Sei sulla pagina 1di 2

Prima di cominciare a spiegarvi in maniera generale gli argomenti di questo sistema, di parlare dei nostri metodi, desidero vi sia

ben chiaro che le idee e i principi pi importanti del sistema non mi appartengono. Ci quanto li rende pi validi, perch, se essi mi appartenessero, sarebbero come tutte le altre teorie inventate da menti comuni: darebbero soltanto una visione soggettiva delle cose. Quando, nel 1907, cominciai a scrivere A New Model of the Universe mi dissi chiaramente, come tanti altri hanno fatto prima e poi, che sotto la superficie della vita da noi conosciuta c qualcosa di molto pi grande e importante. E aggiunsi che, finch non conosciamo maggiormente ci che le sta dietro, tutta la nostra conoscenza della vita e di noi stessi in realt trascurabile. Ricordo una conversazione di quellepoca, in cui affermai: Se fosse possibile accettare come provato che la consapevolezza (o, come la chiamerei ora, lintelligenza) pu manifestarsi indipendentemente dal corpo fisico, parecchie altre cose potrebbero essere dimostrate. Soltanto che ci non pu essere accettato co me provato. Mi resi conto che manifestazioni di psicologia supernormale, quali trasmissione del pensiero, chiaroveggenza, possibilit di conoscere il futuro, di vedere nel passato, e cos di seguito, non sono sta te dimostrate. Perci cercai di trovare un metodo per studiare queste co se e per parecchi anni lavorai in quella direzione. In quel modo trovai alcune cose interessanti, ma i risultati furono assai deludenti e, sebbene parecchi esperimenti avessero successo, era quasi impossibile ripeterli. Nel corso di quegli esperimenti arrivai a due conclusioni. Prima: noi non conosciamo abbastanza la psicologia ordinaria; non possiamo studiare la psicologia supernormale perch non conosciamo la psicologia normale. Seconda: esiste una certa conoscenza reale; possono esserci scuole che sanno esattamente ci che noi vogliamo conoscere, ma per una qualche ragione esse sono nascoste e questa conoscenza occulta. Perci mi misi alla ricerca di queste scuole. Viaggiai attraverso Europa, Egitto, India, Ceylon, Turchia e Vicino Oriente; ma in realt fu pi tardi, quando avevo gi compiuto questi viaggi, che durante la guerra mi imbattei in Russia in un gruppo di persone le quali stavano studiando un certo sistema che originariamente veniva da scuole orientali. Questo sistema cominciava con lo studio della psicologia, esattamente come avevo pensato dovesse essere. Lidea principale di questo sistema era che noi non usiamo nemmeno una piccola parte dei nostri poteri e delle nostre forze. Abbiamo in noi, per cos dire, unorganizzazione grandissima ed efficientissima, ma non sappiamo come usarla. In quel gruppo impiegavano alcune metafore orientali; essi mi dissero che abbiamo in noi una grande casa piena di magnifici mobili, con una biblioteca e parecchie altre stanze, ma viviamo nel seminterrato e nella cucina da cui non possiamo uscire. Se qualcuno ci dice ci che questa casa ha sopra, non gli crediamo, o ne ridiamo, o chiamiamo le sue parole superstizione, fiabe o fantasie. Questo sistema pu essere diviso in studio del mondo, su determina ti principi nuovi, e studio delluomo. Lo studio del mondo e lo studio delluomo includono un tipo di linguaggio speciale. Noi cerchiamo di usare parole comuni, quelle stesse che impieghiamo nella conversazione ordinaria, ma attribuiamo loro un significato leggermente diverso e pi preciso. Lo studio del mondo, lo studio delluniverso, basato sullo studio di alcune leggi fondamentali che non sono generalmente note e riconosciute dalla scienza. Le due leggi principali sono la Legge del Tre e la Legge del Sette che spiegheremo in seguito. Incluso in esse, necessario da questo punto di vista, il principio della scala: un principio che non fa parte del comune studio scientifico, o centra assai poco. Lo studio delluomo strettamente collegato allidea della sua evoluzione, ma levoluzione delluomo deve essere intesa in maniera leggermente diversa dalla solita. Normalmente la parola evoluzione applicata alluomo, o a qualsiasi altra cosa, presuppone un tipo di evoluzione meccanica; intendo dire che determinate cose, per effetto di certe leggi no te o ignote, si trasformano in altre, queste altre cose si trasformano a loro volta ancora in altre, e cos di seguito. Ma dal punto di vista di questo sistema non c affatto una tale evoluzione: non parlo in generale, ma specificamente delluomo. Levoluzione delluomo, se avviene, pu essere soltanto il risultato di conoscenza e sforzo; finch luomo sa sol tanto ci che pu sapere in maniera comune, per lui non c, e non c mai stata, evoluzione. Lo studio serio comincia in questo sistema con lo studio della psicologia, cio con lo studio di

noi stessi, in quanto la psicologia non pu essere studiata, come invece pu esserlo lastronomia, fuori di noi. Luomo deve studiare se stesso. Quando ci mi fu detto, vidi immediata mente che noi non abbiamo alcun metodo per studiarci e gi abbiamo parecchie idee sbagliate circa noi stessi. Perci mi resi conto che dobbiamo liberarci dalle idee sbagliate su noi stessi e tuttavia trovare metodi per studiarci.