Sei sulla pagina 1di 48

LA PAROLA ALLESPERTO Oggi avvocati e notai rispondono ai quesiti dei lettori

I A PAGINA 20

1,20 ANNO 122 - N

91

Spedizione in abbonamento postale D.L. 24/12/2003 N. 353 CONV. IN L. 27/02/2004 n. 46

MERCOLED 2 APRILE 2014


REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: PREDDA NIEDDA STRADA 30/31 07100 SASSARI I TEL. 079/222400 I FAX 079/2674086

EDIZIONE DI SASSARI y(7HB5J2*TKOKKR( +[!z!&!"!$

www.lanuovasardegna.it

il clima che cambia

continuit due

Allarme per lisola: tra desertificazione e rischio nubifragi


Devastazione dopo il ciclone del 18 novembre scorso I P. G. PINNA A PAGINA 9 Presto novit per la continuit territoriale due

Aerei, si riparte con nuove rotte 57 euro a tratta


Continuit territoriale due: si riparte dal piano del centrodestra. Poche modifiche e nuove tratte.
I ROJCH A PAGINA 16

regione

Oggi Pigliaru presenta il programma al Consiglio


Stamane il governatore presenta al Consiglio cosa intende fare per il futuro dellisola.
I A PAGINA 5

Maddalena, rivolta contro le ruspe


Tensione alle stelle, un muro umano ha cercato di fermare i mezzi impegnati nelle demolizioni: 5 feriti Sos del Comune alla Procura: Stop agli abbattimenti in attesa dei ricorsi. Oggi arriva lEsercito I ALLE PAGG. 2 E 3
NELLE CRONACHE IL PROCESSO
I SORIGA A PAGINA 19

primarie m5s

Linglese-sardo Nicola Marini alle Europee


Nicola Marini, 40 anni, cagliaritano che vive a Londra: sar candidato alle Europee per il M5S.
I A PAGINA 12 Primi soccorsi a un manifestante rimasto leggermente ferito negli scontri con le forze dellordine

Lui la picchia: scena ripresa da telecamera


Udienza ieri in tribunale del processo che vede imputato un algherese che ha picchiato la sua ex fidanzata che lo accusa di violenza. A testimoniare le botte c il filmato della videosorveglianza.

Lassessore

I BAZZONI A PAGINA 19

LE ORIGINI DEL DEBITO PUBBLICO


di ANDREA SABA

Spara in classe, ragazza ferita


Gioco pericoloso in una scuola di Olbia. Il padre di lei: Ti perdono
FONDI AI GRUPPI CONGRESSO CARITAs

Fiume Santo, la Regione non si ferma


ALGHERO
I MASSIDDA A PAGINA 29

ono anni che si parla del debito pubblico italiano che ha superato i 2.000 miliardi, ma nessuno dice da dove venutofuori ecome siaandato crescendo con tutti i governi, di qualunque colore, negli ultimi 40 anni. Nella Prima repubblica il primo pensiero di un politico eraquello diessererieletto.
I CONTINUAA PAGINA 17

Cogoni patteggia un anno e 8 mesi


I LISSIA A PAGINA 4

Famiglie sarde, un terzo in povert


I TESTA A PAGINA 7

A 15 anni spara pallini di gomma con una pistola giocattolo contro una compagna di classe. I medici le danno due giorni di cure e lui viene sospeso. Il padre di lei non lo denuncia e gli offre una possibilit di riscatto.
I LULLIAAPAGINA 31

Lavori subito: Adottiamo i Bastioni


LE GUERRE DEI SARDI
IL PRIMO VOLUME

I premi di Vinitaly

Vini sardi, cresce la qualit


Niente medaglie ed eccellenze, ma 32 menzioni per lisola
Trentadue diplomi di Gran Menzione, ma nessuna medaglia. N oro, n argento, n bronzo per il vino sardo al 21 concorso enologico internazionale di Vinitaly, evento massimo dedicato al vino. Come dire molte le cantine isolane che crescono, migliora la qualit di base ma senza che emergano delle eccellenze.
I PORCU A PAGINA15 Momento felice per i vini sardi

IL VALORE DEI SARDI IN GUERRA


Dalle guerre per lIndipendenza alla catastrofe di Adua
VOLUME I

PARLA sardara

Strigliata fruttuosa, Dinamo pronta per lo sprint


I SINI A PAGINA 37

5,90
IN PI

A RICHIESTA A SOLI

con

Fatto del Giorno

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

le demolizioni alla maddalena


di Giampiero Cocco
Q INVIATOALLAMADDALENA

Per espugnare e abbattere il Nido dAquila (mai nome fu pi azzeccato) le ruspe inviate dal pubblico ministero Domenico Fiordalisi hanno dovuto aggirare, con un escamotage, un vero e proprio muro umano. Una folla di amministratori, cittadini, operai e proprietari di case in procinto dessere abbattute avevano, dalle sei di ieri mattina, presidiato e impedito il transito allingresso principale della scuola sottufficiali della marina, dove le ruspe della Procura restano parcheggiate la notte. La seconda giornata di demolizioni ha per visto crescere la tensione sino allo scontro fisico, con alcuni manifestati (due uomini e tre donne) che hanno dovuto fare ricorso alle cure mediche del pronto soccorso cittadino per ecchimosi e malesseri dovuti allo stress, alla calca e agli spintoni. Qui non si passa. Una giornata cominciata con il sit in organizzato dallamministrazione comunale che, in testa il sindaco con la fascia tricolore, ha bloccato laccesso alla scuola sottufficiali. Un muro umano formato da centinaia di persone tanti giovani e poi mamme, bambini, pensionati e operai disoccupati che si sono riscaldate grazie al sole alto nel cielo e sono state rincuorate dallarrivo, dal tribunale di Tempio, di tre dispositivi durgenza firmati dal gip che sospendevano, temporaneamente, il provvedimento di demolizione firmato dal capo della procura Domenico Fiordalisi. Un barlume di speranza che ha infiammato gli animi, subito spento per, dallineluttabilit degli ordini impartiti alle forze dellordine: andare avanti con le demolizioni, cos come programmato da mesi. Le ruspe sono rimaste confinate nei piazzali della scuola sottufficiali, perch in tanti si erano seduti davanti al cancello dingresso. Quando il questore vicario di Sassari Maurizio Terrazzi ha dato disposizioni alle forze dellordine (poliziotti e carabinieri in assetto antisommossa) per aprire un varco tra la folla, scoppiato il finimondo. Il parapiglia. Grida e spintoni, poi un manifestante caduto a terra mentre un altro veniva colpito alla gamba. Le ambulanze hanno soccorso entrambi, mentre tra funzionari di polizia, ufficiali dei carabinieri e i portavoce della folla, tra i quali il sindaco Angelo Comiti, si cercava un punto di mediazione. Luscita dal retro. Nel frattempo una delle ruspe veniva fatta uscire dalla porta carraia di servizio e si dirigeva verso Nido dAquila, localit di una bellezza mozzafiato a est dellisola della Maddalena. Cera da abbattere, e per farlo ha impiegato diverse ore, una casa in blocchetti che Alessandro Acciaro, un operaio maddalenino, si era costruito una ventina di anni fa sopra una delle batterie costiere dismesse, allinterno di un forte in granito che guarda verso la costa corsa e dove tutti gli occupanti le ex casermette militari, nessuno escluso, erano abusivi. In tantissimi avevano chiesto e ottenuto il condono dopo il passaggio dal demanio militare al demanio regionale, ma gli abusi sugli ... abusi non potevano essere sanati. La ruspa della Procura ha demolito quanto non erano riusciti a fare i bombardamenti con i grossi calibri della marina durante la prima e seconda guerra mondiale. La tensione altissima, anche perch restano da ab-

Muro umano contro le ruspe: cinque feriti


Tensione alle stelle tra popolazione e forze dellordine: oggi arriva lEsercito Abbattuta una casa abusiva a Nido dAquila, altre 10 costruzioni nel mirino
Benne in azione in Gallura sino alla fine di giugno

Le ruspe della Procura dovrebbero proseguire nella loro opera di demolizione anche oggi, mentre cresce la preoccupazione non soltanto nellarcipelago maddalenino, ma in tutta la circoscrizione della procura della Repubblica di Tempio. Se qualcuno, tra i tantissimi che negli ultimi trentanni hanno realizzato opere abusive in Gallura dichiarate tali con sentenze passate in giudicato che dispongono la demolizione dei manufatti riteneva che loblio del tempo fosse applicabile anche al suo blocco di cemento si dovuto ricredere. Il ricorso agli avvocati, in queste poche ore di attivit delle benne, decuplicato e in tanti affollano gli studi legali per chiedere pareri su come agire in un futuro ormai prossimo. La seconda tornata di demolizioni (le ruspe della Procura opereranno sino alla fine di giugno e riprenderanno la loro opera da settembre a novembre) riguarder infatti un fascia di territorio gallurese molto importante. (g.p.c.)
Gli scontri tra le forze dellordine e i residenti, accanto la ruspa in azione a Nido dAquila (foto di Andrea Nieddu)

battere una decina di abitazioni, oltre a quindici tra muretti e casupole di campagna. Situazioni delicate. Nelle dieci abitazioni risiedono interi nuclei familiari, ed su queste delicate situazioni anziani ammalati, giovani coppie con diversi figli a carico che si sta facendo ora dopo ora sempre pi pressante e concreta la solidariet dellintera popolazione, e non solo. Ieri si aggiunta anche lautorevole voce della chiesa, con un documento diramato dalla Diocesi di Tempio e sollecitato dal parroco maddalenino don Domenico Degortes. Oggi la situazione potrebbe diventare incandescente, essendo previsto lintervento di reparti dellEsercito per garantire lordine pubblico e assicurare la prosecuzione del calendario di demolizioni programmato dalla procura.
RIPRODUZIONERISERVATA

Il gip sospende tre provvedimenti


Altri tre ricorsi da esaminare: qualcuno potrebbe ottenere il condono
Q LA MADDALENA

Un manifestante contuso

Lemergenza imposta dalle demolizioni nellarcipelago maddalenino ha fatto scattare le urgenze anche al palazzo di giustizia di Tempio, dove ieri il giudice per le indagini preliminari Vincenzo Cristiano ha temporaneamente sospeso, in attesa della decisione in merito agli incidenti di esecuzione che dovr trattare, tre provvedimenti di demolizione. Altrettanti ricorsi saranno esaminati domani mattina dal gip Marco Contu, che ha in carico diversi fascicoli aperti in opposizione alle demo-

lizioni della Maddalena. La mia assistita ha spiegato ieri mattina lavvocato Manuela Provenzano ha ottenuto la sospensione per lassenza, dal fascicolo principale, della prima ordinanza di demolizione della sua abitazione. Vedremo domani (oggi per chi legge ndr) le argomentazioni della Procura in tal senso, che intende andare avanti con labbattimento . Con il caso di Azara Bellanna (lanziana difesa da Manuela Provenzano) sono state sospese le ordinanze di demolizione per Giuseppe Nieddu (assistito dallavvocato Aldo Kersevan) il

quale ha ricorso al Capo dello Stato contro il diniego alla sanatoria, e di Pasqualina Lai, una casalinga la quale potrebbe, secondo le indicazioni del suo difensore, avere i titoli per poter usufruire di una condono edilizio in quanto la sua abitazione sarebbe state realizzata in zona urbanistica non soggetta ad alcun vincolo di tutela. Argomentazioni che saranno al centro delle udienze gi fissate per l8 aprile prossimo, mentre ieri altre situazioni analoghe, iscritte a ruolo per il mese di luglio, sono state anticipate di alcuni mesi per la trattazione. (g.p.c.)

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Fatto del Giorno

Un uomo a terra leggermente ferito nel parapiglia: 5 le persone finite al pronto soccorso

Il confronto tra le forze dellordine e la folla che bloccava luscita della ruspa

Il consiglio comunale: Ora la Procura si fermi


Lappello contenuto in un ordine del giorno approvato allunanimit: Prima di radere al suolo aspettiamo le decisioni del tribunale
di Andrea Nieddu
Q LAMADDALENA

La protesta: non tormentateci, arrestate la Cricca


LA MADDALENA. Un centinaio di persone, insieme al sindaco Comiti, sedute davanti al cancello dal quale sarebbe dovuta uscire la ruspa per andare a battere le case abusive. Il maggiore dei Carabinieri Nicola Lorenzon ha spiegato alla folla quali potevano essere le conseguenze se al mezzo fosse stato impedito di operare. A rispondere si fatto avanti limpresario Angelo Bifulco che ha messo in evidenza lo stato in cui si trova lisola: Siamo alla fame, non abbiamo pi soldi. E lo Stato vien qui a punire questi disgraziati che si sono costruiti una casa con tanti sacrifici. Sarebbe meglio che arrestiate quelli della cricca che con i soldi spesi per il G8, non hanno lasciato un solo posto di lavoro. La signora Stefania Fantoni ha messo in evidenza che ci che stato fatto andato contro quelli che attendevano ludienza e che avrebbero potuto ottenere il rinvio. Non ci potete trattare in questo modo. Poi dopo le vane richieste del questore vicario di abbandonare la posizione , lordine di partire. Pur con tutta la buona volont delle forze dellordine nel parapiglia generale hanno avuto la peggio 5 persone che sono state trasferite al pronto soccorso: niente di grave, per fortuna codice bianco per tutti. (a.n.)

Prima una mattinata davvero drammatica, con il consiglio comunale riunito di fronte al cancello da dove sarebbe dovuta uscire la ruspa per abbattere altre abitazioni, dopo le prime tre demolite luned. Poi un pomeriggio e una serata lunghi e difficili, dedicata alle decisioni da prendere: tutti i consiglieri maddalenini si sono ritrovati nel salone comunale per la prosecuzione del consiglio e valutare i passi successivi. Dopo discussioni animate e numerosi interventi il consiglio ha approvato un ordine del giorno nel quale alla luce anche della recentissima decisione del gip la municipalit chiede alla magistratura, nella persona del procuratore Domenico Fiordalisi, di attendere l'esito dei ricorsi avanzati da tutti i soggetti coinvolti ed interessati dai provvedimenti, affinch sia accertata in via definitiva, prima degli abbattimenti, lineluttabilit degli stessi. La scelta di convocare il consiglio comunale davanti ai cancelli della Scuola allievi sottufficiali della Marina Militare nata dalla volont di stare ac-

Il sindaco Angelo Comiti abbraccia una donna durante la difficile mattinata di protesta

canto alla popolazione, profondamente colpita dagli avvenimenti, e in particolare ai cittadini destinatari di provvedimenti giudiziari che inevitabilmente pregiudicano la loro serenit e quella delle loro famiglie. Durante il sit in non sono mancati momenti di tensione ma la situazione rimasta sotto controllo. Proprio mentre la folla era riunita davanti ai cancelli si venuti a conoscenza

del fatto che alcuni provvedimenti emessi dal tribunale di Tempio Pausania hanno prodotto la sospensione degli abbattimenti di alcuni immobili indicati nell'elenco predisposto dalla Procura. Per le famiglie Nieddu (avvocati Fonnesu- Kersevan) e Acciaro (avvocato Manuela Provenzano) la notizia arrivata mentre la ruspa era ancora ferma per la presenza di persone che ne im-

pedivano luscita, ed stato salutato da uno scrosciante applauso che proseguito con un pianto liberatorio e gli auguri da parte di tutti. A fronte di questi due episodi, il consiglio comunale, avendo riscontrato che possono essere presi in considerazione nuovi elementi utili a scongiurare gli abbattimenti, ha chiesto al procuratore di attendere gli altri esiti.

Non lasciate le famiglie per strada


Il vescovo Sebastiano Sanguinetti chiede di dilazionare i decreti esecutivi in attesa di soluzioni
Q LAMADDALENA

Il vescovo Sebastiano Sanguinetti

necessario trovare subito una soluzione per le famiglie che rischiano di ritrovarsi per strada, senza pi una casa. Per questo il vescovo della diocesi di Tempio Ampurias Sebastiano Sanguinetti rivolge un appello alle istituzioni e alla magistratura, invitata a dilazionare i provvedimenti nellattesa che si risolvano le emergenze abitative. Se finora la Chiesa non intervenuta in modo pubblico perch non le compete di interferire sull'azione della magistratura e delle altre Istituzioni statali pre-

poste, rispetto alle quali ha il massimo rispetto e riguardo dice il vescovo Sanguinetti .Con ci va anche premesso, a scanso di qualunque equivoco, che l'abusivismo edilizio e l'illegalit in genere, una piaga che lo Stato ha l'obbligo di estirpare con tutti i mezzi a sua disposizione. Nello stesso tempo compito di tutte le istituzioni educative, compresa la Chiesa, educare le coscienze al rispetto della legge e del bene comune, compreso quello del paesaggio, continua monsignor Sanguinetti. Che subito dopo fa una distinzione, fondamentale per

individuare lapproccio pi corretto al problema. Perch le informazioni che arrivano dalla Maddalena pongono seri elementi di riflessione e di valutazione, non tanto sul piano generale di chi ha infranto la legge e sulla sua applicazione, quanto piuttosto di chi l'ha infranta in stato di necessit e di chi, comunque, dall'esecuzione di una sentenza, per quanto giuridicamente corretta e dovuta, vede irrimediabilmente calpestato il diritto fondamentale di avere un tetto sotto cui ripararsi. E' vero che l'antico adagio dice "dura lex sed lex": cio alla leg-

ge non ci si oppone anche se dura. Ma ce n' un altro, sempre di origine latina, avente come padre lo stesso Cicerone, che dice: "summa lex summa iniuria, un eccesso di giustizia pu tradursi in massima ingiustizia. In questo caso precisa il vescovo , l'eccesso di giustizia non riguarda l'applicazione della legge in s, ma l'esito che ha su coloro per i quali viene applicata. Non si sa se la soluzione sia esclusivamente in mano alla magistratura. Sicuramente magistratura e istituzioni, o istituzioni e magistratura, in quanto garanti dei diritti fondamentali

dei singoli cittadini, oltre che della collettivit, devono trovare insieme delle soluzioni. Una famiglia che non ha altra casa, che magari vive in modo precario per mancanza di lavoro (e alla Maddalena questi casi non sono pochi) e che non ha alcuna soluzione alternativa, anche se ha sbagliato, deve essere messa nelle condizioni di vedere rispettato il diritto inalienabile a una casa. Due sembrano le vie percorribili: l'impegno delle istituzioni a trovare in tempi rapidi soluzioni per le famiglie che rischiano di rimanere sul lastrico e, quello della magistratura, di dilazionare i decreti esecutivi in attesa di tali soluzioni. "La legge per l'uomo, non l'uomo per la legge". Questo principio cristiano conclude il vescovo Sanguinetti pu essere una saggia indicazione per tutti.

Sardegna

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

i fondi ai gruppi regionali

Cogoni patteggia un anno e 8 mesi, Sanjust in dubbio


Il 9 maggio in tribunale si apre il giudizio immediato: lunico imputato potrebbe essere lex capogruppo Diana
di Mauro Lissia
Q CAGLIARI

Finora 64 indagati, un condannato e indagini in corso


Fino ad oggi un solo ex consigliere condannato: Adriano Salis (Ex Idv), diciannove sono gi sotto giudizio, un altro ha patteggiato un annoe otto mesi (Sisinnio Piras) e numerosi altri sono indagati in uninchiesta giudiziaria che promette sviluppi importanti da qui a luglio. Il 9 maggio in programma lapertura del giudizio immediato, che doveva riguardare quattro consiglieri regionali e un imprenditore: due per hanno scelto la via del patteggiamento (Piras e ora Riccardo Cogoni) e un terzo (Onorio Petrini) labbreviato. Restano Mario Diana e Carlo Sanjust. A breve si dovrebbe chiudere il ramo dinchiesta che riguarda 33 consiglieri del centrosinistra, mentre prosegue lesame dei documenti sulla posizione di quelli del centrodestra, sia nella legiuslatura Soru che in quella appena conclusa. Della folla di onorevoli indagati per peculato legato alluso illegale dei fondi destinati ai gruppi politici alcuni fanno ancora parte della massima assemble elettiva della Sardegna.

Dopo Sisinnio Piras patteggia anche Riccardo Cogoni, limprenditore cagliaritano accusato di concorso in peculato aggravato per aver coperto le spese illegali dei consiglieri regionali con fatture e giustificativi di comodo, finito in carcere e poi tornato in libert a inchiesta giudiziaria conclusa col rinvio a giudizio immediato. I difensori Massimiliano Ravenna e Anna Maria Busia hanno raggiunto laccordo con il pm Marco Cocco alle stesse condizioni di Piras: un anno e otto mesi con la condizionale. Ma al contrario dellex onorevole di centrodestra, Cogoni non dovr risarcire il presunto danno economico arrecato alle casse pubbliche: la Procura

ha rinunciato a far valere la condizione perch lindagato non un pubblico ufficiale e risponde di peculato soltanto come concorrente. Nel calcolo della pena quindi pubblico ministero e legali sono partiti da una base diversa. Ora la parola passa al gip, che dovr stabilire se la pena concordata congrua. Ma non dovrebbero esserci sorprese, come finora non ci sono state: Cogoni sembra destinato a uscire dal processo per rientrarci solo come testimone assistito se le parti lo chiameranno in tribunale, un fatto da considerarsi praticamente scontato. Resta invece un grosso punto interrogativo sulla posizione di Carlo Sanjust, lex consigliere regionale del Pdl finito a Buoncammino per aver pagato il proprio banchetto nuziale

coi soldi del gruppo politico. I suoi legali, gli avvocati Carlo Amat e Francesco Marongiu, hanno tempo fino a sabato per decidere se chiedere il patteggiamento. Le condizioni ci sarebbero: Sanjust ha restituito gran parte del denaro intascato per laccusa impropriamente e le prove a suo carico sono bastate alla Procura per ottenerne il rinvio a giudizio immediato. Tutto per dipende dalle valutazioni che Sanjust far in questi giorni insieme ai suoi difensori: preferir imboccare una via duscita dal processo o si sottoporr a un lungo calvario mediatico? In attesa della risposta si pu tornare alle certezze: Mario Diana, lex capogruppo Pdl in consiglio regionale, andr al giudizio pubblico a partire dal prossimo 9 maggio. I difensori

Limprenditore Riccardo Cogoni

Mariano e Massimo Delogu restano convinti che per lui sia la soluzione migliore, malgrado limpianto accusatorio nei confronti di Diana appaia piuttosto munito. Era lui che distribuiva i soldi agli altri consiglieri per spese che la Procura ritiene incompatibili con gli scopi previsti dalla legge. Sempre lui trascurava la rendicontazione e sul suo capo pende la vicenda delle penne Montblanc, regalate a tutti i consiglieri tranne che a Pietro Pittalis, che rifiut lomaggio. Poi i libri darte, in edizione preziosissima, acquistati sempre coi fon-

di del gruppo e destinati ai figli come lascito: la polizia giudiziaria glieli ha trovati in casa. Come dire spese del tutto estranee alla funzione politica e alle esigenze del gruppo Pdl. Se Sanjust pattegger la pena il processo di maggio sar solo per Diana, perch Onorio Petrini ha restituito il valore degli argenti acquistati coi fondi pubblici e in accordo col difensore Giancarlo Mereu ha scelto la strada del giudizio abbreviato, che gli garantir comunque - in caso di condanna - lo sconto di un terzo sulla pena.
RIPRODUZIONERISERVATA

capo frasca/il sindaco di arbus alla camera

Poligoni militari? Solo un danno


Appello ai deputati: indennizzi annuali e fuori dal patto di stabilit
di Luciano Onnis
Q ARBUS

un rapporto di molto odio e poco amore quello che da quasi sessantanni si instaurato fra il poligono militare interforze (Nato) di tiro aereo di Capo Frasca, dependance operativa della base Rssta (Reparto sperimentale standardizzazione tiro aereo) di Decimomannu, e la comunit arburese. Col tempo andata crescendo la convinzione, pressoch unanime in ambito locale, che il poligono aereo sia solo un danno. Il concetto lo ha ribadito ieri il sindaco Francesco Atzori durante unaudizione davanti alla commissione Difesa della Camera dei deputati, nellambito di unindagine conoscitiva in materia di servit militari. Il consiglio comunale, ha detto tra laltro Atzori, potrebbe adesso arrivare a dichiarare indesiderata la permanenza del poligono di tiro a Capo Frasca. Fra le richieste c quella

Aerei militari su Capo Frasca

della sospensione per tre-quattro mesi delle esercitazioni aeree nel periodo estivo quando le localit balneari di Pistis, Torre dei Corsari, Porto Palma e Costa Verde sono affollate da turisti. I giorni precedenti alla convocazione di ieri, il sindaco aveva inviato una memoria scritta alla commissione con cui, tra laltro sollecitava unindagine scientifica sui pericoli di carattere sanitario per uomini e animali esistenti nella di Capo Frasca: Perch non si fa altrettanto a quanto fatto nel Salto di Quirra? ha chiesto il

sindaco di Arbus rispondendo alle domande rivoltegli dai deputati sardi Emanuela Corda (M5S), Gian Piero Scanu (Pd) e Michele Piras (Sel). Se i militari se ne vanno ha affermato Atzori non ci mettiamo a piangere, ma servono le bonifiche, visto che stiamo ancora piangendo labbandono delle miniere. Se la speranza che nel prossimo futuro i poligoni vengano chiusi il sindaco, riferendosi al convincimento espresso da Gian Piero Scanu della necessit di sopprimere quelli di Capo Frasca e Teulada, ha affermato che nell'immediato bisogna rinegoziarne la permanenza. Altrimenti basta, ci portano solo problemi. Sugli indennizzi, Atzori ha rivolto un appello ai parlamentari: Abbiamo una tantum ogni cinque anni di 1,4 milioni di euro. Li vorremmo ogni anno in bilancio e fuori dal patto di stabilit che finora ci ha impedito di spendere quanto stanziato.

cagliari, la fiera orienta sardegna

Studenti in coda davanti al proprio futuro


Q CAGLIARI

Tutti in fila davanti agli stand dell'Universit Cattolica, di Tor Vergata, della Bicocca o delle forze armate per iniziare a capire che cosa fare da grandi. Il nemico numero uno l'incubo disoccupazione e si cerca di unire la passione con le statistiche: ok le facolt che

piacciono ma bisogna anche prevedere quali saranno gli sbocchi. Erano circa diecimila gli studenti giunti da tutta la Sardegna ieri alla giornata inaugurale della terza edizione di Orienta Sardegna, il salone sull'orientamento universitario e professionale organizzato dall'associazione Aster. Per i prossimi giorni alla Fiera

di Cagliari si attendono altri ventimila ragazzi. La novit la partecipazione aperta anche ai genitori: importante ha spiegato Anna Brighina, presidente dell'associazione Aster - prendere le decisioni con calma, si tratta di scelte fondamentali ed determinante l'appoggio delle famiglie.

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Sardegna

politica regionale

Il discorso del governatore sul futuro della Sardegna


Oggi Pigliaru in Consiglio per le dichiarazioni programmatiche. Domani dibattito Ultimi e decisivi assestamenti per i gruppi e la presidenza delle sei commissioni
Q CAGLIARI

I riflettori del Consiglio regionale oggi saranno puntati solo su di lui, Francesco Pigliaru. Alle 10.30 il governatore sar in aula per leggere le dichiarazioni programmatiche, cio quello che vorr fare fino al 2019. Lattesa alta soprattutto perch oltre agli interventi economici (contro la disoccupazione) e quelli sociali, potrebbero esserci delle novit anche su come la nuova giunta vuole impostare il rapporto istituzionale col Consiglio. Nella passata legislatura, i conflitti sono stati diversi come quelli storici fra i due presidenti, Claudia Lombardo e Ugo Cappellacci con scambi reciproci daccuse. Ora con il governo di centrosinistra, lo ha detto Pigliaru il giorno dellinsediamento, puntiamo a un dialogo pi stretto e costruttivo. Di certo gran parte delle dichiarazioni il governatore le ri-

Francesco Pigliaru

server agli interventi straordinari necessari per far uscire la Sardegna dalla crisi. Alcuni sono stati gi approvati dalla giunta (che tra laltro stata convocata venerd) come il piano straordinario per ledilizia scolastica e lannullamento del Piano paeaggistico di Cappellacci. Altri saranno presentati oggi su industria, agricoltura, trasporti e turismo. sicuro che Pigliaru affronter anche il

tema delle riforme, lo ha fatto pi volte in campagna elettorale, con particolare attenzione a quella degli enti intermedi ( il dopo Province) e anche allesigenze di snellire la macchina burocratica regionale. Non mancheranno neanche i capitoli riservati alla Vertenza entrate, che la Regione vuole riaprire con lo Stato, alle recenti polemiche sulla riduzione delle accise dei carburanti, impugnata dal governo, e sul futuro della Zona franca. Domani comincer il dibattito e proseguir la sera con le prime scintille fra la maggioranza e lopposizione di centrodestra. Assestamenti. In Consiglio sono ancora in corso sia fra i gruppi che nelle sei commissioni. Per quanto riguarda la mappa, sempre pi probabile che Forza Italia, con il consigliere Edoardo Tocco, dia una mano tecnica a Ud, Zona franca e Fratelli dItalia per costituire un gruppo autonomo e uscire cos da

quello Misto. Anche nel centrosinistra e in particolare nel Pd in corso una discussione interna per verificare la possibilit di sostenere sempre con unadesione tecnica Sinistra sarda (ha due consiglieri) che pare intenzionata a costituire un gruppo autonomo. Per il resto dopo che stato completato lUfficio di presidenza seppure con lelezione di una sola donna, Daniela Forma del Pd, a segretario, dovranno essere ufficializzate le presidenze delle sei commissioni. Il Pd ha ottenuto quello che voleva con quattro e i pi accreditati sono Franco Sabatini, Luigi Lotto, Gavino Manca e Antonio Solinas. Da come saranno assegnate le competenze, dipenderanno anche gli altri incarichi allinterno del gruppo del Pd. Sicura la presidenza delle altre due commissioni: Francesco Agus (Sel) e Mondo Perra in quota Psi-Sardegna vera. (ua)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Una delle prime sedute del Consiglio regionale nella XV legislatura

COSTITUZIONE E TITOLO V

La riforma Renzi, centrosinistra sardo fra dubbi e progetti


Q CAGLIARI

Lavori Pubblici

IN BREVE
NUOVO CENTRODESTRA

I sindacati: Troppe incompiute


Incontro con lassessore Maninchedda per lo scandalo della 131
Q CAGLIARI

Nominati i primi dirigenti regionali


II Vittorino Erriu e Valter Anedda (Cagliari), Antonio Germino (Oristano), Antonio Muroni e Maria Grazia Salaris sono i responsabili della promozione del Nuovo centrodestra in Sardegna. Nei giorni lavvio del tesseramento era stato aperto dallex presidente del Senato Renato Schifani.
Forza Italia

I cantieri fantasma sulla 131 sono un incubo anche per i sindacati: La ripresa dei lavori a Sanluri e Nuraminis deve essere immediata e anche per gli altri appalti servono tempi certi. Sono queste le richieste che Fillea-Cgil, Filca-Cisl e Fenea-Uil, i sindacati degli edili, hanno presentato ieri allassessore regionale ai lavori pubblici, Paolo Maninchedda. Per le segreterie proprio dalle infrastrutture pubbliche che pu ripartire un settore martoriato dalla crisi, ha il pi alto numero di disoccupati nellisola, e che ha perso 28mila posti di lavoro negli ultimi cinque anni. I due

budelli sulla Carlo Felice hanno detto i sindacati sono una vergogna che va cancellata subito, con un appalto assegnato entro i prossimi mesi e lassunzione dei 56 lavoratori da oltre due anni sospesi dallimpresa Mambrini messa alla porta dallAnas. Unaltra priorit la nuova Sulcitana, Cagliari-Pula: stata appaltata, ma i lavori non sono cominciati. Per smuovere lAnas servono dunque stata la proposta dei sindacati procedure straordinarie e lo stesso va garantito per la 131 a nord di Oristano e fino a Sassari e la statale Cagliari-Arbatax. La soluzione proposta quella dei contratti di sviluppo fra la stessa Azienda e la Regio-

ne: Nella penisola stato detto questi contratti per realizzare i principali interventi infrastrutturali hanno abbattuto i tempi nella consegna dei cantieri alle imprese che hanno vinto gli appalti. Per i sindacati deve essere proprio la Regione a sollecitare procedure speciali. quello che ieri ha fatto lassessore Maninchedda, che ha inviato una lettera al prefetto di Cagliari, Alessio Giuffrida, per sollecitare il pressing dello Stato sullAnas per i due cantieri infiniti sulla Carlo Felice: Non bastano pi gli annunci ha scritto la giunta i tempi di consegna delle opere devono essere certi e non possono certo andare al di l questanno.

Oltre 250 i circoli Forza Silvio


II In Sardegna i club Forza Silvio hanno superato quota 250. Ogni circolo formato da 4 persone, che dovranno diventare 25 fra sei mesi.

La riforma del Titolo V della Costituzione, lo scossone che Renzi vuole dare allItalia , affascina e allo stesso tempo preoccupa il Consiglio regionale: in forse potrebbe esserci anche la sopravvivenza dello Statuto autonomo. Preoccupati. Lo sono e molto i sovranisti (Rossomori e Partito dei sardi) pi Sel e Cristiano democratici: La Sardegna hanno scritto in un documento non pu rischiare che siano cancellate le sue prerogative da una riforma ancora misteriosa e comunque su cui il Consiglio deve pronunciarsi. Per questo hanno chiesto al presidente della Regione, Francesco Pigliaru, di convocare con urgenza un incontro della coalizione di centrosinistra: Serve una posizione condivisa e partecipata anche con il Pd, hanno scritto Gesuino Muleddda (Rossomori), Franciscu Sedda (Pds), Luca Pizzuto (Sel) e Roberto Capelli (Cd). Sul Titolo V ha scritto un editoriale sul blog Sardegna e libert anche lassessore Paolo Maninchedda: Siamo al cospetto di una riforma concentrata su un pauroso neo-centralismo e dallo stile sabaudo-ricasoliano presentata dal premier che anche il segretario nazionale del Pd. Secondo Maninchedda, esiste quindi un problema politico: Gli alleati devono sapere cosa pensa il

Pd sardo della proposta Renzi e dobbiamo anche sapere qual il pensiero della coalizione sul futuro del Titolo V della Costituzione. Con unultima domanda che si pone Maninchedda: Diremo qualcosa tuttinsieme, giunta e Consiglio?). Affascinati. Per il consigliere regionale Efisio Arbau (La Base-Sardegna Vera) la riforma unopportunit da non perdere se si vuole non si vuole stare pi in mezzo al guado fra una riva centralista e laltra federale. Arbau annuncia che nei prossimi giorni presenter una proposta articolata incentrata sulla Sardegna per andare incontro alla riforma Renzi. La sintesi del suo progetto questa: lo Stato deve avere competenza legislativa solo in politica estera, difesa, moneta, ordine pubblico e giurisdizione, tutte le altre dovranno essere invece di competenza esclusiva della Sardegna. La seconda parte del progetto Arbau riguarda i rappresentanti sardi in Parlamento: Dovranno essere rappresentati scrive nel solo Senato delle autonomie, nessuno alla Camera che diventer superflua con il disegno federale della riforma. Questo progetto, secondo il capogruppo di Sardegna vera renderebbe finalmente centrale il Consiglio regionale e finirebbero tutte le chiacchiere su uno Stato centralista che non fa e non lascia fare. (ua)

QQ 24ORE IN SARDEGNA
ALCOA i lavori per la strada a 4 corsie cagliari

Tutte le notizie, le foto e i video su www.lanuovasardegna.it


roma, processo a 54enne di simaxis

Operai oggi in udienza dal Papa, domani protesta a Portovesme


II Prima l'udienza in Vaticano (oggi), poi l'assemblea generale e l'avvio della mobilitazione (domani mattina a Portovesme) con nuove azioni di protesta. Non si ferma la battaglia dei cassintegrati dello stabilimento Alcoa di Portovesme. Il primo appuntamento importante fissato in Vaticano, dove una delegazione di Rsu degli appalti e lavoratori diretti assieme ai tre segretari provinciali dei metalmeccanici sar in udienza dal Santo Padre. Domani mattina, invece, assemblea generale a Portovesme e avvio di nuove iniziative di protesta. Sindacati e operai sollecitano chiarimenti sul pagamento degli ammortizzatori sociali in deroga, sull'avvio delle bonifiche e delle infrastrutture e sullo stato della trattativa per la cessione della fabbrica. Le organizzazioni sindacali continuano il pressing per fissare un nuovo incontro con la Regione e il governo.

Da questa mattina chiusa la 199 allingresso di Olbia


II Rimandata di una settimana a causa del maltempo, la chiusura del traffico sulla parte finale della 199 allingresso di Olbia partir da questa mattina. La chiusura obbligatoria per piazzare tre scatoloni di calcestruzzo che fungeranno da struttura principale dei sottopassi necessari a entrare e uscire da Olbia, quando la 4 corsie sul lotto 9 verr completata. Contemporaneamente lAti che ha vinto lappalto si occuper in questo periodo di raddoppiare le corsie. Un lavoro complesso che dovrebbe durare, secondo le rosee aspettative di Anas e societ appaltatrice, intorno a tre mesi. Se tutto andr bene, insomma, la strada riaprir alla fine di giugno.

Camera di commercio i bandi per sostenere le start up


II La Camera di commercio di Cagliari scommette sulle realt produttive e ha messo a bando risorse straordinaria (280mila euro sotto forma di vaucher) per ridare fiducia al tessuto delle medie e piccole imprese. I due bandi, in regime di deminimis, saranno assegnati alle imprese che operano nel territorio. Centotrentamila euro sono previsti per sostenere le start up, 150mila saranno utilizzati per linternazionalizzazione delle piccole e medie imprese attraverso la loro partecipazione, come espositori, a fiere in Italia e allestero. unopportunit unica ha detto il presidente della Camera di commercio, Giancarlo Deidda per aumentare la competitivit, Le domande dovranno essere presentate dal 14 aprile (internazionalizzazione) e dal 22 aprile (start up) sempre entro il 31 dicembre. Informazioni sul sito www.ca.camcom.it

Uccise lex suocero di De Rossi, condannato per un altro omicidio


II Gi condannato a quasi 30 anni per l'omicidio di Massimo Pisnoli, ex suocero del centrocampista della Roma Daniele De Rossi, Gabriele Piras (nella foto), 54 anni, originario di Simaxis, stato condannato in appello a 16 anni per l'omicidio di un pregiudicato romano nel settembre 2006. Lo ha deciso la corte d'assise d'appello, che ha confermato la sentenza emessa in primo grado dal gup Maria Agrimi a conclusione del rito abbreviato. Stefano Nataloni (questo il nome della vittima) fu ucciso la sera del 14 settembre 2006. Gabriele Piras giunse vicino all'uomo a bordo di uno scooter insieme con un'altra persona mai identificata; contro Nataloni furono esplosi 4 colpi di pistola.

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Sardegna

VOLONTARIATO CONGRESSO CARITAS

La nuova povert colpisce lisola


Monsignor Francesco Soddu: Bisogna ripartire dalle nostre ricchezze che sono la terra e il mare
di Felice Testa
Q QUARTU SANTELENA

A Sassari il numero di chi chiede aiuto cresciuto del 40%

Si chiamano nuovi poveri ma somigliano molto ai poveri di sempre. Sono uomini e donne senza nulla, hanno perduto la casa, gli affetti, il lavoro, vivono nelle periferie dellesistenza. Un fenomeno che colpisce tutte le regioni italiane e che non risparmia la Sardegna. Un terzo delle famiglie sarde vive in povert, seimila persone si sono rivolte ai centri di ascolto delle diocesi nel 2012, altrettante nei primi sei mesi del 2013. Dare una speranza e un futuro agli ultimi, andare con il Vangelo nelle periferie esistenziali, il tema del 37 Convegno nazionale delle 220 Caritas diocesane dItalia. Settecento operatori riuniti, per quattro giorni, allhotel Setar di Quartu SantElena, impegnati in dibattiti, gruppi di lavoro e momenti di preghiera. Inutile dire ai sardi quali sono le loro periferie, le conoscono da tempo dice il direttore di Caritas Italiana, il sassarese monsignor Francesco Soddu voglio per ricordare loro la recente lettera pastorale dei vescovi che invita a scoprire le potenzialit, enormi, presenti nel tessuto culturale e sociale della Sardegna. necessario un ritorno alle nostre ricchezze, a cominciare dalla terra e dal mare. Unidea che deve essere supportata dalla politica e da piani di investimento. Pu sembrare una banalit ma altrettanto vero che la politica e gli investimenti in Sardegna sono andati da tuttaltra parte. Sono tante le periferie che mons. Soddu vede nellisola: Un dato dallarme la dispersione scolastica, la pi alta dItalia. Non avere accesso al mondo della cultura significa non sapere leggere il presente e il futuro. Lignoranza induce in errori di cui la Sardegna ha costellato la propria storia. Che cosa vendere le proprie coste pi belle, la propria ricchezza naturale, per cederle alle fabbriche se non ignoranza ? Ma la Sardegna, lo dico da sardo, ha potenzialit maggiori rispetto alle altre regioni. Siamo ancora in tempo. La Caritas in Sardegna, come nel resto del paese, opera

Sopra, da sinistra, monsignor Francesco Soddu e don Marco Lai A fianco il vescovo Giovanni Paolo Zedda e il convegno della Caritas (foto Rosas)

sulla frontiera del disagio sociale che, negli anni della crisi, continua a crescere. Oltre il 30% dei sardi vive in povert e rischia un precipizio sociale e morale ricorda don Marco Lai, delegato regionale Caritas Affrontiamo la povert determinata dalla mancan-

za di reddito, dalla difficolt di accedere al credito, in Sardegna concesso a pochissimi. Una nostra periferia , come in altre parti dItalia, la questione alimentare che pu sfociare in pericolosi conflitti sociali. Molte delle primavere che hanno portato le folle in piaz-

za nei paesi del Mediterraneo, nascono dal bisogno di pane. Vediamo la periferia degli sfrattati, con il paradosso che spesso le persone vengono cacciate da abitazioni di propriet del pubblico, che dovrebbe invece garantire loro un alloggio, inoltre lItalia

lunico paese in Europa, insieme alla Grecia che non ha un reddito di mantenimento. Il vescovo di Iglesias, Giovanni Paolo Zedda, incaricato per la Pastorale della carit, mette la mancanza di lavoro al primo posto dei bisogni in Sardegna: Il problema del lavoro che manca quello che incide di pi sulle famiglie, sulla serenit delle persone. Non un problema che la Caritas pu risolvere da sola ed nostro compito sollecitare tutte le istituzioni perch intervengano per sciogliere questo nodo. Continuano ad esserci le vecchie povert ma vediamo anche povert diverse, legate alla crisi di valori, dalle difficolt psicologiche, al disagio giovanile che conduce a speranze illusorie, nella droga, nel gioco dazzardo. Come Caritas e come Chiesa, dobbiamo seguire quello che ci ha indicato papa Francesco: non chiuderci, andare incontro alle persone , a cercare la carne di Cristo che nei poveri, a donare non perch abbiamo di pi ma perch dobbiamo imparare lo stile della povert e camminare insieme agli ultimi.
RIPRODUZIONERISERVATA

Microcredito contro gli strozzini


Usura e flussi migratori, due delle emergenze che affrontano gli uffici diocesani
Q QUARTU SANTELENA

Due delle nuove emergenze che la Caritas deve affrontare sono rappresentate dal fenomeno dellusura e dai flussi di migrazione. Ci sono diversi tipi di usura spiega don Andrea La Regina, responsabile dellufficio macro progetti di Caritas italiana . Esiste lusura di vicinato, lusura fra colleghi, lusura praticata dalla criminalit organizzata con lintento di acquisire le attivit economiche. Tutte le diverse forme di usura si aggravano nel momento in cui si restringe laccesso al credito. Per combatterla bisogna partire dal presupposto che le istitu-

zioni dovrebbero favorire laccesso al credito che non pu essere lasciato al mercato. Un antidoto forte il micro credito e la societ civile chiede una legge specifica sul microcredito, visto che una proposta di legge bipartisan stata presentata nelle precedente legislatura e non ha avuto corso. vero che dallentrata in vigore della legge 108/96 qualcosa cambiato ma avrebbe bisogno di un aggiornamento soprattutto per garantire i benefici di legge a chi usurato e denuncia. A spiegare il duplice aspetto dei flussi migratori che vedono larrivo sulle nostre coste di popoli in fuga da guerre e fame e la ripresa dellemigrazione

Lusura, un fenomeno in crescita

da parte dei giovani italiani, Oliviero Forti, responsabile immigrazione Caritas Italiana:

Da una parte assistiamo al fenomeno dei migranti che approdano in Italia e si spostano negli altri paesi europei, dallaltra vediamo la ripresa di un flusso interno allEuropa di cui gli italiani sono una parte rilevante. Spesso ci riempiamo la bocca di una falsit che vuole la nostra emigrazione molto qualificata. Sempre di pi la nostra emigrazione a bassa qualificazione, specie in paesi come la Germania che richiedono buona conoscenza della lingua e specializzazioni tecniche. I nostri emigrati finiscono spesso in situazioni di marginalit, di doppio fallimento, respinti dal proprio paese e dallEuropa. (f.t.)

Duemila ascolti nel 2013 al Centro di ascolto della Caritas di Sassari, il 40 per cento in pi dellanno precedente. uno degli indicatori che pi fotografa un fenomeno nuovo di bisogno e povert con cui si deve confrontare la citt di Sassari. La nostra difficolt, prima ancora che intervenire sui poveri tradizionali che hanno fatto della loro povert una rassegnazione spiega don Gaetano Galia, direttore della Caritas sassarese (nella foto) relazionarci con i nuovi poveri, commercianti, impiegati, ex piccoli imprenditori, persone che hanno problematiche di tipo depressivo, che hanno subito delle separazioni familiari. Le nuove povert non si mettono in fila, perch hanno una dignit particolare. Dobbiamo incontrarli, in luoghi discreti, non esposti. Don Galia si preoccupa di un pericolo Caritas: quello di istituzionalizzare laiuto organizzando servizi, come mense e ostelli, invece di stimolare la solidariet. Nel primo dopoguerra tutte le famiglie erano in difficolt ma tutte si aiutavano tra loro. Dobbiamo tornare a quello spirito. Oggi la chiesa sempre di pi stimolata a uscire da queste benedette sacrestie e andare nelle periferie a incontrare i poveri, invece che aspettare. importante, in questo senso, il lavoro di animazione per sensibilizzare verso la solidariet, la legalit e il mondialismo , che stiamo portando avanti con circa 200 giovani delle varie scuole sassaresi e che ha coinvolto oltre mille ragazzi negli ultimi 5 anni. un investimento immateriale e valoriale che dar i suoi frutti. (f.t.)

crel/il dossier

Lassistenzialismo non serve pi


Proposta alla Regione una strategia per la nuova inclusione sociale
Q CAGLIARI

Una mensa per i poveri

I numeri della crisi fanno spavento ed essere ottimisti impossibile: 400mila sardi a rischio povert, la disoccupazione oltre il muro del 18 per cento, 100mila ex lavoratori in cassa integrazione, altri 100mila sommersi dai debiti e in pi c la trappola quotidiana della disgregazione sociale. questo linferno in cui piombata la Sardegna e il Consiglio delleconomia e del lavoro, Crel, riuscito a ricostruirlo nelle 21 pagine del dossier Crisi e sistema del welfare. L ha

presentato a poco pi di due anni da un altro studio su Povert e inclusione sociale, e purtroppo dal 2011 la situazione solo peggiorata, ha detto il presidente del Crel, Antonio Piludu. Per non il momento di piangersi addosso, serve una scossa economica, culturale e politica. Oggi ha sottolineato il coordinatore della commissione, Fabrizio Carta troppi interventi sono ancora ostaggio del vecchio assistenzialismo. Da sempre la Sardegna in cima alle classifiche sui finanziamenti per contrastare le povert, ma commette

un errore: assistere tampona solo lemergenza, non risolve il problema. Anzi, rischia di aggravarlo con lassuefazione a vivere ai margini della societ. Secondo il Crel, questa la stagione per contrastare lazzeramento del lavoro, la solitudine degli anziani o dare speranza alle famiglie che vivono con un solo stipendio di mille euro o si aggrappano alla pensione misera, intorno ai 600 euro, dei nonni. Nel consegnare il dossier al presidente della Regione, la commissione ha provato a dettare la nuova strategia per fuggire dallinferno:

Non chiediamo pi finanziamenti ha detto Piludu ma interventi di qualit che generino sviluppo, occupazione e crescita culturale. Ad esempio, secondo Carta, devono essere utilizzati meglio i fondi europei: Fino al 2016 potremmo contare su quasi un miliardo e mezzo. Ebbene, gli interventi dovranno essere mirati sui territori e devono lasciare effetti duraturi. Tre anni fa con il dossier sulle povert, la proposta tra laltro elaborata con gli economisti Francesco Pigliaru e Raffaele Paci, oggi sono governatore e assessore al bilancio puntava sul reddito minimo di cittadinanza. Sarebbe potuta essere una delle strategie per scuotere il mondo degli invisibili, ridurre linvasione del lavoro nero e educare un

padre di famiglia disperato a non finire nella tagliola dei debiti irreparabili. Invece ha detto Piludu non siamo stati ascoltati. Lemergenza doveva essere affrontata subito con un piano sociale regionale: Non c ancora, stata la denuncia di Carta, che nellultima pagina ha riassunto cos quello che dovrebbe essere il nuovo welfare: Servono sinergie sociali fra i piccoli Comuni, la lotta alla povert deve avere come obiettivo il rientro nella societ di chi oggi disperato. Vanno rivalutate le arti pi antiche, ma allo stesso tempo favorire linnovazione. Non sar il vangelo, ma potrebbe essere un ottimo punto di partenza per uscire dal tunnel sempre che la politica smetta di speculare sullassistenzialismo. (ua)

IL SETTIMO VOLUME

Guarire con i rimedi naturali


Le ricette della salute
Dallantica saggezza popolare una guida ricca di indicazioni, consigli e ricette per preparare in casa i principali rimedi della tradizione: un modo semplice e alla portata di tutti per difendere la propria salute con la natura.

in edicola con

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Sardegna

AMBIENTE GLI EVENTI ESTREMI

Effetto deserto e nubifragi, clima impazzito nellisola


Sassari, allarmanti conferme da un meeting con studiosi internazionali I ricercatori: Strategie di gestione pi adeguate a partire dallagro-zootecnia
di Pier Giorgio Pinna
Q SASSARI

Focus su Arborea Gi tanti danni alle produzioni

parlano gli esperti

DallOristanese le nuove sfide per varare progetti pilota

I DATI SUL CLIMA CHE CAMBIA


LE STATISTICHE

Un disastro alle porte. Bastano poche analisi degli scienziati e al meeting internazionale organizzato alluniversit si ha subito la conferma di dati allarmanti: il clima che cambia rende pi frequenti, e gravissimi, gli eventi estremi. un panorama sconfortante. Si va dai processi di desertificazione in aumento fino ai nubifragi come quello catastrofico del 18 novembre nellisola. Dallerosione progressiva delle coste ai costanti mutamenti delle temperature sino al rinascere del pericolo dincendi apocalittici. Insomma, nel Mediterraneo non c da stare tranquilli. un quadro che, secondo i ricercatori arrivati a Sassari per questo convegno, richiede subito contromisure. Uno scenario che dovrebbe poter prevedere, specialmente per il Sud Europa, strategie di governance pi efficienti e adeguate, a partire dagli interventi nellagro-zootecnia. Ma come gestire in concreto un mutamento tanto radicale? E quali sistemi organizzare per dare risposte alle sfide dei prossimi anni? Proprio attorno a questi temi si svilupper sino a venerd il congresso, che esamina i risultati raggiunti fin qui, a met del tempo a disposizione dei ricercatori di numerosi Paesi per i loro studi mirati. La quattro-giorni dincontri sinserisce infatti nellambito delliniziativa intergovernativa Facce-Jpi, Joint Programming Initiative on Agricolture, Food Security and Climate Change. Partecipano, fra gli altri, i coordinatori del progetto Martin Banse e Richard Tiffin, Marina Montedoro del ministero per le Politiche agricole alimentari e forestali, Niels Gotke, presidente della Jpi Facce, Pier Paolo Roggero, docente di Agraria a Sassari e sino a poco tempo fa direttore del Nucleo di ricerca

350 i ricercatori internazionali che partecipano agli studi presentati al congresso scientifico di Sassari 74 Le organizzazioni coinvolte nella ricerca
Desertificazione in aumento

1mld SENZACQUA La popolazione delle citt che vivrcon poca acqua a disposzione -2% IL RACCOLTO
Il calo previsto ogni dieci anni della produzione di grano, mais e riso

187 mln LESODO

il rettore

11 I Paesi interessati a queste indagini scientifiche e altrettanti i Gruppi di ricerca 4 le giornate del congresso internazionale di Sassari

La popolazione mondiale che dovr lasciare le case per lacqua che avanza

Confronto basilare per il nostro futuro


Significativo per lurgenza di dare risposte alle emergenze il saluto ai convegnisti del rettore dellateneo sassarese. So che la vostra indagine si basa su modelli di simulazione e sulla loro applicazione su scala regionale ha detto Attilio Mastino E se questa serie dincontri stata resa possibile grazie ai fondi del Consiglio per la ricerca norvegese con contributi dellistituto tedesco Thunen , della nostra universit, del Banco di Sardegna e della Camera di commercio provinciale, ci troviamo oggi di fronte a unimportante opportunit. Quella di riflettere a fondo ha spiegato il rettore sui risultati gi acquisiti e sulle chance di ricerca associate. Nel nostro caso parliamo del futuro dellisola, del suo sviluppo economico, della difesa di un ambiente naturale che amiamo.

500mila euro il finanziamento dato dallItalia. Altri Paesi contribuiscono con +25 mln MALNUTRITI Laumento della diversi milioni ciascuno. popolazione infantile
Fonte: Meeting di progetto, Malsure-Jpi Falle

9% IL PIL Linvestimento sul totale del Pil da impegnare contro la risalita degli oceani

destinata a diventare vittima della fame

Sassari al quarto posto al mondo nella classifica delle citt dal clima ideale

Fonti: Gruppi di studio Onu e Weatherwise

Scene di devastazione dopo il nubifragio del 18 novembre scorso a Torp: case sventrate e camion trascinati via dal fango

DallEuropa alla Sardegna. Il Centro di ricerca per la desertificazione - oggi diretto da Luciano Gutierrez - ha organizzato il meeting anche perch nellarea di Arborea ricade uno studio al centro dellindagine puntualizzano i promotori. Il focus contribuisce a fare dellOristanese uno dei casi pilota per i cambiamenti climatici. Lo stesso che, partendo dal problema posto dalluso dei nitrati, rivela adesso nelle produzioni minacce connesse ai cambiamenti climatici. In un filmato girato nella zona e proposto ieri al convegno (foto Chessa) ne parlano diversi specialisti. A cominciare da Elisabetta Falchi, sentita come agronoma prima della nomina ad assessore regionale: Anche i carciofi stanno risentendo del clima caldo-umido. O il suo collega Lino Tammaro: Fioriture anticipate rispetto al decorso normale. O il presidente dellorganizzazione dei produttori di riso, Tonino Sanna: Malattie in aumento.E, ancora, quello della 3A, Plinio Magnoni: C da temere massicci attacchi dinsetti. Il dirigente della Coop produttori di Arborea Marco Peterle: In passato si investito in strutture coperte, ora si deve rivedere un po tutto. E gli agricoltori Tore Deias e Tore Cubadda: In passato avevamo certezze sui cicli stagionali. Ora non la natura che cambia: qualcuno la sta facendo cambiare. (pgp)

Gabriele Dono (ateneo della Tuscia)

Massimiliano Pasqui (Cnr)

Q SASSARI

sulla desertificazione. Uno dei fattori pi micidiali, in questa situazione transitoria, il mix rappresentato dalla scarsit sempre maggiore dacqua e dalla contemporanea crescita travolgente della popolazione. Oggi nel mondo

abitano 7 miliardi di persone, non si sono stancati di ripetere in parecchi durante il meeting. Un dato, questultimo, meno preoccupante in Sardegna. Dove grazie alla natalit zero, in unarea estesa ma dal basso indice demografico, il proble-

ma non crea leffetto combinato negativo riscontrabile altrove, per esempio nelle regioni asiatiche. A ogni modo, e di questo si cominciato a parlare nel congresso internazionale, i riflettori vanno puntati anche nellisola su una serie di ri-

schi emergenti. Come le alterazioni del ciclo idrico. Quelle stesse che possono portare serissime controindicazioni, per via della siccit o di altri scenari estremi, nellallevamento o in agricoltura.
RIPRODUZIONERISERVATA

Assieme alluniversit di Sassari mobilitato sul caso Arborea lateneo della Tuscia di Viterbo. Agricoltori e pastori devono poter capire quali logiche dadattamento seguire per tutelarsi, rimarca Gabriele Dono, docente di economia e politica agraria. Dobbiamo contribuire a sviluppare la cognizione dei cambiamenti attraverso le esperienze storiche e le probabilit legate al domani aggiunge E diffondere tutti i dati disponibili su questo micro-clima. In campo su temi paralleli il Consiglio nazionale delle ricerche. Il nostro compito valutare gli strumenti utili alla comunit per orientarsi in futuro - dice Massimiliano Pasqui, fisico del Cnr-Ibimet Molti i fenomeni sui quali soffermarsi. Come lespansione della stagione secca sino a ottobre. Limprovviso arrivo di precipitazioni improvvise e fortissime in autunno. Laumento delle ondate di calore estive. E inverni sempre meno rigidi: questo appena finito il terzo pi caldo degli ultimi 200 anni. (pgp)

Roggero: lupi-disastro travestiti da agnelli


Il coordinatore: difendiamoci dagli artigli di cambiamenti a volte mascherati con segnali rassicuranti
Q SASSARI

Il professor Pier Paolo Roggero

Ci sono lupi-disastro travestiti da agnelli: anche nella nostra isola dobbiamo difenderci dagli artigli e dai denti di cambiamenti climatici che a volte si mascherano con segnali distensivi o rassicuranti. Ricorre a una favola dellantichit, per dare lallarme, Pier Paolo Roggero. uno dei coordinatori dei progetti di ricerca, tra i promotori del convegno, docente del maxi-dipartimento di Agraria sassarese. E sino a poco tempo fa ha guidato il Nucleo anti-desertificazione.

Quali le emergenze nellisola, professor Roggero? Scarsit dacqua. Aumento dei consumi idrici e dei costi dirrigazione. Calo del 25% della produzione di bovini da latte in luglio e in agosto. Diminuzione dei pascoli naturali. E a tutto questo saccompagna la mancata percezione dei pericoli. Per quale ragione? La gente non lo vede perch il meteo cambia di giorno in giorno, di mese in mese, ma intanto diminuisce il potenziale di certe colture, come gli erbai, cos importanti nella nostra terra. A noi invece i segni del mu-

tamento in atto appaiono chiari, evidenti, in tutto il Mediterraneo. Con conseguenze negative anche per gli allevamenti bradi e per quelli intensivi. Che cosa fare, allora? Cos come nel caso di questo nostro progetto si deve concretizzare una collaborazione pi stretta fra scienza, decisori politici, agricoltori, industria. Lo state facendo per Arborea? S, attraverso sinergie che ci facciano lavorare in una logica di filiera stretta e di scambio di rapporti con i produttori. Problemi?

Alcuni sono legati ai soliti paradossi sardi: produciamo ottima carne bovina, la esportiamo e ce la vediamo tornare indietro macellata. Dobbiamo invece creare i presupposti per evitare che gli allevatori restino alla merc dei grossisti. Come operare, pi in generale? Le integrazioni e le sinergie devono puntare a irrobustire i sistemi produttivi e a supportare lo sviluppo dei sistemi agricoli sostenibili proprio alla luce dei cambiamenti climatici. Come funzionano i modelli di simulazione utilizzati nei

vostri studi? Prendono in considerazione tre aspetti: agronomico, zootecnico, economico. La loro applicazione viene poi impostata in maniera integrata. In definitiva: come sventare le nuove minacce dovute alleffetto serra e agli fattori che stanno mutando il clima? Dobbiamo gestire il cambiamento attraverso politiche di governance coordinate. E dopo aver individuato tutti i rischi del sistema occorre studiare linversione degli stili di vita agendo di conseguenza. (pgp)
RIPRODUZIONERISERVATA

10

Attualit

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

governo alla prova

Dramma lavoro, Renzi: Pi flessibilit


Disoccupazione al 13%, il premier a Londra incassa lappoggio di Cameron: Con Matteo contro lEuropa dei burocrati
di Maria Berlinguer
Q ROMA

I disoccupati
11,9 13

In Italia sono 3 milioni e mezzo


febbraio 2013 gennaio 2014

Dati in %
febbraio 2014

Ancora disoccupazione record, per lIstat siamo al 13 per cento, il tasso pi alto dal 1977. Numeri sconvolgenti ammette Matteo Renzi che da Londra promette: Vedrete come torner sotto la doppia cifra in qualche mese. Salvo poi precisare che per vedere i disoccupati scendere davvero sotto la soglia del 10% ci vorr pi di qualche mese e che lorizzonte il 2018. Il bollettino di guerra che lIstat stila ogni mese raggiunge il premier a Londra, dove volato per incontrare il primo ministro David Cameron. E tra i due subito intesa. Sulle riforme e sulla visione dellEuropa. Dobbiamo costruire unEuropa diversa contro chi ha paura di cambiare, dice Renzi in perfetta sintonia con il credo di Cameron e delle stragrande maggioranza dei sudditi di Sua Maest. Cameron cerca sponde nella Ue e in Renzi ne trova subito una. We want better not more Europe, dice in inglese il giovane premier italiano, ovvero: Vogliamo unEuropa migliore non pi Europa. I due premier si chiamano per nome e scherzano sulla sfida attesa per il 14 giugno ai mondiali tra Inghilterra e Italia, scambiandosi attestati di stima ed elogi. Io sono di centrodestra, lui di centrosinistra ma siamo impegnati entrambi nelle riforme, assicura Cameron. Nel 2011 lUK era all11% e lItalia all8,4% ora loro sono al 7 e noi al 12,3%, il momento di mettersi a correre, avverte Renzi complimentandosi con il primo ministro inglese per la perfomance sulloccupazione. In questi anni abbiamo perso troppa strada, dobbiamo metterci a correre seguendo un percorso condiviso con Ue e partner, basato sulla crescita e non sulla burocrazia, il processo di riforme condizione per lItalia per affrontare insieme le riforme di cui lEuropa ha bisogno, spiega. Ed proprio la riforma del lavoro la priorit per il nostro Paese. Le ricette di questi anni sono sbagliate, avverte, come dimostrano i drammatici dati sulla disoccupazione che continua a crescere. Abbiamo un merca-

TASSO DI DISOCCUPAZIONE GENERALE

13

TASSO DI DISOCCUPAZIONE GIOVANILE (15-24ENNI)

42,4 38,7

42,3

UOMINI

DONNE

Giovani in cerca di lavoro

11,1

13,0

12,3

13,8

12,5 13,6

678.000
-11.000 su gennaio +27.000 dell'anno scorso

Fonte: Istat

ANSA

pareggio di bilancio e Ue

Padoan: ci sono i margini per rivedere i tempi del risanamento


Mentre lEuropa torna a chiedere allItalia sforzi per riforme nel rispetto completo dei vincoli di bilancio, il ministro dellEconomia Pier Carlo Padoan individua un canale per avviare con Bruxelles quel dialogo che potrebbe portare alla tanto agognata flessibilit: esiste, spiega, una possibilit di modulare i tempi dellaggiustamento strutturale, mantenendone ovviamente la direzione. Un discorso che Padoan chiarisce in modo cos esplicito per la prima volta. LItalia non pu, in base ai vincoli europei, aumentare il deficit portandolo vicino al 3% e non pu nemmeno ignorare limpegno a ridurre il debito. Per questo anche ieri il presidente dellEurogruppo Jeroen Dijsselbloem ricorda al governo la difficile sfida che ha davanti: attenersi agli accordi (di bilancio, ndr) e alle procedure e di fare le riforme affinch tutti diventiamo pi competitivi. Posizione ribadita anche dal Commissario Ue agli Affari monetari Olli Rehn. Padoan rassicura per sulle coperture per le riforme in cantiere: Tagli permanenti di tasse saranno finanziati da tagli permanenti di spesa, spiega. Ma per lItalia, si apre uno scenario possibile che potrebbe darle pi ossigeno tra qualche mese. il ministro ad indicare la via: Ci sono margini che legano lo sforzo di riforme strutturali, le condizioni eccezionali del debito, alla possibilit di modulare i tempi dellaggiustamento strutturale, non la direzione. Ovvero: si possono rivedere, assieme a Bruxelles, i tempi di riduzione del debito e del raggiungimento del pareggio di bilancio, visto che le riforme messe in cantiere, come il taglio del cuneo, sono gi un aggiustamento strutturale.

to in cui manca flessibilit, le statistiche hanno visto crescere la disoccupazione nonostante le tante regole fatte avrebbero dovuto migliorare il quadro del gioco, le regole di questi anni sono sbagliate perch hanno creato pi burocrazia non risolvendo i problemi: servono semplicit e maggiore rapidit, dice, parlando ai giornalisti subito dopo aver lasciato abbagliato dai flash dei fotografi il mitico portone numero 10 di Dowing Street. Ai giornalisti il premier espone il suo programma di governo sul lavoro, perch la disoccupazione il problema principale del Paese. Soprattutto tra i giovani. Per lIstat la disoccupazione giova-

Andiamo avanti con le riforme, dobbiamo correre, i senza lavoro torneranno sotto il 10%
nile al 42,3% e i senza lavoro tra i 15 e i 24 anni tocca le 678 mila unit. La nostra scelta stata un decreto legge, gi approvato, su contratti a termine e sullapprendistato e ora ci sar la legge delega sulla riforma del lavoro per invogliare le imprese a investire in Italia, ricorda. Molti investitori stanno scommettendo sul futuro dellItalia,

la considero una cosa positiva, c un grande interesse verso lItalia, aggiunge, confermando che lorizzonte del governo il 2018 e che il nostro Paese vuole investire sul suo futuro e non solo pagare i debito del passato. In Italia, sottolinea ancora Renzi, abbiamo 2.100 articoli nel codice del lavoro, noi pensiamo di ridurli a 50, 60, traducibili anche in inglese, che assicurano tempi rapidi, scherza. Cameron elogia il coraggio di Renzi e gli d una totale apertura di credito sulla sua capacit di riformare il suo Paese. Del resto Renzi arriva a Londra dopo il voto francese e il rischio del populismo forte in

Le regole di questi anni sono sbagliate perch hanno creato pi burocrazia, servono semplicit e rapidit
tutta lEuropa. LEuropa arranca dietro lAsia, per questo ci devono essere riforme anche a Bruxelles, avverte Cameron preoccupato dalla crescita anche nel regno Unito dei movimenti nazionalisti e contrari allEuropa. La presidenza italiana sar importante perch Matteo vuole mettere crescita e lavoro come temi centrali e noi concordiamo, dice il pre-

mier britannico. I due leader parlano anche di Ucraina e di G7. Ma solo sulla futura sfida Italia-Inghilterra non c concordia: Non possiamo essere daccordo su tutto, sar una bella sfida, scherza Cameron. La partita non sar un problema per la nostra alleanza, aggiunge il premier. In serata Renzi ha cenato con lex premier inglese, Tony Blair. Prima per ha incontrato allambasciata italiana il leader laburista Ed Milliband, detto il rosso. Matteo ha unagenda che sorprende, pieno di energia; noi del Labour sosteniamo la sfide che lItalia sta affrontando, dice.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Poletti : il decreto non crea pi precariet


Il ministro: Larticolo 18? Vedremo, ma tutele servono. E parte la caccia a partite Iva e co.co.pro falsi
Q ROMA

Il ministro Giuliano Poletti

Contesto in maniera radicale laffermazione secondo cui il decreto precarizza la situazione del mercato del lavoro. In audizione al Senato, davanti ai componenti della commissione Lavoro, il ministro Giuliano Poletti smentisce che il decreto che porta il suo nome renda ancora pi fragile la condizione di lavoratori gi provati da anni di crisi: infondato, in particolare di fronte ai dati che ci dicono che i contratti a termine rappresentano il 68% degli avviamenti al lavoro. meglio, rimarca,

avere un buon contratto a termine, che d pi tutele rispetto ad altre forme contrattuali utilizzate strumentalmente. il giorno dei dati sconvolgenti sulla disoccupazione al 13% quello in cui Poletti difende il decreto che spacca il Pd e annuncia la creazione di una task force per rafforzare i controlli sulluso distorto proprio dei contratti di collaborazione a progetto e le partite Iva, per identificare i casi in cui mascherano rapporti di lavoro subordinato: una prassi tanto pi ingiustificata con lentrata in vigore dei nuovi contratti a ter-

mine, la cui durata viene prolungata a 36 mesi con la possibilit di otto rinnovi. Nel 2013 19mila le posizioni lavorative sospette scoperte e riqualificate. Sulla riforma non c alcun dogma sottolinea il ministro Noi siamo convinti della bont delle nostre scelte, e quindi pensiamo che vada approvato cos com. Ma se ci saranno miglioramenti in Parlamento ne prenderemo atto. I nuovi dati sulla disoccupazione, non lo allarmano: Sono assolutamente allineati alle previsioni afferma, anzi sono la stampa di una fotogra-

fia scattata 3-4 anni fa. Per Poletti, insomma, il trend sta cambiando, ma i dati occupazionali dimostrano capacit di inversione solo dopo un certo periodo di tempo. Per questo, avverte, nel 2014 incroceremo la coda velenosa della crisi, ma ci sar anche un saldo tra i dati negativi e quelli positivi delle nuove dinamiche. E sullarticolo 18 dice: Andr affrontato dentro la legge delega. Ma senza abbassare la guardia: Le tutele servono per non lasciare spazio ad azioni lesive dei lavoratori. Alla Camera, dove cominciano le audizioni delle parti socia-

li sul decreto in commissione Lavoro, il provvedimento registra le perplessit delle Regioni per il nuovo apprendistato professionalizzante. Il venir meno dellobbligo del piano formativo e della facolt di formazione esterna rischia di snaturare il contratto sottolinea lassessore toscano Gianfranco Simoncini, rappresentante della Conferenza delle Regioni. Via libera invece da Alleanza delle cooperative, Coldiretti, Confapi, Agrinsieme e Abi (lassociazione dei bancari), che plaudono alla semplificazione e al taglio di burocrazia. Parere positivo anche dai consulenti del lavoro, che tuttavia chiedono un regime transitorio per evitare confusione, e dallAnia (assicurazioni), che segnala alcuni dubbi sul piano interpretativo. (m.r.t.)
RIPRODUZIONERISERVATA

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Attualit

11

Sul nuovo Senato stop di Forza Italia e apertura della Lega


Ma il premier ottimista: Laccordo maggioranza-Fi tiene No di Boschi a Romani: Senatori non eletti dai cittadini
di Gabriele Rizzardi
Q ROMA

montecitorio

Buonanno sventola una spigola in aula


Succede anche questo. Il leghista Gianluca Buonanno ieri ha sventolato una spigola nellaula della Camera. Esito scontato: espulso. Protestava contro il provvedimento che di fatto cancella il reato di immigrazione clandestina e contro la Boldrini che ha detto che gli immigrati sono trattati peggio dei turisti. Cos ha tirato fuori il pesce da sotto il banco al grido: Diamo le spigole ai nostri poveri, ai nostri pensionati.

Non so cosa faranno altre forze politiche pi piccole, per laccordo tra maggioranza e anche Forza Italia mi sembra che regga. I malumori e le defezioni che hanno accompagnato la presentazione del disegno di legge costituzionale per la riforma del Senato e la cancellazione del Titolo V non spaventano Matteo Renzi, che apre solo a piccole modifiche. Davanti alle telecamere di Ballar, il presidente del Consiglio scommette infatti sullaffidabilit del voto sia di Forza Italia che del Pd e ripete che se la riforma sar impallinata, lascer Palazzo Chigi: Se pensano di avermi messo qui per fare la bella statuina, hanno sbagliato persona. Io ci sto se si cambia. Se non si cambia che prendano un altro. Il premier tira dritto ma le critiche non mancano anche se a sorpresa arriva un mezzo s dalla Lega. Complessivamente non un brutto testo dice Roberto Maroni. Se la riforma vera e non finta, la Lega la vota assicura Roberto Calderoli. I malumori, comunque, restano. I ministri Giannini (Scelta civica), Lorenzin e Lupi (Ncd), hanno espresso perplessit in Consiglio dei ministri. La minoranza del Pd resta scettica e anche Forza Italia alza il tiro. Un processo riformatore coraggioso come quello che il governo propone ci trova daccordo. Dico s al monocameralismo ma rimango convinto che anche la seconda Camera vada eletta dai cittadini dice il capogruppo di Forza Italia al Senato Paolo Romani, per il quale se non ci saranno modifiche, Renzi andr incontro ad un Vietnam in Parlamento. Renato Brunetta ancora pi duro: I 21 senatori nominati dal presidente della Repubblica per noi non passeranno mai cos come non passeranno mai gli esponenti dei Comuni dentro al Senato delle Autonomie ta-

glia corto il capogruppo dei deputati di Forza Italia . E pazienza se Giovanni Toti, che il consigliere politico di Berlusconi, assicura che davanti alla sfida del cambiamento Forza Italia non si tirer indietro. Il rischio delle imboscate sempre presente. Soprattutto a Palazzo Madama dove Renzi, che pu contare su 120-130 voti sicuri rispetto ai 160 che devono essere raggiunti per avere la maggioranza, deve conquistare tra i 30 e i 40 voti a rischio. I 60 senatori di Forza Italia potrebbero garantire al governo una navigazione tranquilla. Ma Berlusconi potrebbe essere tentato dalle divisioni nel Pd (che conta 107 senatori) per alzare il prezzo e non detto che alla fine tutto filer liscio. Anche perch 25 senatori dem hanno firmato un documento molto critico e non sembrano disposti a tornare indietro. Se si limita la possibilit di confronto temo che larea di dissenso possa diventare ancora pi ampia. Che lesatto contrario di quello che

voglio io e che vogliono tutti quelli che hanno firmato il documento dei 25 avverte la senatrice marchigiana di Areadem, Camilla Fabbri. Il testo approvato dal governo sar modificato? Il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi, che ieri intervenuta in Senato, ha auspicato che il primo s arrivi entro il 25 maggio ma ha anche detto che il pacchetto delle riforme deve essere difeso nella sua impostazione di fondo pur essendo naturalmente aperto ai contributi migliorativi. E se Paolo Romani chiede che il Senato sia eletto dai cittadini, dalla giovane ministra arriva un secco no: Sullelezione dei senatori non si tratta nemmeno se lo chiede Forza Italia. Laccordo prevedeva non ci fosse lelezione diretta. E ancora: In Parlamento si possono fare delle modifiche ma i punti cardine, il superamento del bicameralismo perfetto, la fiducia solo alla Camera e non pi lindennit e lelezione dei senatori, sono irrinunciabili.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il ministro Boschi, nelle foto al centro Renzi e Cameron ieri a Londra

Renato Brunetta

Roberto Maroni

la scheda

Cnel cancellato da subito


Non occorrer autorizzazione per arrestare i senatori
Il ddl deve essere ancora controfirmato dal presidente della Repubblica. Camera. la sola titolare del rapporto di fiducia con il governo ed esercita la funzione di indirizzo politico, la funzione legislativa e di controllo del governo. Senato delle Autonomie. Esercita la funzione di raccordo tra lo Stato e le Regioni, le Citt metropolitane e i Comuni. Senatori. Non saranno pi eletti dai cittadini: il Senato sar composto dai presidenti delle Giunte regionali, e delle Province autonome di Trento e di Bolzano, dai sindaci dei capoluogo di Regione e di Provincia autonoma, nonch, per ciascuna Regione, da due consiglieri regionali e da due sindaci. In pi il Quirinale pu nominare senatori 21 cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario; i 21 restano in carica 7 anni. I senatori saranno in tutto 148 e non percepiranno indennit di nessun tipo. Le opinioni espresse restano insindacabili, ma non occorre autorizzazione per arrestarli o intercettarli. Bicameralismo addio. Le leggi sono approvate dalla Camera. Entro 10 giorni il Senato, su richiesta di un terzo dei suoi membri, pu chiedere di esaminarle, proponendo modifiche entro 30 giorni. Lultima parola per della Camera che decide entro altri 20 giorni. Sul bilancio dello Stato il Senato si pronuncia sempre e la Camera pu respingerne le richieste a maggioranza assoluta. Il Senato mantiene per limportante potere di approvare insieme alla Camera le leggi di riforma della Costituzione. Camera e Senato eleggono insieme il presidente della Repubblica, i cinque giudici Costituzionali (3 la Camera e 2 il Senato) e un terzo dei membri del Csm.

Q ROMA

Stop al bicameralismo perfetto; ridefinizione della divisione delle competenze tra Regioni e Stato; introduzione di un Senato delle Autonomie che non d la fiducia al governo, non eletto dai cittadini e i cui membri sono espressione di Regioni e Citt. Abolito il Cnel (subito dopo lapprovazione della riforma, senza attendere la prossima legislatura come avverr invece per il Senato). limpianto della riforma costituzionale illustrata ieri dal ministro Maria Elena Boschi in Senato, dove inizier il suo iter.

LOPINIONE

IL PREMIER CORRE E FA BENE


di FRANCESCO JORI

enzi va veloce? Sono gli altri che vanno piano: se lui corre il giro dItalia, il resto del gruppo si impegna al massimo nel trofeo dei cicloamatori. Mentre gli italiani arrancano comunque in salita: la disoccupazione ha toccato il 13 per cento, quasi 3 milioni e mezzo di italiani sono a spasso, mille posti di lavoro al giorno persi in un anno; mai cos male dal 1977, ci ha spiegato lIstat appenaieri. In questo senso, diventa un

simbolo la cyclette che Renzi tiene a Palazzo Chigi: pedalare necesse est (e ieri lo ha ribadito da Londra di fronte ai dati sulla disoccupazione: bisogna correre). Nonc alternativa.Al capo del governo spetta il compito di infliggere una robusta cura dimagrante a un Paese decisamente sovrappeso. In tutto: nella produzione legislativa, nei vincoli burocratici, nella tassazione, nei freni al lavoro, nelleccesso e nella voracit delle persone che campano di politica, soprattutto in un debito pubblico che costituisce una perfida zavorra per unItalia paralizzata da almeno ventanni proprio perla suaelefantiasi. Si pu essere daccordo o dissentire col rampante premier sulle sue ricette, sul modo di presentarle, sulla spavalderia,

sulle alleanze. Ma ci sono alcune questioni di fondo su cui riesce davvero difficile capire le ragioni di chi dissente; e sono quelle da lui elencate qualche sera fa in unintervista a Mentana su La7. Alzi la mano chi non condividecheoccorrearrivarea una legge elettorale chiara, radicalmente diversa dallignobile Porcellum; riformare in modo drasticoil Senatoper superareil paralizzante bicameralismo perfetto che non esiste in nessun altro Paese democratico; dare vita a una seria autorit anti-corruzione che si occupi dei furfanteschi comportamenti che centinaia di politici continuano disinvoltamente a praticare; radere al suolo la rimborsopoli che ha fin qui consentito ad altre centinaia di loro di mettere in nota-spese di tutto, dal

caviale alle mutande (17 consigli regionali sotto inchiesta su 20; 64 indagati nella sola Lombardia, e giusto ieri 55 in Campania); cancellare gli enti inutili sotto accusa da decenni e tuttora in vita, anzi con la creazione di un ente in pi, quello che dovrebbe occuparsi della loro abolizione. E c qualcuno, a parte qualche diretto interessato affetto da poltronite acuta, che pu opporsi al superamento delle Province, quando la federalista Germania sta lavorando addirittura a una diminuzione dei suoi tredicilander, ritenuti troppi? singolare che il principale rimprovero mosso a Renzi sia quello di andare troppo in fretta: soprattutto se a sollevarlo un ceto politico che da tre decenni chiacchiera a vuoto di riforme senza essere riuscito a

non c pi tempo

Renzi sta giocando a carte scoperte, e sul tavolo ha messo esplicitamente la propria credibilit
produrne nemmeno una. Incluso Letta, che per cercare di scongiurare la propria uscita di scena ha elencato in extremis un denso piano di cose da fare: pi o meno le stesse annunciate a inizio mandato, ma nessuna delle quali riuscita a vedere la luce nei canonici nove mesi di gestazione (tanto durato il suo governo). Ora che Renzi ha varato la riforma del Senato, si vedr quanto forti siano le resistenze al cambiamento: a partire da un

Pd che qualche giorno fa, continuando una lunga e ingloriosa tradizione, riuscito a litigare al proprio interno perfino sulla quantit di frutta da inserire nei succhi. Su una cosa di quelle dette da Renzi nellintervista a Mentana non ci sono per dubbi: O si riforma, o crolla tutto. Gli si deve dare atto che sta giocandoacartescoperte,e chesul tavolo ha messo esplicitamente la propria credibilit. Annunciando esplicitamente, se non celafaccio torno acasa. Per tornare alla metafora ciclistica, se non riuscir a mantenere gli impegni scender di sella. A differenza di tanti, troppi altri, che stanno seduti da una vita a dispetto dei santi. E nemmeno su una bicicletta: perch pedalare,si sa, costatroppa fatica.
RIPRODUZIONERISERVATA

12

Attualit

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

Europee, primarie del M5S ma al Senato nuovi addii


Sul blog la presentazione dei primi candidati: c chi entra in lista con 33 voti Passa al Gruppo misto il senatore Bartolomeo Pepe: Utilizzato metodo Boffo
di Fiammetta Cupellaro
Q ROMA

tensione nel gruppo

Ieri giornata di presentazioni e di addii nel Movimento 5 Stelle. Mentre Beppe Grillo presentava sul suo blog i primi venti candidati alle europee il 25 maggio, tutti trentenni e sconosciuti, in Parlamento si consumava un nuovo strappo. Il senatore napoletano Bartolomeo Pepe, da tre mesi al centro delle polemiche per la presidenza della commissione sulle ecomafie, ha lasciato il Movimento ed passato al Gruppo misto. Contro di me utilizzato un metodo Boffo avrebbe confidato il senatore. E non sarebbe il solo. Anche il collega Maurizio Romani potrebbe raggiungere a breve il gruppo degli ex pentastellati. Romani si detto deluso dai comportamenti di alcuni colleghi e per le modalit di votazione delle parlamentarie europee in cui si sono candidati numerosi collaboratori di parlamentari grillini come le senatrici Paola Taverna e Elena Fattori. E davanti ai risultati delle europarlamentarie polemico anche Federico Pizzarotti, figura interna al Movimen-

Scoppia il caso Nuti: Ha sponsorizzato due candidati


Riccardo Nuti, uno dei garanti per le elezioni europee, finisce nellocchio del ciclone per aver sponsorizzato due nomi di attivisti per le candidature alle elezioni europee. Il caso monta e un gruppo di senatori avrebbe chiesto esplicitamente di convocare unassemblea congiunta dei gruppi di Camera e Senato per valutare il comportamento del deputato siciliano. Nuti, assieme a Villarosa, Fico, Crimi, Lombardi e altri, era stato infatti scelto per far parte di un comitato di esponenti del Movimento chiamato a vigilare e organizzare le candidature. Poi, a votazioni in corso, ha scritto sul suo profilo Facebook: Io dopo aver guardato i candidati ho scelto di votare: Zanotto Antonio Ricercatore analista chimico. Sobbrio Paola - ricercatrice indipendente che si occupa di temi legati alle normative europee e nazionali riguardanti gli animali e gli organismi geneticamente modificati (Ogm).. E, a fine post, annota: Dopo lesperienza locale avuta con certa gente eletta al Parlamento, che non ha rispettato gli impegni presi, spero che gli iscritti non facciano lo stesso errore e pongano pi attenzione durante la scelta. Commenta, sempre su Fb, il senatore Giuseppe Vacciano: Ritengo estremamente scorretto e lontano dai principi 5 Stelle il comportamento di chi tra i portavoce, a votazioni aperte, ha reso pubbliche le proprie preferenze. Non so se si possa parlare di cordate nel senso indicato da Grillo ma credo che comportamenti di questo tipo richiedano di essere stigmatizzati e sanzionati perch compromettono la nostra credibilit.
Il senatore del M5S Bartolomeo Pepe durante una seduta a Palazzo Madama

to e sindaco di Parma: Si candidata gente che noi non abbiamo mai visto. Non un valore aggiunto o negativo, per vuol dire che non si sono spesi per il territorio. Non so quali competenze possano avere rispetto ai temi da portare avanti. Ma dal Senato che potrebbe arrivare la svolta. Con larrivo del senatore Romani tra gli ex

pentastellati, mancherebbe un solo tassello per salire a quota dieci e dare vita ad una formazione politica autonoma. Stiamo lavorando sul nuovo gruppo, in settimana vedremo ha ammesso Fabrizio Bocchino. E qualcuno sussurra il nome proprio di Pizzarotti come leader. Tra espulsioni, parlamentari cacciati direttamente da Grillo e

autosospensioni, dallinizio della legislatura un grillino su 4 ha lasciato il M5S che ora conta 40 senatori. E ieri sono apparsi i volti dei primi candidati alle europee arrivati via blog. Sono loro i pi votati nelle singole Regioni dai 35.166 iscritti al movimento ed entrano di diritto nelle liste. Sui numeri si scatenata una pole-

mica anche da parte dei simpatizzanti: troppo pochi per garantirsi una corsa alle europee. La pi votata Eleonora Evi (Lombardia), 29 anni designer, con 556 preferenze, mentre Manuel Voulaz (Valle dAosta), 31 anni programmatore, riuscito a candidarsi a Bruxelles con appena 33 voti. In oltre 5mila ci avevano provato, tra loro nomi di

assistenti parlamentari come Fabio Massimo Castaldo assistente della senatrice Taverna e lex deejay Matteo Ponzano. Anche questa volta c chi si filmato al computer, chi si affidato a mani esperte e chi si ripreso con il telefonino sbagliando e mettendolo in verticale. Tutto postato su Youtube.
RIPRODUZIONERISERVATA

Nellisola vince linglese Marini


Vive e lavora a Londra il trionfatore della consultazione on line in Sardegna
Q SASSARI

Fa sue le primarie ed esulta con un yes. A vincere le consultazioni on line per scegliere il candidato sardo del Movimento 5 Stelle per le Europee Nicola Marini. Un attivista grillino che vive e lavora in Inghilterra, ma nato a Cagliari e ha un fortissimo legame con la Sardegna. Fa parte del Meetup Amici di Beppe Grillo London, ma basta osservare il suo profilo Facebook per capire quanto Marini, 40 anni, sia aggiornatissimo su tutto quello che accade in Italia. E sia par-

te attiva della discussione politica. Nel suo profilo anche i post di complimenti per la vittoria della senatrice Emanuela Serra e della deputata Manuela Corda, oltre a quelli di decine di attivisti sardi. Marini ha vinto il primo turno delle elezioni con 225 preferenze. Se a qualcuno sembrano poche basta fare un confronto con quelli che sono arrivati in testa nelle altre regioni. Il pi votato ha superato appena i 500 consensi, in aree molto pi popolate della Sardegna. Marini ha bruciato gli altri 127 candidati che si erano pre-

sentati nelle primarie on line dei 5 Stelle riservate solo agli iscritti. Tra loro anche nomi che sulla carta sembravano pi quotati. Ora Marini fa parte dei primi 20 candidati, uno per regione, che hanno vinto il primo turno delle primarie, e vengono di diritto inseriti nelle liste. Resta la difficolt, come per tutti i candidati sardi, di vincere la competizione pi complicata. Quella delle elezioni vere, contro i siciliani, che possono contare su un bacino di votanti superiore. Secondo turno. Gli altri candidati verranno scelti nel secondo

Nicola Marini

Il leader del Movimento Beppe Grillo

turno delle primarie. Attraverso un meccanismo un po complicato. Saranno 12 per la circoscrizione insulare, Sardegna e

Sicilia. I candidati saranno scelti in base al numero totale di preferenze raccolte nel primo turno. Si vota con 3 preferenze.

Saranno scelti per le elezioni europee i pi votati fino al completamento delle liste della circoscrizione.

Sanzioni pi severe per i pirati online


Cancellazione dei contenuti protetti o supermulta: in vigore le regole a tutela del diritto dautore
di Cinzia Lucchelli
Q ROMA

Una sequenza dello spot di Agcom

Oggi la rete permette alla creativit di crescere ma c anche chi ne ostacola lo sviluppo sfruttando contenuti illegali. Informati, divertiti e condividi esperienze con opere digitali legali. Lo spot pubblicato sul sito dellAgcom (Autorit per le garanzie nelle comunicazioni) presenta il regolamento appena entrato in vigore per la tutela del diritto dautore online come una stretta contro la pirateria, di certo non contro la libert di chi naviga. Ma le polemiche non mancano. Come funziona. Chiunque detenga i diritti dautore di

unopera e ritenga che questi siano stati violati sul web pu fare una segnalazione allAgcom compilando un apposito modello che trova sul sito dellAutorit. La direzione servizi media verifica che questa istanza non sia infondata, inammissibile o improcedibile. Nel caso lo sia, archivia il caso. Altrimenti comunica lavvio del procedimento ai prestatori di servizio individuati (i provider) e, ove rintracciabili, a chi ha caricato in rete lopera per renderla disponibile, ai gestori della pagina e del sito internet. Li invita, entro 5 giorni, ad adeguarsi spontaneamente alla richiesta del soggetto oppure a rispondere alla

notifica presentando controdeduzioni. Se lillecito sussiste, le strade sono due: se il server che ospita il sito in Italia lAgcom ordina ai gestori di servizi di hosting e ai provider di rimuovere i contenuti protetti da copyright; se si trova allestero di disabilitarne laccesso. Tutto questo deve avvenire in 35 giorni lavorativi dalla ricezione dellistanza, 12 nei casi pi gravi. In caso di inottemperanza, le sanzioni vanno da 10mila fino a 250mila euro. Inodidella discordia. I detrattori del provvedimento, in questi mesi, ne hanno messo in evidenza alcuni punti critici. A partire dal dubbio che possa essere efficace per la crescita

dellofferta legale di opere digitali. Preoccupano i tempi stretti, cinque giorni (tre nei procedimenti abbreviati) perch il presunto responsabile della violazione si difenda. Ma sia i cinque giorni sia i tre, cos come i trentacinque complessivi per chiudere la pratica sono coerenti con la natura amministrativa del procedimento e con la natura delle violazioni, dice lavvocato Luigi Manna, di Martini Manna avvocati. Le competenze, poi: si accusa lAgcom, con questo regolamento, di scavalcare la magistratura. In realt lAutorit regolamenta i provvedimenti sanzionatori che pu adottare, potere che non si auto-at-

tribuito, spiega lavvocato Elena Martini, laltro partner dello studio specializzato in diritto della propriet intellettuale. Cosa cambia. Cosa succede ad esempio se scarichiamo un video che qualcun altro ha caricato in rete in violazione del diritto dautore? Il regolamento Agcom non prevede nuove figure di illecito - tranquillizza lavvocato Martini - per cui in s non aggrava la posizione degli utenti. Non li prende proprio in considerazione, in quanto, si legge, non si applica agli utenti finali che fruiscono di opere digitali in modalit downloading o streaming n alle applicazioni e ai programmi attraverso i quali si realizza la condivisione diretta tra utenti di opere digitali. Tuttavia continua lesperta - il carattere illecito di simili attivit previsto dalla legge sul diritto dautore, che gi le sanziona.
RIPRODUZIONERISERVATA

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Attualit

13

cracamato

babysquillo

scandalorifiuti

protestasulcupolone

Chiestoilgiudizioper Mussari
II Per il crac del pastificio Amato la procura di Salerno ha chiesto il rinvio a giudizio per lex numero uno di Mps, Giuseppe Mussari (foto), per lex sindaco di Siena, Franco Ceccuzzi, per lex presidente della commissione Finanze della Camera, Paolo Del Mese, e per 11 membri del cda di Banca della Campania.

Dalpmnienteok apatteggiamenti
II Nessun assenso a patteggiamenti per i clienti delle minorenni che si prostituivano in un appartamento nel quartiere Parioli, arrivato dalla procura di Roma. quanto precisato ieri a piazzale Clodio, dopo la pioggia di polemiche seguita alla notizia secondo la quale una decina di clienti indagati vorrebbe ricorrere al rito alternativo. Tale eventualit, viene sottolineato in procura, dovr essere valutata, caso per caso, dagli inquirenti.

ProcessoimmediatoperCerroni
II Giudizio immediato per Manlio Cerroni (foto), patron della discarica di Malagrotta, per lex presidente della Regione Lazio Bruno Landi e per altri cinque finiti agli arresti domiciliari il 9 gennaio scorso, assieme ai primi due, nel quadro dellinchiesta sulla gestione dei rifiuti nel Lazio. Prima udienza il 5 giugno.

CellainVaticanoperloscalatore
II Limprenditore Marcello Di Finizio, sceso dalla cupola di San Pietro dove era salito per la quarta volta, stato fermato dalla Gendarmeria vaticana e rinchiuso in camera di sicurezza. La sua posizione ora al vaglio della magistratura vaticana. La misura si resa necessaria anche perch era la quarta volta che luomo saliva sulla cupola di San Pietro. Il portavoce vaticano Padre Lombardi ha assicurato che Di Finizio ha avuto un trattamento umano.

di Ferruccio Fabrizio
Q NAPOLI

Da destra a sinistra, quasi tutto il consiglio regionale della Campania rischia il processo per peculato. I titoli di coda sullinchiesta legata allo scandalo dei rimborsi annunciano il rinvio a giudizio per 55 destinatari e la delegittimazione della giunta: 51 consiglieri in carica per i quali scattato lavviso di chiusura indagini. Sono accusati di uso illecito dei fondi per i gruppi regionali, per un ammontare complessivo di circa 2 milioni, nel biennio 2010-2012. Altri quattro indagati avrebbero aiutato i politici a fare carte false per offrire coperture ex post alle spese. Tra i destinatari degli avvisi notificati dalla Finanza, su disposizione del pm Giancarlo Novelli, ai rappresentanti del parlamentino a maggioranza di centrodestra, figurano esponenti di tutti i partiti e liste, dal Pdl al Pd. Tre parlamentari che hanno rivestito il ruolo di eletti nellassemblea regionale, i senatori di Forza Italia Eva Longo e Domenico De Siano, e il sottosegreta-

Feste, cene e cravatte rimborsi in Campania avvisati 51 consiglieri


Nellelenco anche un sottosegretario Pd e due senatori di Fi Tra le spese contestate anche sigarette, dvd e giocattoli
rio Pd Umberto Del Basso De Caro. Un fedelissimo del governatore Stefano Caldoro, il capogruppo di Caldoro presidente Gennaro Salvatore, secondo i pm ha percepito la somma pi elevata, oltre 93 mila euro. Ma il record di Ugo De Flaviis, allepoca Udeur e ora Nuovo centro destra, con 96 mila, mentre il terzo posto se lo aggiudica Raffaele Sentiero, anche lui in Ncd con circa 80 mila euro. Tra gli altri, la moglie dellex ministro Mastella, Alessandra Lonardo (Udeur), Anna Petrone (Pd), rappresentante di associazioni no profit, Gianfranco Valiante (Pd), a capo della commissione regionale Antimafia, Antonio Valiante, ex vice presidente della giunta con Bassolino, ex consiglieri come Pietro Diodato, napoletano di Pianura, passato dal Pdl a Futuro e Libert nellaprile del 2011. Rispondono tutti di peculato, alcuni anche di truffa. I magistrati hanno individuato numerose spese non compatibili con l'attivit istituzionale come tintura per capelli, dvd, acquisti in pasticceria e enoteca, giocattoli, occhiali da vista, farmaci, sigarette, abbigliamento. Negli avvisi di conclusione delle indagini si fa inoltre riferimento
Umberto Del Basso de Caro Domenico De Siano

a nuovi casi di presunte irregolarit, come lacquisto di cravatte da parte di consiglieri del Pd, giustificate dal capogruppo Giuseppe Russo come gadget di rappresentanza. Gli inquirenti le hanno ritenute spese non ammissibili. Numerosi i consiglieri coinvolti che hanno sostenuto di non essere tenuti a documentare le spese in quanto non previsto dalla legge regionale. Ma i

magistrati li hanno smentiti. Archiviate le posizioni di 13 consiglieri, tra cui lex capogruppo Pdl Fulvio Martusciello. Per Nicola Caputo, Sergio Nappi, Angelo Polverino, richiesta larchiviazione per il solo reato di peculato, mentre per la truffa, relativa alle somme per la comunicazione, notificato lavviso di chiusura delle indagini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

funerali dambrosio

via damelio

Il pool di Mani pulite riunito per laddio al capo

Scarantino si scusa per le bugie


Nellaula del Borsellino quater sentiti anche Ferraro e Martelli
Q CALTANISSETTA

I I Il pool Mani pulite quasi al completo, magistrati, avvocati, politici, ma anche uomini della scorta,

dipendenti del tribunale e semplici cittadini. Milano si riunita ieri per laddio allex procuratore della Repubblica Gerardo DAmbrosio. Prima del funerale, a palazzo di Giustizia, la bara stata vegliata dai colleghi in toga: Francesco Greco, Gherardo Colombo, Francesco Saverio Borrelli e Ilda Boccassini .

genova

Sequestro Calevo, 4 condanne


Pene dai 7 ai 13 anni per i rapitori dellimprenditore di Lerici
Q GENOVA

Pene da 7 a 13 anni sono state inflitte a 4 sequestratori dellimprenditore di Lerici Andrea Calevo, avvenuto il 16 dicembre 2012 e liberato dopo 15 giorni. Il gup Nadia Magrini, nel processo con rito abbreviato, ha condannato Davide Bandoni a 13 anni, Simon Hailaj a 11 anni e 8 mesi, Emiliano Shota a 12 anni, Fabion Vila a 7 anni e 8 mesi. La condanna per sequestro di persona finalizzato all'estorsione. Il gup ha disposto anche linterdizione perpetua dai pubblici uffici

per i quattro condannati. Per tre di loro, che sono di nazionalit albanese, il giudice ha disposto lespulsione dal territorio nazionale a pena espiata. I quattro sono stati tutti condannati anche al risarcimento del danno alle parti civili, Andrea Calevo e la madre Sandra Podest. Presso la Corte dassise della Spezia in corso invece il processo a Pierluigi Destri, 70 anni, zio di Bandoni, uno dei condannati. Destri considerato la mente del rapimento. Calevo, dopo la sentenza, si detto disposto a perdonare i suoi rapitori.

Calevo nel giorno della liberazione

Chiedo scusa ai familiari delle vittime. Mi hanno costretto a parlare: mi hanno picchiato: dietro al paravento che lo protegge dagli sguardi dellaccusa e del pubblico, il falso pentito Vincenzo Scarantino, sotto processo per calunnia al quarto processo per la strage di via DAmelio, tornato a puntare il dito contro chi lavrebbe indotto a depistare le indagini inchiodando e facendo condannare per leccidio 8 innocenti. Lex picciotto della Guadagna ha fatto nomi e cognomi dei suggeritori: poliziotti, alcuni dei quali indagati. E ha chiesto scusa per il male fatto. stato lo sfogo del falso collaboratore il fuoriprogramma delludienza di ieri del processo Borsellino quater che ha visto sul banco dei testi lex direttore degli Affari penali Liliana Ferraro, lex ministro della Giustizia Claudio Martelli e lex pm Antonio Ingroia. Paolo Borsellino non parl mai di una trattativa in corso tra lo Stato e la mafia. E nessuna preoccupazione espresse sullesistenza dei contatti tra i carabinieri del Ros e lex sindaco mafioso Vito Ciancimino, contatti che per gli inquirenti segnano lavvio del dialogo che pezzi delle istituzioni avrebbero stretto con le cosche nel 92, lanno delle stragi hanno detto Ingroia, pupillo del giudice Borsellino ed ex pm del pool che a Palermo sta istruendo il processo sulla trattativa, e Liliana Ferraro, collaboratrice e amica di Giovanni Falcone. Le storie che entrambi han-

La deposizione dellex Guardasigilli Claudio Martelli

no raccontato al processo per lattentato di via DAmelio pesano sulla ricostruzione fatta da due Procure: quella di Caltanissetta che vede nella scoperta da parte di Borsellino della trattativa, la causa dellaccelerazione della sua morte e quella di Palermo che sul ruolo del Ros nel patto mafia-Stato ha imbastito un processo. Incontrai Borsellino allaeroporto il 28 giugno - ha raccontato Ferraro che prese il posto di Falcone alla guida degli Affari penali - e gli dissi quanto mi aveva confidato il capitano De Donno, cio che il Ros voleva avviare contatti con Ciancimino, tramite il figlio Massimo, per cercare di vedere se poteva nascere una collaborazione con la giustizia dellex sindaco per evitare altre stragi. Ferraro, allex capitano, ora sotto processo per la trattativa, rispose che avrebbe informato di tutto lallora mi-

nistro Martelli e Borsellino. E cos fece. Ma la rivelazione, che per gli inquirenti avrebbe dovuto sconvolgere Borsellino, lasci il magistrato indifferente. O lo sapeva gi - ha detto la teste - o non ha dato importanza alla cosa. Le parole della Ferraro sono state confermate dallex Guardasigilli. A Martelli i rapporti tra il Ros e Ciancimino non piacevano perci si rifiut di avallare politicamente liniziativa. Martelli ha poi difeso la sua azione antimafia. Io e Scotti (allora ministro dellInterno ndr) venimmo rimossi perch avevamo esagerato, ha detto riferendosi al decreto sul carcere duro e alla legislazione del dopo stragi. Della scoperta di una trattativa in corso Borsellino non avrebbe mai parlato neppure con un suo fedelissimo, lex pm Antonio Ingroia. Non mi disse mai nulla, ha detto deponendo.

14

Attualit

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

Ucraina, la Nato rafforza la frontiera ad Est


Sospesa ogni collaborazione pratica, militare e civile con la Russia Rafforzato il dispositivo di autodifesa. E fra Mosca e Kiev guerra del gas
Q BRUXELLES

decine di VITTIME

Guinea, allarme per lepidemia di Ebola


Con il decesso di due pazienti ricoverati in ospedale a Conakry, salito ad almeno ottanta il numero dei morti accertati provocati da febbraio in Guinea dallepidemia di Ebola, che minaccia anche Sierra Leone e Liberia: lo ha reso noto un portavoce del ministero della Sanit, Sakoba Keita, secondo cui si tratta del quinto episodio con esito letale che si registra nella capitale del Paese africano. Il numero dei casi di contagio conclamati resta invece fermo a 122 il che, ha precisato Keita, dimostrerebbe lefficacia delle misure di prevenzione e controllo messe in atto. Il focolaio originario del virus, che provoca una forma gravissima di febbre emorragica, stato localizzato in una sorta di triangolo formato da tre villaggi, Guekedou, Macenta e Kissidougou, situati nella provincia sud-orientale di Nzerekor, caratterizzata dalla vasta copertura forestale: l le vittime ammontano gi a settanta. Il ceppo virale responsabile della malattia lo Zaire, classificato come il pi aggressivo della famiglia. Si tratta di una situazione senza precedenti perch si gi diffusa in diverse province di una regione, in diverse regioni e in un altro Paese, la Liberia, con due casi confermati. C un allerta anche in Sierra Leone, afferma il coordinatore del progetto di Medici senza Frontiere a Conakry Mariano Lugli. La differenza con casi precedenti, sottolinea Lugli che finora si risposto a epidemie circoscritte in una regione o in una citt. In questo caso la preoccupazione regionale grande e lepidemia si propaga perch la gente si sposta da una citt allaltra. Lugli racconta che le autorit locali stanno organizzando cinture sanitarie, con equipe che controllano le grandi arterie stradali nei pressi delle citt.

La Nato torna a guardare a Est e alza i toni. La Russia deve trovare una soluzione politica e diplomatica alla crisi in Ucraina e lAlleanza spera che Mosca ci arrivi, ma ci crede poco e chiede ai militari di preparare i piani per una nuova Cortina di Ferro, mentre sospende ogni collaborazione pratica militare e civile con la Russia, fatte salve quelle in Afghanistan, dove si suppone che sia interesse di Mosca continuare a collaborare alla lotta antidroga e al successo della missione comune. Ma intanto quello dellEst, che sembrava un fronte dimenticato, di nuovo la prima linea. I ministri degli Esteri dei 28 alleati riuniti a Bruxelles hanno deciso di dare mandato al comando militare (Saceur) di rafforzare il dispositivo di autodifesa: mezzi navali, aerei e di terra, tutti quelli che servono, per tutto il tempo necessario, saranno dispiegati l dove saranno necessari per rassicurare prima di tutto gli alleati. Che si mostrano compatti, nella dichiarazione finale che annun-

Giorno del disarmo per i paramilitari di Right Sector

cia il rafforzamento della difesa sul fianco est e lintensificazione della partnership con lUcraina, ma anche con Moldavia, Armenia e Azerbaijan. A Kiev - dove il Parlamento approva possibili manovre con paesi Nato e Ue - verranno mandati consiglieri per riorga-

nizzare e modernizzare le forze armate, che saranno invitate a partecipare con ancora maggiore frequenza e intensit alle esercitazioni Nato. E altre esercitazioni, bi e multi-laterali con Paesi dellAlleanza, Stati Uniti compresi, ci saranno in Ucraina nel corso dellanno. Erano

gi programmate, e sono confermate. Nel corso della riunione per tornano ad emergere sostanziali differenze dapproccio. Lamericano Kerry tuona che che il territorio della Nato inviolabile, che gli Usa sono impegnati, che lAlleanza unita e forte, pronta a difendere ogni singola parte e prende seriamente questo tentativo di cambiare le frontiere con luso della forza. Ma fonti diplomatiche di Germania e Francia riferiscono che Berlino e Parigi vogliono evitare che la risposta della Nato possa suonare come una provocazione per Mosca. E Federica Mogherini, allesordio alla ministeriale Nato, sottolinea - finendo per essere citata dallo stesso Kerry, oltre che dal polacco Sikorski e dal turco Davutoglu - lappoggio alla linea della Nato e promette che lItalia valuter il suo eventuale contributo, ma afferma che lazione pu essere una storia di successo se per lUcraina ci sar un percorso politico che rafforzer lUcraina stessa. Nel frattempo Mosca dichiara formalmente a Kiev la guerra

del gas dopo lannessione della Crimea. Lad di Gazprom, Alexiei Miller, ha messo fine allo sconto di un terzo del prezzo del gas accordato a dicembre in cambio della rinuncia dellallora presidente Yanukovich a firmare laccordo di associazione con la Ue. Il costo sale cos

da 268 a 385,5 dollari per metri cubi. Ma nei prossimi giorni passer a circa 480, una delle tariffe pi alte applicate ai Paesi europei, dove la media viaggia sui 370-380 dollari: ieri infatti il Senato russo ha approvato la cancellazione degli accordi con Kiev del 2010.

La Cia ingann il governo Siria, pi di 150mila morti


Rapporto Usa: Interrogatori brutali e nessun risultato
Q WASHINGTON

Lopposizione a Damasco: tra loro anche 8mila minorenni


Q NICOSIA

La Cia ha ingannato il governo americano sul suo brutale programma di interrogatori, nascondendo i metodi usati e prendendosi il merito di alcune informazioni che i detenuti avevano fornito prima di essere torturati. Inoltre, queste pratiche illegali non hanno fornito alcuna traccia utile per trovare Osama bin Laden. Sono solo alcune gravissime accuse emerse da un severo rapporto della commissione intelligence del Senato ancora riservato, ma reso noto dal Washington Post. La Cia - recita il rapporto - ha ripetutamente descritto il programma al dipartimento di Giustizia e al

Il quartier generale della Cia

Congresso come una modalit per mettere mani su informazioni di intelligence che altrimenti non sarebbero state ottenute e che hanno aiutato a sventare complotti terroristici e salvare migliaia di vite. Era vero? La riposta no. Il docu-

mento, composto da 6.200 pagine, rivela anche le divisioni interne alla Cia. Ci sono stati molti ordini di andare avanti con gli interrogatori che arrivavano dal quartier generale, senza tener conto dellopinione degli agenti sul posto, secondo i quali i prigionieri non avevano pi informazioni da offrire. Vengono inoltre descritte tecniche di interrogatorio ancora del tutto inedite, come limmersione di un sospetto terrorista in Afghanistan in una vasca di acqua gelata, una pratica simile al waterboarding (lannegamento simulato) ma che non mai apparsa nella lista di quelle approvate dal dipartimento di Giustizia, quindi di fatto illegale.

In poco pi di tre anni dallinizio del conflitto, in Siria sono rimaste uccise oltre 150.000 persone: lo ha reso noto lOsservatorio Siriano per i Diritti Umani, organizzazione dellopposizione in esilio con sede in Gran Bretagna, citando i dati raccolti sul terreno dalla propria rete di informatori e attivisti. Per la precisione, stando allOsservatorio, i morti accertati dal marzo 2011 ammontano a 150.344 tra i quali 51.212 civili, compresi 7.985 minorenni e 5.266 donne. Tra le file dellinsurrezione le vittime ammontano a 37.781, una cifra che copre anche le perdite subite da fazioni qaediste quali il Fronte

La ricerca dei parenti tra i cadaveri

al-Nusra e lo Stato Islamico dellIraq e del Levante. Hanno inoltre perso la vita 35.601 militari lealisti e 22.879 shabbiha, i miliziani irregolari filo-governativi, pi 364 membri di Hezbollah, il movimento radicale libanese tradizionalmente alleato

del regime di Bashar al-Assad, e ulteriori 605 combattenti di confessione sciita provenienti dallestero. Infine, al computo vanno aggiunte 2.871 persone di cui non stata chiarita lidentit. LOsservatorio aggiunge che i dispersi sono globalmente circa 26.000: diciottomila sono scomparsi nel nulla dopo essere stati arrestati dalle forze di sicurezza, altri ottomila dopo essere stati rapiti o fatti prigionieri dai ribelli. Lorganizzazione avverte che si tratta solo delle cifre verificate, e che probabilmente un computo pi rispondente alla realt si attesta ben al di sopra dei 220.000 morti. Le Nazioni Unite danno conto di circa centomila vittime complessive.

domani la visita di stato

guinea

Roma, arriva la regina Elisabetta Presto libero litaliano detenuto


La sovrana in missione lampo incontrer Napolitano e il Papa
Q ROMA

Il gesto umanitario in favore di Berardi annunciato dal presidente


Q BRUXELLES

Da quando sul trono, sul soglio di San Pietro si sono succeduti sette Pontefici e al Quirinale sono passati dieci presidenti della Repubblica. Ma la Regina Elisabetta ha fatto sapere di essere delighted (felice) di tornare a Roma domani, anche solo per poche ore, per la quarta volta nel suo regno, la prima in 14 anni, accettando linvito del presidente Giorgio Napolitano a un pranzo privato al Quirinale, dopo il quale incontrer per la prima volta papa Francesco. Una visita lampo che avreb-

be dovuto tenersi circa un anno fa che ma fu posticipata allultimo per problemi di salute dall87enne sovrana britannica, che non viaggia allestero dal novembre del 2011, quando visit da capo di Stato lAustralia. Allora Napolitano era alla fine del suo (primo) settennato e il Papa era Benedetto XVI. Nel frattempo - fa sapere Buckingham Palace - un nuovo Pontefice stato eletto e Sua Maest coglier questa opportunit per incontrare Sua Santit papa Francesco per la prima volta. Quello romano, annunciato da Buckingham Palace il 4 feb-

braio scorso, sar un blitz di un solo giorno, in compagnia del consorte, principe Filippo di Edimburgo, 92 anni, con solo due incontri. Latterraggio previsto a Ciampino. Poi il pranzo riservato offerto da Napolitano al Quirinale. Ancora pi informale sar lincontro privato dei consorti reali e il Pontefice che avverr alle 15,30 nello presso laula Paolo VI. Unudienza al di fuori dei canoni dellufficialit normalmente riservata a tutti i capi di Stato e di governo nei faccia a faccia col Pontefice, che avvengono nel palazzo Apostolico.

Una luce in fondo al tunnel. quella che sembra essersi accesa per limprenditore di Latina Roberto Berardi, da oltre un anno detenuto in condizioni disumane nelle carceri-lager della Guinea Equatoriale. Il presidente del Paese, Teodoro Obiang Nguema Mbasogo, ha annunciato a Bruxelles, dopo un incontro con il vicepresidente della Commissione Ue Antonio Tajani, che il governo si impegnato per una soluzione rapida per liberare litaliano, accusato di truffa e appropriazione

indebita e condannato senza prove a scontare una pena di due anni e quattro mesi. Il presidente mi ha annunciato limminente liberazione di Berardi, non appena verranno definiti alcuni dettagli tra il governo italiano e quello della Guinea Equatoriale, ha assicurato Tajani, che si speso in prima persona nella vicenda e ha tenuto a ringraziare Obiang per questo provvedimento di grazia adottato per motivi umanitari. I familiari dellimprenditore edile, per, sono prudenti. Incrociamo le dita, a questo pun-

to speriamo che questo sia davvero lintervento decisivo - ha detto il portavoce della famiglia Guido Valenza - perch in altre occasioni ci siamo illusi e poi non accaduto niente. Il presidente della Guinea il padre di Teodoro Obiang Nguema Mangue, detto Teodorin, con cui Berardi aveva formato la societ di costruzioni a causa della si ritrovato in carcere. Obiang padre non ha voluto fornire date precise per il rilascio dellimprenditore che tempo fa riuscito a mandare alla famiglia un video-choc della sua detenzione poi trasmesso dal Tg1.

ECONOMIA Sardegna
VINITALY 2014 I PREMI
Questanno niente medaglie per le cantine isolane, ma il riconoscimento di una qualit di base in costante crescita
di Pasquale Porcu
Q VERONA
CONCORSO ENOLOGICO INTERNAZIONALE

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

15

Verona, al vino sardo 32 Gran Menzioni


Trentadue diplomi di Gran Menzione, ma nessuna medaglia. N oro, n argento, n bronzo per il vino sardo al 21 concorso enologico internazionale di Vinitaly, evento massimo dedicato al vino. Come dire molte le cantine isolane che crescono ma senza che emergano delle eccellenze. Per la cronaca le medaglie assegnate sono state 73, su quasi 3.000 vini iscritti ufficialmente in gara. La manifestazione si svolta alla Fiera di Verona dal 27 al 31 marzo, e, come di consueto, anticipa la esposizione che si svolger nella citt scaligera da domenica 6 a mercoled 9 aprile. A conquistare il massimo riconoscimento del 21 Concorso Enologico Internazionale con il Premio Gran Vinitaly 2014, la Cavit S.C. di Trento che ha ottenuto il maggior punteggio con due medaglie conseguite in gruppi diversi. Vini tranquilli, vini frizzanti e vini spumanti sono le tre categorie di classificazione dei quasi 3.000 campioni arrivati da 30 Paesi, anonimizzati prima della competizione, e sottoposti al vaglio delle 21 commissioni di valutazione, presiedute da Giuseppe Martelli, direttore generale di Assoenologi e presidente del Comitato nazionale Vini del Ministero dell'agricoltura. Quindici le sessioni di lavoro per oltre 40 ore complessive di esaminazione che ha debuttato in formato digitale; una novit assoluta ed un importante investimento tecnologico voluti da Veronafiere e da Assoenologi che non trovano riscontro in altre grandi analoghe competizioni internazionali. I vini premiati dal 21 Concorso Enologico potranno fregiarsi di una speciale etichetta identificativa. Il Concorso Enologico Internazionale organizzato da Veronafiere con il patrocinio della Commissione dell'Agricoltura e dello Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo, dell'Union Internationale des Oenologues,

LE BOTTIGLIE PREMIATE
ROSSI
CANNONAU DI SARDEGNA DOC "I FIORI" 2012 PALA DI MARIO PALA & C. S.S. AGRICOLA - SERDIANA (CA) CANNONAU DI SARDEGNA DOC "NAU" 2012 MORA & MEMO DI RITA PINNA SNC - SERDIANA (CA) ISOLA DEI NURAGHI IGT ROSSO "PEDRASTELLA" 2012 RAU F.LLI DI RAU GIOVANNI MARIO & C. SNC - SASSARI MONICA DI SARDEGNA DOC "I FIORI" 2012 PALA DI MARIO PALA & C. - SERDIANA (CA) CANNONAU DI SARDEGNA DOC "TENUTE DELOGU - EGO" 2011 P.A.N. S.R.L. AGRICOLA - SASSARI COLLI DEL LIMBARA IGT ROSSO "OLTREMARE" 2010 SINI GIOACCHINO - BERCHIDDA (OT) COLLI DI LIMBARA IGT ROSSO "OLTREMARE" 2011 SINI GIOACCHINO - BERCHIDDA (OT) ISOLA DEI NURAGHI IGT ROSSO "S'ARAI" 2010 PALA DI MARIO PALA & C. - SERDIANA (CA) ISOLA DEI NURAGHI IGT ROSSO "SIMMACO" 2011 CANTINA DEIDDA - SIMAXIS (OR) ISOLA DEI NURAGHI IGT ROSSO "SIRAY" 2010 PALA DI MARIO PALA & C. - SERDIANA (CA) COLLI DEL LIMBARA IGT ROSSO "GALANA" 2006 CANTINA DEL VERMENTINO S.C.A. - MONTI (OT)

Il PUNTO

BIANCHI
ALGHERO DOC TORBATO 2013 SELLA & MOSCA ALGHERO THARROS IGT BIANCO "KARMIS" 2013 AZIENDA VINICOLA ATTILIO CONTINI S.P.A. - CABRAS (OR) VERMENTINO DI GALLURA DOCG SUPERIORE "TAERRA" 2013 CANTINA TANI - MONTI (OT) VERMENTINO DI SARDEGNA DOC "DON GIOVANNI" 2013 CANTINA SOCIALE IL NURAGHE - MOGORO (OR) VERMENTINO DI SARDEGNA DOC "INDOLENTE" 2013 TENUTA ASINARA - CARGEGHE (SS) VERMENTINO DI SARDEGNA DOC "NAELI" 2013 CANTINA SOCIALE DI DOLIANOVA - DOLIANOVA (CA) ALGHERO DOC BIANCO "THILION" 2012 SELLA & MOSCA - ALGHERO VERMENTINO DI GALLURA DOCG SUPERIORE "BIANCOSMERALDO" 2012 SINI GIOACCHINO - BERCHIDDA (OT) VERMENTINO DI GALLURA DOCG SUPERIORE "CANAYLI" 2012 CANTINA GALLURA - TEMPIO PAUSANIA (OT) VERMENTINO DI SARDEGNA DOC "FRINAS" 2012 CARPANTE AZIENDA AGRICOLA - USINI (SS) VERMENTINO DI SARDEGNA DOC "LONGHERA" 2012 CARPANTE AZIENDA AGRICOLA - USINI (SS) VERMENTINO DI SARDEGNA DOC "MATTARIGA" 2012 AZIENDA VITIVINICOLA CHESSA - USINI (SS) VERMENTINO DI SARDEGNA DOC "SESSANTAQUATTRO" 2012 PODERI PARPINELLO - ALGHERO (SS) VERMENTINO DI SARDEGNA DOC "TENUTE DELOGU - DIE" 2012 P.A.N. S.R.L. AGRICOLA - SASSARI VERMENTINO DI SARDEGNA DOC BIANCO "+" 2012 SU 'ENTU CANTINE S.R.L. - SANLURI (VS) VERNACCIA DI ORISTANO DOC RISERVA 1990 AZIENDA VINICOLA ATTILIO CONTINI S.P.A. - CABRAS (OR) ISOLA DEI NURAGHI IGT BIANCO PASSITO 2012 SU 'ENTU CANTINE S.R.L. - SANLURI (VS)

Diversi e originali, prodotti di successo

SPUMANTI
VINO SPUMANTE DI QUALIT BRUT "Q" 2011 QUARTOMORO DI SARDEGNA SNC - ARBOREA (OR) ALGHERO DOC TORBATO 2013 SELLA & MOSCA - ALGHERO (SS)

MOSCATO
MOSCATO DI SORSO SENNORI DOC "NURAGHE CRABIONI" 2011 TRESMONTES SOC. AGR. S.R.L. - SORSO (SS) MOSCATO DI SARDEGNA DOC SPUMANTE DOLCE "VIGNE DEL PORTALE" 2013 CANTINA DEL VERMENTINO S.C.A. - MONTI (OT)

Cambiano le annate, cambiano le commissioni dassaggio del Concorso internazionale di Vinitaly e alla fine i vitigni sardi premiati sono sempre gli stessi. Vermentino, in primis, ma anche Cannonau, Carignano e tutti gli uvaggi possibili. La conferma viene dal Torbato che questanno viene premiato in tre versioni differenti: il vino fermo, lo spumante Brut e luvaggio con Sauvignon (nel Thilion o Parallelo 41 che dir si voglia). Ma perch le commissioni premiano questi nostri vini? Semplice: perch nella crescente omologazione dei gusti, i nostri vini sono diversi, originali, nuovi. Questo fatto dovrebbe spingere i produttori a migliorare le produzioni (e questo lo stanno gi facendo) e le amministrazioni (Regione in testa) a promuovere e valorizzare le nostre particolarit enologiche. (p.p.)

nonch dei Ministeri delle Politiche agricole alimentari e forestali e dello Sviluppo Economico. La classifica completa 2014 disponibile su http://www.vinitaly.com/areaEspositori/concorsiVinitaly/sel/2 Ma vediamo la situazione nel dettaglio. Il Premio speciale "Gran Vinitaly 2014": Cavit S.C. - Trento (Italia), che ha ottenuto il mag-

gior punteggio in base a due medaglie conseguite in gruppi diversi. Ma vediamo lelenco dei vini sardi che hanno ottenuto la Gran Menzione. Alcuni sono nomi nuovi del panorama enologico regionale (dalle Tenute Asinara di Cargeghe a Rau di Sassari, da Mora & Memo di Serdiana a Su Entu di Sanluri), altri sono nomi storici (da Contini di Cabras

a Pala di Serdiana, alla Cantina del Vermentino di Monti). La Sella&Mosca ottiene ben due riconoscimenti per il Torbato, uno per il vino fermo e laltro per il Brut. E uno per il Thilion (che in Sardegna si chiama Parallelo 41). Siamo gli unici produttori di Torbato in Europa dice Antonio Posadinu, direttore delle Relazioni esterne di Sella & Mosca Il premio di Vinitaly, dunque, va

alla particolarit di questo vino. E lo stesso Thilion ancora a base di Torbato, in uvaggio con un vitigno internazionale, come il Sauvignon. Soddisfatti i produttori sardi, pur senza medaglie. Sono contento che abbiamo premiato i nostri rossi dice Gioacchino Sini di Berchidda Vuol dire che non sappiamo solo fare vini bianchi.

Contento anche Piero Delogu, appena nominato con lambito titolo di Cavaliere dellAmarone: Stiamo lavorando sodo dice limprenditore di Ittiri e in futuro vorremmo fare sempre meglio.Non ha avuto premi, Tino Demuro di Surrau, ma stato nominato Benemerito delenologia: Una grande soddisfazione dice- per me per questanno va bene cos.

16

Economia

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

Continuit, si pensa a nuove rotte


Al via le tratte per Torino, Verona, Bologna e Napoli a 57 euro. Lassessore: riflettiamo su modifiche
di Luca Rojch
Q SASSARI

LE BORSE
Ftse Mib
MILANO

21.915,41 +1,03% 23.379,84 +1,02% 16.532,67 +0,46% 4.263,13 +1,53% 6.652,61 +0,82% 4.426,72 +0,80% 9.603,71 +0,50% 14.791,99 -0,24%

Ftse All Share


MILANO

Il regno dei cieli riesce nellimpresa impossibile. Mette daccordo la attuale giunta di Francesco Pigliaru, con quella precedente, guidata da Ugo Cappellacci. La Continuit territoriale due piace al centrodestra, ma anche allassessore ai Trasporti Massimo Deiana. Che non taglia le ali al provvedimento appena firmato dal ministro dei Trasporti Maurizio Lupi, al contrario lancia la sfida dei cieli. E fa capire che in futuro nella Continuit 2 potrebbero essere aggiunte nuove rotte. La ricetta. Con un pragmatismo antiprofessorale non si perde in bizantinismi, taglia corto. Partiamo da quello che abbiamo spiega Deiana . Non mi piace attaccarmi troppo alle riflessioni a posteriori. Non annulleremo la Continuit 2, che un buon risultato. Cercheremo di migliorarla, cambieremo alcune cose, ma non butteremo via tutto. Sarebbe un errore. Mettiamo in sicurezza le rotte, poi vedremo se integrare le tratte o eliminare qualcuna meno utile. La rotta. Il telaio, realizzato dalla precedente giunta Cappellacci, sembra buono, Deiana vuole fare alcune modifiche, ma tenere il modello. Era fondamentale non perdere questa

0,447 0,392 4,095 17,189 0,734 0,618 8,880 0,032 0,524 0,120 0,521 2,879 0,244 3,595 5,929 0,078 0,003 1,101 5,088 7,820 12,028 3,826 14,681 10,544 3,005 12,856 5,515 1,342 0,750 72,897 0,396 1,041 0,242 1,763 0,481 0,308 1,623 0,200 1,823 1,731 6,642 4,865 3,768 0,165 0,315 0,449 0,870 0,187 0,429 2,394 0,142 18,618 2,017 28,169 0,727 0,926 9,689 0,075 13,408 10,259 5,109 4,038 2,465 1,274 1,144 0,706 5,470 0,047 1,877 11,638 0,783 6,306 1,630 1,261 0,163 0,037 0,201 0,264 0,743 0,175 7,463 0,264 0,367 0,049 0,579 10,732 3,497 0,854 0,025 0,957 0,319 3,006 0,934 17,803 11,585 5,601 10,845 1,689 1,016 10,796 27,564 1,096 1,369 13,529 0,071 0,900 0,122 0,795 4,069 0,687 4,890 8,609 0,196 0,007 2,299 7,888 12,839 18,865 7,614 17,266 25,900 8,223 25,136 16,324 2,586 3,718 147,145 0,884 1,377 0,573 3,675 1,809 0,735 3,017 0,466 3,237 2,836 15,631 7,014 10,500 0,403 0,619 0,658 2,241 0,845 0,837 6,787 0,468 22,700 4,074 40,841 0,972 1,291 28,394 0,147 26,279 15,134 7,692 5,272 7,745 1,674 2,771 1,293 6,622 0,083 3,385 20,471 3,101 10,249 6,912 5,961 0,389 0,072 0,311 0,436 1,256 0,423 9,658 1,087 0,606 0,049 0,750 22,149 7,325 1,648 0,044 1,808 0,733 4,221 1,780 26,687 17,992 9,506 16,406

massimo deiana

Non canceller il provvedimento, unottima base di lavoro


Aereo Livingstone allaeroporto di Alghero, a sinistra lassessore Deiana

base di partenza continua . Partir una riflessione sul confronto con i voli low cost. Si devono valutare i nuovi scenari e dobbiamo ricordarci che per far funzionare questa continuit abbiamo a disposizione 14 milioni. La Continuit 2 ha molti padri. trasversale rispetto ai partiti e va difesa dai tanti nemici che ha. Prima di tutto a Bruxelles. Le novit. La Continuit due entrer in vigore entro il 26 otto-

bre 2014. Regola i collegamenti degli aeroporti di Cagliari, Olbia e Alghero con Torino, Verona, Napoli, Bologna. Il decreto, firmato dal ministro Lupi fissa anche i costi dei biglietti. 57 euro, comprese Iva e tasse aeroportuali. La tratta per Bologna coster 50 euro. Almeno questa la proposta che viene avanzata dal ministero nel decreto. Il testo frutto di un percorso di mediazione iniziato mesi fa. La Regione ha messo

sul piatto 13milioni e 650mila euro per convincere le compagnie a volare sulle rotte della Continuit 2. I prossimi passi. Deiana fa anche capire che in ogni caso interverr. Le compagnie aeree mi hanno fatto capire che avrebbero voluto un maggiore coinvolgimento durante la stesura dellaccordo. E anche il sistema aeroportuale ha bisogno di una riflessione di insieme. Che far in accordo con

RIPRODUZIONERISERVATA

I TITOLI DELLA BORSA


TITOLO
A A.S. Roma A2A Acea Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam AdF-Aerop.Firenze Aedes Aeffe Aicon Ain Renewables Alerion Ambienthesis Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pell Arena Ascopiave Astaldi ASTM Atlantia Autogrill Autostrade Mer. Azimut B B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Basicnet Bastogi BB Biotech Bca Carige Bca Carige r Bca Finnat Bca Intermobiliare Bca P.Etruria e Lazio Bca P.Milano Bca P.Spoleto Bca Profilo Bco Desio-Brianza Bco Desio-Brianza rnc Bco Popolare Bco Santander Bco Sardegna rnc BE Beghelli Beni Stabili Best Union Co. Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Boero Bart. Bolzoni Bon.Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc Brembo Brioschi Brunello Cucinelli Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc C Cad It Cairo Comm. Caleffi Caltagirone Caltagirone Ed. Campari Cape Live Carraro Cattolica As Cell Therap Cembre Cementir Hold Cent. Latte Torino Ceram. Ricchetti CHL CIA Ciccolella Cir Class Editori CNH Industrial Cobra Cofide Cogeme Set Conafi Prestito' Cred. Artigiano Cred. Bergamasco Cred. Emiliano Cred. Valtellinese Crespi Csp D D'Amico Dada Damiani Danieli Danieli rnc Datalogic De'Longhi

Rif ieri
1,158 0,947 10,880 20,500 1,044 1,330 13,380 0,052 0,830 0,122 0,621 3,850 0,568 4,814 8,520 0,082 0,006 2,314 7,500 12,400 18,930 7,645 16,730 26,150 7,110 24,040 16,300 2,376 2,970 131,700 0,670 1,319 0,599 3,538 0,952 0,728 1,794 0,467 3,300 2,940 15,520 7,030 10,550 0,395 0,512 0,636 2,180 0,704 0,790 6,600 0,423 21,100 4,100 28,780 0,886 0,999 28,000 0,113 20,190 13,630 7,680 5,250 6,750 1,594 2,730 1,164 5,905 0,077 3,246 18,890 2,552 10,170 6,850 4,110 0,357 0,054 0,301 0,388 1,110 0,413 8,385 1,090 0,536 0,048 0,615 21,980 7,385 1,665 0,026 1,693 0,676 3,926 1,739 24,900 16,790 9,250 16,300

ieri
0,61 0,58 1,30 2,19 -0,07 0,19 0,42 -0,62 0,98 -1,55 0,18 1,94 0,27 0,73 1,50 2,82 0,60 0,97 6,20 0,38 1,81 -1,00 -0,74 3,54 7,20 4,68 11,96 2,43 10,70 -0,27 1,24 13,01 10,53 -1,65 1,30 2,43 0,77 -0,10 1,76 -0,49 2,20 3,86 0,74 1,23 0,59 0,57 1,89 -0,87 5,10 0,66 0,66 -0,57 0,57 -0,07 0,34 -0,76 0,78 4,17 1,40 3,32 -0,29 -0,44 -3,29 -3,15 -0,55 1,33 1,37 0,32 0,48 4,01 0,09 2,50 -0,41 2,29 8,33 0,52 -0,10 1,16 2,85 0,54 0,33 -0,31

Var % Cap. inizio 2013- 2014 in mil. anno min max di


1,22 13,22 31,24 2,65 38,10 26,67 38,94 29,75 3,75 15,27 14,52 18,28 9,86 5,45 29,93 -2,15 7,83 14,59 24,92 5,89 31,94 9,55 5,62 27,74 2,50 260,87 14,03 48,92 16,31 49,75 13,69 86,67 63,05 132,01 50,00 44,26 17,00 8,99 6,89 51,05 20,24 28,05 46,41 214,01 58,53 21,88 11,86 5,50 38,98 -18,61 -1,50 4,17 38,07 45,26 -23,09 3,97 7,56 12,66 14,41 11,55 34,35 10,86 -2,64 38,21 4,04 -2,93 73,61 13,19 61,18 134,72 92,35 22,95 18,09 28,79 -2,80 96,67 2,38 93,43 -3,25 0,82 38,24 27,66 23,79 29,24 5,30 14,13 40,36 0,12 4,42 11,45 36,86 157 2951 2299 84 38 101 121 53 89 13 11 167 53 1080 1529 4 10 539 739 1084 15493 1937 72 3710 77 2764 878 146 53 1416 3 208 548 199 2374 53 314 379 37 2757 69 54 103 1213 20 53 27 178 15 91 106 162 34 1 1896 89 1363 2255 313 47 530 20 333 145 3435 25 147 1014 172 1082 42 29 12 28 70 884 43 11341 106 389 3 29 1367 2435 776 4 57 287 65 141 1011 676 545 2427

TITOLO
Saes rnc Safilo Group Saipem Saipem risp Salini Impregilo Salini Impregilo rnc Saras Sat Save Screen Service BT Seat PG Seat PG r Servizi Italia Sesa SIAS Sintesi Snai

Rif ieri
7,260 15,170 17,690 17,420 4,418 12,590 1,242 13,060 13,500 0,154 0,002 0,880 5,540 12,810 8,790 0,108 2,024 4,240 4,916 6,285 2,180 10,150 0,420 146,000 6,720

ieri
-0,27 -1,04 -0,17 -0,46 -0,27 0,72 -2,05 -0,31 2,20 -0,52 -1,07 -0,16 0,69 -1,00 3,79 -0,24 3,89 0,40 0,55 -0,98 0,74 -

Var % Cap. inizio 2013- 2014 in mil. anno min max di


7,88 -14,68 14,57 1,87 -8,34 -0,40 49,19 20,81 9,31 153,72 -5,56 -4,35 35,78 7,74 21,24 0,37 48,93 4,85 14,91 9,59 1,87 3,15 15,04 17,38 5,588 6,615 12,595 16,000 2,367 11,228 0,823 8,148 6,964 0,052 0,001 0,480 3,199 11,397 6,080 0,080 0,542 3,394 1,929 4,010 1,686 9,643 0,223 146,000 5,312 7,824 19,075 32,181 35,000 5,065 15,330 1,286 13,346 14,276 0,180 0,006 1,270 5,558 13,383 8,858 0,136 2,072 4,231 4,883 6,524 2,300 11,056 0,457 167,500 7,570 53 952 7821 2 1968 20 1193 129 742 21 27 1 152 179 1995 5 241 14290 572 571 1040 132 35 -

TITOLO
Dea Capital Delclima Diasorin Digital Bros Dmail Group E Edison r EEMS EI Towers El.En. Elica Emak Enel Enel Green Pw Enervit Engineering Eni Erg Ergy Capital Esprinet Eukedos Eurotech Exor Exprivia F Falck Renewables Ferragamo Fiat Fidia Fiera Milano Finmeccanica FNM Fullsix G Gabetti Pro.Sol. Gas Plus Gefran Generali Geox Gruppo Ed.L'Espresso Gtech H Hera I I Grandi Viaggi IGD Il Sole 24 Ore Ima Immsi Indesit Indesit rnc Industria e Inn Intek Group Intek Group rnc Interpump Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo rnc Invest e Sviluppo Irce Iren Isagro IT WAY Italcementi Italcementi rnc Italmobiliare Italmobiliare rnc IVS Group J Juventus FC

Rif ieri
1,380 1,420 30,670 3,678 4,220 1,027 0,472 42,950 24,530 1,996 0,904 4,100 2,050 4,702 53,500 18,180 11,800 0,169 7,600 0,793 2,604 32,870 0,928 1,474 22,120 8,765 3,538 7,325 7,250 0,677 2,800 0,040 4,832 4,250 16,250 3,320 1,716 21,940 2,100 0,687 1,303 0,900 35,330 0,715 11,120 11,250 0,880 0,474 0,609 11,230 2,532 2,120 0,771 2,100 1,286 2,850 1,903 9,080 5,770 29,400 20,660 8,950 0,241

ieri
4,15 -1,54 0,38 -0,89 0,10 -2,26 0,12 1,87 -1,67 2,73 -0,19 0,59 -2,45 0,94 -0,16 0,43 0,60 -3,23 0,89 -0,64 -1,07 3,51 3,73 0,51 -0,75 1,19 -0,07 2,41 -0,21 1,67 0,43 1,53 2,45 -0,50 -0,94 1,63 0,46 0,67 -1,72 3,62 0,36 1,35 -0,79 3,61 -0,16 0,45 2,93 2,91 2,46 2,34 -1,83 5,56 0,16 1,34 1,23 0,82 2,38 1,13 -0,21

Var % Cap. inizio 2013- 2014 in mil. anno min max di


10,84 11,81 -12,40 66,43 6,57 5,17 53,52 25,99 53,99 18,18 9,84 30,82 11,11 46,12 21,87 4,97 18,71 -2,93 44,35 25,38 41,21 8,84 10,87 10,33 -19,91 26,66 46,20 1,03 33,15 38,46 6,71 13,08 3,16 51,79 -3,96 22,33 26,83 -1,44 28,83 80,65 51,51 47,66 23,96 54,36 11,93 37,78 32,26 47,27 47,78 28,05 42,01 45,50 14,73 25,00 17,12 24,02 27,80 44,47 67,25 17,13 40,74 23,45 7,49 1,204 0,659 26,472 1,071 2,009 0,842 0,261 20,487 14,016 0,999 0,526 2,305 1,369 1,856 25,474 15,380 6,780 0,117 3,172 0,457 1,088 19,001 0,612 0,795 16,749 3,826 2,260 3,916 3,569 0,169 1,831 0,031 4,379 2,327 11,941 1,837 0,697 17,301 1,208 0,327 0,739 0,475 13,760 0,402 5,334 2,476 0,594 0,267 0,310 5,585 1,118 0,975 0,540 1,358 0,457 1,911 1,186 4,178 2,118 12,776 7,973 6,272 0,188 1,473 1,439 35,923 3,740 5,465 1,435 0,539 43,537 24,491 2,033 0,920 4,107 2,053 5,848 53,806 19,454 11,780 0,331 8,033 0,831 2,610 32,738 0,998 1,487 29,614 8,695 3,579 8,759 7,336 0,690 3,158 0,054 5,061 4,225 17,523 3,408 1,962 24,030 2,101 0,858 1,339 0,896 39,275 0,702 11,386 11,464 1,650 0,474 0,611 11,196 2,513 2,103 1,004 2,087 1,343 2,937 2,094 9,128 5,810 30,420 20,503 9,019 0,343 418 212 1713 52 6 113 21 1218 118 127 148 38617 10188 85 673 66069 1771 28 401 14 93 8061 48 431 3664 10876 18 310 4184 294 31 86 217 60 25299 856 704 3832 2984 31 451 39 1309 239 1259 6 20 164 31 1219 38973 1961 5 59 1531 49 15 1617 613 653 335 344 246

TITOLO
K K.R.Energy Kinexia L La Doria Landi Renzo Lazio Luxottica Lventure Group M M&C Maire Tecnimont MARR Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Meridie Mid Industry Cap Mittel Moleskine MolMed Moncler Mondadori Mondo Tv Monrif Monte Paschi Si. Montefibre Montefibre rnc Moviemax Mutuionline N Nice Noemalife Novare O Olidata P Panariagroup Parmalat Piaggio Pierrel Pininfarina Piquadro Pirelli & C. Pirelli & C. rnc Poligr. S.Faustino Poligrafici Editoriale Poltrona Frau Pop.Emilia Romagna Pop.Sondrio Prelios Premuda Prima Industrie Prysmian R R. De Medici Ratti RCS MediaGr r B RCS Mediagroup RCS Mediagroup risp Recordati Reply Retelit Risanamento Rosss S Sabaf S.p.a. Saes

Rif ieri
1,619 2,428 6,340 1,446 0,570 42,180 0,151 0,157 2,712 14,210 6,405 4,264 8,410 7,020 0,161 1,700 1,216 0,765 12,400 1,433 0,834 0,448 0,282 0,036 0,171 0,061 5,200 3,342 4,904 0,935 0,510 1,550 2,502 2,758 0,750 4,960 2,098 11,440 9,980 7,815 0,400 2,952 9,475 5,265 0,729 0,379 14,300 18,470 0,324 2,420 0,968 1,724 1,365 12,560 65,500 0,710 0,213 1,558 14,950 8,775

ieri
0,31 3,41 3,59 1,12 1,60 0,48 -0,86 -0,38 -0,29 -0,07 -3,03 5,08 1,33 2,48 -2,37 1,19 -0,73 -2,17 -0,08 -0,97 -1,53 -1,88 6,45 -0,49 1,96 0,36 4,34 -0,29 -2,52 6,08 -0,27 -0,36 -0,47 0,35 -0,89 1,69 -1,23 -0,07 3,55 6,80 1,82 -0,16 1,78 2,27 0,31 5,22 4,23 5,90 -1,10 1,55 0,42 0,66 -2,99 1,77 -0,74

Var % Cap. inizio 2013- 2014 in mil. anno min max di


-14,47 12,30 61,57 14,58 17,00 8,10 203,63 -0,95 63,37 17,34 2,07 23,09 33,28 11,34 103,80 0,71 -22,60 3,09 -23,08 3,09 64,99 1,52 60,74 -3,33 26,46 21,35 36,37 29,86 29,44 18,32 1,05 14,63 45,07 53,37 16,56 -8,26 4,50 28,64 35,55 23,21 38,22 25,78 27,23 32,01 52,86 -0,75 20,48 10,30 125,06 33,64 92,12 21,59 11,77 28,18 0,47 17,23 16,52 25,36 0,838 1,000 1,673 0,896 0,401 31,098 0,041 0,151 0,577 7,857 3,836 1,490 3,825 3,841 0,073 1,290 1,219 0,400 12,401 0,845 0,382 0,252 0,156 0,037 0,096 0,058 0,162 2,352 2,911 0,695 0,239 1,028 1,735 1,849 0,491 2,648 1,343 7,175 5,669 3,854 0,199 0,935 4,233 3,710 0,566 0,205 8,518 14,096 0,105 1,915 0,303 1,110 0,179 6,904 20,971 0,432 0,140 0,966 8,726 6,401 2,441 2,515 6,290 1,646 0,941 42,300 0,370 0,182 2,694 14,295 16,957 4,301 8,394 6,939 0,183 2,042 2,302 0,849 16,314 1,600 0,856 0,605 0,298 0,106 0,194 0,098 5,206 3,599 4,816 0,998 0,534 1,606 2,612 2,703 0,853 5,043 2,355 12,717 10,395 8,131 0,456 2,953 9,304 5,468 0,931 0,413 14,328 19,565 0,361 2,619 0,954 4,428 1,343 13,196 65,254 0,781 0,253 1,604 15,059 8,844 54 51 195 162 39 20081 16 75 823 950 120 5002 7228 5107 8 149 259 173 3110 355 22 68 3249 5 4 4 206 385 37 13 17 71 4567 976 36 149 105 5448 123 67 53 414 3106 1579 201 71 150 3940 122 66 74 730 39 2633 610 116 173 18 172 129

Snam Sogefi Sol Sorin Space Stefanel Stefanel risp STMicroelectr.

T
Tamburi TAS Telecom IT Telecom IT Media Telecom IT Media rnc Telecom IT rnc Tenaris Terna TerniEnergia Tesmec Tiscali Tod's Trevi Fin.Ind. TXT e-solution 2,810 0,610 0,858 0,125 0,374 0,687 16,080 3,918 2,196 0,725 0,074 96,850 8,150 10,080 0,14 3,04 0,18 -0,08 0,29 1,10 0,44 0,77 1,39 1,40 -0,67 2,76 0,18 0,40 24,78 24,52 21,03 2,37 97,00 21,72 2,23 8,35 0,27 -8,17 73,58 -18,89 30,40 10,83 1,482 0,401 0,475 0,074 0,150 0,378 14,759 3,010 1,890 0,457 0,036 91,002 4,034 3,144 2,810 0,626 0,875 0,180 0,430 0,683 18,328 3,906 2,372 0,904 0,080 144,651 8,208 11,972 401 25 11485 181 2 4101 7852 83 77 138 2941 568 118

U
UBI Banca Unicredit Unicredit risp Unipol Unipol pr UnipolSai UnipolSai risp UnipolSai risp B 7,180 6,730 8,995 5,740 5,070 2,820 277,300 2,798 4,97 1,51 -0,55 1,23 1,00 1,44 0,65 0,36 48,35 24,98 14,51 31,95 38,22 16,05 52,36 32,73 2,676 3,241 7,290 1,511 1,333 0,950 79,136 0,673 7,069 6,721 9,435 5,700 5,043 2,831 276,890 2,804 6375 38907 22 2531 1379 6323 354 1053

V
Valsoia Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass. 11,770 1,487 6,465 10,660 4,62 -0,13 1,02 0,57 10,00 23,92 25,17 22,25 3,703 0,857 3,042 4,835 13,335 1,496 6,440 10,749 121 45 282 715

W
World Duty Free 10,400 2,16 11,83 7,400 10,905 2638

Y
Yoox 25,130 1,21 -25,39 11,880 34,569 1461

Z
Zignago Vetro Zucchi Zucchi rnc 6,300 0,117 0,254 0,32 -0,43 25,25 61,83 37,35 4,184 0,065 0,165 6,389 0,143 0,294 559 44 1

ANSA

lassessore al Turismo Francesco Morandi. Anche perch ci deve essere una armonizzazione tra low cost e continuit. La procedura. La procedura in realt un po complessa. Il decreto impone gli oneri di servizio sulle rotte. In altre parole una serie di obblighi che le compagnie devono osservare. Come la frequenza dei voli e gli orari. Se qualcuno accetta, o se pi compagnie si dicono pronte a coprire le tratte a queste condizioni le rotte sono assegnate senza gara, ma anche senza ricevere i contributi. Se non arrivano proposte, ed quello che accadr, verr fatta la gara e chi si aggiudicher la rotta in esclusiva avr anche lincentivo, una fetta dei quasi 14 milioni messi sul piatto dalla Regione. In realt sono i fondi risparmiati dalla gara sulla prima continuit, quella per le rotte su Roma e Milano. Ugo vola alto. Cappellacci mette il cappello sulliniziativa. La pubblicazione del decreto sulla Continuit 2 un ulteriore passo in avanti verso il cambiamento avviato con la Continuit 1 per Roma e Milano afferma lex governatore . La tariffa unica il pilastro di un nuovo sistema di collegamenti aerei idoneo a produrre benefici non solo per i viaggiatori, ma anche per le imprese, per il lavoro e per i territori

Dow Jones
NEW YORK

Nasdaq
NEW YORK

Ftse 100
LONDRA

Cac 40
PARIGI

Dax
FRANCOFORTE

Nikkei
TOKIO EURO/DOLLARO

1,3790 +0,01%
EURO/YEN

142,53 +0,08%
EURO/STERLINA

0,8292 +0,12%
PETROLIO (brent)

106,24 -1,52%
ORO (euro/gr)

28,93 -0,72%
ARGENTO (euro/kg)

407,04 -0,25%
EURIBOR 360 3 mesi 6 mesi

0,313 0,418

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Lettere e commenti

17

I Le lettere non devono superare le 1500 battute e non saranno pubblicate se prive di nome, cognome, telefono e indirizzo dell'autore. I Possono essere inviate via fax al numero 079 2674086 o per posta elettronica all'indirizzo email: lettere@lanuovasardegna.it

costi della politica di ANDREA SABA

la parola ai lettori

risponde manlio brigaglia

Troppi enti pubblici inutili e poca informatizzazione

Pi facile atterrare su Marte che inviare un pacco

ono anni che si parla del debito pubblico italiano che ha superato i 2000 miliardi, ma nessuno dice da dove venuto fuori e come sia andato crescendo inesorabilmente con tutti i governi, di qualunque colore, negli ultimi 40 anni. Nella Prima repubblica un politico che diventava ministro. Il suo primo pensiero era quello di essere rieletto e quindi ad avere la possibilit di continuare a fare parte del governo. Si inventava un obiettivo virtuoso: ricerca scientifica, occupazione giovanile, qualificazione femminile ecc. All'ombra di questo fine creava un ente quanto pi possibile prestigioso; oppure varava un vasto progetto. Il presidente era rigorosamente lottizzato e nel consiglio di amministrazione membri autorevoli della burocrazia: Consiglio di Stato, Corte dei Conti, Avvocatura dello Stato, Banche e anche qualche membro della magistratura. Poi iniziava ad assumere personale in modo da incrementare la sua base clientelare per le future elezioni. Quando poi il nuovo ente entrava in funzione si adoperava per ottenerne sostanziose tangenti. Tutto questo organismo solo casualmente produceva vantaggi per la collettivit, ma, ed questo il punto cruciale, veniva finanziato con un incremento del debito pubblico. Un piccolo aumento del debito non fa male a nessuno: non c' aumento di pressione fiscale, non ci sono spostamenti di bilancio, a pagare saranno i posteri cio noi, gli abitanti attuali dell'Italia che per quaranta anni hanno sopportato questa ignobile pantomima. Nel 1975 la percentuale del debito sul PIL era il 60% ed ora il 132 % e ci costa un mare di soldi per interessi. E se non paghiamo falliamo, come l'Argentina del default. Alcuni di questi enti funzionano, ma in genere anche in questo caso, hanno un personale in eccesso di origine clientelare. Sono Nella Prima stato presidente per nove anni Repubblica si di un ente per lo sviluppo del mezzogiorno; in nove anni ho partiva da un cambiato sette ministri e tutti-tranne Giovanni Marongiu, obiettivo virtuoso per mi hanno costretto ad assucreare strutture che mere almeno cinque o sei raccomandati. Ho fatto anche co- avevano solo funzioni se utili, ma avevo un personale di 135 dipendenti e me ne clientelari o di raccolta di sarebbero bastati 20. Questo finanziamenti il modello da Prima Repubblica. Poi, venendo meno la pressione dei partiti, tutti i burocrati, i magistrati, gli accademici che di fatto controllano tutta questa massa di enti nazionali e regionali, hanno creato una sorta di corporazione autonoma e oggi rappresentano il vero potere in Italia. Come se ne esce? Certo non solo riducendo le auto blu. Bisogna eliminare gli enti del tutto inutili; non facile perch non si pu cacciare via di colpo tutto il personale e quindi bisogna trovare soluzioni alternative. Poi bisogna individuare negli enti utili la massa di raccomandati che comodamente vivono a spese dei funzionari seri e competenti. E'molto difficile. Nella intricatissima burocrazia, nella sanit, nell'universit e in molti centri di ricerca si annidano abilissimi parassiti che fingono una attivit frenetica, spesso del tutto inutile e velleitaria. Come scovarli ? Una nuova opportunit viene dalla innovazione tecnologica. Sta per partire il progetto di Ict, Information Comunication Tech. Applicato a tutta la pubblica amministrazione. Il processo di informatizzazione consentirebbe di individuare ci che realmente serve e isolare gli aspetti parassitari all'interno della burocrazia e quindi procedere alla loro eliminazione progressiva e darci una amministrazione meno soffocante, pi efficiente e ripulita dalle incrostazioni. Per la condizione che coloro che si occupano della informatizzazione della Pa abbiano coscienza di questa opportunit e la capacit e il sostegno politico per attuarla. Sarebbe veramente un cambiamento radicale ed utile.

pi facile atterrare su Marte che inviare un pacco postale in Italia. Le Poste Italiane hanno a Lonate Pozzolo, in provincia di Varese, un Centro di smistamento (GTW) dove l'intelligenza umana sembra essersi nascosta. Un pacchetto parte da Sassari il 28 febbraio scorso diretto a Zurigo. Contiene regalini per il compleanno della nipotina. Lo spedisce la nonna che, senza sua colpa, ha Sas per cognome fin dalla nascita in Polonia. Al pacchetto incollato il codice fiscale specifico delle persone fisiche (16 caratteri). A Lonate Pozzolo qualcuno non legge l'allegato (o non lo fa leggere alla macchina) e il pacchetto va avanti e indietro con la Sardegna per 3 volte. Da Lonate Pozzolo richiedono copia della "fattura"; eh, gi, la signora Sas, codice fiscale etc., per le Poste italiane, o almeno per il centro di smistamento di Lonate Pozzolo. una So-

ciet in accomandita semplice! Al terzo "respingimento" gli addetti dell'ufficio postale interessato di Sassari chiedono lumi al referente regionale pacchi, il quale consiglia di esporre per esteso che la signora Sas un normale essere vivente. Nel frattempo trascorso un mese. La navetta spaziale atterrata su Marte e il pacchetto ancora a Sassari. L'ho ritirato ieri. Se l'avessi ritirato il giorno dopo sarebbe stato un perfetto scherzo da 1 aprile, made in Poste Italiane. Leokadia Sas
Sassari

*** La Sua lettera l'implacabile dimostrazione che accanto all'Intelligenza artificiale c' anche l'Imbecillit artificiale. Quest'ultima il prodotto di un felice connubio fra la capacit delle macchine di operare in mille

direzioni, ma sempre agli ordini dell'intelligenza naturale, quella dell'uomo vivo e vegeto (e possibilmente con l'occhio attento) e la naturale tendenza della burocrazia a stabilire norme che nessuno pu toccare neanche quando evidente che non funzionano o funzionano male. Io racconto sempre un altre episodio Poste italiane-Sardegna. Muore un amico a pochi metri da casa mia. Scrivo subito una lettera alla vedova, imbuco e, ad onta dell'indirizzo "Citt" la lettera, come pare accada per tutta la posta sarda (sai il risparmio!) va a finire a Cagliari, dove la via Budapest, indicata nell'indirizzo, non esiste: e cos la lettera torna al mittente con la scritta non mi ricordo se "Via inesistente" o "Sconosciuta al portalettere": inesistente a Cagliari, sconosciuta al postino di Cagliari. O bei tempi dei messaggeri a cavallo!
leggere il Vangelo anche in tram e faccia gli spot per la "Misericordina" se poi la sua opera riformatrice si ferma alla Curia romana, scordandosi del clero "sindacalizzato" e "impiegatizio" amante pi della piazza che del presbiterio. Io sono fortunata: il mio confessore sempre nella mia parrocchia. Ma capisco che oramai una razza in via d'estinzione. Quando un fedele chiede al sacerdote di essere confessato (anche se questo sta gi chiudendo le porte della sua parrocchia) dovrebbe dar spazio alla "pecorella smarrita" che chiede di essere perdonata, al "figliol prodigo" che torna per essere perdonato. Viviana Monteverdi Sassari
atteggiamenti razzisti

la vignetta di gef

la disoccupazione

Avere il coraggio di cambiare lavoro


I L'articolo dell'economista Andrea Saba apparso sulla "Nuova" interessante e per molti versi fuori del coro. Parla " di ripresa italiana frenata da vizi e mancanza di grinta". Il continuo piagnisteo sugli insuccessi della Fiat in Italia, accompagnati dai battaglieri clamori dei sindacati contro Marchionne, proiettano una luce particolare sui dati riportati nellarticolo, sulla percentuale del possesso ad personam di vetture in Europa: 50 a testa a Monaco e ben 72 a Roma. A parte il fatto che in quest'ultima cifra deve essere compreso un significativo numero di auto blu, risulta chiaro che chi meno produce auto pi ne possiede e che, implicitamente, le acquista da chi magari risparmia di pi per la ricerca e per ridurre il costo di produzione. Nei piccoli paesi sardi dell' interno, consistenti, come si dice, " in d'una intrada e una essida", ci si sposta in macchina anche per fare solo pochi metri: il guscio metallico protegge e d sicurezza sociale. Tanta spesa per una discutibile comodit. Eppure, in uno di questi paesini, non molti anni fa, ho sentito un operaio edile, che mai era riuscito ad intraprendere in proprio ma che sempre aveva lavorato

Sostegni agli immigrati e leggende da sfatare


alle dipendenze, esprimere il desiderio di cambiare il suo mestiere in quello tradizionale sardo del pastore. Se avesse avuto i soldi, avrebbe preso in affitto un terreno e comprato un gregge di pecore. Aveva la grinta che forse Saba suggerirebbe agli operai del Sulcis che dopo anni dal fallimento dell'impresa in cui lavoravano, scendono ancora nei pozzi per protestare e chiedere un posto non si sa bene dove, n quale. La nuova amministrazione regionale sarda avr la grinta di perseguire soluzioni nuove in materia, di fare uscire i disoccupati da richieste senza fine? Michele Bissiri Sassari
chiaramonti

to problema: in quella via le auto sostano sia a destra che a sinistra senza regole. Obbligata a fare lo slalom arrivo poi alla stretta curva a lato della chiesa anche quella perennemente ostruita da mezzi in sosta. Cerco invano la polizia municipale... inesistente. Al telefono non rispondono. I miei anziani genitori potrebbero avere urgente necessit di spostarsi in auto. A quale santo devo invocarmi? Oppure continuare a sperare nel buon senso degli automobilisti chiaramontesi? Sebastiana Canu Tula
la chiesa

I sacerdoti sbrigativi ascoltino di pi il Papa


I Ho letto la lettera sul confessore con la fretta di chiudere. Ha ragione il professor Brigaglia: purtroppo i sacerdoti li troviamo sempre meno in sacrestia. Ecco io dico questo: a che serve che papa Francesco suggerisca di

Strade impercorribili: troppe auto in sosta


I Vado spesso a Chiaramonti, mio paese d'origine per trovare i miei genitori che abitano in via Galilei, ogni volta si verifica il soli-

I Laltra mattina sul pullman che da Sassari porta a Santa Teresa di Gallura, due donne sedute ai primi posti discutevano ad alta voce, degli immigrati, o meglio delle immigrate usando termini veramente razzisti e incuranti del fatto che nei sedili posteriori sedevano 2 donne di nazionalit rumena con i loro bambini (oltretutto comunitari). A far arrabbiare le due donne era il fatto che secondo loro molti sindaci davano 30 euro al giorno a tutti gli immigrati. Al di l dei toni insopportabili bisogna sfatare questa leggenda sui sostegni agli immigrati. Ho chiesto personalmente ad un sindaco e mi ha risposto: Finiamola con questa storia, pazzesco solo immaginarlo. I Comuni non hanno una lira in cassa per le spese basilari, sarebbe impossibile. E comunque sembra che la gente abbia bisogno di inventarsi qualcosa per giustificare il suo razzismo Alessandro Acciaro Sorso

le nuove regole agcom di FABIO CHIUSI

Il diritto dautore, la pirateria online e il pericolo di censure


tare il suo diritto di cronaca e di critica. L'Agcom sostiene sia questa la ratio del regolamento, ma nel testo quella volont non esplicitata con chiarezza. Ancora, il dettato distingue la rimozione selettiva (cio quella di un solo contenuto, per esempio un brano musicale o una sua parte) dall'oscuramento vero e proprio del sito che ospita materiale illegale sulla base del concetto di violazione massiva. Un criterio che tuttavia non viene sufficientemente dettagliato, e si potr verificare solo in fase applicativa. Ossia, quando potrebbe essere troppo tardi per evitare che si finiscano per giustificare interventi censori con la scusa della tutela del diritto d'autore. L'idea poi di accelerare il procedimento di accertamento e rimozione dei contenuti illeciti, prevedendo il ricorso alla magistratura solo in sede di ricorso (altrimenti decide Agcom), ci riporta al punto di partenza: sufficiente a tutelare i diritti degli utenti e, in particolare, il pieno esercizio del contraddittorio? C' infine da chiedersi, al netto degli opposti estremismi, se davvero fosse opportuno e urgente un intervento di questo tipo in materia. infatti di nemmeno un mese fa la notizia del sequestro record, da parte della Finanza, di 46 siti che diffondevano illegalmente opere cinematografiche. E del resto, lo scorso 6 febbraio si appreso che secondo uno studio Deloitte per Fimi, per la prima volta dal 2002, nel 2013 il mercato discografico italiano ha ricominciato a crescere (+2%). Non perch sia cresciuto il mercato dei prodotti fisici, passato dal 72 al 68% di quello complessivo, ma grazie proprio alla diffusione di massa di servizi di streaming legale di musica in rete, come Spotify e Deezer: gli abbonamenti sono passati dall'8% del 2012 al 18% dell'anno scorso. Tradotto, significa un incremento del fatturato del 182% in dodici mesi, da 2,5 a 7 milioni di euro. Segno che dovrebbe essere questa la direttiva principale per sconfiggere la pirateria senza limitare creativit e libert di espressione. L'Agcom, di nuovo, nel regolamento lo riconosce al punto di predisporre un apposito Comitato, ma il dubbio che le maggiori attenzioni fossero da riservare proprio a quest'ultimo aspetto, piuttosto che alla repressione degli illeciti, resta. Dopotutto, i dati provenienti dai paesi dove la diffusione di servizi come Spotify maggiore mostrano chiaramente un effetto deterrente sul consumo di opere pirata. Se quella della rete l'era dell'abbondanza, e il mercato vi si sta finalmente adeguando, meglio non correre il rischio di applicare norme analogiche a un mondo digitale.

in vigore il contestatissimo e travagliato regolamento dell'Autorit per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) sul diritto d'autore, approvato a dicembre. Mesi di serrato dibattito tra sostenitori della necessit di misure pi efficaci e rapide nel contrasto alla pirateria online (su tutti, Confindustria Cultura e Fimi, la Federazione industriale musicale italiana) e critici, che vi ravvisano il rischio che le nuove regole si traducano in indebite limitazioni della libera espressione in rete, non sono tuttavia stati sufficienti per chiarire i tanti aspetti problematici del provvedimento. Per prima cosa, e a prescin-

dere da un dibattito svoltosi tutto in punta di diritto, non si capisce perch su una materia tanto delicata ci si debba accontentare della delega a un' autorit amministrativa, e non si debba piuttosto chiedere un intervento della politica, e dunque del Parlamento. A questo modo, per esempio, il legislatore potrebbe chiarire una volta per tutte che le nuove norme non si abbattono in modo indiscriminato su un portale predisposto appositamente per diffondere contenuti illeciti e su un sito di giornalismo amatoriale, ma di successo, che decida di utilizzare brevi spezzoni di interviste video prodotti da emittenti televisive per eserci-

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

19

Sassari
I

I Sassari PreddaNieddastr.31 I Centralino 079/222400 I Fax 079/222460

I Abbonamenti 079/222456 I Pubblicit 079/2064000

e-mail: cronaca@lanuovasardegna.it

Lei sbattuta al muro, filmato da paura


IL PROCESSO TENTATA VIOLENZA E PERCOSSE
Violento litigio tra un pregiudicato algherese e la ex fidanzata: le telecamere della Frumentaria avevano ripreso la scena
di Luigi Soriga
Q SASSARI

Il poliziotto, quando racconta al giudice Salvatore Marinaro le sequenze del filmato, usa queste parole: Scene da Arancia Meccanica. Le telecamere sono quelle del palazzo della Frumentaria, via delle Muraglie, quartiere di San Sisto, cuore del centro storico. il 18 aprile del 2012, sono le due di notte, e si vede unauto che si ferma davanti a un muro. assolutamente un caso che il veicolo si sia parcheggiato proprio l sotto, perch nel serbatoio non c pi un goccio di benzina. A bordo ci sono tre persone: una ragazza, un suo amico e il suo ex fidanzato. Questultimo si chiama G.M., ha trentaquattro anni e un lunghissimo curriculum di precedenti penali: rissa, accoltellamenti, rapine, porto abusivo darmi, droga, minacce. Nella vita non si fatto mancare nulla dice il suo avvocato difensore Patrizia Marcori per lui le donne non le ha mai picchiate, e n tantomeno ha mai tentato di violentarle. E non lo ha fatto nemmeno questa volta. E invece proprio per queste accuse che ieri mattina si trova nellaula del tribunale. Capelli rasati, sguardo duro, giubbotto nero, gli levano le manette dai polsi, lo fanno accomodare accanto ai legali. Ancora non arrivato il suo turno di parlare, sar forse il 18 giugno. Quindi ascolta in silenzio il racconto del poliziotto. Le riprese delle telecamere durano diverse ore. I soggetti non sono sempre inquadrati. Non stanno fermi, spesso si spostano da una via allaltra. I tre ragazzi sono accesi, hanno bevuto, erano in giro prima ad Alghero, poi a Olmedo e avevano deciso di chiudere la serata a Sassari. Ma lauto improvvisamente li aveva lasciati a secco. Nellabitacolo il clima teso: G.M. e la ragazza si erano mollati da poco, per si stavano riavvicinando. E poi

cera questo amico di lei, che si ritrovato tra due fuochi. proprio lui il primo a farne le spese. G.M., che sa usare le mani e ha una corporatura che lo assiste, lo stende con un paio di ganci al viso. Il ragazzo malconcio se la d a gambe. I due ex fidanzati rimangono soli. A un certo punto nel filmato si vedono due persone che escono dalla macchina racconta il poliziotto un uomo e una donna. Si capisce bene che si tratta di una coppia che litiga. Lui per ci va sul pesante, la strattona, la sbatte contro il muro, le sferra dei colpi. Sono scene da Arancia Meccanica che si protraggono per ore. Lei ha paura di reagire, ma a un certo punto trova il coraggio di assestare un morso sul viso del suo ex. Lui ha un impeto di rabbia e lo sfoga contro il muro. Andate a controllare, se non mi credete dir la ragazza agli inquirenti, al momento di sporgere denuncia date unocchiata a quel muro. E in effetti verr trovato del sangue e una traccia di epidermide, una sorta di piccolo scalpo di G.M. stampato sulla pietra. Ma le accuse di lei sono ben pi pesanti: A un certo punto mi ha preso per un braccio e mi ha portato in un vicolo buio. Ora ti faccio vedere io. Pare che luomo avesse in mano una spranga e una bottiglia di vetro, ma nei filmati di questo non c traccia. Mi ha messo la mano nei jeans, ha tirato e mi ha strappato il bottone. Ma le grida attirano lattenzione di uninquilina, che si affaccia alla finestra e urla a sua volta. Gli animi si placano. Arriva anche il fratello della ragazza, e qui accade un epilogo strano. I tre vanno a piedi a casa di una zia della giovane, e poi il fratello riaccompagna alla sua abitazione G.M. Nella prossima udienza verr sentita la donna affacciata alla finestra, e per ultimo sar limputato a raccontare la propria versione.

Il finanziere: Ecco perch abbiamo chiuso i 5 night club


Q SASSARI

La facciata del tribunale di Sassari

La guardia di finanza laveva ribattezzata operazione Moulin Rouge, perch le notti di Sassari nel 2010 non avevano niente da invidiare a quelle del quartiere parigino di Pigalle. I locali New Sax, Berry Night, Kiss Kiss, Egizia, Sottopiano Club erano delle miniere doro, e i loro gestori, tenuti docchio dalle fiamme gialle, avevano un tenore di vita un tantino sopra le righe. I night club perci vennero chiusi, e i titolari Manuela Achiella, Leo Piacente, Davide Canu, Lorenzo Spano, Giovanni Virdis,Salvatore Silanos, Ignazio Montalbano, Massimo Del Fabro, Maurizio Gana-

du, Bastiano Diana, Ferdinando Ricci, Claudio Ledda, Gianluigi Loddo, Giovanni Doro, Battista Carta, Marco Carboni sono stati accusati di sfruttate ragazze ungheresi, romene, slovacche e nigeriane. Ieri, in Corte dAssise, stato sentito il luogotenente della Finanza Pierluigi Addis, che ha illustrato le modalit di svolgimento delle indagini: accertamenti patrimoniali, controlli nei locali, intercettazioni telefoniche e ambientali, posizionamento di telecamere. In pi gli inquirenti hanno sentito i numerosissimi clienti del locale. Gli imputati erano difesi dagli avvocati Doppiu Anfossi, Secci, Masala e Porcu; il pm era Giovanni Porcheddu.

Fiume Santo, la Regione non molla


Incontro tra sindacati e lassessore Maria Grazia Piras: Salvare linvestimento
di Gianni Bazzoni
Q SASSARI

Maria Grazia Piras

La giunta regionale appena insediata comincia a occuparsi della vertenza Fiume Santo. E lo fa nellottica che non territoriale (cio di una sola area) ma di tutta la Sardegna. Questo lapproccio dellassessore regionale allIndustria Maria Grazia Piras con le organizzazioni sindacali che, ieri, hanno avuto lincontro messo in calendario per affrontare subito la situazione del polo energetico e del comportamento assunto da E.On. Per noi stato un primo passo positivo ha commentato Massimiliano Muretti, segre-

tario generale della Filctem-Cgil di Sassari perch lassessore ha chiarito che non c assolutamente bisogno di avviare tutto il percorso dal principio. Insomma, non sar necessario che i dirigenti di E.On tornino al tavolo regionale per spiegare cose che, ormai, sono chiarissime. La Regione. Lassessore allIndustria ha assicurato che sulla vertenza Fiume Santo ci sar una posizione precisa da parte della giunta regionale. Per questo, prima di assumere ogni eventuale iniziativa, ci sar un passaggio con il presidente Francesco Pigliaru. Poi si far il punto della situazione insieme ai sindacati. Poco tempo. Il tempo a disposizione non molto. E se possibile - come ha sottolineato lassessore - bisogner fare in modo di recuperare quello che stato perduto. Servir una strategia chiara, uscire dalla situazione di stallo che da troppi mesi vede la multinazionale tedesca impegnata a proseguire in una politica che non condivisa dai sindacati e dal territorio. E che ultimamente coincisa con lannuncio di E.On che ha formalizzato 70 provvedimenti di mobilit. Situazione tesa. La tensione salita con la raffica di scioperi e con la decisione di lavoratori e organizzazioni sindacali di inasprire le iniziative di lotta. Molto dipender dal ruolo che vorr assumere la Regione, in una vertenza dove E.On ha potuto contare anche su molta comprensione da parte degli ultimi governi nazionali. Gli investimenti. Allassessore regionale allIndustria, i sinda-

cati (allincontro erano presenti quelli di categoria di Sassari, i confederali e i rappresentanti regionali) hanno ricordato limportanza degli investimenti che E.On sembra decisa a non rispettare. Circa 700 milioni di euro legati alla demolizione dei gruppi 1 e 2 - ormai fermi perch fuori legge - alla realizzazione di un nuovo gruppo a carbone, allabbattimento della vecchia ciminiera e al miglioramento della compatibilit ambientale e visiva (con la restituzione di un gran pezzo di spiaggia). La vendita. A Maria Grazia Piras - che da tempo conosce bene le vertenze industriali del Sassarese, e non solo - i rappresentanti sindacali hanno chiesto una attenzione decisiva da parte della Regione affinch da parte di E.On vengano accelerate le procedure di vendita degli asset. Un passaggio fondamentale per evitare di perdere linvestimento per il quinto gruppo. Il cantiere. Lobiettivo del sindacato, ma anche delle istituzioni del territorio, quello di arrivare ad aprire il cantiere per il quinto gruppo entro il 4 dicembre. E quello, infatti, lultimo termine utile per non vanificare linvestimento programmato. In questo senso risulta fondamentale chiarire le intenzioni di E.On, impegnata su scala internazionale in una campagna di dismissioni che presto potrebbe evidenziare certezze anche per la realt italiana, e quindi anche per Fiume Santo. Contiamo sul ruolo attivo della Regione, ha concluso Massimiliano Muretti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

20

Sassari

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

lesperto risponde

SS Scrivete i vostri quesiti e inviateli per mail a espertorisponde@lanuovasardegna.it

Due settimane di ferie, un anno di Tares


Un lettore si lamenta per il sistema di pagamento dellimposta adottato nel paese dove si trova la sua seconda casa

vvocato Bassu, secondo lei corretto da parte di un Comune far pagare la bolletta Tares per tre componenti quando le persone che occupano lappartamento sono solo due? Si tratta di una seconda casa in un centro costiero, paghiamo per 365 giorni e la occupiamo solo due settimane.
I Il tributo comunale sui rifiuti e sui servizi indivisibili (Tares) ha sostituito sia la vecchia tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani (Tarsu) che la Tassa sull'igiene ambientale (Tia). A differenza delle precedenti, il cui gettito serviva esclusivamente a finanziare il servizio di gestione dei rifiuti urbani, la Tares un tributo che si articola in due componenti: una componente rifiuti, calcolata sulla base delle quantit e qualit medie dei rifiuti prodotti per superficie immobiliare, ed una componente servizi, volta invece a finanziare i costi dei servizi indivisibili del Comune (investimenti per le opere, i costi di spezzamento, illuminazione e pulizia delle strade, ecc). In ordine alla prima delle due componenti

Il tributo comunale ha sostituito le vecchie Tarsu e Tia Ci sono enti locali che fanno lo sconto
appena menzionate, che poi quella rilevante ai fini del quesito proposto, la normativa prevede che limporto dovuto dal cittadino rispetto agli immobili ad uso abitativo, come per esempio prima o seconda casa, venga ricavato facendo riferimento ad alcuni parametri, tra i quali il numero dei componenti del nucleo familiare iscritti dal primo gennaio 2013 sugli elenchi dellanagrafe tributaria, nonch la metratura dellabitazione. Il numero di occupanti dell'unit abitativa viene, quindi, presunto sulla base dei documenti nella disponibilit del Comune, poich difficilmente, del resto, questultimo potrebbe effettuare un accertamento in merito all'effettiva re-

sidenza dei singoli contribuenti casa per casa. Premesso che non conosco con esattezza i dettagli del caso da Lei descritto (ma bene precisarlo e ripeterlo, a questa rubrica possono essere rivolti solo casi generali e non particolari), possibile che i dati in possesso del Comune ove situato limmobile non coincidano con la situazione attuale o, pi semplicemente, sia stato commesso uno sbaglio: in ogni caso sarebbe opportuno accertarsene affinch, ove errore vi sia stato, si possa intervenire tempestivamente e porvi rimedio quanto prima. Quanto invece allaccenno al pagamento del tributo per loccupazione della casa per lintero anno, la legge stabilisce che i comuni possano prevedere una riduzione del tributo per i proprietari di abitazioni utilizzate saltuariamente e in modo non continuativo: si tratta per di una riduzione facoltativa, per la quale, cio, non esiste un obbligo di applicazione, spettando eventualmente al singolo ente in questione deliberare in proposito. Va dunque considerato comune per comune e caso per caso.

ecco come fare


SS PER MAIL O PER POSTA Scriveteivostriquesiti e inviateliper mail aespertorisponde@lanuovasardegna.it oppureallindirizzoLesperto risponde, NuovaSardegna, Z.I.Predda Niedda, strada30/31,Sassari. SS SINTESI E TEMI GENERALI Ledomande devonoesserebrevi, devono riguardaretemi diinteresse generale e devonoessereespresse conlamassima semplicit.Iquesiti sono pubblicatiin formaanonima,machi li formula deve fornircilegeneralit completee un numerodi telefono. SS CHI VI RISPONDER Iquesiti susuccessioni, eredit, compravenditesaranno valutatidaun pooldinotai costituito dalconsigliodei distrettinotarilidi Sassari, Nuoroe TempioPausania.Alle questioni legali risponderlavvocato Giuseppe Bassu. SS OGNI MERCOLED LapaginaLesperto rispondesar pubblicataogni mercoled nelle cronache localidellaNuova Sardegna.

Avvocato Giuseppe Bassu

usucapione

coppie di fatto

donazioni

Zia vende uno stabile Come tutelarsi al tramonto di una vita insieme? La riunione fittizia ma teme che il nipote aiuta a calcolare rivendichi la sua quota Vedova, convive da 25 anni con un uomo e vuole difenderlo dai figli le quote ereditarie

ue sorelle hanno ereditato, unitamente ai discendenti per rappresentanza di altre due sorelle premorte, un fabbricato attraverso successione legale aperta nel gennaio 1997. Successivamente, una delle due sorelle acquista con rogiti notarili in date diverse, le quote di eredit di tutti gli eredi, fatta eccezione per una quota appartenente ad uno dei cinque discendenti di una delle sorelle premorte. In assenza di qualsiasi comunicazione di accettazione della proposta di acquisto da parte dellacquirente, nel silenzio assoluto circa le intenzioni del su indicato erede e volendo provvedere allunificazione della propriet, si chiede quali azioni si possano porre in essere, anche in vista di una possibile cessione dellimmobile. Si precisa che la quota di cui si parla corrisponde ai 24/368 dellintero e non traducibile in porzione utilizzabile del fabbricato.

o 76 anni, sono vedova da oltre trentanni e da 25 convivo con un coetaneo. Non ci siamo mai sposati perch avrei perso la pensione di reversibilit del mio compianto marito. Vengo al punto: il mio compagno ed io abbiamo ristrutturato una abitazione (intestata a me, perch ereditata da mio padre) e abbiamo un po di risparmi da parte. Vorremmo tutelarci nel caso in cui io venissi a mancare prima di lui oppure non fossi pi nelle condizioni di manifestare liberamente la mia volont di farmi assistere solo da lui in caso di intervenuta incapacit. Non ho pi rapporti con i miei tre figli e sono certa che non rispetterebbero i miei desideri. Ma, soprattutto, sono sicura che caccerebbero di casa luomo che mi

stato accanto quando loro non c'erano.


I Il suo problema potrebbe trovare diverse soluzioni, non ultima quella del matrimonio, che comunque diamo per esclusa, o la vendita al suo compagno di tutto o parte del bene. I suoi tre figli, anche se con loro non ha pi rapporti da diversi anni, sono pur sempre dei legittimari e a questi, nel suo caso, riservata la quota dei due terzi del suo patrimonio (mobiliare e immobiliare). Senza timore di ledere il diritto dei legittimari, per, Lei potrebbe tranquillamente disporre per donazione o per testamento dellaltro terzo a favore del suo compagno, beneficiandolo, se crede, anche del solo diritto di usufrutto o del diritto di abitazione sulla casa (ricordando che questi diritti si estinguono con la morte del loro titolare). Riguardo

allassistenza per il caso di intervenuta incapacit, la legge prevede che la persona che, per effetto di una infermit ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trova nella impossibilit, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi, pu essere assistita da un amministratore di sostegno, nominato dal giudice tutelare del luogo in cui questa ha la residenza o il domicilio. La scelta dellamministratore di sostegno avviene con esclusivo riguardo alla cura ed agli interessi della persona del beneficiario. Lamministratore di sostegno pu essere designato dallo stesso interessato, in previsione della propria eventuale futura incapacit, mediante atto pubblico o scrittura privata autenticata dal notaio.

rovo utilissima questa pagina sul nostro giornale, che ci aiuta a sciogliere i dubbi che a volte ci assillano anche senza che ci sia un motivo. Ora voglio esporre il mio. Tre anni fa i miei genitori fecero un atto di donazione davanti ad un notaio, che sia io che mio fratello firmammo. A me stata donata la casa che vale un po di pi, dove vivono i nostri genitori, a mio fratello terreno da coltivare e un frutteto. Un domani, anche se mio fratello ha accettato la donazione con la firma, potrebbe impugnare latto di donazione? E se s, come mi dovrei comportare?
I Gentile lettrice, nel ringraziarla anche a nome del nostro quotidiano per le parole di apprezzamento, ci fa piacere ricordare che da anni ormai il Notariato vicino alle esigenze dei cittadini con servizi di gratuita assistenza in quasi tutte le citt dItalia e, insieme alle maggiori associazioni dei consumatori, pubblica periodicamente delle Guide per il Cittadino sugli argomenti di pi comune interesse che possono essere gratuitamente scaricate su pc, smartphone o tablet dal sito www.notariato.it. (alla voce Guide Pratiche). Per chi non ha familiarit con linformatica, i notai sono presenti in rubriche come questa della Nuova Sardegna che ha dimostrato pari sensibilit per le esigenze da Lei ricordate. Quanto al suo caso, ricordiamo che per determinare lammontare della quota di cui il defunto poteva disporre per donazione (o per testamento) senza ledere il diritto dei legittimari, si esegue unoperazione contabile, chiamata riunione fittizia, per cui si forma una massa di tutti i beni che appartenevano al defunto al tempo della morte, detraendone i debiti. Si riuniscono quindi (fittiziamente) i beni di cui sia stato disposto a titolo di donazione, secondo il loro valore determinato al momento dellapertura della successione e al netto delle spese sostenute dal donatario per eventuali incrementi, e sullasse cos formato si calcola la quota di cui il defunto poteva disporre. Anche se suo fratello ha accettato la donazione, qualora dalla riunione fittizia dovesse emergere una lesione della quota a lui spettante come legittimario, potrebbe rivendicare da lei una reintegra. Poich per tutti i conti si faranno al momento dellapertura della successione, ovvero quando i vostri genitori non ci saranno pi, per ora non deve far nulla (se non tenere il conto delle spese sostenute per il bene ricevuto in donazione).(Ufficio studi del Consiglio notarile)

Ufficio studi del Consiglio notarile dei distretti riuniti di Sassari, Nuoro e Tempio

condominio

Lastrico e terrazza, paga chi ne usufruisce


Lavvocato risponde a un tecnico alle prese con lavori di manutenzione

S
I Gentile lettore, la risposta al suo quesito presuppone di verificare se, posto che il diritto di accettare leredit per chi non sia in possesso di beni ereditari si prescrive in dieci anni, la quota del chiamato disinteressato non si sia accresciuta a quella degli altri coeredi che in tal caso, cos come nel caso in cui abbiano ininterrottamente e pacificamente posseduto il bene per venti anni da pieni proprietari, potrebbero legittimamente vendere lintero. Nel caso contrario, ciascun comproprietario pu disporre del suo diritto nei limiti della sua quota e pertanto gli altri non potrebbero efficacemente disporre della quota del coerede disinteressato. Seguendo le regole dettate per il caso di immobili non divisibili, gli altri comproprietari potrebbero domandare la vendita allincanto, oppure, ricorrendone i presupposti, attendere i tempi dellusucapione.(Ufficio studi del Consiglio notarile)

ono un ingegnere sardo che vive ed esercita a Torino. Dobbiamo effettuare manutenzione straordinaria dei parapetti in muratura dei balconi dellultimo piano di un palazzo, che una sopraelevazione fatta anni fa, i cui parapetti risultano essere arretrati di circa 50 cm rispetto alla facciata. Tali parapetti in muratura fungono da ringhiera del balcone privato. Il balcone non lastrico solare, in quanto a uso esclusivo e privato e a sua volta coperto parzialmente dal tetto del condominio. A chi spetta il costo dellintervento? Al proprietario dellalloggio su cui insiste questo balcone o al condominio?
I Premesso che per poter rispondere in maniera esaustiva sarebbe necessario prendere visione delledificio o, quanto meno di alcune foto, per quanto mi possibile capire dalla descrizione pare trattarsi di una terrazza a livello parzialmente coperta e non, come da Lei stesso rilevato, di un lastrico solare. La differenza tra il lastrico solare e la terrazza a livello si rinviene nella diversa fun-

zione che i due elementi sono chiamati a svolgere. Se infatti il lastrico solare assume il compito di riparare i piani sottostanti dalle intemperie e di consentire lutilizzo quale area aperta, la terrazza a livello destinata non solo a coprire una parte di fabbricato, ma soprattutto a dare ulteriore comodit allappartamento al quale contigua, costituendone, in sostanza, una proiezione allaperto. Quando, come nel caso di specie, ricorre tale situazione, la funzione della terrazza, quale accessorio rispetto allalloggio posto allo stesso livello, prevale su quella di copertura dellappartamento sottostante e, se non risulta diversamente dal titolo, la terrazza deve ritenersi appartenente al proprietario dellappartamento ad essa contiguo. Pertanto la legge pone a carico esclusivo del proprietario di questa le spese per il rifacimento dei parapetti o di altri simili ripari, in quanto servono non gi alla copertura, ma alla praticabilit della terrazza. Il lastrico solare quella copertura piana delledificio che potr essere, secondo quanto espressamente previsto dal Codice Civile, sia ad uso comune tra i condomini, sia ad uso esclusivo di uno solo di essi (per esempio se-

condo quanto risulta da un titolo negoziale). Sono a completo carico dellutente o proprietario esclusivo soltanto le spese attinenti a quelle parti del lastrico solare del tutto avulse dalla funzione di copertura (ad es. le spese attinenti ai parapetti, alle ringhiere, collegate alla sicurezza del calpestio), mentre tutte le altre spese, siano esse di natura ordinaria o straordinaria, attinenti alle parti del lastrico solare svolgenti comunque funzione di copertura vanno sempre suddivise tra lutente o proprietario esclusivo del lastrico solare ed i condomini proprietari degli appartamenti sottostanti, secondo la proporzione di cui allart. 1126 c.c. La clausola che ponga a carico dellutente o proprietario esclusivo del lastrico solare genericamente le spese di manutenzione ha per una sua ragion d'essere l dove viene a porne a carico dellutente o proprietario esclusivo lintero onere, e non il semplice terzo come previsto dalla norma in argomento. La circostanza delluso esclusivo del balcone da parte di uno o pi condomini da Lei richiamata nel quesito posto, non vale infatti ad escludere la natura di lastrico solare della superficie descritta. (Avv. Giuseppe Bassu)

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Sassari

21

Venti di guerra nellUpc: Mameli: Citt metropolitana, Ztl da rivedere e universit chiarimenti o spaccatura
primarie
di Vincenzo Garofalo
Q SASSARI

Il segretario cittadino di Porto Torres scrive ai vertici provinciale e nazionale Carta: Svaniti i buoni propositi pre-Regionali, Scanu e Satta ci convochino
Q SASSARI

Venti di guerra nellUpc. Alessandro Carta, segretario cittadino dellUnione popolare cristiana di Porto Torres, chiama i vertici del partito a una sorta di resa dei conti, visto che - scrive in una nota - dal 16 febbraio scorso, data delle elezioni regionali, a oggi, la dirigenza del partito pare essersi dissolta nel nulla. Insomma, si rifanno sentire le tensioni che gi prima delle amministrative regionali, in occasione delle candidature, avevano attraversato le riunioni del partito anche a Sassari, dove si era registrata una spaccatura. Adesso la crepa sembra non essere stata sanata e Alessandro Carta mette tutti sullavviso, dal presidente provinciale Cesco Scanu al segretario nazionale Antonio Satta, facendo intendere - chiaro tra le righe che la spaccatura potrebbe essere definitivamente insanabile, e ognuno andr per la propria strada. assordante - scrive Carta ai due dirigenti Scanu e Satta - il silenzio rispetto alle attivit, agli incontri e alle iniziative che

Alessandro Carta

dovrebbero caratterizzare un partito in un momento particolare come questo, in cui la giunta e il consiglio regionale sono stati rinnovati e hanno cominciato a esercitare le proprie funzioni. Tanto pi che non sono mutate, semmai peggiorate, le emergenze e le difficolt che affliggono il territorio e - dice Carta - bisognerebbe incontrarsi, ri-

prendere lattivit politica con tutti i buoni propositi annunciati in campagna elettorale. Invece, il nostro partito assente su tutti i fronti. Da qui le accuse al coordinamento provinciale che sparito e non ha neppure ringraziato i candidati dellUpc alle regionali, n i dirigenti o i simpatizzanti che pure, con la consueta tenacia, hanno speso energie per contribuire al risultato. E nel frattempo, il comitato provinciale non si riunisce da mesi, e i contatti che prima delle regionali erano frequenti, ora sono assolutamente inesistenti. Delusione, insomma, a Porto Torres, dove lassemblea e il gruppo consiliare (oltre quaranta tra dirigenti e iscritti) hanno gi ventilato una scissione, perch non sopporteranno a lungo una situazione di questo genere. Pertanto, Alessandro Carta chiede un confronto immediato convocato dal partito provinciale per chiarire gli aspetti della questione, anche alla presenza del segretario nazionale Antonio Satta.

in breve
Primarie

Gli incontri di Monica Spanedda


II Oggi, alle ore 10.30, nella sua sede di piazza Cavallino de Honestis 11, Monica Spanedda, candidata alle primarie del centrosinistra, illustrer i punti programmatici con i quali intende guidare il Comune di Sassari.
interpellanza

Alivesi su uso locali pubblici


II Il consigliere comunale del centrodestra, Manuel Alivesi, ha presentato uninterpellanza al commissario prefettizio sulluso di locali pubblici comunali per lo svolgimento delle primarie del centrosinistra. Alivesi chiede anche chiarimenti sulluso della sede sociale di piazza Santa Caterina.

Volantini elettorali con il suo volto sorridente occupano ordinatamente la scrivania, un sobrio cartellone Pd alle spalle nella sua sede politica in via Manno: lavvocato Angela Mameli, candidata di punta alle primarie Pd per la corsa a sindaco di Sassari, illustra le linee programmatiche del suo piano di governo della citt. Con garbo e una dialettica impeccabile, spiega quasi senza pause i dieci punti guida su cui baser lazione amministrativa, qualora il popolo del centrosinistra dovesse affidarle le chiavi di Palazzo Ducale. Ho appena iniziato a confrontarmi con i cittadini, le associazioni e gli enti, e solo dopo aver concluso le consultazioni, sar in grado di formulare un vero programma di governo, recependo le indicazioni che mi saranno rivolte, mette le mani avanti Mameli. Rester ferma unidea di fondo, che quella di Sassari citt metropolitana: Lamministrazione Ganau, di cui ho fatto parte, ha restituito ai sassaresi una citt risanata, migliore. Ora bisogna fare un passo avanti attribuendo a Sassari il suo ruolo naturale di citt capoluogo, guida di un territorio che si trover presto privo delle Province. Perci faremo pressione sulla Regione affin-

Angela Mameli

ch sia riconosciuta istituzionalmente larea metropolitana di Sassari. Il programma di Angela Mameli non pu trascurare comunque i problemi pi caserecci, come la tanto discussa Ztl, croce e delizia di commercianti e residenti del centro storico. Trovo inconcepibile che una citt possa dividersi in maniera cos netta. Ho intenzione di incontrare i vari comitati pro e contro la Zona a traffico limitato, ma penso che non si possa essere contrapposti inseguendo un comune obiettivo, che quello di vivere bene la citt. palese che qualcosa vada rivisto. Quindi, parla di mobilit con Sassari collegata con laeroporto e il porto, del rafforzamento del ruolo dellUniversit, fino al completamento di molte opere pubbliche rimaste incompiute.

22

Sassari

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

La difficile normalit di uno studente che si scopre dislessico


LA STORIA I DIRITTI NEGATI
La diagnosi alle medie. La battaglia dei genitori alle superiori per avere i sostegni e infine liscrizione a un istituto privato
di Piero Mannironi
Q SASSARI

che cosa

Questa una storia sbagliata. Una di quelle minute e drammatiche storie quotidiane nelle quali insensibilit, errori e ottusa burocrazia si incontrano, producendo una insopportabile condizione di ingiustizia e di disagio. Storie che quasi mai trovano uno spazio in cronaca e che invece meritano di essere raccontate perch illuminano mondi umani spesso sconosciuti o non capiti, eppure terribilmente reali. Storie che ci sfiorano, lasciandoci indifferenti, anche per un senso di incolpevole mancanza di coraggio sociale che porta naturalmente a ignorare ci che non si capisce, che pu imbarazzare o che addirittura potrebbe fare un po' paura perch non si sa come affrontarlo. Questa la storia di un ragazzo di 17 anni. Gli abbiamo dato un nome a caso, Enrico, perch minorenne e abbiamo perci l'obbligo morale e giuridico di nascondere la sua vera identit per tutelare la sua personalit e le sue fragilit. Enrico un ragazzo dislessico. Non malato. Ha semplicemente una difficolt nei processi di apprendimento legata alla morfologia del cervello. Un problema comune a migliaia di altri ragazzi. Secondo le statistiche, sarebbero il 5 per cento della popolazione scolastica italiana. Ma la storia di Enrico soprattutto una storia di difficolt educative e umane legate allincapacit della scuola di riconoscere il suo problema, capirlo e offrirgli cos un percorso didattico adeguato per accompagnarlo verso la sua vita di uomo.

Disturbo dellapprendimento non handicap


La dislessia non una malattia e neppure un handicap. semplicemente un disturbo dellapprendimento. Nel sito dellAssociazione italiana dislessia si legge: un disturbo specifico dell'apprendimento (DSA). Con questo termine ci si riferisce ai soli disturbi delle abilit scolastiche e in particolare a: dislessia (difficolt nella lettura), disortografia (la difficolt di rispettare le regole di trasformazione del linguaggio parlato in linguaggio scritto), disgrafia (la difficolt di realizzare i grafemi manualmente in modo leggibile e fluente) e discalculia (la difficolt di svolgere calcoli aritmetici a mente o su carta senza l'uso di calcolatrice). Questo disturbo determinato da un'alterazione neurobiologica che condiziona il funzionamento di alcuni gruppi di cellule deputate al riconoscimento delle lettere-parole e il loro significato. Non esistono cure, ma molto pi semplicemente dei metodi diversi

La dislessia coinvolge il 5 per cento della popolazione in et scolare

Albert Einstein era dislessico

per lapprendimento. Percorsi specifici che consentono di recuperare facilmente il gap che si crea con chi segue percorsi di apprendimento tradizionali. Niente a che vedere con lintelligenza, il genio o il talento. Basti pensare ad alcuni dislessici famosi: Albert Einstein, Thomas Edison, Gustave Flaubert, Napoleone Bonaparte, Scott Fitzgerald, Hans Christian Andersen, Andy Wharol, Picasso, John Lennon. Ma la lista lunga, lunghissima.

I problemi si sono manifestati alle elementari racconta il padre di Enrico . Io e mia moglie abbiamo sostenuto il ragazzo come potevamo. Avevamo paura per lui e abbiamo fatto anche ricorso a uno psicologo che ci ha rassicurato: Enrico normalissimo. Alle medie le difficolt si sono accentuate e il ragazzo stato anche vittima di qualche episodio di bullismo. stata una supplente, quando era in seconda media, ad avere il sospetto che Enrico fosse di-

slessico. E cos, dopo una visita specialistica, abbiamo saputo. Siamo cos diventati ottimisti, abbiamo trovato pace, perch abbiamo preso coscienza del problema, della sua reale consistenza e soprattutto perch abbiamo capito che, con un adeguato sostegno scolastico, Enrico avrebbe avuto una vita normalissima. Ma i genitori di Enrico non avevano fatto i conti con la scuola, un universo popolato da uomini e donne straordina-

rie e sensibili, ma anche attraversato da pigrizie, incapacit e scarsa tolleranza. Iscrivono il ragazzo a un istituto tecnico di Sassari, consegnando, e facendo protocollare in segreteria, la documentazione che attesta la diagnosi funzionale di dislessia fatta dallistituto di neuropsichiatria infantile. Ovviamente, chiedono anche che al ragazzo vengano forniti strumenti compensativi e misure dispensative come previsto dalla legge e dalle disposizioni ministe-

riali. Cio quello che burocraticamente viene chiamato un piano didattico personalizzato. Il nostro rapporto con la scuola secondaria continua il padre di Enrico stato subito molto difficile e complicato. Alcuni insegnanti hanno capito e mostrato subito disponibilit e comprensione. Altri, invece, si sono comportati con un evidente scetticismo, come se non credessero alla diagnosi fatta a Enrico. Tutto veniva superficial-

mente ridotto in giudizi negativi: pigrizia o scarsa propensione allo studio che si traducevano poi in voti insufficientie giudizi non positivi. Un atteggiamento asimmetrico che ha destabilizzato progressivamente il ragazzo, portandolo a una condizione di sofferenza. Io e mia moglie continua abbiamo cercato di restituire serenit a Enrico con una serie di passi formali: lettere, richieste di rispetto delle leggi e dei regolamenti, un piano didattico personalizzato adeguato da rispettare. Non solo: abbiamo pagato una pedagogista perch seguisse il ragazzo a casa e permettergli cos di seguire meglio le lezioni. stato tutto molto difficile anche perch abbiamo dovuto fare i conti con il senso di frustrazione di Enrico e della sua crisi di autostima. Alla fine ci siamo arresi. La nostra battaglia ha avuto un senso, ma il benessere e il futuro di nostro figlio hanno prevalso su tutto e abbiamo scelto di iscriverlo in un istituto privato, dove ora ha tutti i sostegni previsti. Recentemente abbiamo scoperto che anche il nostro secondo figlio dislessico. Forti dellesperienza di Enrico, ci siamo subito attivati. Ebbene riferisco un fatto, senza alcun commento: ci sono voluti 16 mesi per avere dalla Asl la diagnosi di Dsa.

S, la scuola non fa abbastanza


Parla Letizia Di Nora, presidentessa della sezione sassarese dellAid
Q SASSARI

Letizia Di Nora non una donna che ama le polemiche. Per lei ci che conta quello che si fa. Sono i risultati. Per questo, da presidente della sezione sassarese dell'Associazione italiana dislessia, usa lo strumento della critica con misura e con eleganza, ma comunque senza fare sconti a nessuno. Anche nei confronti della scuola che, davanti al problema della dislessia, non fa abbastanza. Gli ostacoli pi difficili che dobbiamo superare quotidianamente dice sono soprattutto l'indifferenza e l'insensibilit. Troppo nell'universo della scuola ancora affidato all'individualit, all'intelligenza del singolo insegnante che capisce il problema e lo affronta. Ci so-

no infatti docenti che, pur senza una preparazione specifica, riescono a mettersi in sintonia con i ragazzi dislessici, stabiliscono un'interazione che porta poi a percorsi educativi efficaci. Il peggior nemico per noi l'indifferenza o la sottovalutazione del problema. L'insegnante che non percepisce le difficolt dello studente affetto da Dsa non solo rischia di perdere un patrimonio umano, ma genera reazioni complesse sia nei ragazzi e sia nelle loro famiglie. Utilizzando i normali protocolli formativi continua la dottoressa Di Nora si generano infatti inconsapevolmente solitudini, disturbi psicologici o addirittura reazioni cariche di rabbia. Questo perch i ragazzi sono spesso inconsape-

voli della propria condizione di difficolt e si sentono inferiori, rifiutati. Ne derivano dei pericoli per lequilibrio psicologico degli studenti che possono manifestare una perdita di fiducia in loro stessi e il timore di non essere allaltezza degli altri. Sorprende anche la dimensione del fenomeno dislessia. Secondo gli studi pi recenti, ne colpito quasi il 5 per cento della popolazione scolastica. Ma si tratta di cifre con unapprossimazione per difetto. I numeri sono infatti viziati dal fatto che sono ancora troppo elevati i casi di mancato riconoscimento di questo disturbo dellapprendimento. Secondo la dottoressa Di Nora, la dislessia pu essere uno dei fattori che contribuiscono

in modo significativo alla dispersione scolastica. E riferisce dati che meriterebbero essere analizzati e approfonditi. In Sardegna dice abbiamo un tasso di abbandoni scolastici del 27%. Altissimo. Soprattutto se si pensa che la media nazionale del 17% ed gi molto superiore a quella europea. Il punto di partenza del ragionamento che nellItalia meridionale e insulare esiste una minore sensibilizzazione a questo disturbo specifico dellapprendimento e, di conseguenza, una minore consapevolezza sociale. del tutto legittimo pensare quindi che molti abbandoni siano provocati dal mancato riconoscimento di cause neuro-psicologiche e interpretati invece come deficit intellettivi.

Letizia Di Nora

La presidente dellassociazione dislessici conosce bene la storia di Enrico e conosce tutti gli sforzi fatti dalla famiglia per rimuovere tutti gli ostacoli che compromettevano il suo percorso scolastico: La loro stata una lunga e faticosa battaglia che si conclusa con la scelta di far abbandonare al ragazzo la scuola pubblica e

iscriverlo in un istituto privato, dove gli viene garantito il sostegno adeguato. La loro non una sconfitta. La vera sconfitta in questa, come in tantissime storie simili, la scuola. Perch un abbandono sempre una ricchezza che si perde. Io, che sono stata educata e formata nella scuola rigida di altri tempi, ho imparato da mio figlio che la vera scuola non quella che crea gerarchie di merito o cultura fine a se stessa. Come madre ho quindi capito che la scuola deve insegnare a capire i fatti e i fenomeni, deve costruire coscienze e offrire strumenti adeguati per la vita. Ma soprattutto nella scuola la diversit un valore che va capito e coltivato. Perci, oggi, mi sento di dire che nel caso di Enrico la scuola non stata allaltezza del suo ruolo e oggi ha un debito enorme verso un ragazzo che doveva essere tutelato e aiutato. Non solo perch giusto che sia cos, ma anche perch esiste una legge dello Stato che lo impone. (p.m.)

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Sassari

23

Disoccupata, 5 figli e sotto sfratto Madre disperata chiede una casa


La donna lancia un accorato appello al Comune perch la aiuti a trovare una sistemazione I proprietari di appartamenti mi chiedono come garanzia una busta paga, ma io non ce lho
di Vincenzo Garofalo
Q SASSARI

A Santa Maria il precetto Interforze

Disoccupata, cinque figli a carico, sola e sotto sfratto. Non voglio lelemosina da nessuno, chiedo solo una casa per i miei figli. Sono sola e senza un lavoro, il Comune deve darmi una mano. lappello disperato di una giovane madre di famiglia sassarese, cui , nellultimo anno, crollato il mondo addosso. Il marito, da cui separata, ha perso il lavoro e non stato pi in grado di mantenere la famiglia: moglie, una figlia maggiorenne che ha dovuto abbandonare la scuola, e tre figli minorenni di 17, 7, 6 e 3 anni. In un primo periodo, facendo grossi sacrifici e potendo contare anche sulla sensibilit dei padroni di casa, la famiglia riuscita ad andare avanti onorando mese per mese il pagamento dellaffitto (600 euro per unabitazione dignitosa in un quartiere periferico). Dallestate scorsa i sacrifici non si sono tramutati in miracoli, e pagare la casa in affitto diventato impossibile. I pochi soldi che riesco a mettere insieme facendo dei lavori occasionali devo spenderli per i bambini, farli mangiare, mandarli a scuola. Non ho pi potuto pagare laffitto. Lultimo canone versato al padrone di casa quello di giugno. Ora arrivato lo sfratto per morosit. La signora, assistita dallavvocato Laura Marras, si rivolta al settore Politiche della casa: Ho chiesto aiuto al Comune, e mi hanno detto che mi daranno il contributo di 258 euro al mese, proprio per laffitto, ma di pi dicono che non possono fare. Il contributo sar versato direttamente al padrone di casa, ma il problema che fra poco la signora e la sua famiglia non avranno pi alcuna casa. Ho contattato alcuni proprietari di appartamenti disposti ad accettare il contributo del Comune, ma come garanzia per laffitto mi hanno chiesto comunque una busta paga. E io cosa posso presentare?. A dire il vero una casa disponibile ci sarebbe: un proprieta-

Foto simbolo della disperazione di un genitore che chiede aiuto per i propri figli

Mi hanno assicurato che avr un contributo di 258 euro per pagare il canone ma non pu bastare Ai miei ragazzi serve la sicurezza di un tetto
te scuotendo la testa. Per questi motivi tutta la famiglia confida ancora nellintervento del Comune: Sembra incredibile che non ci possano aiutare. Ci hanno proposto di pagarci lhotel per quindici giorni, ma a cosa servirebbe? A noi serve una casa, per i miei figli. Mettere piede in un alloggio popolare pi difficile che vincere al Superenalotto: Avevamo fatto la richiesta tempo fa, a dicembre hanno stilato la graduatoria e noi siamo oltre la 800esima posizione, spiega, ma non possono lasciarci per strada, non giusto, qualcuno deve aiutarci.
RIPRODUZIONERISERVATA

Q SASSARI

rio ha proposto il suo appartamento, senza chiedere ulteriori garanzie, ma un monolocale di pochi metri quadrati. Impossibile viverci in sei. Non siamo persone disoneste o che vogliono approfittare della situazione. Noi vogliamo e avremmo sempre voluto pa-

gare laffitto, ma non abbiamo proprio i soldi per farlo, continua la giovane mamma. La mia figlia pi grande ha dovuto lasciare la scuola per dare una mano in famiglia. Era brava, adesso frequenta un corso di formazione del Comune, e porta a casa giusto un rimbor-

so spese, il tanto per comprare lessenziale. E non basta certamente. La signora non vuole che anche laltro figlio abbandoni gli studi: Non sarebbe giusto. Lui deve continuare a studiare, prendersi un diploma. bravo a scuola, se lo merita. Non sarebbe giusto, ripe-

Si celebrato ieri mattina alle 11 nella chiesa di Santa Maria di Betlem di Sassari il precetto pasquale interforze a favore delle forze armate e dei corpi armati dello Stato di stanza nella provincia turritana. La cerimonia stata celebrata dallarcivescovo di Sassari, padre Paolo Atzei, ed stata concelebrata dai cappellani militari delle varie componenti militari presenti nel territorio. Per lEsercito ha partecipato il Comandante del Distaccamento della Brigata Sassari, colonnello Maurizio Sulig, oltre a una numerosa rappresentanza di sassarini. Erano presenti tutte le autorit militari del territorio a testimonianza di una solida unione tra le forze istituzionali dello Stato che operano quotidianamente per garantire la sicurezza della collettivit.

sanit

Raccolta di Fondi

Esenzione, rinnovo dei certificati


LAzienda sanitaria: sportelli aperti per il rilascio dei documenti
Q SASSARI

La Pasqua sar pi buona con le uova colorate dellAil

La Asl di Sassari fa sapere a tutti gli interessati che il 31 marzo sono scadute le attestazioni di esenzione per reddito. Per questa ragione il personale della azienda sanitaria ha ritenuto opportuno comunicare che chi ritiene di possedere i requisiti per avere diritto allesenzione e non risulta inserito nellelenco Sogei dellAgenzia delle entrate, a disposizione del medico di famiglia, dovr recarsi negli sportelli dellAzienda sanitaria locale per richiedere il rilascio di un certificato nominativo di esenzione per reddito e veri-

ficare il codice di esenzione che il medico dovr indicare sulla ricetta. LAsl di Sassari, in vista di questa scadenza, ha potenziato gli uffici per il rilascio delle esenzioni ampliando le fasce di apertura. Tuttavia, per evitare lunghe attese, lazienda sanitaria consiglia di non presentarsi, a meno di esigenze urgenti, in questi primi giorni di rinnovo. Questi i requisiti per poter accedere allesenzione per reddito: E01: cittadini di et inferiore a 6 anni o superiore a 65 anni, appartenenti a un nucleo familiare con reddito complessivo non superiore a 36.151.98 euro; E02: disoccu-

pati e loro familiari a carico appartenenti a un nucleo familiare con un reddito complessivo inferiore ad 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico; E03: titolari di assegno (ex pensione) sociale e loro familiari a carico; E04: titolari di pensione al minimo di et superiore a 60 anni e loro familiari a carico, appartenenti a un nucleo familiare complessivo inferiore a 8.263,31 euro, incrementato fino a 11.362,05 euro in presenza del coniuge e in ragione di ulteriori 516,46 euro per ogni figlio a carico.

Dal 4 al 6 aprile i volontari dellAil distribuiranno le uova di Pasqua

Q SASSARI

Lasfalto si sbriciola

promocamera

Una nuova pericolosa voragine

Domani seminario formativo sul regolamento de minimis


Q SASSARI

I I Non passa giorno che sulle strade non si aprano nuove bu-

che e tutta la citt ormai sembra un percorso di guerra. Un esempio della situazione sempre pi pericolosa dellasfalto arriva dal grosso fosso allincrocio tra via Civitavecchia e via Alghero.

Il Sistema camerale del Nord Sardegna con il proprio Ufficio enterprise Europe network, partner della rete istituita dalla Commissione Europea a sostegno delle piccole e medie imprese europee organizza domani a Promocamera, alle 9.30, un seminario informativo e formativo dedicato alle novit introdotte dalla Commissione europea con ladozione del nuovo regolamento de minimis in vigore da questanno e fino al 2020.

Il 1 gennaio 2014, infatti, sono entrati in vigore i nuovi Regolamenti (Ue) della Commissione proprio sugli aiuti de minimis. Allincontro di domani mattina prenderanno parte i presidenti dellEnte camerale, Gavino Sini, e di Pormocamera, Gianuario Pilo, Carlo Eugenio Baldi, docente di diritto della Ue allUniversit di Bologna, il segretario generale della Camera di commercio, Pietro Esposito e Luigi Chessa, project manager dellEnterprise Europe network.

Con un nuovo e colorato vestito ritornano il 4, 5 e 6 aprile le Uova di Pasqua dellAil, lAssociazione Italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma. Cos, anche questanno avremo la possibilit di rendere pi buona la Pasqua, sostenendo la ricerca e portando a casa uno squisito uovo di cioccolato. Giunta alla XXI edizione, la manifestazione Uova di Pasqua Ail un iniziativa realizzata grazie allimpegno di migliaia di volontari dellAssociazione che, in ben 4.000 piazze dItalia, offriranno un uovo di cioccolato a chi verser un contributo minimo associativo di 12 euro. In citt i volotanri saranno presenti in piazza Castello, viale Italia, piazza dItalia, nei piazzali delle chiese di San Pio X, san Giuseppe, Cuore Immacolato, San Paolo, San Vincenzo, Latte Dolce e nei cnetri commerciali Galleria Monser-

rat, Auchan e la Piazzetta. Tra le novit, c appunto la nuova veste con cui si presentano le Uova di Pasqua dellassociazione : quattro nuovi colori fluo (verde, arancio, giallo, fucsia), ma tutte come sempre caratterizzate dal logo Ail. Dodici anni di grande impegno che hanno permesso di raccogliere significativi fondi destinati al sostegno di importanti progetti di Ricerca e Assistenza. In pi, si contribuito a far conoscere i progressi della ricerca scientifica nel campo delle malattie del sangue. I rilevanti risultati negli studi e le terapie sempre pi efficaci e mirate, compreso il trapianto di cellule staminali, hanno determinato un grande miglioramento nella diagnosi e nella cura dei pazienti affetti da malattie del sangue. Liniziativa ogni anno ottiene una risposta generosa. Nella scorsa edizione sono state distribuite, alivello nazionale 558.914 uova e raccolti fondi per sei milioni 771mila euro.

24

Agenda

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

TACCUINO
I CORSO SOMMELIER Gioved 3 aprile alle ore 19, presso lhotel Carlo Felice a Sassari si terr la presentazione ufficiale del corso di qualificazione professionale per sommelier organizzato dallAssociazione Italiana Sommelier. Il corso, articolato in 16 lezioni bisettimanali teorico-pratiche con degustazione guidata delle principali tipologie di vini regionali e nazionali e di distillati, avr inizio il 14 aprile alle ore 19 e si terr nella sala conferenze dellhotel Carlo Felice. Ad ogni corsista verr consegnato il materiale didattico e la valigetta con i bicchieri da degustazione. Info e iscrizioni: 347/0168788; 349/0683997; ais.sassari@tiscali.it.

I seminario di Counseling Il Dipartimento di Storia, Scienze dellUomo e della Formazione dellUniversit di Sassari promuove per oggi, mercoled 2 aprile, dalle 15 alle 18 (Aula O), un seminario di Counseling Comunicazione e Benessere sul tema Lintelligenza relazionale: le competenze comunicative e non verbali. Relatore sar la dott.ssa Maria Tedde Marras, direttore delle scuola Alta Formazione Counseling, accreditata presso la S.I.Co. Moderatore dellincontro sar il dott. Daniele Zucca, ricercatore TD di Psicologia dello sviluppo. I Viabilit Oggi, 2 aprile, dalle 19 e fino al passaggio della fiaccolata organizzata dall'Anpa onlus, prevista la chiusura temporanea al traffico di via Sardegna, via dei Mille, via Manno, corso M. di Savoia, emiciclo Garibaldi, via Carlo Alberto,

p.zza d'Italia, portici Crispo, p.zza Castello, via Politeama fino al teatro Verdi. Venerd 4 aprile il ponte di Rosello sar chiuso al traffico in entrambi i sensi di marcia, dalle 9 alle 18, per consentire al Comune di compiere lavori di manutenzione. I Acuvacamus Oggi 2 aprile sar celebrata alle ore 19 nella chiesa del Carmelo a Sassari, la messa in suffragio di Papa Wojtyla, che verr celebrata da Padre Antonio. Parteciperanno la cantante Silvia Sanna, il gruppo folk Acuvacamus e l'organettista Giuseppe Cubeddu. I Ammi L'Ammi (Associazione mogli dei medici italiani) si riunir gioved 3 aprile alle ore 16.30, nella sede dell'Ordine in via Cavour 72. I Libreria Dess Libreria Dess, largo Cavallotti 17. Venerd 4

aprile, ore 19, Isla Grande: la musica di Cuba (chiacchiere e musica). I GRAN GAL PORTO TORRES Venerd 4 e sabato 5 aprile si terr il corso Dolci al cucchiaio e dessert casa e ristorazione, sabato 5 aprile mamme e bimbi, luned 7 marted 8 primi piatti con Roberto Serra. Info: 079/517102, email: info@grangalacatering.it. I Music Hall Sabato 5 aprile una serata da cantare a da ballare con la musica di Roberta Usai e Rita Casiddu. Per cenare consigliata la prenotazione al 3285432325. I AGRICOLTURA SINERGICA Differenze S.C.S. e Cospes Sassari organizzano un corso teorico/pratico a numero chiuso dal 10 al 13 aprile di agricoltura sinergica di 1 livello con specializzazione per la didattica. Accreditamento Miur. Docenti Anna Satta e Mirko Piras. Info e

prenotazioni: Centro Salesiano di San Giorgio, Alessandro 393/3889940. I Atp - nuovi orari Orario ufficio commerciale: dal luned al venerd dalle ore 7.45 alle ore 12; mercoled dalle ore 7.45 alle ore 14 e dalle ore 15 alle ore 18 giorni feriali, sabato chiuso. I Liceo artistico "F. Figari" Presso il Liceo Artistico "F. Figari" di Sassari sono aperte le iscrizioni per i corsi serali per le classi 1, 2, 3, 4 per l'a.s. 2014-2015. Info: Segreteria alunni dell'Istituto. I Esami di stato geometra Scadono il 24 aprile i termini per la presentazione delle domande relative agli esami di stato per labilitazione alla libera professione di geometra. Info: www.geometri.ss.it. I Scadenza bando La scadenza del bando Fidapa Start up, stata prorogata al 30 giugno. Alcuni particolari delle immagini delle locandine che illustrano gli appuntamenti

I Uil pensionati Lassemblea precongressuale degli iscritti della Uil Pensionati dei Comuni di Alghero, Villanova Monteleone, Monteleone Roccadoria, Romana, Putifigari e Olmedo convocata il 9 aprile alle ore 16 in prima convocazione e alle 17 in seconda ad Alghero nei locali Uil in via Sassari 156. I Corso trattamento ferite Sabato 12 aprile si terr a Sassari un corso dal titolo Corso Teorico-Pratico sul trattamento delle ferite. Info: rahp80@yahoo.it. I torneo di mariglia Sono aperte le iscrizioni al 2 Memorial di mariglia Angelo Fracassi, che si disputer al circolo La Locomotiva dal 22 aprile. Info: 329/8405185, 339/7950115, 340/0506676. I cud 2014 LInps di Sassari ricorda che la certificazione unica di redditi di lavoro dipendente, pensione e

il libro

Ricerca sui nuraghi e le Pleiadi


Q SASSARI

MOSTRE
I LICEO FIGARI Mostra personale What About Now? di Gavino Ganau a cura di Davide Mariani presso il Centro di Sperimentazione Mauro Manca del Liceo Artistico F. Figari di Sassari, , via P. Calvia 2 a Sassari. La mostra rester esposta sino all11 aprile. Orario: dal luned al sabato dalle 17.30 alle 19.30. Ingresso gratuito. I Museo forte romano LAssociazione culturale Ad Signa Milites di Sassari comunica a tutte le scuole, che sono aperte le prenotazione per la visita al Museo "Forte romano" sito in localit La Crucca. Il Forte stato rinnovato con alcune interessanti novit! Info: 347/5831830, 347/9537162.

Venerd alle ore 18 la libreria Odradek e la casa editrice Condaghes presentano In terra come in cielo: i nuraghi e le Pleiadi. Interverranno gli autori Augusto Mulas e Marco Sanna. Coordiner la presentazione e il dibattito Francesco Cheratzu. Il libro ha lo scopo di illustrare meglio lipotesi avanzata da Augusto Mulas nellopera Lisola sacra: ipotesi sulluso cultuale dei nuraghi, in cui si suppone che il nuraghe Santu Antine (foto) e i sette a esso limitrofi nel territorio di Torralba, siano stati collocati dalluomo nuragico ricalcando lo schema delle principali stelle dellammasso aperto M45 della costellazione del Taurus. I calcoli riportati nella presente pubblicazione dimostrano che nei pressi di Torralba presente un gruppo di otto nuraghi i quali, assieme a una domus de janas da poco rinvenuta, riproducono intenzionalmente le Pleiadi con una probabilit quasi assoluta. Libreria Odradek, via Torre Tonda 43, Sassari I Venerd, ore 18, video: www.youtube.com/watch?v=NcYI1uskRCE

scuole

Viaggio tra culture sconosciute con Barca pulita


Q SASSARI

birdland

Clinic con Nicola Costa


Q SASSARI

In occasione dei due concerti che Nicola Costa terr al Birdland venerd 4 e sabato 5 aprile con Spy Austin (basso e voce) e Jacopo Coretti (batteria), la scuola di musica Birdland organizza una clinic domenica 6 aprile alle ore 15 aperta a tutti gli appassionati e musicisti. Sar spiegano gli organizzatori loccasione per trasmettere conoscenze e trucchi del mestiere a musicisti di diversa estrazione, aperto oltre che ai chitarristi anche ai bassisti e ai batteristi. Venerd e sabato, invece, la sala aprir i battenti alle ore 21 e il concerto avr inizio alle ore 22.30. Spy Austin conosciuto in tutto il mondo come bassisa dei maggiori artisti giamaicani. In Italia conosciuto per avere accompagnato Andrea Braido. Nicola Costa ha collaborato con star mondiali quali tra gli altri Lionel Richie, Natalie Cole, Michael Bubl, Andrea Bocelli, Vasco Rossi, Laura Pausini, Ramazzotti. Birdland, Predda Niedda strada 22, Sassari I Concerti venerd e sabato ore 22.30, clinic domenica dalle ore 15

Un viaggio tra le culture pi remote e meno conosciute del pianeta: lo propone alle scuole lAGiTe (Associazione Giovanni Tedde) che nei prossimi giorni d il via alle iniziative di carattere pubblico di quest'anno. Il primo appuntamento con levento Kiribati, al di l della linea del tempo: venerd 4 aprile, nell'aula magna del liceo Azuni, alle 18, ci saranno Lizzi Eordegh e Carlo Auriemma, l'equipaggio di Barca Pulita che da pi di 20 anni organizza spedizioni in barca a vela per i mari del mondo. Questo appuntamento - dice Sandra Tedde - si inserisce in una tre giorni di incontri con le scuole della provincia di Sassari, che vedr la nostra associazione e quella di Barca Pulita, impegnate nella diffusione di racconti e documentari su culture meno conosciute. Sabato 5 aprile, l'equipaggio di Barca Pulita sar protagonista di un secondo incontro, in collaborazione con la Lega Navale Italiana - Sezione di Alghero, nella sede della Lni, al porto di Alghero, alle 18.30. LAGiTe propone poi un terzo appuntamento, stavolta

Al via i primi incontri proposti dallAssociazione Giovanni Tedde: il 4-5 aprile allAzuni e ad Alghero si parla di spedizioni marine e il 12 di Macchiavelli
nelloccasione dei 500 anni de Il principe di Machiavelli: sabato 12 aprile alle 10.30, nell'aula magna dellAzuni, il prof. Paolo Carta, docente di Storia delle dottrine politiche presso l'Universit di Trento, guider gli allievi nello studio e nell'analisi del trattato di Machiavelli, accompagnato da Sante Maurizi che legger alcune pagine scelte dellopera. Per quanto riguarda le altre iniziative, ritorna il concorso Il

CINEMA E TEATRI

TEATRO FERROVIARIO
DA SABATO 5 Famiglie a teatro La botte e il cilindro presenta CAPPUCCETTO ROSSO Ore 18 Ingresso euro 8, ridotti euro 5

BIBLIOTECHE
I comunale piazza Tola, tel. 079/2017500. I archivio di Stato via Angioj 1, tel. 079/233470. I Seminario arcivescovile largo Seminario 5, tel. 079/235724. I Sopr. dei Beni culturali via Monte Grappa 24, tel. 2112933. I darte musa piazza S. Caterina, tel. 079 2112933. I Soprint. beni archeologici piazza S. Agostino 2, tel. 079/2067426. I dello Spettacolo piazza S. Antonio 5, tel. 079/2633049 I universitaria piazza Universit 21, tel. 079/235179 I Istituto zooprofilattico via D. degli Abruzzi, tel. 079/289273/74/48. I Caniga via Padre Luca, tel. 079/3180138. (Orari: lun., mer. e ven., ore 9-13.30). I Li Punti via Era, tel. 079/3026592. I Camera di Commercio via Roma 74, tel. 079/2080241.

MUSEI
SS G. A. SANNA via Roma 64, tel. 079/272203. Dal marted al sabato: 9-20; domenica e festivi: 9-14; luned chiuso. www.museosannasassari.it SS MUS'A PINACOTECA p.zza S. Caterina 4, tel. 079/231560. SS Museo Diocesano piazza Duomo. Info: 333/5698247, 339/4763423, 347/4789136. SS MUSEO DEL COSTUME E DELLARTIGIANATO DI SASSARI viale P. Torres 49, tel. 079/260078 328.2066005. Spazio espositivo Masedu, via Pascoli 16, tel. 079/2590205. SS MUSEO ETNOGRAFICO F. BANDE via Muroni, 44 tel./fax 079/236572. SS Museo Storico della Brigata Sassari Caserma La Marmora, p.zza Castello, tel. 079/2085308. SS MUSEO BIDDAS Sorso (Palazzo Baronale), orario: marted-gioved 9-13/15.30-18.30; venerd 10-13; sabato-domenica 9-13. Chiusura settimanale: luned-mercoled. Tel. 338-1889925. SS MUSEO FORTE ROMANO localit La Crucca. Tel. 347/5831830 347/9537162 www.adsignamilites.it.

FARMACIE
ORARIO CONTINUATO (ore 9-20): SS farmacia pascoli, c.so Pascoli 9. Tel. 079/241580 ORARIO NOTTURNO (ore 20-9): SS Piazza Castello piazza Castello 2. Tel. 079/233238.

SASSARI
MODERNO
Rassegna Alta Fedelt BLUE JASMINE in versione originale sottotitolata Ore 19 - 21

ALGHERO
MIRAMARE
CAPTAIN AMERICA - THE WINTER SOLDIER di Anthony Russo e Joe Russo con Chris Evans e Samuel L. Jackson Ore 18 - 21

VERDI
ANPA organizza uno spettacolo di beneficienza per la GIORNATA MONDIALE DELLAUTISMO Ore 20,30

OSSI
TEATRO COMUNALE
7-8 APRILE Associazione teatrale pistoiese - Valzer LIMPRESARIO DELLE SMIRNE di Carlo Goldoni con Valentina Sperl e Roberto Valerio Ore 21

PALAZZO DI CITTA
DOMANI Amerindia Cinema e Comune di Sassari Assessorato alla Cultura Un nuovo cinema per tutti THE SESSIONS (Usa 2013) con Helen Hunt Ore 16,30 - 18,30 - 20,30

CASABLANCA
SABATO 5 ARANCIA MECCANICA di Stanley Kubrick (1972) con Malcom McDowell Vietato ai minori di 18 anni Ore 18 - 20,30

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Agenda

25

assimilati (Cud 2014) resa disponibile esclusivamente in modalit telematica. Tutte le notizie, informazioni e istruzioni sono fruibili, da chi sia in possesso delle credenziali daccesso (Pin rilasciato dallInps), attraverso i Servizi on line del sito www.inps.it. Per il modello cartaceo del Cud 2014 pu essere fatta richiesta ai Caf, agli Enti di Patronato, agli Intermediari abilitati, alle Poste (al costo di euro 2,70 + Iva) o direttamente agli uffici Inps. Contattando telefonicamente il Contact Center al n. 803.164 (da fisso) o 06164164 (da cellulare) il Cud sar inviato al domicilio del richiedente. I CESCOT Il Cescot comunica che sta per avviare i corsi di: abilitante alla Somministrazione e vendita di alimenti e bevande; Haccp, igiene degli alimenti; Addetto al primo soccorso aziendale; Agenti immobiliari corso on-line. Info Confesercenti Sassari via Bogino 25, tel.

079/254127 e 079/2592041 o inviare une-mail: cescot@confesercentisassari.it. I A ballare cun Sa Pintadera Ogni marted il gruppo folk Sa Pintadera si incontra dalle ore 20.30 alle 22.30 nella palestra delle Scuole Magistrali in via Asproni a Sassari. Info: 3387093053; mail: grupposapintadera@tiscali.it; FB: Gruppo folk Sa Pintadera. I corsi di taglio cucito Sono aperte le iscrizioni per i corsi di taglio cucito e modellistica in via Carso 35, Sassari. Info: 3455796722. I A.I.C.S. SASSARI Sono aperte le iscrizioni ai corsi di: assistente ai disabili, assistente anziani, assistente di studio medico. I corsi partiranno lultima settimana di aprile. E previsto uno stage a fine corso. Inoltre sono aperte le iscrizioni ai corsi serali e pomeridiani di informatica di base, photoshop,

estetica e acconciatore, vetro artistico, cucito e cartamodello, ceramica e corsi brevi di estetica e acconciatore. I corsi sono prevalentemente pratici. Info: 079.2598523. I concorso di poesia Telefono Amico Sassari onlus, nel 35 anniversario di fondazione, bandisce un concorso di poesia in lingua sarda e in lingua italiana, aperto ai poeti di ogni et. Le opere, in rima o in verso libero, dovranno pervenire entro il 28 aprile a Premio di poesia Telefono Amico Sassari onlus, c/p 415 Sassari Centro. Info: 079/278991, 328/7793178. I Corso di Rianimazione Il Comune di Sorso organizza un corso gratuito di rianimazione Cardiopolmonare per domenica 13 aprile. Info: http://www.comune.sorso.ss.it, 079/3392229. I CAF-UNSIC PORTO TORRES Il centro Caf e patronato Unsic, via p.ssa

Giovanna 50 Porto Torres, informa che iniziata la compilazione dei mod. 730/2014. Gli uffici sono a disposizione tutti i giorni dalle 9 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30. Per informazioni e prenotazioni 079/503619, 340/4690288. Inoltre si possono fare mod. Isee, disoccupazioni, inv. civ. pratiche pensionistiche e catastali. I ITAL-UIL I cittadini che hanno inoltrato regolare istanza di mobilit in deroga per l'anno 2013, ma che non hanno beneficiato dell'indennit per carenza di risorse finanziare, potranno richiedere l'anticipazione degli assegni di mobilit in deroga 2013. Le richieste dovranno essere inviate telematicamente, attraverso il SIL Sardegna entro gioved 24 aprile. Gli uffici di Patronato Italuil sono a disposizione per informazione, compilazione e presentazione alla RAS delle domande. Sassari, via Muroni 5/C 2 piano, tel. 079/23.48.95; Porto Torres, via Sassari 118, tel.

079/23.48.95; Alghero, via Sassari 156, tel. 079/23.48.95; Olbia, via Mascagni 4, tel. 0789/50.5.32. I Trekking L'ass. Kena Lakanas propone per domenica 6 aprile un trekking a Tiscali, il villaggio fra le rupi del Supramonte. Info: 3405898501. I GEOGRAFIA Domenica 6 aprile, con partenza dall' Emiciclo Garibaldi alle ore 8,45, si effettuer una escursione a Fonni e Gennargentu; il Santuario della Madonna dei Martiri. Info e prenotazioni: 079 980957, 3334761642, 3391545955. I Club Alpino Italiano Domenica 6 aprile verr effettuata l'escursione sociale a Dorgali-Oliena-Monte Tundu. Diff. E (molto impegnativa). Partenza da p.le Segni ore 7. Prenotazioni con mail alla segreteria@caisassari.it, sms al 3207235572 Maria Giovanna o tel dopo le 19.

I I Viaggi del Trenino Verde Domenica 13 aprile da Sassari a Tempio il Trenino di Bacco: degustazioni di vini e prodotti tipici lungo tutto il percorso. Info e prenotazioni: 079.280774. I Gita 1 Maggio. Gita ad Orgosolo con pranzo alla fattoria "Istentales". Info: 389/4380897. I Pellegrinaggi Lourdes con volo diretto da Alghero il 2 con rientro il 3 maggio. Oppure dal 26 maggio (durata cinque giorni). Info: 347 9737741 o rivolgersi alla chiesa del Rosario di Sassari. Medjugorie, Loreto, Mostar, San Giuseppe da Copertino, dal 22 al 29 maggio; Lourdes, Fatima e altre citt, dal 19 giugno al 3 luglio per l'anniversario della morte di Padre Pio; dal 21 al 28 settembre, passaggio a Petralcina, monte Santangelo, Santa Rita, San Francesco, Collevalenza. Info: 3391165856, 079/2064332.

I NOSTRI CARI AMICI


GIOIA E DILETTA. Sono appena arrivate in canile, recuperate in campagna dai barracelli e ora in attesa di adozione. Sono due adorabili cucciole di circa due mesi, dal pelo chiaro con vezzose macchie scure, in particolare attorno a un occhio: una caratteristica che le rende originali e simpatiche. Le due sorelline, chiamate Gioia e Diletta, sono dolcissime e molto timide e si fanno compagnia (e coraggio) l'una con l'altra. Anche nelle foto stanno vicine vicine e sarebbe un po' crudele separarle, cos la speranza trovare tra i lettori qualcuno di spiccata sensibilit che le porti a casa insieme. Rivolgersi alla Lida ai numeri 079-319431 e 338-5807278, saranno affidate sverminate, vaccinate e quando sar il momento saranno anche gratuitamente sterilizzate. Sono inoltre provviste di tesserino sanitario, per visite a costo zero per un anno, e di tante buone crocchette. DOLCE LUNA. Anche questa sfortunata creatura ha bisogno di aiuto. E' una cagnetta nera di circa 7 mesi, trovata a vagare la scorsa settimana sulla strada per Stintino. Era ferita, probabilmente investita da un'auto, ma le cure sono state tempestive e la dolce Luna si subito ripresa. Ora necessita di una famiglia che le voglia bene e le faccia dimenticare in fretta la brutta avventura: 347-9273020 per ospitarla per la vita. TIGRO ASPETTA ANCORA. Il bel micio tigrato che vive suo malgrado in canile ha pronto lo sfratto. Glielo sventola sul muso la gatta-mascotte della struttura, che proprio non vuole saperne di dividere con lui spazi e coccole. Se non si trova presto una famiglia che lo accolga (con amore) dovr essere riportato dove era stato trovato, in un vicolo del centro storico sassarese. Un'ipotesi sempre pi reale ma inacettabile, dunque salviamo Tigro da un destino randagio e ricco di pericoli. Si sottolinea che gi sterilizzato, ama stare tra la gente ma non sopporta i suoi simili. Per averlo 079-319431 o 338-5807278. CUCCIOLI ABBANDONATI. Sotto il

LIBRI E CONVEGNI
I Koin Porto Torres Oggi, mercoled 2 aprile alle ore 18.30 in occasione della Giornata Mondiale sull'Autismo, ci sar la presentazione del libro di Maria Grazia Pinna "Antonio allo specchio". Venerd 4 aprile ore 18.30 presentazione del libro "Delitto quasi perfetto ad opera dei banditi Cicciu Rosa e Pera Zuanne". Presenta Bartolomeo Porcheddu. Corso V. Emanuele 25, Porto Torres. I Messaggerie Sarde Oggi, 2 aprile dalle 19 appuntamento con il corso sui Tarocchi di Marsiglia a cura di Antonello Unida. Venerd 4 aprile alle 18.30 la presentazione del romanzo "Le ombre del Destino" di Giuseppe Pintore e sabato 5 aprile dalle 18.30 la presentazione del libro "Joseph e Lia" di Roberto Sanna, che verr introdotto dal counsellor Momi Zanda. Piazza Castello 11. www.messaggeriesarde.it, eventi@messaggeriesarde.it I Biblioteca comunale Gioved 3 aprile ore 18.30, Carlo Tomassetti incontra lo scrittore svedese Bjorn Larsson. Biblioteca Comunale di Sassari, piazza Tola. I Koin Sassari Venerd 4 aprile ore 18.30: Incontro con il "Gruppo esperienziale gestalt analitico", presentano la dott.ssa Gabriella Seghenzi e dott.ssa Silvia Marongiu. Via Roma 137, Sassari. I Biblioteca di Osilo Festival "Oltre le righe". Gioved 3 aprile incontro "Nati per la Musica" con Cristina Cherosu (Scuola di musica Anni Verdi di Sassari) e la partecipazione al pianoforte di Lorenzo Poggi (7 anni). Biblioteca comunale in via Sanna Tolu 17 (Osilo), alle ore 17.30. I Comune di tula Il 5 aprile, alle ore 10 nell'Auditorium si terr il convegno "Le Fosse Ardeatine e i Martiri Sardi - Vita del professor Salvatore Canalis, per amore di Rogine e della libert".

Gioia e Diletta

Luna

Tigro

mare in testa promosso dallassociazione, in collaborazione con il Parco naturale di Porto Conte e lArea Marina Protetta Capo Caccia - Isola Piana, la Provincia e col patrocinio dellUniversit. Il concorso Il

mare in testa mira a diffondere la cultura del mare tra le nuove generazioni e invita i partecipanti a rappresentare il mare. Nel mese di giugno si svolger un Concerto di musica della tradizione sarda, mentre in agosto

previsto lallestimento di mostre fotografiche e a settembre un incontro Migliorare la qualit della vita nel terzo millennio: quali risorse? guidato dal prof. Rinaldo Tedde dellUniversit di Sassari .

porticato delle ex scuole di Tottubella sono stati trovati, dentro un cassonetto, 5 cagnolini di poche settimane, uno bianco e gli altri neri. Chi li ha salvati da morte sicura li sta allattando, ma non potr tenerli, pertanto chi pu si faccia avanti al 347-9503298 per adottarli. TUTTI A CASA. Belle notizie per il cagnone Max e le cagnette Lilly e Neve, tutti adottati negli ultimi giorni. Ha trovato casa anche Donata, che da gatta sul tetto si trasformata in gatta sul divano di una brava signora. (sa.u.)

NUMERI UTILI
I Carabinieri 112 SS Polizia 113 SS VIGILI DEL FUOCO 115 SS GUARDIA DI FINANZA 117 SS AMBULANZE 118 SS GUARDIA MEDICA 079/2062222 SS Vigili Urbani 079/274100 SS emergenza a mare 1530 SS EMERGENZA ACQUA 800 373398 SS EMERGENZA GAS MEDEA 800 477431 SS OSPEDALI ED ENTI SANITARI S A.U.S.L. n. 1, via M. Grappa 82, 079/2061000 S Ospedale civile. 079/2061000 S Pronto soccorso. 079/2061621 S Centro trasfusionale. 079/2061625 S Ex Conti. Via C. Felice, 079/2062932 S Poliambulatorio. Cup: 1533, ore 8-18 S Ufficio ticket: 8-12; 079/2062411 S Policlinico. V.le Italia, 079/222700 S Laboratorio generale di base. Via Tempio 5, 079/2062422-423, Accettazione ore 7,45-9,45 S Lab. analisi. Via M. Grappa 82, 079/2061423 S Centro oncologico. Via Zanfarino 44, 079/2062775-780 S Centro di prevenzione San Camillo. 079/2062075-76 S Medicina dello sport. 079/2062044

S Consultorio familiare. Via Nurra 3/a, 079/246653; Via Rizzeddu 21/B, pal. C, 079/2062637 S Consultorio Porto Torres. 079/5049602 S Ploaghe-Ossi. c/o Fond. S. G Battista Ploaghe 079/448385 S Ossi. Via Angioi, 079/349320 S Sorso. Via Sennori, 079/351824 S Nulvi. Via Sassari, 079/576460 S Cliniche Universitarie. 079/228211 S Centro salute mentale. Via Zanfarino 23/B, 079/2062215; via Sennori 8, 079/2599900. Ass. domiciliare 079/278684 SS VOLONTARIATO S Al-Anon per Familiari e Amici di Alcolisti, via Nurra 3, lun.-ven. 19/20.30; via Sardegna 56, lun.-giov. dalle 18-20, cell. 338/3202230, numero verde 800087897. S A.A. (alcolisti anonimi) via Sardegna 56, lun.-giov. ore 18-20, 3669027038, via Nurra 3 lun.-ven. ore 19-20.30, 3665815696. S A.C.A.T. Camminiamo Insieme Alcolisti. 340/6064169. S A.GE. Associazione italiana genitori. Via Porcellana 30, 079/224096, 340/5213667. S Agedo, ass. genitori di omosessuali. 079/219024, mart. 18-20 S Ail, casa daccoglienza. Via Piandanna 079/212022. S Aima, Ass. italiana Alzheimer Sassari. 327/7098404, 800 679679 S Amnesty International Sassari. Via P. Jolanda 79, tel. 335/6548609

S Ass. Diabete Mellito Sardegna via Carboni 45/a. Telefax: 079/395800 335/7167777. S Ass. Alzheimer Sassari San Camillo; mar-gio dalle ore 10 alle 12. Tel. 079/254722. S Ass. Incontro Genitori contro droga. 079/513905, 079/503828 S Ass. It. Diabetici Fand 079/294293, 347/6284931 S Ass. Italiana Sclerosi Multipla via Prunizzedda 32/C, tel/fax 079/291500. S La Sorgente via Bottego 37, 079/2593103-320, 8396682; mar/ven 16-19,15 S Ass. Sardegna per tutti onlus 079/975441, 3287180979 S Auser Filo dArgento. Tel./fax 079/246074, n. verde 800 995988. S AVO, Ass.ne volont. ospedalieri 079/2828125 S Centro Antiviolenza donne e minori. 079/244200 S Centro ascolto Voglia di Vivere. 079/281559. S Telefono amico. 079/278991; 17/ 23. S Consulta del Volontariato sassarese, via Fermi 30/a, 079/2859115, 329/6505486. S SA.S.M - Sardegna sclerosi multipla onlus Via Rockefeller 37/b Sassari tel./fax. 079 212300. S Volontari ospedalieri Sassari. Tel. 079/292459 - 349/5507000. SS Trasporti S Atp. 079/2638047; centr. 079/2638000; Servizi 079/2638097. Parcheggi: Mercato 079/237326; via dei Mille - 079/212378 S Taxi. Radio Taxi 079/253939. S Noleggio con conducente. 366/2023588.

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Provincia di Sassari

27

devianze giovanili la tesi del maresciallo

Ragazzi in pericolo mentre gli adulti stanno a guardare


Sottufficiale dellArma si laurea con un lavoro sugli under 18 A Sennori e a Sorso i reati sono solo la punta di un iceberg
di Daniela Scano
Q SENNORI

Adulti troppo indulgenti con i ragazzi e le ragazze che fumano la prima sigaretta e che cominciano a bere alcolici prima dei 12 anni, che fanno uso di droghe leggere e che rincasano nel cuore della notte. Un disinteresse forse solo apparente, frutto di una cultura che chiude un occhio sulle intemperanze giovanili, ma che rischia di portare alle estreme conseguenze i comportamenti devianti degli adolescenti di entrambi i sessi. Il pericolo, insomma, di dover intervenire quando il ragazzino o la ragazzina si sono messi nei guai. Il monito non arriva da un assistente sociale ma da un maresciallo dei carabinieri che, dopo undici anni a stretto contatto

con la realt sociale di Sennori e Sorso, ha scelto un tema delicato e controverso per la sua tesi di laurea: Devianze giovanili in Romangia. Lo studio contiene unanalisi molto stimolante del pianeta under 18 dei due grossi centri, composto in totale da 1.442 ragazzi. Un ambiente che Giuseppe Innocenti, 40 anni, romano, laureatosi brillantemente in Scienze politiche allUniversit degli studi Nicol Cusano di Roma (relatore Massimiliano Ruzzeddu), ha esaminato con la doppia lente di ingrandimento delladdetto ai lavori e dello studente, ma anche con la sensibilit di un sottufficiale dellArma che nel suo lavoro ha sempre colto al volo tutte le occasioni istituzionali per sensibilizzare i pi giovani sul rispetto della legalit. Giuseppe Inno-

centi, infatti, guida la stazione dei carabinieri di Sennori, dove lavora dal 2003. La tesi del maresciallo sulle devianze minorili in Romangia pu essere uno spunto ulteriore di dibattito nei tanti incontri che le amministrazioni locali organizzano con gli studenti. La ricerca infatti non contiene solo gli aridi numeri delle statistiche giudiziarie, ma arricchita dalle testimonianze dei cosiddetti testimoni privilegiati: soprattutto operatori sociali e insegnanti. Proprio da questi soggetti sono state fatte le riflessioni che hanno spinto Giuseppe Innocenti a concludere che il rischio della devianza giovanile sia pi che concreto nel territorio. E che questo pericolo venga troppo spesso sottovalutato. Sembra che a Sorso e a Sennori scrive il neo laureato la

societ degli adulti non consideri devianti i comportamenti dei giovani fino a quando non sfociano in vicende criminali. La ricerca stata eseguita con la collaborazione della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni che, nel totale rispetto della privacy dei soggetti minori, ha messo a disposizione del laureando le schede relative alle iscrizioni nel Registro delle Notizie di reato che hanno visto coinvolti minori romangini nel biennio

2012-2013. In qualche caso, le schede sono state corredate dai fascicoli Affari civili del Tribunale di Sassari, spesso collegati alle notizie di reato e che vedono il minore preso in considerazione non come autore di un reato ma come soggetto bisognoso di attenzioni legate a famiglie multiproblematiche. Perch nei in nuclei familiari disagiati che germoglia la maggior parte delle devianze giovanili che sfociano in reati. Tra il 2012 e il 2013, sono state

47 le notizie di reato (per un totale di 61 reati) iscritte nel registro della Procura a carico di minori di Sorso e di Sennori. I reati sono in prevalenza contro il patrimonio (28) e in materia di stupefacenti (15). A notevole distanza ci sono i reati contro la persona (otto episodi), per detenzione di armi (un caso). Le segnalazioni alla Procura riguardano ragazzini dagli otto ai diciassette anni, quindi anche di et inferiore ai 14 anni quando si diventa imputabili. Si tratta in prevalenza di maschi: 40 contro sette ragazze di et compresa tra i 14 e 17 anni. Ma questi numeri perfino inferiori alla media nazionale sono solo la punta delliceberg. Nonostante il freddo responso delle statistiche si legge nella tesi di laurea opportuno evidenziare che i testimoni privilegiati, nei loro questionari, hanno evidenziato invece un territorio ricco di criticit sociali non riscontrabili nelle schede raccolte negli uffici della Procura. In questa zona dombra ci sono tutti quei ragazzi che manifestano comportamenti devianti tollerati dalla comunit. In sostanza conclude il neo laureato si pu affermare che il tessuto sociale della Romangia, variegato e multiproblematico per ci che attiene le devianze criminali degli adulti, si interessa meno a quelle minorili che in qualche modo giustifica fino a quando non vengono stigmatizzate da terzi, quali possono essere le forze di polizia.
RIPRODUZIONERISERVATA

Comunali a Sorso, centrosinistra diviso


Il sindaco di Sennori Roberto Desini: non sostengo nessuno. Marginesu (Cd): niente ammucchiate
Q SORSO

Il municipio di Sorso

Si intensificano i contatti in vista delle prossime elezioni comunali di Sorso. Sul fronte del centro sinistra, il Pd consulta le forze che si riconoscono nellarea che sostiene il presidente della Regione Francesco Pigliaru, o in ogni caso che sono critiche rispetto alloperato della giunta Morghen. Mentre si dialoga, lobiettivo primario pare chiaramente quello di compattare il fronte delle due forze maggiori in campo: lo stesso Pd e il gruppo che fa riferimento allex sindaco Mino Roggio. Le opposte fazioni cercano ognuna di portare acqua al proprio mulino,

con il Pd intento a far convergere il consenso sul proprio nome forte, quello di Gianni Tilocca (Mpa), posto sul tavolo pochi giorni fa. Laltro schieramento, invece, porta ovviamente avanti il nome di Mino Roggio come probabile candidato. Questultimo un nome che - considerati gli eventi recenti che hanno portato alla scelta dellesponente dellMpa - pare non essere gradito al Pd o in ogni caso fuori dai criteri per la scelta fissati dallassemblea. Rispetto a queste dinamiche, nei giorni scorsi stato chiamato in causa lex sindaco Salvatore Angelo Razzu, che per giusto ricordarlo -

lontano dalla scena politica da circa quindici anni. Riguardo ai posizionamenti delle altre forze politiche arriva la precisazione del consigliere regionale del Centro democratico, Roberto Desini, che dichiara di non avere accordato il proprio sostegno politico a nessuno dei possibili candidati a sindaco di Sorso alle prossime elezioni amministrative. Desini chiarisce che le scelte sulle candidature alle elezioni amministrative spettano alla coalizione di centro sinistra, di cui il partito Cd fa parte a pieno titolo. A tali decisioni mi uniformer sostenendo con tutto il

mio impegno il candidato che sar scelto in maniera condivisa dallintera alleanza, conclude il comunicato. Con unaltra nota distinta, interviene anche il coordinatore provinciale dello stesso partito, Nino Marginesu.Il partito non ha attivato, n tantomeno nessun iscritto, alcuna interlocuzione con forze e persone che non rappresentino i partiti componenti la coalizione medesima, n vi intenzione alcuna di partecipare ad ammucchiate riferite solo ed esclusivamente allacquisizione di prebende politiche e rivolti a beceri arrivismi personali, dichiara Marginesu. Resta da capire se esistono le possibilit per creare ununica lista capace di fronteggiare il sindaco uscente Morghen che intanto pianifica la campagna elettorale. Salvatore Santoni

A Nulvi quaresima con Su Settenariu in lingua sarda


Q NULVI

olivicoltura

sennori

Anche se meno conosciuto e partecipato della pi famosa Chida Santa Su Settenariu de Nostra Segnora Addolorada uno dei riti quaresimali pi suggestivi e antichi che larciconfraternita della Santa Croce di Nulvi, dal 1691 custode e testimone di fede e delle tradizioni religiose del paese continua a perpetrare attraverso un cerimoniale immutato. Questanno i confratelli della Santa Croce hanno pensato bene di valorizzare anche questo momento, altrettanto importante e coinvolgente delle quaresima nulvese riproponendo su Settenariu Nulvesu, tutto in lingua sarda, nella chiesa del-

la Santa Croce, oratorio della confraternita, dove il rito si celebra da oltre tre secoli. Su Settenariu inizier sabato 5 aprile, alle 18, con la celebrazione del primo dei sette dolori della Madonna Addolorata, quello cio che ricorda Maria nel tempio mentre ascolta la profezia di Simeone. Domenica 6 il secondo dolore: Maria fugge in Egitto per salvare Ges. Poi ancora il terzo dolore: Maria smarrisce e ritrova Ges nel tempio, il quarto: Maria incontra Ges con la croce sulla via del Calvario, il quinto: Maria assiste alla crocifissione e morte di Ges, il sesto: Maria riceve sulle sue braccia il corpo di Ges deposto dalla croce e infine venerd 11 aprile il settimo dolore: Maria ac-

Sennori, assistenza Nuovi orari per il premio unico negli uffici comunali
SENNORI. Il Comune di Sennori, dintesa con la Coldiretti, offre assistenza gratuita a tutti i produttori olivicoli della Romangia che dovranno presentare le richieste relative al premio unico, annualit 2014. Allo scopo di agevolare gli iscritti Coldiretti per tutti i marted di aprile un funzionario dellassociazione di coltivatori ricever i produttori olivicoli in municipio nellufficio messo a disposizione dallassessore allAgricoltura, Vincenzo Leoni. Lassistenza, gratuita, sar offerta dalle 15,30 alle 18 per inoltrare le richieste di accesso al premio unico. SENNORI. A partire da questa settimana , gli uffici comunali di Sennori rimarranno aperti al pubblico al pomeriggio nei giorni di luned e gioved, dalle ore 15:30 alle ore 18:30. La modifica del rientro pomeridiano degli impiegati comunali, che fino alla scorsa settimana avveniva il marted e il gioved, stata decisa dall'amministrazione in seguito alle nuove esigenze organizzative concordate con il personale dipendente. Il servizio pomeridiano continuer quindi a essere assicurato con una nuova organizzazione che non pregiudica le esigenze dellutenza.

La Madonna Addolorata della chiesa della Santa Croce di Nulvi

compagna Ges alla sepoltura. Su Settenariu si concluder con la processione verso la chiesa della Santa Croce del grande crocifisso che a Nulvi viene

chiamato Babbu Mannu che era stato portato venerd 14 marzo nella chiesa parrocchiale dellAssunta per le celebrazioni di riti della Quaresima. (m.t.)

28

Porto Torres

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

Vicenda forestazione, tre gli indagati


Avviso di chiusura indagini per il segretario comunale Giovanna Maria Piga, per Claudio Vinci e per Marcello Garau
di Pinuccio Saba
Q PORTO TORRES

finanziamenti regionali

Il sostituto procuratore della repubblica di Sassari Giovanni Porcheddu ha chiuso le indagini sui cantieri della forestazione e lo ha comunicato ai tre indagati: il segretario comunale Giovanna Maria Piga, il dirigente dellufficio Tecnico Claudio Vinci e lex dirigente dellufficio Ambiente Marcello Garau. Il reato ipotizzato quello di abuso dufficio in associazione. Una vicenda complicata, quella sulla quale hanno lavorato i vigili urbani di Porto Torres, che aveva preso il via alla fine dellestate del 2010 quando la nuova amministrazione comunale - appena insediata decise di sospendere lappalto per la forestazione: un milione e 800 mila messi a disposizione lanno prima dalla Regione a ristoro di quelle citt particolarmente danneggiate dallinquinamento industriale. E Porto Torres con il suo Sito di interesse nazionale, era certamente la citt pi colpita dalla contaminazione di sostanze pericolose, tanto che nella ripartizione delle risorse messe a disposizione dalla Regione le tocc la fetta pi grande. Inoltre con quel milione e 800 mila euro, si poteva dare lavoro a decine di disoccupati. La vecchia giunta comunale

Un piccolo ristoro per tanti disoccupati


PORTO TORRES. Cantieri comunali e forestazione sono stati, negli ultimi quattro anni, le uniche possibilit per le amministrazioni locali di offrire un minimo di occupazione per i tanti senza lavoro che - a Porto Torres - sono cresciuti a dismisura dopo la crisi del polo petrolchimico. Logico che su quei pochi spiccioli, a fronte delle migliaia di disoccupati, si innescasse anche una guerra fra poveri. E cos, quando lamministrazione guidata da Beniamino Scarpa decise di annullare la prima graduatoria, le 70 persone che gi si vedevano al lavoro per la piantumazione di migliaia di alberi messi a disposizione dallEnte Foreste, si sentirono defraudate di un diritto che credevano acquisito. Le proteste di questi ultimi
Una delle tante proteste dei disoccupati che chiedevano di lavorare nei cantieri di forestazione

andarono avanti per diverse settimane, fino a quando non venne trovato un compromesso che consent ai 70 disoccupati della prima graduatoria di lavorare almeno per due mesi. Anche negli anni a seguire il comune di Porto Torres ha beneficiato di consistenti finanziamenti regionali finalizzati esclusivamente alla forestazione, lultimo dei quali (di poche settimane fa) stato di 950 mila euro. Somme che certamente non risolvono il dramma dei senza lavoro, ma che consentono ad alcune decine di famiglie di risolvere anche se solo temporaneamente i problemi dovuti a lunghi periodi di disoccupazione. Guerre fra poveri ma che stavolta hanno avuto anche un pesante risvolto giudiziario. (p.s.)

guidata da Luciano Mura aveva disposto lavvio immediato dei cantieri di forestazione con lassegnazione diretta dei lavori alla Selva Madre, una cooperativa di Pattada. Le solite lungaggini avevano fatto slittare lavvio dei cantieri al dopo-elezioni, anche se nel frattempo la Selva Madre aveva incassato 170 mila euro per lac-

quisto dei materiali per il personale. Ma la nuova amministrazione comunale guidata da Beniamino Scarpa non aveva condiviso la scelta dei predecessori e aveva optato per lannullamento della graduatoria dei disoccupati (la nuova graduatoria venne predisposta dal Centro servizi per il lavoro di Sassari) per una gestio-

ne diretta dei cantieri attraverso la societ in house Multiservizi Porto Torres. A quel punto, per, si rischiava un contenzioso con la Selva Madre e sentito il parere della Regione lunica soluzione percorribile era un affidamento parziale alla cooperativa di Pattada (236 mila euro), cos da consentire loccupazione e tempo

determinato di una quarantina di disoccupati. Ma secondo la procura della repubblica proprio questultimo passaggio avrebbe violato la normativa in materia di appalti pubblici. Anche se le somme stanziate dalla Regione erano blindate (cio potevano essere utilizzate solo per la forestazione). Secondo la procura della re-

pubblica, esisterebbero gli elementi sufficienti per portare Giovanna Maria Piga, Marcello Garau e Claudio Vinci (questultimo aveva ricoperto per breve tempo lincarico che era stato di Garau, nel frattempo licenziato dalla giunta Scarpa) davanti al giudice per le udienze preliminari.
RIPRODUZIONERISERVATA

Discarica abusiva sequestrata a Li Pidriazzi


Intervento della polizia municipale che ha posto i sigilli a una vecchia porzione della Carlo Felice
di Gavino Masia
Q PORTO TORRES

Una parte della discarica sequestrata a Li Pidriazzi

Gli automobilisti che transitavano ieri mattina sulla strada statale 131 in direzione Porto Torres, allaltezza di Li Pidriazzi, hanno visto una macchina operatrice dellufficio tecnico stendere alcuni new jersey sul manto dasfalto e avranno pensato a un pesce daprile. Invece non si trattava di uno scherzo, perch si stava effettuando la chiusura di una piccola porzione della vecchia Carlo Felice trasformata in discarica abusiva a cielo aperto. Lintervento si reso necessario a seguito di numerose segnalazioni fatte nel tempo da

cittadini che vivono nel quartiere di Serra li Pozzi, provocando lazione del comando della polizia municipale che in questi giorni ha emesso un provvedimento di sequestro cautelativo dellarea. Con la chiusura dei due accessi a quello spazio si eviter che nellattesa dellespletamento delle operazioni di bonifica vi si possa accedervi per depositare altri rifiuti, sottolinea lassessore allAmbiente Gavino Gaspa. Nella stradina si possono trovare pneumatici giganteschi e batterie esauste di autotreni, materiale di risulta e tanto altro ancora. Anche in questo caso, come altre volte, la situazione appare emblemati-

ca: da una parte il Comune con pochi strumenti per combattere questi fenomeni, dallaltra i privati che dovrebbero invece vigilare sulle loro propriet, recintarle e impedirne laccesso agli estranei per labbandono di rifiuti. Se a questo si aggiunge anche il caso in questione dice Gaspa , ossia una sorta di promiscuit tra propriet pubblica e privata, con espropri probabilmente mai perfezionati e strade che hanno i crismi di arteria pubblica, facile capire quanto sia difficile individuare le responsabilit di tali fenomeni: con la preziosa e costante collaborazione del comando dei vigili urbani si sta

procedendo al censimento delle discariche croniche presenti nel perimetro comunale, circoscriverle ed emettere i provvedimenti che occorrono allassessorato per mettere in bilancio le somme occorrenti alla rimozione dei rifiuti depositati in aree private utilizzando i poteri sostitutivi che gli derivano dal decreto 152 del 2006. Ogni euro speso per questi interventi sono poi somme che vengono distratte da altre opere e che escono sempre dalle tasche di quei cittadini che pagano puntualmente i tributi. La cosa che mi stupisce maggiormente conclude lassessore che nessuno, tra i soggetti cui compete vigilanza e controllo del territorio, sia riuscito a individuare qualcuno dei responsabili di questi scempi, neanche facendo approfondite indagini sulleventuale tracciabilit del rifiuto.

liceo scientifico

GIUNTA COMUNALE

Assemblea sulle bonifiche con amministratori e tecnici


Q PORTOTORRES

La delega ai Lavori pubblici affidata allassessore Gaspa


Q PORTO TORRES

stata un'assemblea molto particolare, quella richiesta dai due rappresentanti d'istituto del liceo scientifico Nunzio Borra e Rebecca Ginatempo al loro dirigente scolastico. I due studenti, infatti, hanno deciso di coinvolgere il sindaco Beniamino Scarpa, l'ex primo cittadino Eugenio Cossu, l'esperto in materia ambientale Lello Cau e il chimico Giuseppe Alesso, presidente del comitato Tuteliamo il golfo dellAsinara, per parlare di inquinamento e bonifiche industriali. La mattinata stata intro-

dotta da Eugenio Cossu, che ha ricordato gli anni dell'avvento del petrolchimico, riconoscendo gli errori compiuti in citt in merito alla politica industriale. A quello dell'ex sindaco ha fatto seguito l'intervento di Lello Cau che si soffermato sull'evoluzione della legislazione in materia d'inquinamento, ha mostrato dati non ufficiali sulla maggiore incidenza di tumori nella provincia di Sassari rispetto ad altre realt siti simili a Porto Torres, chiudendo con i numeri sulla presenza di inquinanti nel mare e nel suolo. Giuseppe Alesso si invece soffermato sulla qualit

Tecnici e amministratori rispondono alle domande degli studenti

dellaria parlando dei dati provenienti dalla centralina dellArpas di via Pertini, dopo quasi due anni di monitoraggio del benzene. In chiusura, il sindaco Scarpa, che ha parlato della vicenda della darsena servizi e dello stato attuale delle bonifi-

che, ricordando l'avvio degli impianti della chimica verde. Infine, lo studente Nunzio Borra ha chiesto ai quattro di spiegare il loro punto di vista sulle alternative di sviluppo della citt rispetto allindustria chimica. Emanuele Fancellu

Il sindaco Beniamino Scarpa ha attribuito ieri pomeriggio la delega ai Lavori pubblici allassessore allAmbiente Gavino Gaspa. La giunta comunale rimane la stessa che operava prima delle elezioni regionali (con la sola assenza di Angelo Acaccia che fa parte ora del centro sinistra con il Centro democratico), ossia Piera Casula alle Politiche sociali, il vice sindaco Mauro Norcia ai Trasporti e portualit, Davide Tellini alla Viabilit e decoro, Costantino Ligas allo Sport e spettacolo, Alessandra

Peloso al Turismo. Il primo cittadino ha invece deciso di mantenere le deleghe allUrbanistica e alledilizia pubblica e privata. Lesecutivo rimane dunque con sei assessori, e la delega pesante ai Lavori pubblici va al partito dei Quattro Mori che ha la maggiore rappresentanza di consiglieri. Il voto di Scarpa continua a garantire la maggioranza (11 a 10) per governare. Il primo banco di prova post elettorale in programma questa sera nellaula consiliare, dove tra i punti allordine del giorno del consiglio c proprio il dibattito politico. (g.m.)

Alghero
I

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014


I I I I I Alghero ViaKennedy38 Telefono 079/9734032 Fax 079/974088 Abbonamenti 079/2064000 Pubblicit 079/222456

29

e-mail: alghero@lanuovasardegna.it

CITT BLINDATA

Le ringhiere? Adottiamone tutti una


La proposta dellimprenditore edile Isio Camboni per sostituire prima dellestate le barriere sul lungomare
di Andrea Massidda
Q ALGHERO

Quel chilometro infinito di transenne che da domenica scorsa blinda le passeggiate a mare della citt - partendo dalla Torre dei cani sino all'hotel Las Tronas - un pugno allo stomaco piuttosto duro da incassare. I turisti del Nord Europa a caccia di tramonti con relativa foto ricordo guardano le barriere metalliche sul lungomare alzando le spalle e accennando una smorfia a met tra lo stupore e il compatimento. E non sanno nemmeno che da queste parti, in Italia, i provvedimenti tampone molto spesso diventano definitivi. Tuttavia non tutti gli algheresi sono disposti ad assistere senza reagire a questo disastro estetico in grado di generare per lintera Riviera del Corallo tremende ricadute in termini economici e di immagine. C anche qualcuno che dice: Noi che viviamo qua, che amiamo questo luogo, abbiamo il dovere di rimboccarci le maniche e di uscire da questa situazione di impasse, senza perdere neanche un minuto. Isio Camboni, storico imprenditore edile (la sua societ si chiama 2C Costruzioni), che per non si limita semplicemente a suonare la carica, ma suggerisce anche la strategia per la battaglia. Con unidea che ha tutta laria di essere vincente e che un copywriter sintetizzerebbe cos: Adotta una ringhiera. La proposta. lui stesso a spiegare che cosa ha in mente, pur senza entrare troppo nei dettagli. Mi piacerebbe - racconta - che imprenditori, commercianti, consorzi, associazioni varie e, perch no, anche quei cittadini che possono permetterselo, si quotassero per contribuire alla spesa che dovr affrontare lamministrazione comunale. Perch se aspettiamo che a SantAnna trovino nel giro di qualche settimana quasi un milione di euro, poi i

Incendio doloso distrugge una casa nella pineta Mugoni

Le fiamme hanno completamente distrutto la casetta di legno

Limpresario edile Isio Camboni

Lidea che imprenditori, commercianti e associazioni si quotino per sostenere il Comune


bandi e cos via, rischiamo seriamente di ritrovarci nel bel mezzo della stagione estiva con queste brutture a fare da ostacolo visivo al panorama. Con il risultato di rimetterci

tutti. E proprio quando le presenze di vacanzieri hanno fatto registrare i primi, incoraggianti segnali di ripresa dalla crisi (bilancio di fine 2013 chiuso con un bel 12 per cento in pi di arrivi). Per non parlare del fatto che a giugno ci sono gli appuntamenti del campionato mondiale di rally (oltre 150 giornalisti accreditatio da tutto il pianeta) e del gay pride. Due eventi che porteranno nella Riviera parecchie migliaia di persone: e sarebbe un vero peccato presentarsi con quelle orribili transenne. Tempi stretti. In breve, Camboni - che ha gi chiesto dei preventivi e stamattina incontrer il commissario straordinario Antonello Scano per enunciare la sua idea nei particolari - propone agli algheresi di partecipare a una sorta di megacolletta per sistemare nel tempo pi breve possibile

delle nuove ringhiere a norma di legge e ovviamente approvate dalla Sovrintendenza. Ho letto con attenzione le affermazioni della dottoressa Daniela Scudino, coordinatrice del settore Tutela del paesaggio - continua - e mi sembrato di capire che davanti a una proposta armonica e ben fatta la Sovrintendenza farebbe tutto il possibile per ridurre i tempi burocratici necessari per ottenere il suo nullaosta: limportante evitare schermature sul mare e utilizzare delle barriere dacciaio inossidabile, che al contrario di quelle di ferro utilizzato sinora non sono soggette alla corrosione. Poi, rispetto a quanto c' adesso -conclude Camboni - sulle ringhiere andrebbe posto un dissuasore capace di impedire ai bambini di sporgersi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Q ALGHERO

Le fiamme hanno completamente distrutto una casetta di legno immersa tra gli alberi della pineta di Mugoni. Un polmone verde a pochi passi dal mare. Si tratta di una residenza estiva di propriet di due coniugi che in citt gestiscono una rinomata pizzeria. certamente un attentato considerato che trattandosi di una struttura in legno e plastica utilizzata per lo pi durante lestate non cera nemmeno lenergia elettrica. Quindi nessun corto circuito. Ne sono certi, che sia stato un incendo doloso, sia i vigili del fuoco intervenuti per spegnere il rogo (lincendio scoppiato luned sera intorno alle 19 e i vigili hanno lavorato fino alle 22) sia gli uo-

mini della Forestale che hanno fatto un sopralluogo e successivamente, come vuole la prassi, inviato una segnalazione alla magistratura. Le fiamme hanno distrutto la casetta ma hanno divorato anche i pini che stavano intorno. Larea interessata dal fuoco di circa duecento metri quadri. Fortunatamente in questo periodo la pineta pulita, non c neanche macchia mediterranea e le fiamme non si sono estese. Preoccupa il gesto indirizzato chiaramente ai proprietari della struttura che sono stati informati di quanto era accaduto dalle forze dellordine. Sullepisodio indagano i carabinieri che stanno tentando di capire se qualcuno potesse eventualmente avercela con i due coniugi. Al momento, per, non ci sono novit sul fronte investigativo.

Il Pd apre ufficialmente alle forze moderate


Nuovo corso della segretaria di via Mazzini: Democratici pronti a trattare anche sul candidato sindaco
di Gianni Olandi
Q ALGHERO

Il candidato del Pd Mario Bruno con il segretario regionale Silvio Lai

La coalizione di centrosinistra ha tenuto nella tarda serata di luned un incontro nella sede del Partito democratico, in via Mazzini. Tema della affollata riunione, naturalmente, le prossime elezioni amministrative, i cui tempi sono ormai ravvicinati, visto che si dovrebbe votare il 25 di maggio in concomitanza con le elezioni europee. La coalizione ha ufficializzato formalmente lapertura ai partiti del centro inserendo il discorso della pari dignit per quanto riguarda lin-

dicazione del sindaco. Per il Partito democratico va detto che alle trattative andr avendo gi una indicazione, quella dellex consigliere regionale Mario Bruno, al quale proprio ieri ha dato supporto la componente locale di sinistra di Pippo Civati. Il nuovo corso, del quale si parlava da tempo, ma ora ufficializzato, sembra avere come obiettivo lindividuazione di quelle forze politiche, in questo caso di centro, in grado di fare vincere le elezioni. Nel caso specifico si tratta di quei partiti che hanno governato nellultima legislatura con il centrodestra. La

strategia appena ufficializzata dunque ancora in una fase interlocutoria ma il tempi non aiutano: ci sono soltanto venti giorni per formare le liste entro il prossimo 22 aprile, perch dal 25 comincer la campagna elettorale. Tornando alla riunione di luned della coalizione di centrosinistra va aggiunto che si tratta di uno schema che sembrerebbe ormai superato. In particolare per quanto riguarda Sinistra ecologia e libert, che per una parte sempre intenzionata ad andare da sola candidando a sindaco Valdo di Nolfo. Altri distinguo sono giunti dallUpc, che ha so-

speso ogni giudizio sul nuovo corso e da Italia dei valori che dovr discutere al proprio interno la nuova situazione delineata dal Pd. Anche lo schema tradizionale del centrodestra sembra interessato da tormenti e posizioni difformi. Tra questi quelli manifestati dai Riformatori che per quanto attiene Alghero, insieme a Udc, PsdAz , guardano con attenzione allipotesi di presentarsi da soli, quindi fuori dalla alleanza con Forza Italia. E sempre i Riformatori, nel caso questa ipotesi con i centristi non andasse a buon fine, c' una forte intenzione ad andare al voto delle amministrative con una propria lista e relativo candidato a sindaco. Ci stiamo ragionando - dice Pietrino Fois - e stiamo riscontrando nel partito un'alta percentuale di condivisione.

30

Ozieri

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

Caserme, nuovo no alla chiusura


di Barbara Mastino
Q OZIERI

Quindicenne cade da cavallo Documento della conferenza dei capigruppo: il Comune pronto ad accollarsi le spese per il servizio e si frattura
Assemblea del Pd
Q OZIERI

Il Comune non molla la presa sulla paventata soppressione della Compagnia Carabinieri e chiusura del presidio di Polizia Ferroviaria di Chilivani. La posizione unitaria di condanna e di volont di opporsi ai tagli annunciati dal Governo, emersa nella recente seduta del consiglio comunale dedicata proprio a questo tema, si riflette in un documento unitario firmato dalla conferenza dei capigruppo e redatto sulla proposta fatta proprio nella seduta consiliare, e condivisa allunanimit, del capogruppo della minoranza Ozieri Domani Nanni Terrosu. In sostanza, il documento della conferenza dei capigruppo ribadisce i concetti gi espressi nella seduta consiliare (e fatti propri anche dallassemblea dei sindaci dellUnione dei Comuni del Logudoro in riferimento alla Polfer e alla Compagnia Carabinieri ma anche alle stazioni carabinieri di Ittireddu e Ardara): in primo luogo la necessit che tali ipotesi debbano essere valutate con tutti i soggetti coinvolti e in particolare i rappresentanti delle comunit locali e soprattutto che sia indispensabile concorrere con un proprio contributo ad attuare politiche di risanamento finan-

Sostegno alla vertenza


OZIERI. Anche la chiusura dei presidi delle forze dellordine, oltre a varie tematiche interenti il territorio, stata al centro dellassemblea che nei giorni scorsi ha riunito in citt i rappresentanti del Partito Democratico di Ozieri, Pattada, Nughedu e Ittireddu, i consiglieri regionali Gianfranco Ganau (presidente del consiglio) e Luigi Lotto. I rappresentanti locali del partito hanno chiesto un impegno concreto ai consiglieri e ai rappresentanti del Pd nei diversi livelli istituzionali sulla salvaguardia dei servizi, del cui smantellamento progressivo la paventata chiusura della Compagnia Carabinieri solo uno dei tanti esempi. Le problematiche sono state recepite e sostenute dai consiglieri e dal segretario provinciale Pd, che hanno manifestato la volont di sostenere le battaglie del territorio anche sul piano della rappresentanza. In particolare Ganau ha manifestato sostegno alle rivendicazioni su sanit, giustizia e legge elettorale. (b.m.)
La caserma dei carabinieri di Ozieri

ziario, senza arroccarsi su posizioni localistiche. Il Comune quindi pronto a farsi carico di eventuali spese pur di non rinunciare a questo importante presidio della forza pubblica. Ci perch, come ribadito con forza nel documento della conferenza dei capigruppo, la sicurezza deve rimanere cardine imprescindibile dello sviluppo sociale: la soppressione della Compagnia dei Carabinieri - dicono senza mezzi termini maggioranza e opposi-

zione - potrebbe aprire la strada ad un aumento degli episodi di microcriminalit correlati anche al traffico di stupefacenti. Il documento indica anche la sua proposta per risolvere il problema, che nei giorni scorsi stata gi presentata ai Ministeri dellInterno e della Difesa: mettere a disposizione strutture pubbliche proprie soprattutto per mantenere in loco la Compagnia dei Carabinieri, insostituibile presidio della sicurezza pubblica e pri-

vata e consolidato patrimonio della citt di Ozieri e del territorio circostante. La presenza della Compagnia fattore di sicurezza ma anche, tout court, un servizio: se dovesse venire a mancare, in un contesto dove la tendenza allo spopolamento in forte crescita, il rischio quello che il malessere generale si accresca. Un danno da evitare, soprattutto perch ci si trova in una delle aree della Sardegna a maggiore tasso di disoccu-

pazione giovanile ed quindi facile prevedere che, qualora venisse indebolita la rete di sicurezza che viene fornita dalla presenza del Comando Compagnia nel territorio, i fattori di malessere generale possano diventare facile terreno di coltura per azioni criminali. Fin troppo facile prevedere che questa vastissima area di confine tra il nuorese e il nord Sardegna, con viabilit a dir poco infelice, diverrebbe, in poco tempo, facile crocevia per traffici illeciti.

Tanta paura ma, per fortuna, conseguenze non gravi per un giovanissimo che ieri mattina si infortunato cadendo da cavallo nellippodromo di Chilivani. Il fatto avvenuto intorno alle 8.30 del mattino quando il ragazzo, di appena quindici anni e figlio di un noto allenatore, stava esercitando un cavallo quando improvvisamente lanimale lo ha disarcionato scaraventandolo a terra. Il giovane ha provato a rimontare in sella ma immediatamente svenuto davanti allo sguardo attonito e spaventato dei presenti. Subito partita la chiamata alla centrale operativa del 118, che ha allertato lambulanza medicalizzata del Segni di Ozieri che si precipitata sul posto. Si temevano gravi conseguenze, visto limprovviso svenimento del ragazzo che pertanto stato trasferito nel Pronto Soccorso dellospedale civile di Sassari. Il giovane stato sottoposto a tutti gli accertamenti e una Tac per verificare eventuali lesioni interne, ma fortunatamente lunico problema riscontrato stata la frattura di un malleolo. Si tratta di un trauma particolarmente doloroso: ed probabilmente stato proprio il forte dolore accusato nel tentativo di rimontare in sella a provocare lo svenimento del ragazzo. (b.m.)

AllUte si parla di produzione dei formaggi


OZIERI. Si parler di Formaggi, dalla produzione alla tavola nella lezione in programma oggi 2 aprile alle 16.30 nellambito del secondo quadrimestre dellUniversit della Terza Et Framcesco Ignazio Mannu di Ozieri. La lezione, in programma come di consueto nella sala conferenze del Centro Culturale San Francesco, sar tenuta dal dottor Ico Ventura e sar accompagnata da gustosi assaggi. Mercoled 9 aprile, la tematica sar approfondita con una visita alla cooperativa Allevatori di Mores, con pranzo e successiva visita allautodromo. (b.m.)

Riparte la corsa serale per Ardara e Tula


stato ripristinato il collegamento con Sassari soppresso nel 2011: finiti i disagi per i pendolari
Q TULA

Il terminal degli autobus a Sassari

E stato finalmente ripristinato ieri il collegamento serale con autobus di linea tra Sassari e i Comuni di Tula e Ardara, affidato dallassessorato regionale ai Trasporti alla ditta privata Eredi Dettori. La decisione risponde alle innumerevoli richieste avanzate dai sindaci dei due Comuni per venire incontro alle esigenze dei propri concittadini, che dalla data della soppressione del servizio (il lontano agosto 2011) erano stati privati di un collegamento fondamentale con il capoluogo, utilizzato da numerosi pendolari principalmente per motivi di studio e di lavoro.

Lultima lettera, una nota urgente, stata inviata dai primi cittadini di Tula e Ardara Andrea Becca e Francesco Dui meno di un mese fa e chiedeva con forza la pronta risoluzione di una situazione che sta creando gravi disagi personali ed economici alle nostre popolazioni, peraltro gi fortemente penalizzate dalla mancanza di altri essenziali servizi, fondamentali per la civile convivenza in specie nei paesi siti nelle zone interne. La richiesta stata accolta e da ieri i residenti di Tula e Ardara dal luned al sabato avranno a disposizione complessivamente tre corse in direzione Sassari e altrettante al rientro: partenza da Sassari, ca-

polinea via Padre Zirano, alle 5.30 e arrivo a Tula alle 6.30; partenza da Tula alle 6.45 e arrivo a Sassari alle 7.45; partenza da Sassari, capolinea via Padre Zirano, alle 14.30 e arrivo a Tula alle 15.30; partenza da Tula alle 15.45 e arrivo a Sassari alle 16.45; partenza da Sassari, capolinea via Padre Zirano, alle 18.30 e arrivo a Tula alle 19.30; partenza da Tula alle 19.35 e arrivo a Sassari alle 20.30. Grande soddisfazione stata espressa dai sindaci Andrea Becca di Tula e Francesco Dui di Ardara per la battaglia finalmente vinta, che consente a studenti, lavoratori e non solo di viaggiare con pi facilit da e verso il capoluogo. (b.m.)

Modellini in legno per sognare


Li realizza per hobby Antonio Rutigliano che presto li metter in mostra
Q OZIERI

bono

Bono

Partita di recupero per Atletico Bono e Santu Predu


Q BONO

Domani incontro sullinnesto di vite, olivo e mandorlo


Q BONO

Prima stato per lui un semplice passatempo che con estrema passione ha coltivato fin da ragazzo, ma ora arte. Antonio Rutigliano, barlettano di nascita, ormai ozierese a tutto tondo, non solo perch qui ha formato famiglia, ma perch si da anni pienamente integrato nella comunit. Cos il prodotto del suo hobby unanimamente apprezzato e ammirato. Da quando andato in pensione trascorre tutto il suo tempo dedicandosi alla punti-

gliosa, quasi maniacale, realizzazione di bellissimi modellini in legno o altro materiale di uso comune dei pi famosi monumenti nazionali ed esteri. E' un perfezionista per cui in ogni opera rispetta meticolosamente le proporzioni e linee architettoniche sia all'interno che all'esterno degli edifici a cui fa riferimento. Traspare in lui oltre che la passione, l'innata predisposizione all'arte con padronanza del disegno e buona tecnica decorativa. Fra le sue opere pi recenti,

bellissima la Basilica di San Pietro col colonnato del Bernini e l'Altare della Patria. Coinvolgenti i richiami ad alcuni monumenti che impreziosiscono la nostra citt e la Sardegna pi in generale. Dopo amichevoli pressioni ha deciso di organizzare una mostra che sar visitabile per un paio di settimane nella Sala Combattenti di piazza Garibaldi. In vetrina saranno una quindicina dei sui ultimi lavori. Linaugurazione fissata per il prossimo sabato, 12 aprile. Gerolamo Squintu

Alcuni dei modellini di Rutigliano

Sar giocato questo pomeriggio alle 16 il recupero dellottava giornata di ritorno del campionato di Seconda Categoria tra Atletico Bono e Santu Predu di Nuoro, non giocatasi il 9 marzo scorso a causa del ritardato arrivo dellarbitro e alla conseguente rinuncia della squadra ospite a scendere in campo. LAtletico Bono, capolista del girone con 62 punti, non pu permettersi sviste e deve portare a casa i tre punti necessari per distanziare la diretta avversaria La Caletta, seconda a tre punti. (b.m.)

Ultimo appuntamento domani con gli incontri sulla pratica dellinnesto della vite, dellolivo e del mandorlo promossi dal Comune con il Sut Laore Goceano e listituto Agrario. Lappuntamento alle 9 nellazienda agricola dellistituto. Il laboratorio sar curato da Giovanni Mulas, agrotecnico della scuola, e da Gavino Arca, perito agrario di Laore Marghine. aperto a frutticoltori, hobbisti e appassionati. Si raccomanda di munirsi di forbici e coltello da innesto. Info Laore Bono 079 790199. (b.m.)

Olbia
I

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014


I Olbia ViaCiroMenotti1 I Centralino 0789/24028 I Fax 0789/24734

31

I Abbonamenti 079/222456 I Pubblicit 0789/28323

e-mail: olbia@lanuovasardegna.it

bullismo al Panedda

Spara in classe con la pistola giocattolo


In ospedale una studentessa di 14 anni ferita dai gommini. Il padre non denuncia il ragazzo, ma gli insegner un lavoro
di Serena Lullia
Q OLBIA

Appena 15 anni, ma arriva a scuola con una pistola giocattolo. E spara pallini di gomma contro una compagna di classe. Lei finisce in ospedale, i medici le danno due giorni di cure. Lui viene sospeso e rischia una denuncia. Ma latto di bullismo si conclude con una lezione di vita. Il padre della ragazza non sporge denuncia. Decide di aiutare il ragazzino che ha ferito la figlia di 14 anni. Il babbo di Michela (nome di fantasia) vuole dare al 15enne la possibilit di riscattarsi. La sera, dopo la scuola, lo porter con lui al lavoro. Luomo proprietario di una officina, il ragazzo appassionato di meccanica. Per il turbolento adolescente una lezione di vita. Molto meno morbida la decisione della scuola in cui frequenta la prima classe. Il tecnico Panedda ha sospeso il 15enne per 10 giorni. Un provvedimento severo, che mette a rischio lintero anno scolastico. Il ferimento di Michela avviene durante la seconda ora, quando in corso la lezione. Il ragazzino arriva in classe con una pistola che spara pallini di gomma. Larma giocattolo una fedele riproduzione di quelle vere. Lo sparo viene accompagnato da uno scoppio rumoroso. I proiettili sono pallini di gomma spessa. La pericolosit della pistola viene confermata anche dalla polizia. Il primo colpo viene sparato tra la prima e la seconda ora. Michela viene colpita al polso destro. La ragazza reagisce con una occhiataccia e un invito al compagno di classe a non farlo pi. Scatta la seconda ora di lezione. La professoressa in classe. C un po di confusione, gli alunni sono pi di 20. Il 15enne dice a Michela di abbassare la voce perch il

La scuola severa: lalunno sospeso per dieci giorni

In alto, listituto Panedda. A destra, il braccio ferito della ragazza

tono, a suo dire troppo alto, lo infastidisce. Poi prende la pistola, la sistema sotto il banco e prende la mira. Il pallino di gomma centra la coscia di Michela.

La ragazza non intende sopportare ancora gli atteggiamenti da bullo del compagno. Chiede lintervento dellinsegnante. Poi va nellufficio di presidenza. De-

nuncia il fatto e come prova del suo racconto porta il pallino di gomma che lha ferita. Michela avvisa anche il padre, che si precipita al Panedda. Interviene anche la polizia locale. La ragazzina viene accompagnata al pronto soccorso. I medici, dopo averla visitata, le danno due giorni di cure. Babbo e figlia ritornano a scuola. Luomo vuole capire bene cosa sia successo, parlare con il dirigente, capire come possibile che a scuola si possano portare delle armi, anche se giocattolo. Nel frattempo la classe di Michela sta uscendo dal Panedda per lora di educazione fisica. Il ragazzino getta la pistola nel cassonetto della plastica e poi cerca di fuggire. Il meccanico lo ferma e prova a parlarci, senza troppo successo. Alla fine della mattinata

Michela e il padre si incontrano con la famiglia del ragazzino davanti agli uomini della polizia, in commissariato. Ci sono gli estremi per la denuncia. Ma il babbo di Michela ha un cuore grande. Parla con il 15enne che ha ferito la figlia, prova a fargli capire che il gesto che ha fatto sbagliato. Il ragazzo scoppia in lacrime, piange, chiede scusa, abbraccia Michela. Da qui la decisione delluomo. La denuncia non servirebbe a nulla e lo rovinerebbe dice luomo . Non mi piacciono queste cose. So che un appassionato di meccanica, io ho unofficina. Lo porter con me dopo la scuola, gli spiegher il mestiere. E chieder anche al preside che revochi il provvedimento disciplinare nei suoi confronti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La rabbia ha ceduto quasi subito il posto alla ragione, ai sentimenti. Il padre di Michela ha pensato a cosa fosse meglio per i due adolescenti. Una vita davanti, una strada difficile da percorrere, ladolescenza, piena di grandi cambiamenti. Non me la sono sentita di sporgere denuncia racconta luomo . Di certo con quella pistola qualcuno si poteva fare molto male. I poliziotti lhanno provata. Unarma grande, molto simile a una vera. Ogni volta che parte il colpo si sente un rumore molto forte, uno scoppio. Impossibile non sentirlo. Luomo convinto che la vera lezione per il ragazzino turbolento non sia n una denuncia, n la sospensione. Ma i dirigenti del tecnico Panedda, dopo aver valutato la gravit dellepisodio, hanno deciso di applicare una sanzione disciplinare molto severa. Dieci giorni di sospensione. Un provvedimento pesante, che potrebbe compromettere lanno scolastico del ragazzino. Di certo quanto accaduto ieri mattina apre anche una riflessione. Come sia possibile portare a scuola unarma, anche se giocattolo.

Dalla Grand celebration sbarcano i primi crocieristi


Q OLBIA

Comincia oggi la stagione delle crociere 2014 nel nord Sardegna. La prima nave ad arrivare in porto, allIsola Bianca, sar la spagnola Grand celebration della flotta Ibero cruceros. La nave, proveniente da Palma di Maiorca e diretta a Civitavecchia, arriver in banchina nel primo pomeriggio, intorno alle 15, e moller gli ormeggi alle 21. Per i passeggeri, dunque, ci sar il tempo di poche ore per poter visitare la citt e dintorni. Per la citt il primo test turistico della stagione ed anche lopportunit di rialzare la testa dopo un 2013 andato in archivio con la

tragedia dellalluvione. Intanto, datri alla mano, a Olbia le prenotazioni in banchina gi superano i 115 accosti del 2013 e anche a Porto Torres e Golfo Aranci faranno scalo molte navi da crociera. A Olbia questanno non sono previste le ammiraglie delle grandi cruise company americane, ma non mancheranno i giganti a cominciare dai collaudati scali di Msc e Costa Crociere. In ogni caso, all'isola Bianca i giganti a stelle a strisce faranno nuovamente capolino dal 2015, visto che gli inviati della Autorit portuale del nord Sardegna hanno lavorato in questa direzione in occasione del Sea trade di Miami.

Nuoro
I

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014


I Nuoro ViaAngioy14 I Centralino 0784/32222 I Fax 0784/35095 I Abbonamenti 079/222456 I Pubblicit 0784/252078

32

e-mail: nuoro@lanuovasardegna.it

Motorizzazione, situazione al collasso


LA CRISI DELLAUTO TAGLI E DISAGI
Da novembre lorganico passer da nove a sette dipendenti e non si potranno pi sostenere le prove per la patente
di Gianna Zazzara
Q NUORO

Continua la protesta dei dipendenti della Motorizzazione civile. Ieri, affiancati dai sindacalisti della Cisl, hanno indetto una conferenza stampa per denunciare le difficolt in cui versa lufficio. Lo sportello che si occupa delle immatricolazioni apre solo due volte la settimana, il marted e il gioved; per le revisioni e i collaudi dei mezzi pesanti c una lista dattesa di almeno sette mesi e da novembre per fare lesame di guida le autoscuole dovranno portare i ragazzi a Sassari, a Oristano o a Cagliari. I lavoratori ha spiegato Giorgio Mustaro, segretario provinciale della Cisl sono preoccupati dalle ultime scelte della dirigenza che penalizzano fortemente Nuoro, con la chiusura di alcuni servizi e il rifiuto di ripristinare i numeri corretti dellorganico: dieci anni fa i dipendenti erano ventisei, ora sono nove, dopo lestate scenderanno a sette, perch due dipendenti andranno in pensione. La colpa tutta della spending review del governo Monti che ha costretto al dimagrimento gli organici della pubblica amministrazione. I due lavoratori che andranno in pensione dopo lestate, infatti, non saranno sostituiti da altro personale e i servizi offerti si ridurranno a quelli essenziali, come la revisione e i collaudi dei camion e dei tir. Il risultato che molti servizi saranno trasferiti alle altre tre sedi regionali. La dirigenza ha deciso di fare uno spezzatino della provincia di Nuoro hanno fatto sapere i dipendenti . Le pratiche dei comuni dellOgliastra, ad esempio, diventeranno di competenza dellufficio di Cagliari con gravi disagi per lutenza. Com possibile costringere le autoscuole e i cittadini a spostarsi di centinaia di chilometri quando c un ufficio a Nuoro? Se si continua di

LE CIFRE

26
Un momento della conferenza stampa, la sede di Pratosardo e, in basso, Giorgio Mustaro (foto Claudio Gual)

LE UNIT LAVORATIVE PRESENTI IN ORGANICO NEL 2004

9 2

IL NUMERO DEI DIPENDENTI ATTUALMENTE IN SERVIZIO

Per gli esami di guida le autoscuole e i ragazzi dovranno trasferirsi in altre sedi A Pratosardo solo le revisioni e i collaudi per i camion e i tir
teorici saranno garantiti nella sede di Nuoro almeno fino a novembre ha detto il funzionario . Poi a fine anno gli esaminatori andranno in pensione e gli esami si potranno sostenere solo a Cagliari, a Sassari e Oristano. Con inevitabili aumenti dei costi. Per ora non c alcun rischio di chiusura per la sede della Motorizzazione di Nuoro ha sottolineato Luigi Putzolu, coordinatore regionale del ministero dei Trasporti della Cisl . Tuttavia il lento depotenziamento, che risale ormai a 10 anni fa, potrebbe preludere a un futuro accorpamento degli uffici. Lobiettivo dei sindacati e dei lavoratori, quindi, quello di salvare loperativit dellufficio di Nuoro. Chiediamo alla classe politica di sbloccare le procedure di mobilit e di compensare i pensionamenti. Ci sono gi diverse domande di lavoratori in mobilit che vorrebbero trasferirsi a Nuoro. Anche il Prefetto si impegnato a risolvere la vertenza.

La protesta del sindacato: no alla riduzione degli organici


I sindacati sono sul piede di guerra. E chiedono a gran voce ai politici locali e regionali di sostenerli nella lotta contro la riduzione degli organici della Motorizzazione civile di Nuoro. Come faranno gli uffici ad assicurare il servizio con un organico di appena sette dipendenti?, si domanda Giorgio Mustaro, segretario provinciale della Cisl. Che sottolinea anche le difficolt dei dipendenti. A causa della contrazione degli organici sta diventando impossibile assentarsi per malattia oppure prendere qualche giorno di ferie. Eppure la soluzione potrebbe essere a portata di mano. Basterebbe una deroga alla spending review, consentendo cos lassunzione dei lavoratori in mobilit propone il sindacalista . Sarebbe una boccata di ossigeno, sia per gli utenti della motorizzazione, sia per gli stessi lavoratori che avrebbero cos una possibilit di occupazione.

I DIPENDENTI CHE ANDRANNO IN PENSIONE NEL 2014

4.000 400

LE REVISIONI EFFETTUATE DALLA MOTORIZZAZIONE CIVILE NELLARCO DI UN ANNO

GLI ESAMI DI GUIDA PER LE PATENTI A E B SVOLTI DALLUFFICIO OGNI MESE

questo passo in pochi anni la Motorizzazione di Nuoro sar costretta a chiudere e i cittadini si dovranno rivolgere ai privati che gi aspettano alla porta. La chiusura della sede di Nuoro, comunque, per ora scongiurata. Nella sede di Nuoro ci sono infatti attrezza-

ture e macchinari del valore di centinaia di migliaia di euro che non possono essere destinate a essere ricoperte di povere. E cos a Pratosardo la Motorizzazione continuer a garantire le revisioni e i collaudi dei mezzi pesanti, anche se con lunghi tempi di attesa, che pos-

sono arrivare fino a sette, otto mesi. E questo crea un problema anche per la sicurezza ha sottolineato il funzionario del servizio . I tir dovrebbero essere sottoposti alla revisione una volta lanno, ma qui a Nuoro gli appuntamenti vengono dati anche con sei mezzi

di ritardo. A Pratosardo continueranno a svolgersi anche gli esami per le patenti superiori, quelle C e D. Per le patenti A e B, invece, e per quelle nautiche i futuri patentati per sostenere lesame dovranno trasferirsi nelle altre sedi regionali. Gli esami

liceo scientifico

Studenti ambasciatori nel mondo


Cerimonia di apertura della XIV edizione della simulazione Onu
di Luciano Piras
Q NUORO

LAtene sarda stavolta avanti di un anno rispetto a Berlino. Mentre Nuoro apre la XIV edizione del Fermi Model United Nations, la capitale tedesca ora alla XIII edizione. Un motivo di orgoglio in pi, per gli studenti del liceo scientifico di via Veneto. Pronti al grande appuntamento annuale con la simulazione di una assemblea generale tematica dellOnu organizzata a fini didattici. La cerimonia di inaugurazione prevista per questa mattina al-

le 8,30 nel teatro Eliseo di via Roma, domani e dopo si andr avanti nellistituto di Istiritta. Settanta le delegazioni di scuole superiori in arrivo dalla Sardegna, dal resto dItalia e da diversi Paesi dellUnione europea. Indubbio il significato per la scuola, la citt e il territorio, in termini di animazione, di interscambio tra giovani di esperienze e culture diverse spiega il preside dello Scientifico nuorese Bachisio Porru. La manifestazione tra le pi antiche dEuropa. Gi ledizione del 2010 stata raggiunta dal saluto del presidente del-

la Repubblica Giorgio Napolitano e da Laura Boldrini, per lalto Commissariato Onu sullemigrazione (ora presidente della Camera dei deputati). Nella penultima edizione, invece, il saluto del ministro degli Esteri. Attesa questanno per un messaggio a sorpresa di unalta autorit dello Stato e per quello ufficiale del presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru. Sollecitato da Porru a intraprendere, come fa Renzi a livello nazionale, un tour nelle scuole sarde per rendersi conto di persona delle condizioni

dei nostri caseggiati. Due i temi che verranno trattati in questi giorni dallassemblea simulata Onu. Il primo: il ruolo dellagricoltura come strumento di riduzione della povert e malnutrizione nel mondo e come stimolo alla crescita delle economie in via di sviluppo. Il secondo tema: i vari tipi di disabilit; il 15% della popolazione mondiale soffre di una qualche forma di disabilit fisica o mentale; queste ancora impediscono ai disabili di vivere la propria vita e cittadinanza appieno a causa delle barriere fisiche, economiche, sociali, legate alla non adeguata considerazione o organizzazione, discriminazione e al pregiudizio. Temi che metteranno a confronto gli studenti di mezza Europa riuniti a Nuoro.

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

33

I e-mail: cultura@lanuovasardegna.it

Archivi

La Sardegna di Volont tra cinema e tv


La figlia Giovanna Gravina : Raccogliamo le immagini dellisola che lui ha amato
di Fabio Canessa
Penetrante, intenso, inquietante. Lo sguardo di Gian Maria Volont in uno dei suoi ruoli pi noti, quello del dirigente di polizia in Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, l'immagine simbolo del Bari Film Festival in programma dal 5 al 12 aprile. Il manifesto della nuova edizione della rassegna internazionale che si svolge nel capoluogo pugliese dedicato al grande attore. E non solo. In questo 2014, il 6 dicembre per l'esattezza, ricorrono i vent'anni dalla scomparsa e per ricordare uno pi grandi interpreti del cinema non solo italiano, il festival di Bari celebra la sua avventura artistica con il pi grande tributo mai realizzato. Proiezioni, incontri, ricordi di molti registi, attori e produttori che lavorarono con lui. Una serie di iniziative che daranno vita a un festival Gian Maria Volont allinterno della manifestazione principale. E a Bari ci sar in qualche modo anche la Sardegna, La Maddalena tanto amata dall'attore. Nell'organizzazione dell'evento non poteva mancare l'associazione culturale Quasar presieduta da Giovanna Gravina Volont (figlia di Gian Maria e Carla Gravina) che nell'isola organizza annualmente il festival La valigia dell'attore, inserito nel circuito Le isole del cinema. Sono molto contenta di questa iniziativa sottolinea Giovanna Gravina Felice Laudadio, che il direttore artistico del festival di Bari, ha come una vecchia storia con La Maddalena. Era stato lui a inventare il Premio Solinas, in collaborazione con Gian Maria. Lo chiama sempre cos, per nome, il padre che rappresenta per tutti quelli che fanno lo stesso mestiere un esempio, un modello. Chiedere a Fabrizio Gifuni o Valerio Mastandrea, gli ultimi vincitori del Premio Volont. Riconoscimento che lega Bari e La Maddalena. Quando Felice Laudadio ha ideato il festival di Bari spiega Giovanna Gravina fra i premi che dava c'era quello all'attore dedicato a Gian Maria. Io gli ho chiesto di cercare di farlo qua, mi sembrava pi adatto perch sepolto qui e facciamo un festival dedicato a lui. Nel 2011 si convinto e ci d una mano. una persona che ci sti-

Volont in un murale di Francesco Del Casino

Gian Maria Volont

ma, ci vuol bene, ci aiuta. Essendoci questa occasione del ventennale mi ha chiesto di collaborare, di aiutarlo nella ricerca del materiale e degli ospiti di questo festival nel festival. Sono stata molto felice di poterlo fare. Ci sono molte adesioni importanti. Nove incon-

tri in otto giorni con tanti rappresentati del mondo del cinema che hanno lavorato con lui: Gianni Amelio, Giuliano Montaldo, Marco Bellocchio, Ennio Fantastichini, Lou Castel, Sergio Rubini per fare solo alcuni nomi dei registi e degli attori che hanno accettato l'invito.

Oltre ai film, noti al pubblico, stato raccolto per l'occasione vario materiale. Anche televisivo. Intensa stata infatti pure l'attivit televisiva di Volont, soprattutto da giovane, fin da quando ancora frequentava lAccademia darte drammatica. Il Bari Film Festival presen-

ter a riguardo una rassegna curata da Barbara Scaramucci che dirige Rai Teche. Tra le altre cose, poi, la proiezione di due documentari diretti dallo stesso Gian Maria Volont agli inizi degli anni Settanta, La tenda in piazza e Reggio Calabria. Presentere-

Nuoro, il Man presenta un documentario di Helen Doyle


Q NUORO

Unimmagine dal film

Venerd alle 18,30 il Museo Man, nellambito degli eventi collaterali promossi in occasione della mostra Robert Capa. Una vita leggermente fuori fuoco presenter al pubblico, in collaborazione con il Consorzio per la pubblica lettura Sebastiano Satta, il film documentario Dans un ocean d'images della filmmaker canadese Helen Doyle. La proiezione si terr nellauditorium della Biblioteca Satta. Il documentario una riflessione profonda sul significato e sul potere delle immagini fotografiche. La tecnologia digitale e internet hanno profondamente inciso sulle modalit e sui

tempi di produzione e circolazione delle immagini e di riflesso sulla loro ricezione; partendo da queste considerazioni, la regista ha seguito e intervistato dieci artisti fotografi e reporter impegnati nel loro lavoro di denuncia per riportare al nostro sguardo le immagini delle guerre e delle miserie del mondo. Attraverso la fotografia di Alfredo Jaar che diventa attivismo politico, la lotta contro la mafia siciliana di Letizia Battaglia, lAlgeria di Nadia Benchallal, le immagini dei conflitti in Asia di Philip Blenkinsop, le tracce ricostruite da Bertrand Carrire sulle spiagge della Normandia, lo story telling di Stanley Greene, lIrak di Geert van Kesteren, le graphic novels di Sera Phou-

sera Ing, le fotografie poetiche dellAfganistan di Lana lezic' e la messa in scena di guerre in miniatura di Paolo Ventura, il documentario sottolinea l'importanza dell'esperienza e della pratica autoriale, ricordando che le immagini fotografiche sono materia da trattare con responsabilit e con cura. Helen Doyle, sceneggiatrice e regista indipendente, tra le fondatrici del gruppo Vido Femmes in Quebec dove ha diretto e prodotto film su tematiche femminili e, successivamente, della societ di produzione Tatouages de la mmoire. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui il premio Fifa di Montreal e il Yorkton Golden Sheaf Awards.

mo aggiunge Giovanna Gravina anche un video di materiale selezionato riguardante il nostro festival della Maddalena. Interviste, testimonianze, i premi. Abbiamo fatto un montaggio con le riprese di Santo Acciaro. Sar come un ponte con la Sardegna. Ci saranno tra l'altro anche i nostri libricini, delle isole, per fare un po' di promozione a questa terra. Quello di Bari non sar certo l'unico tributo a Volont in occasione del ventennale dalla scomparsa. Varie manifestazioni in diverse citt d'Italia si terranno in tutto il 2014. Dopo Bari spiega Giovanna Gravina andr a Torino. Ho donato al Museo nel cinema un po' di cose che avevo raccimolato anche con l'associazione, a lui dedicata, di Velletri, la citt dove ha vissuto gli ultimi anni della sua vita. Grande attesa poi per il festival La valigia dell'attore che si svolger alla Maddalena tra fine luglio e inizio agosto. Dedicheremo sicuramente a Gian Maria pi spazio di quanto non abbiamo mai fatto. Alla fine di solito facciamo solo un film suo e cerchiamo di dare spazio alle nuove generazioni, agli altri. Al programma comunque stiamo ancora lavorando.

34

Cultura e Spettacoli

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

Palestina e Sardegna, il filo della solidariet


Nella libreria Odradek di Sassari presentato il progetto di Ponti non muri per aiutare la scuola di La Crche a Betlemme
di Anna Sanna
Q SASSARI

Ci sono luoghi di cui non si parla davvero, sono invisibili, restano statistiche di morti e disagio in un telegiornale. Farli conoscere e cercare di cambiare concretamente le cose anche un modo per trasformare quei numeri in un nome, un volto, una storia, un bambino a cui dare un futuro. Lassociazione Ponti non Muri dal 2006 tiene puntati i riflettori sulla situazione in Palestina. Un faro a Sassari e in Sardegna su questa terra martoriata dal conflitto, dall'ingiustizia nei confronti dei palestinesi e dallindifferenza del resto del mondo. Lo ha fatto e continua a farlo con tantissime iniziative, dalla presentazioni di libri ai convegni, ai concerti. E lo fa soprattutto con il progetto Adozioni a distanza, partito nel 2010. Al centro, la Creche di Betlemme, lorfanotrofio-scuola gestito dalle Figlie della Carit di San Vincenzo che ospita bambini fino ai sei anni. Venerd pomeriggio, ospiti della libreria Odradek, i soci dellassociazione nata nel 2006 per iniziativa del gruppo musicale Humaniora, hanno incontrato amici e sostenitori per presentare i risultati del progetto, ma anche per raccontare emozioni e ricordi delle tante visite a Betlemme. La prima dieci anni fa, nel 2004, spinti dalla voglia di aiutare bambini in difficolt. Un amico palestinese li accompagn alla Crche dove vennero accolti proprio da una religiosa sarda, Suor Maria Mastinu di Milis, filo diretto tra la Sardegna e Betlemme. Suor Maria ci ha fatto subito entrare in contatto con i bambini, li abbiamo conosciuti uno per uno ha detto Lavinia Rosa, di Ponti non Muri quando fai unesperienza del genere non puoi tornare a casa come se niente fosse, bisognava fare qualcosa, cos nata l'associazione. Allincontro sono intervenute anche la scrittrice ed editrice sassarese Silvia Sanna, socia di Ponti non Muri, e Antonietta Mastinu, sorella di Suor Maria, che hanno visitato per la prima volta la Crche lo scorso dicembre. Al momento, lorfanotrofio ospita un centinaio di bambini, 57 interni di cui 7 neonati, alcuni con delle disabilit e seri problemi di salute. Il progetto Adozioni a distanza, dal 2010 ha sostenuto 48 bambini (40 in Sardegna tra Assemini, Bessude, Cagliari, Ittiri, La Maddalena, Luras, Sassari, Sennori,

Grandi interpreti, venerd lensemble Telemaque

Un ragazzino allingresso della Chiesa della Nativit a Betlemme

Siligo e 8 nella Penisola), adottati a distanza da singole persone e da coppie ma anche da Proloco, classi delle scuole elementari, classi di catechismo e gruppi di colleghi. I bimbi hanno bisogno di vestiti, scarpe, cibo e cure mediche che possono essere garantiti con una quota minima di 20 euro al mese. Un altro modo per sostenere le famiglie palestinesi acquistare gli oggetti di artigianato

realizzati dalle donne alla Crche nellambito del progetto Ricami sostenuto dai servizi sociali locali. In Palestina, sono molto spesso le donne a portare il pane in casa. Dopo la costruzione del Muro di separazione da parte degli israeliani, infatti, molti uomini sono rimasti senza lavoro o restano per lungo tempo in carcere per detenzione amministrativa, senza accusa n processo. Altra novit presenta-

ta venerd insieme a Rita Marras di Odradek la Carta del Sostenitore di ForumSad, che stata distribuita a tutti i presenti. ForumSad unassociazione nazionale a cui aderiscono varie realt attive nel sostegno a distanza ed esercenti solidali (dagli agriturismi biologici alle librerie indipendenti): scopo della card mettere in rete tutti i soggetti impegnati in uno stile di vita e in attivit di solidariet e cooperazio-

ne internazionale. A Sassari, grazie alla collaborazione tra Ponti non Muri e Odradek, i possessori della Card del Sostenitore potranno avere degli sconti sui libri acquistati in libreria. Per informazioni sulle attivit di Ponti non Muri e sul progetto Adozioni a distanza 2014 si possono visitare i siti www.pontinonmuri. it, www.pontinonmuri.wordpress.com o scrivere allindirizzo pontinonmuri@yahoo.it

Rock

Stones, riprende il tour Il 26 maggio il via da Oslo


Q LONDRA

Mick Jagger

I Rolling Stones annunceranno oggi che riprenderanno il tour europeo 14 On Fire alla fine di maggio, dopo la sospensione dei concerti per la morte della compagna di Mick Jagger, lamericana LWren Scott. Precisamente, la band torner sul palco il 26 maggio a Oslo e fino a giugno il programma prevede 14 concerti, tra i quali quello del 22 giugno al Circo Massimo a Roma. La band ha cancellato finora i sette concerti in programma dal 19 marzo al 5 apri-

le in Australia e Nuova Zelanda. Sono bastati intanto solo 51 minuti perch tutti i biglietti dellunica data dei Rolling Stones in Francia andassero a ruba. In massa si sono precipitati a comprare i 75mila posti disponibili per levento del 13 giugno allo Stade de France di Parigi, non appena il sito li ha messi in vendita alle 10 del mattino. In meno di unora, ha riferito Pascal Bernardin dEncore production, erano tutti esauriti. Come sottolineano i media francesi, in 90 secondi erano

gi stati venduti 10mila biglietti a prezzi oscillanti tra i 78 e i 150 euro. Il tour 14 on fire, che ha preso il via il 21 febbraio ad Abu Dhabi, era stato interrotto dieci giorni fa in seguito al suicidio della compagna di Mick Jagger, LWren Scott, trovata morta nel suo appartamento di New York. Per la Francia, si tratta di una data molto attesa perch la prima volta dopo sette anni che Mick Jagger e Keith Richards si ritrovano insieme sul palco dello Stade de France, dopo che erano stati i primi ad inaugurarlo nel 1998. Intanto luned si esibito alle Scimmie di Milano Chris Jagger fratello di Mick con il suo trio acustico, gli Atcha, per presentare il suo ultimo album Concertina Jack, dove il celebre fratello maggiore appare in due brani, la canzone che d il titolo al disco e Diamonds And Pearls.

Prosegue al Nuovo teatro Comunale la stagione "I grandi interpreti della musica" organizzato dalla cooperativa Teatro e/o Musica che dopo il successo dei precedenti appuntamenti propone questo venerd alle 21 un concerto di musica contemporanea. Protagonista della serata sar l'Ensemble Telemaque dell'Europe Contemporary Orchestra (di scena oggi alle 18 allAuditorium del Conservatorio di Cagliari, tappa del festival Suona francese). Dalla sua costituzione nel 1994 a Marsiglia, l'Ensemble Tlmaque si dedicato alla creazione e diffusione delle opere del nostro tempo. Nel repertorio della formazione musiche di numerosi compositori tra cui: Rgis Campo Pierre-Adrien Charpy, Machuel Thierry, Jean-Luc Herv che offrono sperimentazioni di grande apertura estetica. Negli anni 2000 e sotto la guida di Raoul Lay, l'Ensemble ha anche sviluppato un originale miscela con altre arti. In generale in tutta la sua attivit Tlmaque ha la missione di risvegliare la curiosit per suggerire un'estetica musicale contemporanea, ovunque e per tutti. L'ultimo appuntamento con la stagione per il 10 aprile con la percussionista scozzese Evelyn Glennie personaggio di caratura internazionale. Artista non udente riuscita con una straordinaria sensibilit a diventare una musicista acclamata su tutti i palcoscenici internazionali.

Lenr, la parabola di uneroina Donna e martire del Risorgimento


di Roberta Sanna
Q SANTATERESA

Davanti a questo personaggio, che conoscevamo solo per reminiscenza scolastica, ci siamo sentiti rapiti, ma anche feriti, perch una di quelle figure che hanno difeso anche la nostra libert e quando le scopri ti senti in colpa per non averle onorate prima. Ci fanno capire anche oggi quanto il singolo possa fare. Cos racconta Carlo Bruni, regista di "Lenr", spettacolo dedicato a Eleonora de Fonseca Pimentel- eroina del Risorgimento e della rivoluzione napoleta-

Lattrice Nunzia Antonino in Lenr, stasera di scena a Santa Teresa

na del 1799, in scena oggi alle 21 al Comunale di Santa Teresa. Tratto dal saggio di Enza Piccolo, con la drammaturgia di Bruni e Nunzia Antonino, interprete del monologo, sar domani a Lanusei, poi a Macomer e Carbonia. In che modo vi siete avvicinati al personaggio? Quasi come in una reviviscenza, sentendo la forza, la presenza di Eleonora e di una storia che, con la condannata a morte, diventa un dramma. Nello spettacolo ci troviamo idealmente gi sul patibolo e rivediamo con lei la vita di una figura leader di quella rivoluzione .La vita di una donna straordinaria, di origini portoghesi, nata a Roma, poi trasferita a Napoli, dal carattere indipendente, solido. Avrebbe potuto avere una vita comoda con i suoi privilegi di poetessa di cor-

te, ma il bisogno di libert che animava molti intellettuali del tempo l'ha presa. Come costruito il monologo? C' da una parte l'itinerario narrativo, la storia e le vicende, la biografia.Leile racconta in prima persona: come se vedessimo la fatica con cui affronta quel percorso, e anche le gioie, le soddisfazioni. Emerge un doppio fronte.Inquello privato lei ha sfidato le convenzioni che vedono la donna in posizione subordinata. Era praticamente divorziata, perch il capitano cui l'aveva data in moglie il padre rivel un carattere rozzo e violento. Ci sono tutti i temi che riguardano la difesa della dignit femminile e noi li raccontiamo, anche i momenti pi delicati. E sul fronte pubblico? Oltre che scrittrice e poetes-

sa fu giornalista, direttrice, prima donna in Europa, del Monitore Napoletano, ispirato al giornale della rivoluzione francese. Benedetto Croce ne raccolse tutti i numeri e ricostru la storia, Alexandre Dumas la inser nel romanzo sulla Sanfelice. L'abbiamo ritrovata in un racconto di Dacia Maraini e nel libro di Enzo Striano da cui la De Lillo ha tratto il film "Il resto di niente". E durante la tourne abbiamo scoperto che ancora oggi, e non solo a Napoli, ci sono circoli a lei intitolati, quasi una rete di persone che amano questa figura che ha inciso nella coscienza e nella cultura del Meridione. Lei ha scritto una lettera agli spettatori sardi. Chi verr a teatro non si trover davanti ad una esposizione, ma a condividere una esperienza.

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Cultura e Spettacoli

35

la morte di jacques le goff

Il grande storico che illumin il Medioevo


Si spento ieri a Parigi allet di 90 anni Svel il vero volto di unintera epoca storica
di Paolo Petroni

Let di mezzo che arriva sino alloggi

cosiddetti secoli bui, se oggi ci appaiono ben illuminati e sappiamo che furono ricchi di fatti, personaggi, evoluzioni, avvenimenti significativi e fondanti, lo dobbiamo sostanzialmente all'opera di Jacques Le Goff che con il suo lavoro scientifico, cui ha sempre affiancato quello divulgativo, ha reso il Medioevo vivo e popolare, appassionando tanti lettori comuni. Nato il primo gennaio del 1924, scomparso oggi, dopo aver compiuto da poco i novanta anni. Era una delle figure di spicco uscita dalla scuola degli Annales francesi di maestri quali Ferdinand Braudel e Maurice Lombard, nella loro attenzione al quotidiano e non soltanto ai grandi fatti, nell'unire storia e geografia con ottica anche sociologica, antropologica ed economica, per una ricostruzione storica aperta, che pone attenzione al nascere delle idee, dei costumi, al modificarsi dei modelli produttivi. I primi due studi di Le Goff sono stati Mercanti e banchieri nel Medioevo (1955) e Gli intellettuali nel Medioevo (1957), tradotti in una decina di lingue e pi volte ristampati anche in italiano. Sono due testi fondamentali, che hanno cambiato lapproccio storico al Medioevo, nei quali il grande storico francese prende in esame la nascita di una nuova

Il ricordo di Franco Cardini: Ha aperto una strada nuova


Un uomo generoso e un collega in grado di cancellare lo stereotipo di un Medioevo oscuro. Franco Cardini, allievo di Jacques Le Goff, forse lo storico italiano pi in sintonia il grande medievalista . Le Goff - sottolinea Cardini - riuscito a eliminare il luogo comune di un Medioevo povero e semibarbarico. Ha spiegato che era unet feconda di idee, che si protratta fino al Settecento. Una lettura, figlia della lunga durata inaugurata da Fernand Braudel, che arrivava a ridimensionare limportanza del Rinascimento italiano, certo. Ma per Le Goff non bisogna tagliare la storia a pezzi.
Lo storico Jacques Le Goff

Riusc a unire storia, geografia e sociologia in un modello che prestava attenzione al nascere delle idee e dei costumi e al modificarsi dei modelli produttivi
classe mercantile e la formazione del ceto intellettuale nel XII secolo in concomitanza con la rinascita delle citt e con il sorgere delle universit. Il metodo adottato da Le Goff in questi due libri rappresenta un vero e proprio salto di paradigma rispetto alla storiografia precedente. Il Medioevo lun-

go sino alle soglie del Settecento, laltro Medioevo, il Medioevo quotidiano, il periodo meraviglioso e l'attenzione al senso comune e allimmaginario collettivo di una societ complessa e ricca di sfumature erano per le Goff altrettante linee di studio, in un lavoro che puntava a sollevare la cortina pesante che copriva quei secoli. Laureato all'cole normale suprieure, Le Goff divenne associato di Storia all'Universit di Parigi nel 1950, per passare poi a quella di Lille e, per tutti gli anni Sessanta, ricercatore al Centre nationale de la recherche scientifique di Parigi quando divenne anche condirettore della rivista Annales. Nel 1972 prese il posto che era

riuscito a cancellare lo stereotipo di una civilt povera e oscura. Ha spiegato che il Medioevo stato unet feconda, che si protratta sino al 700
stato di Braudel alla direzione della sesta sezione dell'Ecole pratique des hautes etudes, divenuta nel 1975 cole des hautes tudes en sciences sociales. La sua attenzione andava in particolare alla memoria collettiva, alla sua realt e alla sua manipolazione come strumento di potere. Il suo legame con

l'Italia era molto forte: collabor alla Storia d'Italia Einaudi e ha curato vari volumi per editori italiani. Aveva rapporti di amicizia con molti storici e intellettuali italiani, in particolare con uno studioso come Umberto Eco (partecip, quale esperto, alle riprese del film tratto da Il nome della rosa) e con l'editore Laterza, per il quale dirigeva la collana Fare l'europa e, per l'occasione, una decina di anni fa, scrisse, sempre molto attento allattualit attraverso la lente dello studioso del passato: L'Europa oggi ancora da fare, addirittura da pensare. Il passato propone ma non dispone. Il presente determinato tanto dal caso e dal libero arbitrio, quanto dall'eredit del passato.

Innumerevoli i saggi e i libri di Le Goff, tra cui sono molto noti La civilt dellOccidente medievale (1964), Per un altro Medioevo (1978); La nascita del purgatorio (1981); Lapogeo della cristianit (1982); Limmaginario medievale (1985). Tra i suoi ultimi titoli va citato Avec Hanka (2008), in cui Le Goff ricostruisce la storia d'amore con la donna che gli stata accanto per 40 anni ed scomparsa nel 2004. In un lungo, molteplice lavoro di tutta la vita Le Goff ha analizzato figure (dal banchiere al medico all'intellettuale) e istituzioni che, nate nel Medioevo, sono alla radice delle societ contemporanee. Io sono del resto, come discepolo di Fernand Braudel, ma anche in modo per cos dire indipendente, partigiano deciso della storia come lunga durata spiegava lo studioso francese in una intervista recente . I pi importanti avvenimenti della storia sono quelli che durano, che maturano, quelli che formano l'humus della nostra esistenza collettiva, come l'humus permette di coltivare e far fruttificare un terreno. Di conseguenza, bisogna sapere che essa la storia ci appartiene.

Azzena, un pioniere dellindustria


Il libro di Bruno Addis che ricostruisce la vita dellimpreditore sassarese
di Antonio Meloni
Q SASSARI

La storia comincia con la geniale intuizione di un imprenditore illuminato che un bel giorno decide di investire sui due prodotti che da sempre avevano retto leconomia dellisola, ma imprimendo allattivit unimpronta europea. Tutto questo nel momento cruciale della nascita di quella borghesia imprenditoriale che presto avrebbe dato alla citt il primo assetto urbano. Unimpresa destinata a segnare profondamente il tessuto socio-economico di una Sassari ancora fortemente impregnata da quella cultura agro-pastorale che la nuova industria avrebbe poi soppiantato. Sono solo pochi cenni della straordinaria vicenda umana e professionale di Salvatore Azzena Mossa, patriarca del molino di Santa Maria, classe 1856, ricostruita nel volume re-

I Molini Azzena in una stampa dellOttocento

alizzato da Bruno Addis per leditore Carlo Delfino e presentato laltro ieri nel salone del Circolo sassarese da Paolo Fadda e Marco Tarantola. Rievocare i fatti che hanno caratterizzato quella stagione proli-

fica significa, per dirla con le parole di Paolo Fadda, curatore della collana I grandi dellimprenditoria in Sardegna: Gettare luce su un periodo misconosciuto della storia sarda eppure determinante

per le sorti economiche e sociali dellisola. Siamo tra la fine dellOttocento e i primi del Novecento, quando Sassari conta 35 mila abitanti e grano e olio sono leccellenza della produzione

locale. Le attivit legate alla trasformazione di quei prodotti determinano buona parte degli introiti. Nel 1898, dopo avere avviato con successo una serie attivit in proprio, Salvatore Azzena Mossa, esponente di unagiata famiglia tempiese, rileva la gestione dello stabilimento di Santa Maria. Comprende subito che quella pu essere la svolta per la sua vicenda professionale e per la crescita della citt. Cos introduce lalta macinazione allungherese sostituendo il vecchio sistema a palmenti con i modernissimi cilindri e conferendo allazienda un taglio industriale decisamente europeo. Fu tra i primi _ prosegue Paolo Fadda _ a capire che limpresa senza un mercato di riferimento destinata a vita breve e a intuire che la nascita del nuovo ceto operaio avrebbe fatto lievitare la domanda di grano e olio, fino ad allora prodotti in regime di autosufficienza. Segnali di un cambiamento epocale che Azzena Mossa coglie subito e che interpreta con la mentalit del pioniere. Le famiglie degli operai appena inurbati hanno urgente bisogno di botteghe in

cui comprare i generi di prima necessit: pane, pasta e olio. Sassari comincia a diventare citt operaia e il successo personale dellimprenditore procede di pari passo alla crescita sociale. Nelle cronache di quegli anni, il nome di Salvatore Azzena Mossa ricorrente e allimpegno professionale si aggiunge quello politico. Esponente del nuovo ceto imprenditoriale, democratico e progressista, fu consigliere comunale per diciotto anni, ma anche consigliere e presidente della Camera di commercio, fondatore dellUnione degli industriali e cofondatore del Policlinico sassarese e del quotidiano La Nuova Sardegna. Una storia emblematica e avvincente che lautore ha ricostruito con passione e rigore consultando una preziosa messe di documenti e testimonianze. Non un caso _ ha concluso Marco Tarantola, per ventanni direttore di Confindusria del Nord Sardegna _ che in quel periodo Sassari abbia potuto esprimere personaggi di tale levatura perch lhumus era certamente favorevole alla nascita di una nuova classe imprenditoriale.

36

Radio e Televisione
Programmi di oggi

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

Film & Telefilm di oggi

Leredit
Game-show di cultura generale che unisce con grande efficacia la tensione dei quiz con latmosfera, il calore e il divertimento del pi classico dei giochi. Conduce Carlo Conti.

Le invasioni barbariche
Daria Bignardi intervista importanti personaggi del mondo della politica, dello spettacolo e della cultura. Tra una conversazione e laltra, un dibattito incentrato sull'attualit e sul costume nazionale.
LA 7, ORE 21.10

I fatti vostri
La mattina di Rai 2 un alternarsi di informazione e intrattenimento: dalle vostre storie, ai fatti di cronaca, dai giochi telefonici alle rubriche di cucina, salute, consigli pratici, oroscopo.

Qualcosa di speciale

Big Bang Theory


Lalternativa ai pantaloni - Gli amici di Sheldon (Jim Parsons) intervengono in suo aiuto quando la sua paura di parlare in pubblico si frappone tra lui ed un ambito premio.

Desperate Housewives
Porte che si aprono Susan incontra il suo ex marito Carl a un corso di Lamaze, ed sconvolta nel vederlo in compagnia di una giovane neo-moglie in avanzato stato di gravidanza.

Champions League: Paris Saint Germain - Chelsea


RETE 4, ORE 20.30

RAI 1, ORE 18.50

RAI 2, ORE 11.00

C Zlatan Ibrahimovic sulla strada di Jos Mourinho, che con il Chelsea punta a vincere la sua terza Champions League. Il ritorno a Londra fra una settimana.

Per affrontare la perdita della moglie, Ryan ha scritto un libro su come superare i problemi legati alla solitudine. Il successo inaspettato lo ha trasformato in un vero guru dell'elaborazione del lutto.
RAI 1, ORE 21.15

ITALIA 1, ORE 15.00

RAI 2, ORE 8.35

RAI 1
6.00 EuroNews News 6.10 UnoMattina Caff Rubrica 6.30 TG1 News 6.45 UnoMattina Contenitore 10.00 UnoMattina Storie vere Talk show 10.30 UnoMattina Verde Rubrica 10.55 Che tempo fa Meteo 11.00 TG1 News 11.25 UnoMattina Magazine Rubrica 12.00 La prova del cuoco Cucina. Conduce Antonella Clerici 13.30 TG1 News 14.00 TG1 Economia Rubrica 14.10 Verdetto finale Cause giuridiche 15.20 La vita in diretta Talk show 16.50 Rai Parlamento Telegiornale News 17.00 TG1 News 17.10 Che tempo fa Meteo 17.15 La vita in diretta Talk show 18.50 Leredit Gioco 20.00 TG1 News 20.30 Affari tuoi Gioco 21.10 Carosello Reloaded Documenti

RAI 2
6.00 La strada per la felicit Soap (2005) Con Gisa Zach, Heike Schroetter, Isa Jank 6.40 Cartoon Flakes Ragazzi 8.15 Due uomini e 1/2 Sitcom (2003) Con Angus T. Jones, Charlie Sheen 8.35 Desperate Housewives Telefilm (2004) Con Teri Hatcher, Marcia Cross, Felicity Huffman, Eva Longoria 10.00 TG2 Insieme Rubrica 11.00 I fatti vostri Contenitore 13.00 TG2 Giorno News 13.30 TG2 Costume e Societ Rubrica 13.50 TG2 Medicina 33 Rubrica 14.00 Detto fatto Talk show 16.15 Cold Case Telefilm (2003) 17.45 TG2 Flash L.I.S. News 17.50 Rai TG Sport News 18.15 TG2 News 18.45 Squadra Speciale Cobra 11 Telefilm (1996) Con Con Erdogan Atalay, Gedeon Burkhard 20.30 TG2 News 21.00 LOL :-) Sitcom (2011)

RAI 3
6.00 Rai News Morning News News 7.00 TGR Buongiorno Italia News 7.30 TGR Buongiorno Regione News 8.00 Agor Attualit 10.00 Mi manda RaiTre Inchieste 11.10 TG3 Minuti News 11.15 Elisir Medicina 12.00 TG3 News 12.25 TG3 Fuori TG Rubrica 12.45 Pane quotidiano Rubrica 13.10 Il tempo e la Storia Rubrica 14.00 TG Regione News 14.20 TG3 News 14.50 TGR Leonardo Rubrica 15.00 Question Time Politica 16.00 TG3 L.I.S News 16.05 TGR Piazza Affari Rubrica 16.10 Aspettando Geo Anteprima 16.40 Geo Documentario 19.00 TG3 News 19.30 TG Regione News 20.00 Blob Rubrica 20.10 Sconosciuti Docureality 20.35 Un posto al sole Soap (1996)

RETE 4
6.25 Chips Telefilm (1977) 7.20 Miami Vice Telefilm (1984) 8.15 Hunter Telefilm (1984) Con Fred Dryer, Stepfanie Kramer, Charles Hallahan, Richard Beauchamp 9.40 Carabinieri Telefilm (2002) 10.40 Ricette allitaliana Cucina 11.15 Sai cosa mangi? Cucina 11.30 TG4 News 11.58 Meteo.it Meteo 12.00 Detective in corsia Telefilm (1993) 12.55 La signora in giallo Telefilm (1984) 14.00 Lo sportello di Forum Cause giuridiche 15.30 Hamburg Distretto 21 Telefilm (2007) 16.35 Linferno sommerso Film/Avventura (USA 1979) Regia di Irwin Allen. Con Michael Caine, Sally Field, Telly Savalas, Peter Boyle 18.55 TG4 News 19.33 Meteo.it Meteo 19.35 Il segreto Soap (2011)

CANALE 5
6.00 7.54 7.57 7.58 7.59 8.45 10.00 10.03 11.00 13.00 13.39 13.41 14.05 14.10 14.44 16.05 16.15 17.10 18.05 18.09 18.50 20.00 20.39 20.40 Prima Pagina News Traffico News Borse e monete News Meteo.it Meteo TG5 - Mattina News Mattino Cinque Contenitore TG5 - ore 10 News Mattino Cinque Contenitore Forum Cause giuridiche TG5 News Meteo.it Meteo Beautiful XXIII Soap (USA 2013) Grande Fratello Reality CentoVetrine Soap (2001) Uomini e Donne Talk show Grande Fratello Reality Il segreto Soap (2011) Pomeriggio Cinque Contenitore TG5 minuti News Pomeriggio Cinque Contenitore Avanti un altro! Gioco TG5 News Meteo.it Meteo Striscia la notizia - La voce dellirruenza Satirico

ITALIA 1
7.50 Le regole dellamore Sitcom (2007) 8.15 Le regole dellamore Sitcom (2007) 8.45 Una mamma per amica Telefilm (2000) 9.35 Una mamma per amica Telefilm (2000) 10.30 Dr House - Medical Division Telefilm (2004) 12.25 Studio Aperto News 12.58 Meteo.it Meteo 13.02 Sport Mediaset News 13.40 Grande Fratello Reality 14.00 Grande Fratello - Live Reality 14.10 I Simpson Cartoni 14.35 Dragon Ball GT Cartoni 15.00 Big Bang Theory Sitcom (2007) 15.50 Due uomini e 1/2 Sitcom (2003) 16.10 Due uomini e 1/2 Sitcom (2003) 16.35 How I met your mother Sitcom (2005) 17.25 Nikita Telefilm (2010) 18.30 Studio Aperto News 19.18 Meteo.it Meteo 19.20 C.S.I. - Scena del crimine Telefilm (2000) 20.20 C.S.I. - Scena del crimine Telefilm (2000)

LA 7
6.00 TG La7 - Meteo Oroscopo - Traffico News 7.30 TG La7 News 7.50 Omnibus Meteo Meteo 7.55 Omnibus Attualit 9.45 Coffee Break Talk show 11.00 Laria che tira Talk show. Condotto da Myrta Merlino 13.30 TG La7 News 14.00 TG La7 Cronache News 14.40 Le strade di San Francisco Telefilm (1972) Con Karl Malden, Michael Douglas, Richard Hatch, Reuben Collins, Lee Harris 16.40 Il commissario Cordier Telefilm (1992) Con Pierre Mondy, Bruno Madinier, Antonella Lualdi, Charlotte Valandrey 18.10 Lispettore Barnaby Telefilm (1997) Con John Nettles, Jane Wymark, Laura Howard, Jason Hughes, Kirsty Dillon, John Hopkins, Daniel Casey 20.00 TG La7 News 20.30 Otto e mezzo Attualit

DEEJAY TV
8.30 Deejay Hits Musicale 10.00 Deejay chiama Italia Musicale 12.00 Jane stilista per caso Telefilm (2012) 13.30 Microonde Show 13.45 Lorem ipsum Rubrica 14.00 Melissa & Joey Sitcom 15.00 Occupy Deejay Musicale 16.00 Via Massena 2 Sitcom 16.30 Fuori frigo Show 17.00 Deejay Hits Musicale 18.00 Felicity Telefilm (1998) 19.00 Switched at birth 3 Telefilm (2014) 20.00 Dimmi quando Show 22.00 Deejay chiama Italia Musicale 23.30 Alias Telefilm (2001)

GIALLO
7.25 Quincy Telefilm (1976) 8.15 Matlock Telefilm (1986) 10.00 Wolff, un poliziotto a Berlino Telefilm (1992) 11.40 Law & Order Telefilm (1990) 12.30 New tricks Telefilm (2003) 14.10 Quincy Telefilm (1976) 15.55 Matlock Telefilm (1986) 16.45 Squadra Emergenza Telefilm (1999) 18.30 E.R. - Medici in prima linea Telefilm (1994) 21.05 Silent Witness Testimoni silenziosi Telefilm (1996) 22.50 The Whole Truth Telefilm (2010)

21.15
Qualcosa di speciale
FILM/COMMEDIA (USA/Can 2009)

21.10
The Voice of Italy
TALENT SHOW I 4 Coach: Raffaella

21.05
Chi lha visto?
INCHIESTE La trasmissione di

20.30
Champions League: Paris Saint Germain Chelsea
SPORT/CALCIO In diretta dal

21.10
Il segreto
SOAP (Spagna 2012) Con Megan

21.10
Le Iene Show
SHOW Condotto da Ilary Blasi con

21.10
Le invasioni barbariche
TALK SHOW Daria Bignardi

Regia di Brandon Camp. Con Jennifer Aniston, Aaron Eckhart, Judy Greer. 23.20 Porta a Porta Attualit. Con Bruno Vespa 0.55 TG1 Notte News 1.25 Che tempo fa Meteo 1.30 Sottovoce Talk show. Un programma di Gigi Marzullo 2.00 Magazzini Einstein Rubrica 2.30 Mille e una notte Musica Musicale

Carr, Piero Pel, Noemi, J-Ax. Con Federico Russo e Valentina Correani. 23.55 TG2 News 0.10 Obiettivo Pianeta Documentario. Un programma di Roberto Giacobbo 1.10 Rai Parlamento Telegiornale News 1.15 Law & Order Telefilm (1990) Con S. Epatha Merkerson, Sam Waterston

servizio pubblico dedicata alla ricerca di persone scomparse e ai misteri ancora insoluti. 23.15 Gazebo Satirico. Con Diego Bianchi 0.00 TG3 Linea Notte Attualit 1.00 Meteo 3 Meteo 1.05 Crash - Contatto impatto convivenza Rubrica 2.20 Fuori Orario. Cose (mai) viste Contenitore 2.25 Rai News News

Parco dei Principi di Parigi. 22.40 Speciale Champions League Rubrica 0.00 Dentro la notizia Attualit. 50 minuti di approfondimento che raccontano i fatti al centro delle cronache nazionali e internazionali, attraverso reportages 1.30 Appuntamento con Gabriella Ferri Musicale

Montaner, Alex Gadea, Jordi Coll, Loreto Mauleon, Maria Bouzas, Ramon Ibarra. 23.50 Lamore e altri luoghi impossibili Film/Drammatico (USA 2009) Regia di Don Roos. Con Natalie Portman, Lisa Kudrow, Lauren Ambrose, Anthony Rapp 1.30 TG5 - Notte News 1.50 Rassegna stampa News 2.00 Meteo.it Meteo

Teo Mammucari e la Gialappas Band. 0.45 Il petroliere Film/Drammatico (USA 2007) Regia di Paul Thomas Anderson. Con Daniel Day-Lewis, Paul Dano, Ciaran Hinds, Russell Harvard 3.25 Media shopping Televendita 3.40 Sport Mediaset News

intervista importanti personaggi del mondo della politica, dello spettacolo e della cultura. 0.00 TG La7 Night Desk Attualit 1.10 Movie Flash Anteprima 1.15 Otto e mezzo Attualit. Condotto da Lilli Gruber 1.55 La7 Doc Documentario 2.45 Laria che tira Talk show

FOCUS
8.30 9.20 10.10 11.00 11.50 12.40 13.30 14.20 15.10 16.00 16.50 17.45 18.40 19.30 21.15 22.05 23.00 Come fatto Battaglie animali Animali pericolosi Octopus Volcano - La piovra invincibile Come fatto Enigmi sotto inchiesta Come fatto Grandi predatori Animali pericolosi Invenzioni impossibili Una notte al museo America sepolta Speed of life Come fatto Curiosity: Gli alieni sono tra noi? Squali volanti Mondo bizzarro

RADIO UNO
6.10 Prima di tutto 9.00 GR1 9.05 Radio anchio 10.00 GR1 10.10 Questione di Borsa 10.35 Start, la notizia non pu attendere 12.00 GR1-Come vanno gli affari 12.10 GR Regione 12.35 La radio ne parla 13.00 GR1 13.25 A tutto campo 14.00 GR1 14.45 Il ComuniCattivo 15.00 GR1 15.05 Con parole mie 15.40 Baobab. Lalbero delle notizie 17.30 News Economy - Ultime dallEconomia 17.45 Citofonare Cuccarini 18.00 GR1 18.25 Zona Cesarini 20.10 Ascolta, si fa sera 20.15 Zapping 2.0 21.00 GR1 21.10 Zona Cesarini 23.00 GR1 23.05 GR1 Parlamento 23.10 Radio1 Musica 23.25 Uomini e camion

RADIO DUE
6.00 Caterpillar 7.30 GR2 7.52 GR Sport 7.58 Il ruggito del coniglio 10.30 GR2 10.38 Radio2 Super Max 12.30 GR2 12.48 GR Sport 13.00 Decanter 13.30 GR2 13.35 Almanacco di 610 13.40 Che ci faccio qui 15.00 Pop Corner 15.30 GR2 16.00 Juke Boxe allidrogeno 17.00 610 17.30 GR2 18.00 Caterpillar 19.30 GR2 19.40 GR Sport 19.50 Radio2 Super Max 20.30 Moby Dick 21.10 The voice of Radio 2 22.30 GR2 0.00 Musical Box 1.00 Wake up, Revolution 2.00 Radio2 Remix 5.00 Tutta la giornata davanti

RADIO TRE
6.00 Qui comincia 6.45 GR3 6.50 Radio3 Mondo 7.15 Prima Pagina 8.45 GR3 9.00 Pagina 3 9.30 Primo movimento 10.00 Tutta la citt ne parla 11.00 Radio3 Mondo 11.30 Radio3 Scienza 12.00 Il Concerto del Mattino 13.00 La Barcaccia 13.45 GR3 14.00 Wikiradio 14.30 Alza il volume 15.00 Fahrenheit. I libri e le idee 18.00 Sei gradi. Una musica dopo laltra 18.45 GR3 19.00 Hollywood Party 19.45 Tre soldi 20.05 Radio3 Suite 20.30 Il Cartellone 0.00 Battiti 1.30 Ad alta voce 2.00 Notte Classica

RADIO DEEJAY
6.00 Deejay 6 tu 7.00 Chiamate Roma Triuno Triuno 9.00 Il Volo del Mattino 10.00 Deejay chiama Italia 12.00 Catteland 13.00 Ciao belli 14.00 Asganaway 16.00 Tropical Pizza 18.00 Pinocchio 20.00 Via Massena 21.30 A tu per Gu 23.00 Dee Notte 1.00 Dee Notte Fonda 4.00 Deejay chiama Italia

RADIO CAPITAL
6.00 Radio Capital all News 8.15 Lateral 9.00 Il Geco 10.00 Ladies & Capital 12.00 Capital in the world 13.00 Your song 14.00 Master Mixo 16.00 Capital Records 17.00 Non c duo senza te 19.00 TG Zero 20.00 Vibe 21.00 Whatever 22.00 Alta fedelt 23.00 Sentieri notturni 0.00 Parole note

RADIO M2O
6.00 SoulCooking 8.00 A qualcuno piace presto 10.00 Mario and the City 12.00 Boulevard Robiony 13.00 The Bomb 14.00 MollyBox 15.00 Prezioso in Action 16.00 Provenzano DJ Show feat Manuela Doriani 17.00 Dual Core 18.00 M2o Summer 20.00 M2O Party 22.00 Stardust 23.00 Trance Evolution 0.00 M2O Heroes
A cura di Italia Media

RADIO

www.italiamedia.it

SKY CINEMA 1
6.30 Promised Land Drammatico (USA 2012) 8.40 La scoperta dellalba Drammatico (Ita 2012) 10.10 Due agenti molto speciali Film/Commedia (Francia 2012) 11.50 Dead Man Down - Il sapore della vendetta Film/Azione (USA 2013) 13.50 Viva la libert Commedia (Italia 2013) 15.30 G.I. Joe - La nascita dei Cobra Azione (USA 2009) 17.30 Natale sul Nilo Commedia (Italia 2002) 19.20 Warm Bodies Commedia (USA 2013) 21.10 Educazione siberiana Drammatico (Ita 2013) 23.00 Love & Secrets Drammatico (USA 2010) 0.45 Dead Man Down - Il sapore della vendetta Film/Azione (USA 2013)

SKY CINEMA FAMILY


8.20 Biancaneve e gli 007 nani Film/Animazione (USA 2009) 9.35 Mi presenti Babbo Natale? Commedia (USA 2005) 11.05 Frankenweenie Animazione (USA 2012) 12.35 Niko e Johnny - Due renne nei guai Animazione (Fin 2012) 13.55 Lol - Pazza del mio migliore amico Commedia (USA 2011) 15.35 Un principe tutto mio Film/Commedia (USA/Rep. Ceca 2004) 17.30 Sinbad Animazione (USA 2003) 19.00 Miracolo di Natale Commedia (USA 2005) 21.00 Shark Tale Animazione (USA 2004) 22.35 Fuga dal Natale Commedia (USA 2004) 0.30 Galline da salvare Commedia (Ger 2006)

SKY CINEMA MAX


7.10 Taken: la vendetta Film/Azione (USA 2012) 8.45 Amityville Horror Film/Horror (USA 2005) 10.15 Cloverfield Catastrofico (USA 2008) 11.45 Limmortale Poliziesco (Francia 2010) 13.45 Dirty Teacher Film/Thriller (USA 2013) 15.15 Charlies Angels Film/Azione (USA 2000) 16.55 Sacrifice Film/Azione (Canada/USA 2011) 18.35 Godzilla Fantascienza (USA 1998) 21.00 Dirty - Affari sporchi Poliziesco (USA 2005) 22.50 Taken: la vendetta Film/Azione (USA 2012) 0.30 Identit Film/Thriller (USA 2003) 2.00 Sky Cinema Heroes Rubrica 2.20 Obsessed Film/Thriller (USA 2009)

SKY CINEMA PASSION


6.05 Lovestruck: The Musical Musicale (USA 2013) 7.35 The Christmas Card - Un magico incontro Commedia (USA 2006) 9.05 Lamore imperfetto Drammatico (Ita 2001) 10.45 The Words Film/Thriller (USA 2012) 12.30 Julie & Julia Commedia (USA 2009) 14.35 Il vento del perdono Drammatico (USA 2005) 16.25 Please give Commedia (USA 2010) 18.00 Lovestruck: The Musical Musicale (USA 2013) 19.30 Come non detto Commedia (Italia 2012) 21.00 Elizabethtown Commedia (USA 2005) 23.10 Come lo sai Commedia (USA 2010) 1.15 Dear John Film/Drammatico (USA 2010)

IRIS
8.35 Renegade Telefilm (1992) 9.32 Quel nostro impossibile amore Drammatico (Spagna 1963) 11.09 Ciaknews Rubrica 11.17 Figli della Rivoluzione Film/Commedia (Australia 1996) 13.15 Corleone Drammatico (Italia 1978) 15.13 Ti racconto un libro Rubrica 15.37 Ce n per tutti Commedia (Italia 2009) 17.22 Un maledetto imbroglio Film/Drammatico (Italia 1960) 19.31 A-Team Telefilm (1983) 20.16 Renegade Telefilm (1992) 21.06 Grindhouse - A prova di morte Film/Horror (USA 2007) 23.08 Planet Terror Film/Horror (USA 2007) 1.08 Vai e vivrai Drammatico (Fra/Bel/Isr/Ita 2005)

RAI 4
9.50 Robin Hood Telefilm (2006) 10.40 Private Practice Telefilm (2010) 11.25 Brothers & Sisters III Telefilm (2008) 12.05 Streghe Telefilm (2003) 13.35 Flashpoint Telefilm (2008) 14.20 Private Practice IV Telefilm (2010) 15.05 Brothers & Sisters III Telefilm (2008) 15.50 90210 II Telefilm (2009) 16.30 Veronica Mars Telefilm 17.20 Robin Hood Telefilm (2006) 18.10 Streghe Telefilm (2003) 19.40 Xena Telefilm (1995) 20.25 Heroes Telefilm (2006) 21.10 Anamorph - I ritratti del serial killer Film/Thriller (USA 2007) 22.55 Scandal Telefilm (2013) 23.40 Nemico pubblico n.1 Listinto di morte Film/Biografico (Francia 2008)

TV LOCALI
I VIDEOLINA Tg: 6, 7.15, 7.30, 8, 8.20, 13, 19, 23. Oggi al mercato: 7.50, 12.50. Basket: Dinamo-Montegranaro: 8.45. Luomo, lambiente e le tradizioni: 10.15 Videolina shopping: 10.45, 15.30. Sardegna verde: 15. Fuori onda, seconda parte: 18. Montagne di Sardegna: 21, 1. Interconnessione 10.0: 4. I CINQUESTELLE Tg: 6 (Tg prima informazione, unedizione ogni 15); 13.30, 14, 14.30, 15, 19.30, 20, 20.30, 22.30, 23. Shopping in tv: 9, 15.30, 1. Ski magazine: 12.30. Tg tour: 13.10, 19.10, 23.30. Prometeo: 19. Body: 21. Agrisapori: 21.30. Mondocrociera: 22. I TELECOSTASMERALDA Rassegna stampa: 10. Tg: 14. Zona franca: 7, 13.30, 18.30, 20.30, 23. Il mercatino: 7.30, 14.30. A tambur battente: 19. Borgo Italia: 20. I protagonisti: 21. Transport: 21.30. Tutto motori: 22. Quaderno di viaggio: 22.30. Diritto di cronaca: 23.30 I SARDEGNAUNO Tg: 7, 13, 19, 23. Televendite: 8.30, 15. Speciale: 21, 23.30. Programmi non stop con unedizione del tg ogni ora.

I e-mail: sport@lanuovasardegna.it

SPORT
basket SERIE A

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

37

sport in tv
I I I I I I 8.30 - Eurosport: Curling 12.30 - Eurosport2: Biliardo 13.00 - Italia1: Sport Mediaset 14.00 - Eurosport: Ciclismo 17.50 - Rai2: Tg Sport 19.55 - RaiSport1: Volley, A1 donne

I 20.45 - SkySport1: Calcio, Ch. League. Paris S. Germain-Chelsea I 20.45 - Rete4: Ch. League. Paris S. Germain-Chelsea I 20.45 - SkySport3: Calcio, Ch. League. Real Madrid-Borussia D. I 20.45 - Premium Calcio1: Calcio, Ch. League. Real Madrid-Borussia D. I 23.30 - SkySport1: ( sempre) Calciomercato I 22.40 - Rete 4: Speciale Ch. League

di Andrea Sini
Q SASSARI

Un faccia a faccia a caldo, poi un ripasso il giorno successivo. Con un risultato giudicato assolutamente soddisfacente. La Dinamo considera chiuso il piccolo caso interno nato domenica durante la partita poi vinta contro la Sutor Montegranaro. I cali di tensione, la sufficienza, le facce sbagliate e i mugugni nei confronti di coach Sacchetti per il minutaggio ridotto sono stati largomento di un incontro chiarificatore tra il presidente Stefano Sardara, il diesse Federico Pasquini, lo staff tecnico e alcuni elementi del roster. - Presidente Sardara, il caso chiuso? Diciamo che chiuso il cerchio attorno a quello che, per quanto ci riguarda, stato solo un piccolo caso, un incidente di percorso come tanti ne succedono in una squadra. - Partiamo dai protagonisti. Nomi e cognomi? un caso tutto interno, affrontato e risolto dentro casa nostra, come siamo soliti fare. Non far i nomi dei giocatori interessati, ma le facce di domenica per chi le ha notate hanno gi detto tutto. - Reputa soddisfacente lesito del faccia a faccia? Direi proprio di s, perch siamo abituati ad affrontare le questioni in maniera schietta, parlando fuori dai denti. Ognuno ha il suo ruolo, ma a volte gli equilibri si modificano e bisogna tornare a parlare e discutere per ribadire che la priorit rappresentata da quello che il bene per la Dinamo, non per il singolo giocatore. - Il problema stato un eccesso di egoismo da parte di qualcuno? In parte s, ma in generale c stata una lettura sbagliata di alcune situazioni, con qualche incomprensione. Nel nostro gruppo c molta libert ma esiste una regola di rigore. Se tutti la rispettano non ci sono problemi, se invece qualcuno si prende libert eccessive, magari altri possono pensare di emularlo. Ora credo proprio che sia tutto chiaro. - Dopo la gara con la Sutor sia lei che Sacchetti avete sbottato pubblicamente e contemporaneamente. Non era mai successo. Significa che quello dellatteggiamento e della mentalit un nervo scoperto della Dinamo? Abbiamo entrambi parlato in un certo modo, senza peraltro consultarci, e questo significa che entrambi riconosciamo delle priorit. In quel momento ci siamo accorti che qualche discorso sul comportamento non era chiaro e abbiamo detto che la cosa non ci piaceva affatto. Perch ultimamente abbiamo fatto tanti passi avanti, ma non si pu fare nessuno step ulteriore se latteggiamento non coerente con il modello che ci siamo dati. - Quindi proprio sulla mentalit che state continuando a lavorare. Esattamente. Guardate che noi non ci nascondiamo, sappiamo benissimo di avere una squadra forte. Come ho gi detto una volta, non che abbiamo preso 12 giocatori perch fa figo averli, ma con 12 giocatori tutti giocano un po meno. Non abbiamo paura a riconoscere che se mettiamo in campo la mentalit e latteggiamento giusto non dobbiamo temere nessuno, neppure Milano, che pure certamen-

Facciaafacciafruttuoso, incasaDinamotuttook
Il presidente Sardara parla dellincontro chiarificatore con alcuni giocatori

I giocatori biancobl nella palestra scolastica di via Porcellana

linaugurazione

Lapalestra diviaPorcellana tornaallacitt

Stefano Sardara a bordo campo con Meo Sacchetti e Travis Diener

LE STELLE COL MUSO LUNGO Abbiamo delle regole che tutti devono rispettare. Considero fondamentale lessere sempre coerenti con il nostro progetto

Q SASSARI

verso lall star game

Il coach Meo Sacchetti

Drake alla gara del tiro, Tex con gli azzurri


Una doppia sfida per Drake Diener, un esordio assoluto per Amedeo Tessitori. Sono le ultime novit dellAll Star Game, in programma ad Ancona il 13 aprile, al quale prenderanno parte Drake Diener (tra i cinque pi votati per la partita delle stelle) e Drew Gordon, convocato per la gara delle schiacciate. La novit rappresentata dalla gara del tiro da 3 punti, per la quale stato precettato Drake Diener, miglior tiratore della serie A, e dalla chiamata per Amedeo Tessitori: il giovanissimo centro toscano si aggregher alla nazionale subito dopo il ritiro con lunder 20.

LE AMBIZIONI E GLI OSTACOLI Se giochiamo con latteggiamento giusto non dobbiamo temere neppure Milano La gara di Siena per noi uno snodo decisivo
Questa partita per noi uno snodo cruciale. Una vittoria o una sconfitta determinerebbero il quarto o il quinto posto, che nei playoff sono completamente differenti. E dopo giocheremo in casa gli scontri diretti con Roma e Brindisi. Diciamo che siamo arbitri del nostro destino. Per questo dobbiamo dare il massimo.

te pi forte di noi. - A proposito di Milano, Drake Diener e Omar Thomas vorrebbero trovarla al primo turno, per giocarsela in 5 partite. daccordo? Ma s, chiaro che una squadra come quella, pi lunga la serie, pi ha possibilit di fare valere la propria forza. Oltre tutto, dopo lo scherzo che abbiamo

fatto loro alle Final Eight, credo proprio che ci affronteranno con uno spirito da Eurolega. - Vi conviene farli sfogare nella sfida che avrete in regular season tra un mese. Non vorrei arrivare a quellincontro con lobbligo di vincere. Sarebbe meglio arrivare senza troppa pressione addosso e con una buona griglia dei playoff gi

definita. Vorrei arrivare nellaltra parte del tabellone, una finale con Milano sarebbe il massimo. Mi piacerebbe proprio giocarmela cos. - Di solito le vostre strigliate ai giocatori hanno prodotto buoni effetti. Visto che domenica andate a Siena, forse era proprio il momento giusto per una lavata di testa.

Testimonial alti due metri in mezzo a un mare di piccoli studenti, tutti potenziali campioni. Cerano anche i giganti della Dinamo alla cerimonia di inaugurazione della palestra scolestica di via Porcellana, restituita alla citt dopo un lungo e complesso intervento di ristrutturazione. Il plesso distaccato fa parte del secondo circolo insieme alla scuola elementare di San Giuseppe. Uno spazio rinnovato e restituito ai suoi ragazzi, dedicato al divertimento, alla crescita, allaggregazione e allattivit motoria in orario scolastico e extra scolastico, in occasione dei corsi minibasket targati Dinamo. Ieri mattima alle 11,30 una delegazione biancobl composta da Drew Gordon, Amedeo Tessitori, Caleb Green e Massimo Chessa ha fatto il suo ingresso nella palestra, accolta da un boato. Ad accogliere gli ospiti sono stati il dirigente scolastico Angelo Fara e della vicaria Letizia Fiori, insieme ad Alessio Marras e Stefano Perrone, rispettivamente assessori comunali allo Sport e alle Manutenzioni. Ad accompagnare la delegazione Dinamo il direttore sportivo Federico Pasquini, il dirigente responsabile del Settore Giovanile Giovanni Piras, il responsabile tecnico del vivaio biancoblu Massimo Bisin e Roberta La Mattina, dirigente responsabile del Centro Minibasket che negli ultimi cinque anni ha ricoperto l'incarico di presidente del Consiglio di Istituto del secondo circolo.

40

Sport

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

Champions league, Neymar salva il Barcellona


Q BARCELLONA

in breve
prova tv

David Villa contrastato da Mascherano

Due pareggi nelle prime due partite dellandata dei quarti di finale di Champions League. LAtletico Madrid ferma il Barcellona sull1-1 al Camp Nou dopo essere riuscito a portarsi in vantaggio. Stesso risultato tra Manchester United e Bayern Monaco. AllOld Trafford, dopo un

primo tempo molto equilibrato, il Manchester United si porta in vantaggio al 58 con Vidic (nuovo acquisto dellInter), che sblocca il risultato con un gran destro sotto lincrocio dei pali. Ma al 66 arriva il pareggio di Schweinsteiger (poi espulso al 90 per doppia ammonizione). Al Camp Nou lAtletico Madrid va sullo 0-1 al 56 con lex

juventino Diego, che gela i centomila dello stadio catalano. Ci pensa Neymar, al 71, a firmare la rete dell1-1 dopo uno splendido assist di Iniesta. Stasera sono in programma altre due sfide di altissimo livello: il Real Madrid ospita il Borussia Dortmund, mentre il Paris-Saint Germain riceve la visita del Chelsea.

Calcio a Balotelli, tre giornate a Frey


II Grazie alle immagini televisive, il giudice sportivo ha squalificato per tre turni Frey (Chievo) per aver colpito con un calcio volontario Mario Balotelli.
GIUDICE SPORTIVO

Una giornata a Rossettini


II Sono sette i giocatori di Serie A squalificati per un turno: Michelangelo Albertazzi (Verona), Arturo Vidal (ammenda 2000 euro, Juventus), Alessandro Lucarelli (Parma), Fabian Rinaudo (Catania), Luca Rossettini (Cagliari), Stefan Savic (Fiorentina) e Guglielmo Stendardo (Atalanta). Due turni di stop anche a Sinisa Mihajlovic, tecnico della Sampdoria.
il compleanno

Roma,TottieMaicon perbattereilParma eandareamenootto


Oggi la prosecuzione della gara sospesa lo scorso 2 febbraio Garcia punta in alto e immagina una Juventus pi vicina
Q ROMA

Firenze celebra i 60 anni di Antognoni


II Grande festa a Firenze per celebrare i 60 anni di Giancarlo Antognoni. Lex centrocampista, bandiera e capitano della Fiorentina e campione del mondo con la Nazionale azzurra nel 1982 stato omaggiato in un evento nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.
SPALLETTI

crociati in emergenza

C la possibilit di andare a -8 e di rendere ancora pi interessante la parte finale di campionato. Questa sera allOlimpico in programma la prosecuzione della gara valida per la terza giornata di ritorno di campionato, quel Roma-Parma interrotta lo scorso 2 febbraio per lalluvione che ha poi messo in ginocchio la capitale. Garcia ottimista, non gioca al ribasso e anzi rilancia, pensando a una Juventus che potrebbe essere pi vicina. Sono un tipo ottimista, positivo e ambizioso, dobbiamo essere tutti cos, nello spogliatoio e nel club. Dobbiamo guardare in alto, il modo migliore per ottenere risultati pi alti. Giallorossi e crociati si ritrovano due mesi dopo allOlimpico. Non so cosa sia cambiato rispetto ad allora, credo niente - spiega in conferenza stampa il tecnico - arriviamo con le stesse partite giocate sul piano fisico. Non cambia nulla che, come a febbraio,

Assenti Cassano, Felipe, Gargano e Paletta


Non ci saranno i pezzi pregiati del Parma nella sfida di questa sera con la Roma. Niente Gargano, niente Paletta ma sopratutto niente Antonio Cassano. Alle prese con problemi fisici i tre non sono stati convocati da Roberto Donadoni per il match dell'Olimpico e rimarranno a Parma per recuperare in vista della sfida di domenica con il Napoli. Assenze pesanti in casa crociata a cui si aggiunge anche la squalifica di Felipe. Una situazione che obbliga il tecnico ducale ad una vera e propria rivoluzione in difesa. Tutto da decidere insomma, modulo compreso. Sar tutto condizionato dalle disponibilit dei giocatori. inutile negarlo: siamo in emergenza. Felipe squalificato, Rossini rientrato in gruppo da poco. Abbiamo in pratica solo Lucarelli come centrale. Ci sono momenti del campionato nei quali accadono infortuni a catena e purtroppo sono arrivati proprio ora che abbiamo cinque gare consecutive da affrontare, ha commentato Roberto Donadoni.
Garcia non nasconde le sue ambizioni di vittoria

Il tecnico riparte dal Kazakistan


II Luciano Spalletti pronto a ripartire dal Kazakistan dopo essere stato esonerato dallo Zenit San Pietroburgo. Il club kazako del Kairat Almaty ha annunciato che lallenatore italiano vicino all accordo.
europa league

giocheremo per vincere. Cambia che giochiamo solo noi, non Napoli e Juventus. Se saremo in grado di prendere 3 punti saranno punti pesanti, perch vorrebbedire allungare sul terzo posto e avvicinarci alla vetta. Loro hanno fatto 16 risultati positivi e ora tre negativi,

questo forse cambia, aggiunge Garcia che affronta anche largomento legato al dato della difesa, un reparto migliore anche di quello della squadra di Capello nella stagione dellultimo scudetto giallorosso. Questo mostra limpegno di tutti in fase difensiva, perch

i primi a difendere sono gli attaccanti. Penso che siamo una squadra che non subisce molti tiri, poi sicuro che abbiamo un portiere fortissimo e una difesa con giocatori bravissimi. Senza Strootman infortunato e con Nainggolan squalificato, la Roma sar pi o meno

quella vista nelle ultime uscite con il rientro dal primo minuto di Maicon e Totti, risparmiati a Reggio Emilia contro il Sassuolo, e Romagnoli che resta avanti nel ballottaggio con Dod per il ruolo di terzino sinistro. A centrocampo fiducia a Taddei.

Arbitro scozzese per la Juventus


II Sar William Collum larbitro di Lione-Juventus, gara valida per landata dei quarti di finale di Europa League in programma domani 3 allo Stade de Gerlande.
seriea

Juniores

Giovanissimi

Promozione

Laselezionesarda sfidainamichevole laNuoresediMereu


Q NUORO

LasquadradiAtzori affrontaoggi iparietdelGhilarza


Q GHILARZA

Budroni: voglio un Ploaghe vincente


Il presidente alza il tiro: Il torneo non finito, vietato arrendersi
Q SASSARI

Stadi sempre meno pieni


II Ulteriore flessione per le presenze negli stadi in Serie A. Al termine del 1 trimestre 2014 (gennaio-marzo) la media degli spettatori in serie A (23.282) registra un decremento del 2% rispetto il dato finale del mese di dicembre 2013 (23.752).
coni

Amichevole con la Nuorese questo pomeriggio al "Quadrivio" per la selezione Juniores, che si appresta a partecipare al Torneo delle Regioni. Il tecnico Paolo Busanca ha selezionato i seguenti giocatori Jonathan Ollano (Anspi Frassinetti), Giuseppe Fois (Calangianus), Tony Gianni (Castelsardo), Lorenzo Giuliani, Luca Podda (Ferrini CA), Marco Carboni, Paolo Carboni, Alessio Fadda (Fertilia), Mattia Matza (Fulgor Senorb), Idrissi Ajoub (Ghilarza), Federico Farci (Muravera), Michele Fadda (Nuorese), Mauro Farris (Orione 96), Gabriele Mele (Samassi), Alessandro Aramu (Sanluri), William Amorati, Fabrizio Frau, Alessio Melis (Serramanna), Michele Palla (Siliqua), Gianluca De Martino, Luca Orr (S.C. Castiadas), Simone Poddighe (Valledoria). (sa.u.)

Il torneo delle Regioni si avvicina e la Rapparesentativa Giovanissimi si prepara con una gara di allenamento al comunale di Ghilarza questo pomeriggio, avversari i pari et della squadra locale. Il tecnico Antonello Atzori ha convocato i seguenti giocatori: Daniel Manca (Atl. Narcao), Cristian Demeglio (B. Selleri Olbia), Nicola Serra (Carbonia), Alessandro Agus, Mattia Ducceschi, Alberto Molle (Ferrini), Luca Cardias (Ghilarza), Andrea Pau (Isola S. Antioco), Simone Casula, Simone Soro (Latte Dolce), Enrico Delogu, Jacopo Maltagliati, Andrea Scala (Mercede), Andrea Porcheddu (Oristano), Daniele Catte (Puri e Forti), Alessandro Moi (San Francesco), Lorenzo Alberti (Selargius), Tommaso Biondo, Michele Crisponi, Matteo Floris (Sigma). (sa. u.)

Hervatin considera positivo il secondo posto della sua squadra alle spalle della capolista Castelsardo, ma il presidente del Ploaghe, Marco Budroni, non la pensa come il suo allenatore. Abbiamo costruito la squadra per vincere il campionato e dobbiamo crederci sino alla fine. Dobbiamo recuperare sei punti e abbiamo lobbligo di provarci. Per il patron del Ploaghe la sua squadra ha i mezzi per centrare la promozione in Eccellenza. E un bel gruppo che lanno scorso ha dominato il campionato di Prima categoria e che stato rinforzato a dovere. Non so se la nostra la squadra migliore del campionato ma sicuramente nel gruppetto delle favorite. E del resto non ci siamo mai nascosti. Budroni ricostruisce anche le fasi che hanno portato allesonero di Sechi e allarrivo

Marco Budroni

di Hervatin. A dicembre abbiamo deciso di cambiare lallenatore non perch Sechi avesse fatto male ma perch volevamo fare ancora meglio. Abbiamo chiamato Hervatin, un mister che ha esperienza e ambizione, e gli abbiamo messo a disposizione una squadra importante. Mi sorprende che adesso si accontenti del secondo posto. Io credo che il Ploa-

ghe possa ancora dire la sua in questo campionato e voglio che ci provi. Tra laltro proprio lo scontro diretto con il Castelsardo mi ha convinto che non siamo inferiori a nessuno. E allora basta calcoli. Dobbiamo vincere le ultime gare e vedere che cosa succede. Budroni manda un messagio anche ai suoi giocatori. Abbiamo in squadra ragazzi che possono fare la differenza in questa categoria e non voglio pensare che considerino il campionato finito. La classifica dice che siamo ancora molto vicini alla vetta e nel calcio pu succedere di tutto. Castelsardo, Ploaghe e Ghilarza hanno dimostrato di essere pi o meno sullo stesso livello e sarebbe un errore smettere di credere nella promozione diretta. Lo dico a Hervatin ma voglio che lo sappiano anche i giocatori e i nostri tifosi. La societ crede nellEccellenza e si aspetta un grande finale di torneo.

Soldi al calcio, scoppia la polemica


II Meno soldi dal Coni al calcio, rispetto ai 62 milioni incassati nel 2013? Di questo argomento si tornati a parlare ieri quando il presidente della Lega Pro Mario Macalli, ha detto che chi vuole una cosa di questo genere ha capito poco di quello che fa il calcio per il sociale.
Seconda divisione

Proietti dirige Monza-Torres


II Larbitro Proietti di terni stato designato per dirigere Monza-Torres in programma domenica con inizio alle ore 15.

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Sport

41

Cellino-Leeds,ilgiornodelgiudizio
Oggi la sentenza sullappello. Cagliari in fibrillazione, il patron (ieri ad Assemini) ha messo giocatori e tecnico sotto esame
di Roberto Muretto
Q CAGLIARI

Oggi per Massimo Cellino il giorno del giudizio. Larbitro terzo che deve decidere sul ricorso presentato dal presidente del Cagliari dopo il no della FA per lacquisizione del Leeds United, dovrebbe pronunciare il verdetto. I legali dellimprenditore sardo hanno argomentato le motivazioni per cui il patron rossobl idoneo a guidare il club. Hanno puntato soprattutto sul fatto che in Italia i gradi di giudizio sono tre e fino ad allora nessuno pu essere considerato colpevole. La condanna per evasione fiscale non definitiva e in secondo grado potrebbe essere ribaltata. DallInghilterra. Le notizie che arrivano dal Regno Unito non sono confortanti per Cellino. Il debito del Leeds sarebbe salito a 20 milioni di sterline e lattuale propriet del club avrebbe pagato solo una parte degli stpendi di marzo. Senza un ivestitore che si faccia carico delle pendenze, il rischio quello di andare incontro a un fallimento. Ecco perch la GFH sta cercando di mettere insieme una cordata che in caso Cellino venga ancora bocciato, sia in grado di assicurare un futuro a una societ che ha scritto pagine importanti del calcio inglese. I tifosi sono in fibrillazione

La chiamata del presidente non arriva Andrea Cossu corteggiato dalla Sampdoria
Il contratto gli scade a giugno, ma per il momento di rinnovo non se ne parla. Andrea Cossu (foto) talmente legato al Cagliari che probabilmente firmerebbe in bianco pur di restare nella squadra di cui tifoso. La Sampdoria sta facendo un pensierino al trequartista e Ariedo Braida, che dal primo luglio sar il direttore sportivo dei blucerchiati, si far avanti. Anzi, pare che il procuratore di Cossu sia gi stato contattato. Un primo approccio in attesa di sviluppi. Cossu questanno finito spesso in panchina e anche nelle ultime due gare ha giocato spiccioli di partita. Lui soffre in silenzio, ma evidente che non gradisce stare fuori, soprattutto perch chi lo ha sostituito lo ha fatto rimpiangere. Il piccoletto aspetta una chiamata da Cellino. Ma se non dovesse arrivare prima della fine del campionato, potrebbe prendere in seria considerazione la proposta della Sampdoria, pronta a fargli firmare un biennale. (r.m.)
Massimo Cellino allo stadio SantElia

e la maggioranza, dopo averlo contestato in modo pesante, vede limprenditore italiano come unica possibilit di salvezza. Oggi la sentenza. Il Cagliari. Della vendita non si parla pi. Massimo Cellino nei giorni scorsi si lasciato sfuggire un mica abbandono la societ, che la dice lunga sulle sue reali intenzioni. Certe di-

chiarazioni rilasciare in Inghilterra hanno indispettito i supporter rossobl e la minoranza ha manifestato la propria insofferenza allo stadio con cori tipo vogliamo un presidente. Gli arabi sono spariti, gli americani sembrano pi interessati a i lavori per la sistemazione del SantElia pi che allacquisto del club. Cellino

pi in sella che mai. VersolaRoma. Il presidente ieri ha seguito lallenamento da bordo camopo. La sconfitta col Torino ha gelato gli entusiasmi che si erano scatenati dopo la vittoria contro il Verona. Serve una scossa per evitare che il finale di campionato si trasformi in un incubo. E facile prevedere che il patron ad

Assemini ha spronato la squadra. In questo momento nessuno ha certezze, anche chi non ha il contratto in scadenza. Sono tutti sotto esame. Allenatore compreso. Cellino non contento del rendimento e nemmeno della classifica. Il Cagliari vale molto di pi dei 32 punti messi in cassaforte finora. Un rendimento pesante-

mente condizionato dalle gare in trasferta, dove stata raccolta una manciata di punti. I rossobl non hanno mai vinto lontano dalla Sardegna. Non pu essere un caso, c qualcosa che non va nelle gare esterne. Si segna col contagocce e la squadra, nonostante i tanti giocatori esperti e di qualit, pecca di personalit. Nonostante Diego Lopez difenda a spada tratta i suoi, va fatta unampia riflessione. Usato sicuro. Si dice che nei momenti difficili affidarsi alla vecchia guardia sia la soluzione migliore. Nelle ultime partite il tecnico uruguaiano ha spesso fatto ruotare i giocatori, facendo scelte che non sempre hanno convinto. Un turnover che forse non cera motivo di fare. E vero che questa settimana si giocano tre partite in sette giorni, ma quella rossobl non una squadra sfruttata. Ha sempre giocato una partita alla settimana e parlare di giocatori stanchi eccessivo. Contro la Roma, lanciatissima dopo la vittoria col Sassuolo e il ko della Juventus a Napoli (oggi recuoera la gara col Parma), servir un Cagliari determinato, assatanato. E lunica strada per interrompere una serie negativa che se continua pu mettere a rischio una salvezza che, ancora non matematica.
RIPRODUZIONERISERVATA

notiziario

SaurischiadisaltarelasfidaconTotti
Lattaccante soffre per un fastidio alladduttore. Biglietti esauriti
Q CAGLIARI

AVVISI ECONOMICI COMUNICAZIONI LEGALI

Con Sau che potrebbe riaggregarsi al gruppo, il Cagliari archivia la sconfitta con il Toro e si prepara alla sfida di domenica con la Roma. La partita con i secondi in classifica arriva con pi di uno spunto. Intanto, i rossobl ritrovano Nainggolan. A seguire, proprio mentre nella capitale i proprietari americani, come quelli che, pare, si sono interessati all'acquisto del club di Cellino - hanno presentato il plastico dell' impianto di propriet, in citt non si sa nulla dell'eventuale ampliamento del Sant'Elia. In attesa della convocazione del-

la Commissione tecnica di vigilanza - idonea a dare il via libera all'accesso di altri settemila spettatori nel settore Distinti pare sfumare di ora in ora l'ipotesi di accogliere Totti e soci con una cornice degna della serie A. Infine, i repentini testa coda tra Leeds e Cagliari, con Massimo Cellino al centro di polemiche e discussioni, condiscono lo stato d'animo di Conti e compagnia. Ieri, Lopez ha guidato l'allenamento pomeridiano ad Asseminello. Unico assente, oltre ad Adryan, Marco Sau. L'attaccante tonarese, che ha dato forfeit all'ultim'ora all'Olimpico di Torino, lamenta fastidi

all'adduttore della coscia destra. In mattinata Sau ha svolto esami clinici. Sull'esito degli accertamenti svolti dall'equipe del primario-ecografista di fiducia del club, Gigi Pilleri, in casa Cagliari trapela un moderato ottimismo. Stamani, Sau effettua altri accertamenti specialistici. Intanto, al centro tecnico di Assemini, ha eseguito esercizi specifici. Per quanto riguarda il brasiliano, solita razione di lavoro differenziato. A bordo campo anche il presidente Cellino. Intanto sono finiti i biglietti disponibili per la gara con la Roma. Sono stati venduti in un amen. Mario Frongia

CERCASI topografo di media esperienza per studio tecnico in Olbia. Anche part time. Se interessati mandate c.v. alla mail: geometraolb@tiscali.it. (ab) SCUOLA privata leader nella formazione professionale di corsi per acconciatore ed estetista riconosciuti dalla Regione Sardegna, ricerca esperti venditori automuniti per visite a domicilio con nominativo fornito dalla scuola su richiesta del potenziale allievo. Si offre fisso a tabella, provvigioni e premi in grado di soddisfare le candidature pi qualificate. Astenersi se privi dei requisiti richiesti. Se interessati telefonare al numero 840059398. (ac)

1062T4K.P65

ALGHERO 388/1661272, Angie, frizzante caraibica 22enne, bellissima, divertente, irresistibile. (aa)

ABBANOA S.P.A. ESTRATTO BANDO DI GARA


Per il giorno 15/05/2014 alle ore 09:30 indetta una procedura aperta per laffidamento, mediante accordo quadro, del Servizio di conduzione, sorveglianza, controllo e manutenzione degli impianti di trattamento delle acque reflue e degli impianti di sollevamento fognari e la conservazione, adeguamento e miglioramento del patrimonio impiantistico suddivisa in 5 lotti - RIF. APP. 15/2014. Importo complessivo di gara euro 109.215.732,00. Le offerte dovranno pervenire entro le ore 13:00 del giorno 12/05/2014. Il bando integrale pubblicato sulla G.U.U.E. del 15/03/2014, sulla G.U.R.I. del 21/03/2014, sul sito internet www.abbanoa.it e sito internet RAS - Eventuali informazioni possono essere acquisite presso il Settore Approvvigionamenti Tel 070-6032.412 Fax 070-340733 Email approvvigionamenti@abbanoa.it.
Il Direttore Generale (dott. Sandro Murtas)

INFORMAZIONI

Combinazione vincente

7 56 66 72 73 90
CONCORSO n. 39 NUMERO JOLLY

78

NUMERO SUPERSTAR

73

Estrazioni di marted 1 aprile

Montepremi: 11.951.936,55 euro


Nessun vincitore con 6 Nessun vincitore con 5+ Ai 3 vincitori con 5 Ai 699 vincitori con 4 Ai 28.006 vincitori con 3

Bari Cagliari Firenze Genova Milano Napoli Palermo Roma Torino Venezia Nazionale

80 74 16 39 89 41 89 89 50 37 4

1 12 9 62 71 32 37 22 56 30 70

8 7 18 47 24 13 72 62 48 54 30

59 75 13 70 57 20 29 17 81 90 43

89 51 35 21 42 29 25 20 46 80 40

75.763,86 euro 332,66 euro 16,41 euro

QUOTE SUPERSTAR Nessun vincitore con 5 33.266,00 euro Ai 3 vincitori con 4 Ai 104 vincitori con 3 1.641,00 euro 100,00 euro Ai 2.069 vincitori con 2 10,00 euro Ai 12.573 vincitori con 1 5,00 euro Ai 24.308 vincitori con 0

1 16 37 62

7 18 39 71

I numeri vincenti

8 22 41 74

9 30 50 80

12 32 56 89

I Nessuna novit. Al duplice successo della scorsa estrazione, non fa seguito una giornata altrettanto propizia. Restano pertanto immutate le nostre previsioni: i numeretti sulla ruota di Napoli; i vertibili sulla ruota di Torino; la cadenza di "2" sulla ruota di Firenze; i gemelli sulla ruota di Genova; la decina naturale di "8" sulla ruota di Cagliari; i consecutivi fra 1 e 30 su Palermo, fra 31 e 60 sulla ruota nazionale e fra 61 e 90 su Napoli.

CANNIGIONE novit, 388/2488252, bellissima fotomodella bionda, tranquillissima, sensualissima, passionale, disponibilissima. (ab) CANNIGIONE sensualissima, prosperosa naturale, bella, simpatica, bel fisico, disponibilissima. 327/3555502. (ab) OLBIA Sabrina, 23enne, meravigliosa, momenti indimenticabili, bellissima fotomodella! Unica. 349/0901389. (ab) SASSARI 20enne, super novit, disponibilissima, divertente, momenti indimenticabili, sensuale. 333/9071712. (aa) SASSARI 345/4956021, esclusiva bionda, prosperosa, solare, attraente, frizzante, statuaria. (aa) SASSARI Cristal, meravigliosa, prosperosa, passionale, sensuale, dolce, ogni giorno. 331/8308234. (aa) SASSARI splendida, affascinante, irresistibile, per momenti piacevoli, molto affettuosa. 349/1329502. (aa)

LEGALI

Ai sensi dell'art. 1
della legge 9 dicembre 1977 n. 903, le inserzioni di ricerca di personale devono sempre intendersi riferite sia agli uomini che alle donne. Si prega di non inviare curricula indirizzati a Casella Pubbliman tramite raccomandata o assicurata.

In questo spazio ogni giorno gli enti pubblici parlano al pubblico.

Per comunicare con i cittadini un annuncio su questo giornale una tribuna privilegiata.

42

Sport

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

Mipiaccionolesfide,orasognolaB
Enzo Nucifora, protagonista della metamorfosi della Torres, racconta la sua avventura sassarese e guarda avanti
Q SASSARI

E arrivato a Sassari nel momento peggiore della Torres, con la squadra impantanata nei bassifondi della classifica e la societ sullorlo del baratro. Un azzardo, soprattutto per un uomo che aveva deciso di dire basta col mondo del calcio per godersi una strameritata pensione sulle spiagge dellAdriatico. Invece.... Quando ho sentito Torres ho rivisto un muro di gente che affollava le tribune e le curve del Vanni Sanna nella stagione 2000-2001. Io ero direttore sportivo dellAtletico Catania, non di una squadretta qualsiasi, ma quel calore mi rimasto dentro. Enzo Nucifora, avvocato 67enne, il protagonista di una rimonta che ha del clamoroso. Con lui in cabina di regia la squadra rossobl ha inanellato nove vittorie e otto pareggi risalendo la classifica fino allattuale settimo posto. In Italia, nel calcio professionistico, nessuno, questanno, riuscito a fare meglio. Avvocato la Torres promossa nella serie C unica del prossimo anno? In questo momento la classifica dice s, ma io sostengo che bisogna essere umili e continuare a giocare come stiamo facendo. Alla fine del campionato mancano ancora quattro gare e sono le pi dure. Dobbiamo stare attenti a non compromettere quello che abbiamo costruito da gennaio in poi. Nel calcio - ve lo dice uno che ne ha viste di tutti i colori non bisogna mai dare niente per scontato. La vittoria del Bellaria in casa del Santargangelo nellultimo turno di campionato e, in parte, la sconfitta del Monza ci devono insegnare a tenere la guardia sempre alta. Domenica prepariamoci allennesima battaglia. Ma la Torres ha i numeri per fare bene. Sicuramente s, e lo ha dimostrato. Ma la promozione non ancora scontata. Facciamo un passo indie-

La festa dei giocatori rossobl dopo una delle ultime vittorie

lutto nel calcio sassarese

Addio a Mario Usai, il masseur dellironia


E' morto ieri, all'et di 87 anni, Mario Usai, incredibile personaggio di un calcio che oggi non c' pi. "Signor Mario", come lo hanno chiamato affettuosamente generazioni di calciatori del nord Sardegna era davvero un personaggio mitico, un uomo di straordinaria umanit e di grandissima arguzia tutta sassarese. Mario Usai aveva una passione, quella del massaggiatore, che lo ha portato a militare, quando certe figure professionali non dovevano essere certificate, in numerose squadre della provincia di Sassari. E' stato il masseur del miracoloso Thiesi che gioc in Serie D, poi di altri club come Usinese, Ittiri, Castelsardo e altri ancora. Seguiva le partite dalla panchina con la mitica valigetta dei medicinali ma i suoi interventi pi apprezzati erano quelli verbali nello spogliatoio con battute memorabili. Mario Usai stato, per quasi trent anni, il fedele massaggiatore del Cus Sassari col quale ha vinto sei volte il titolo italiano universitario. Ma lui diceva che di scudetti ne aveva vinto sette perch un anno, col Cus Sassari eliminato in semifinale, il Cus Urbino lo aveva voluto in panchina per la finale, poi vinta. Lo ricorderemo e lo ricorderanno quanti lo hanno conosciuto, con affetto e simpatia. (d.d.)

tro. Ci racconta come arrivato a Sassari? Mi ha chiamato Antonio Martino, allora copresidente della Torres. Mi aveva visto al lavoro nel Pescara e aveva un buon ricordo. Io avevo deciso di fermarmi dopo tanti anni in giro per lItalia ma quando ho sentito parlare di Torres mi sono incuriosito. Ho visto che la

situazione era disperata ma, siccome mi piacciono le sfide (e sono un po incosciente) ho deciso di rimettermi in gioco. Avr chiesto garanzie. Ho chiesto di poter lavorare in autonomia, come ho sempre fatto, e ho trovato la massima disponibilit della societ. Domenico Capitani ha avallato tutte le mie proposte, ma de-

vo riconoscere di aver lavorato bene anche con Manolo Patalano e, finch rimasto con noi, con Fabio Albieri. I rinforzi sono scelte sue? In tanti anni di lavoro nel mondo del calcio qualche conoscenza lho fatta. A dicembre ho portato a Sassari i primi cinque ragazzi (Potenza, Leone, Infantino, Ciotola e Migliaccio ndc.) e a gennaio sono arrivati gli altri. Tra arrivi e partenze abbiamo cambiato 23 giocatori. Capitani ha fatto uno sforzo notevole, ma ne valeva la pena. La svolta della Torres tutta nei cambi? No. I rinforzi sono stati indispensabili, ma da soli non sarebbero stati sufficienti a imprimere il cambio di marcia. E cambiata, molto, anche la societ. Ci siamo dati regole precise, abbiamo programmato trasferte e ritiri in maniera molto pi professionale e riportato serenit nellambiente. Nel mondo del pallone lautostima fondamentale e le partite non si vincono solo sul campo ma anche lavorando con la testa, dietro una scrivania. Lei sta gi programmando la stagione 2014-2015?

Enzo Nucifora

Diciamo che sto guardando avanti. Io sono convinto che con 4 o 5 rinforzi questa squadra pu fare molto bene anche nel campionato di serie C. C un gruppo che forte fisicamente e mentalmente e c un entusiasmo che non dobbiamo disperdere. Io credo che pensare alla serie B non sia unutopia.

Ci sta dicendo che rester alla Torres. E un discorso che non abbiamo ancora affrontato. Tendenzialmente non ho rinunciato allidea di avvicinarmi a casa (e le proposte non mi mancano) per, dopo unanno cos intenso, mi sentirei un po traditore nei confronti della citt e dei tifosi. Ha anticipato la domanda. Che idea si fatta di Sassari? Conoscevo il pubblico sassarese perch ero venuto al Vanni Sanna da avversario. Devo dire che in questi ultimi dieci anni sono cambiate molte cose. Forse gli ultimi fallimenti e le difficolt a ritrovare una categoria importate hanno allontanato i tifosi dalla tribuna, per adesso le cose stanno cambiando e mi auguro che nella ultime due gare casalinghe Sassari si stringa intorno ai rossobl. Lo meritano i ragazzi e anche la societ. Che cosa ricorder in positivo e in negativo di questa stagione? Di positivo laffetto della gente. Di negativo i problemi di salute che mi hanno reso difficile seguire la squadra come avrei voluto. Dica la verit, quanto si sta divertendo? Sar sincero. Tanto. Domenica abbiamo superato il Mantova. So quanto guadagna il loro ds e il fatto di averlo scavalcato in classifica una gran bella soddisfazione. E la conferma che noi vecchietti non siamo ancora da rottamare e che il calcio ha sempre bisogno di gente che conosce questo mondo, che non dica sempre s e che lavori per il bene della squadra e non di questo o di quel giocatore. Ecco se c un sassolino che voglio togliere dalla scarpa e quello di essere stato etichettato come uomo di Martino prima e di Capitani adesso. Enzo Nucifora non mai stato di nessuno. Lavoro per la Torres e ne sono fiero. Antonio Led
RIPRODUZIONE RISERVATA

LanuseieTonara,unaCoppaperdue
Oggi a Oristano la finale tra due big della Promozione, gara apertissima
Q TONARA Q LANUSEI

Una sfida molto delicata con una squadra ostica. Ma il Tonara di Marchi ha consapevolezza dei propri mezzi e andr a giocarsela. Pur sapendo le difficolt incombenti. Il match di coppa Italia con il Lanusei si presenta come una sorta di disfida che i tonaresi vivono con entusiamo. Anche perch i barbaricini sono arrivati a giocarsela fino allultimo lo scorso anno. Non sono riusciti ad ottenere il successo, ma lesperienza importante. Mister Marco Marchi predica massima umilt. Ma allo stesso tempo ha fiducia nei suoi ragazzi. Pieno rispetto per gli avversari - dice il trainer tonarese -. Conosciamo e apprezziamo il ioco degli avversari ma andremo comunque tranquilli a giocarci la partita e con il massimo rispetto, ma senza forme di subalternit. Spero in un bel match calcistico che, al di la del risultato, regali emozioni e gioco allaltezza della situazione.

Lallenatore del Lanusei Marco Marchi

Un percorso trionfale quello dei tonaresi in coppa Italia, con mister Marchi che ci ha messo del suo. Gi due anni fa col Fonni arriv in finale. Ora ci prova con Michele Pili e soci. Il match si presenta difficile- aggiunge il mister- anche perch il Lanusei ha calciatori di grande livello sia in difesa che a centrocampo. Non dovremo sbagliare nulla. Sul proseguo del capiponato stata raggiunto agevolmente

lobiettivo della salvezza. Ora si cercano altre soddisfazioni. I risultati conclude Marchi - spesso lasciano il tempo che trovano, ho avuto buoni riscontri sotto il profilo del gioco. Abbiamo buone prospettive per il futuro per quanto riguarda i giovani. Linvestimento su di loro sempre ripagato. In queste realt, gi con la salvezza abbiamo fatto, tantissimo. Giovanni Melis

Il nostro un progetto che prevede la promozione in Eccellenza entro tre anni , a fine stagione 2013/2014 tireremo le somme e vedremo se sar il caso di proseguire il cammino insieme. Cos si presentava Francesco Loi all arrivo a Lanusei ed oggi , un mese dalla fine della stagione, si trova a capeggiare il girone A di Promozione, con 5 punti di vantaggio sul Tortol secondo in classifica quando mancano solo 4 partite al termine, e alla vigilia della finale di Coppa Italia di categoria che la sua squadra disputer oggi ad Oristano contro il Tonara. Non credo che il discorso promozione diretta sia chiuso perch 5 punti di vantaggio non sono una garanzia ma se domenica , in casa al Lixius contro Su Planu, dovessimo conquistare i 3 punti saremmo molto vicini al traguardo chiarisce il tecnico del Lanusei anche se le trasferte di Quartu e

Francesco Loi

Pula non saranno una passeggiata sono fiducioso perch domenica a S. Antioco la squadra ha dimostrato grande maturit vincendo nonostante l inferiorit numerica. Intanto oggi giocherete per la Coppa Italia di categoria. Sicuramente avete studiato l avversario Tonara, con quali aspettative e quale formazione vi presenterete? Innanzitutto vorrei ricordare che nessuna

squadra ogliastrina ha mai vinto la Coppa Italia. Anche per questo non labbiamo mai snobbata puntualizza Loi . Ci siamo sempre presentati con la migliore formazione possibile ed a oggi non abbiamo mai perso un incontro . E' una finale secca , da giocare soprattutto con la testa , non ci saranno prove d appello . Conosciamo il Tonara che disputer questa finale per il secondo anno consecutivo e il tecnico Marco Marchi che l ha gi vinta all epoca del Fonni ( in finale contro il Samassi) proprio con un gol di Luca Pili che guider l attacco tonarese. Le difficolt non mancheranno. Ci presentiamo quasi al completo perch mancher per squalifica il solo Canzilla ma sappiamo che anche loro dovranno rinunciare a Pinna conclude Francesco Loi . Non ho ancora deciso la formazione, lo far solo poco prima del fischio iniziale. Il pubblico? I tonaresi saranno numerosi ma io attendo tanti nostri tifosi. Di certo tiferanno per noi i ragazzi del nostro settore giovanile che non vogliono mancare all appuntamento . Le aspettative? Vogliamo mettere questo trofeo in bacheca. Romano Cugudda

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Sport

43

GpdelBahrain,laFerrari puntaalimitareidanni
La casa di Maranello attende che gli step di sviluppo della F14T diano frutti Alonso: I freni saranno fondamentali e servir un bilanciamento corretto
Q ROMA

Windsurf, exploit diCiabatti traiTechno293


Q CAGLIARI

in breve
sci

Manuela Di Centa si candida per la Fisi


II L'ex pluricampionessa di sci di fondo Manuela Di Centa, 51 anni, attuale componente del Comitato internazionale olimpico, ha presentato la propria candidatura alla presidenza della Federazione italiana sport invernali, le cui elezioni si terranno il 12 aprile a Bologna.
basket

La F.1 gi in Bahrain, teatro di due delle tre sessioni di test invernali, dove domenica, sulla pista di Sakhir, si disputer la terza gara della stagione. Per la Ferrari, dopo il 4 posto di Alonso in Malesia, l'obiettivo di limitare i danni prima che gli step di sviluppo della F14 T diano i frutti sperati. Rispetto allultimo test in Bahrain abbiamo fatto passi avanti nella gestione della potenza elettrica e termica della power unit - dice Fernando Alonso - ora le cose sono pi chiare, noi piloti sappiamo come adattare il nostro stile di guida alle nuove monoposto e arriviamo a questa gara con una base pi solida di consapevolezza rispetto ai test invernali. In Bahrain ci sono rettilinei molto lunghi seguiti da frenate secche cui fanno seguito curve da bassa velocit e poi altri rettilinei, per questo i freni saranno fondamentali e servir un bilanciamento corretto; inoltre, qui servir una buona velocit di punta. Se in Australia stato importante rispar-

Fernando Alonso a bordo della sua Ferrari

miare carburante e in Malesia ci siamo dovuti concentrare maggiormente sul degrado delle gomme per le alte temperature, credo che il Bahrain possa essere una combinazione : forse dovremo stare pi attenti ai consumi rispetto alla Malesia, ma anche i pneumatici risentiranno delle temperature elevate del deserto del Bahrain. Ci aspettiamo una ga-

ra dura, sappiamo che alcuni dei nostri rivali sono molto forti, ma noi dobbiamo puntare in alto per recuperare il gap al pi presto possibile. A Sakhir dobbiamo fare buon uso di quanto abbiamo imparato fin qui - analizza Raikkonen - c ancora molto da fare, ma tutti stanno dando il massimo per ottimizzare il nostro potenziale il pi veloce-

mente possibile. A Sakhir sempre difficile ottenere un giro perfetto perch complicato conciliare i settori veloci con le curve da bassa velocit: la chiave sta nel trovare il prima possibile il giusto assetto, se ci si riesce, poi la vettura nel corso del weekend migliora costantemente. Il risparmio di benzina potr essere un fattore, ma non dovrebbe essere un problema insormontabile e per le gomme la situazione dovrebbe essere pi semplice della Malesia. Cosa aspettarsi dal Bahrain? In Malesia ho fatto progressi nella conoscenza dei sistemi e credo che qui beneficer del miglior feeling che ho con la vettura. Dovrei poter girare su tempi migliori e quindi ottenere anche risultati migliori. Sulla stessa linea Stefano Domenicali, il team principal di Maranello: Dobbiamo migliorare in tutte le aree - ha detto - il vantaggio della Mercedes era chiaro gi dopo i test, la classifica non una sorpresa, ma se la Mercedes mantiene questo ritmo sar molto difficile raggiungerli.

Cagliaritani e galluresi protagonisti della prima manche del campionato sardo di windsurf della classe Techno 293 (la tavola propedeutica a quella olimpica), che ha preso il via nelle acque del Poetto. Nella categoria Under 17, ha calato il tris Carlo Ciabatti del Windsurfing Club Cagliari, che ha preceduto in graduatoria i suoi compagni di circolo Francesco Congiu e Federico Pisano. Tra gli Under 15, successo di unaltra giovanissima loMagetti cale, la camin gara pionessa italiana Enrica Schirru, che si aggiudicata due prove, precedendo Riccardo Onali e Giovanni Marco Pirina dello Sporting Club Sardinia, vincitore dellultima regata. Tra gli Under 13, tre vittorie su tre prove anche per Elias Argiolas dello Sporting Club Sardinia, che si imposta su Matteo Placido e Gloria Usai del Windsurfing Club Cagliari, il circolo organizzatore della manifestazione regionale. Successo gallurese anche tra i Kids, dove ha vinto Federico Marangoni, davanti al locale Alessandro Melis e al compagno di club Sergio Begotti. (s.c.)

Eurolega, la Armani ospita il Barcellona


II Tutto esaurito al Mediolanum Forum per lultima partita casalinga delle Top 16 di Eurolega dellEA7 Emporio Armani Milano contro limbattuto Barcellona. Recuperato Nicol Melli, sar ancora assente ovviamente Keith Langford.
pallanuoto

World league, lItalia supera la Slovacchia


II LItalia batte la Slovacchia 14-13 a Kosice nellultimo turno del gruppo C di World League e ora deve sperare che la Germania fermi il Montenegro il 15 aprile alle 19 a Krefeld (a pari punti con gli azzurri, ma miglior differenza reti negli scontri diretti), per qualificarsi alla final eight in programma a Dubai dal 16 al 21 giugno.

VelenelGolfo fatappa aStintino


Q STINTINO

Cagliarisilasciaconquistaredallendurance
Vittorie di Graziano Branca, Pinuccio Orro e Maura Fiori, in evidenza anche i ragazzini coi pony
Q CAGLIARI

Era in programma a Stintino la sesta e penultima tappa della manifestazione Vele nel Golfo 2014 Circuito del Golfo dell'Asinara, una serie di veleggiate aperte alle barche di altura, organizzate dallo sforzo congiunto di diversi circoli velici che si affacciano sul golfo dell'Asinara. La prova stata per rinviata al prossimo 6 aprile a causa del forte vento dai quadranti orientali, che a Stintino rende il mare sempre agitato. La manifestazione ha preso il via a gennaio a Castelsardo e di fronte alla storica rocca si concluder il 13 di aprile, quando verr disputata la settima e conclusiva prova in calendario. Dopo la veleggiata dello scorso 16 marzo a Stintino la classifica di Vele nel Golfo 2014 vede il Delher 38 Nur di Terzitta al comando nella categoria Sailboats, davanti al Pulce 2 di Italo Senes e a Buddhana di Giuseppe Rivieccio. Tra le Vele Bianche c' al comando il Free Bug di Nuvoli, seguito dal Simonico di Figlioli e dal Grand Soleil 40 di Maltoni Bizzarra. Infine, nel gruppo Sportboats, saldamente in testa il J24 Glicerina di Messina, con il Minitransat Saggita di Serra al secondo posto e il Melges 24 Pulcino in terza posizione. La manifestazione, che si avvale del supporto tecnico della sezione algherese della Lega Navale Italiana ed patrocinata dall'Assonautica di Sassari e dalla Camera di Commercio del Nord Sardegna, insieme ai comuni di Castelsardo, Isola Rossa, Sorso e Stintino, sta registrando un gran successo di partecipazione. Antonio Mannu

Graziano Branca in sela a Legionario

Per un week end il capoluogo regionale stato la capitale dellendurance sardo, infatti sabato i ragazzi dei pony e domenica i senior con i cavalli hanno trasformato le zone umide della citt in una sarabanda colorata. La societ ippica cagliaritana ha incoronato nelle strutture dellippodromo Gutierrez i vincitori delle sette categorie che si sono corse. Tra i senior ha brillato la stella di Graziano Branca nella velocit, di Pinuccio Orro nella regolarit lunga e di Maura Fiori nella regolarit breve. Tra i ponisti del sabato nella Elite ha vinto Stefano Cherchi , nella categoria Pony

B Tiziano Federici, nella Pony A Alessandro Denofrio e nellAvviamento Rebecca Matta. Nella velocit si corso ad oltre 15 km/h e Legionario, il cavallo di Graziano Branca ha vinto per poco pi di due minuti sulla cavalla Nulesa , montata da Chiara Careddu. La gara ha visto primo sul traguardo un ottimo Peppe, montato da Peppuccio Medda, ma aver saltato un controllo veterinario ne ha causato la squalifica. Nella Regolarit lunga sembra che Demonied con Pinuccio Orro voglia vincere un altro campionato sardo, ma bisogner fare attenzione a Francesco Serra , secondo con Quello (vincitore della Best Condition) e a Giulia

Galantino terza con Quel de Lohele. Il rientro in gara di Maura Fiori con Only You segnato da vittoria e Best Condition, ma limpresa la fa Giulia Cossu alla sua prima con Impero Iulis arrivata seconda, mentre lesperto Alessandro Monni arrivato terzo con O Hara. Tra i non agonisti brillanti i pari merito di Eleonora Di Fraia con Nocerino e di Mariano Staffa con Evita. Il sabato dei pony stato gita a cavallo per tanti ragazzi che hanno goduto dei laghetti dellippodromo e degli stagni di Molentargius, popolati dalla genti arrubia, i fenicotteri, ma le gare sono state intense. Giovanni Manca giovane, con ragazze alte, ha delle potenzialit. Forse paga un po linesperienza, e quando le cose cominciano ad andare male dura. Un pregio e un difetto della Angeli del Fango? Pregio, lo ripeto, il fatto che siamo un bel gruppo, affiatato e con tanta voglia di vincere. Difetti? Sinceramente per me la squadra perfetta cos. Una lunga carriera alle spalle, tanti anni anche in serie A. Cosa vuole ancora dalla pallavolo Giorgia Baldelli? Io voglio continuare a migliorarmi, ho ancora tanto da imparare. E quando smetter di giocare non mi ci vedo come allenatrice, ma magari potrei fare un pensierino a una seconda carriera come dirigente Fabio Fresu
RIPRODUZIONERISERVATA

A tutto Volley

GiorgiaBaldellispronagliAngelidelFango
Q SASSARI

Giorgia Baldelli, una pallavolista per tutte le occasioni, o, per meglio dire, per tutti i ruoli. Arrivata questanno nella Angeli del Fango Olbia di B1 femminile come schiacciatrice infatti nel corso della stagione per esigenze tecniche stata schierata come opposta, libero, e sabato scorso anche centrale. Mi manca solo fare la palleggiatrice ci ride subito su lei ma non potrei mai, ho proprio le mani montate al contrario Scherzi a parte ho avuto la fortuna di avere alenatori che mi hanno inse-

gnato a giocare in tutti i ruoli, quindi se c bisogno mi sacrifico pur di essere daiuto alla squadra. Com arrivata ad Olbia? La conosceva? In realt da 28 anni vengo in Sardegna tutte le estati in vacanza perch la mia famiglia ha una casa a Barisardo, ed ho anche una figlioccia sarda. Sono stata contattata dal dirigente Gianmarco Uscidda e dal tecnico Luca Secchi, con poche parole mi hanno fatto subito una buona impressione e mi piaciuto il loro progetto di costruire qualcosa di solido. Siete in piena corsa per i

playoff, un obiettivo al quale allinizio della stagione non pensavate, ora ci credete? Ci crediamo gi da un po. Non era in preventivo ma siamo un bel gruppo, che si diverte in palestra, tecnici e societ ci supportano in ogni cosa, e tutte queste componenti ci hanno portato dove siamo. Ha superato anche un fastidioso infortunio Come si dice, limportante non non cadere mai, ma sapersi rialzare. Non siamo impiegate che stanno dietro una scrivania, quindi lo metti nel conto, e quando succe-

Giorgia Baldelli

de ti rimbocchi le maniche e fai di tutto per recuperare e tornare a giocare il prima possibile. LAlfieri Cagliari merita lultima posizione? Per niente, una squadra

44

Sport

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

TcTorres:Ilnostrosegreto?Lamicizia
Gavino Caddia, decimo presidente del circolo rossobl, fa il punto sul tennis sassarese: Da sempre leader in Sardegna
Q SASSARI

I cento giorni di Gavino Caddia. Eletto alla fine di dicembre, il decimo presidente della quasi centenaria storia della Torres tennis ha fatto il punto sul passato, ma soprattutto sul futuro del glorioso club sassarese. Una realt tennistica cresciuta alla grande nellultimo periodo. Caddia, sessantenne libero professionista, stato preceduto al vertice della Torres da nomi importanti del tennis regionale. In prima fila, non soltanto per essere stato il primo presidente in assoluto del club rossobl, Lelle Pilo, cui hanno fatto seguito Gianfelice Pilo, Otto Sussarello, Luciano Pappalardo, Gianni Sotgiu, Piero Cuccuru, Antonello Coni, Ignazio Multineddu e Fabrizio Oronti. Dopo il debutto da vice presidente al termine nella penultima legislatura, Gavino Caddia stato eletto a suon di voti (quasi cento e se non record poco ci manca) numero uno del club. Il mio impegno - ha detto - di ridare alla Torres il ruolo trainante per il tennis non solo sassarese ma dellintera regione, facendone un punto di riferimento sia per quel che riguarda la didattica che per lattivit agonistica, senza dimenticare la fondamentale funzione di aggregazione che propria dei club sportivi. In questi primi mesi _ ha

Enrico Rodella

Il presidente della Torres Tennis Gavino Caddia

Abbiamo una scuola che funziona e due squadre importanti. Ci aspettiamo molto anche dal settore femminile che, per la prima volta, vede la B
tra gli insegnanti, che si traduce in una dedizione al lavoro che personalmente, in 45 anni di militanza tennistica, non ho mai riscontrato nel nostro circolo. Questo tipo di approccio dar dei risultati in termini sportivi che potremo valutare in tempi

proseguito Gavino Caddia _ abbiamo avuto modo di toccare con mano la validit del progetto scuola portato avanti dal maestro Mauro Rodighiero col suo staff di collaboratori (il maestro Alessandro Caggiari e gli istruttori Federico Sgarella e Luca

Naitana) tutti provenienti dal nostro settore giovanile. Al di l degli aspetti tecnici, che trovano nel direttore sportivo Enrico Rodella una supervisione attenta e competente, abbiamo avuto modo di apprezzare il rapporto di amicizia che si instaurato

molto brevi. I miglioramenti dei nostri atleti verranno messi al vaglio quanto prima a livello sportivo con il torneo Open in programma in questi giorni sui campi dellAcquedotto e con i campionati nazionali e regionali a squadre. Dal punto di vista della partecipazione alla scuola _ ha proseguito il numero uno della Torres Tennis _ devo dire che la posizione dellimpianto e la tradizione hanno sempre garantito al nostro sodalizio una condizione di privilegio nel reclutare nuovi giovani tennisti, semmai il problema era rappresentato dalla percentuale troppo bassa di allievi che continuavano lattivit. Questanno molto probabilmente gi dal mese di giugno avremo una quantit tale di conferme che ci troveremo nella condizione di limitare liscrizione di nuovi ragazzi. Questo ci permetter di far s che la Torres diventi un punto di riferimento per lintero bacino giovanile sassarese. Il presidente Caddia si poi giustamente soffermato sullattivit sportiva, sullimpiantistica e sui servizi ai soci, punti fondamentali sulla definitiva crescita del circolo. Anche questanno abbiamo due squadre maschili iscritte ai campionati nazionali di A2 e serie B. La prima composta da tre ragazzi del vivaio (il due volte campione sardo di fila Gino Asara, Marco Pinna

e Claudio Bianco) affiancati da giocatori esperti e di valore come Mariano Delfino (gi 150 Atp), Steven Diez (attualmente n.290 al mondo) e Dominique Hrbaty (ex n.12 della classifica mondiale). La seconda squadra interamente formata da ragazzi della nostra scuola (Federico Sgarella, Federico Pintus, Andrea Masala, Michele Fois, Matteo Canu, Andrea Moro, Alessandro Panu e lintramontabile Stefano Caria) e rappresenta a tutti gli effetti il laboratorio ideale da cui attingere per rafforzare nel corso degli anni la formazione maggiore. Buone notizie anche per quel che riguarda la serie C femminile (Marilisa Sgarella, Chiara Carboni, Daniela Dessolis,Marina Serra e Rosabianca Satta) che ha ottime possibilit di vincere il titolo sardo e nel tabellone nazionale pu raggiungere la promozione in serie B. Ovviamente _ ha detto ancora Gavino Caddia _ tutta questa attivit ha dei costi che nessuna societ sportiva pu sostenere senza la fattiva collaborazione delle istituzioni e di sponsor privati. Grazie appunto al contributo di alcune aziende amiche, oltre che della Regione Sardegna e del Comune di Sassari, che possiamo dare ai nostri tesserati la possibilit di confrontarsi alla pari con realt sportive molto pi attrezzate economicamente della nostra. Raimondo Angioni

i bomber
SS 25 reti: Pischedda A. (Tissi LP). SS 22 reti: Deriu (Bonorva). SS 20 reti: Mugoni (Tergu). SS 19 reti: Borrotzu (Atl. Uri). SS 18 reti: Mugoni (Tergu). SS 17 reti: Mulas (G. Aranci). SS 16 reti: Cuccu (Atl. Uri), Sannio (M. Rios), Riu (Stintino), Cossu (Tergu). SS 13 reti: Giua (Malaspina). SS 12 reti: Porcu, Pintore (Buddus), Ortu (Tissi LP). SS 11 reti: Taras (Berchidda), Cocco (M. Rios). SS 10 reti: Pazzola (Malaspina). SS 9 reti: Orune (Bonorva), Mura (Gymnasium), Arcadu (Pattada), Oneddu (Stintino). (sa.u.)

curiosando in prima categoria

MisterFrauspronaloStintino Adessodobbiamoreagire
Q SASSARI

Male noi, meglio il Tergu. Non usa giri di parole il tecnico dello Stintino dopo il crollo della sua squadra nello scontro diretto al vertice del girone D di Prima categoria. Il risultato di 4-1 severo con la capolista e non lascia dubbi sul verdetto maturato sul campo tergulano, che ha consegnato al campionato un nuovo scenario in chiave promozione. A 4 turni dalla fine la situazione vede tre squadre affiancate in vetta, con l'aggancio del Tergu

e pure quello dell'Atletico Uri. Franco Frau onesto nei suoi commenti: Gli avversari sono stati pi determinati e hanno meritato di vincere, anche se il punteggio poteva essere meno pesante. Ai miei ragazzi mancata la serenit, hanno sentito troppo la pressione di una gara a cos alti livelli e non sono riusciti a gestirla. L'inesperienza ha giocato brutti scherzi, in campo la mentalit ha fatto la differenza. C' rimasto malissimo, lo Stintino, che non pensava di incassare una cos dura lezio-

ne, ma le motivazioni del Tergu hanno avuto la meglio e cos pure il suo attacco: si fronteggiavano la miglior difesa del girone (17 reti subite dai biancocelesti) e il pi prolifico reparto offensivo, con 63 gol all'attivo. Il confronto diretto ha bocciato la retroguardia stintinese e promosso i bomber tergulani. E non un dettaglio da poco, perch in caso di arrivo a pari punti la squadra di Frau, vittoriosa di misura all' andata, svantaggiata. Ormai bisogna solo vincere - dice l'allenatore - e non si

Franco Frau (Stintino)

pu pi sbagliare. Non sono consentiti calcoli, per essere certi della promozione si deve arrivare davanti agli altri, il regolamento manda agli spareggi solo la seconda classificata e anche questo piazzamento non garantisce certezze. Una

delle tre grandi protagoniste della stagione (la quarta, il Tissi Li Punti, segnalata a -16) rester dunque fuori da ogni possibilit di volare in Promozione mentre la seconda pu almeno sperarci. Pertanto in questi 360' di gioco che restano sar lotta durissima, e non sempre a distanza perch al penultimo turno in programma un "caldissimo" StintinoAtletico. Lo giocheremo in casa - afferma Frau - e avremo la spinta importante dei nostri tifosi. Comunque andr, rester la soddisfazione di aver disputato un campionato strepitoso, lavorando sul gruppo per tenere lo stesso passo delle concorrenti dirette che sulla carta erano superiori. Purtroppo a volte capita di inciamparema la delusione va smaltita in fretta perch siamo sempre in corsa e dobbiamo rialzarci e riprendere a correre. Sandra Usai

Pioggia di medaglie per la Tae Olmedo Spettacolonelladoppiasfida


Gli allievi del maestro Piras grandi protagonisti nella competizione di Olbia
Q OLMEDO

baseball/softball

traLosAmigosOlmedoeNuoro
Q SASSARI

Il maestro Stefano Piras con alcuni dei suoi allievi

Grande prestazione degli atleti della taekwondo Olmedo, al campionato interregionale combattimenti riservato alle categorie cadetti b, cadetti a, junior e senior, svoltosi a Olbia. la societ diretta dal maestro Stefano Piras ha conquistato 13 medaglie. 4 ori, 7 argenti e 2 bronzi. metallo dorato per Matteo Isoni, Valentina Capovani, Simone Serra ed Elisa Porcu. Piazza donore per Davide Pinna, Giulia Saccu, Davide Cugusi, Martina Demartis, Chiara Era e Francesco Carta. Medaglia di bronzo per Mi-

rko Deriu e Fabiana Matacena. Aalla manifestazione organizzata dal comitato regionale fita Sardegna in collaborazione con il centro Tkd Olbia, hanno partecipato 280 atleti in rappresentanza di 38 sodalizi isolani, presenti inoltre alcune societ provenienti dalla Germania e dalla Croazia. Sono soddisfatto dei risultati conseguiti dai giovani atleti della Tkd Olmedo sottolinea il maestro Piras- risultati di alto prestigio considerati i quattro titoli interregionali, frutto di una intensa preparazione fisica e mentale dei nostri giovani. Piero Garau

Grande giornata di sport ad Alghero nel campo delle Tigri Baseball Officine Meccaniche Bernardi, dove si sono affrontati in un doppio incontro, il Nuoro Softball serie A contro la Los Amigos Olmedo serie B Baseball. La prima partita ihs visto in pedana la lanciatrice della nazionale Paola Cavallo e la ricevitrice americana che hanno dominato sul monte di lancio contro i battitori olmedesi, portando a casa la vittoria con il punteggio di 8-3.

La seconda partita si conclusa in parit, 3-3. Match nel quale le due squadcre hanno giocato bene sia in attacco che in difesa con battute, bunt e doppi giochi di notevole precisione. La partita servita principalmente ai tecnici delle due squadre, Kleivert Cueto e Vito Manca, per provare le nuove strategie di gioco in vista dellimminente inizio di campionato. Terzo tempo con grande festa collettiva in campo, con atleti dirigenti e pubblico numeroso alla manifestazione. (p.g.)

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

Meteo oggi
OROSCOPO
SERA

45

Le considerazioni meteorologiche e agrometeorologiche mensili, elaborate dai tecnici dellARPAS, sono pubblicate nel riepilogo mensile meteorologico e agrometeorologico disponibile nel sito www.sar.sardegna.it alla voce pubblicazioni.

in italia
ANCONA BARI BOLOGNA CATANIA FIRENZE GENOVA MILANO NAPOLI PALERMO PARMA PESCARA PIACENZA PISA ROMA TARANTO TORINO TRIESTE UDINE VENEZIA VERONA

MIN MAX A AX 9 18 7 19 8 19 5 18 9 18 12 15 11 19 8 18 10 16 7 19 5 18 3 17 5 14 6 18 10 24 6 18 11 16 7 19 10 17 7 19

A
AGLIENTU

B
10/21
ARZACHENA

la situazione oggi nelle 7 zone climatiche l


ZONA 1 Z
C CIELO PRECIPITAZIONI ALTRI FENOMENI VENTI TEMPERATURE

MATTINA

7/24

TEMPIO SORSO N.D. SASSARI

7/20

7/24 8/23

OLBIA

Velato Assenti Possibili nebbie mattutine Deboli da Sud-Est Senza variazioni

SERA

Velato Assenti Assenti Deboli da Sud-Est In lieve aumento

ZONA 5

CIELO PRECIPITAZIONI ALTRI FENOMENI VENTI TEMPERATURE

MATTINA

ARIETE

Velato Assenti Possibili nebbie mattutine Deboli da Sud-Est In lieve aumento

Velato Assenti Assenti Moderati da Sud-Est In lieve aumento

21 marzo - 20 aprile
Avrete una giornata in cui vi sorprenderete a riflettere sulle circostanze, e comunque dominata da pensiero e razionalit. Se ne avvantagger il lavoro.

BERCHIDDA

9/24 OLMEDO 6/24


ALGHERO

9/24

OZIERI

2
OROSEI

ZONA 2 Z

6/23

SINISCOLA

GIAVE

4/22

3
NUORO

7/20

C CIELO PRECIPITAZIONI ALTRI FENOMENI VENTI TEMPERATURE

MATTINA

Velato Assenti Possibili nebbie mattutine Deboli da Sud-Est Senza variazioni

SERA

Velato Assenti Assenti Moderati da Sud-Est In lieve aumento

ZONA 6

CIELO PRECIPITAZIONI ALTRI FENOMENI VENTI TEMPERATURE

MATTINA

Velato Assenti Nebbie mattutine Deboli da Sud-Est Senza variazioni

SERA

Velato Assenti Assenti Moderati da Sud-Est In lieve aumento

toro

21 aprile - 20 maggio
Avete un forte desiderio di rapporti seri e congeniali ed in tale direzione farete delle scelte giuste. Rapporti vivaci con gli amici. Un breve spostamento vi far bene.

MACOMER MODOLO

8/19

ZONA 3 Z

N.D.

6/22 N.D. GHILARZA N.D.

5/20

OTTANA

5/20

OLIENA

C CIELO PRECIPITAZIONI ALTRI FENOMENI VENTI TEMPERATURE

MATTINA

Poco nuvoloso Assenti Possibili nebbie mattutine Deboli di direzione variabile Senza variazioni

SERA

Velato Assenti Assenti Deboli di direzione variabile In lieve aumento

ZONA 7

CIELO PRECIPITAZIONI ALTRI FENOMENI VENTI TEMPERATURE

MATTINA

Velato Assenti Possibili nebbie mattutine Deboli da Sud-Est In lieve aumento

SERA

Velato Assenti Assenti Deboli da Sud-Est In lieve aumento

GEMELLI

21 maggio - 20 giugno
Secondo gli astri oggi una giornata in cui potrete raccogliere ci che avete seminato. I risultati quindi sono proporzionati allimpegno da voi impiegato. Prudenza.

ORISTANO

VILLANOVA S.

10/20

3/16

ZONA 4 Z

5
N.D.

NURALLAO SARDARA

7/22 8/21

LANUSEI

4/18

C CIELO PRECIPITAZIONI ALTRI FENOMENI VENTI TEMPERATURE

MATTINA

Velato Assenti Possibili nebbie mattutine Deboli da Sud-Est In lieve aumento

SERA

Velato Assenti Assenti Deboli di direzione variabile In lieve aumento

REGIONE AUTNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

ARPAS Dipartimento Meteoclimatico


Rilievi del 31 marzo 2014

CANCRO

21 giugno - 22 luglio
Sarete pi fermi nelle vostre decisioni. Avrete degli ottimi obiettivi, che per richiedono un forte impegno. Non lasciatevi scoraggiare dalle inevitabili difficolt.

in europa
MIN MAX A AX -4 13 ANKARA 9 17 BARCELLONA 11 21 BELGRADO 5 16 BERLINO 9 22 BRUXELLES 13 COPENAGHEN 3 6 18 GINEVRA -4 4 HELSINKI 5 12 ISTANBUL 13 16 LISBONA 7 17 LONDRA 9 16 MADRID -4 5 MOSCA -1 8 OSLO 6 18 PARIGI -1 6 STOCCOLMA 10 19 TUNISI 3 17 VARSAVIA 6 20 VIENNA 5 20 ZURIGO

GONNOSFANADIGA

9/20

GUASILA

VILLACIDRO

MURAVERA

INFORMAZIONI AGROMETEOROLOGICHE INFORMAZION

IGLESIAS

9/20

9/21

12/19

DECIMOMANNU

Stazione

T max

T min

Pioggia

n. Ore <10

n. Ore >18

ETo

6
E

8/24

CAGLIARI

10/22

DOMUS DE MARIA

VILLA S. PIETRO

11/22

10/22

F
SERA Mosso Mosso Molto mosso Mosso Molto mosso Mosso

OZIERI BERCHIDDA OLIENA SARDARA VALLEDORIA MONASTIR MOBILE ARZACHENA MOBILE

18,7 19,5 19,6 16,8 18,8 18,7 21,2

3,6 5,1 2,6 9,0 8,0 10,6 7,1

0 0 0,2 0,6 0 0 0

12 7 7 7 6 0 10

1 2 5 0 1 2 7

2,84 2,80 2,55 2,49 2,57 2,30 3,23

LEONE

23 luglio - 22 agosto
Buone prospettive per quanto riguarda la vita di relazione. Vi attendono momenti molto belli e intensi con la persona amata, con amici e conoscenti. Tante buone occasioni.

T. max: temperatura massima dell'aria (C); T. min.: Temperatura minima (C); Precipitazioni: (mm.); n. Ore <10, >18: n. ore con temperatura dellaria inferiore a 10C e superiore a 18C; Eto: evapotraspirazione di riferimento (mm.).

VERGINE

23 agosto - 22 settembre
Riceverete un regalo da un ammiratore segreto. In serata avrete modo di ottenere tante conferme dal vostro fascino e dalla vostra capacit di seduzione. Riceverete anche una lettera.

CONDIZIONI DEL MARE


A B C D E F ZONA Nord-Ovest Nord-Est Ovest Est Sud-Ovest Sud-Est MATTINA Poco mosso Poco mosso Mosso Poco mosso Mosso Mosso
SERENO POCO NUVOLOSO VELATO NUVOLOSO MOLTO NUVOLOSO ROVESCI PIOGGIA PIOGGIA FORTE TEMPORALI NEVE

bilancia
FORTE BURRASCA

23 settembre - 22 ottobre
NEBBIA MARE POCO MOSSO MOSSO AGITATO GROSSO BREZZA VARIABILE DEBOLE MODERATO

Nellaffrontare un problema personale non lasciatevi distrarre da preoccupazioni di natura sentimentale. Vi occorre tutta la vostra serenit di giudizio.

SCORPIONE

23 ottobre - 22 novembre
La via migliore da seguire oggi quella suggerita dallintuito, anche se suona un po insolita al vostro buon senso. Sospetti e gelosie in amore: non parlatene per il momento.

OGGI IN ITALIA
Direttore responsabile: Andrea Filippi Vicedirettore: Claudio Salvaneschi Redattore capo centrale: Francesco Pinna
Finegil Editoriale S.p.A. CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: Carlo De Benedetti (Presidente) Monica Mondardini (Amministratore Delegato) Antonio Esposito (Consigliere preposto alla divisione Nuova Sardegna) Consiglieri: Gabriele Acquistapace Fabiano Begal Lorenzo Bertoli Pierangelo Calegari Domenico Galasso Roberto Moro Marco Moroni Raffaele Serrao Antonio Esposito Luigi Vicinanza Quotidiani Locali Gruppo Espresso Direttore Generale: Marco Moroni Direttore Editoriale: Luigi Vicinanza Sede legale: via Cristoforo Colombo, 98 00147 Roma Divisione Nuova Sardegna: Z.I. Predda Niedda, strada 30/31 Tel . 079/222400 Fax 079/2674086 Redazioni: Sassari 079/222424; Provincia 079/222429; Sport 079/222486; Attualit 079/222489; Cultura 079/222420; Cagliari 070/60431; Nuoro 0784/32222-35095; Olbia 0789/24028; Oristano 0783/74380. Concessionaria pubblicit: A. Manzoni & C. S.p. A. Sassari z.i. Predda Niedda, strada 31 Tel. 079/2064000 Cagliari: via Mameli 191 tel. 070/34231200 Olbia: via Ciro Menotti 1 tel. 0789/28323; fax: 0789/27960 Nuoro: via Angioy 14 tel. 0784/252078 fax: 0784/33433 CertificatoAdsn7704del18/12/2013 Necrologie: annunciodellafamiglia 1,80aparola(minimo28parole); anniversario-ringraziamento-trigesi mo1,80aparola(minimo28 parole);partecipazione:2,25a parola(minimo28parole);foto coloresuunacolonna160;foto coloresuduecolonne300;foto b/nerosuunacolonna145;foto b/nerosuduecolonne290;croce 10.
Abbonamenti: Italia,settenumerisettimanali annuo320,semestre170; trimestre85.Per6numeri settimanali(esclusoillunedola domenica)annuo280,semestre 145,trimestre75.C/Cpostale 211078. Responsabiletrattamentodati (exD.LGS.30-6-2003N.196) AndreaFilippi RegistrazionedelTribunale diSassarin.4del19.6.1948 Latiraturadel31marzostatadi 50.144copie

DOMANI IN SARDEGNA
METEO MARI E VENTI

SAGITTARIO

23 novembre - 21 dicembre
Avrete la conferma della buona impostazione dei vostri affari: cresce la sicurezza nei vostri metodi ed in voi stessi. Stimolante e movimentata la vita affettiva. Relax.

CAPRICORNO

22 dicembre - 19 gennaio
Vi attende una giornata molto piacevole. Avrete voglia di stare in mezzo alla gente, di fare progetti insieme alla persona amata. Maggiore sincerit con un familiare pi giovane.

Lassenza del simbolo del vento indica Calma di vento

ACQUARIO

20 gennaio - 19 febbraio
La vostra emotivit, oggi pi vivace del solito, far nascere in voi dei dubbi e delle perplessit nel lavoro. Non perdete per questo la sola buona occasione della giornata.

Nord: velature diffuse. Centro: cielo velato. Sud e Sicilia: cielo sereno o poco nuvoloso. Temperature: in aumento. Venti: scirocco moderato sulle due isole maggiori e sulle coste di Toscana e Lazio, specie dal pomeriggio. Ventilazione debole sempre proveniente da meridione sul resto del territorio. Mari: mossi lo stretto di Sicilia, il mar Ligure, l'alto Tirreno e i settori ovest del Tirreno centro-meridionale. Quasi calmi o poco mossi tutti gli altri mari.

Cielo nuvoloso con progressivo aumento della copertura associato a precipitazioni sparse in serata. Temperature: minime in aumento, massime stazionarie. Venti: deboli o moderati da Sud-Est in rotazione dai quadranti occidentali in serata. Mari: mossi o molto mossi. Prossimi giorni: per la giornata di venerd avremo cielo molto nuvoloso con precipitazioni diffuse che localmente potranno essere anche di moderata intensit; attenuazione dei fenomeni il giorno seguente. Le temperature minime diminuiranno, le massime saranno in diminuzione venerd e aumenteranno lindomani. I venti soffieranno inizialmente deboli dai quadranti meridionali in rotazione dai quadranti settentrionali. I mari saranno molto mossi, localmente agitati.

PESCI

20 febbraio - 20 marzo
Le stelle vi invitano al risparmio e alloculatezza, in vista di un viaggio di piacere. Una luna di miele romantica e dolcissima da dividere con la persona amata. Allegria.

46

LA NUOVA SARDEGNA MERCOLED 2 APRILE 2014

E' mancato all'affetto dei suoi cari

Ci ha lasciato la nostra adorata zia

dott.ssa Antonia Becciu


Addolorati lo annunciano la cognata Alba, le care nipoti Giovanna e Antonella ed i familiari tutti. Il funerale avr luogo domani alle ore 11 nella parrocchia dei Cappuccini.
Sassari, 2 aprile 2014
Ag. Fun. Silanos, Sassari, Tel. 079/219544

Le famiglie Ena-Fois, Pala-Brundu, Gammacurta-Pischedda, Gusinu-Usai, Ghironi-Gusinu, Lai-Nurra, Pinna-Fressura, Enrica-Enrica, Nudda-Sechi, Mulas-Pinna partecipano al dolore di Pasqualino ed Elvira e familiari tutti per la scomparsa del caro

Giovanna e Dindia, Maria e Vittorino, Simone e Rosa, Lucia e Tonino, Peppina e Vittorio, Giovanna e Diego sono vicini a Vittoria e Francesco per la scomparsa del caro fratello

E' mancata all'affetto dei suoi cari allet di 94 anni

Tonino e Giovanna e famiglia si associano al dolore di Antonietta, Serafino e familiari tutti per la scomparsa di zia

Benito
Usini, 2 aprile 2014

Maria
Bono, 2 aprile 2014

Peppeu Nurra
Bono, 2 aprile 2014

E' mancato all'affetto dei suoi cari

Angosciati e increduli, piangono la morte del caro amico

La nipote Caterina con Gianfranco e i pronipoti Paolo e Laura con Filippo e Mariano, profondamente addolorati, piangono la scomparsa della cara

Benito
Paolino e Raimonda, Antonio e Nicoletta, Pino e Elena, Pippo e Franca, Nino e Tetta, Leonardo e Santina, Piero e Rita, Giovanni e Maria Teresa, Ignazio e Rita, Angelo e Pina, Tore e Maria Speranza, Giovannino e Alma, Michele e Speranza, Mario e Teresa, Giuseppe e Tetta, Gianuario e Maria, Flavio, Costanza e Pietrina, Dina, Ersilia, Giannina, Maria, Vittorina, Maria Pia.
Sassari, 2 aprile 2014

Comare Nicolava e Maria Antonietta e le rispettive famiglie sono affettuosamente vicini ad Antonietta e Serafino e piangono la scomparsa della carissima

zia Maria
Bono, 2 aprile 2014

zietta

Antonia Becciu Mario Usai


Ne danno il triste annuncio i figli Pier Paolo con Marisa, Luisella con Gian Mario, Patrizia con Tore, i cari nipoti. Un sentito ringraziamento al personale medico e paramedico della Residenza San Nicola per le amorevoli cure prestate. Il funerale avr luogo oggi alle ore 11,30 nella parrocchia di S.M.Bambina.
Sassari, 2 aprile 2014
Ag. Fun. Silanos, Sassari, Tel. 079/219544

Sassari, 2 aprile 2014

Maria Cocco
ved. Mele

Dopo lunga sofferenza mancato allaffetto dei suoi cari all'et di 77 anni

Giovanna e Tonio, Gavino e Tora, Miro e Graziella, Mario e Marilena, Angela e Angelo, Tore e Gina, Annarita e Gaetano sono vicini a Serafino e Antonietta e familiari tutti per la scomparsa della cara zia

Gino Piga
Ne danno il triste annuncio la moglie Rosalba Salvatorelli, i figli Giorgio con Simona, Nicola con Marilisa, Andrea con Cristina e i nipoti che tanto l'amavano, le sorelle Maria e Francesca, i fratelli Domenico e Nicolino con le rispettive famiglie. I funerali avranno luogo a Borgosesia (VC)
Perfugas-Borgosesia, 2 aprile 2014
Ag.fun. Madonna degli Angeli-San Matteo di Piga S., Perfugas, tel.079/564108

Ancore increduli per l'improvvisa scomparsa di

Benito Benito Elisei


Con dolore ne danno il triste annuncio la moglie Lanfranca Tedde, le sorelle Federica, Vittoria, le rispettive famiglie, i cognati ed i nipoti tutti. I funerali avranno luogo domani alle ore 16, partendo dalla sede del Comune, nella parrocchia di Santa Maria Bambina dove sar celebrata la santa messa.
Usini, 2 aprile 2014

MariaTeresa e Michele con Andrea e Grazia e Angelina con Vittorio sono vicini con affetto a Lanfranca e familiari tutti.
Usini, 2 aprile 2014

ne danno il triste annuncio Antonietta e Serafino, Pasqua e Franco, Raimondo e Michela, Giovanna e Domenico, Mauro e Inge, Minuccia e Pino, la sorella Francesca e la nuora Pietrina. I funerali avranno luogo oggi, alle ore 16.30, nella parrocchia di San Michele Arcangelo in Bono.
Bono, 2 aprile 2014
Ag. Fun. Porcu Gianni, Bono - Tel. 347/3608736

Maria Cocco
Bono, 2 aprile 2014

Nonna

Cocco
ti ringraziamo per il bene e l'affetto che ci hai donato portando il tuo ricordo per sempre nei nostri cuori. Antonio e Antonella, Gian Mario e Raffaella, Silvano e Annalisa, Serena e Michele e le piccole Elena e Rachele.
Bono, 2 aprile 2014

Dino, Assuntina, Francesca, Paola, Giovanni, Carla e Massimo sono affettuosamente vicini a Pierpaolo, Luisella, Patrizia e loro familiari per la scomparsa del padre signor

Mario Usai
Sassari, 2 aprile 2014

E' mancato all'affetto dei suoi cari

Il sindaco, la giunta, il consiglio comunale e tutti i dipendenti del Comune di Usini partecipano al dolore dei familiari per la scomparsa del signor

Tutti i nipoti e pronipoti piangono la scomparsa della carissima nonna

Cocco
Bono, 2 aprile 2014

Peppeu Nurra
addolorati lo partecipano i fratelli, le sorelle, le cognate, i cognati e i nipoti. I funerali avranno luogo oggi alle ore 15,30 nella chiesa di San Michele Arcangelo in Bono.
Bono, 2 aprile 2014
Ag. fun. Porcu Gianni, Bono - Tel. 347/3608736

Vanna e Antonino Guarnaccia sono vicini a Pier Paolo, Luisella, Patrizia e familiari tutti per la scomparsa del caro padre

Il presidente, i consiglieri, il segretario ed il personale della 50&Pi di Sassari partecipano commossi al dolore di Lanfranca per l'improvvisa scomparsa del marito

Benito Elisei
gi sindaco del Comune di Usini

Mario Usai
Sassari, 2 aprile 2014

Benito
Vice presidente dell'associazione.
Sassari, 2 aprile 2014

Verr allestita la camera ardente nellaula consiliare gioved 3, dalle ore 14, alle ore 15.45. Successivamente partir il corteo funebre per la chiesa parrocchiale.
Usini, 2 aprile 2014

Gavino e Lucia, Antonio e Laura sono vicini a Silvano, Antonietta e Serafino e familiari tutti per la perdita della cara zia

Domenico Fois e i figli si associano al dolore che ha colpito Giovanna e famiglia per la perdita della cara mamma

Maria Cocco
ved. Mele Nuoro, 2 aprile 2014

Maria Cocco
Bono, 2 aprile 2014

C un nuovo modo per pubblicare gli annunci funebri su


ww.manzoniadvertising.it/pages/Sportello_Web_it
Il nuovo portale di servizi per la pubblicazione di Necrologia Famiglia (con o senza foto) Partecipazione Adesione Anniversario (con o senza foto) Ringraziamento/Trigesimo (con o senza foto) Ricordo (con o senza foto)

facile discreto online

MERCOLED 2 APRILE 2014 LA NUOVA SARDEGNA

47

E' mancata all'affetto dei suoi cari

Pina Mameli
ved. Sogos

Serenamente si spento, all'et di 94 anni

Francesco Zaccheddu
Ne danno il triste annuncio la moglie Caterina, i figli Paola con Pietro, Marcello con Paola, le adorate nipoti Valeria con Giorgio, Cinzia, Silvia e Bianca. Il funerale avr luogo mercoled 2 aprile, alle ore 16, partendo dall'abitazione dell'estinto in via Brigata Sassari n 50, per la parrocchia di San Francesco.
Macomer, 2 aprile 2014
Ag. Fun. Uda-atzori, Macomer, Tel. 0785/70747

Il presidente, il direttivo, i soci tutti della Sezione Lni Golfo dell'Asinara partecipano al dolore del prof. Salvatore Rubino e famiglia per la dipartita della cara signora

Gianfranca, Gianluca e famiglia sono vicini a zia Grassedda, Mariantonietta e Giantonio per la perdita del carissimo

Trigesimo e ringraziamento
In ricordo dell'amatissimo e indimenticabile

1 Anniversario
A un anno dalla scomparsa del caro

Sebastiano Angelo Fois


la famiglia lo ricorder nella santa messa che sar celebrata domani alle 18 nella parrocchia di San Vincenzo.
Sassari, 2 aprile 2014

Addolorati ne danno il triste annuncio i figli Giuseppe, Lucio, Marialuisa con Gavino, Giampaolo con Mariangela, la cara nipotina Elisa e la sorella Pasqualina. Il funerale avr luogo oggi 2 aprile, alle ore 15,30 nella parrocchia San Gavino.
Illorai, 2 aprile 2014

Beata Schiaffino Rubino


Sassari, 2 aprile 2014

ziu Maureddu
Nuoro, 2 aprile 2014

Tonino, Franca e Tiziana sono vicini a Giampaolo e Mariangela e familiari tutti per la scomparsa di zia

Pina Mameli
Illorai, 2 aprile 2014

Il personale tutto del Servizio di Igiene e Sanit Pubblica della Asl di Sassari vicina al sig. Luigi Zappareddu per la perdita della cara mamma, signora

Il presidente, il direttore generale, il consiglio di amministrazione, il collegio sindacale e i dipendenti tutti del Banco di Sardegna partecipano con sentimenti di profondo cordoglio e solidariet al dolore del prof. Salvatore Rubino per la perdita della cara madre signora

Antonello e Franca sono vicini a Mariantonietta, Giantonio e alla signora Grazia per la perdita dello stimato

2013 Anniversario 2014


Ricorrendo il primo anniversario della scomparsa della cara e indimenticabile

ziu Mauro
Orune, 2 aprile 2014

Margherita Stangoni
ved. Giorgioni

Beata Schiaffino
ved. Rubino Sassari, 2 aprile 2014

Il presidente, gli amministratori, i sindaci, i soci, e i dipendenti della Latteria Sociale Sa Costera partecipano al dolore di Lucio e dei familiari per la scomparsa della stimata madre

Teresa Solinas
Sassari, 2 aprile 2014

L'Associazione Lorthia vicina a Raimondo e famiglia per la perdita della cara madre

Pina Mameli
Anela, 2 aprile 2014

Il Circolo del Pd di Illorai vicino a Giuseppe, Giampaolo e familiari tutti per la scomparsa della cara mamma

Il Sindaco dr. Giuseppe Morghen, la Giunta comunale, i Consiglieri, i dirigenti, i dipendenti e collaboratori del Comune di Sorso, prendono viva parte al dolore del Segretario Generale dr. Walter Enzo Marchetiello e dei familiari tutti per la scomparsa della suocera, signora

Il direttore e tutti i colleghi della Clinica Medica della Universit di Sassari sono vicini con grande affetto all'amico Salvatore per la scomparsa della mamma, signora

prof. Teuccio Muntoni Maria Gavina


Porto Torres, 2 aprile 2014

Beata Schiaffino
Sassari, 2 aprile 2014

Pina Mameli
Illorai, 2 aprile 2014

Teresa Solinas
Sorso, 2 aprile 2014

Il presidente Gianni Maoddi, il Consiglio di Amministrazione e i dipendenti del Consorzio Tutela Pecorino Romano sono vicini al dolore di Lucio e famiglia per la perdita della carissima madre, signora

Pina Mameli
Macomer, 2 aprile 2014

La segreteria provinciale della Uil Fpl di Sassari Augusto Ogana, Antonello Lai, Dario Cuccuru, Vannina Piras e Gianmario Olia sono affettuosamente vicini a Luigi e famiglia per la scomparsa dell'amata mamma, signora

Il presidente Antonello Cabras con il comitato di indirizzo, il consiglio di amministrazione, il collegio dei revisori dei conti, il segretario generale e il personale tutto della Fondazione Banco di Sardegna si associa con sentimenti di vivissimo cordoglio e sentita partecipazione al dolore del prof. Salvatore Rubino e famiglia per la scomparsa della cara madre, signora

Sindaco, assessori, consiglieri, segretaria e dipendenti del Comune di Tiana sono vicini a Gino e a i familiari tutti nel dolore per la prematura scomparsa della cara

La madre, la sorella il cognato, le nipoti e i pronipotini sentitamente commossi ringraziano quanti con la presenza, scritti e fiori, abbiano condiviso il loro dolore. Invitano e ringraziano quanti vorranno unirsi in preghiera nella santa messa in suffragio che verra' celebrata domani 3 alle ore 19 nella parrocchia della SS. Trinit
Trinita D'Agultu Nigolaeddu, 2 aprile 2014
Ag. Fun. Lorenzoni, Castelsardo, Tel. 079.470007

Il figlio, la nuora, la nipote e i parenti ringraziano quanti vorranno unirsi in preghiera nella santa messa che sar celebrata ad Aggius gioved 3 aprile alle ore 18,30 nella parrocchia di Santa Vittoria.
Aggius, 2 aprile 2014
Ag. fun. Dettori S.n.c., Tempio, tel. 079.631033

Anniversario
Nel 1 anniversario della cara ed indimenticabile

Ignazia Noli
Trigesimo
Tiana, 2 aprile 2014

Il marito, i figli ed i familiari dell'amatissima

Teresa Solinas
Sassari, 2 aprile 2014

Beata Schiaffino
ved. Rubino Sassari, 2 aprile 2014

I colleghi tutti dei Servizi Amministrativi dell'Azienda Sanitaria di Nuoro si uniscono al dolore che ha colpito la famiglia per la prematura scomparsa di

Tomasina Fais
in Liperi

E' mancata all'affetto dei suoi cari Gavino e Rosa Maria sono affettuosamente vicini a Luigi e Minni e familiari tutti per la scomparsa della cara

Ignazia Noli
stimata amica e collega.
Nuoro, 2 aprile 2014

Ringraziano quanti con la presenza, scritti e fiori hanno condiviso il loro dolore. La santa messa in suffragio si terr domani alle ore 18.30 nella parrocchia di San Pietro.
Ploaghe, 2 aprile 2014
Ag. fun. Biddau Rita, Ploaghe, Tel. 079/448923

Teresa Solinas
Sassari, 2 aprile 2014

Antonello, Lucia e Stefania partecipano al dolore di Salvatore ed Esmeralda per la scomparsa della cara mamma, signora

Anniversario
In ricordo del caro

Franceschina Lippi
i familiari nel ricordarla con immutato affetto, invitano quanti vorranno unirsi a loro in preghiera nella santa messa di suffragio che verr celebrata il giorno 3 aprile alle ore 18 nella chiesa di San Paolo.
Nuoro, 2 aprile 2014
Ag. fun. Corrias, Nuoro, Tel. 0784/31315

Il dirigente, il direttore amministrativo e tutto il personale docente e Ata dell' Ipsar di Sassari si associano al dolore della professoressa Giovanna Maria Zappareddu per la scomparsa della madre

Beata Schiaffino
Sassari, 2 aprile 2014

Trigesimo
Nel ricordo dello scomparso, caro

Maria Teresa Solinas


Sassari, 2 aprile 2014

Il coordinamento regionale Anquap partecipa con profondo affetto al dolore della collega Giuseppina Pira per l'improvvisa scomparsa del caro marito

Antonio Puggioni
le sorelle, il fratello, i nipoti e i cognati ringraziano quanti vorranno unirsi in preghiera alla santa messa che sar celebrata domani 3 alle ore 18 nella chiesa di San Giuseppe.
Sassari, 2 aprile 2014

Salvatore Maccioni
Sassari, 2 aprile 2014

2 Anniversario
Sono trascorsi due anni da quando ci hai lasciato caro fratello

Anna Spanu
Lo partecipano addolorati i figli, le nuore, i generi, i nipoti e parenti tutti. I funerali avranno luogo oggi alle ore 16.30 nella chiesa dell'Immacolata ad Oschiri.
Oschiri, 2 aprile 2014
Agenzia Funebre Oschirese, Oschiri, Tel. 348.2574056-348.4159305

Giovanna Sgarangella con i figli Franco, Rossano e Antonello e famiglie sono vicini ad Antonio, Luigi, Minni e parenti tutti per la scomparsa della cara

Teresa Solinas
Ozieri, 2 aprile 2014

La sorella Cenzina con i figli Maria Vanna e Adriano con le rispettive famiglie abbracciano con affetto zio Peppino e Sara con Massimo per la perdita della cara zia

Pasquale Fancello
I familiari con infinito rimpianto invitano e ringraziano quanti si uniranno in preghiera nella santa messa che sar celebrata domani 3 aprile alle ore 18,30 nella parrocchia di Orune.
Orune, 2 aprile 2014
Ag. fun. Pittalis Elio, Orune, tel. 0784/276490

Ringraziamento e trigesimo
Ad un mese dalla scomparsa della cara amata e indimenticabile

Onorina Baitone
Il dirigente scolastico, il personale docente e Ata dell'Istituto Comprensivo Buddus-Al-Pattada sono vicini alla professoressa Andreina Puddinu e famiglia per la perdita della suocera, signora
Sassari, 2 aprile 2014

Marcello Cisternino
Angela, Nicola e Andrea ringraziano quanti vorranno partecipare alla messa che si terr gioved 3 aprile alle ore 19 nella chiesa S. Maria di Betlem.
Sassari, 2 aprile 2014

E' mancato all'affetto dei suoi cari allet di 78 anni

Teresa Solinas
Buddus, 2 aprile 2014

Zia Angela con Emilia, Vittoria e Stefano sono vicini a Marilena, Iana e Pinuccia per la prematura scomparsa del caro

Anniversario
Ad un anno dalla scomparsa della cara

Francesco Stangoni
noto Cicu Casciu

Bastianino Soddu
Ossi, 2 aprile 2014

Lo partecipano le sorelle Gerolama ved.Stangoni, Antonia ved. Oggiano, i fratelli Nenni, Crescenzio con Giovannina, i nipoti e i familiari tutti. Il funerale avr luogo oggi alle ore 16,15 nella chiesa Sacro Cuore di Ges a Badesi, partendo dalla residenza Sole di Gallura a Olbia alle ore 14.
Badesi, 2 aprile 2014
Ag. fun. Serra, Badesi, Tel. 079/684400

Il Partito Democratico della Provincia di Sassari partecipa affettuosamente al lutto di Salvatore Rubino e famiglia per la perdita della cara madre

Zia Antonietta e zio Pietro sono vicini a Marilena, Iana e Pinuccia per la perdita del caro

Beata Schiaffino
Sassari, 2 aprile 2014

Bastianino Soddu
Ossi, 2 aprile 2014

E' serenamente mancata all'affetto dei suoi cari all'et di 83 anni

Maria Stella Mura e tutti della Clinica Malattie Infettive sono vicini con molto affetto al prof. Salvatore Rubino e familiari tutti per la perdita della carissima mamma, signora

Titolari e dipendenti della Nieddu Trasporti partecipano al dolore di Paolo e di tutti i suoi familiari per la scomparsa del carissimo padre, signor

Vittorina Spissu
ved. Spissu

Antonietta Capra
ved. Lai

Beata Schiaffino Rubino


Sassari, 2 aprile 2014

Piero Rassu
Olbia, 2 aprile 2014

Profondamente addolorati ne danno il triste annuncio i figli Giuseppe con Marisa, Giovanni con Pasqualina, Sebastiano con Michelina, Antioco con Gonaria, Franca con Tonino, la nuora Graziella, gli adorati nipoti, pronipoti e i familiari tutti. Il funerale avr luogo oggi 2 aprile alle ore 16,30 nella parrocchia di San Nicola in Irgoli partendo dall'Ospedale San Francesco.
Nuoro, 2 aprile 2014
On. fun. Paradiso di Angelo Porcu, Nuoro, tel. 0784/231204

Per un servizio pi comodo e veloce nei nostri sportelli possibile effettuare il pagamento di annuncieconomici e di necrologie su La Nuova Sardegna anche tramite bancomat o carte di credito

I figli Augusto con Giovanna, Maristella con Antonio, gli adorati nipoti Maria Vittoria, Gianmario e Alba, ed i parenti tutti ringraziano chi con preghiere, telegrammi e opere di bene sono stati loro vicini alla nostra cara mamma, e invitano quanti vorranno unirsi nella santa messa di suffragio che verr celebrata domani 3 aprile alle ore 19,15 nel Santuario della B.V. Noli Me Tollere.
Sorso, 2 aprile 2014
Ag. fun. Sias Giuseppe, Sorso, tel. 079/351946

Ada Chighini
ved. Porcheddu

SASSARI NUORO OLBIA

Z.I. Predda Niedda str. 31 via G.M. Angioy 16 via Ciro Menotti 1

Il figlio e il nipote invitano e ringraziano tutti coloro che vorranno unirsi in preghiera nella santa messa in suffragio che verr celebrata gioved 3 alle ore 18,30 nella chiesa di San Giovanni Bosco.
Sassari, 2 aprile 2014
Ag. fun. Tonino Piras, Sassari, Tel. 079.219271 334/8008801