Sei sulla pagina 1di 2

Il regno vive nella violenza, Ges ce lo ha

detto. E un paradosso che viviamo ogni


giorno: anche se annunciamo un vangelo di
pace e di bene, molte persone lo vivono
come un'aggressione, un giudizio, una
limitazione alla loro libert. Perci,
periodicamente, i cristiani devono
affrontare delle persecuzioni, anche fisiche,
anche violente, anche mortali.
Il Signore ci chiede di non prepararci una
difesa, di fidarci e affidarci a lui, di non
avere timore delle cose da dire, ma
rassicura: "nemmeno un capello del vostro
capo andr perduto".
Ogni prova vissuta nella fede ci sprigiona
nello spirito, ogni occasione di prova, di

contrariet e di persecuzione diventa


strumento della purificazione dell'anima
della fede. La persevaranza diventa il dono
che viene fatto dallo Spirito a chi agisce nel
nome di Cristo, e nel suo stile segue la
contrariet del mondo.
Passare attraverso le prove educa alla
testimonianza vera e propria della fede, e ci
fa comprendere l'assistenza dello Spirito
del Cristo.
Signore Ges, magari mi piace una vita
senza problemi ma questa utopia non
esiste. Aiutami ad affrontare la realt di
ogni giorno con te e cos sar capace di
essere un testimone autentico, per i miei
fratelli e sorelle.