Sei sulla pagina 1di 1

http://it.bertha-dudde.

org/

Riconoscere nellaldil Il travestimento degli esseri di Luce Auto rimproveri

B.D. No. 0432


25 maggio 1938

n ogni tempo dovete pensare a coloro, che hanno gi da tempo abbandonato la valle terrena e dovevano entrare nellaldil in uno stato immaturo. Questi hanno avuto davvero una sorte difficile, non possono orientarsi nellambiente concesso loro, contendono con s stessi e sono infelici in una tal misura, che lAmore deve andare loro incontro per liberarli, cio per aiutarli a trovare anche l la retta via per uscire dal loro buio. Dove ora lanima lotta per la Luce, viene guidata bene e procede inevitabilmente. Ma appunto il tempo fino alla conoscenza indicibilmente difficile per questanima. Qui sulla Terra, Dio aveva dato loro Grazia su Grazia, affinch si dovevano trovare nella fede nel Signore Ges Cristo. L devono cercare ancora molto di pi con la propria forza per arrivarci, cio devono tendere a questa conoscenza con la propria volont, perch la Forza devessere loro dapprima apportata attraverso lamorevole assistenza degli esseri spirituali superiori oppure attraverso il pensare nellamore nella preghiera sulla Terra. E una tal grande differenza fra un essere spirituale perfetto e lanima affidata a loro, che da una tale pienezza di Luce sarebbe impossibile influenzare beneficamente lanima, intorno alla quale c ancora la notte pi buia. Questa si confesserebbe bens per costrizione per la Luce, ma dovrebbe anche scomparire sotto questa improvvisa pienezza di Luce, e non si potrebbe svolgere una totale purificazione dellanima. Cos imposto allessere di Luce di assumere un travestimento, che gli rende possibile frequentare pi facilmente con la povera anima. Ed in questa veste, che solo poco meno luminosa che quella dellanima smarrita, lo spirito di Luce conquista il collegamento con lei e cerca ora di portarla nella condizione della conoscenza sulla sua situazione. Le vengono cos offerte e descritte molte occasioni che sono utili per il miglioramento della sua situazione. Lanima che nella sua oscurit ha gi cos persa la speranza, afferra tutto con il pi intimo desiderio per liberarsi solo dallattuale situazione, e cos inizia il tendere verso la Luce. Lo stato di tali anime nude, lasciate a s stesse, cos commiserevole, perch pensano tormentate in auto rimproveri della loro vita mancata. E su tali esseri viene compiuta una ultragrande opera dellamore, quando viene portato loro un piccolo aiuto, cosa che gli uomini possono fare oltremodo facilmente ed abbondantemente, se ricordano nella preghiera queste anime senza Luce, che lottano gravemente, che sulla Terra hanno ben per propria colpa rifiutato tutte le Grazie offerte loro ed accettano ora oltremodo grate ogni minimo aiuto, che rende pi sopportabile la loro situazione. Se vi volete conquistare una straordinaria misura di gratitudine, allora venite in aiuto a queste anime. Loro languono nelloscurit e senza questo aiuto non si possono liberare, e non vengono nemmeno mai ammesse nei cerchi di Luce, prima che loro stesse non abbiano la ferma volont di svincolarsi alloscurit con tutte le forze e tendano a regioni luminose. E per sviluppare in s questa volont, voi dovete aiutare questi poveri esseri e ricordarli in sempre continua preoccupazione nella preghiera, affinch la Luce penetri anche l ed innumerevoli esseri vengano liberati grazie alla Luce. Amen

Bertha Dudde - B.D. br. 0432 - 1/1