Sei sulla pagina 1di 3

I.

Accogliere lAmore come vera natura


Amore significa autenticit. Lamore lessenza che ci ricollega al regno divino. La nostra vita il ponte che collega la nostra natura con quella divina.

II. Liberare la coscienza dagli archetipi


Gli archetipi dellio limitano il manifestarsi dellenergia divina nella coscienza. Il Divino sempre unico e sostanza primordiale priva di individualit; libera di creare e concepire qualsiasi forma.

III. Respirare nel cuore


Nel cuore si ritrova il proprio frammento divino, la propria purezza e perfezione. Dal cuore, si manifestano le energie cristiche, la propria saggezza e la conoscenza del nostro vero s divino. Attraverso il respiro, si pu amplificare lenergia vitale che scorre in alto verso la nostra matrice di luce.

IV. Distaccarsi dalla realt terrena


Quando il divino presente, la realt terrena passa in secondo piano; tuttavia, la luce si manifesta anche nelle piccole cose. La consapevolezza della propria intimit con il divino, alleggerisce la propria mente dalle questioni terrene e intensifica lenergia creativa dellanima e il suo quoziente di luce.

V. Aprire la strada
Il Divino ci apre la strada al nostro domani. Ogni strada si apre e ogni nostro intento in armonia con il disegno, si compie. Non si pu cooperare con il Divino a fini egoici, ma solo per far parte del disegno divino.

VI. Nessun limite


Il divino ci mostra che ogni limite un illusione. Nellamore non ci sono limiti. Tutto quello che ci limita non presente nel regno di Dio. I limiti che possiamo percepire sono dovuti ai nostri sensi, o alle nostre paure. Chi ama la propria vita, sa che non esistono limiti nella perfezione di Dio.

VII. Visibile, Invisibile, Universale


I tre livelli in cui il divino conosce s stesso, sono i tre livelli che noi dovremo comprendere attraverso le leggi cosmiche. Nelluniversalit c il nostro io trascendente, e la nostra individualit sta nei due livelli visibile-invisibile. La nostra creazione avviene dalla nostra individualit, mentre nelluniversale sussiste solo la forza creativa damore che tutto include. Il nostro divenire si compie nelluniversale, e nelleternit noi ritorniamo ad essere Dio nella sua natura non-manifesta.

VIII. Conoscere la vera libert Molti desideri di libert salgono a noi, sono cos molteplici come il numero degli uomini. Ognuno desidera per s la propria libert del tutto personale, immaginandosi qualcosa di preciso. La definizione pi importante di libert il volere divino, che sta alla base della vita di ogni persona, e la vera libert ci che sospinge la persona a camminare seguendo il volere divino verso la pienezza. [] Il volere divino prevede come termine ultimo la libert per ogni essere umano
Saint Germain (La luce divina non viene mai meno di Michael George).

E. Z