Sei sulla pagina 1di 4

33632 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n.

185 del 14-12-2010

nico Consultivo con nota n.297 del 05/10/2010, La Regione Puglia è impegnata nella rimozione
acquisita agli atti del Servizio; delle cause che provocano mortalità nei luoghi di
lavoro e pone costante attenzione, nell’ambito della
- di approvare l’atto dirigenziale n.431 del propria programmazione delle politiche del lavoro,
03/11/2010 con cui è stato determinato di alienare sul rispetto delle condizioni di sicurezza nell’am-
in favore del Sig. Colazzo Salvatore l’unità pro- biente di lavoro e di dignità delle lavoratrici e dei
lavoratori.
duttiva pod. n.63 in agro di Nardò estesa Ha.
Tutto ciò, nell’ottica di politica del diritto regio-
3.59.90, al prezzo vecchio di euro 6.576,35 com-
nale, passa anche dalla prevenzione dei rischi e
prensivo dei debiti poderali, in conformità al
degli incidenti mortali sul lavoro e dalla diffusione
parere espresso dal Comitato Tecnico Consultivo della cultura della legalità e della consapevolezza
con nota n.327 del 26/10/2010, acquisita agli atti dei diritti e degli obblighi derivanti, in capo alle
del Servizio; parti, dal rapporto di lavoro; pertanto, la qualità e la
quantità degli interventi programmati in generale in
- di approvare l’atto dirigenziale n.423 del materia lavoristica ha come azioni fondamentali e
26/10/2010 con cui è stato determinato di alienare strettamente connesse tra loro sia la prevenzione
in favore del Sig. Carmignano Marco il relitto di che il sostegno economico alle situazioni di
terreno agricolo di superficie espropriata e non bisogno.
goduta in agro di Palagiano esteso Ha. 0.09.71, al Con L.R. 25.02.2010, n. 1 (BURP n. 40 Suppl.
prezzo nuovo di euro 568,74 comprensivo dei del 02.03.2010) è stato istituito il Fondo di solida-
debiti poderali, in conformità al parere espresso rietà in favore dei familiari di lavoratrici e lavora-
tori deceduti a causa di incidenti nei luoghi di
dal Comitato Tecnico Consultivo con nota n.320
lavoro.
del 19/10/2010, acquisita agli atti del Servizio;
L’art. 5 della L.R. n. 1 del 25.02.2010 prevede
che la Giunta approvi le Linee di indirizzo circa le
- di disporre la pubblicazione del presente provve- modalità di richiesta, di erogazione e l’entità dei
dimento sul Bollettino Ufficiale della Regione benefici rivolti alle famiglie interessate all’accesso
Puglia. al Fondo di solidarietà istituito con la medesima
Legge regionale.
Il Segretario della Giunta Il Presidente della Giunta
Con la presente deliberazione, pertanto, si pro-
Dott. Romano Donno Avv. Loredana Capone
pone di approvare le Linee di indirizzo come artico-
_________________________ late nell’Allegato 1, da considerare parte integrante
e sostanziale del presente provvedimento.
Il Fondo di cui alla L.R. n. 1/2010 ha finalità
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- meramente solidaristiche e, in quanto tali, pre-
NALE 30 novembre 2010, n. 2595 scinde dall’accertamento delle cause e delle effet-
tive modalità di svolgimento dell’infortunio mor-
tale e trova ragion d’essere nell’evento mortale in
Art. 5, L.R. 25.02.2010, n. 1. Approvazione Linee
sé e per sé considerato purché riguardi una lavora-
di indirizzo per l’accesso al Fondo di solidarietà
trice o un lavoratore che versa nelle condizioni,
ai familiari di lavoratrici e lavoratori deceduti a
soggettive e oggettive, di ammissibilità di cui
causa di incidenti nei luoghi di lavoro.
all’art. 2, co. 1, L.R. 1/2010.
L’accesso al Fondo è comunque un intervento
organico al sistema integrato dei servizi sociali con-
L’Assessore al Welfare sulla base dell’istruttoria figurato dalla legge regionale 19/2006 attraverso il
espletata dall’Ufficio Politiche per le persone, le Piano Regionale delle Politiche Sociali attuato nel
famiglie e le pari opportunità, confermata dalla territorio tramite i Piani Sociali di Zona, atteso che
Dirigente del Servizio Politiche di Benessere il sostegno economico nei confronti dei soggetti
Sociale e Pari Opportunità, riferisce quanto segue. beneficiari come individuati dalla L.R. n. 1/2010
Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 185 del 14-12-2010 33633

(art. 2, co. 5) deve essere accompagnato dalla crea- • garantire un’assistenza, nei confronti dei benefi-
zione di una rete di soggetti, pubblici e del privato ciari/aventi diritto che richiedono l’accesso al
sociale, impegnati nell’assistenza ai familiari delle Fondo di solidarietà, ai fini della presentazione
lavoratrici e dei lavoratori deceduti, nella realizza- dell’istanza al Sindaco p.t. del Comune in cui è
zione di misure di prevenzione degli infortuni sui accaduto l’infortunio sul luogo di lavoro;
luoghi di lavoro e nell’ambiente domestico, nell’in- • promuovere e informare circa le opportunità
clusione sociale e nell’inserimento lavorativo dei offerte dal Fondo di solidarietà della L. R. n.
soggetti svantaggiati. 1/2010;
A tal proposito, l’Assessorato al Welfare - Ser- • attuare progetti di interesse comune e di estesa
vizio Politiche di benessere sociale e pari opportu- utilità sociale al fine di facilitare e sostenere la
nità è impegnato nell’attuazione dell’ASSE III del diffusione della cultura della prevenzione dei
P.O. FESR che ha proprio nell’inclusione sociale, rischi e degli infortuni sui luoghi di lavoro e nel-
nella conciliazione vita-lavoro mirata alla ricerca di l’ambiente domestico.
lavoro e nell’inserimento lavorativo di soggetti
svantaggiati i propri principali obiettivi. Alla luce della fase di concertazione con gli attori
I beneficiari di cui all’art. 2, co. 5, L.R. 1/2010 sociali che ha accompagnato l’istituzione del Fondo
effettueranno l’apposita istanza (“Allegato A” alle di solidarietà di cui alla legge regionale 1/2010,
Linee di indirizzo) al Sindaco del Comune pugliese nella fase di avvio finalizzata all’utilizzo delle
risorse finanziarie disponibili, la Regione sottoscri-
in cui è accaduto l’infortunio mortale sul luogo di
verà il Protocollo d’Intesa di cui all’Allegato 2, con
lavoro, con il supporto dei Servizi Sociali, comunali
l’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi del
e d’Ambito, e degli attori sociali operanti sul terri-
Lavoro - ONLUS” (A.N.M.I.L.) e con Federcasa-
torio a tutela delle vittime di infortuni mortali sul
linghe - Federazione Nazionale Casalinghe, in rela-
lavoro che intendano aderire al Protocollo d’Intesa
zione alla specificità degli scopi statutari delle due
di cui all’Allegato 2.
Associazioni.
A sua volta, il Sindaco, preso atto di detta istanza,
L’A.N.M.I.L., costituita il 19 dicembre 1943 e
nell’esercizio dei propri poteri e delle proprie com-
riconosciuta quale associazione di diritto privato
petenze in qualità di Autorità Locale di Pubblica
con D.P.R. 31 marzo 1979, opera per la tutela
Sicurezza, inoltrerà alla Regione Puglia - Servizio
contro i rischi professionali ed è stata parte attiva
Politiche di Benessere Sociale e Pari Opportunità, nel processo di redazione dello schema di legge,
anche utilizzando la Posta Elettronica Certificata, divenuto legge regionale 1/2010 di che trattasi.
l’apposita richiesta di accesso al Fondo di solida- Ai sensi dell’art. 2 dello Statuto associativo
rietà di cui alla L. R. 1/2010 (“Allegato B” alle l’A.N.M.I.L. persegue scopi di rappresentanza,
Linee di indirizzo). assistenza morale e materiale delle vittime di infor-
Considerato il carattere innovativo del comples- tunio sul lavoro o malattia professionale e loro
sivo intervento che si intende porre in essere e al familiari e dei lavoratori esposti ai rischi professio-
fine di garantire la massima diffusione e comunica- nali, come singoli e come categoria.
zione ai soggetti interessati, con la presente delibe- Federcasalinghe si propone, quale forza di rap-
razione si propone altresì di approvare uno schema presentanza sindacale, la tutela morale, sociale, giu-
di protocollo d’intesa, che non comporta oneri ridica ed economica del lavoro casalingo svolto
finanziari aggiuntivi per la Regione Puglia, così all’interno del proprio nucleo familiare (Art. 2,
come articolato nell’Allegato 2 da considerare parte comma 1 dello Statuto associativo).
integrante e sostanziale del presente provvedi- Il medesimo Protocollo, in relazione alla costru-
mento, da sottoscrivere con soggetti del privato zione di una rete solidaristica in favore dei familiari
sociale direttamente operanti nel tema di che trattasi delle lavoratrici e lavoratori deceduti a seguito di
che intendono aderirvi. incidenti sul luogo di lavoro, è comunque aperto
La sottoscrizione e l’adesione al Protocollo d’In- alla successiva adesione di altri soggetti interessati.
tesa sopra detto, impegnano i soggetti sottoscrittori L’istituzione del Fondo di solidarietà ai familiari
o aderenti a: di lavoratrici e lavoratori deceduti a causa di inci-
33634 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 185 del 14-12-2010

denti nei luoghi di lavoro trova copertura finan- delle deliberazioni di Giunta regionale 1712/2010 e
ziaria (art. 6, L. R. 1/2010) nei limiti di una percen- 1858/2020.
tuale, pari al 3%, dello stanziamento annualmente Si propone quindi di erogare la suddetta disponi-
assicurato sul capitolo 784010 relativo al Fondo bilità di cassa per il Fondo di solidarietà in favore
Globale per i Servizi Socio-Assistenziali il quale dei familiari di lavoratrici e lavoratori deceduti a
costituisce il co-finanziamento regionale al Fondo causa di incidenti nei luoghi di lavoro nel corso del-
Nazionale delle Politiche sociali per la realizza- l’anno 2010 che ne fanno richiesta, tenendo conto
zione del Sistema Integrato dei Servizi sociali. dell’ordine cronologico della data nella quale si è
Ai sensi della legge regionale 24 settembre 2010, verificato l’infortunio mortale sul luogo di lavoro.
n. 11 “Norme per la copertura delle perdite d’eser- Agli ulteriori pagamenti riferiti all’anno 2010 si
cizio degli enti del Servizio sanitario regionale provvederà nel corso del prossimo esercizio finan-
(SSR)” (B.U.R.P. n. 149 del 27/9/2010) lo stanzia- ziario a condizione che sia verificata la compatibi-
mento di competenza del Capitolo 784010 - U.P.B. lità della programmazione di che trattasi con i vin-
5.1.1 del Bilancio corrente ammonta a euro coli di finanza pubblica cui è assoggettata la
10.000.000, a fronte dello stanziamento iniziale di Regione Puglia, così come richiesto dalla delibera-
euro 19.850.000,00. zione di Giunta regionale 1712/2010.
Pertanto, la dotazione finanziaria del Fondo di Per ultimo, è da rilevare che la Giunta regionale,
solidarietà in favore dei familiari di lavoratrici e con deliberazione 6 agosto 2010 n. 1892, ha stabi-
lavoratori deceduti a causa di incidenti nei luoghi di lito di alimentare il medesimo Fondo di solidarietà
con le eventuali somme derivanti dalla propria
lavoro di cui alla legge regionale 1/2010 ammonta
costituzione di parte civile nei giudizi aventi ad
per l’anno corrente a euro 300.000,00.
oggetto il risarcimento dei danni derivanti da infor-
Alla luce del complesso delle risorse disponibili,
tuni mortali sui luoghi di lavoro che vedano il coin-
l’entità dei benefici erogabili sul Fondo di solida-
volgimento della Regione Puglia in qualità di per-
rietà avverrà nei limiti e con le modalità espressa-
sona offesa dal reato.
mente previste nelle Linee di indirizzo allegate al
presente provvedimento che tengono conto della
Tutto ciò premesso, si propone di approvare le
reale disponibilità finanziaria vincolata alle finalità
Linee di indirizzo unitamente allo schema di Proto-
del Fondo di solidarietà e dell’incidenza del numero
collo d’Intesa entrambi allegati alla presente Deli-
di decessi nei luoghi di lavoro sul territorio regio-
berazione, per farne parte integrante e sostanziale, e
nale per anno. di autorizzare alla firma del Protocollo di che trat-
Le richieste di accesso al Fondo in argomento tasi l’Assessore al Welfare Dr.ssa Elena Gentile.
che non dovessero trovare soddisfazione nell’anno,
per l’eventuale esaurimento dei fondi disponibili, COPERTURA FINANZIARIA ai sensi della
saranno evase nell’esercizio finanziario successivo. L.R. 16 novembre 2001, n. 28 e s.m.i.:
La deliberazione di Giunta regionale 15 marzo l’onere derivante dal presente provvedimento
2010, n. 658 avente oggetto “Patto di stabilità ammonta a complessivi euro 300.000, pari al 3%
interno 2008 e 2009. Disposizioni della Giunta dello stanziamento di competenza sul Capitolo
regionale per la conseguente azione amministrativa 784010 - U.P.B. 5.1.1del Bilancio corrente, giusta
nell’anno 2010” così come modificata dalla succes- disponibilità ad impegnare disposta con delibera-
siva deliberazione 22 giugno 2010, n. 1476, ha fis- zione di Giunta regionale 15 marzo 2010, n. 658
sato in euro 10.000.000,00 l’importo degli impegni così come modificata dalla successiva delibera-
assumibili nel corso del corrente esercizio sul Capi- zione 22 giugno 2010, n. 1476.
tolo 784010. All’impegno della predetta spesa provvederà la
La determinazione del Direttore d’Area 22 set- Dirigente del Servizio Politiche di Benessere
tembre 2010, n. 11, ha individuato il capitolo di Sociale e Pari Opportunità con proprio atto entro la
bilancio 784010 - U.P.B. 5.1.1; a valere sul quale chiusura dell’esercizio finanziario.
effettuare pagamenti urgenti nei limiti dell’importo Nel corso del presente esercizio finanziario, a
di cassa pari a euro 50.000,00, attribuito ai sensi parziale discarico del predetto impegno, potranno
Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 185 del 14-12-2010 33635

essere erogati a valere sul Fondo di solidarietà in zione inter-istituzionale di cui all’Allegato 2 della
favore dei familiari di lavoratrici e lavoratori dece- presente Deliberazione, costituente parte inte-
duti a causa di incidenti nei luoghi di lavoro nel grale e sostanziale della stessa, autorizzando alla
corso dell’anno 2010, erogazioni per complessivi firma del medesimo Protocollo l’Assessore al
euro 50.000,00 pari alla totale disponibilità di cassa Welfare dott.ssa Elena Gentile che potrà altresì
individuata, con determinazione del Direttore apportare eventuali modifiche che dovessero ren-
d’Area 22 settembre 2010, n. 11, sul capitolo di dersi necessarie all’atto della firma;
bilancio 784010 - U.P.B. 5.1.1, ai sensi delle delibe-
razioni di Giunta regionale 1712/2010 e 1858/2020. - di dare avvio all’utilizzo delle risorse finanziarie
disponibili, sottoscrivendo il Protocollo d’Intesa
Il provvedimento del quale si propone l’adozione di cui all’Allegato 2, con l’Associazione Nazio-
rientra tra quelli di competenza della Giunta Regio- nale Mutilati e Invalidi del Lavoro - ONLUS”
nale ai sensi dell’art. 4, comma 4, lett. a) e d) della (A.N.M.I.L.) e con Federcasalinghe - Federa-
legge regionale n.7/1997. zione Nazionale Casalinghe, in relazione alla spe-
cificità degli scopi statutari delle due Associa-
L’Assessore relatore, sulla base delle risultanze zioni;
istruttorie come innanzi illustrate, propone alla
Giunta l’adozione del conseguente atto finale. - di erogare il Fondo di solidarietà in favore dei
familiari di lavoratrici e lavoratori deceduti a
LA GIUNTA causa di incidenti nei luoghi di lavoro nel corso
dell’anno 2010 che ne fanno richiesta, a valere
udita la relazione e la conseguente proposta del- sulla disponibilità di cassa attribuita sul capitolo
l’Assessore; del bilancio corrente 784010 - U.P.B. 5.1.1 giusta
determinazione del Direttore d’Area 22 settembre
viste le dichiarazioni poste in calce al presente 2010, n. 11, ai sensi delle deliberazioni di Giunta
provvedimento dal funzionario istruttore, dal Diri- regionale 1712/2010 e 1858/2010, tenendo conto
gente dell’Ufficio e dalla Dirigente del Servizio dell’ordine cronologico della data nella quale si è
Politiche di Benessere Sociale e Pari Opportunità; verificato l’infortunio mortale sul luogo di lavoro;

a voti unanimi espressi nei termini di legge: - le richieste di accesso al Fondo in argomento che
non dovessero trovare soddisfazione nell’anno
DELIBERA nel quale si è verificato l’infortunio mortale sul
luogo di lavoro, per l’eventuale esaurimento dei
- di approvare le Linee di indirizzo per l’attiva- fondi disponibili, saranno evase nell’esercizio
zione del Fondo di solidarietà per i familiari di finanziario successivo,
lavoratrici e lavoratori deceduti a causa di inci-
denti nei luoghi di lavoro, emanate ex art. 5, L.R. - di demandare alla Dirigente del Servizio Politiche
25.02.2010, n. 1, di cui all’Allegato 1 del presente di Benessere Sociale e Pari Opportunità ogni altro
provvedimento, costituente parte integrante e adempimento attuativo per l’erogazione del
sostanziale dello stesso;
Fondo di solidarietà di che trattasi;

- di approvare lo Schema di Protocollo d’intesa,


- di disporre la pubblicazione del presente provve-
non comportante oneri finanziari aggiuntivi per la
dimento unitamente a tutti i suoi Allegati nel Bol-
Regione Puglia, aperto all’adesione di associa-
lettino Ufficiale della Regione Puglia, sul sito
zioni e soggetti interessati, per il coordinamento
www.regione.puglia.it e nelle pagine dedicate
delle attività connesse all’attuazione del Fondo di
dell’Assessorato al Welfare.
solidarietà per i familiari di lavoratrici e lavora-
tori deceduti a causa di incidenti nei luoghi di Il Segretario della Giunta Il Presidente della Giunta
lavoro e per l’attivazione di forme di collabora- Dott. Romano Donno Avv. Loredana Capone