Sei sulla pagina 1di 28

REGOLAMENTO COMUNALE SULLA TUTELA DEGLI ANIMALI

Sommario
TITOLO I - PRINCIPI GENERALI..............................................................................................3 Art. 1 - Oggetto del Regolamento......................................................................................................3 Art. 2 - Principi e finalit ...................................................................................................................3 Art. 3 - Competen!e del "indaco.......................................................................................................3 TITOLO II - #I"PO"I$IONI GENERALI...................................................................................% Art. % & Am'ito di applica!ione.........................................................................................................% Art. ( - T)tela degli animali & #i*ieti................................................................................................% Art. + - T)tela degli animali - O''lig,i e facolt ...............................................................................( Art. - - .odalit di deten!ione..........................................................................................................+ Art. / - A''andono di animali............................................................................................................Art. 0 - A**elenamento di animali.....................................................................................................Art. 11 - #i*ieto di 2oppre22ione immoti*ata degli animali..............................................................Art. 11 - "marrimento di animali.......................................................................................................Art. 12 - "occor2o di animali randagi3 a''andonati e *aganti...........................................................Art. 13 - Cond)!ione e tra2porto di animali......................................................................................./ Art. 1% - Commercio al dettaglio di animali....................................................................................../ Art. 1( - Toelettat)ra animali.............................................................................................................0 Art. 1+ - Impianti per animali da compagnia.....................................................................................0 Art. 1- - Adde2tramento di animali..................................................................................................11 Art. 1/ - Pet T,erap4........................................................................................................................11 Art. 10 - Animali di propriet nelle ca2e di ripo2o o 2tr)tt)re di rico*ero.......................................11 Art. 21 - Animali in premio3 in omaggio o in e2i'i!ione.................................................................11 Art. 21 - .o2tre e intrattenimenti con )tili!!o di animali................................................................11 ART. 22 Atti*it Circen2i e mo2tre !oologic,e itineranti...............................................................11 Art. 23 - #e2tina!ione di ci'o per animali.......................................................................................12 Art. 2% - "celte alimentari................................................................................................................12 Art. 2( - A22ocia!ioni animali2te e !oofile......................................................................................12 Art. 2+ - Commi22ione com)nale Am'iente e Con2)lta Affari animali...........................................12 TITOLO III - CANI.....................................................................................................................13 Art. 2- - #efini!ione dei 'i2ogni......................................................................................................13 Art. 2/ & C)2todia3 a titolo pri*ato3 dei cani in recinto....................................................................13 Art. 20 & C)cciolate.........................................................................................................................1% Art. 31 - N)lla o2ta per deten!ione di cani.......................................................................................1% Art. 31 - Acce22o dei cani nelle aree p)''lic,e...............................................................................1% Art. 32 - Acce22o negli e2erci!i p)''lici3 commerciali e nei locali ed )ffici aperti al p)''lico......1% Art. 33 - Rin)ncia alla deten!ione e ce22ione a canile rif)gio.........................................................1( Art. 3%- "er*i!io catt)ra...................................................................................................................1+ Art. 3( - Affidamento e ado!ione di cani - Pre*en!ione del randagi2mo........................................1+ Art. 3+ - Inter*enti per la pre*en!ione di comportamenti aggre22i*i..............................................1+ TITOLO I5 - GATTI E# ALTRE "PECIE ANI.ALI...............................................................1Art. 3- - Colonie 6eline...................................................................................................................1Art. 3/ - #eten!ione di *olatili........................................................................................................1Art. 30 - #imen2ioni delle ga''ie per *olatili..................................................................................1/ Art. %1 - #eten!ione di 2pecie animali ac7)atic,e...........................................................................1/ Art. %1 - #imen2ioni e caratteri2tic,e degli ac7)ari........................................................................1/ TITOLO 5 - #I"PO"I$IONI 6INALI........................................................................................1/ 1

Art. %2 & "an!ioni............................................................................................................................1/ Art. %3 - In)ma!ione di animali.......................................................................................................1/ Art. %% - Organi accertatori..............................................................................................................10 Art. %( - A'roga!ione di norme.......................................................................................................10 ALLEGATO 1..................................................................................................................................21 ALLEGATO 2..................................................................................................................................22 ALLEGATO 3..................................................................................................................................2/

TITOLO I - PRINCIPI GENERALI


Art. 1 - Oggetto del Regolamento 1. Il pre2ente Regolamento ,a lo 2copo di t)telare il 'ene22ere degli animali nel ri2petto delle loro e2igen!e 'iologic,e ed etologic,e3 prom)o*endo politic,e c,e fa*ori2cano la diff)2ione di *alori etici e c)lt)rali finali!!ati allo 2*il)ppo di )na corretta intera!ione )omo-animale. 2. Le norme 7)i pre*i2te 2ono adottate nel ri2petto delle leggi na!ionali e regionali a c)i 2i fa implicito riferimento. Art. 2 - Principi e finalit 1. Il Com)ne di Li*orno3 2econdo il dettato dell8art. 2 della Co2tit)!ione3 *i2ta la Con*en!ione del Con2iglio d9E)ropa per la prote!ione degli animali da compagnia3 appro*ata a "tra2')rgo il 13 no*em're 10/-3 ricono2ce il diritto di ogni indi*id)o3 2ingolo o in A22ocia!ioni3 di pro**edere alla c)ra degli animali pre2enti 2)l territorio cittadino3 nelle forme e limiti 2ta'iliti dal pre2ente Regolamento e contra2ta ogni atto di di2crimina!ione nei confronti dei po22e22ori e detentori di animali c,e o2tacoli la 2erena con*i*en!a inter2pecifica. 2. Il Com)ne di Li*orno3 nel ri2petto della propria tradi!ione di tolleran!a ed integra!ione con 2oggetti di c)lt)re e ling)aggi di*er2i dal proprio3 in armonia con 7)anto 2ta'ilito nel Trattato dell9:nione E)ropea di Li2'ona3 2otto2critto il 13 dicem're 211- da *enti2ette "tati3 ricono2ce nello 2*il)ppo di )na corretta intera!ione )omo-animale )no 2tr)mento c,e ed)ca alla con*i*en!a nella di*er2it e fa*ori2ce lo 2*il)ppo della per2onalit 3 2opratt)tto nelle fa2i dell8infan!ia3 adole2cen!a e ter!a et . 3. Il Com)ne di Li*orno3 in 'a2e alla normati*a *igente3 prom)o*e e di2ciplina la t)tela degli animali da affe!ione3 condanna gli atti di cr)delt *er2o di e22i3 i maltrattamenti ed il loro a''andono e3 nell8o22er*an!a dei principi conten)ti nelle Con*en!ioni interna!ionali in materia3 prom)o*e campagne per informare3 2en2i'ili!!are ed ed)care la cittadinan!a3 fornendo 2tr)menti di cono2cen!a relati*i alle pro'lematic,e c,e 2cat)ri2cono dalla pre2en!a animale nel conte2to )r'ano3 in modo da pre*enire l8in2orgere di conflitt)alit intra2pecific,e ed inter2pecific,e. %. Il Com)ne di Li*orno3 ricono2cendo c,e il mantenimento del rapporto affetti*o )omoanimale ; )n *alore 2ociale3 p)< prom)o*ere ini!iati*e affinc,= le fa2ce de'oli della popola!ione3 ed in particolare gli an!iani3 po22ano contin)are a *i*ere o com)n7)e a*ere contatti col proprio animale. (. Il Com)ne di Li*orno prom)o*e3 2o2tiene e di2ciplina le atti*it di Pet T,erap4 p)''lic,e e pri*ate3 2*olte da per2onale 7)alificato e con la colla'ora!ione di animali idonei allo 2copo3 come da 2)cce22i*o art. 1/. +. Per le finalit 2opra indicate3 il Com)ne di Li*orno colla'ora con le A22ocia!ioni per la prote!ione degli animali i2critte nei P)''lici Al'i pre2enti nel territorio3 2ia nell8organi!!a!ione di ini!iati*e di 2en2i'ili!!a!ione c,e nelle a!ioni di contra2to al maltrattamento. Art. 3 - Competenze del Sindaco 1. Il "indaco3 2)lla 'a2e di 7)anto di2po2to dagli artt. /23 e /2+ del C.C.3 e2ercita la t)tela delle 2pecie animali pre2enti allo 2tato li'ero nel territorio com)nale.

2. Al "indaco3 in 'a2e al #.P.R. 31>13>-03 2petta la *igilan!a 2)ll8o22er*an!a delle Leggi e delle norme relati*e alla prote!ione degli animali. Per l8att)a!ione delle di2po2i!ioni e la reali!!a!ione dei programmi pre*i2ti nel pre2ente Regolamento3 il "indaco potr adottare 2pecifici pro**edimenti applicati*i ed organi!!ati*i3 anc,e a**alendo2i della colla'ora!ione di ? a@ altre 2tr)tt)re com)nali A '@ la Con2)lta Affari AnimaliA c@ per2onale e2terno con compro*ate competen!e 2pecific,e. 3. Per lo 2*olgimento delle atti*it di controllo il "indaco opera tramite la Poli!ia .)nicipale3 le altre 6or!e dell8Ordine ed altri organi2mi e*ent)almente delegati allo 2copo.

TITOLO II - DISPOSIZIONI GENERALI


Art. 4 Ambito di applicazione 1. Il pre2ente regolamento 2i applica agli animali c,e *i*ono 2)l territorio com)nale nell9am'ito di )n rapporto di intera!ione e con*i*en!a con l9)omo3 per come definito dalla normati*a *igente. La defini!ione generica di animale3 7)ando non e2attamente 2pecificata3 di c)i al pre2ente regolamento3 2i applica a t)tte le tipologie e ra!!e di animali d8affe!ione di c)i alla legge 2/1>01 ed a t)tte le 2pecie di *erte'rati ed in*erte'rati3 ten)ti in 7)al2ia2i modo ed a 7)al2ia2i titolo3 anc,e in 2tato di li'ert o 2emi li'ert . 2. "ono e2cl)2i dall9am'ito di applica!ione del regolamento3 oltrec,= i feti e gli em'rioni animali3 gli animali impiegati in atti*it gi oggetto di 2pecifica di2ciplina3 per gli a2petti e2pre22amente con2iderati3 7)ali alle*amento !ootecnico3 caccia3 pe2ca3 2perimenta!ione3 deratti!!a!ione3 di2infe2ta!ione3 giardini !oologici3 'ioparc,i e centri di rec)pero nonc,= gli animali c,e *i*ono allo 2tato li'ero e non interagi2cono con l9)omo p)rc,= non 2i in2ta)ri )n rapporto di con*i*en!a ed intera!ione tra di e22i e l9)omo. Art. - !"tela degli animali #i$ieti

1. E9 *ietato mettere in atto 7)al2ia2i maltrattamento o comportamento le2i*o nei confronti degli animali e c,e contra2ti con le *igenti di2po2i!ioni. 2. E9 *ietato tenere animali in i2olamento3 pri*i dell8ac7)a o del ci'o nece22ario e>o in condi!ioni di impo22i'ile controllo 7)otidiano del loro 2tato di 2al)te3 in l)og,i )midi o in2al)'ri3 2pro**i2ti di idoneo riparo o in 2pa!i in2)fficienti ri2petto alle fi2iologic,e nece22it di mo*imento. E8 altre2B *ietato impedire il normale 2*il)ppo delle caratteri2tic,e etologic,e e comportamentali 2pecie-2pecific,e3 p)r nella 2al*ag)ardia delle e2igen!e di con*i*en!a non conflitt)ale intra2pecifica ed inter2pecifica. 3. E9 *ietato 2eparare i c)ccioli di cani e gatti dalla madre prima dei 0 1 giorni di *ita pe r i c an i e +1 gi or n i di *i t a pe r i g at t i 2e non per gra*i moti*a!ioni certificate da )n medico *eterinario. I c)ccioli di cane non po22ono e22ere *end)ti o ced)ti 2e non identificati con l8in2erimento del microc,ip. %. E8 *ietato tenere i cani legati o alla catena 2e non 2econdo le di2po2i!ioni dettate all8art.-3 comma %3 del pre2ente Regolamento e 2al*o ca2i di a22ol)ta nece22it dettati da pericolo per l8incol)mit dell8animale 2te22o3 di altri animali o di per2one3 o laddo*e ci 2iano limita!ioni )r'ani2tic,e o igienic,e. (. E8 *ietato tra2portare animali in condi!ioni e con me!!i tali da proc)rare loro 2offeren!a o danni fi2ici anc,e 2olo temporanei.

+. E8*ietato cond)rre animali al g)in!aglio nelle 2trade con *eicoli in mo*imentoA ci< ; con2entito limitatamente alle 'iciclette e nelle aree *erdi3 a condi!ione di non 2ottoporre l8animale ad affaticamento o 2for!o3 )tili!!ando la pettorina al po2to del collare. E8 com)n7)e *ietato l8)tili!!o del collare a 2tro!!o. -. E9 *ietato )tili!!are animali *i*i per alimentare altri animali3 tranne c,e ci< 2ia a22ol)tamente indi2pen2a'ile per il mantenimento delle condi!ioni di 'ene22ere ed il ri2petto degli 2c,emi comportamentali e n)tri!ionali degli animali 2te22i. Tale nece22it ; atte2tata dal medico *eterinario di fid)cia. /. C fatto a22ol)to di*ieto di alle*amento3 commercio e>o deten!ione di t)tte le 2pecie animali3 per fini di 2perimenta!ione e *i*i2e!ione. 0. E8 *ietato alle*are3 catt)rare3 )ccidere animali per ottenere pelli3 pellicce o pi)me 11. E8 *ietato detenere o alle*are anatre ed oc,e tramite alimenta!ione for!ata. 11. E8 *ietato detenere animali in ga''ie con la pa*imenta!ione in rete. 12. E9 *ietata la *endita3 la deten!ione e l9)2o di 2tr)menti ed oggetti c,e pro*oc,ino 2co22e elettric,e3 di collari a p)nte e di collari c,e po22ono e22ere doloro2i e>o irritanti per co2tringere l9animale all9o''edien!a o per impedire la nat)rale e2pre22ione *ocale o c,e ca)2ino anc,e il minimo danno p2ico-fi2ico all8animale. 13. E8 *ietato per i cani l8)2o di m)2er)ole 2tringi-'occa3 2al*o 2peciali derog,e certificate dal medico *eterinario c,e ne atte2tino la nece22it . 1%. C *ietato di tagliare o modificare code ed orecc,ie di animali dome2tici3 l8a2porta!ione di 2peroni o artigli3 l8a2porta!ione o la limat)ra dei denti3 tagliare la prima falange del dito dei gatti o**ero praticare la oni2ectomia ed operare la de*ocali!!a!ione. 1(. E8 *ietata3 2) t)tto il territorio com)nale3 la colora!ione degli animali per 7)al2ia2i 2copoA ; altre2B *ietato detenere3 e2porre o *endere animali colorati artificialmente. 1+. E8 fatto di*ieto 2)l territorio com)nale di mole2tare3 catt)rare3 detenere e commerciare le 2pecie appartenenti alla fa)na 2el*atica3 fatto 2al*o 7)anto 2ta'ilito dalle leggi *igenti c,e di2ciplinano l8e2erci!io della caccia3 della pe2ca e delle normati*e 2anitarie. 1-. E9 *ietato l9)2o e la deten!ione di colle per catt)rare mammiferi3 rettili3 anfi'i ed )ccelli. 1/. E8 *ietato alle*are3 detenere ed adde2trare cani o altri animali a 2copo di 2comme22a e>o di com'attimenti od offe2a alle per2one o ad altri animali. 10. E8 *ietato effett)are accoppiamenti o )tili!!are metodi di i2tr)!ione ed adde2tramento te2i ad e2altare la nat)rale aggre22i*it dei cani e com)n7)e degli animali in genere. 21. E8 *ietato ai!!are i cani e>o altri animali in modo da mettere in pericolo l8incol)mit di per2one3 di altri animali o pro*ocare il danneggiamento di co2e. Art. % - !"tela degli animali - Obblig&i e facolt 1. E9 fatto o''ligo ai detentori di animali e2otici e 2el*atici3 deten)ti in catti*it 3 di riprod)rre3 per 7)anto po22i'ile3 le condi!ioni climatic,e3 fi2ic,e ed am'ientali dei l)og,i o*e 7)e2te 2pecie 2i tro*ino in nat)ra3 ottimali per e*itare 2tre22 p2ico-fi2ico e di non cond)rli in l)og,i p)''lici e>o aperti al p)''lico. 2. E8 perme22a la li'era!ione3 in am'ienti adatti3 di animali appartenenti alle 2pecie di fa)na a)toctona pro*enienti da Centri di Rec)pero o I2tit)ti 2cientifici a)tori!!ati ai 2en2i della normati*a *igente. 3. I *ari 2oggetti p)''lici e>o pri*ati c,e intendono e2eg)ire opere edili e>o di re2ta)ro con2er*ati*o3 di carattere p)''lico e>o pri*ato3 i c)i inter*enti 2iano ricadenti in !one ed aree intere22ate dalla pre2en!a anc,e temporanea di animali dome2tici3 de*ono pre*edere3 in fa2e di progetta!ione3 )n9idonea colloca!ione temporanea e>o permanente per gli animali dome2tici e forme di t)tela diretta per gli animali 2el*atici e*ent)almente pre2enti. A tal fine i 2oggetti 2opra de2critti do*ranno ac7)i2ire pre*enti*amente3 l8a22en2o del competente :fficio T)tela Animali del Com)ne di Li*orno3 c,e potr far modificare le indica!ioni e colla'orer con le A22ocia!ioni di *olontariato3 pre2enti 2)l territorio3 per l9indi*id)a!ione

del 2ito in c)i collocare gli animali e per le e*ent)ali atti*it conne22e. Tale colloca!ione3 di norma3 de*e e22ere )'icata in )na !ona adiacente al cantiere e do*r e22ere in grado di o2pitare t)tti gli animali appartenenti alle colonie intere22ate dagli inter*entiA do*r altre2B e22ere con2entita al referente della colonia la po22i'ilit di contin)are ad alimentare tali animali. %. Ai fini dello 2*il)ppo di )na maggiore e migliore cono2cen!a e del ri2petto delle e2igen!e 'iologic,e3 la pre2en!a anc,e temporanea di animali in aree p)''lic,e come giardini3 *ille 2toric,e e parc,i de*e e22ere 2egnalata dal Com)ne di Li*orno con appo2ita cartelloni2tica indicando 2pecie3 caratteri2tic,e etologic,e3 comportamenti )mani da fa*orire e da e*itare ed e*ent)ali di*ieti normati*i in *igore. (. C,i)n7)e detiene ed )tili!!a animali de*e acc)dirli ed alimentarli 2econdo la 2pecie3 la ra!!a alla 7)ale appartengono e le loro condi!ioni di 2al)te. In particolar modo3 gli animali do*ranno a*ere 2empre a di2po2i!ione ac7)a da 'ere. Art. ' - (odalit di detenzione 1. E9 *ietato detenere animali in n)mero o in condi!ioni tali da recare pregi)di!io al loro 'ene22ere. 2. In particolare3 ; *ietato detenere animali in am'ienti 2eparati dai locali di a'ita!ione3 7)ali 2offitte3 cantine3 rime22e3 garage3 'oD3 ca2otti3 terra!!i e 'alconi in c)i *iene accertata anc,e 2olo )na delle 2eg)enti condi!ioni? a@ ill)mina!ione nat)rale a22ente o in2)fficienteA '@ *entila!ione a22ente o in2)fficienteA c@ temperat)ra e>o )midit relati*a dell9aria oltre i limiti riten)ti danno2i per gli animaliA d@ 2pa!io a di2po2i!ione dell9animale tale da non con2entire )na adeg)ata atti*it motoria. 3. E9 *ietato tenere animali da compagnia o 2el*atici permanentemente legati o alla catena. %. La deten!ione dei cani alla catena ; con2entita in *ia ecce!ionale alternati*amente o per le ore di)rne o per 7)elle nott)rne e com)n7)e per )n periodo di tempo non 2)periore ad 2ei ore nell8arco della giornata3 a condi!ione c,e la catena3 di pe2o non 2)periore al 11E di 7)ello del cane3 2ia di almeno 2ei metri e 2corra 2) )n ca*o aereo di almeno tre metri fi22ato ad alte!!a non 2)periore ai d)e metri. La catena de*e e22ere m)nita di d)e mo2c,ettoni rotanti alle e2tremit . F)alora3 a ca)2a della condi!ione dei l)og,i3 ci< non 2ia po22i'ile3 ; con2entito detenere cani con catena fi22a di almeno 7)attro metri3 c,e 2ia ancorata ad alte!!a da terra inferiore al metro. (. In ogni ca2o i cani de*ono poter2i m)o*ere age*olmente e poter raggi)ngere il recipiente dell9ac7)a ed il loro riparo3 c,e de*e a*ere le caratteri2tic,e de2critte ai commi precedenti3 nonc,=3 2e ten)ti a catena nelle ore di)rne3 )na !ona d9om'ra e2terna3 al riparo3 nel periodo dal 1 gi)gno al 31 2ettem're di ogni anno. +. E9 *ietato altre2B l9)2o delle cing,ie 2ottopancia con p)nte. -. E9 *ietato tenere cani e gatti in ga''ie 2e non d)rante il tra2porto o per moti*i 2anitari 2) di2po2i!ione 2critta del medico *eterinario o in occa2ione di mo2tre ed e2po2i!ioni o3 per 're*i periodi3 in atte2a di trattamenti igienici pre22o impianti di toelettat)ra a)tori!!ati. /. La deten!ione di animali dome2tici nelle a'ita!ioni do*r e22ere effett)ata con modalit tali da non determinare incon*enienti igienici3 n= recare danno3 t)r'ati*e e>o mole2tie alle per2one. E8 *ietata la deten!ione di cani3 gatti ed altri animali entro le a'ita!ioni o altri locali 7)ando3 per l8ang)2tia di 7)e2ti o per il n)mero degli animali3 po22a *enirne pregi)di!io alla 2al)te o alla tran7)illit degli a'itanti e degli animali 2te22i. 0. Le 2pecific,e tecnic,e relati*e alle modalit di c)2todia degli animali di affe!ione 2ono indicate nell8allegato n. 1 del pre2ente regolamento. La nece22it di e*ent)ali derog,e a tali re7)i2iti ; atte2tata da )n medico *eterinario.

Art. ) - Abbandono di animali 1. E9 *ietato a''andonare 7)al2ia2i tipo d8animale3 2ia dome2tico c,e 2el*atico3 2ia appartenente alla fa)na a)toctona o e2otica. Art. * - A$$elenamento di animali 1. 6atte 2al*e e*ent)ali re2pon2a'ilit penali3 ; *ietato detenere3 2pargere3 depo2itare3 li'erar2i e>o di2far2i in 7)al2ia2i modo3 di e2c,e a**elenate o altro materiale contenente *eleni o altre 2o2tan!e c,e 2iano to22ic,e o irritanti3 in l)og,i ai 7)ali po22ano accedere animali3 e2cl)2e le opera!ioni di deratti!!a!ione o di2infe!ione3 c,e de*ono e22ere e2eg)ite in ri2petto della normati*a *igente. C,i)n7)e *enga a cono2cen!a di a**elenamenti o 2pargimento di 2o2tan!e *eleno2e lo 2egnala3 oltre c,e ai 2oggetti pre*i2ti dalla Legge3 all8Ammini2tra!ione Com)nale indicando3 o*e po22i'ile3 2pecie e n)mero degli animali3 la 2intomatologia a carico degli animali a**elenati3 le 2o2tan!e di c)i 2i 2o2petta l9)tili!!o nonc,= i l)og,i in c)i gli a**elenamenti 2i 2ono *erificati. 2. Il Com)ne di Li*orno3 7)ando ; di propria competen!a3 determiner propo2te di tempi e modalit di 2o2pen2ione delle atti*it 2*olte nell9area intere22ata e 2olleciter la 'onifica del terreno e>o del l)ogo intere22ato dall9a**elenamento3 c,e do*r e22ere 2egnalato con appo2ita cartelloni2tica per il periodo riten)to nece22ario. Art. 1+ - #i$ieto di ,oppre,,ione immoti$ata degli animali 1. Gli animali da compagnia e gli animali )tili!!ati in atti*it 2porti*e e ricreati*e non po22ono e22ere 2oppre22i 2e non perc,= gra*emente malati e inc)ra'ili3 pre*io parere del medico *eterinario3 o di compro*ata pericolo2it 3 a meno c,e la 2oppre22ione non *enga impo2ta in ottemperan!a a 7)anto pre2critto dalle Leggi *igenti o dalle 2te22e con2entita per )2i alimentari. 2. Per 7)anto rig)arda gli animali gra*emente malati3 inc)ra'ili o di compro*ata pericolo2it 3 la 2oppre22ione 2ar in ogni ca2o effett)ata da medici *eterinari c,e de*ono rila2ciare3 al proprietario>detentore dell9animale o al ge2tore del canile o della 2tr)tt)ra3 )n certificato dal 7)ale ri2)lti la ca)2a della 2oppre22ione. La 2oppre22ione ; effett)ata in modo e)tana2ico. Art. 11 - Smarrimento di animali 1. In ca2o di 2marrimento di )n animale3 il proprietario o detentore a 7)al2ia2i titolo3 do*r fare den)ncia dell8accad)to3 entro il ter!o giorno dall8e*ento3 all8A!ienda :"L territorialmente competente. Art. 12 - Soccor,o di animali randagi- abbandonati e $aganti 1. C,i)n7)e rin*enga animali randagi3 a''andonati o *aganti in difficolt ; ten)to a com)nicare 2en!a ritardo il loro rin*enimento all8Ammini2tra!ione Com)nale o agli altri 2oggetti p)''lici a'ilitati al 2occor2o degli animali. Il Com)ne di Li*orno p ) < 2tan!iare3 )na cifra de2tinata a far fronte alle 2pe2e per inter*enti in 2occor2o degli animali rin*en)ti in 2it)a!ioni 2iffatte3 2e del ca2o a**alendo2i di appo2ite Con*en!ioni con A22ocia!ioni ed organi2mi prepo2ti alla c)ra e t)tela degli animali.

Art. 13 - Cond"zione e tra,porto di animali 1. E9 *ietato tra2portare o cond)rre al g)in!aglio animali in condi!ioni e con me!!i tali da proc)rare loro 2offeren!e3 ferite o danni fi2ici anc,e temporanei. 2. Per il tra2porto degli animali d8affe!ione 2)i *eicoli3 fatto 2al*o 7)anto pre*i2to dal Reg. 1>211(>CEE3 2i applicano le 2pecific,e norme pre*i2te dall9art. 1+03 comma +3 del N)o*o Codice della "trada3 appro*ato con #.Lg2. 31 aprile 1002 nG 2/( e 2)cce22i*i aggiornamenti. 3. Per e2eg)ire il tra2porto de*ono e22ere )tili!!ati contenitori c,e con2entano la 2ta!ione eretta e la po22i'ilit di 2draiar2i e rigirar2i. Le ga''ie3 i ce2ti o i ca22oni contenenti animali de*ono e22ere manipolati con c)ra. E9 *ietato la2ciarli cadere o ro*e2ciarli. %. Il tra2portatore ; in ogni ca2o ten)to all8interr)!ione del *iaggio ogni7)al*olta l8animale tra2portato pre2enti 2egni di 2tre22 per a22ic)rarne il ripo2o3 l8alimenta!ione e la 2gam'at)ra. (. C *ietato3 com)n7)e3 il tra2portare animali nei *ani porta'agagli c,i)2i degli a)to*eicoli3 per 7)al2ia2i periodo di tempo. +. E9 con2entito la2ciare animali nell9a'itacolo dell9a)to*eicolo 2olo per )n periodo ma22imo di 1 ora3 a condi!ione c,e oltre all9apert)ra dei fine2trini 2ia garantita la circola!ione dell9aria all9interno dell8a)to*eicolo3 nel 7)ale de*e 2)22i2tere il microclima adeg)ato. #)rante il periodo e2ti*o tale po22i'ilit ; limitata 2olo 2e l8a)to*eicolo rimane all9om'ra per la d)rata di 31 min)ti. Art. 14 - Commercio al dettaglio di animali 1. L9e2erci!io del commercio al dettaglio di animali 2) aree pri*ate in 2ede fi22a ; 2oggetto al ri2petto di 7)anto 2ta'ilito dal pre2ente Regolamento Com)nale fatte 2al*e le normati*e regionali e na!ionali. In ogni ca2o non ; con2entita la *endita di cani al di 2otto dei tre me2i di et e di gatti al di 2otto dei d)e me2i di et . 2. L8e2ercente ,a l8o''ligo di tenere in e2po2i!ione gli animali per non piH di cin7)e ore giornaliere. 3. La deten!ione di animali in f)n!ione della loro *endita de*e a**enire nel ri2petto dei fondamentali parametri microclimatici in grado di a22ic)rare il loro 'ene22ere. In particolare3 de*ono e22ere garantite condi!ioni conforte*oli per 7)anto rig)arda *entila!ione3 temperat)ra3 )midit 3 ill)mina!ione e r)moro2it am'ientale. Lo 2pa!io a di2po2i!ione degli animali accolti in ga''ie3 'oD o in altri contenitori ; 7)ello de2critto nell8allegato n.1 al pre2ente regolamento. T)tti gli animali de*ono di2porre con contin)it di ac7)a pota'ile rinno*ata 7)otidianamente e di adeg)ate 7)antit di ci'o adatto alle 2pecific,e e2igen!e. Le mangiatoie3 gli a''e*eratoi e gli altri attre!!i )tili!!ati per l9alimenta!ione degli animali de*ono e22ere regolarmente rip)liti e le deie!ioni tempe2ti*amente rimo22e. Gli animali de*ono e22ere acc)diti e manipolati da per2one in po22e22o delle cogni!ioni fondamentali per l9e2erci!io delle atti*it di c)i al pre2ente articolo. %. Le atti*it commerciali3 anc,e a carattere occa2ionale3 inerenti la *endita e>o l9e2po2i!ione di animali3 2*olte )tili!!ando po2teggi dati in conce22ione3 ,anno l9o''ligo di tenere gli 2te22i in e2po2i!ione per non piH di dodici ore e con le modalit pre*i2te dall8allegato 1 del pre2ente regolamento in rela!ione alla 2pecie ed alle condi!ioni am'ientali. Non 2ono con2entite le atti*it commerciali 2) area p)''lica in forma itineranti3 inerenti la *endita diretta o indiretta di animali. (. Entro 01 giorni dall8ini!io dell8atti*it coloro c,e 2*olgono atti*it di commercio al dettaglio di animali do*ranno pre2entare al "er*i!io 5eterinaria dell8A!ienda :"L competente territorialmente3 tramite lo "portello :nico Atti*it Prod)tti*e del Com)ne I".:.A.P.@3 la 2eg)ente doc)menta!ione? - planimetria

- rela!ione tecnica3 in forma di a)tocertifica!ione I2econdo lo 2c,ema di .odello A3 allegato al pre2ente Regolamento@3 rig)ardante le modalit di deten!ione degli animali 2econdo 7)anto de2critto nell8allegato 1 del pre2ente atto3 degli 2pa!i a loro de2tinati3 della loro c)2todia e tra2porto3 nonc,= dei re7)i2iti nece22ari atte2tanti il po22e22o delle cogni!ioni fondamentali per la c)ra e la manipola!ione degli animali 2te22i ac7)i2iti con 2pecifico cor2o formati*o. +. Entro 121 giorni dall8entrata in *igore del pre2ente regolamento3 le atti*it gi a**iate do*ranno aggiornare la doc)menta!ione a 2)o tempo pre2entata mettendola in linea con le 2opra citate pre*i2ioni. -. Ai fini della pre*en!ione del randagi2mo gli e2ercenti3 anc,e a carattere occa2ionale3 oltre a com)nicare il pa22aggio di propriet 3 de*ono tenere )n regi2tro di carico e 2carico per cani3 gatti e f)retti I2econdo lo 2c,ema di .odello J3 allegato al pre2ente Regolamento@. Per gli altri animali 2i de*e mantenere la doc)menta!ione d8ac7)i2to. Il regi2tro do*r contenere l9elenco degli animali deten)ti e per ogn)no do*r e22ere indicata la ra!!a3 il 2e22o3 la data di na2cita3 la pro*enien!a e le generalit della per2ona a c)i *iene ced)to o re2tit)ito nonc,= )na dic,iara!ione 2)lla 2orte degli animali in*end)ti. I regi2tri do*ranno e22ere con2egnati dagli e2ercenti all8A!ienda :"L competente territorialmente con caden!a ann)ale3 corredati dalla doc)menta!ione d8ac7)i2to. I regi2tri do*ranno e22ere pre*enti*amente *idimati dall8:nit 6)n!ionale di "anit P)''lica 5eterinaria. /. Per altri animali3 compre2i 7)elli appartenenti alla fa)na e2otica3 ; amme22a )na forma di certifica!ione comple22i*a per l8intera partita d8ac7)i2to. 0. E9 *ietato e2porre animali all9e2terno dei nego!i o nelle *etrine3 fatta ecce!ione per gli animali ac7)atici. 11. E8 *ietato e2porre animali ammalati o de'ilitati. Per le femmine gra*ide e>o con c)ccioli3 do*ranno e22ere predi2po2ti adeg)ati 2pa!i in l)ogo tran7)illo e non aperto al p)''lico. Art. 1 - !oelettat"ra animali 1. L8e2erci!io di atti*it di toelettat)ra ; 2oggetto a *igilan!a *eterinaria e al ri2petto della normati*a 2ta'ilita dal pre2ente regolamento3 oltre c,e di 7)ella regionale e na!ionale. L8e*ent)ale atti*it di *endita al dettaglio in 2ede fi22a3 2*olta negli 2te22i locali3 di articoli per animaliK ; 2oggetta al ri2petto della normati*a 2)l commercio. Entro 01 giorni dall8ini!io dell8atti*it 3 coloro c,e 2*olgono atti*it di toelettat)ra do*ranno pre2entare al "er*i!io 5eterinaria dell8A!ienda :"L competente territorialmente3 tramite lo "portello :nico Atti*it Prod)tti*e del Com)ne I".:.A.P.@3 )na rela!ione tecnica in forma di a)tocertifica!ione I2econdo lo 2c,ema di .odello C3 allegato al pre2ente Regolamento. 2. I locali de*ono? L e22ere correttamente aerati ed ill)minatiA L e22ere igienicamente idonei allo 2copoA L di2porre di pareti la*a'ili e di2infetta'iliA L di2porre di adeg)ata dota!ione idrica e relati*i 2caric,i fognariA 3. Nei locali di toelettat)ra gli animali de*ono 2o2tare per il 2olo tempo nece22ario alle opera!ioni con e2pre22o di*ieto di 2o2ta al di f)ori dell8orario di apert)ra dell8e2erci!io. %. E8 *ietato l8e2erci!io di atti*it di toelettat)ra3 anc,e a carattere pri*ato3 in aree p)''lic,e o pri*ate ma aperte a p)''lico tran2ito. Art. 1% - .mpianti per animali da compagnia 1. L9atti*a!ione degli impianti ge2titi da pri*ati per l9alle*amento3 l9adde2tramento o la c)2todia di cani3 gatti o altri animali da compagnia ; 2oggetta al ri2petto di 7)anto 2ta'ilito dal pre2ente regolamento com)nale fatte 2al*e le normati*e3 generali e 2pecific,e3

2. 3. %.

a carattere na!ionale e regionale. Nel ca2o in c)i in 2)ddetti impianti 2i 2*olga atti*it di *endita3 *algono le pre2cri!ioni de2critte nel precedente articolo 1%. I titolari di tali atti*it o22er*ano i re7)i2iti dimen2ionali de2critti nell8allegato 1 del pre2ente atto. I canili pri*ati e le pen2ioni per animali de*ono dotar2i di )n regi2tro di carico e 2carico aggiornato co2tantemente. #e*ono inoltre a22ic)rare l8a22i2ten!a di )n medico *eterinario in 7)alit di referente. Il canile3 2ia p)''lico c,e pri*ato3 de*e e22ere accreditato dall9a!ienda :"L3 2)lla 'a2e dei re7)i2iti 2ta'iliti dalla normati*a regionale e 2econdo le proced)re pre*i2te dal relati*o regolamento att)ati*o. Art. 1' - Adde,tramento di animali

1. L8atti*it di adde2tramento di animali ; 2ottopo2ta a *igilan!a *eterinaria permanente. 2. E9 *ietato adde2trare animali ricorrendo a *iolen!e3 perco22e3 co2tri!ione fi2ica3 in am'ienti inadatti3 ang)2ti e po*eri di 2timoli3 c,e impedi2cano all9animale di manife2tare i comportamenti tipici della 2pecie3 nonc,= pri*a!ioni del ci'o e dell9ac7)a. 3. E8 *ietata ogni forma di adde2tramento te2o ad e2altare l8aggre22i*it . %. E8 *ietato inoltre ricorrere all8adde2tramento di animali appartenenti a 2pecie 2el*atic,e tranne c,e nel ca2o in c)i *i 2ia )n rapporto di con*i*en!a ed intera!ione tra di e22i e l9)omo. (. Gli adde2tratori di animali a 7)al)n7)e titolo3 profe22ionale o pri*ato3 de*ono dare com)nica!ione di ini!io della propria atti*it al com)ne o*e *iene praticato l9adde2tramento e all9a!ienda :"L di riferimento +. Gli adde2tratori regi2trano la loro atti*it 3 con i dati e gli elementi identificati*i riferiti a cia2c)n animale o gr)ppo di animali 2oggetti all9adde2tramento. Il regi2tro3 *idimato dall9a!ienda :"L e con2er*ato pre22o la 2ede operati*a per ( anni3 de*e contenere i 2eg)enti elementi? M e2tremi della identifica!ione )fficiale per l9i2cri!ione all9anagrafe caninaA M generalit del cond)ttoreA M finalit dell9adde2tramentoA M modalit e d)rata dell9adde2tramento. Art. 1) - Pet !&erap/ 1. Il Com)ne di Li*orno prom)o*e 2)l 2)o territorio le atti*it di c)ra3 ria'ilita!ione ed a22i2ten!a con l9impiego di animali. 2. A cond)rre le atti*it do*ranno e22ere per2one c,e dimo2trino di po22edere competen!e tecnic,e de'itamente doc)mentate confacente allo 2copo. 3. La c)ra e la 2al)te degli )mani in 7)e2te atti*it non potr e22ere con2eg)ita a danno della 2al)te e dell9integrit degli animali. %. Il re2pon2a'ile del progetto di atti*it o di terapia a22i2tita da animali do*r com)nicare al "er*i!io 5eterinaria dell8A!ienda :"L competente territorialmente3 tramite lo "portello :nico Atti*it Prod)tti*e del Com)ne I".:.A.P.@3 l8ini!io del progetto I)tili!!ando lo 2c,ema di .odello #3 allegato al pre2ente Regolamento@. L8a!ienda 2anitaria effett)a il controllo 2)gli elementi del progetto. (. Ai fini della corretta att)a!ione dei programmi di atti*it a22i2tite dagli animali IA.A.A.@ e di terapie a22i2tite dagli animali IT.A.A.@ ; *ietata l9)tili!!a!ione di animali 2el*atici e c)ccioli di et inferiore a + me2i. +. L8idoneit degli animali impiegati in programmi di A.A.A. e di T.A.A. ; atte2tata da 2pecifica certifica!ione di )n medico *eterinario3 di fid)cia del re2pon2a'ile del progetto3 e2perto in comportamento animale .

Art. 1* - Animali di propriet nelle ca,e di ripo,o o ,tr"tt"re di rico$ero

1. In aggi)nta ai ca2i in c)i *engono 2*olti progetti di pet therapy3 il Com)ne di Li*orno incoraggia il mantenimento del contatto3 da parte degli o2piti di 2tr)tt)re re2iden!iali o rico*erati pre22o i2tit)ti di c)ra3 con i propri animali da compagnia. A tal fine accon2ente3 2al*o di*er2a pre2cri!ione dell8A!ienda :"L e del #irettore della 2tr)tt)ra o dell8i2tit)to3 all8ingre22o degli animali accompagnati dal re2pon2a'ile degli 2te22i negli orari di *i2ita pre*i2ti per gli o2piti. 2. P)< inoltre e22ere perme22a la deten!ione di animali in appo2iti locali o 2tr)tt)re de2tinati ad o2pitare gli 2te22i3 pre*io n)lla o2ta delle #ire!ioni "anitarie delle 2tr)tt)re3 dei "er*i!i di Igiene e "anit P)''lica e del "er*i!io 5eterinario dell9A!ienda :"L. Art. 2+ - Animali in premio- in omaggio o in e,ibizione 1. E9 *ietato offrire animali in premio o in omaggio a 7)al2ia2i titolo nell9am'ito di atti*it commerciali3 di gioc,i e di 2pettacoli. 2. Nei confronti dei 2oggetti c,e contra**engono alla 2)ddetta di2po2i!ione3 *iene di2po2ta la c,i)2)ra o la 2o2pen2ione dell9 atti*it per l9intera giornata3 oltre all9applica!ione della 2an!ione ammini2trati*a di c)i all8art. %2 del pre2ente Regolamento. 3. La norma di c)i al comma 1 non 2i applica alle A22ocia!ioni animali2te ed am'ientali2te nell9am'ito delle ini!iati*e a 2copo di ado!ione in ini!iati*e pre*enti*amente com)nicate all9:fficio competente per la t)tela degli animali. %. Per la pratica dell9accattonaggio ; altre2B *ietato )tili!!are animali con r)oli atti*i. (. Ai detentori degli animali rin*en)ti nelle 2)ddette circo2tan!e 2aranno applicate le 2an!ioni ammini2trati*e pre*i2te dall8art.%2 del pre2ente Regolamento. Art. 21 - (o,tre e intrattenimenti con "tilizzo di animali 1. Nel ri2petto della normati*a na!ionale e regionale3 2ono con2entite forme di 2pettacolo o intrattenimento con l8)tili!!o di animali a condi!ione c,e 2iano ri2pettate le di2po2i!ioni per la deten!ione e l9)tili!!o degli 2te22i3 gi indicate nei precedenti articoli del pre2ente regolamento. "ono fatte 2al*e le manife2ta!ioni 2toric,e e c)lt)rali regi2trate3 le manife2ta!ioni agricolo-!ootecnic,e. c,e 2ono 2oggette ad a)tori!!a!ione del Com)ne 2) parere dell8a!ienda :"L. 2. "ono altre2B con2entite mo2tre3 fiere ed e2po2i!ioni di animali pre*ia i2tan!a al Com)ne da pre2entar2i almeno 31 giorni prima dell8e*ento3 corredata della de2cri!ione della manife2ta!ione3 della d)rata3 del tipo di animale e2po2to e degli 2pa!i e dei l)og,i adi'iti al rico*ero. L8i2tan!a ; 2oggetta ad a)tori!!a!ione dell8Ammini2tra!ione com)nale 2) parere po2iti*o dell8A!ienda :"L. Non ; in ogni ca2o con2entita l8e2po2i!ione di cani e gatti con meno di % me2i di *ita. 3. E9 *ietato l9impiego di animali di 7)al2ia2i 2pecie come ric,iamo del p)''lico per e2erci!i commerciali3 mo2tre e circ,i. %. Nei confronti dei 2oggetti c,e contra**engono alle di2po2i!ioni di c)i ai commi precedenti del pre2ente articolo3 nel ca2o 2i tratti di forme di 2pettacolo o di intrattenimento p)''lico3 *iene di2po2ta la 2o2pen2ione immediata e definiti*a dell8atti*it 3 oltre all9applica!ione della 2an!ione ammini2trati*a di c)i all8art. %2 del pre2ente Regolamento. AR!. 22 Atti$it Circen,i e mo,tre zoologic&e itineranti 1 E8 fatto a22ol)to di*ieto 2)l territorio com)nale di )tili!!are ed e2porre animali appartenenti a 2pecie 2el*atic,e ed e2otic,e in atti*it di 2pettacolo ed intrattenimento p)''lico. 2 6ermo re2tando 7)anto 2ta'ilito dall9art.13 e recependo le raccomanda!ioni della Commi22ione "cientifica CITE" in merito alla deten!ione di 2pecie3 ; con2entito l9attendamento e2cl)2i*amente

ai circ,i e alle mo2tre !oologic,e itineranti a*enti al 2eg)ito animali appartenenti alle 2pecie de2critte nell8allegato 2 del pre2ente regolamento3 nel ri2petto dei re7)i2iti 2tr)tt)rali e delle modalit di ric,ie2ta dell8a)tori!!a!ione i*i indicati. Art. 23 - #e,tinazione di cibo per animali Anc,e ai 2en2i del #. Lg2. n.1(2>211+ N Norme in materia am'ientale N3 le A22ocia!ioni animali2te regolarmente i2critte all9Al'o Regionale ed i pri*ati cittadini c,e ge2ti2cono 2tr)tt)re di rico*ero per animali d9affe!ione e colonie feline po22ono ri*olger2i alle men2e di Ammini2tra!ioni P)''lic,e ed a!iende pri*ate o e2erci!i commerciali per il prelie*o dei re2id)i e delle ecceden!e deri*anti dalla prepara!ione nelle c)cine di 7)al2ia2i tipo di ci'i 2olidi3 cotti o cr)di3 non entrati nel circ)ito di2tri')ti*o di 2ommini2tra!ione3 di generi alimentari non con2)mati3 da de2tinare all9alimenta!ione degli animali o2pitati nelle 2)ddette 2tr)tt)re ed in colonie feline. Art. 24 - Scelte alimentari 1. Nelle men2e direttamente o indirettamente ge2tite dal Com)ne di Li*orno *iene garantita3 a c,i)n7)e ne faccia e2pre22a ric,ie2ta 2critta3 la po22i'ilit di optare per )n menH *egetariano Ic,e non comprende prodotti deri*anti dall8)cci2ione di animali e c,e )tili!!a il Omi2to )o*o 'iologico 1 pa2tori!!atoK @3 opp)re *egan Ine22)n prodotto di origine animale@.
Nota 1: Nel ca2o di )tili!!o di Omi2to )o*o 'iologico pa2tori!!atoK le galline 2ono alimentate con mangime pro*eniente da agricolt)ra 'iologica e *i*ono in alle*amenti di tipo 'iologico o**ero all8aperto e con nidi a di2po2i!ione3 in o22er*an!a del Reg. CE 2102>01 e 2)cce22i*e modific,e ed integra!ioni IReg. CE /3%>211-@.

Art. 2 - A,,ociazioni animali,te e zoofile 1. Le A22ocia!ioni animali2te e !oofile i2critte negli elenc,i am'iente o 2anit del Regi2tro regionale del *olontariato3 nonc,= gli altri enti p)''lici e pri*ati il c)i 2tat)to pre*eda precip)i compiti di prote!ione animale3 colla'orano col Com)ne per 2*il)ppare il 'ene22ere delle popola!ioni degli animali )r'ani!!ati ed i rapporti tra )omo ed animale. A tal fine? M po22ono ge2tire in con*en!ione 2tr)tt)re di rico*ero per animali ed e*ent)ali 2er*i!i collegati al raggi)ngimento del 'ene22ere animaleA Mcolla'orano alla *igilan!a 2)lle pro'lematic,e conne22e alle *arie 2pecie animali pre2enti 2)l territorio com)nale ed all8applica!ione del pre2ente Regolamento. 2. Il Com)ne prom)o*e lo 2*il)ppo dell8a22ocia!ioni2mo e lo 2o2tiene attra*er2o le ini!iati*e ed i programmi di c)i al pre2ente Regolamento3 e*ent)almente anc,e attra*er2o finan!iamenti di progetti mirati alla t)tela delle popola!ioni animali3 7)alora 7)e2ti 2iano redatti e ge2titi da per2one in po22e22o di compro*ate competen!e in materia3 opp)re opport)namente formate. Art. 2% - Commi,,ione com"nale Ambiente e Con,"lta Affari animali 1. Al fine di *al)tare lo 2tato di att)a!ione delle norme del pre2ente Regolamento e delle Leggi "tatali e Regionali relati*e alla prote!ione degli animali *iene con*ocata3 almeno tre *olte l9anno3 la Commi22ione Con2iliare competente 2)lle 7)e2tioni animali. 2. 5engono in*itati a partecipare alla ri)nione della Commi22ione? a@ A22e22ore delegato e Re2pon2a'ile per l9:fficio com)nale c,e 2eg)e le 7)e2tioni di t)tela degli animaliA '@ )n rappre2entante dell9:nit 6)n!ionale di "anit P)''lica 5eterinaria della A:"LA

c@ )n *eterinario de2ignato dall9Ordine dei medici *eterinariA d@ )n rappre2entante per ogni A22ocia!ione di prote!ione e di 2occor2o degli animali operante nel territorio com)nale e>o na!ionale da almeno tre anniA e@ )n rappre2entante per ogni A22ocia!ione am'ientali2ta operante 2)l territorio com)nale e>o na!ionale da almeno tre anniA f@ )n rappre2entante della Poli!ia .)nicipaleA g@ )n rappre2entante di cia2c)no dei Corpi di Poli!ia c)i all8art. %%. ,@ )n medico *eterinario comportamentali2ta ed )n ed)catore cinofilo 7)alora l8ordine del giorno pre*eda pro'lematic,e attinenti alla ge2tione del cane nel conte2to )r'ano. 3. I 2oggetti indi*id)ati al comma 23 co2tit)i2cono altre2B la Con2)lta Affari Animali c,e3 2) con*oca!ione dell9A22e22ore competente o del "indaco3 potr e22ere incaricata3 in pieno accordo con la Commi22ione Con2iliare competente3 di approfondire tematic,e relati*e alla t)tela degli animali a 2)pporto dell9operato del Com)ne. %. La Con2)lta 2i ri)ni2ce ogni + me2i e com)n7)e ogni 7)al*olta 2e ne ra**i2i la nece22it .

TITOLO III - CANI


Art. 2' - #efinizione dei bi,ogni 1. In con2idera!ione della 2pecificit della rela!ione tra gli e22eri )mani ed i cani3 a 7)e2ti )ltimi *engono ricono2ci)te preci2e nece22it c,e attengono alle atti*it 7)otidiane3 con particolare riferimento a 7)elle l)dic,e3 motorie e rela!ionali. 2. C,i detiene )n cane ; ten)to ad a22ic)rare il 2oddi2facimento di tali e2igen!e. Art. 2) C",todia- a titolo pri$ato- dei cani in recinto 1. Il cane c)2todito in 'oD o in recinto de*e a*ere a di2po2i!ione )na 2)perficie )tile non inferiore a / m7. 2. Nel ca2o di piH cani nello 2te22o 'oD o recinto *algono le mi2)re 2ta'ilite nell8allegato 1 al pre2ente regolamento. 3. Ai fini della determina!ione della 2)perficie minima non 2i tiene conto dei c)ccioli di et inferiore a 7)attro me2i. %. La 2)perficie de*e ri2)ltare 2gom'ra di oggetti c,e ne rid)cano la piena fr)i'ilit e non dar l)ogo a ri2tagni d9ac7)a. (. Nei recinti ogni cane de*e di2porre di )n recipiente con ac7)a e di )n riparo Ic)ccia3 ca2otto3 ecc.@3 c,e de*e e22ere? a@ coperto 2) almeno tre lati od in maniera tale c,e l9acce22o ri2)lti al riparo3 orientato in modo tale da e*itare il *erificar2i delle condi!ioni di c)i all9art. -3 comma (A '@ con tetto impermea'ili!!ato o 2o*ra2tato da )na tettoia a prote!ione dagli agenti atmo2fericiA c@ rial!ato dal 2)olo o con pa*imento c,e lo i2oli dall9)midit del terrenoA d@ di alte!!a 2)periore a 7)ella del cane di almeno 1( cm.A e@ di larg,e!!a tale da con2entire al cane di poter2i girare al 2)o interno. +. Lo 2pa!io recintato ed il riparo de*ono e22ere p)liti con regolarit e garantire almeno le minime condi!ioni igienic,e. -. F)alora l9)'ica!ione del recinto lo renda nece22ario3 de*e e22ere predi2po2ta )na !ona d9om'ra e2terna al riparo nel periodo dall8 1 gi)gno al 31 2ettem're di ogni anno. /. Le norme pre2critte per i recinti3 in 7)anto compati'ili3 2i applicano ad ogni altro l)ogo in c)i *engono deten)ti i cani. E9 com)n7)e *ietato c)2todire a'it)almente i cani3 per l)ng,i

periodi3 in am'ienti 2eparati dai locali di a'ita!ione o di la*oro3 7)ali 2offitte3 cantine3 rime22e3 garage23 'oD3 ca2otti3 2e non nelle ore nott)rne. Art. 2* C"cciolate 1. I proprietari o i re2pon2a'ili di cani ,anno l9o''ligo di den)nciare la na2cita di c)cciolate I)tili!!ando lo 2c,ema di .odello E3 allegato al pre2ente Regolamento@ entro 2e22anta giorni all9:nit 6)n!ionale di "anit P)''lica 5eterinaria della A:"L. Gli 2te22i 2oggetti3 inoltre3 ,anno l8o''ligo di den)nciare la morte o la ce22ione a 7)al2ia2i titolo dei c)ccioli entro trenta giorni3 anc,e 2e non i2critti alla competente anagrafe canina territoriale3 e la 2compar2a entro tre giorni. Art. 3+ - 0"lla o,ta per detenzione di cani 1. C,i intende detenere nel mede2imo l)ogo piH di cin7)e cani di et 2)periore a 2ei me2i de*e ottemperare a 7)anto pre*i2to dall8art. 1+ del pre2ente Regolamento. Art. 31 - Acce,,o dei cani nelle aree p"bblic&e 1. Ai cani accompagnati dal proprietario o da altro detentore ; con2entito l9acce22o a t)tte le aree p)''lic,e e di )2o p)''lico3 compre2i i giardini3 i parc,i e le 2piaggeA in tali l)og,i3 ; o''ligatorio l9)2o del g)in!aglio di l)ng,e!!a ma22ima di 13( mt e m)2er)ola al 2eg)ito. 2. L8ammini2tra!ione com)nale p)<3 con proprio atto3 *ietare l8acce22o in aree3 7)ali le aree gioc,i per 'am'ini3 de2tinate e attre!!ate per particolari 2copi. 3. Negli 2pa!i di 2gam'at)ra a loro ri2er*ati3 indi*id)ati mediante appo2iti cartelli e delimita!ioni3 e dotati delle opport)ne attre!!at)re3 i cani po22ono m)o*er2i3 correre e giocare li'eramente3 2en!a g)in!aglio e m)2er)ola. #e*ono com)n7)e 2otto2tare alla *igile re2pon2a'ilit degli accompagnatori3 2en!a ca)2are danni alle per2one3 ad altri animali3 alle piante o alle 2tr)tt)re pre2enti. %. C,i accompagna cani nelle !one pedonali e nelle aree *erdi3 compre2e 7)elle di li'era circola!ione dei cani3 nei giardini e nei parc,i3 de*e e22ere m)nito di me!!i idonei a rim)o*ere le deie!ioni 2olide degli 2te22i. I proprietari 2ono o''ligati a mo2trare 2) ric,ie2ta del P)''lico :fficiale gli 2tr)menti per la raccolta o rimo!ione degli e2crementi. (. C,i non rim)o*e le deie!ioni 2olide dai 2)ddetti l)og,i e dagli 2pa!i p)''lici adi'iti a pa22aggio pedonale e 2tradale3 o ri2)lti 2pro**i2to3 alla ric,ie2ta del p)''lico )fficiale3 degli 2tr)menti idonei alla rimo!ione delle 2te22e3 ; pa22i'ile di 2an!ione ammini2trati*a pec)niaria 2econdo 7)anto pre*i2to dall8art.%2 del pre2ente regolamento. Art. 32 - Acce,,o negli e,ercizi p"bblici- commerciali e nei locali ed "ffici aperti al p"bblico 1. I cani3 accompagnati dal proprietario o detentore3 ,anno acce22o a t)tti gli e2erci!i p)''lici e commerciali nonc,= ai locali ed )ffici aperti al p)''lico3 nonc,= 2)i me!!i p)''lici di tra2porto. C con2entito l8acce22o di )n 2olo cane per proprietario o detentore. Non ; amme22o l8acce22o ai cani non regolarmente i2critti all8anagrafe canina. 2. 6atta 2al*a l8applica'ilit delle norme in materia di re2pon2a'ilit ci*ile e penale3 i proprietari o detentori c,e cond)cono i cani negli e2erci!i3 locali ed )ffici di c)i al comma 13 2ono ten)ti a fare indo22are la m)2er)ola e a tenere al g)in!aglio l8animale con )na l)ng,e!!a ma22ima con2entita di )n metro e me!!o3 e*itando c,e i cani 2porc,ino e creino di2t)r'o o danno. 3. Il proprietario o il detentore3 m)nito di me!!i idonei da mo2trare 2) ric,ie2ta di )n P)''lico :fficiale3 ; com)n7)e ten)to a rim)o*ere le deie!ioni nonc,= a p)lire lo 2pa!io intere22ato dalle 2te22e 7)ando 2i tro*i all8interno di e2erci!i p)''lici e commerciali. %. Pre*ia com)nica!ione al 2indaco3 il re2pon2a'ile degli e2erci!i p)''lici e commerciali3 nonc,= dei locali e degli )ffici aperti al p)''lico p)< adottare mi2)re limitati*e all9acce22o. La limita!ione non p)< in alc)n ca2o concreti!!ar2i in )n di*ieto a22ol)to di acce22o ad ecce!ione di moti*ate

ragioni igienico-2anitarie. L8)fficio com)nale competente accerta la conformit delle limita!ioni po2te dal re2pon2a'ile dell8e2erci!io e3 nei trenta giorni 2)cce22i*i alla com)nica!ione3 adotta con pro**edimento moti*ato l8a)tori!!a!ione alle limita!ioni opp)re l8ann)llamento delle 2te22e o le e*ent)ali modific,e. II di*ieto di acce22o ai cani de*e e22ere 2egnalato all9ingre22o dell9e2erci!io con appo2ita indica!ione I2critta o di2egno@ *idimata dall8)fficio com)nale competente in materia di animali. (. I proprietari o detentori dei cani nonc,= i re2pon2a'ili degli e2erci!i p)''lici e commerciali e dei locali e degli )ffici aperti al p)''lico c,e contra**engano a 7)anto de2critto 2aranno applicate le 2an!ioni ammini2trati*e di c)i all8art.%2 del pre2ente regolamento. +. "ono com)n7)e e2cl)2i dal di*ieto di acce22o i cani a 2)pporto di per2one di2a'ili e 7)elli della Prote!ione Ci*ile 7)ando 2iano pre2enti le condi!ioni dell8inter*ento. Art. 33 - Rin"ncia alla detenzione e ce,,ione a canile rif"gio 1. Il re2pon2a'ile di )n cane i2critto alla anagrafe canina regionale ed identificato3 nel ca2o in c)i per gra*i moti*i 2ia impo22i'ilitato a tenere pre22o di 2= l9animale3 p)< far domanda al 2indaco per l9a)tori!!a!ione a con2egnare il cane ad )na 2tr)tt)ra canile rif)gio. 2. la domanda3 redatta )tili!!ando preferi'ilmente lo 2pecifico modello predi2po2to dall8Ente3 de*e contenere3 oltre ai riferimenti anagrafici dell8i2tante e del cane3 l8elenca!ione dei moti*i e la relati*a doc)menta!ione3 7)ando po22i'ile3 per i 7)ali 2i afferma l8impo22i'ilit a mantenere l8animale. In ne22)n ca2o 2ar accolta la domanda 7)ando il n)mero dei cani pre2enti nel canile com)nale o nelle 2tr)tt)re con*en!ionate con l8Ammini2tra!ione 2ia )g)ale o 2)periore al /1E dei po2ti di2poni'ili e rimane 2al*a la po22i'ilit di riproporre l8i2tan!a tra2cor2i trenta giorni dalla pre2enta!ione della precedente. 3. L8)fficio competente3 2i pron)ncia 2)lla domanda regolarmente pre2entata entro 7)indici giorni dal rice*imentoA decor2o tale periodo e in a22en!a di integra!ioni in 2ede di i2tr)ttoria c,e interrompono i termini de2critti3 la domanda 2i intende accolta. %. Le 2pe2e di rico*ero del cane nonc,= 7)elle c,e 2i rende22ero nece22arie per moti*i di profila22i o di 2al)te dell8animale 2ono a carico del proprietario. Il pro**edimento di accoglimento p)< indi*id)are forme di e2onero totale o par!iale in ragione della nat)ra dell8impedimento tenendo conto della capacit economica del ric,iedente 2econdo 7)anto certificato dall8atte2tato contenente il *alore i2ee. (. "ono ca)2e di accoglimento della domanda con e2onero totale dalla compartecipa!ione alle 2pe2e? a@ la 2opraggi)nta non a)to2)fficien!a per in*alidit totale del proprietario in a22en!a del coni)ge o dei figli o di parenti e affini core2identi e normodotati '@ la 2opraggi)nta difficolt economica atte2tata dal certificato i2e al di 2otto della 2oglia minima pari al *alore i2ee per l8anno 2113 di P -.(11. +. "ono ca)2e di accoglimento della domanda con e2onero par!iale dalla compartecipa!ione alle 2pe2e? c@ la 2opraggi)nta allergia al pelo di cane nel proprietario o nel coni)ge o nei figli o nei parenti e affini core2identi o altre 2it)a!ioni di carattere igienico 2anitario3 adeg)atamente doc)mentate3 c,e rendano nece22aria l8interr)!ione della con*i*en!a tra e22ere )mano e animale d@ la temporanea difficolt a'itati*a deri*ante da 2fratto e2ec)ti*o fino all8ac7)i2i!ione della n)o*a re2iden!a -. Per l8anno 21133 nei ca2i di c)i alle lettere c@ e d@ la partecipa!ione alle 2pe2e ; pari al 2(E 2e il ric,iedente po22iede )n *alore i2ee compre2o tra P -.(11 e P1(.1113 ed ; in*ece pari al (1E per )n *alore i2ee compre2o tra P 1(.111 e P 23.111. F)alora3 in*ece3 il ric,iedente 2ia nelle condi!ioni economic,e di c)i alla lettera '@3 2i applica l8e2onero totale. /. Nel ca2o di accoglimento della domanda con e2onero totale o par!iale per moti*i di difficolt economica3 il 'eneficiario ; ten)to alla pre2enta!ione del certificato i2e per ogni anno di

permanen!a del cane nel canile rif)gio. F)alora 2iano 2)perati i limiti i2ee *igenti per la pre2ente di2ciplina3 il proprietario 2e non intende rientrare nel po22e22o del cane3 ; ten)to al pagamento del pre!!o 2ta'ilito per il rico*ero dell8animale. 0. Con atto del #irigente competente 2i pro**ede ann)almente all8aggiornamento delle 2oglie minime in 'a2e alla ri*al)ta!ione dell8indice i2tat 6oi I6amiglie Operai ed Impiegati@ Art. 34- Ser$izio catt"ra 1. Il Com)ne pro**ede alla catt)ra di cani *aganti nel territorio atti*ando lo 2pecifico 2er*i!io 2)lla 'a2e delle 2egnala!ioni effett)ate dai cittadini o dai propri operatori all8)fficio competente o al Comando della Poli!ia .)nicipale. 2. Nel ca2o in c)i il cane *agante 2ia di propriet 2i procede3 nei confronti del re2pon2a'ile ri2)ltante dal regi2tro dell8anagrafe canina3 con la re2tit)!ione del cane e l8adde'ito delle 2pe2e 2o2ten)te. 3. F)alora il 2oggetto ten)to al rim'or2o delle 2pe2e non adempia all8in*ito 'onario di pagamento3 il Com)ne procede all8ingi)n!ione di pagamento ed all8e*ent)ale apert)ra della proced)ra per la ri2co22ione coatta. Art. 3 - Affidamento e adozione di cani - Pre$enzione del randagi,mo

1. Il Com)ne di Li*orno ricono2ce la f)n!ione 2ociale dell8affidamento>ado!ione di cani a''andonati o randagi da parte dei 2oggetti pri*ati. Gli o'ietti*i principali 2ono il t)rn-o*er dei cani pre2enti nelle 2tr)tt)re com)nali e>o con*en!ionate3 il loro adeg)ato in2erimento nelle famiglie ed il 'ene22ere p2ico-fi2ico di 7)elli c,e3 per *ari moti*i3 non potranno e22ere adottati. Per raggi)ngere tali ri2)ltati il Com)ne di Li*orno potr a**aler2i della colla'ora!ione di medici *eterinari comportamentali2ti ed A22ocia!ioni i2critte nei P)''lici Al'i. 2. Al fine di pre*enire il fenomeno del randagi2mo il Com)ne di Li*orno3 tramite )na 2erie di controlli3 2i propone di effett)are )n cen2imento della popola!ione canina pre2ente 2)l proprio territorio3 c,e potr e22ere affidato alle G)ardie $oofile. I controlli 2aranno te2i a *erificare c,e t)tti i cani a''iano tat)aggio o micro-c,ip Ie c,e 7)indi 2iano i2critti all8anagrafe canina@. 3. I tat)aggi non piH decifra'ili do*ranno e22ere 2o2tit)iti con applica!ione del micro-c,ip entro d)e me2i dal controllo o per ini!iati*a del proprietario. A tal fine3 il Com)ne di Li*orno potr a**aler2i della colla'ora!ione della Poli!ia .)nicipale3 delle G)ardie $oofile3 di medici *eterinari e di A22ocia!ioni i2critte nei P)''lici Al'i. Art. 3% - .nter$enti per la pre$enzione di comportamenti aggre,,i$i 1. 6ermo re2tando 7)anto 2ta'ilito dalla normati*a na!ionale e regionale in tema di cani mor2icatori3 il Com)ne di Li*orno3 anc,e a**alendo2i della colla'ora!ione degli Enti competenti ed in ottemperan!a alla normati*a *igente3 prom)o*e ini!iati*e e 2t)di *olti a pre*enire comportamenti aggre22i*i da parte di cani3 c,e po22ano proc)rare danno all8incol)mit p)''lica3 attra*er2o? a@ monitoraggio delle aggre22ioni a**en)te 2)l territorio com)nale3 anc,e a**alendo2i dei dati in po22e22o degli Enti prepo2tiA '@ defini!ione di )n protocollo per la *al)ta!ione3 nel ri2petto del 'ene22ere p2ico-fi2ico del cane3 del li*ello di aggre22i*it dei cani coin*oltiA c@ indi*id)a!ione di )n protocollo di ried)ca!ione comportamentale c,e coin*olga anc,e il proprietario o detentoreA

d@ defini!ione di idonei 2tr)menti Ip)''lici regi2tri3 cor2i con rila2cio di relati*o atte2tato3 etc.@ finali!!ati a re2pon2a'ili!!are i detentori di cani appartenenti a categorie poten!ialmente pericolo2e3 tenendo conto anc,e di 7)anto di2po2to dalla normati*a *igenteA e@ indi*id)a!ione di programmi ed ini!iati*e ri*olti alla popola!ione e finali!!ati a pre*enire le ca)2e c,e generano l8aggre22i*it nel cane.

TITOLO IV - GATTI ED ALTRE SPECIE ANIMALI


Art. 3' - Colonie 1eline 1. I cittadini c,e acc)di2cono i gatti c,e *i*ono in li'ert de*ono pro**edere al mantenimento igienico del l)ogo3 in particolare non gettando direttamente il ci'o 2)l 2)olo ed a2portando dopo ogni pa2to gli a*an!i del ci'o ed i contenitori dello 2te22o. 2. "i config)ra come colonia felina )n gr)ppo di gatti c,e *i*e in li'ert 3 nel 7)ale 2ono pre2enti 2oggetti ma2c,i e femmine3 legato 2ta'ilmente con il territorio e con l9)omo3 dipendente dal p)nto di *i2ta alimentare e dei rapporti 2ociali tra co2pecifici3 e c,e fre7)enta a'it)almente lo 2te22o l)ogo. La cla22ifica!ione di colonia felina ed il cen2imento della 2te22a a**engono a 2eg)ito di accertamenti e2eg)iti dal Com)ne di Li*orno3 c,e potr a**aler2i della colla'ora!ione della :.6. di "anit P)''lica 5eterinaria della A:"L3 delle A22ocia!ioni i2critte all8appo2ito Al'o e dei 2ingoli cittadini3 c,e *olontariamente 2i occ)pano della colonia e c,e ,anno otten)to il ricono2cimento come NreferentiN. Ad e22i *iene rila2ciato )n appo2ito te22erino di ricono2cimento. 3. Per la catt)ra dei gatti li'eri3 nece22aria alla c)ra ed alla 2terili!!a!ione degli 2te22i3 il Com)ne di Li*orno garanti2ce la fornit)ra di idonea 2tr)menta!ione da )tili!!are3 da parte dei referenti3 in colla'ora!ione con le A22ocia!ioni di *olontariato e>o con l8A.:.".L. competente. %. Ai referenti delle colonie feline ; perme22o l9acce22o3 al fine dell9alimenta!ione e della c)ra dei gatti3 pre22o 7)al2ia2i ,a'itat nel 7)ale i gatti tro*ano ci'o3 rif)gio e prote!ione3 ad e2cl)2ione delle !one di propriet pri*ata3 per le 7)ali l8acce22o ; 2)'ordinato al con2en2o del proprietario. (. I referenti c,e acc)di2cono le colonie portando loro il ci'o pro**ederanno alla rimo!ione dei contenitori e degli e*ent)ali a*an!i di ci'o3 contri')endo al mantenimento igienico del l)ogo. Colla'oreranno altre2B con l9A:"L per la di2loca!ione delle ga''ie di catt)ra I)tili!!ate per il tra2ferimento in am')latorio per la 2terili!!a!ione@ e per 2egnalare ogni pro'lema inerente lo 2tato di 2al)te e la cond)!ione della colonia. +. Le colonie feline po22ono e22ere 2po2tate dalla !ona a'it)almente fre7)entata ad altra !ona pre*enti*amente indi*id)ata 2olo per gra*i nece22it delle colonie 2te22e. Lo 2po2tamento ; a)tori!!ato dal 2indaco3 pre*io parere dell9a!ienda :"L competente e 2entita3 nel ca2o di c)i al comma %3 l9a22ocia!ione incaricata della t)tela e c)ra della colonia. F)alora lo 2po2tamento 2ia do*)to ad opere edili!ie3 l9ini!io delle opere ; 2)'ordinato all9a)tori!!a!ione del 2indaco allo 2po2tamento della colonia. -. Le colonie feline 2ono t)telate dal Com)ne di Li*orno c,e3 nel ca2o di epi2odi di maltrattamento3 2i ri2er*a la facolt di procedere a 7)erela nei confronti dei re2pon2a'ili3 2econdo 7)anto di2po2to dal Codice Penale. Art. 3) - #etenzione di $olatili 1. I *olatili3 per 7)anto rig)arda le 2pecie 2ociali3 do*ranno e22ere ten)ti po22i'ilmente in coppia.

2. Per i *olatili deten)ti in ga''ia3 gli 2te22i non potranno e22ere e2po2ti a condi!ioni climatic,e 2fa*ore*oli ed i contenitori dell9ac7)a e del ci'o3 all9interno della ga''ia3 do*ranno e22ere 2empre riforniti. Art. 3* - #imen,ioni delle gabbie per $olatili 1. 6atte 2al*e le di2po2i!ioni regionali inerenti i ric,iami *i*i di 2pecie 2el*atic,e )tili!!ati a fini *enatori3 al fine di garantire lo 2*olgimento delle f)n!ioni motorie conne22e alle caratteri2tic,e etologic,e dei *olatili3 le dimen2ioni minime c,e de*ono a*ere le ga''ie c,e li accolgono 2ono 7)elle de2critte nell8allegato 1 del pre2ente regolamento. 2. Le di2po2i!ioni di c)i al pre2ente articolo non 2i applicano nei ca2i di *iaggi a 2eg)ito del proprietario o di tra2porto e>o rico*ero per e2igen!e 2anitarie. Art. 4+ - #etenzione di ,pecie animali ac2"atic&e 1. Gli animali ac7)atici appartenenti a 2pecie 2ociali do*ranno e22ere ten)ti po22i'ilmente in coppia. 2. C fatto di*ieto di detenere 2pecie animali ac7)atic,e in 2pa!i di*er2i da 7)elli indicati nel 2)cce22i*o articolo %1. Art. 41 - #imen,ioni e caratteri,tic&e degli ac2"ari 1. II *ol)me d8ac7)a dell9ac7)ario do*r e22ere 2)fficiente a garantire il mo*imento nat)rale dei pe2ci in rela!ione alla loro dimen2ione e morfologia. La 2)a alte!!a non de*e 2)perare la 2)a l)ng,e!!a a)mentata del (1EA la l)ng,e!!a ma22ima di )na 2pecie non p)< e22ere mai 2)periore al 11E della l)ng,e!!a dell8ac7)arioA i litri d8ac7)a per centimetri de*ono e22ere pari a )no 2e la 2pecie di pe2ce non 2)pera i ( cm di l)ng,e!!a e pari a d)e 2e3 di*er2amente3 2)perano i ( cm di l)ng,e!!a. 2. E9 *ietato l9)tili!!o di ac7)ari 2ferici o com)n7)e con pareti c)r*e di materiale tra2parente. 3. In ogni ac7)ario de*ono e22ere garantiti il ricam'io3 la dep)ra!ione e l9o22igena!ione dell9ac7)a3 le c)i caratteri2tic,e c,imico-fi2ic,e e di temperat)ra de*ono e22ere conformi alle e2igen!e fi2iologic,e delle 2pecie o2pitate.

TITOLO V - DISPOSIZIONI FINALI


Art. 42 Sanzioni 1. Per le *iola!ioni alle di2po2i!ioni del pre2ente Regolamento3 ri2petto alle 7)ali non 2ia pre*i2ta )na 2an!ione 2pecifica in norme 2tatali o regionali3 2i applica la 2an!ione ammini2trati*a pec)niaria da e)ro 2(311 ad e)ro (113113 ai 2en2i del #.Lg2. n. 2+->2111. 2. F)alora lo 2te22o fatto 2ia pre*i2to e p)nito anc,e da )na di2po2i!ione di Legge 2tatale o regionale3 2i applica la 2an!ione da 7)e2t8)ltima norma contemplata. 3. E8 amme22o il pagamento in mi2)ra ridotta delle 2an!ioni relati*e alle *iola!ioni del pre2ente Regolamento3 nella mi2)ra pari al doppio del minimo edittale3 2al*o 7)anto pre*i2to dal 2econdo comma dell8art. 1+ della Legge n. +/0>10/13 come modificato dalla Legge n. 12(>211/. Art. 43 - .n"mazione di animali 1. Gli animali deced)ti3 oltre ad e22ere inceneriti negli appo2iti impianti a)tori!!ati3 po22ono e22ere 2otterrati3 2e tratta2i di animali da compagnia3 pre*io con2en2o dei proprietari dei

terreni3 in terreni pri*ati e 2olo 7)alora 2ia 2tato e2cl)2o3 con appo2ita certifica!ione *eterinaria3 7)al2ia2i pericolo di malattie infetti*e ed infe2ti*e tra2mi22i'ili agli )mani ed agli animali ai 2en2i del Regolamento CEE n. 1--%>2112. 2. Il Com)ne di Li*orno p)< concedere in comodato3 anc,e ai 2en2i della normati*a regionale *igente3 appo2iti terreni recintati3 finali!!ati a di*entare cimiteri per cani3 gatti ed altri animali. Art. 44 - Organi accertatori 1. All8accertamento dei fatti co2tit)enti *iola!ione delle norme del pre2ente Regolamento pro**edono t)tti gli :fficiali ed Agenti di Poli!ia Gi)di!iaria3 nonc,= gli altri organi addetti al controllo di c)i all8art. 13 della Legge n. +/0>10/1 e*ent)almente indi*id)ati dall8Ammini2tra!ione Com)nale. Art. 4 - Abrogazione di norme "ono a'rogate le norme regolamentari e gli atti a*enti nat)ra regolamentare c,e ri2)ltino in contra2to con 7)anto di2po2to dal pre2ente Regolamento.

A3345A!O 1 "PECI6ICQE TECNICQE RELATI5E ALLE .O#ALITA8 #I C:"TO#IA


1 CANI e GATTI : Nelle abitazioni, il cane ed il gatto non devono essere confinati permanentemente in locali di servizio e terrazze.
La deten!ione ; con2entita in recinti o 'oD3 come di 2eg)ito definiti?
M recinto? 2pa!io confinato all8aperto anc,e con fondo M 'oD? 2pa!io confinato con fondo impermea'ili!!ato3

non impermea'ili!!ato. con penden!a e canali!!a!ione adeg)ata allo 2maltimento

dei refl)i. #e*e e22erci di2poni'ilit di ricam'io d8aria3 di 2pa!i e2po2ti al 2ole e om'reggiati. #e*e e22ere pre2ente )na c)ccia la*a'ile 2olle*ata da terra di dimen2ione adeg)ata per ogn)no degli animali pre2enti. La recin!ione de*e e22ere adeg)ata ad impedire la f)ga ed ogni ri2c,io per la 2ic)re!!a dell8animale e della colletti*it . Per i cani c)2toditi in 'oD e recinti de*e e22ere garantita la po22i'ilit giornaliera di mo*imento. I 'oD e i recinti de*ono ri2pettare le dimen2ioni minime indicate nella 2eg)ente ta'ella.

Dimensioni minime di riferimento

")perficie minima

m7 per cia2c)n cane Ima22imo 3 cani@


/31

m7 per cia2c)n cane Ioltre 3 cani fino a ( cani@


%31

Negli e2erci!i commerciali di c)i all8articolo 12 della l.r. (0>21103 i cani e gatti 2ono c)2toditi in 2pa!i con 'a2e ed alte!!a pari al doppio della l)ng,e!!a dell8animale Ie2cl)2a la coda@. La larg,e!!a de*e e22ere tale da con2entire all8animale il mo*imento. Ogni animale in piH de*e di2porre di almeno il 2(E in piH della 2)perficie. 2. ALTRI MAMMIFERI DA COMPAGNIA: Nelle a'ita!ioni3 gli animali non de*ono e22ere confinati permanentemente in locali di 2er*i!io e terra!!e. In ca2o di c)2todia confinata 2ia a fini pri*ati c,e commerciali3 le indica!ioni 2otto elencate 2i riferi2cono ad animali ad)lti. La dimen2ione 'a2e del contenitore 2i riferi2ce 2empre a 2 animali. Il lato piH corto della 'a2e de*e e22ere almeno pari alla l)ng,e!!a dell8animale con coda. L8alte!!a del contenitore de*e e22ere pari ad almeno )na *olta la l)ng,e!!a dell8animale con la coda per gli animali terricoliA per 7)elli ar'oricoli l8alte!!a de*e e22ere pari ad almeno 3 *olte la l)ng,e!!a dell8animale con la coda. PICCOLI I6ino a 1(1 gr. di pe2o@ ? (11 cm2. .E#I>PICCOLI I6ino a +11 gr. di pe2o@? 011cm2. .E#I I6ino a 1Rg di pe2o@ ? 2111cm2. .E#IO>GRAN#I I6ino a ( Rg di pe2o@? 3+11 cm2 GRAN#I I")periori a ( Rg@ 3D2 la l)ng,e!!a dell8animale con coda 3 SAURI. La dimen2ione 'a2e del contenitore 2i riferi2ce 2empre a 2 animali. La 'a2e del contenitore de*e e22ere almeno pari al doppio della l)ng,e!!a dell8animale3 la larg,e!!a e l8alte!!a almeno pari alla l)ng,e!!a. Per ogni animale in piH ogni lato de*e a)mentare del 11E. In aggi)nta per gli animali ar'oricoli de*ono e22ere predi2po2ti rami ed arrampicatoi per almeno il doppio della l)ng,e!!a dell8animale. 4 SERPENTI. La dimen2ione 'a2e del contenitore 2i riferi2ce 2empre a 2 animali. Il perimetro del contenitore de*e e22ere pari ad almeno 132( *olte la l)ng,e!!a totale dell8animale. Per ogni animale in piH occorre calcolare in aggi)nta il 11E del perimetro. La larg,e!!a del contenitore de*e e22ere almeno pari al 2(E della l)ng,e!!a dell8animale. Per i 2erpenti

21

ar'oricoli l8alte!!a del contenitore de*e e22ere almeno pari ad almeno il 2(E dell8animale ed il contenitore de*e e22ere pro**i2to di rami ed arrampicatoi. 5 TARTARUGHE TERRESTRI. La dimen2ione 'a2e del contenitore 2i riferi2ce 2empre a 2 animali. La 2)perficie calpe2ta'ile de*e e22ere almeno pari a 21 *olte 7)ella del carapace dell8animale. Il lato minore del contenitore de*e e22ere almeno pari al doppio della l)ng,e!!a del carapace dell8animale piH grande. Per ogni animale in piH occorre calcolare in aggi)nta il 2(E della 2)perficie calpe2ta'ile. 6 TARTARUGHE ACQUATICHE. La dimen2ione 'a2e del contenitore 2i riferi2ce 2empre a 2 animali. Il contenitore de*e a*ere )n8area almeno pari al 7)int)plo per il doppio la l)ng,e!!a del carapace dell8animale piH grande. La parte a2ci)tta de*e e22ere almeno pari alla 2)perficie del carapace dell8animale piH grande. La parte ac7)atica de*e e22ere almeno pari al doppio della l)ng,e!!a del carapace piH grande. Per ogni animale in piH occorre calcolare in aggi)nta il 2(E della 2)perficie 2ia ac7)atica c,e terre2tre. 7 UCCELLI: Lo 2pa!io di ogni ga''ia>*oliera de*e e22ere conformato e 2)fficiente a permettere a t)tti gli animali di m)o*er2i li'eramente e contemporaneamente 2en!a ri2c,io di compromettere le penne remiganti e timoniere. #e*ono poter altre2B aprire entram'e le ali 2en!a toccare le pareti della ga''ia 2te22a e 2en!a toccare il fondo con le penne timoniere.

21

A3345A!O 2 Mo a!"t# " a$to%"&&a&"o'( a!!)att(' a*('to +(% ,"%,-" ( *o.t%( /"a00"a't" I circ,i 2ono amme22i alla )tili!!a!ione delle aree de2tinate alle manife2ta!ioni dello 2pettacolo *iaggiante per )n periodo non 2)periore a 11 giorni di effetti*o 2pettacolo. Nella domanda do*r e22ere indicato 2ia il tempo di comple22i*a permanen!a Inon 2)periore a 313 giorni@3 comprendente i giorni )tili!!ati per l9in2talla!ione e lo 2gom'ero3 2ia il periodo di effetti*o 2pettacolo. Le domande do*ranno per*enire tra il 1211 e +1G giorno antecedente l9ini!io del periodo ric,ie2to. Il #irigente re2pon2a'ile a22egner le conce22ioni in ordine cronologico3 a*endo come riferimento la data di protocollo delle domande per*en)te. In pre2en!a di particolari 2it)a!ioni di inagi'ilit dell9area3 o per moti*i locali di p)''lico intere22e3 la conce22ione potr e22ere re*ocata dall9Ammini2tra!ione Com)nale.
A. #O.AN#A

Ogni circo o mo2tra *iaggiante3 con al 2eg)ito animali appartenenti a 2pecie 2el*atic,e ed e2otic,e piH a*anti elencate3 c,e intenda 2*olgere la propria atti*it nel territorio com)nale3 ; ten)to alla pre2enta!ione di idonea ric,ie2ta c)i allegare? 1. doc)menta!ione c,e con2enta di identificare3 con )n nome )ni*oco e non 2o2tit)i'ile3 il circo3 il rappre2entante legale3 il ge2tore>ge2tori3 e le atti*it c,e *i 2i 2*olgonoA 2. doc)mento d9identit del>dei titolare>i dell9impre2a corredato da poli!!e a22ic)rati*e e di cedole di pagamento3 in originaleA 3. elenco completo e aggiornato indicante le 2pecie e il n)mero di e2emplari a)tori!!ati ad e22ere o2pitati e>o tra2portatiA %. elenco degli animali arti2ti e degli animali da e2po2i!ioneA (. dic,iara!ione atte2tante c,e ne22)n animale ; 2tato prele*ato in nat)raA +. copia del contratto con )n con2)lente e>o dipendente *eterinario c,e 2ia 2empre di2poni'ile e c,e 2ia re2pon2a'ile della 2al)te e del trattamento degli animali per conto del ge2tore. Il contratto del *eterinario de*e pre*edere l9impo2ta!ione di )n programma di medicina pre*enti*o3 la diagno2i tempe2ti*a ed il con2eg)ente trattamento di malattie infetti*e e !oono2i3 l9effetti*a pre2en!a e gli inter*enti di pronto 2occor2o3 l9e*ent)alit di pratica dell9e)tana2ia 2e nece22aria3 le con2)len!e relati*e alle caratteri2tic,e degli alloggi ed alle ga''ie degli animali3 dei me!!i di tra2porto3 delle tecnic,e di catt)ra e manipola!ione3 delle nece22it n)tri!ionali. Il ric,iedente 2i rende con2ape*ole delle re2pon2a'ilit ci*ili e di 7)elle penali pre*i2te dagli artt.%0( e %0+ c.p. in ca2o di atte2ta!ioni o dic,iara!ioni fal2e o mendaci3 confermando c,e t)tto 7)anto *err dic,iarato nella domanda corri2ponde a *erit . Ai 2en2i degli artt. - e 0 della legge 2%1 del 1001 i 2oggetti c)i *a inoltrata la com)nica!ione di a**io di procedimento in rela!ione alla domanda3 in 'a2e alle norme indicate 2)lla partecipa!ione 2ono anc,e i poten!iali controintere22ati3 o22ia coloro i 7)ali3 come le A22ocia!ioni animali2te locali3 po22ono 2)'ire )n pregi)di!io concreto ed att)ale dall9ado!ione del pro**edimento finale. -. planimetria con data e firmaA /. elenco dettagliato del per2onale dipendente e con2)lente Ide*ono e22ere 2pecificati i dati anagrafici completi e copia del doc)mento d9identit @. Per cia2c)na di tali fig)re do*ranno altre2B e22ere elencate? le relati*e 7)alific,e profe22ionali3 gli e*ent)ali cor2i tecnico-profe22ionali fre7)entati3 la data3 il l)ogo e l9i2tit)to pre22o il 7)ale ; 2tata con2eg)ita la 7)alifica o fre7)entato il cor2o. "i preci2a c,e t)tto il per2onale del circo de*e a*er con2eg)ito )n cor2o di forma!ione profe22ionale 7)alificato relati*o alla c)ra degli animali e alle loro man2ioni 2pecific,e Icompleto di no!ioni 2)lle modalit di catt)ra3 manipola!ione e ge2tione degli animali3 pronto 2occor2o@ i c)i dettagli de*ono e22ere incl)2i nelle condi!ioni di rila2cio dell9idoneit A 0. piano di emergen!a in ca2o di f)ga degli animali o2pitati. Il piano di emergen!a de*e 22

e22ere concordato con il *eterinario referente per la 2tr)tt)ra3 al fine di garantire. l9adeg)ate!!a dei 2i2temi da adottare e dei farmaci *eterinari nece22ari per l9e*ent)ale 2eda!ione degli animaliA 11. piano alimentare per le 2pecie o2pitate c,e ri2ponda alle di*er2e e2igen!e fi2iologic,e e n)tri!ionali delle 2te22e3 ten)to conto del 2e22o3 dell9et 3 del pe2o3 delle condi!ioni di 2al)te e com)n7)e delle di*er2e e2igen!e degli e2emplari. #o*ranno3 inoltre3 e22ere indicati i l)og,i in c)i gli alimenti do*ranno e22ere con2er*atiA 11. copia dell9a)tori!!a!ione prefetti!ia. la mancan!a dei re7)i2iti ric,ie2ti per la domanda comporta l9inammi22i'ilit de plano della domanda. L9incomplete!!a o la fal2it di alc)na tra i doc)menti ric,ie2ti per la domanda p)< comportare3 2en!a pregi)di!io per l9a!ione penale3 l9ann)llamento d9)fficio dell9a)tori!!a!ione.
J. #OC:.ENTA$IONE #A E"IJIRE A RICQIE"TA #EGLI ORGANI #I CONTROLLO E 5IGILAN$A

Al fine di con2entire il monitoraggio delle condi!ioni di 2al)te di ogni animale3 le 2tr)tt)re circen2i e le mo2tre *iaggianti de*ono mantenere )n regi2tro di carico e 2carico3 eD art. 8sexies della legge - fe''raio 10023 n. 1(13 e 2econdo i modelli riportati negli allegati al #.. 3 maggio 21113 di t)tti gli e2emplari c,e de*ono e22ere indi*id)almente ricono2ci'ili. Nel regi2tro de*ono e22ere indicati? 1.2pecie3 2e22o3 et dell9animale e dettagli identificati*i 2.data di ac7)i2i!ione 3.origine e pro*enien!a %.dettagli 2)lla nat)ra di e*ent)ali malattie o ferite. (.dettagli 2)lla e*ent)ale diagno2i del *eterinario e del trattamento indicato3 incl)2i inter*enti c,ir)rgici e medica!ioni praticati +.dettagli 2)i proce22i di c)ra e ria'ilita!ione -.effetti del trattamento. /.e*enti riprod)tti*i e de2tina!ione della prole. 0.diagno2i po2t mortem. Tale regi2tro do*r e22ere 2empre di2poni'ile pre22o la dire!ione di 2)ddette 2tr)tt)re ed a di2po2i!ione degli organi di controllo e *igilan!a. .
C. I#ENTI6ICAJILITS #EGLI ANI.ALI

Ogni e2emplare o2pitato do*r e22ere identifica'ile attra*er2o idonea marcat)ra permanente3 co2B come indicato dalla Commi22ione "cientifica Cite2. In particolare3 t)tti gli animali dei circ,i de*ono )niformar2i ad )no 2c,ema di identifica!ione indi*id)ale permanente 'a2ato 2) )no dei 2eg)enti metodi alternati*i? 2.mappaggio del #NA3 applica!ione di micro-c,ipA 3.e2ec)!ione di marcat)ra a freddo o tat)aggi %.fotografie. I certificati di regi2tra!ione de*ono e22ere c)2toditi con c)ra e pre2entati 2) ric,ie2ta ad ogni i2pe!ione. T)tti gli animali non adeg)atamente marcati3 o non contemplati all9atto del rila2cio dell9idoneit e 2)cce22i*e certifica!ioni3 *erranno con2iderati deten)ti illegalmente. Le 2tr)tt)re di mantenimento do*ranno e22ere attre!!ate con 2tr)menti atti a regolare la temperat)ra degli am'ienti in f)n!ione delle 2ingole e2igen!e degli e2emplari o2pitati. Gli animali non de*ono e22ere in alc)n modo pro*ocati per ottenere il di*ertimento e l9intere22e del p)''lico. Le 2tr)tt)re 3 de''ono e22ere collocate in modo da non con2entire al p)''lico il contatto diretto con gli animali e la fornit)ra di ci'o. 23

L9arricc,imento am'ientale de*e e22ere con2iderato )na componente e22en!iale ed impre2cindi'ile3 legato alla nece22it permettere agli animali )n comportamento piH nat)rale po22i'ile3 al fine di rid)rre o minimi!!are gli effetti della noia e la compar2a di atteggiamenti 2tereotipati. Pertanto3 al momento dell9attendamento della 2tr)tt)ra circen2e3 gli animali al 2eg)ito do*ranno a*ere a di2po2i!ione )n adeg)ato ,a'itat ri2pondente alle loro e2igen!e. La *iola!ione dei parametri pre2critti dal pre2ente articolo p)< comportare3 2en!a pregi)di!io per l9a!ione penale3 l9ann)llamento d9)fficio dell9a)tori!!a!ione.
#. TRA"PORTO

I metodi di tra2porto de*ono ri2pettare le normati*e com)nitarie e na!ionali *igenti in materia al fine di garantire 2empre il 'ene22ere e la 2al)te degli e2emplari o2pitati3 anc,e ai 2en2i del regolamento n 1>1(. In particolar modo il per2onale adi'ito al tra2porto degli animali do*r e22ere in grado di fornire3 in ca2o di controllo? - A)tori!!a!ione a 2*olgere l9atti*it di tra2portatore .odello tipo 1 IAll. III3 Capo I3 Reg. 1>211(@ Certificato di idoneit dei cond)centi per il tra2porto di e7)idi dome2tici3 'o*ini3 2)ini3 o*ini3 caprini e pollame .odello %? nel tra2porto na!ionale di 'o*ini3 2)ini3 e7)idi3 o*ini e caprini - #ecreto .ini2tero "al)te 1+>1(>211- modificati*o del 9#.P.R. 31->0+
E.P:LI$IA3 #I"IN6E$IONE E# AREA PER L9I"OLA.ENTO #I ANI.ALI .ALATI.

Ogni 2tr)tt)ra de*e di2porre 2ia di )n corretto3 adeg)ato ed aggiornato all9anno corrente piano di p)li!ia e di2infe!ione dei l)og,i adi'iti al mantenimento degli animali3 2ia di )n9area idoneamente attre!!ata per il 3mantenimento in i2olamento di e2emplari c,e nece22itino di c)re *eterinarie In particolare3 le 2tr)tt)re de*ono e22ere p)lite e di2infettate con regolarit con prodotti dagli odori non particolarmente forti3 ri*olgendo particolare atten!ione all9elimina!ione e al trattamento di para22iti interni ed e2terni3 incl)2i e*ent)ali roditori nei locali della 2tr)tt)ra. A 7)e2to 2copo le ga''ie de*ono e22ere reali!!ate in maniera tale da garantire )n ')on drenaggio.
6.CRITERI PER IL COLLOCA.ENTO #EGLI ANI.ALI IN "TR:TT:RE ATTIG:E

In ne22)n ca2o e2emplari di 2pecie di*er2e potranno e22ere tra2portati o manten)ti in 2tr)tt)re attig)e3 con particolare rig)ardo alle differen!e di et e gerarc,ie 2ociali e 2opratt)tto 2e le relati*e 2pecie 2ono in rapporto preda-predatore. La 2tr)tt)ra de*e altre2B garantire 2pa!io 2)fficiente 3a pre*enire 2it)a!ioni di competi!ione intra2pecifica legata a comportamenti di aggre22i*it 3 dominan!a3 territorialit 3 ecc.
G.E"IJI$IONI AL #I 6:ORI #ELLA "TR:TT:RA

Gli animali non po22ono e22ere e2i'iti al di f)ori della 2tr)tt)ra Icirco o mo2tra *iaggiante@ per la 7)ale ; 2tata rila2ciata l9idoneit .
Q."O..INI"TRA$IONE #EL CIJO

#e*e e22ere garantita )n8adeg)ata 2ommini2tra!ione di ci'o3 coerente con le nece22it fi2iologic,e della 2pecie e dell9indi*id)o in .7)e2tione3 in maniera tale da con2entire )na cre2cita 2ana c,e garanti2ca )na ')ona 2al)te e 2timoli il normale comportamento alimentare di ogni 2pecie3 2econdo )n piano di alimenta!ione adeg)ato3 2otto2critto dal medico *eterinario della 2tr)tt)ra3 ed aggiornato all9anno corrente ed alle 2ingole 2pecie deten)te. Tale ci'o de*e e22ere 2ommini2trato in modo c,e ogni indi*id)o ne a''ia li'ero acce22o3 a pre2cindere dalle gerarc,ie di dominan!a e*ent)almente pre2enti. Il ci'o de*e e22ere di ')ona 7)alit 3 non contaminato da compo2ti c,imici e con2er*ato in l)og,i adatti al mantenimento dei *alori n)tri!ionali. La dieta de*e e22ere completa e 'en 'ilanciata. 2%

Non ; con2entita la catt)ra in nat)ra di *erte'rati Icome ratti3 rane3 ecc..@ per l9alimenta!ione degli animali anc,e in o22er*an!a delle leggi na!ionali e regionali di t)tela della fa)na. In ogni momento de*e e22ere di2poni'ile ac7)a fre2ca e p)lita3 cam'iata con fre7)en!a ragione*ole3 eccetto c,e per 7)ella la c)i fi2iologia comporta e2igen!e di*er2e. I contenitori de*ono con2entire )n9adeg)ata 2ommini2tra!ione di ac7)e3 de*ono e22ere 2ic)ri3 non pericolo2i e facilmente la*a'ili.
I. LI.ITA$IONI AL PARCO ANI.ALI E REF:I"ITI .INI.I #ELLE "TR:TT:RE #I #ETEN$IONE I#I.EN"IONI E ALTRE CARATTERI"TICQE@ NECE""ARI A "O##I"6ARE3 PER F:ANTO PO""IJILE3 LE NECE""ITS #EI "INGOLI IN#I5I#:I "ECON#O LA LORO "PECIE

II ri2petto dei re7)i2iti minimi ; con2iderato )na condi!ione minima nece22aria ad e*itare l9integra!ione del reato di maltrattamento di animali. In generale3 t)tti gli animali al 2eg)ito de*ono a*ere la po22i'ilit di protegger2i in aree riparate dal *ento e>o da altre Condi!ioni meteorologic,e a**er2e. In ca2o di temperat)re rigide Iinferiori a 11 centigradi@ de*ono inoltre di2porre di am'ienti ri2caldati3 pri*i di correnti d9aria 3 e idonei ad a22ic)rare il ri2petto dei criteri dettati per cia2c)na 2pecie di appartenen!a. Le aree e2terne de*ono 2empre pre2entare 2ia aree 2oleggiate3 2ia aree all9om'ra. C e2pre22amente *ietato fr)2tare gli animali o**ero pri*arli di ci'o e>o ac7)a3 anc,e 7)ale metodo di adde2tramento. :n 2imile comportamento potr . e22ere 2egnalato all9a)torit gi)di!iaria in 7)alit di maltrattamento3 p)nito dalla legge italiana in for!a degli artt. (%% 'i2 e 22. del codice penale. L9arricc,imento am'ientale de*e e22ere con2iderato )na componente e22en!iale ed impre2cindi'ile3 legato alla nece22it di progettare 2tr)tt)re e di adottare 2i2temi c,e 2timolino i comportamenti nat)rali degli animali al fine di rid)rre o minimi!!are gli effetti della noia e la compar2a di comportamenti 2tereotipati. Pertanto3 al momento dell9attendamento della 2tr)tt)ra circen2e3 gli animali al 2eg)ito do*ranno a*ere a di2po2i!ione )n adeg)ato ,a'itat ri2pondente alle loro e2igen!e. Gli animali non de*ono e22ere in alc)n modo pro*ocati per ottenere il di*ertimento e l9intere22e del p)''lico. Le 2tr)tt)re de''ono e22ere collocate in modo da non con2entire al p)''lico il contatto diretto con gli animali e la fornit)ra di ci'o.
ELENCO #ELLE "PECIE PER LE F:ALI C PO""IJILE OTTENERE L8A:TORI$$A$IONE ALL8ATTEN#A.ENTO E CRITERI "TR:TT:RALI

CA.ELI#I . F)e2ta famiglia comprende nella Regione Paleartica il Cammello ICamel)2 'actrian)2@ ed- il #romedario ICamel)2 dromedari)2@3 mentre in 7)ella Neotropica la 5igogna I5ic)gna*ic)gna@ ed? il G)anaco ILama g)anicoe@A- copo2tipide dell9Alpaca ILama paco2@ e del Lama ILama giama@c,e 2ono forme dome2tic,e. 3"tr)tt)re interne #imen2ioni? 3m D %m per ogni indi*id)o. Terreno? lettiera e oggetti c,e po22ano catt)rare l9atten!ione degli animali. . . "tr)tt)re e2terne. #imen2ioni Lo 2pa!io minimo de*e e22ere di 311 m.7. fino a 3 e2emplari I(1 m.7. per ogni animale in piH@. Per le 2pecie dome2tic,e come lama e alpaca lo 2pa!io p)< e22ere ridotto a 1(1 m.7. fino a 3 e2emplari I2( m.7. per ogni animale in piH@. Gli animali de*ono a*erne li'ero acce22o per almeno otto ore al giorno. . 2(

Terreno? terra e 2a''ia. #e*ono e22ere forniti rami per 2timolare l9intere22e degli animali. Gli animali de*ono poter accedere ad )n9area protetta dalle intemperie. Altri fattori. "tr)tt)re interne ed e2terne? gli animali non de*ono e22ere legati a pali. T)tte le 2pecie 2ono re2i2tenti al freddo e po22ono e22ere ten)te all9e2terno per t)tto l9anno. I rico*eri e i ripari non ri2caldati3 de*ono com)n7)e e22ere-2)fficientemente grandi da permettere a t)tti gli animali di 2draiar2i contemporaneamente. I ma2c,i po22ono tal*olta a*ere manife2ta!ioni aggre22i*e e pertanto de*ono poter e22ere 2eparati dagli altri animaliA ad ogni modo non ; po22i'ile tenere piH ma2c,i in2ieme. In generale non po22ono e22ere ten)ti in2ieme 2e non in piccoli gr)ppi o3 meglio3 a coppie. F)e2ta 2pecie p)< e22ere ten)ta in2ieme ad altri e7)ini. "pettacoli? t)tte le 2pecie3 ad ecce!ione di lama e alpaca3 p)rc,= addome2ticate3 de*ono e22ere ten)te a de'ita di2tan!a dal p)''lico in 7)anto po22ono mordere. Alimenta!ione? 2ono t)tte 2pecie er'i*ore e pertanto de*ono e22ere alimentate con fieno3 er'a3 fr)tta39 *erd)re e foglie. Po22ono e22ere li'eramente aggi)nte piccole 7 ) a n t i t d i a l i m e n t i concentrati. 1E2RE "tr)tt)re interne. #imen2ioni? 12. rn.7. per animale Clima? prote!ione dalle correnti d 9aria e temperat)ra 2ta'ile 2empre 2opra i 12GC.. Terreno? Lettiera con paglia e oggetti per 2timolare l9intere22e degli animali. "tr)tt)ra e2terna. #imen2ioni? 1(1 m.7. fino a 3 e2emplari I2( m.7. per ogni animale in piH@. Gli animali de*ono a*erne li'ero acce22o per almeno otto ore al giorno. Clima? gli animali de*ono poter accedere ad )n9area protetta dalle intemperie. Terreno? de*e e22ere nat)rale o con 2a''ia. "e il terreno non ; 2a''io2o gli animali de*ono a*ere com)n7)e la po22i'ilit di fare 'agni di 2a''ia. #e*ono e22ere pre2enti rami per 2timolare l9intere22e degli animali. Altri fattori. Gli animali non de*ono e22ere legati a pali. In ca2o di temperat)re e2terne 2otto i 12 GC t)tti gli animali de*ono a*ere la po22i'ilit di ripara2i in am'ienti in c)i la temperat)ra 2ia di circa 12 GC . 2ISONTI3 2UFALI ED ALTRI 2O4IDI: "tr)tt)re interne. #imen2ioni? 2( m.7. per animale. "tr)tt)ra e2terna. #imen2ioni? 2(1 m.7. fino a 3 e2emplari I(1 rm.7. per ogni animale in piH@. Altri fattori. C fatto e2pre22o di*ieto di legare gli animali 2ia in 2tr)tt)re interne3 2ia in 2tr)tt)re e2terne3 2al*o il tempo nece22ario per trattamenti 2anitari legati al 'ene22ere dell9animale e limitatamente al tempo nece22ario alle terapie. STRU11O E ALTRI RATITI: "tr)tt)re interne. #imen2ioni? 1( m.7. per animale "tr)tt)ra e2terna. #imen2ioni? 2(1 m.7. fino a 3 e2emplari I(1 m.7. per ogni animale in piH@. Altri fattori. 2+

C fatto e2pre22o di*ieto di legare gli animali 2ia in 2tr)tt)re interne3 2ia in 2tr)tt)re e2terne32al*o il tempo nece22ario per trattamenti 2anitari legati al 'ene22ere dell9animale e limitatamente al tempo nece22ario alle terapie.

2-

A3345A!O 3 Mo (!!" A3 23 C3 D3 E

2/