La Confcommercio non può che condividere le preoccupazioni e direi l’ormai esasperazione dei

commercianti per un 'aumento sproporzionato del livello di tassazione adottato dall'Amministrazione
Comunale.
La riunione indetta da questa Amministrazione giunge in enorme ritardo, …rispetto ad un argomento
più volte sollevato da Confcommercio che già all’indomani dell’introduzione della Tari ha chiesto a
tutti i comuni della provincia ed anche a questa amministrazione gli atti finanziari ed i contratti per
avviare uno studio ed entrare nel merito ed avere una visione d’insieme della gestione del servizio di
raccolta.
Si voleva avviare un percorso comune, un percorso di confronto affinché il nuovo tributo non gravasse
in maniera insopportabile sulle aziende e rispondesse a criteri di equità e di ragionevolezza.
Siamo abituati ad entrare nel merito delle questioni –

– perché vogliamo essere propositivi

Quindi, oggi Confcommercio invita il Sindaco a


rivedere le sue scelte,
rivedere alcune voci di costo (costi generali di gestione (campagna promozioni, sacchetti in
plastica, consulenze, ecc
rivedere la ripartizione tra quota fissa e variabile che va calcolata sulla differenziata) e tra
componente domestica e non domestica.

Questa città ha bisogno, di idee di sviluppo e di crescita che ancora dopo un anno di amministrazione
non abbiamo visto, la nuova Tari rispecchia i criteri della Tares, dando il potere al Consiglio Comunale
in linea generale di introdurre agevolazioni e riduzioni
Pertanto chiediamo che siano Individuati e rafforzati criteri premiali per le aziende virtuose
Ad esempio:



la tariffa per le utenze non domestiche che dimostrino di aver avviato a recupero rifiuti puo’
essere ridotta nella quota variabile mediante attestazione rilasciata dall’impresa abilitata che ha
effettuato il recupero
la riduzione della quota variabile se il perso dei rifiuti conferiti e’ superiore a un certa % al mq
riduzione per le utenze che praticano il compostaggio della frazione organica
riduzione per quelle utenze non domestiche che non esercitano in modo continuativo la loro
attività

e questo affinché il costo del servizio si avvicini
produzione dei rifiuti.

il più possibile a criteri basati sulla effettiva

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful