Sei sulla pagina 1di 4

Brusa Davide,Velardi Andrea,Marcon Daniele SEMICONDUTTORI DI POTENZA I componenti a semiconduttore di potenza sono in grado di operare con correnti e tensioni

molto elevate (centinaia di ampere e kV). Qu di seguito trattiamo alcuni di questi componenti. DIODI RADDRIZZATORI Un diodo tradizionale progettato per permettere il flusso di corrente in una sol a direzione e negarlo nell'altro. Esso formato da una giunzione P-N di silicio. Il funzionamento e la struttura dei diodi di potenza analogo, quelli usati come raddrizzatori sono in grado di trattare correnti fra qualche ampere e diverse mi gliaia di ampere con tensioni di lavoro che possono superare qualche kV. Esso un dispositivo che converte la corrente alternata in continua. I parametri che caratterizzano il diodo sono: IFM:massima corrente diretta entrante nel catodo. Vrwm: massima tensione inversa di lavoro applicabile Vrrm: massima tensione inversa ripetitiva,cio la tolleranza del componente al sop portare forti tensioni e correnti con alimentazione discontinua (tipo pwm) Esistono diversi tipi di diodi raddrizzatori: standard,fast,ultra-fast e schottky la differenza tra questi diodi sta nei tempi di risposta. BJT Il transistor bipolare a giunzione (BJT), e un componente elettronico costituito da tre regioni adiacenti di materiale semiconduttore drogate alternativamente in modo p oppure n. La regione centrale sempre drogata in modo differente dalle al tre 2. Esistono quindi due possibili versioni del transistor BJT: npn e pnp. Il transistor bjt sostanzialmente un amplificatore di segnali, applicando un seg nale alla base si otterr un segnale amplificato di N volte in uscita sul colletto re. Questi componenti trovano applicazione come dispositivi di commutazione grazie a lla configurazione on-off che prevede l'utilizzo dei suoi stati limite (saturazi one e interdizione). I parametri particolarmente significativi del BJT sono: Vceo : indica la tensione tra collettore ed emettitore quando la corrente sulla base uguale a 0 Ic: massima corrente applicata al collettore PD: massima potenza dissipabile TRANSISTOR DARLINGTONB H sono BJT con elevatissimo guadagno di corrente,circa pari al prodotto dei guadag ni di due transistor. Il dispositivo richiede correnti di pilotaggio inferiori r ispetto a un normale BJT MOS

I transistori MOS sono dispositivi a 4 terminali denominati drain, gate, source, bulk (substrato).

I mos sono caratterizzati dalla semplicit circuitale con cui possono essere pilot ati e dalla trascurabile potenza richiesta. Le coppie di regioni B-S e B-D si co mportano come diodi a giunzione p-n ma durante il funzionamento normale del dispositivo t ali diodi sono sempre mantenuti a polarizzazione nulla o inversa, pertanto le co rrenti continue che li attraversano sono nulle Trascurabili. Nulla pure la corre nte continua di gate. Applicando a quest'ultimo una tensione positiva rispetto al bulk si crea un canale conduttore fra drain (collettore) e source (emettitore) e consentendo cos che risulti maggiore o uguale a 0 la corrente Id entrante nel dr ain quando maggiore uguale a 0 la tensione Vds fra drain e source. Attualmente i dispositivi sono in grado di controllare correnti di centinaia di ampere e tensioni fino al KV. Grandezze fondamentali: Vdss:massima tensione drain-source con gate cortocircuitato al source Id:massima corrente drain Pd:massima potenza dissipabile IGBT

L'IGBT (insulated-gate bipolar transistor) I parametri sono analoghi a quelli del BJT e ssissimo consumo di potenza tipica del mos e del BJT. La tensione Vge una volta superato il valore ggio ti corrente di collettore Ic sempre pi TIRISTORI

un BJT con ingresso isolato a MOS. del MOS:facilit di pilotaggio con ba bassa tensione d'uscita Vce tipica di soglia Vge (th) provoca il passa elevata.

I tiristori di potenza comprendono l'SCR, il TRIAC e il GTO. SCR te sono i dispositivi di commutazione in grado di operare con le ioni pi elevate. L'SCR e TRIAC sono componenti a tre terminali (A-C-G). Essi vengono innescati mediante impulsi di corrente applicati al in conduzione possono essere spenti solo se si porta la corrente i sotto di un valore di mantenimento molto basso. SCR

e GTO attualmen correnti e tens gate;una volta principale al d

L'SCR (diodo controllato) conduce solo dall'anodo al catodo quando gli arriva un impulso di corrente dal gate. il componente che tratta le pi alte potenze. grandezze fondamentali: Vdrm:massima tensione ripetitiva diretta(a-pwm). Vrrm:massima tensione ripetitiva inversa(k-pwm). Irrm:massima corrente inversa(k). Igt:corrente di innesco del gate. TRIAC

Il triac un tiristore bilaterale,in cui la corrente pu scorrere fra i due termina li principali nei due versi opposti. Tratta correnti molto inferiore all'SRC,i p arametri sono gli stessi dell'SRC,tranne che il TRIAC pu essere innescato con imp ulsi di gate sia positivi che negativi poich sono in sostanza 2 triac in opposizi one. Ci sono 2 funzionamenti di base per questo tiristore, il funzionamento a control lo di fase e quello a pacchetti di onde. Quello a controllo di fase si attua par zializzando le semionde e di conseguenza decidendone la durata del semiperiodo. Quello a pacchetti di onde si attua fornendo l'alimentazione al gate periodicament e. GTO il GTO a differenza degli altri tiristori pu essere spento tramite impulso negat ivo sul gate. Essi sono in grado di trattare alcune migliaia di ampere e qualche KV. REL A STATO SOLIDO un rel a stato solido un dispositivo elettronico di commutazione in cui un piccol o segnale di comando controlla un ampio carico di corrente o tensione,comprende un sensore di tensione o corrente che risponde ad un ingresso appropriato e un d ispositivo elettronico di commutazione a stato solido. Come i rel elettromagnetici presentano un ingresso in comando a bassa tensione in grado di controllare un'uscita di potenza. A differenza dell'elettromagnetico ha diversi vantaggi:vita operativa pi lunga,fr equenze di lavoro pi elevate, assenza di rimbalzi,dimensioni ridotte,insensibilit al campo magnetico. AMPLIFICATORI Questi integrati sono adatti ad ogni genere d'apparecchiatura (ricevitori radio e tv,registratori,apparati wi-fi,ecc..). Esistono poi degli amplificatori operazionali di potenza capaci di erogare eleva te potenze. AUDIO hanno potenze d'uscita che vanno dal watt a qualche decina di watt. Parametri: potenza d'uscita: specificata per una determinata resistenza di carico(8,2 o 4 ) tensione di alimentazione: singola o duale. guadagno di tensione:specificato per una determinata frequenza (1KHz). larghezza di banda:indicata per una data potenza d'uscita. Resistenza d'ingresso: fornita per una data frequenza (1KHz). AMPLIFICATORI OPERAZIONALI DI POTENZA Esistono amplificatori operazionali di potenza con corrente di uscita fino alla decina di ampere. REGOLATORI DI TENSIONE LINEARI

I regolatori di tensione lineari sono dispositivi che forniscono una tensione d' uscita continua e stabile nei confronti delle variazioni della tensione d'ingres so e del carico. Essi vengono largamente impiegati negli alimentatori stabilizzati. Un esempio l'integrato 7805 stabilizzatore di tensione a 5 v. Parametri: Tensione d'uscita: viene indicato il valore(se fissa) o il range( se variabile). Corrente d'uscita: massima corrente erogabile. Resistenza d'uscita: la resistenza vista fra i terminali d'uscita e massa in reg ime di piccoli segnali. Tensione di dropout: minima caduta di tensione necessaria fra ingresso e uscita per un corretto funzionamento del regolatore(da 2 a 3V ) . sono disponibili in tensioni 5,6,8,10,12,15,18,24V REGOLATORI DI TENSIONE A COMMUTAZIONE I regolatori di tensione a commutazione hanno la stessa funzione dei regolari,ma lavorando in ON\OFF secondo PWM,hanno un'efficienza molto pi elevata dei lineari . Costituiscono l'elemento di controllo e di modulazione nelle configurazioni circ uitali per la conversione DC\DC I parametri sono gli stessi dei regolatori di tensione lineari. CONTROLLORI INTEGRATI PER ATTUATORI Sono circuiti integrati di potenza studiati per controllare e pilotare motori DC passo-passo e brushless Sono provvisti sia di protezione termica sia di limitazione di corrente,un esemp io L298 usato da noi in laboratorio per controllare due motori bidirezionali.