Sei sulla pagina 1di 4

GLI ANIMALI VEGETARIANI HANNO STESSE MALATTIE E STESSO CANCRO E tutto ci che non adatto alla nostra alimentazione

e non pu che apportare danni. Se la carne fosse alimento compatibile, il nostro organismo non produrrebbe radicali liberi, leucocitosi, crisi enzimatica, carenze vitaminiche, aumento del colesterolo LDL, aumento del battito cardiaco, acidificazione del sangue, prelazione di calcio osseinico ed organico dalle ossa, uricemia, ipertensione, reumatismo, gotta e cancro. Punto critico 6. Anche le mucche, gli ovicaprini, i cavalli, rigorosamente erbivori, producono radicali liberi, possono avere leucocitosi (ma lautore dellarticolo sa di cosa sta parlando?). E cosa sarebbe la crisi enzimatica? Anche gli erbivori hanno ipercolesterolemia, e cos pure i vegetariani. In cosa consisterebbe laumento del battito cardiaco? E lacidificazione del sangue? Per non parlare della prelazione del calcio, dellipertensione e del cancro. Anche gli animali erbivori vanno incontro a patologie tumorali, esattamente come i carnivori. LA BUFALA DEGLI EFFETTI DELETERI Non c stile di vita in grado di neutralizzare tutti gli effetti deleteri della carne. Punto critico 7. Quali sarebbero tali effetti deleteri? CONCETTI FUORI LUOGO E ALLERGIE DA POLLINI VEGETALI A tal proposito vale la pena di ricordare che le scorie accumulate dagli alimenti troppo rcchi di proteine come la carne, oltre ad acidificare il sangue, sono causa di tutte le manifestazioni uricemiche, di obesit, diabete, calcolosi, reumatismo, nevralgie, dispepsie, eczemi, arteriosclerosi, ipertensione, stitichezza, allergie. Punto critico 8. A parte la ripetizione di concetti del tutto fuori luogo e non pertinenti, si d il caso che le allergie, ad esempio, sono di gran lunga indotte da pollini che, com noto a tutti fuorch allautore, sono di origine vegetale. COSA TI PUOI ASPETTARE DA UN RELIGIOSO PRESBITERIANO, SE NON UNA LEGGE SUL CIBO ELETTIVO? Infatti le leggi di Graham sul cibo elettivo dimostrano che esiste un rapporto preciso e definitivo tra costituzione fisica di un animale e il suo cibo elettivo, che quello che serve al meglio i suoi interessi biologici, psicologici, conservativi e ambientali. In modo pi dettagliato riporto le considerazioni del dr Valdo Vaccaro. Punto critico 9. Lunica legge di Graham che conosco quella di effusione dei gas. Sar ignorante, ma in biologia non ne ho trovata una sullalimentazione, ma ho trovato un tale Sylvester Graham che, con tutto il rispetto, era un religioso presbiteriano. LALDEIDE MALONICA STA SOLO NELLA CARNE BRUCIATA La carne genera laldeide malonica, sostanza cancerogena al 100% che si sviluppa con la cottura della carne. Punto critico 10. E da qui in poi siamo nel settore delle castronerie. Laldeide malonica si genera ad altissime temperature. In pratica bisognerebbe mangiare carne bruciata e non semplicemente cotta, per ingerire questo veleno che pu essere presente anche nelle verdure stracotte, arrivando dalla

cottura dei grassi. SVISTA TERMINOLOGICA E PUNTO DI FUMO La carne genera lacreolina, dalla cottura dei grassi, ultratossica per il fegato. Punto critico 11. Forse si intende la acroleina? Bene. Questa si produce quando si supera il punto di fumo dellolio che frigge. Quindi anche delle ottime melanzane fritte ne contengono in grossa quantit, se lolio usato ha un punto di fumo basso. LADRENALINA NON RIMANE NELLA CARNE La carne ripropone ladrenalina, dal terrore indescrivibile provato dalle bestione nei macelli e prima. Punto critico 12. Ladrenalina viene TOTALMENTE inattivata dal pH gastrico. Ecco perch la si pu usare a scopo terapeutico solo per via parenterale (per via non digerente ma attraverso iniezioni intramuscolari). IL DIETILSILBESTROLO NON SI ADOPERA PIU DA DIVERSI ANNI La carne contiene il dietilstilbestrolo, causatore di cancro allapparato femminile. Punto critico 13. Il dietilsilbestrolo una molecola di sintesi che non viene adoperata negli allevamenti da diversi anni. NON MI RISULTA CHE LE MUCCHE FUMINO La carne contiene lacido apocolico e il 3-metil-colantrene, composti chimici cancerogeni derivati dal contatto dei prodotti di decomposizione carnea coi nostri acidi biliari, nonch il betaglicoronidasi e lalfa-deiprossilasi (enzimi cancerogeni derivati dai batteri intestinali di carne e pesce crudi e cotti). Punto critico 14. Ammesso che le mucche fumino, queste sono castronerie a raffica. Raccapricciante persino commentarle. IL COPROSTEROLO STA IN TUTTE LE FECI La carne contiene il coprosterolo, sterolo cancerogeno da carne e pesce crudi e cotti. Punto critico 15. E un semplice sterolo che si ritrova comunemente nelle feci umane, sviluppato dalla flora simbionte nel corso d qualsiasi processo digestivo. LA CADAVERINA CE ANCHE NELLA SOIA La carne contiene la cadaverina, dallaminoacido lisina. Punto critico 16. La cadaverina il prodotto della decarbossilazione della lisina, aminoacido polare molto presente nella soia. SOSTANZE NON DERIVANTI DA SOLA CARNE E PESCE

La carne contiene gli etil e i metil-mercaptani (dalla cisteina e dalla metionina), la putrescina, lagmatina, la tiroxina e il fenolo (veleni generati dalla cottura di carne e pesce), il solfuro didrogeno e lacido acetico. Punto critico 17. Trattasi di sostanze che stanno indifferentemente sia nelle carni che nelle verdure. IL BRODO E QUANTO DI MEGLIO POSSA ESISTERE La carne contiene lalbumina, la fibrina e la gelatina, derivate dal brodo di carne (causatore accertato di morie a gruppi di cani alimentati a brodo di carne e pane per alcuni giorni). Punto critico 18. Ma di cosa parla? PTOMAINA DERIVA DA CARBOSSILAZIONE PROTEICA, MENTRE BENZOPIRENE E RADICALI LIBERI SI SVILUPPANO ANCHE CON LE VERDURE La carne contiene le ptomaine (sostanze che prendono il nome da ptoma, che in greco significa cadavere), ed anche il benzopirene, le nitrosammine e le aflatossine (micidiali cancerogeni), e sviluppa pure radionuclidi o radicali liberi. Punto critico 19. Le ptomaine, come gi detto al punto 16 derivano dalla decarbossilazione di lisina, arginina, metionina, il benzopirene si produce anche quando si grigliano le verdure, nitrosammine e aflatossine sono sostanze tipiche dei vegetali, mentre radicali liberi e radionuclidi si sviluppano anche con le verdure. LE PURINE NON DERIVEREBBERO DALLE CARNI SOLTANTO La carne contiene le purine, sostanze azotate derivanti soprattutto dal pesce, anche crudo, anche fresco e anche sanissimo, che fanno aumentare paurosamente lacido urico nel sangue. Punto critico 20. Le purine sono presenti negli acidi nucleici. VANEGGIAMENTI VEGANI La carne contiene indolo, scatolo, acido lattico, alte dosi di colesterolo LDL, trigliceridi e acidi urici, estrogeni ed antitiroidei, sulfamidici, cortisonici, beta-bloccanti, ammoniaca, vaccini. Punto critico 21. Qui si vaneggia. E gli anticrittogamici no, eh? QUANTO IGNORANTI SONO QUESTI VEGETARIANI Inoltre con la frollatura la carne appena macellata subisce il cosiddetto rigor mortis, determinato dalla contrazione delle strutture muscolari, che raggiungono la massima intensit entro 1-2 giorni. Si ha poi una parziale e graduale demolizione delle proteine muscolari e del collagene. Questo fenomeno, detto frollatura, molto importante per il gusto e la tenerezza della carne, avviene a bassa temperatura e varia in base al tipo di carne. Per quella bovina la durata di almeno 5 giorni. Punto critico 22. Veramente con la frollatura il rigor mortis scompare. Lautore imparasse almeno cos la frollatura, e a non cadere in contraddizioni coi tempi della medesima. GLI OCCHI FRONTALI SONO TIPICI DEI CARNIVORI TERRESTRI

Chi sostiene lutilit della carne, non prende in considerazione la struttura del corpo umano, morfologicamente strutturato per cibarsi di frutti, vegetali, semi e radici. Punto critico 23. Davvero? Gli occhi li ha mica posti sui lati del cranio, ma in posizione frontale, tipica della maggior parte dei carnivori terrestri. DI QUALI ENZIMI PARLATE? Chi sostiene la carne non considera la funzione degli enzimi nella digestione. Enzimi che con la cottura della carne vengono distrutti. Punto critico 24. E chi lo ha mai detto? CHE CENTRANO LE VITAMINE SINTETICHE CON LA CARNE? Chi sostiene la carne non differenzia le vitamine vere dalle vitamine sintetiche, e non differenzia minerali organici da minerali inorganici. Punto critico 25. Perch, nella carne ci sono forse delle vitamine sintetiche? CHE CE DI MALE SE SI PRODUCE DELLA LEUCOCITOSI DIGESTIVA? Chi sostiene la carne non considera gli esperimenti di Kautchakoff del 1930 sulla proliferazione dei leucociti nel sangue (da 6000 a 18000 per mmc di sangue) ad ogni pasto carneo.