Sei sulla pagina 1di 4

Giornali Online: A Pagamento O Gratis?

In questa intervista, Alan Murray, redattore capo del Wall Street Journal, propone una strategia
maggiormente equilibrata nella quale sia i contenuti gratuiti che quelli a pagamento possono giocare un
ruolo strategicamente importante e nella quale i due approcci si completano a vicenda anziché essere ai
due estremi opposti.

Paid Wall sì, Paid Wall no

Quello che è successo negli ultimi due anni è che abbiamo scoperto è che una soluzione non esclude
l'altra. Non si tratta di pay wall o non pay wall.

Noi abbiamo pubblicato nel tempo sempre più contenuti gratuiti.. Puoi consultare gratuitamente tutte le
notizie sulla politica, sull'arte, il tempo libero, le opinioni sono disponibili per chiunque. La copertura di
notizie importanti, anche notizie economiche, avviene gratuitamente perché abbiamo capito che se non
rendiamo gratuite e pubbliche, la persone cercherebbero le stesse cose su altri siti web.
Se si è un articolo su una notizia importante, se riportiamo una segnalazione ...potremo renderla
disponibile solo a pagamento. Ma se facessimo così, Businessweek o qualcun altro scriverà semplicemente
un articolo dicendo il “Wall Street Journal ha riportato x,” e in questo modo otterranno tutto il traffico.

Perché dovremmo fare così? Se esistono notizie di interesse generale, le pubblicheremo gratuitamente e
otterremo noi tutto il traffico, scusate tanto.
L'Esperimento Del Wall Street Journal e di Google News

L'accordo con Google News è stato un esperimento. Abbiamo pensato, permettiamo alle persone che
stanno cercando una notizia di entrare nel nostro sito e di leggere un articolo, qualsiasi esso sia. Sembra
abbia funzionato piuttosto bene.

Le persone che vanno su Google News, non sono, in larga misura, persone che hanno una rapporto regolare
con il Wall Street Journal. Cercano semplicemente il migliore articolo su un argomento. Se a noi capita di
averla coperta, gli consentiamo di leggerla. Ma se ai lettori l'articolo è piaciuto così tanto da voler avere una
relazione diretta con noi, se interessa loro la nostra copertura sulla finanza e sul business, allora in quel
caso dovranno sottoscrivere un abbonamento.

In un certo senso, noi abbiamo la nostra torta e la mangiamo anche, facendo una distinzione chiara tra ciò
che sarà di alto interesse popolare, ciò che probabilmente attrarrà un traffico più ampio sul Web, ma
tenendo a mente che il valore principale da noi proposto è ciò noi offriamo agli abbonati che vengono sul
nostro sito per notizie di carattere finanziario e di business che non possono trovare da nessuna altra parte.
Restringi il Tuo Interesse

La chiave di volta non è prendere i tuoi contenuti più popolari e renderli disponibili solo a pagamento.
Questo è l'errore che alcune persone hanno fatto in passato. "Questa è la notizia che la maggior parte delle
persone desidera leggere; quindi è questa notizia quella che daremo a pagamento." Ma questa non è la
risposta giusta.

I contenuti più popolari e di interesse generale sono esattamente ciò devi pubblicare gratuitamente, perché
attirano traffico, costruiscono la base del tuo pubblico e di conseguenza ti permettono di pubblicare
annunci pubblicitari.

Io credo che devi immaginare una sorta di gruppi di persone più piccoli, in cui l'interesse per un argomento
sia più profondo e intenso e per il quale le persone potrebbero essere disposte a spendere soldi.

Ho fatto questo discorso con un editore di un quotidiano, al quale ho detto: "Dimmi, qual è il tuo
equivalente del nostro business di lettori - il gruppo di persone che ha davvero bisogno di leggerti perché tu
hai qualcosa che loro stanno cercando disperatamente?" Lui mi ha risposto: "E' lo sport locale".

Sono le partite di calcio o di pallacanestro delle scuole superiori. Non per forza devono essere argomenti di
interesse per tutti i lettori, ma solo per quelle persone che vogliono leggerli. Loro vogliono leggere queste
notizie magari perché a questi tornei partecipano i loro figli. Forse sarebbero disposti a pagare per questo.
O magari esiste un servizio fotografico, collegato a queste notizie, da dove si possono scaricare le foto dei
tuoi figli o della partita. Ma soltanto se sei un abbonato.

Questo è solo un esempio, ma penso che le cose funzionino in questo modo.


La Gente Pagherà Per i Contenuti di Valore

La verità della questione è che c'è un sacco di gente lì fuori che paga un sacco di soldi, miliardi di dollari,
per comprare informazioni ogni giorno.

Alcuni ragazzi in Texas che hanno dato vita ad un servizio di notizie dell'ultim'ora sul mercato del petrolio
con i dati delle piattaforme di estrazione attive e quant'altro. Loro vendono questo servizio e adesso vanno
in giro in Mercedes. Perché non lo ha fatto lo Houston Chronicle? Perché devono averci pensato persone
del tutto esterne al mondo dell'informazione?

Il punto è trovare informazioni che siano di grande valore non necessariamente per un grande gruppo di
persone. Potrebbe essere un piccolo gruppo di persone che potrebbe pagare per avere i tuoi contenuti.
Penso che di queste opportunità ce ne siano per molti giornali.

Noi stiamo lavorando a un'iniziativa premium per lanciare una serie di servizi di informazione, come tu sai,
maggiormente specifici e focalizzati su temi particolari, che possiamo vendere come servizi premium a
piccoli gruppi di abbonati su quegli argomenti che rivestono un particolare interesse per loro.

L'energia può costituire un esempio. Naturalmente molti dei nostri lettori sono interessati ad argomenti
finanziari. Magari potremmo creare una specie di servizio di notizie dedicato ai i direttori degli uffici
finanziari.

Ci sono molte idee sul tavolo. Abbiamo iniziato a dare priorità a queste e ne abbiamo alcune che
metteremo in pratica per prime. Ma non le rivelerò in questa video intervista.
Abbiamo iniziato dando priorità a quelle, scegliendo quelle con le quali iniziare. Ma non interromperò le
notizie sul tuo video.

I Consigli di Alan Murray

 Il miglior modello di pubblicazione dei contenuti è un mix di contenuti gratuiti e a pagamento.

 I contenuti che non offri gratuitamente verranno pubblicati da altri e tu perderai soltanto del
traffico.

 Non fare pagare il tuo pubblico per i contenuti più popolari che pubblichi sul tuo sito web.

 Focalizza i tuoi contenuti a pagamento su nicchie di pubblico precise.