Sei sulla pagina 1di 9

Punto uno deillo yoga del ritmo dei ritmici e` la dieta.

Abbinata agli altri 4 punti preparano l`organismo per le macchine ighina.. alcuni frammenti prelevati dal llibro di max gerson. I ritmici hanno conosciuto la figlia di max gerson, charlotte nel 1993, quando il generatore di monopoli ci sovraccarico` per via di scorretta alimentazione nostra e fummo costretti a ricorrere a terapia di qualche tipo per rimetterci fisicamente in forma .. yoga del ritmo ha 5 parti 1 dieta, perche` vi aiuta ad armonizzarvi con il prana 2clisteri, perche` glia tomi magnetici del generatore si attaccano alla cacca dell`intestino e alle ghiandole endocrine , controllate dai chakras.. 3pranayama, per aumentare assorbimento prana della macchine ighina 4catarsi emotive o togliere l`armatura come diceva wilhelm reich , per evitare I disastri di cui alberto poi ha avvisato sarebbero successi con un uso senza preparazione dei monopoli 5meditazione e noi ritmici abbiamo scelto le med di osho dinamica kundalini e nadabhrahma oltre alla mandala .

Il nucleo della Terapia Gerson `e costituito da una dieta a base di frutta e verdura

fresche, coltivate secondo i principi dellagricoltura biologica, nonche lassunzione giornaliera di tredici bicchieri di succo fresco, preparati e consumati a intervalli di unora. Labbondante consumo di frutta e verdura fresche e biologiche serve a garantire al paziente lassunzione di unalta percentuale di minerali, enzimi, betacarotene, vitamine A e C e altri antiossidanti che bloccano i radicali liberi. Tuttavia, si raccomanda luso di alimenti in cui non siano presenti residui di antiparassitari o anticrittogamici. I pazienti che seguono questa dieta consumano elevate quantit`a di fitochimici, presenti spontaneamente nel mondo vegetale, e che ricerche scientifiche hanno dimostrato essere in grado di ostacolare lo sviluppo delle malattie degenerative croniche. Non `e permesso consumare carne. Il programma terapeutico del dottor Gerson prevede leliminazione delle proteine animali dalla dieta del malato per il periodo iniziale della cura che va da sei a dodici settimane, dopodiche queste possono essere introdotte in quantit`a minima. I ritmici non ripresero piu` il consumo della carne, uova o pesce da allora e le condizioni migliorano rapidamente permettendoci di assorbire meglio le energie magnetiche.

Disintossicazione
La Terapia Gerson `e pi`u di un programma alimentare, infatti si suddivide in tre componenti principali: 1. Come anticipato, comprende un programma nutrizionale per inondare lorganismo di nutrienti benefici di cui sono naturalmente ricchi i prodotti vegetali di migliore qualit`a provenienti da colture biologiche. 2. Fornisce allorganismo i mezzi per eliminare i prodotti tossici formatisi durante lattivit`a metabolica (inibitori enzimatici) che interferiscono con la guarigione e il normale funzionamento del metabolismo. 3. Prevede lintegrazione della dieta unicamente con alcuni nutrienti specifici. Per stimolare la disintossicazione dellorganismo il programma del dottor Gerson include luso di enteroclismi a base di caff`e che il paziente si somministra pi`u volte al giorno. Dal punto di vista fisiologico, come approfondiremo in seguito `e facile capire perche si ricorra a enteroclismi a base di caff`e poiche secondo le osservazioni del dottor Gerson, i malati affetti da tumore o da altre patologie incurabili del metabolismo, non muoiono tanto per la malattia in se quanto a causa dellincapacit`a del fegato di eliminare i prodotti tossici rilasciati dalle masse tumorali che si scompongono rapidamente in seguito agli effetti della Terapia Gerson o dalle reazioni delle cellule precedentemente disfunzionali. Lassunzione di caffeina per via rettale stimola le funzioni epatiche, aumenta il flusso della bile e favorisce lapertura delle vie biliari in modo che il fegato possa espellere pi `u facilmente le scorie derivanti dalla rigenerazione delle funzioni metaboliche. I clisteri a base di caffe` sono indicati sia come prevenzione che come cura, inoltre alleviano notevolmente il dolore.

In articoli seguenti tratteremo la dieta di arnold ehret per l`energia magnetica, il prana di ighina, che le sue macchine come lo specchio magnetico e il generatore di monopoli creano Mettendo assieme tutti gli articoli delle 5 fasi di preparazione ,capirete lo yoga del ritmo e sarete pronti un giorno per l`avventura Chi evita la preparazione, mettera` se stesso e gli altri a rischio perche` le energie magnetiche che il laboratorio crea hanno bisogno di persone che lesappiano ben assorbire e digerire. Solo cio` che si assorbe e digerisce si puo` controllare. motivi per cui il dottor Max Gerson proibiva ai pazienti che seguivano la Terapia di bere acqua sono molteplici. Innanzitutto la dieta Gerson prevede lassunzione giornaliera di tredici bicchieri da 250 ml ciascuno di succo appena preparato un bel po di liquido.

PRANA LA PREPARAZIONE DEL CORPO ETERICO..

.
Bisogna allenarsi 4 ore di pranayama al giorno per imparare a controllare il prana .Era necessario secondo il mio maetro yoga per aumentare linflusso di prana nellorganismo. Lui mi diceva che gli yogi contano la lunghezza della vita in numeri di respiri , per cui se i respiri sono profondi la lunghezza della vita aumenta considerevolmente. Inoltre diceva che lo stomaco contava i giorni di vita che ci restavano. In altre parole , gli yogi hanno imparato a misurare tutto in respiro e digestione. Ci sono 3 livelli di respirazione, superiore, media e bassa. Le persone normali usano generalmente solo la parte superiore del torace per la respirazione e cos

il respiro superficiale e non attingono alla quantita di forza vitale che invece potrebbero.. il prana contenuto nellaria e infatti il segeto prinicpale di molti dei miracoli inferiori dello yoga. La scienza dello yoga fu sviluppata 5000 anni fa dal grande maestro Patanjali ed e composta da 8 arti o sezioni che vanno sviluppate in ordire, senza fare i furbetti e saltare passaggi. Il prana viene assorbito maggiornmente durante inspirazioni profonde se si rispettano certe regole generali del pranayama. Si usa in genere la proporzione 1,4,2 che signifca 10 secondi per linalazione , 40 secondi di ritenzione e 20 secondi per la espirazione. Le Meditazioni sono fatte in Siddhasana, ma possono anche essere fatte in piedi e in questo caso le tecniche di respirazione diventano ancora piu potenti. Il prana viene accumulato nel plesso solare, il piu capiente dei centri eterici nellorganismo umano. Il controllo del sistema nervoso autonomo permette la maestria su alcuni piccoli poteri. Se lenergia pranica accumulata, non viene utilizzata subito, e rimane cosi accumulata nei chakras, questa viene conservata e giorno dopo giorno aumenta permettendo lingresso in chakras superiori. Si diventa quindi uomini numero 2, 3, 4 etc. in genere 10 anni di meditazione con un maestro vero, sono necessari per entrare nel 4to chakra. in genere lenergia viene dissipata con rapporti sessuali vari, cibi sbagliati e il troppo parlare. Gli yogi, in particolare gli hatha yogi, tentano il controllo del sistema nervoso simpatico. Il sistema dello yoga usa per ottenere il controllo su tali Nervi e quello di usare il controllo sui chakra per controllare indirettamente il sistema nervoso simpatico. La continua pratica del pranayama permette la stimolazione dei chakra e di ottenere un certo controlo sopra di essi Per esempio dalle zone sacrali certi nervi raggiungono una parte di intestino, i genitali e cosi via quindi controllare il primo chakra porta al controllo indiretto degli organi associati a quel chakra. Sono anche interessati a controllare il sistema parasimpatico usando le fibre antagonista. Ci significa attivare il simpatico e lutente inibisce il para Sono disponibili molti testi in cui vengono date istruzioni precise per ottenere il controllo delle varie fibre del sistema simpatico che controllano laccelerazione dei processi katabolici nel corpo. Persino il testo il potere del serpente di Avalon era la traduzione di due testi sanscritti sullo yoga kundalini. Antichi trattati yogi parlano di anatomia interna abbastanza in dettaglio, utilizzando non la dissezione del corpo umano come la classe medica sta facendo oggi, ma imparando larte di vedere allinterno del corpo usando il terzo occhio.. la nostra scienza medica stata definita da uno dei miei maestri di yoga in India, come la scienza dei macellai. Ci sono 10 nervi principali che trasportano INPULSI considerati molto importanti nello yoga. Questi 10 nevi furono conosciuti da occultisti yogi in meditazione profonda e vari testi sanscritti furono scritti per raccogliere questi segreti. Il linguaggio sanscritto quindi una lingua esoterica, che in genere le masse non conoscevano. Era la lingua in cui si conservavano i segreti per secoli. Questi i principali nervi yoga: ida, pingala, sushumna, occhio destro, occhio sinistro, orecchio destro, orecchio sinistro, pene, perineo questa parte e esoterica per cui lascio il traduttore a farvi divertire un po' con sta traduzione orribile : E sufficiente a controllare i nervi portando impulsi di controllare il resto e diventa un maestro in pranayama. I primi 3 sono la rete uno, ma tutti portano informazioni al

cervello attraverso i 5 sensi. Ida parte dal lato sinistro della colonna vertebrale e finisce nella narice destra. Pingala inizia dal lato destro della colonna vertebrale e finisce nella narice sinistra. Sushumna scorre nel mezzo tra ida e pingala si incrociano prima della loro conclusione finale del primo chakra, il muladhara. La muladhara collegato alla zona del bacino del sistema nervoso simpatico. Controllare il chakra e di controllare la zona del bacino del corpo grossolano. I chakra sono nel corpo eterico e non pu essere trovato da dissezionare il lordo come medico un po genio ha cercato di fare. Lestremit opposta del bacino del plesso al chakra del plesso bhruruki collo. Sushumna scorre allinterno della colonna vertebrale e parte dalla famosa hara, in yoga chiamato Kunda deposito universale, che di 2 centimetri sotto lombelico e allinterno del corpo. E' la fonte di tutta lenergia in modo che quando si parla di martellare lenergia alla base si intende martello kunda o hara dallinterno con respiro e mantra.

PRNYMA

Il Pranayama (controllo ritmico del respiro) il quarto stadio dello Yoga, secondo lo Yogasutra di Patanjali. Insieme a Pratyahara (ritiro della mente dagli oggetti dei sensi), questi due stati dello Yoga sono conosciuti come le ricerche interiori (antaranga sadhana) ed insegnano come controllare la respirazione e la mente, quale mezzo per liberare i sensi dalla schiavit degli oggetti di desiderio. La parola Pranayama formata da Prana (fiato, respiro, vita, energia, forza) e da Ayama (lunghezza, controllo, espansione). Il suo significato quindi di controllo ed estensione del respiro. Tale controllo si attua durante le classiche quattro fasi: inspirazione (puraka) espirazione (rechaka) trattenimento del respiro (kumbhaka) Nei testi di Hata Yoga, in generale il termine kumbhaka (da kumbha: brocca per acqua, calice) usato per includere le tre fasi di inspirazione, espirazione e trattenimento del respiro. Quando il respiro viene trattenuto dopo una inspirazione, viene chiamato antara kumbhaka (interno, interiore). Quando viene trattenuto dopo una espirazione, viene chiamato bahya kumbhaka

(esterno, esteriore). La scelta di giusti modelli ritmici della respirazione profondi e lenti, rafforzano il sistema respiratorio, calmano il sistema nervoso e riducono la bramosia. La mente si libera e diventa un mezzo adatto per la concentrazione. Lemotivit influisce sul ritmo del respiro e lo trasforma in rapido, poco profondo e incontrollato. Il controllo del respiro permette il controllo della mente. Dato che lo scopo dello Yoga calmare e controllare la mente, lo Yogi apprende la tecnica del Pranayama per dominare il respiro, in modo da controllare i sensi, raggiungere cos lo stato di Pratyahara e predisporsi per dhyna (meditazione). Inoltre il Pranayama una disciplina per la salute interiore, proprio come la dieta. Mentre la dieta necessaria per rimuovere il peso dai polmoni lasciandoli respirare liberamente, lesercizio fisico del pranayama potenzia il processo di disintossicazione. Il Pranayama principale o esercizi di respirazione per risvegliare la Kundalini sono: Bhastrika Pranayama e Kapalabhati che si dice per purificare cranio e polmoni. Lessere umano non utilizza pi di un quarto del potenziale energetico dei polmoni, questo fa si che la nostra energia vitale sia molto bassa, le tecniche del pranayama ci permettono di potenziare la nostra energia vitale. In india gli Yogi sono abituati a vivere in grotte con poco ossigeno in praticano i mantras, essi erano in grado di vivere per molti giorni anche con la grotta sigillata senza aria fresca. Il motivo per cui riuscivano a farlo, dipendeva dal fatto che i loro polmoni erano cos ossigenati dalla pratica del Pranayama, che potevano stare per lunghissimi periodi con una piccolissima percentuale di ossigeno nellaria, un po come fannno i cammelli nel deserto con la lopro riserva di acqua.

Vediamo quali sono le principali differenze tra questi due metodi di Pranayama: Nella tecnica del Bhastrika vi una ritenzione del respiro per lungo tempo alla fine del numero di volte richieste. Nella tecnica del Kapalabhati invece non c sosta, e come se si colpisse con un martello lenergia interiore. Mentre nella pratica tradizionale si tengono le mani sulle gambe e si siede in Padmasana o Siddhasana (Posizioni Yoga), nellashram di Pune veniva praticato in piedi, questo fa si che la tecnica sia molto pi potente ed efficace.

Protrarlo dai 10 a 20 minuti fa si che che si stimoli fortemente il risveglio della kundalini sebbene per ottenere questo risveglio c bisogno di praticarlo quotidianamente e con continuit. I tibetani praticano la tecnica svegliandosi alle 2 di notte, il motivo di questa sveglia notturna che le ore 2:15 sono un ora in cui si esprime una maggiore potenza per fare meditazione, a quellora il respiro viene ulteriormente energizzato. Inoltre quando si ritorna a dormire si riesce a portare lenergia della meditazione nella fase del sonno. Se possibile si dovrebbe praticare le teecniche di respirazione sulle montagne, vicino a fiumi oppure in un parco. Gli Ind hanno sempre posizionato i loro templi vicino ai fiumi per luso del potere con lelemento acqua. Purificare il corpo con dei bagni termali molto efficace per il risveglio della kundalini poich il suo campo eterico connesso allelemento acqua

Tipologia di respirazione Nello yoga si distinguono tre tipologie di respirazione: respirazione addominale : utilizza principalmente la parte inferiore dei polmoni. Durante la inspirazione, grazie alla funzione esercitata dal diaframma, laddome si gonfia e si crea una depressione nella gabbia toracica: i polmoni si dilatano e laria penetra in profondit. Nellespirazione il diaframma sale e crea un aumento di pressione nella gabbia toracica che tende a svuotare i polmoni. Laddome si sgonfia. La quantit di aria scambiata in una respirazione profonda addominale massima. Questo tipo di respirazione permette dunque di ottenere una buona ossigenazione del sangue arterioso e crea una benefica pressione sugli organi interni, realizzando un massaggio continuo. respirazione toracica : utilizza principalmente la parte centrale e superiore dei polmoni. Durante la inspirazione si effettua un allargamento delle costole mediante i muscoli intercostali. La cassa toracica si dilata ed espande i polmoni consentendo allaria di penetrare. Durante lespirazione i muscoli intercostali si contraggono diminuendo il volume toracico e spingendo laria fuori dal torace. La quantit di aria che penetra inferiore a quella della respirazione addominale. respirazione clavicolare : utilizza principalmente la parte

superiore dei polmoni. Laria entra nei polmoni mediante il movimento in alto delle clavicole e delle spalle. La quantit di aria che penetra nei polmoni minima.