addetti al soccorso. Prevenire possibili imprevisti. delimitare la zona operativa pericolo di caduta massi, terriccio o parti pericolanti.

SICUREZZA DEGLI OPERATORI


Sono cartelli di:

prescrizione/emergenza; divieto; avvertimento


- Pericolo di asfissia o inalazione, pericoli di inneschi improvvisi o esplosioni. - Particolare attenzione dovr essere prestata dalloperatore soccorritore sia nella discesa che nel recupero in particolar modo per gli urti o sfregamenti delle parti metalliche delle attrezzature. - Obbligatorio luso dei DPI completi, anche autorespiratore. AL TERMINE DELLINTERVENTO - Provvedere alla messa in sicurezza dello scenario dintervento, chiudendo limboccatura del pozzo o della cavit naturale. - Fotografare e documentare larea dellintervento. - Acquisire tutti i dati necessari alla compilazione del verbale di intervento(dati dellinfortunato e dei proprietari dellarea) - Raccolta, verifica e pulizia primaria del materiale utilizzato.

Recuperi da pozzo o cavit naturale 4.6.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

RECUPERI DA POZZO O CAVITA NATURALE


BENEVENTO

N. 04/06 Pagina

5 /6
Data 18-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

COMUNICAZIONI, ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI E DI P.G. - Compilazione rapporto di intervento. - In funzione delle problematiche evidenziatesi a seguito dellintervento ed in base alle competenze, effettuare segnalazione scritta allASL di zona ed al Comune di competenza. - Fare fonogramma alla Prefettura, alla Sala Operativa Ministero Interno e Ispettorato Regionale V. V. F. - Se necessario attuare tutti gli adempimenti di Polizia Giudiziaria. RIENTRO IN SEDE, MANUTENZIONE MEZZI, ATTREZZATURE Rifornimento degli automezzi ( gasolio, acqua ecc.) Controllo e ripristino delle attrezzature utilizzate. Pulizia accurata delle attrezzature e dei DPI utilizzati. Laddetto S. A. F. provveder alla reintegrazione dellattrezzatura utilizzata secondo modalit stabilite e alla compilazione delle schede di utilizzo del materiale.

IGIENE E SALUTE DEL PERSONALE OPERATIVO - Igiene e cura personale e pulizia degli indumenti utilizzati. - Eventuali controlli sanitari per il personale venuto a contatto o che ha inalato sostanze pericolose. REVISIONE CRITICA DELLINTERVENTO E ADDESTRAMENTO - Fase di ricezione della segnalazione dalla sala operativa, gestione e predisposizione dellintervento, fase di preparazione con distribuzione degli incarichi. - Valutazioni ed analisi della situazione in posto - Dislocazione dei mezzi di soccorso e controllo dei pericoli. - Protezione del personale e delle persone presenti. - Scelte delle tecniche operative e coordinamento con altri enti. - Operazioni particolari e di supporto. - Predisposizione e controllo degli ancoraggi. - Accesso alle vittime e trattamento sanitario - Conclusione dellintervento e messa in sicurezza dellarea.

Recuperi da pozzo o cavit naturale 4.6.doc

Vigili del Fuoco

PROCEDURA DI INTERVENTO

RECUPERI DA POZZO O CAVITA NATURALE


BENEVENTO

N. 04/06 Pagina

6 /6
Data 18-02-2009

Approvato: il Comandante Provinciale

NOTE SULLADDESTRAMENTO Manovre con tecniche s a f 1A, calata e recupero, montaggio barella Kong, calata e recupero della barella, tecniche di ancoraggio. Addestramento con autorespiratore, uso dellesplosimetro , corretto utilizzo dei D. P. I. Tecniche di immobilizzazione e del B. L. S.

Recuperi da pozzo o cavit naturale 4.6.doc