Sei sulla pagina 1di 1

La Cronaca

M ARTEDI 20 OTTOBRE 2009 36

Lo Sport

Minimo sforzo, Massimo rendimento


Due gol che valgono sei punti.Ma col Benevento si è sofferto più del solito
D
ue gol, sei punti. Minimo im- un quadro così estremamente com-
piego di capitale e massimo
rendimento: la Cremonese è
plesso anche il piano B ha fatto ac-
qua, con la Cremo che non ha potuto
PRIMA DIVISIONE
il broker di Borsa che tutti vorrem- confidare nelle geometrie ad alto pro-
mo. Sfruttando il doppio turno casa- fitto di Zanchetta. GIRONE A
lingo la squadra di Venturato ha con- Il centrocampista è finito precipita-
solidato la propria leadership, confe- to nel limbo: due prestazioni grigie
zionando il sesto risultato utile conse- nel giro di otto giorni non apparten- CREMONESE 22
cutivo. Però, è stato detto, si è vinto gono al suo repertorio. Che si tratti di Novara 21
giocando meno bene del solito. E casualità, appannamento fisico o
chisseneimporta? Non è l’ascensione qualcosa d’altro resta il problematico Arezzo 18
al Parnaso la missione che abbiamo dato di fatto: spenta la sua stella pola- Perugia (-1) 17
in testa. Anzi, quando la prosa è secca re, la squadra di Venturato è costretta Varese 17
e schietta come l’attuale classifica dei a navigare a vista. Sempre all’apogeo
grigiorossi, l’orpello della poesia ri- è invece lo spirito di gruppo, che co- Lumezzane 14
manga pure custodito in altre mani. niugato all’organizzazione di base ha Lecco 13
Qui c’è invece da prendere atto del permesso ai grigiorossi di uscire dalle PERGOCREMA 12
come un’altra partita canaglia è stata secche di una partita a rischio. I san-
relegata agli archivi. Con le compli- niti, colte le difficoltà dei padroni di Alessandria 11
canze del caso, ma senza pruriti al casa, con pazienza hanno guadagnato Benevento 11
naso. Con il Benevento si è sofferto metri e costruito pericoli, cancellati Foligno 11
più del solito, non del lecito. da Viali e Rossi, autentici talismani ai
La classifica dei sanniti ha un bu- quali affidarsi nel momento di vuoto Monza 11
giardo punto di vista e di questo c’è energetico. Lucidi nei loro interventi Figline (-1) 9
da tenerne conto. Che poi i campani in chiusura e coraggiosi nell’alimen-
Viareggio 9
in trasferta ci abbiano lasciato le buc- tare speranze via via sempre meno vi-
ce quattro volte su cinque ha sì una vide, i difensori hanno salvato il risul- Pro Patria 8
sua rilevanza, ma non fa venir meno tato e rilanciato la Cremo nel solco Sorrento 8
la considerazione di fondo: allo Zini della determinazione.
sono piaciuti. Eccome. Intanto per il Coda si è fatto interprete di questo Como 7
modo con il quale hanno interpretato spirito, contribuendo ad una vittoria Paganese 4
la partita. Coperti il giusto e con le che affonda le proprie radici nel re-
ali ben ripiegate mentre rincorrevano parto di retrovia. Il suo gol è stato un
la biglia, rapidi nel riprendere posi- pezzo di equilibrismo ed istinto. In- prossimo turno
zione in attacco una volta modificati gredienti utilizzati dal centravanti per 10ª giornata
gli equilibri. Un atteggiamento che far saltare il banco nella trasferta di
abbiamo sofferto, andando in diffi- Foligno. Il ragazzo ha numeri, non ci
coltà nello stretto. In nostro motore piove. Ora, però, porti pazienza, che (domenica 25/10 ore 15)
ha battuto in testa soprattutto in non è una croce da sobbarcarsi a pe-
mezzo al campo, dove c’è chi ha lavo- so morto bensì è la virtù dei forti. Il Alessandria-Viareggio
rato per due come Fietta e chi, inve- dosaggio d’impiego scelto da Ventu-
ce, ha mostrato troppo presto la cor- rato non appare casuale: all’ombra di Como-Arezzo
da. Nonostante le difficoltà la Cremo un gruppo solido come una quercia, Figline-Lecco
ha provato a macinare il suo solito lui può continuare a crescere in asso-
gioco, fatto di trame palla a terra e luta tranquillità, togliendosi lo sfizio
Foligno-Sorrento
movimenti collaudati. La manovra, di essere decisivo una chiamata sì e Novara-Perugia
però, ha funzionato a singhiozzo con l’altra pure. Inciso conclusivo: dome- Paganese-Lumezzane
ripercussioni prevedibili. Musetti e nica, ed è una prima assoluta, è vola-
Guidetti sono infatti passati dalla sin- to qualche fischio. Volato a sproposi- PERGOCREMA-Benevento
tonia perfetta alla distonia totale in to, s’intende. La linea del ‘chi paga il Pro Patria-Varese
pochi minuti. Positivi i primi 25, con biglietto ha sempre ragione’ non pas-
la coppia d’assi a generare spazi per sa. Soprattutto se ragione si pretende
le conclusioni in proprio o a beneficio di ottenere ueggiando una squadra (lunedì 26/10 ore 20,45)
dei compagni. che si sta facendo il mazzo per inse-
Poi il Benevento ha serrato le fila e guire un progetto ambizioso. Chi do- Monza-CREMONESE
grazie alla perfetta correlazione fra di- menica ha fischiato, lo ha fatto stando
fesa e mediani, ha cancellato spazi vi- seduto dalla parte del torto. Così è. Massimo Coda festeggia dopo il gol di domenica che ha deciso la gara (diretta Rai Sport Più)
tali per i grigiorossi. Il guaio è che in Paolo Loda col Benevento; in alto, un’immagine suggestiva della curva sud di domenica