Sei sulla pagina 1di 4

RISORSE UMANE

organizzazione

MONITORARE IL CLIMA AZIENDALE


CON IL QUESTIONARIO SUL
BENESSERE ORGANIZZATIVO
SOMMARIO

Problema: una delle principali criticit organizzative riscontrabili allinterno delle


aziende e degli Studi professionali la presenza di conflitti o anomalie allinterno
della squadra di lavoro. Ogni imprenditore e/o responsabile deve adoperarsi per
creare le condizioni che permettano alla squadra stessa di realizzare buoni risultati.
Soluzione: il punto di partenza per raggiungere lobiettivo sopra esposto lo svolgimento di unindagine sul benessere organizzativo, da realizzarsi tramite un questionario, eventualmente in forma anonima, di cui si presenta un modello nelle pagine
seguenti. Sulla base dei risultati di tale iniziativa sar possibile valutare eventuali
modifiche nello stile di conduzione delle risorse umane.

SCHEMA DI SINTESI
MODELLO DI QUESTIONARIO

SCHEMA DI SINTESI

INDAGINE
SUL BENESSERE
ORGANIZZATIVO

FINALIT
DEL
QUESTIONARIO

TEMATICHE
DA INDAGARE

Realizzabile tramite unintervista ad ogni


collaboratore, meglio se svolta per mezzo
di un questionario.
I risultati ottenuti non dovranno essere
divulgati, e le eventuali critiche a colleghi/
superiori non comunicate ai diretti interessati.

Lintervista dovrebbe essere condotta da


un soggetto neutro, esterno allorganizzazione.
Il titolare o un suo delegato, infatti, potrebbero indurre una certa reticenza nellintervistato, che non si sentirebbe libero
di esprimere il proprio parere.

Approfondire la conoscenza delle dinamiche interne allo Studio o allazienda.


Individuare eventuali criticit gestionali e porre in essere le opportune contromisure.
Migliorare il clima aziendale e lambiente di lavoro.

Ambiente di lavoro
(ergonomia, spazi, rumore)

Oltre ad annotare tutti i dettagli segnalati,


importante raccogliere tutte le proposte
avanzate, non dimenticando di realizzarne
almeno alcune.

Condivisione degli obiettivi

Dopo aver verificato lallineamento dellintervistato con gli obiettivi generali, rilevare
il giudizio di fattibilit e leventuale approccio
alternativo alla direttiva aziendale.

Valorizzazione delle competenze e delle attitudini del collaboratore.

Comprendere quanto il collaboratore ritiene di operare in un contesto che gli permetta di poter esprimere le sue reali capacit.

Soddisfazione sul livello di professionalit


raggiunta.

Propensione al miglioramento e alla crescita.

Adeguatezza delle dotazioni.

Velocit dei computer, collegamento ad


Internet, semplicit e completezza del
software, automobili aziendali, ecc.

Individuazione dei fattori di stress.


Altri aspetti legati al gradimento allidoneit del luogo di lavoro.

60

RATIOSoluzioni

N . 1 / 2 0 1 1

8 0 2 5
Aggiornato al 3.03.2011

Centro Studi Castelli S.r.l.


Riproduzione vietata

RISORSE UMANE

organizzazione

MODELLO DI QUESTIONARIO

Tavola n. 1

Questionario sul benessere organizzativo

Ti chiediamo, attraverso le Tue risposte, di dare un contributo a migliorare ed approfondire la conoscenza sulla
qualit dellorganizzazione interna del Nostro Studio/della Nostra azienda.
importante affrontare i quesiti con serenit e fornire risposte sincere; le risposte saranno tenute riservate e
saranno discusse in colloqui individuali con la Direzione, che consentiranno di focalizzare meglio quanto espresso
e di individuare eventuali criticit e margini di miglioramento di cui tenere conto. Lobiettivo dellindagine
ottenere un ambiente di lavoro confortevole e sempre pi idoneo al conseguimento dei risultati.
Non esistono risposte giuste o sbagliate: la migliore risposta quella che descrive la Vostra esperienza / il Vostro
percepito ed quella che, discussa con la Direzione, consentir di portare un contributo concreto allambiente di
lavoro.
Gli obiettivi di lavoro, con particolare riferimento a quelli relativi alla Tua mansione, sono espliciti, chiari e ben
definiti?
S

NO

C coerenza tra obiettivi enunciati e prassi operative?


S

NO

NON SEMPRE

Quanto deciso, regolamentato e condiviso rispettato?


MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

Ritieni che le Tue competenze ed attitudini siano valorizzate?


MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

Riconosci un ambiente di lavoro che valorizza e stimola le potenzialit?


MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

Sei soddisfatto/a del livello di professionalit raggiunta o gradiresti nuovi/diversi ambiti di crescita?
MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

La formazione/aggiornamento che ricevi adeguata al ruolo e ai compiti assegnati?


S

NO

MIGLIORABILE

Vorresti formazione in ambiti diversi da quelli del ruolo/compiti assegnati?


S

NO

(indicare argomenti: 3 POSSIBILIT) .....................................................................................................................................


..............................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
Ritieni che lambiente di lavoro in cui operi sia confortevole e accogliente? (presenta aspetti di funzionalit?
Sono presenti elementi che Ti disturbano/ostacolano nello svolgimento delle attivit?)
MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

Ritieni lergonomia del posto di lavoro adeguata (posizione, illuminazione, collocazione fisica degli archivi, ecc.)
MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

Ci sono i mezzi e le dotazioni per svolgere adeguatamente il proprio lavoro? (spazi fisici, archivi, dotazioni informatiche, ecc.)
S

NO

RATIOSoluzioni
Centro Studi Castelli S.r.l.
Riproduzione vietata

Aggiornato al 3.03.2011

N . 1 / 2 0 1 1

8 0 2 5

61

RISORSE UMANE

organizzazione

Tavola n. 1 (segue)
Ritieni che le istanze a Direzione/Responsabili siano ascoltate?
SPESSO

QUALCHE VOLTA

POCO

PER NIENTE

Le informazioni pertinenti al lavoro da svolgere sono messe a Tua disposizione?


MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

Riconosci aspetti di conflittualit tra la Direzione/i responsabili ed i colleghi/e?


S

NO

Lambiente relazionale pu essere considerato franco, comunicativo, collaborativo?


- nei confronti dei colleghi
S
NO
- nei confronti della Direzione/dei Responsabili
S
NO
Esiste collaborazione con i colleghi?
MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

Le attivit operative sono scorrevoli, c rapidit di decisione, riconosci che lazione sia supportata verso gli
obiettivi?
MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

I problemi vengono affrontati con lintenzione di superarli?


SPESSO

QUALCHE VOLTA

QUASI MAI

MAI

Riconosci equit di trattamento a livello retributivo, di assegnazione di responsabilit, di promozione del personale?
S

NO

Ritieni che i fattori di stress siano gestiti?


S

NO

Sono individuabili nelle Tue mansioni compiti che richiedono una fatica eccessiva o alla quale non Ti ritieni idoneo/
a?
S

NO

Riesci a dare senso alla Tua giornata lavorativa? Provi il sentimento di contribuire ai risultati comuni?
MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

Ritieni che lorganizzazione dello Studio sia flessibile, aperta al cambiamento, in grado di adattarsi alle nuove
esigenze?
MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

Capita di provare insofferenza nellandare al lavoro?


SPESSO

QUALCHE VOLTA

QUASI MAI

MAI

Capita di provare disinteresse per il lavoro ?


S

NO

Ritieni che la nostra organizzazione sia attenta a migliorare i processi di lavoro?


MOLTO

62

RATIOSoluzioni

ABBASTANZA
N . 1 / 2 0 1 1

POCO
-

PER NIENTE

8 0 2 5
Aggiornato al 3.03.2011

Centro Studi Castelli S.r.l.


Riproduzione vietata

RISORSE UMANE

organizzazione

Tavola n. 1 (segue)
Ti ritieni soddisfatto/a del ruolo / dei compiti assegnati?
MOLTO

ABBASTANZA

POCO

PER NIENTE

Avresti voglia/bisogno di impegnare nuove energie per lo Studio/lAzienda o ritieni il livello attuale soddisfacente?
VORREI IMPEGNARE NUOVE ENERGIE

RITENGO IL LIVELLO ATTUALE SODDISFACENTE

SUGGERIMENTI
Quali sono, secondo Te, le cose pi urgenti da migliorare relativamente alla Tua mansione
(massimo 3 risposte):
1. ..........................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
2. ..........................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
3. ..........................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
relativamente allorganizzazione generale dello Studio/dellAzienda:
1. ..........................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
2. ..........................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
3. ..........................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................
..............................................................................................................................................................................................

Fonte: QUESTIONARIO SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO


Universit degli Studi di Roma - La Sapienza
Facolt di Psicologia 2
*** liberamente tratto ed adattato ***

Compilato da: ...............................................................


in data .............................................

RATIOSoluzioni
Centro Studi Castelli S.r.l.
Riproduzione vietata

Aggiornato al 3.03.2011

N . 1 / 2 0 1 1

8 0 2 5

63