Sei sulla pagina 1di 4
Claudio Cervellati Dopo aver inaugurato questo interessante ciclo di interviste con Matteo Rigamonti, ad di pixart.it, nel numero di yennaio ospitiamo iW nuovo ad di un distributore leader nel mondo cartario internazionale, “Lapprofondimento e il piacere della lettura di un giornale, da toccare e sfogliare, é impagabile’. Cenveuan 2-Lindustria grafica, un futuro da reinventare. Intervista a Claudio Cervellati, ad di PaperlinX Italia, azienda leader nel mercato della distribuzione cartaria. IL PIACER DELLA CARTA PLETE EEC 1 settore delle arti grafche sta attraversando, oltre alla crisi congiun- turale, anche una crs strutturale che sta mettendo in discussione un pianeta ~ quello della comunicazione stampata~ che a differenza di alte realts, negli ultimi decenni érimasto immobile, non sé evoluto come avrebbe potuto. Ed’ accordo con questaatfermazione? ~Forse perché sono appena arrvato in questo settore, dopo essermi occupa di chimica, petrolchimica, costruionie cemento la mia potrebbe semlyrare una rsposta un po’ ingen, maameT industria grfia non sembra csi static... Define cos perehé wtliza una materia prima antica come l arta non mi sembra conetto, esordisee Claudio Cervela, ammini- straloredelegato di PaperlinX Talia. «Se guardo alle innovaziont devo die che ne vedo in continuzzione.E non solo per le nuove tecnologe i stampa come il digitale, ma anche per «quelle pi tradizionali come Tofiet doves ¢asistito a un profondo cambiamento, ast pen sareala elit deglawviamentie dela tampa allio dimacchinea dec colo. Maan ceil mondo della carta se non hasubito una ivoluzione&comunguecambiato negi uit anni Penso per esempio al utlizzo sempre pi ifs ci cart riciclate ed ecocompatibil 0 | alla diminuzione delle grammature medic sese da 1103 80-75 grammim Vinstabilita causata dalla recessione pud essere utile al settore perchéstimolaT'innova- zone, sia sul piano delle strategie aztendali sa dal punto di vista tecnologico. ila s- tuazione incerta, maggiore la propensione arischiare,acereare novi scenati, Qvale cvoluzione prevede per industria gafca nei prossimi cinque anit < Quali tipologie di stampatistanno risentendo maggiormente della crisit «Stiamo vivendo un periodo recessive doves tagia su tutto. Lacrsi mi sembra generalizzata anche sec sono micronicchie che mostrano trend di erescita- come la carta per la stampa di gitale-ealtre, penso ai quotidian o adalcune eatte special, che sffrono dipid. Dopo uncalo hei consumi di carta stimato in cicail 20% nel 2009, da dicembre dello corso anno abbiamo ssistito a una domanda che si vivacizzatae questo trend & proseguito anche a geanaio, Ed tessendo la carta un indiatore dell andamento dell economia, questo recupero di orin lass ben sperareperla ripresa>. In che modo e in che misura i nuovi mezzi di comunicazione non cartacei (Internet, ‘e-book ecc.) penalizzeranno il consumo di carta? “Come dicevo prima, Internet e le nuove tecnologie porteranno, come sta git ccadendo, 2 una rduzione dei consumi di carta, che pero restera sempre un mercato complementare Certo, Finnovazione sta cambiando in generale il mondo della comunicazione. Penso per cesempio alleletronica applicata alla grafic, alla visual communication, Stiamo assistendo a tuna vera e propria esplosione delle insegne a LED che entro cinque-sei anni prenderanno completamente il posto dei neon. Per fortuna chi si occupa di insegne luminose wtlizza la ‘posta tecnologia, tanto che in questo sttore siamo reyistrando tasi di crescitarlevant pari nel 2009 aun pit 30%. La diminuzione costante delle tirature sta causando un calo sempre maggiore nel con- ‘sumo di carta e stiamo assistendo alla chiusura dinumerosistabilimenti di produzione