Sei sulla pagina 1di 16

Societ Editrice: GvCom - via Corsica, 28 71042 - Cerignola (Fg) - Direttore responsabile: Gianvito Casarella - Stampa: Martano Editrice

srl - via delle Magnolie - Modugno (Bari) Il Trinitapolese - In attesa di registrazione presso il Tribunale di Foggia - Redazione via Corsica 28 - Cerignola (Fg) - Per info: 0885.841497 - redazione@iltrinitapolese.it - www.iltrinitapolese.it

ANNO I - N. 0bis
29 dicembre 2012

COPIA OMAGGIO

G i auguri a a citt

EVE TI

AFFR TIA I SIE E I FUTUR


::: Francesco di Feo
ari concittadini, con un sentimento di gratitudine ed ammirazione mi rivolgo a voi per augurarvi un nuovo anno allinsegna della serenit, della pace e della vicinanza agli affetti pi cari. La mia gratitudine verso di voi nasce dal fatto che questi mesi trascorsi hanno messo a dura prova la nostra collettivit. Le difficolt economiche legate ad una congiuntura internazionale sfavorevole sono ricadute, purtroppo, sui pi deboli, praticamente su quegli strati sociali gi in difficolt. Ci nonostante, avete mostrato grande maturit, comprensione e, soprattutto, solidariet. (...) Saliamo assieme sul gradino del futuro affinch il sacrificio e il lavoro di tutti possa garantire un presente sereno ed un domani migliore. a pagina 2

Qui ta sagra de a carte ata


Ultimo weekend di dicembre allinsegna dei sapori del Natale pugliese. A promuovere per il quinto anno la fortunata manifestazione, lassociazione As.Tri Cult. a pagina 3

S CIA E

Pr te i e civi e a u v
A gennaio partir il progetto finanziato dallUnione europea per migliorare le condizioni del Centro operativo comunale e dotare di un Mahindra la Pc. a pagina 6

AV RI PUBB ICI

C d tta idrica
Lassessore Tedesco annuncia la realizzazione del progetto da quasi un milione e mezzo di euro, che porter a breve ad un sistema a chiusura di anello. a pagina 15 a pagina 8

Un affettuoso pensiero rivolgo ai giovani e, senza retorica, li invito a prendere in mano il proprio destino e a non lasciarsi scoraggiare da questa crisi violenta
Bi a ci

Previsi

a e gi e tr i pri i
un previsionale nelle prime settimane del 2013. Lindicazione data dal sindaco di Trinitapoli, Francesco di Feo, quella di voler anticipare di alcuni mesi lapprovazione del il bilancio di programmazione, visto che negli ultimi due anni stato approvato in estate (agosto nel 2011 e luglio nel 2012), condi-

esi de 2013
zionando la pianificazione dellamministrazione e il lavoro dellEnte. Si sta lavorando molto per riuscire a mettere in ordine i conti spiega il vice-sindaco, Andrea Minervino . In un anno e mezzo abbiamo lavorato sodo. Gli effetti delle nostre politiche di risparmio si vedono dai numeri.

il bilancio dei sacrifici, il bilancio del risanamento, ma anche il bilancio delle polemiche, dopo lassestamento approvato allinterno dellultimo Consiglio comunale il 20 dicembre. Lassessore alle Finanze, Lucrezia Filannino, assieme al responsabile del settore, sta lavorando per riuscire ad approvare

2
::: Francesco di Feo
ari concittadini, con un sentimento di gratitudine ed ammirazione mi rivolgo a voi per augurarvi un nuovo anno allinsegna della serenit, della pace e della vicinanza agli affetti pi cari. La mia gratitudine verso di voi nasce dal fatto che questi mesi trascorsi hanno messo a dura prova la nostra collettivit. Le difficolt economiche legate ad una congiuntura internazionale sfavorevole sono ricadute, purtroppo, sui pi deboli, sui pi poveri, sugli infermi, praticamente su quegli strati sociali gi in difficolt. Ci nonostante, voi trinitapolesi avete mostrato grande maturit, grande comprensione e, soprattutto, grandissima solidariet. Non vi sono state tensioni sociali, non vi sono state proteste, non vi sono state azioni negative in danno della citt e delle istituzioni. Ci sono stati, invece, grossi interventi da parte delle parrocchie, delle associazioni e degli enti no profit e da parte di ogni singolo cittadino che nel tirare la cinghia non stato avaro nel tendere la mano al prossimo. La mia amministrazione esce ancora pi forte e pi orgogliosa e fiera dallesempio di questa citt e trae energia per proseguire un lavoro difficile, sicuramente non simpatico, ma certamente apprezzato da chi guarda ai bisogni e alle risposte e, soprattutto, non si occupa demagogicamente delle vicende locali per fini elettorali. Al contrario per salvaguardare le future generazioni abbiamo sempre cercato di adottare provvedimenti stringenti, a volte impopolari, tenendo docchio il futuro. Ci nonostante, questa amministrazione ha evitato tagli lineari, la macelleria sociale, di far ricadere sui meno abbienti le difficolt economiche di un

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

Nelle difficolt diamo il meglio: siamo italiani


Gli auguri di buone feste del sindaco di Feo, che si congratula con la cittadinanza
ente paralizzato dalla crisi, ma anche da chi in passato si comportato da cicala e non da formica. Abbiamo dimostrato in questo primo scorcio di legislatura non soltanto di essere allaltezza della situazione, ma di avere le spalle larghe e lo sguardo proiettato al futuro. Abbiamo dimostrato alto senso delle istituzioni, non abbiamo mai abdicato rispetto alle nostre responsabilit. Il nostro amministrare stato un amministrare serio, parsimonioso e attento. Non siamo scivolati nel chiacchiericcio, nella demagogia, nonostante temi importanti come la scuola, lambiente, la sicurezza, le finanze e il sociale abbiano richiesto un lavoro supplementare e straordinario. Il 2013 che arriva gravido di momenti molto impor-

tanti sul piano politico, sul piano amministrativo e sul piano sociale. Noi siamo pronti ad affrontare questi momenti con lesperienza dellanno passato e lentusiasmo di chi vuol continuare il progetto di far rinascere lItalia e per salire ad obiettivi sempre pi importanti per la citt e per il nostro territorio. Il mio caloroso augurio va a tutti gli operatori agricoli, contadini, coltivatori diretti e imprenditori che esaltano con il loro sacrificio e sudore le nostre tradizioni e sorreggono uneconomia depressa. Cos come non posso non augurare il meglio agli artigiani, ai commercianti, agli imprenditori edili e agli operatori delle piccole medie imprese, che sul nostro territorio lavorano con impegno nella legalit e nella correttezza, con risultati proficui, che sconfinano non soltanto la nostra citt, ma anche la nostra regione e la nostra Italia. Un affettuoso augurio rivolgo ai giovani e senza retorica li invito a prendere in mano il proprio destino e a non lasciarsi scoraggiare da una crisi violenta e da chi non smette di ostruire solo il passaggio per ambizioni senza confine n di tempo e n di et. Ma di prendere esempio dalla storia della nostra Italia, dalla storia dei loro nonni, perch litaliano nei momenti di difficolt ha sempre dato il meglio di s, alzando il capo e risorgendo, garantendo quei diritti fondamentali della costituzione e che i colori della bandiera non vengono mai sbiaditi e che la melodia di Goffredo Mameli sia la carica per affrontare il quotidiano. Saliamo assieme sul gradino del futuro affinch il sacrificio e il lavoro di tutti possa garantire un presente sereno ed un domani migliore.

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

Qui ta edi i

E DETTAG I

Natale e i sapori del nostro territorio


Successo per la Sagra della cartellata organizzata dallassociazione As.Tri Cult

Pr u vere i pr d tti tipici ca i a i ter di u perc rs e gastr ic a estit c veri pr fessi isti dei d ci hanno ormai fatto diventare questa manifestazione una tappa importante di avvicinamento al Natale. La manifestazione stata patrocinata dalla Provincia di Barletta-Andria-Trani, rappresentata allinaugurazione dallassessore al Bilancio Dario Damiani: Questa manifestazioni sono importanti per il territorio della sesta provincia perch promuovono le nostre tradizioni commenta lassessore Damiani-. Bravi ai ragazzi che lhanno realizzata, come provincia siamo onorati di sostenerla e continueremo a farlo anche in futuro, almeno fin quando non decideranno di sopprimere lente, ha concluso sarcasticamente lassessore Damiani. La due giorni di sagra ha visto la presenza e lo spettacolo degli sbandieratori federiciani di Lucera, di una mongolfiera che ha volato sulla citt di Trinitapoli a promuovere levento.

Laureola del Bambino Ges


Le cartellate sono dei tipici dolci originari della Puglia e delle regioni limitrofe, Calabria e Basilicata. Preparate soprattutto a Natale, nella tradizione cristiana rappresenterebbero l'aureola o le fasce che avvolsero il Bambino Ges nella culla, ma anche la corona di spine al momento della crocifissione. Il nome potrebbe derivare da carta, incartellate, cio sinonimo di incartocciate, secondo la loro tipica forma arabesca. Vengono raffigurate la prima volta in una pittura rupestre del VI secolo a.C., rinvenuta nei pressi dell'attuale Bari: il piatto colmo era offerto agli Dei secondo il culto di Cerere. Agli albori del Cristianesimo, queste frittelle rituali si sarebbero trasformate in doni alla Madonna, cucinati per invocarne l'intervento sulla buona riuscita dei raccolti.

n successo annunciato per la quinta edizione della Sagra della Cartellata a Trinitapoli. Obiettivo, promuovere il tipico dolce natalizio pugliese. Questo, lintento dellassociazione culturale As.Tri. Cult che per il quinto anno consecutivo ha proposto la manifestazione nellultimo weekend dellanno. stata una vera sfida contro il maltempo sottolinea il presidente dellassociazione Pietro Pignataro . Devo ringraziare tutti i ragazzi che ci hanno messo lanima per riuscire a realizzare questa sagra. Come associazione ci impegniamo sul territorio per valorizzare i nostri prodotti tipici e le nostre tradizioni. Una due giorni, tra Natale e Capodanno, per gustare i dolci pugliesi e per promuovere i prodotti tipici locali allinterno di un percorso enogastronomico allestito con pasticceri professionisti,

panificatori e casalinghe che si sono divertite a far assaggiare alle migliaia di visitatori cartellate, taralli, sottoli e pizze e focacce preparate allinterno degli stand arredati con attrezzature professionali. Un successo per lassociazione culturale Astri Cult di Trinitapoli, questanno coadiuvata dallassessorato allagricoltura del comune di Trinitapoli, suggellato dalla presenza dellassessore regionale alle politiche agricole Dario Stefno, del senatore Francesco Amoruso,

del consigliere regionale Nicola Marmo, e dellassessore provinciale, Dario Damiani, che hanno tagliato il nastro della manifestazione con il sindaco Francesco di Feo: Bravi ai ragazzi dellAs.Tri Cult si congratula il primo cittadino di Trinitapoli . una gran bella sagra che rende onore al lavoro svolto dai giovani trinitapolesi. Non posso che essere orgoglioso dei ragazzi della mia citt e di chi lavora per promuovere i nostri prodotti tipici. Tanti stand, tanti visitatori e tante novit che

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

U ver e pr pri viaggi

In mostra il giro del mondo in ottanta scatti dautore


A Foggia presso il Palazzetto dellArte, ha chiuso i battenti lesposizione del fotografo trinitapolese Beltotto

Si racc ta i u rep rtage che sussurra a recchi st rie di vita ita ia a che da acce t a st rie pi gra di

n viaggio. stato letteralmente un itinerario inedito in cui gli scatti si sono fatti palpiti e le palpebre sono diventate compagne di scorribande attraverso un virtuoso giro del mondo in 80 foto, come il titolo della mostra che si inaugurata a Foggia presso il Palazzetto dellArte a disposizione della curiosit e dellincanto fino allo scorso 15 di dicembre. Difficile distinguere nitidamente il confine dellorizzonte degli artisti che hanno esposto; perch le prospettive di uno diventano pretesto per il racconto dellaltro. E linsieme dei fotografi diventa un nuovo piano cartesiano su cui difficile non ricercare nuovi punti di vista. Ecco ad esempio Giuseppe Beltotto, autentico impressionista della fotografia regalare frames dal mondo: dalla Giordania allEtiopia, passando per lUganda, il Madagascar e poi per il Messico. Osservare le sue foto riconsegna alla nostra natura, alla nostra identit, allappartenenza al genere umano. Cos curioso, cos diverso. Il giro del mondo in 80 scatti segue due mostre fotografiche di gran-

dissimo successo esposte recentemente a Trinitapoli; in particolare questultima esposizione foggiana suggella un sodalizio artistico deccellenza: completano il trittico accanto a Beltotto, due colleghi fotografi, Pasquale Bellusci e Giulio Loporchio. Si tratta di due artisti, foggiani di nascita, che hanno avuto il merito di accompagnare i partecipanti attraverso gli stretti pertugi della fantasia obbligando alla riflessione, alla commozione, alla gioia. E il mondo, dietro i loro tre obiettivi si fa piccolo,

entrando dentro una foto. In particolare di Bellusci colpisce la sapiente maestria nellimmortalare la realt con sincerit e autenticit mentre in Loporchio il dinamico peregrinare di chi ha scelto il viaggio, la moto e la fotografia come regola di vita. Beltotto, Bellusci e Loporchio si raccontano in un reportage infinito che sussurra allorecchio storie di vita italiana che fanno da accento ai racconti del mondo. Non aver seguito questa mostra non solo unoccasione persa, un viaggio mancato.

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

5
IL FATTO La situazione delicata dellUnione ha comportato nei mesi scorsi qualche ritardo, a cui il Comune riuscito sin qui a far fronte nellinteresse degli ospiti della struttura

s cia e

I cani del rifugio non sono in pericolo


Il sindaco di Feo: Mangime acquistato e somministrato regolarmente, malgrado le note difficolt. Disdicevole strumentalizzare sugli animali
che per fini personali finisce per precostituire pregiudizi gravi agli stessi. Non si pu assistere ad illazioni circa il decesso dei cani dovuto al mancato nutrimento: queste falsit, per la loro gravit, troveranno le giuste risposte nelle sedi opportune. Negli ultimi giorni lEnte comunale era stato additato come responsabile della situazione difficile al canile. Prima di scrivere o dare la solidariet, mi sembra sia opportuno, corretto e doveroso acquisire informazioni e atti ufficiali conclude il sindaco , perch altrimenti oltre alla brutta figura si rischia anche una querela. Ci che mi conforta il constatare l'esistenza di tanta brava gente che con amore e sensibilit presta il proprio tempo per campagne sociali a favore di quegli esseri che non hanno voce, ma che soffrono come noi.

cani non sono in pericolo e sono regolarmente alimentati. Ma spiace constatare come troppo spesso siano oggetto di strumentalizzazione politica, assai lontana dalla salvaguardia degli animali. Il sindaco di Trinitapoli, Francesco di Feo, rassicura cos la popolazione sulla pur delicata situazione legata al rifugio. Risultano agli atti spiega

il primo cittadino tutti gli impegni spesa per l'acquisto del mangime. davvero triste dover assistere alla continua delegittimazione di chi con onest, impegno e correttezza si impegna alla salvaguardia ed il bene di quelle amabili creature. altres avvilente assistere a miserabili speculazioni, e alla deliberata sfacciataggine, di chi con la bugia innesta campagne diffamatorie contro chi

esercita il proprio dovere. d'uopo dover portare a conoscenza di tutti il fatto che le forze dell'ordine e la Asl stanno continuamente monitorando il rifugio e che sicuramente ognuno risponder delle proprie responsabilit ed omissioni. Negli ultimi mesi la situazione delicata dellUnione dei Comuni aveva solo rallentato di qualche giorno lacquisto di mangime, provocan-

do piccoli ritardi, per riuscire a rimediare pi volte il Comune di Trinitapoli intervenuto per tutelare i cani. Bisogna comprendere che il volontariato non pu essere l'anticamera per ottenere un posto di lavoro o di lauti contributi osserva di Feo . Basta con chi, fingendo di amare gli animali, ne strumentalizza il proprio essere e la propria condizione e

6
s cia e

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

I CASI Negli ultimi anni, si assistito ad un forte incremento nellimpiego dei pick-up a doppia cabina come veicoli di pronto intervento nelle emergenze pi disparate

Nuovo piano per la Protezione civile


Progetto di 80mila euro per laggiornamento del piano demergenza comunale e la costituzione del Coc, oltre al nuovo mezzo polivalente

rinitapoli avr a disposizione un nuovo mezzo polivalente da mettere a disposizione della Protezione civile. stato finanziato, infatti, il progetto di rafforzamento delle strutture comunali di Protezione civile (Po - Fesr 2007/2013 Asse II - Linea di intervento 2.3 - Azione 2.3.2.) per un investimento di oltre 80mila euro. Il disciplinare stato firmato in Regione Puglia a dicembre e vedr la realizzazione nei primi mesi del nuovo anno. Il progetto prevede laggiornamento del piano demergenza comunale, il riammodernamento e rafforzamen-

to del Coc (Centro operativo comunale) e lacquisto di un mezzo polivalente e di pratico e facile allestimento a seconda della tipologia di impiego. Questo ci consentir ha dichiarato il consigliere comunale Ludovico Peschechera di preservare meglio il nostro territorio, di monitorare eventuali pericoli naturali ed artificiali (discariche abusive, caduta di alberi, frane ed altri eventi infausti) e fronteggiare eventuali crisi correlate alle tipologie di rischio gi verificatesi in passato. Il progetto, inoltre, prevede lacquisto di un mezzo polivalente individuato nel

Mahindra Goa 2.2 Double Cab, infatti negli ultimi anni, si assistito ad un forte incremento nellimpiego dei pick-up a doppia cabina come veicoli di pronto intervento nelle emergenze in genere, sia in ambito Antincendio Boschivo che in quello di Protezione Civile. Il progetto prevede anche il riammodernamento e rafforzamento del Coc istituito dal sindaco, in qualit di Autorit comunale di Protezione civile, presso il Comando di Polizia municipale, viene attivato al verificarsi dellemergenza, nellambito del territorio comunale, per garantire una effi-

ciente direzione e una valida assistenza alla popolazione colpita. Naturalmente il C.o.c avr anche un ruolo fondamentale per il coordinamento delle Associazioni di Volontariato presenti sul territorio. In particolare, il progetto ha previsto una lettera dintenti con lassociazione volontari soccorritori CasalTrinit che collaborer con il Comune in tutte le attivit di protezione civile e superamento delle emergenze da esse derivanti. Tanto per favorire interventi integrativi di pubblico interesse per emergenze ed altri eventi calamitosi sia di origine naturale che antropica su tutto il territorio

comunale quali ad esempio nubifragi, alluvioni, allagamenti, incendi boschivi. Si tratta di un progetto che ci ha visti classificare ai primi posti nella Regione ha concluso il consigliere Peschechera e che prevedr un investimento di 83.381,64 euro complessivi. Il mezzo permetter di fare un salto di qualit al nucleo di Protezione civile. Laggiornamento del Coc prevede la fornitura e linstallazione di una stazione radio fissa, antenna, radio portatili, radio veicolare, apparecchiature elettroniche di ultima tecnologia, sistemi informatici e software di centrale operativa.

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

T r e di pa av

Tutti in campo per la ricerca Telethon


Evento organizzato dalla Asd Casalvolley e dallAssociazione Volontari Carabinieri

e grandi commedie vanno sempre a braccetto con le grandi tragedie: il grande circo della vita, un misto di lacrime e risate. Fedeli allo spirito del fondatore di Telethon nel 1966, il comico Jerry Lewis, il 15 dicembre scorso le associazioni di Trinitapoli si sono prodotte in una maratona sportiva a sfondo benefico. Levento stato organizzato dalla Asd Casalvolley Trinitapoli e dallAssociazione Volontari Carabinieri, nucleo di Trinitapoli, in cui la vera novit stata quella di coinvolgere quattro squadre, con in campo rigorosamente tre donne e tre uomini, per un quadrangolare di volley, da vivere in un solo pomeriggio. La parola Telethon fortunata sintesi tra television e marathon fino a sabato scorso ha evocato forse solo lidea di un bollettino postale o di una telefonata per

dare il proprio contributo alla lotta contro le malattie genetiche. La macchina organizzativa si mossa, e lo scorso 15 novembre, probabile che parecchi siano stati pervasi da una impercettibile mancanza di respiro, per il leggero stupore di trovarsi nel posto giusto, al momento giusto con i presenti e gli assenti che avrebbero sempre voluto. Ad allietare la giornata, lintensa partecipazione di un numeroso pubblico, compreso di Priore, Nonni, Fagioli e Matricole 2012, le esibizioni dei ragazzi del taekwondo e delle ballerine della palestra Gymnasuim Fitness di Trinitapoli. Lo sfondo musicale, stato invece curato dalla performance live degli studenti e dei maestri dellassociazione musicale Labartevents di Trinitapoli, che si sono alternati tra unesibizione e laltra, con le presentazioni del professor Giuseppe

Acquafredda. L entusiasmo stato condiviso anche dal referente Telethon, Nico Palatella, che non ha nascosto la sua ammirazione per lorganizzazione e per lidea che stata proposta, nonch dal referente trinitapolese di Telethon Nicola Belardi, il quale ha donato al Sindaco di Triitapoli la spiletta storica di Telethon. Allentrata del Palazzetto dello Sport S. Pertini di Trinitapoli, i Volontari Carabinieri, nucleo di Trinitapoli, hanno allestito da una parte lo spazio per le offerte e i gadget Telethon, dallaltra un goloso buffet casereccio e familiare. Insieme a bambini, adulti, amministratori, volontari, atleti, ballerini (ed anche un clown che ha dimostrato particolare abilit nellacconciare i palloncini), tutto lentusiasmo che solo qualcosa organizzata di stomaco poteva avere. Quattro le squadre parteci-

panti: gli amministratori del Comune di Trinitapoli, con in testa il sindaco Francesco di Feo, i volontari di Avis e Avs, le Forze dellOrdine (squadra rivelazione del torneo) composta per i 4/6 dai Carabinieri in forza alla caserma di Trinitapoli e la dirigenza Casalvolley Trinitapoli, squadra ospitante, con a capo il presidente Alessandro Sarcina, ideatore delliniziativa. A vincere, la dirigenza Casalvolley, animata da un profonda fantasia pallavolistica -pi che dalla tecnicache riuscita a sopraffare in finale la squadra delle Forze dellOrdine. Terza classificata la selezione di volontari dellAvis e Avs cha ha avuto la meglio su gli amministratori comunali nella finalina di consolazione. Le associazioni di Trinitapoli ha commentato il sindaco sono il vero fulcro dello sviluppo sociale

della nostra cittadina e hanno dimostrato che quando si uniscono sono capaci di fare cose straordinarie. Limpressione generale anche quando le luci si sono spente ha sottolineato il presidente della Casalvolley, Alessandro Sarcina stata quella di andar via arricchiti dallaver dato il proprio contributo, ma soprattutto di aver ricevuto ancor di pi, da un pomeriggio che non ci si aspettava cos perfetto. Se questa fosse la via giusta per combattere un po per ciascuno gli scherzi beffardi giocati dal destino e contro cui siamo costretti a lottare, a Trinitapoli si deciso che Telethon doveva essere davvero una festa dove per un pomeriggio tutti hanno vibrato sulla stessa lunghezza donda e dove ogni sorriso stato lunico ringraziamento necessario per capire che questo solo linizio di una tradizione che verr coltivata ogni anno.

8
bi a ci

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

PRECEDENTI Negli ultimi due anni stato approvato in estate (agosto nel 2011 e luglio nel 2012), condizionando lamministrazione ed il lavoro dellEnte

Previsionale nei primi mesi del 2013


Il vicesindaco Minervino annuncia lintenzione di procedere subito ad un documento di programmazione che consenta una vera pianificazione
il bilancio dei sacrifici, il bilancio del risanamento, ma anche il bilancio delle polemiche, dopo lassestamento approvato allinterno dellultimo Consiglio comunale il 20 dicembre. Lassessore alle Finanze, Lucrezia Filannino, assieme al responsabile del settore, sta lavorando per riuscire ad approvare un previsionale nelle prime settimane del 2013. Lindicazione data dal sindaco di Trinitapoli, Francesco di Feo, quella di voler anticipare di alcuni mesi lapprovazione del il bilancio di programmazione, visto che negli ultimi due anni stato approvato in estate (agosto nel 2011 e luglio nel 2012), condizionando la pianificazione dellamministrazione e il lavoro dellEnte. Si sta lavorando molto per riuscire a mettere in ordine i conti spiega il vice-sindaco, Andrea Minervino . In un anno e mezzo abbiamo lavorato per uscire da una situazione difficile. Gli effetti delle nostre politiche di risparmio si vedono dai numeri: lente oggi sotto di quattrocentomila euro dallanticipazione di tesoreria. Considerando che quando siamo arrivati labbiamo trovata al massimo, credo che sia un buon risultato e la testimonianza di un buon lavoro svolto dallamministrazione. In pi si deve tener conto del danno provocato dalle mancate entrate di quasi 600mila euro derivate dalla Gema (la societ che ha gestito fino al 2011 la riscossione delle imposte e

delle tasse dellEnte), che se sommate al risparmio di quattrocentomila euro, avrebbero dimezzato in un solo anno lanticipazione di cassa. Purtroppo siamo costretti a convivere con questa problematica legata alla liquidit fin dal nostro insediamento, nessuna amministrazione del passato ha vissuto la nostra stessa situazione. Ai problemi dellente si

vanno ad unire quelli di tutti i comuni dItalia, derivati dai tagli indiscriminati ai trasferimenti che il governo centrale ha dovuto attuare per evitare il default. La situazione generale non semplice prosegue Minervino e i Comuni oggi sono davvero in difficolt, perch sono direttamente a contatto con i cittadini. I tagli del governo sono davvero pesanti, basti pensare che

lintroito superiore derivante dallImu questanno ci stato ridotto dal fondo sperimentale di riequilibrio con centomila euro di differenza a sfavore del Comune. Paradossalmente, invece, di guadagnare qualcosa da investire in servizi per i cittadini, si tagliato ancora di pi. Nonostante tutto questo il comune di Trinitapoli ha mantenuto le aliquote Imu al minimo. Siamo uno degli 803 comuni in Italia a non averle aumentate conclude il vicesindaco . Per questanno potevamo permettercelo e non volevamo gravare ancor pi sui nostri concittadini. Abbiamo chiuso il bilancio a luglio con le aliquote al minimo, non abbiamo fatto grandi stravolgimenti e siamo riusciti, io dico con grande responsabilit, a mantenerle al minimo. Il momento difficile davvero per tutti e non volevamo pesare ancor pi sulla gente.

E DETTAG I

No alle spese inutili. S a nuove entrate


Assessore al Bilancio dai primi di settembre dellanno scorso, Lucrezia Filannino mantiene la rotta disegnata ed annunciata alla vigilia: taglio alla spesa e nuove entrate. Che non si potesse continuare sulla strada degli anni passati lo impongono i dettami della Corte dei Conti, ma anche e con pi stringente urgenza, i problemi legati alla crisi internazionale ed i tagli dei trasferimenti da Roma.

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

9
SEGNALI Questa maggioranza ha ridotto le indennit agli assessori, non fa uso di mezzi comunali, non mantiene immobili in fitto senza ragione, ha ridotto le convenzioni del 70%

bi a ci

Ecco chi ha generato questa crisi


Il sindaco di Feo imputa alla cattiva politica Disava la situazione attuale. Contenziosi compresi In atto un sistema
laggravio a carico del Comune. Invece le sinistre hanno adottato come linea generale quella della opposizione, troppo spesso inutile ed infruttuosa. E oggi i danni li conosciamo tutti. Il Consiglio comunale ha infatti approvato debiti fuori bilancio su contenziosi per i quali la met rappresentata da interessi. Su una causa di 130mila euro spiega di Feo significa che le precedenti amministrazioni avrebbero potuto scegliere di accordarsi, facendo risparmiare al Comune almeno 60mila euro. Ma cos non stato. Dalle opposizioni attuali, in Aula, si paventa lo spauracchio della Corte dei Conti: La chiamiamo noi la Corte dei Conti replica il primo cittadino perch inaccettabile che in Consiglio dobbiamo ascoltare la prosopopea di chi ha fallito per anni, che oggi non si vergogna neppure e rilancia indignazione parossistica. Tra disavanzo e carenza di liquidit la situazione finanziaria di Trinitapoli non rosea, ma occorre rimboccarsi le maniche. Una condizione cos disastrosa conclude di Feo non pu nascere in un anno e mezzo. I bilanci passati, frutto delle vecchie amministrazioni di sinistra, non erano veritieri e crescevano esponenzialmente, per potersi permettere le feste del calibro di quella dei Cavalieri di Malta. Sprechi che hanno arrecato danni che oggi noi, con tanta buona volont, stiamo riducendo via via. o si era visto gi col bilancio consuntivo 2011: stop ai crediti vetusti ed inesigibili che servivano solo a far quadrare i conti. E questa la direttrice lungo la quale continuare. Quello del Comune di Trinitapoli un disavanzo non allarmante, ma che rappresenta il passaggio necessario per risanare i problematici conti ereditati. I sacrifici sono inevitabili. Come quello che ha portato alla mancata partecipazione al patto di stabilit verticale della Regione Puglia e dellAnci. Ci costringeva a fare altra anticipazione di cassa chiarisce Minervino , che noi, cos come richiesto dalla Corte dei Conti, stiamo cercando di eliminare poco alla volta.

di risanamento deciso
Chiudere in pareggio o addirittura in attivo un bilancio sempre possibile, con un pizzico di inventiva e di spudoratezza: basta sfruttare i residui attivi. Ma si sposterebbe il problema dellinevitabile disavanzo soltanto di qualche anno. E sempre l lo si ritroverebbe. Allora, tanto vale pensarci subito e iniziare a risanare il bilancio comunale. Abbiamo deciso di intervenire commenta il sindaco Di Feo a rischio di risultare anche impopolari, sebbene si sappia che con questo disavanzo noi centriamo poco o nulla. Pensiamo al domani, non solo alloggi e non ci accontenteremo di vivacchiare, come stato fatto in passato.

a cattiva politica ha generato lo stato di crisi. Interviene cos il sindaco Francesco di Feo, nel corso del Consiglio comunale dello scorso 20 dicembre, quando a maggioranza sono stati riconosciuti i debiti fuori bilancio ed stato approvato lassestamento. Rispetto a quella cattiva politica, di Feo ha le idee chiare: Stiamo voltando pagina in maniera radicale e sostanziale. Il sindaco sciorina poi le piccole grandi vittorie di questa amministrazione insediatasi un anno e mezzo fa, che ha ereditato una pesante situazione finanziaria. Questa la maggioranza spiega di Feo che ha ridotto le indennit agli assessori, che

non fa uso di mezzi comunali, che non mantiene immobili in fitto senza ragione, che ha ridotto le convenzioni del 70%. Questi sono i segnali forti che abbiamo inteso dare da subito alla citt. Uninversione di tendenza del movimento Rinascita trinitapolese, che il sindaco rivendica con forza: In passato tra Patti territoriali ed Area Vasta gli sprechi hanno raggiunto soglie indecenti. Questa nostra la prima amministrazione che ha realmente posto mano alle cose. Il riferimento ai contenziosi, piaga della debitoria dellEnte: Prima di adesso continua nessuno ha mai cercato accordi o transazioni, neppure l dove sarebbe stato pi lungimirante farlo, per ridurre

iquidit

Dalle spese correnti, il primo risparmio


a carenza di liquidit sussiste. Abbiamo unanticipazione di tesoreria che abbiamo ereditato spiega lassessore al Bilancio, Lucrezia Filannino : 1 milione e 715mila euro. La precedente amministrazione ha sfruttato tutto lo strumento dellanticipazione. Oggi noi coi continui tagli di trasferimenti, siamo in difficolt. Oggi siamo a circa 1 milione e 500mila euro. Il problema allarma. Ma occorre valutare che la

carenza dettata anche dal riversamento nelle casse comunali della Gema, che non avvenuto. Avrebbe abbattuto il problema di 500mila euro. Stiamo portando avanti una politica del risparmio senza precedenti conclude Filannino , a partire dalle spese correnti. Fino al 2026 avremo mutui da pagare per 2 milioni di euro ogni anno. Sono tutti fattori che aggravano la situazione dellEnte.

10

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

11
LA RICETTA Tolleranza zero per corruzione, evasione fiscale e economia sommersa con la reintroduzione di una coerente disciplina del falso in bilancio e il completamento della normativa sullanticorruzione

a situa i

e p itica

::: Nicola di Feo

a libert dei cittadini e la loro uguaglianza di fronte alla Legge sono i pilastri su cui poggia la democrazia. Sta a noi cittadini, per, impegnarci, perch ci sia vero, lottando contro lignavia e la rassegnazione. C un detto arabo che dice: Gli uomini coraggiosi fanno politica, gli altri ne parlano. Si, perch per fare politica oggi, quella autentica, al servizio della collettivit, si potrebbe anche dire con la P maiuscola, richiede una buona dose di coraggio. Anzi, molto coraggio. Si pensi allinvito che ha fatto Roberto Benigni sul valore della politica e di come questa il volersi occupare del futuro dei nostri figli, dei nostri nipoti, di chi verr dopo di noi. Questo il pi profondo significato del voler fare attivit politica: cercare di risolvere i problemi di oggi, ma con lo sguardo rivolto al futuro. Tutto questo lopposto di quello che stiamo vivendo oggi, senza generalizzare, ma la verit. proprio in questi momenti che bisogna trovare la forza per pensare che una via duscita esiste. Non dobbiamo cedere alle sirene che ci martellano, con messaggi del tipo tanto sono tutti uguali, perch sono proprio quelli che vogliono che lo stato attuale delle cose non cambi. Una parvenza di cambiamento la sta proponendo la coalizione di centrosinistra con le primarie per la scelta dei candidati al Parlamento. Oggi, purtroppo, siamo obbligati a scegliere nomi in liste pre-confezionate da ristrette cerchie di persone; non possiamo, quindi, soste-

A chi appartiene la sovranit


La democrazia il governo del popolo, ma lattuale legge elettorale continua ad offendere i principi su cui fondata

nere candidati che sono espressione del territorio ai quali potremmo chiedere conto in seguito di eventuali scelte. Questo contrariamente a quanto il sistema politico italiano riuscito a fare, anzi meglio a non fare, non volendo modificare lodiato, a chiacchiere, porcellum. Nel poco tempo che ci rimane a disposizione le Segreterie Provinciali e/o Regionali simpegnino a organizzare dibattiti pubblici nelle emittenti locali per far si che il confronto aiuti nel fare la scelta giusta a chi andr a votare, non gi per i singoli candidati ma per la lista che si propone e di conseguenza al programma che sar presentato agli italiani. Perch la scelta non deve fermarsi solo sul volto del candidato o sulle categorie giovani sconosciuti o vecchio nome conosciuto. Va da s che le primarie sono diventate una occasione per il ceto politico dei Partiti di centrosinistra per rivitalizzare se stessi e la propria rappresentanza, con quote sempre meno significative di elettori. Sono una

delle forme attuali del populismo che altro non che assumere verso lalto la forma della decisione e consultare demagogicamente il popolo. Da quelle manifestazioni di interesse spregiudicato e populista di alcuni soggetti, a partire da Sel e finire al Pd, si comprende come non riescano a scrollarsi di dosso il metodo becero di voler turlupinare la gente. Che senso ha proporsi alla gente con questo sistema elettorale e scimmiottare le primarie di falsi protagonisti? Nessuno, se non millantato credito e demagogia pi zotica. Ognuno penser a servire meglio il padrone, piuttosto che la gente della propria provincia o regione. Ancor peggio il volersi mettere in prima fila come il vergineo sannicandrismo che torna alla ribalta forte dellesperienza dei suoi settantanni: non idee e progettualit non indirizzi di unione e prosperit non precisi orientamenti amministrativi di crescita sociale. Soltanto arroganza del potere e lo si legge anche nei comunicati che riempiono le pagine di

Facebook o di siti web al servizio di chi ordina. Che senso ha parlare alla gente di una maturata esperienza in campo amministrativo quando risaputo che il personaggio che vuole ritentare per la carica di senatore stato gi bollato diversi anni fa? Non consentito a chicchessia giocare sulla pelle della gente. Il fallimento a livello regionale sotto gli occhi di tutti e soprattutto sotto la lente di ingrandimento la trasparenza dei candidati. Ogni qualvolta un personaggio indagato si trova in difficolt trova sempre lescamotage per farsi candidare ed eleggere, per sfuggire alle maglie della magistratura. Questo avvenuto nel recente passato con lassessore Alberto Tedesco, e questo si vuole ripetere con altri futuri pretendenti per i quali la Magistratura sta seguendo liter giudiziario? Bisogna perseguire su quanto predicato da tutti sulla drastica riduzione dei contributi pubblici anche indiretti ai Partiti e ai Gruppi parlamentari e dei rimborsi elettorali, con lintroduzione

di una disciplina di trasparenza dei bilanci con la perfetta tracciabilit dei finanziamenti privati e una soglia massima per gli stessi contributi. Tolleranza zero per corruzione, evasione fiscale e economia sommersa con la reintroduzione di una coerente disciplina del falso in bilancio e il completamento della normativa sullanticorruzione, lantiriciclaggio, lauto riciclaggio e/o truffa. Quanto infine alle infiltrazioni mafiose nella vita politica la Legge sullincandidabilit manda segnali precisi. Questo quello che i cittadini vogliono ed questo quello che gli elettori devono pretendere. Diversamente, basta non votare questa gente e il gioco pulito fatto. Vedremo se la gente questa volta avr capito il messaggio e si affider a persone qualificate e competenti che non a caso vogliono la continuit di Mario Monti, per un progetto finalizzato a far si che i nostri giovani figli trovino una Italia pulita ed in grado di offrire il meglio per una vita sana, onesta, lavorativa e in crescita.

12
bi a ci di fi e a

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

GLI ATTI Ad inizio 2012 si lavorato sullattuazione del Piano Casa, sulle questioni del quartiere Unrra Casas, sulla convenzione con lArea Vasta.. E ancora, regolamenti interni e per lImu

Dopo le feste, pronti per nuove sfide


Albore elenca gli impegni passati dellorgano Affari generali e rilancia per lanno nuovo
stato un anno proficuo il 2012 della Commissione consiliare Affari generali di Trinitapoli. Dodici lunghi mesi in cui si lavorato alacremente, per fronteggiare il momento difficile dellEnte. Gli argomenti trattati commenta il presidente Mino Albore hanno sempre richiesto la massima attenzione e presenza. Ci stato garantito anche grazie allo spirito di servizio dei membri della commissione ed in special modo dal vicepresidente Ludovico Peschechera, che ha presieduto diverse sedute per sopraggiunti miei impedimenti. La III Commissione ha prodotto un gran lavoro di approfondimento e propedeutico ai lavori consiliari tenutisi durante il corso del-

lanno. Ad inizio 2012 si lavorato sullattuazione del Piano Casa, sulle questioni del quartiere Unrra Casas, sulla convenzione con lArea Vasta. A pi riprese si lavorato sulle necessarie modifiche da apportare allo Statuto Comunale e al Regolamento degli Organi (lavori ancora in corso). Notevole impegno e lavoro ha richiesto la materia finanziaria: i lavori preparatori per il conto consuntivo, il bilancio di previsione, lassestamento e salvaguardia del bilancio, le variazioni di bilancio avvenute in corso di esercizio. La Commissione ha inoltre predisposto il regolamento comunale sullImu e quello sulle relative aliquote, quali atti preparatori su cui lAssise comunale ha espres-

I passat eC issi i c si iari era state svu tate de r sig ificat e de a r i p rta a I fer e t che ha caratteri at quest pri a e e di c si iatura de ta u i versi e di te de a I c sig ieri c ab ra e attivit de Au a

so voto favorevole, dopo ampia e democratica discussione in aula. In passato le Commissioni consiliari erano state svuotate del loro significato e della loro importanza osserva Albore, in conclusione mentre il fermento che ha caratterizzato questo primo anno e mezzo di consiliatura denota uninversione di tendenza: i consiglieri comunali collaborano fattivamente in sede preliminare, cos da arrivare in Aula gi

con unintesa di massima raggiunta. Certamente, le strumentalizzazioni politiche non mancano mai, ma non ce ne sorprendiamo pi di tanto. Nellauspicare un nuovo anno ricco di lavoro e di soddisfazione per tutti, auguro alla cittadinanza di Trinitapoli di trascorrere, in armonia e serenit, le festivit natalizie. Alla ripresa, nel 2013, ci attendono nuovi e sempre impegnativi appuntamenti a cui non vogliamo mancare.

tariat

nel dare che si riceve: ecco gli sforzi del Meda

i chiude un anno di lavoro continuo e se ne apre un altro in cui lattivit primaria sar linformazione.Spiega cos le attivit della sezione trinitapolese del Movimento Europeo Diversabili Associati la presidente Stefania Dalessandro. Lintento ha trovato svariati momenti di attuazione gi nel 2012, attraverso i convegni informativi. Il primo ha avuto luogo a gennaio, sul

tema La prevenzione vince i tumori (tumori e malattie rare), con interventi di relatori di fama nazionale. Tra gli altri appuntamenti annuali ricorda non possiamo dimenticare le 2 edizioni di Re-estate con noi, denominazione che ben esprime il concetto di non abbandono, Re non per un giorno, non per unestate, ma per lintero anno. Di qui nasce la creazione di un evento non assestante che celebri un momento

conviviale che sia allo stesso tempo sintesi e tesi di un percorso. Sono queste le motivazioni che ci hanno spinto a dar vita ai laboratori manopolativo-ricreativi in cui i ragazzi creano , danno libero sfogo alle loro pi recondite emozioni, dando vita a sculture in argilla, quadri, pigotte e altri manufatti che parlano e possiedono un po di loro. una realt che regala emozioni, che ti fa apprezzare la vita nella sua

pi effimera essenza. Queste emozioni sembrano non scalfire un gran numero di ragazzi e la provenienza di questa mancata sensibilit sembra non trovare soddisfacenti spiegazioni ma ancor di pi risolvibili azioni. Il nostro impegno aggiunge la responsabile del Meda rimane sempre focalizzato sullintegrazione tra disabilit normali e disabilit diverse perch nel dare che si riceve.

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

13
diventavo pi forte, e volevo migliorare per dimostrare la mia arte di combattimento e per mostrare a tutti il taekwondo. Convocato in Nazionale la prima volta a cintura gialla e aver saltato gli europei per una distorsione a cintura verde, appena finito la scuola decisi di partire per il militare anche per essere un po indipendente. Odio la guerra, odio gli eserciti, ma amo combattere. Sul tatami mi sento vivo, mi sento vivo perch so di fare qualcosa che non tutti possono fare ed per questo che combatto per dimostrare agli arti che, se vuoi, puoi.
Il taekwondo insegna uno stile di vita

::: LINTERVISTA

d aprile rappresenter i colori dellItalia agli Europei di Slovenia e ad agosto sar ai Mondiali in Bulgaria. Ma lui, giovane campione di taekwondo, prima di tutto si sente trinitapolese. Orgoglioso di esserlo, sebbene, per inseguire un sogno, spesso debba allontanarsi dal Casale. Nicola Vitto ha 22 anni e mosse i primi passi nel Corean Team di Trinitapoli, sotto la guida del maestro Cosimo Corea. Oggi, gli impegni lo portano in giro per il mondo, facendo sorgere unamara constatazione: una disciplina come il taekwondo non registra lattenzione mediatica del calcio o del basket o del volley. E il buio che scende in termini di sponsor mette a rischio la carriera di giovani promettenti come Vitto.
Da quanto tempo pratica taekwondo?

Combatter sempre per la mia Trinitapoli


Intervista a Vitto, il campione di taekwondo: Voglio essere un esempio per i giovani
C REA TEA Nel 2007 Il maestro Cosimo Corea cintura nera 2^ dan di teakwondo itf cominci con linsegnamento della disciplina a Trinitapoli. Malgrado pochi conoscessero ed apprezzassero quellarte orientale, il maestro Cosimo credeva in quello che faceva e insegnava venendo da Barletta anche per un solo allievo. I primi tre ragazzi che capirono che quello non era un semplice sport furono Leonardo Pedone, Giuseppe Urbano e Nicola Vitto. Negli anni successivi Vitto diventato la Cintura pi alta del Corean Team e il numero di allievi aumentato ve r t i g i n o s a m e n t e . Adesso il Team conta 40 atleti fra adulti e bambini che praticano taekwondo itf a Trinitapoli.
Stare in equilibrio, calciare, dar pugni e schivare colpi. Ci subito riuscito?

Da quando avevo 17 anni. Prima avrei voluto dedicarmi alle arti marziali, ma non mi stato possibile. Mio padre un bracciante agricolo che deve mantenere anche mio fratello e mia sorella, cos non poteva pagarmi la retta in palestra. E poi Trinitapoli non vanta una tradizione particolare nelle arti orientali.
Come si avvicinato a questo sport?

A volte tornavo a casa pieno di dolori, di lividi e mi chiedevo a volte se fosse veramente questo lo sport per me. Ero lunico ragazzo del mio gruppo che cominci uno sport cos pericoloso. Un mio ritiro mi avrebbe per esposto a critiche. Quindi ho deciso di continuare.

A 16 anni dovevo iscrivermi in palestra per tenermi in forma e vidi la locandina che era affissa fuori alla Norba Gym. Tutto cominciato l: decisi fin da subito senza far lezione prova di iscrivermi al corso di taekwondo. Andai alla prima lezione. Rimasi folgorato, innamorato di quellarte e della sua filosofia. Ma non era affatto facile apprendere quella disciplina, cos complessa che i maestri ci dedicano lintera vita.

Non sono per nulla sicuro che vincer ma posso garantire che dar il tutto per tutto su quel tatami anche lanima per difendere il nome di Trinitapoli. Quando passato allagoVoglio essere un esempio nismo? per i giovani che non sanno E ce lha messa tutta Allinizio volevo solo acqui- Man mano che mi allenavo che fare della loro vita. sire padronanza completa Ma servono fondi. Giusto? Affrontiamo ogni spesa a carico nostro. E spesso non si pu. Io combatter sempre perch non lo faccio per soldi ma perch il taekwondo la mia vita.
Lascerebbe Trinitapoli?

del mio corpo, ma gi dopo un paio di mesi ho pensato di poter gareggiare. Dopo 3 mesi di allenamento feci il mio primo torneo, persi alla prima gara ma gareggiai con un ragazzo che era cintura nera e che aveva fatto 3 Europei ed io oltre ad essere cintura bianca avevo solo 3 mesi di palestra mentre lui molti di pi. Persi 10 a 4 ma da allora mi promisi che io sarei diventato pi forte di quel ragazzo.

Sul tatami c profondo rispetto lavversario va rispettato non temuto, si combatte ma senza odio prima e dopo ogni gara c labbraccio fra i due avversari, non c rancore ma rispetto. Se vuoi vincere devi fidarti degli insegnamenti che ti vengono dati e devi seguirli.
E ora tra Slovenia e Bulgaria avrai la sua grande occasione?

Ho voluto sempre andar via da qui, non scorgendo molte possibilit di futuro, ma adesso tutto diverso: se Trinitapoli ha dei problemi perch noi giovani invece di combattere abbiamo preferito scappare nelle grandi citt del nord.

14
a bie te

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

LANTEFATTO Il sindaco di Trinitapoli, sin dal suo insediamento, aveva allertato Provincia, Prefettura, Consorzio di Bonifica e Acquedotto pugliese

Depuratore, lallarme lanciato dal Comune


Lassessore Di Benedetto in Commissione Bat: Lo dicemmo gi oltre un anno fa

in dallinsediamento di questa amministrazione, il sindaco Francesco di Feo ha denunciato agli Enti sovra comunali il malfunzionamento del depuratore di propriet del Comune di Trinitapoli. Cos, lassessore allAmbiente, Giacinto Di Benedetto, nel corso dellintervento nella Commissione provinciale della Bat, che lo scorso 6 dicembre ha affrontato in seduta aperta la questione dei danni ambientali al canale Cinque metri ed a Foce Carmosina, A pochi giorni dal sequestro dei piazzali di 7 aziende ubicate tra Trinitapoli e Zapponeta, il presidente della Sesta commissione Ambiente, Luigi Riserbato, anche sindaco di Trani, ha accolto linvito del collega casalino di Feo per discutere quanto accaduto. Gli Enti interessati, comunque, gi conoscevano la situazione: Il sindaco di Trinitapoli ha spiegato Di Benedetto gi un anno e mezzo fa aveva allertato Provincia, Prefettura, Consorzio di Bonifica e Acquedotto pugliese. Gi dal 2011 quindi sono state denunciate le criticit legate alla cattiva gestione dellAqp e della Pura Srl, riguardo a versamenti dei reflui anomali o di abbondanti scarichi di acque meteoriche. Lazione promossa mesi fa dal Comune di Trinitapoli prospetta un conflitto tra

due interessi, quali la libera iniziativa economica e la salvaguardia della salute e dellambiente. Un atto doveroso ha spiegato lassessore comunale trinitapolese per una amministrazione che aveva ed ha, come principali obiettivi, il perseguimento della legalit e del cambiamento di situazioni che non potevano pi rimanere occultate. Lo scopo della seduta della Commissione provinciale allAmbiente, lo scorso 6 dicembre, stato pertanto quello di mantenere uno stato di allerta ed a indicare soluzioni fattive per contrastare linquinamento e far funzionare regolarmente limpianto di depurazione. Da ci, discende un ulteriore coinvolgimento, oltre allAcquedotto pugliese alla

ecessari c tr are i pia ti e ca a e e far sapere i a iera chiara c sa c e e d ve e attivit pr duttive debba riversare e pr prie acque ete riche effettua d a che u studi specific su a capacit ricettiva de e cu ette e de a f g a bia ca

Regione Puglia, affinch si possano reperire risorse atte, non solo ad ispezionare, controllare e vigilare i luoghi, ma anche diretti alla bonifica e al potenziamento, e ove necessario, alla rimozione e/o soppressione. Nel dettaglio, Di Bendetto ha illustrato come sia opportuno ad esempio procedere al drenaggio del canale Cinque metri, nella parte che va dallidrovora al mare. Allo stesso modo necessario controllare lim-

pianto di sollevamento ed il canale nella parte in cui vi il cosiddetto scatolato. Da ultimo, ma non per importanza, per il 32enne assessore Di Bendetto, necessario che la Provincia si esprima in maniera chiara, su cosa come e dove le attivit produttive debbano riversare le proprie acque meteoriche, effettuando anche uno studio specifico sulla capacit ricettiva delle cunette e della fogna bianca.

a cr

aca de e i dagi i

Quegli scarichi illeciti che minacciano la salute

carti della lavorazione di 5 aziende vinicole contenenti concentrato di mosto e anidride solforosa esausta, reflui del vicino depuratore, fino ad escrementi umani. Con quellacqua del canale Cinque metri, alcuni agricoltori irrigavano le colture di pomodori e carciofi. Per queste ragioni il primo dicembre scorso, i carabinie-

ri del Comando provinciale di Foggia e del Noe (Nucleo operativo ecologico di Bari) hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo di sette aree di piazzali aziendali di alcune societ vinicole di Trinitapoli e Zapponeta, e dellimpianto di produzione di contenitori ed attrezzature plastiche, nellambito di uninchiesta sullinquina-

mento della foce Carmosina a Margherita di Savoia. Sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Foggia e con lausilio del Corpo forestale si anche accertato che limpianto di depurazione del Comune di Trinitapoli funzionava con modalit inadeguate e insufficienti alla gestione delle acque reflue in ingresso. Le ricerche proseguono. Nel frattempo, sono finiti nel registro degli indagati, i titolari delle aziende trinitapolesi (Cantina Cooperativa Casaltrinit, Damiani

Vinicola Olearia Srl, Sun Land Spa, Societ Agricola Di Leo Srl e Daunia Plast Spa). Indagati anche due r e s p o n s a b i l i dellAcquedotto pugliese, Vincenzo Santoro, direttore della Pura Srl, societ satellite dell'Aqp, e l'amministratore unico, Mauro Spagnoletta. Le accuse sono di danneggiamento delle bellezze naturali e scarichi illeciti. Avviso di garanzia anche per il sindaco di Trinitapoli, Francesco di Feo, rappresentante protempore dellEnte comunale proprietario del depuratore.

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012

15
DOVE Tra gli altri punti, saranno interessate anche via Puzzacchio, via San Pietro, via Madre del Salvatore, via DAzelio, via Saline con chiusura alla rete di via Roma

av ri pubb ici

Presto i lavori per la condotta idrica


Lassessore Tedesco annuncia la realizzazione del progetto da quasi un milione e mezzo di euro per un sistema a chiusura di anello

artir a breve la realizzazione del progetto da quasi un milione e mezzo di euro, per la realizzazione di una condotta idrica a chiusura di anello a servizio dellabitato sar realizzato a Trinitapoli. Il percorso viene da lontano. Con delibera di Giunta comunale n 109 dello scorso 13 agosto era stato approvato il progetto definitivo per il potenziamento della rete idrica con la realizzazione di una condotta in ghisa sferoidale del Dn 300 a chiusura di anello a servizio dellabitato di Trinitapoli per un importo complessivo 1 milione e 420mila euro. La finalit del progetto quella di perseguire il potenziamento ed il riequilibrio della rete idrica esistente a Trinitapoli ha spiegato lassessore ai Lavori Pubblici

e Urbanistica Giustino Tedesco , migliorando, con la realizzazione delle nuove condotte idriche di diametro adeguato, la disponibilit e la distribuzione della risorsa idrica nella zona ovest dellabitato di Trinitapoli, producendo un significativo incremento del livello della pressione idrica alle utenze. Un finanziamento che si va ad aggiungere agli altri che la giunta di Trinitapoli guidata dal sindaco Francesco di Feo ha messo in cantiere. Un progetto importante per la citt ofantina che andr a chiudere lanello di rete idrica a servizio dellabitato. Le nuove condotte andranno ad integrare la nervatura principale della rete assumendo un percorso ad anello, con origine e termine sulla dorsale esistente ha spiegato las-

sessore Tedesco . Esso sar esterno rispetto alla posizione dei tronchi idrici di piccolo diametro in esercizio e andr ad alimentare non solo le aree della zona Pip e Industriale, attualmente insediate da edilizia residenziale e produttiva, ma anche quelle di espansione urbana gi lottizzate. La realizzazione dellintervento produrr inevitabilmente qualche impatto negativo, ma solo in fase di cantierizzazione, nei confronti del contesto territoriale ed in modo particolare nei confronti delle attivit antropiche urbane ampiamente compensato dal formidabile impatto positivo, in termini di miglioramento della disponibilit idrica a favore di gran parte dellabitato di Trinitapoli, sia nel breve che nel lungo periodo.

La rete idrica della citt di Trinitapoli serve circa 4.300 utenze domestiche con una portata media di 38,63 litri al secondo, una perdita media di 14,92 litri al secondo e una estensione complessiva di circa 63 Km ha proseguito lassessore ai Lavori Pubblici, Tedesco . La rete idrica cittadina, sino ad oggi, ha inseguito lespansione urbana, con la realizzazione di successive integrazioni alle condotte idriche terminali, originando una situazione di insostenibile criticit nella disponibilit della risorsa idrica, in modo particolare, nella porzione ovest dellabitato. Infatti, sempre pi frequentemente, lutenza ha segnalato linsufficienza della pressione idrica agli erogatori ed in alcuni casi anche la totale mancanza di erogazione per diverse ore

della giornata. Per eliminare ogni inconveniente, la nuova condotta si diramer da quella esistente Dn 300 in prossimit dellorigine della distribuzione urbana della citt, in corrispondenza della intersezione tra via Marconi e via Monfalcone. La stessa si svilupper lungo via Vecchia Canosa , via Nigri, via Vigne Vecchie, via Reggio Calabria, la parallela di via Palermo, via Toniolo, via Bona, via Borazio, via della Transumanza, via Trinitapoli-Mare, via nuova di Prg e via Mulini, ove si allaccer con il ramo terminale della dorsale esistente Dn 300. Saranno interessate anche via Puzzacchio, via San Pietro, via Madre del Salvatore, via DAzelio, via Saline con chiusura alla rete di via Roma.

16

I TRI ITAP

ESE dice bre 2012